In Comune i “Cantori di Sant’Antonio”

La tradizione della “Pasquella” rivissuta attraverso la rappresentazione della corale “Riviera delle Palme”

San Benedetto del Tronto, 2015-01-16 – Questo pomeriggio, venerdì 16 gennaio, si è rinnovata in Municipio la tradizione della “Pasquella” che si celebra ogni anno in occasione del giorno di Sant’Antonio Abate il 17 gennaio. Intorno alle 17,30, i “Cantori di Sant’Antonio”, ovvero alcuni membri della corale “Riviera delle Palme” in abiti tradizionali, hanno “invaso” la sala consiliare per dare vita ad un momento musicale con canti della tradizione popolare.

Sono stati accolti dal sindaco Giovanni Gaspari, dall’assessore alla cultura Margherita Sorge e dal consigliere comunale Giuseppe Laversa che, dopo aver ascoltato ritornelli e melodie, hanno omaggiato i cantori, come un tempo avveniva nelle nostre campagne dove i canti in onore di Sant’Antonio erano segni beneaugurali per le attività agricole, con un cesto contenente prodotti della natura: salumi, formaggi, uova, pane e vino. 




Caos Pronto Soccorso: emergenza periodica e prevedibile. Si passi ai fatti

Tribunale per i diritti del malato – Cittadinanzattiva su caos pronto soccorso: emergenza periodica e prevedibile.

Si passi ai fatti e si garantiscano i servizi utili per i cittadini.

Roma, 16 gennaio 2015 – “L’emergenza di questi giorni nei pronto soccorso d’Italia poteva essere evitata, perché ampiamente prevedibile visto che il picco dell’influenza è noto, così come le soluzioni per decongestionare i pronto soccorso e offrire alternative assistenziali alle persone sul territorio. E’ evidente che le soluzioni sono rimaste solo sulla carta” queste le dichiarazioni di Tonino Aceti, Coordinatore Nazionale del Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva.

La situazione di sofferenza dei servizi di emergenza urgenza non è una cosa di oggi e le segnalazioni che ogni giorno giungono al Tdm parlano chiaro: dal 2012 al 2013 sono aumentate di 7 punti percentuali (dal 40% al 47,7%) e il tema più rilevante riguarda le attese al pronto soccorso che si allungano e le difficoltà per avere un ricovero necessario.

Assistiamo al razionamento dell’offerta ospedaliera da anni, con la promessa di un territorio più forte, ma nei fatti non è stato potenziato  e la riforma delle cure primarie è al palo.

Tre le priorità per dare risposte di sistema e evitare di ritrovarsi all’ennesima urgenza in queste condizioni disumane per i pazienti ed i professionisti sanitari:

1. sostenere ed investire in ciò che serve: il Pronto soccorso rappresenta un punto di riferimento irrinunciabile visto che offre risposte ai cittadini h 24, 7 giorni su 7;

2. affrontare il tema del personale, definendo gli standard da garantire sul territorio nazionale per tutte le professioni sanitarie;

3. passare ai fatti nella riorganizzazione e potenziamento dell’assistenza sanitaria territoriale.

 

“Chiediamo a Ministro e Regioni di intervenire con la massima urgenza per garantire il servizio e impedire il reiterarsi di situazioni come questa, perché il pronto soccorso è il banco di prova di accessibilità, efficienza ed efficacia del Servizio Sanitario Pubblico.”

 

 

 

Ufficio stampa Cittadinanzattiva onlus  – sede nazionale

Alessandro Cossu, 06.36718302 – 348.3347608; Aurora Avenoso, 06.36718408 – 348.3347603

www.cittadinanzattiva.it; stampa@cittadinanzattiva.it




Teatro Ragazzi, Jesi: “Una giornata con Giulio Coniglio”

Domenica 18 gennaio ore 17 al Teatro Pergolesi 

 

“Una giornata con Giulio Coniglio”, spettacolo sul famoso e tenero coniglio con attore, pupazzi e musiche dal vivo, va in scena il 18 gennaio al Teatro Pergolesi di Jesi alle ore 17 per la 31^ STAGIONE TEATRO RAGAZZI a cura dell’ATGTP in collaborazione con la Fondazione Pergolesi Spontini ed il Comune di Jesi.

 

 

Jesi (AN) 16 gennaio 2015 – Domenica 18 gennaio alle ore 17 al Teatro Pergolesi di Jesi appuntamento con “Una giornata con Giulio Coniglio”, coloratissimo e poetico spettacolo dedicato ai più piccoli, nel quadro della 31esima stagione di Teatro Ragazzi a cura dell’ATGTP – Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata – in collaborazione con la Fondazione Pergolesi Spontini e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Jesi.

Nato dalla matita di Nicoletta Costa, una delle più popolari autrici di letteratura per ragazzi,  Giulio Coniglio è un personaggio che ha incontrato subito il favore dei bambini, che in lui possono facilmente rispecchiarsi. Giulio ha cinque anni e tutte le emozioni tipiche di quell’età. Lo spettacolo del Teatro dell’Archivolto lo segue in una giornata tipo, fatta di piccoli riti quotidiani, regole e momenti ludici, comuni all’esperienza di tutti i bambini: il risveglio al mattino per andare a scuola, prepararsi e lavarsi i denti, le lezioni con il maestro Leolupo e la sua assistente Dorothy, i giochi del pomeriggio, la merenda, i sogni ad occhi aperti, in un bosco realizzato con coloratissime sagome di legno tratte dai disegni fatti dalla stessa Nicoletta Costa. L’attrice in scena dà vita a numerosi personaggi, cantando sulle musiche originali composte da Paolo Silvestri e animando teneri pupazzi ricalcati sui personaggi del fumetto, in un piacevole mix di teatro d’attore e di figura.

La 31esima edizione della Stagione di Teatro Ragazzi prosegue dino 22 febbraio nei teatri di Jesi, Chiaravalle, Falconara Marittima, Maiolati Spontini, Montecarotto, Monte San Vito, con artisti e compagnie rappresentativi delle tradizioni burattinesche italiane e delle tendenze del teatro di figura. La rassegna si avvale del sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, della Regione Marche-Servizio Beni e Attività Culturali, dei Comuni di Jesi (Assessorato alla Cultura – Assessorato ai Servizi Educativi), Chiaravalle, Falconara M., Maiolati Spontini, Montecarotto, Monte S. Vito, e della collaborazione della Fondazione Pergolesi Spontini, Fondazione Montessori, Tram Teatro Ragazzi Marche in rete, Assitej, Unima Marche. Sponsor sono UBI><Banca Popolare di Ancona e Libreria dei ragazzi – Jesi. Collaborano alla stagione, inoltre, il Festival dell’Educazione, la Rassegna Malati di Niente e A.N.P.I. Sezione di Jesi.

 

INGRESSO SPETTACOLI RECITE DOMENICALI

  • Adulti € 8.00
  • Ragazzi € 6.00

 

INFORMAZIONI




Form, al Teatro delle Muse arriva Alessio Allegrini

Appuntamento domenica 18 gennaio alle 17.30 con il primo corno solista dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia. Concerto realizzato grazie alla collaborazione della Società Amici della Musica “G. Michelli”

 

ANCONA 16/01/2015 – Il primo corno solista dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia Alessio Allegrini arriva domenica 18 gennaio al Teatro delle Muse di Ancona per il concerto “Wonder Horn”. Accompagnato dalla FORM – Orchestra Filarmonica Marchigiana, si esibisce alle 17.30 in un programma che prevede R. Wagner, con Idillio di Sigfrido, WWV 103; R. Strauss, con Concerto per corno e orchestra n. 1 in mi bemolle magg., op. 11 e L. van Beethoven, con Sinfonia n. 4 in si bemolle maggiore, op. 60.

In questo concerto, realizzato grazie alla collaborazione della Società Amici della Musica “G. Michelli”, il corno rivela i suoi mille volti attraverso l’arte interpretativa di Allegrini, uno dei migliori cornisti a livello internazionale, già ospite della FORM in qualità di direttore e ora impegnato anche come solista.

Biglietteria del Teatro aperta domani 17 gennaio dalle 9.30 alle 13.30 e un’ora prima del concerto, per info: tel. 071/52525, mail biglietteria@teatrodellemuse.org. Prezzi da 10 a 35 euro.

 

 

 

INFO

FORM-Orchestra Filarmonica Marchigiana

tel. 071 206168 | fax 071 206730 | info@filarmonicamarchigiana.com




Una immensa Piera Degli Esposti a Cupra Marittima

Cupra Marittima – Serata indimenticabile al Cinema Margherita. Giovedì 15 gennaio alle ore 21.15 è stato proiettato il film di Peter Marcias “Tutte le storie di Piera”, un documentario su una delle più grandi attrici italiane dei nostri tempi: Piera Degli Esposti. Presente in sala, Piera ha dialogato con il pubblico accorso  per l’occasione. Una donna e un’attrice davvero coinvolgente, dolce e complessa, fragile e forte al tempo stesso, ha parlato di se stessa, della sua professione, della sua vita, degli incontri con i registi e gli attori, della vita privata che non sempre si stacca dal palcoscenico o dalla telecamera. Nel documentario infatti sono gli stessi Sorrentino, Moretti, Bellocchio e tanti altri, insomma i registi che hanno avuto il privilegio di lavorare con lei, a metterne in luce gli aspetti più belli ed interessanti. Marcias ha saputo dipingere Piera delicatamente, facendo scorgere alcuni aspetti della sua vita privata che ne hanno caratterizzato l’esistenza  e che, come dice anche lei, l’hanno portata alla “continua ricerca di amore e conferme. Sono stata colpita io stessa dalle affermazioni dei registi, mi fa molto piacere che abbiamo queste opinioni positive di me, sopratutto se penso che si tratta di registi in genere molto chiusi e che raramente si fanno intervistare”. Sottolinea la Degli Esposti: “Tutto il film è molto generoso con me, anche se Marcias è stato molto bravo nel non farla diventare un’opera meramente celebrativa”. Il film infatti è un vero e proprio omaggio a questa attrice, anche se raccontarne il fascino e i talento non è facile. Un’artista completa e che nonostante possa considerarsi un mostro sacro del teatro non perde l’umiltà e la voglia di mettersi in gioco continuamente. Da Piera Degli Esposti gli attori di oggi avrebbero tanto da imparare e le avrebbe davvero un mondo di esperienza da trasmettere.

Piera Degli Esposti a Cupra Marittima

Piera Degli Esposti a Cupra Marittima




Bu Bu Settete! Fammi ridere che io non ho paura!

1^ STAGIONE TEATRO RAGAZZI 2015 SASSOFERRATO

Domenica 18 gennaio alle ore 17, al Teatro del Sentino, il Teatro Pirata presenta lo spettacolo per ragazzi “Bu Bu Settete! Fammi ridere che io non ho paura!” per la prima stagione di Teatro Ragazzi di Sassoferrato con la direzione dell’ATGTP e il sostegno dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Sassoferrato.

Sassoferrato – “Bu Bu Settete! Fammi ridere che io non ho paura!”, in scena domenica 18 gennaio al Teatro del Sentino (ore 17) è lo spettacolo proposto dalla prima rassegna di Teatro Ragazzi di Sassoferrato, firmata nella direzione artistica ed organizzativa dall’ATGTP Associazione Teatro Giovani – Teatro Pirata, e promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Sassoferrato.

Nello spettacolo, il Teatro Pirata, con la solita ironia, i pupazzi e le scenografie di Marina Montelli, una colonna sonora originale, mette in scena magiche suggestioni e momenti indimenticabili in cui le paure più profonde e inconfessate si scioglieranno grazie ad un divertente gioco teatrale. Ideazione e regia sono di Gianfrancesco Mattioni, Silvano Fiordelmondo, Diego Pasquinelli, Simone Guerro; in scena saranno Silvano Fiordelmondo e Simone Guerro. In “Bu Bu Settete! Fammi ridere che io non ho paura!”, la paura si esorcizza affrontandola con una risata. E’ proprio questo il percorso che faranno due strani individui: il professor Aristide, studioso di “paura” e il suo aiutante prof Calimero, pauroso quanto basta a scatenare processi di identificazione nei bambini. I due protagonisti hanno la pretesa di liberare chiunque dalle paure, e lo faranno tramite la narrazione di fiabe famose, storie originali e racconti che si perdono all’alba dei tempi, fino all’epilogo finale dove un evento misterioso costringerà i nostri eroi a fare i conti con le proprie paure.

BIGLIETTI: € 5,00 posto unico. Biglietti in vendita un’ora prima dell’inizio dello spettacolo presso il Teatro del Sentino

INFO: ATGTP Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata – Tel. 0731 56590 dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 12.30. www.teatropirata.com / box@teatropirata.com




Previsioni meteo senza più segreti

Conferenza al Val Vibrata College sulla meteorologia: tra i relatori il meteorologo di “Uno Mattina”,
tenente colonnello Filippo Petrucci.

CORROPOLI –  Il Tenente Colonnello dell’Aereonautica Militare, Filippo Petrucci, noto al grande pubblico per essere da anni meteorologo di Rai 1 nella trasmissione “Uno Mattina”, sarà il relatore del seminario “Le previsioni meteorologiche: dai super-computer al fattore umano”, che si svolgerà sabato 17 gennaio presso la Badia di Corropoli, sede della Fondazione Val Vibrata College e del Liceo Scientifico “G. D’Annunzio”, a partire dalle ore 10.00.
Interverrà inoltre la professoressa Ida Maiello, docente interna di Meteorologia e Ricercatrice per il Progetto CETEMPS presso l’Università degli Studi de L’Aquila, che spiegherà come viene effettuata una previsione meteorologica.

Durante la conferenza “Le previsioni meteorologiche: dai super-computer al fattore umano”, verranno esaminate  dapprima le leggi che governano l’atmosfera e la loro trascrizione matematica,  quindi i modelli numerici e i super-computer che permettono di risolvere le suddette equazioni , in ultimo, verrà sottolineata  l’importanza dell’apporto dato dai meteorologi  nell’interpretazione dei risultati dei modelli matematici, per arrivare alla previsione finale.
“Attraverso questo primo incontro, – ha dichiarato la Preside del Val Vibrata College, professoressa Maria Pia Silla – vogliamo dimostrare come, in maniera efficace e con la collaborazione dei massimi esperti di settore insieme ai nostri docenti, l’offerta formativa del Liceo sia integrata. I contributi di personalità esterne arricchiranno il bagaglio culturale dei nostri ragazzi”.

L’appuntamento si inserisce all’interno di una serie di conferenze, con la presenza di esperti di livello nazionale, sui temi della meteorologia e dell’economia che il Liceo ”G. D’Annunzio” organizzerà per integrare la propria offerta formativa, nell’ottica di una sempre più proficua interazione fra il mondo della scuola e il mondo del lavoro.

L’incontro con esponenti di eccellenza sarà, infatti, per gli alunni l’occasione per comprendere ancor meglio le proprie attitudini e per far emergere il talento che è già presente in loro.

“È questo – conclude la Preside – un modo per far conoscere meglio programmi di studio e metodi,  ma anche per contribuire alla crescita del territorio attraverso incontri di alto livello, aperti a tutti coloro che  vorranno intervenire”.

A tal proposito, il Val Vibrata College sarà aperto al pubblico ogni fine settimana fino al 15 febbraio prossimo, per mostrare a chiunque lo desideri la propria sede, l’offerta formativa e far conoscere la Winter School, una serie di laboratori gratuiti di matematica e latino per gli studenti che frequentano quest’anno la terza media.




da Giulianova

Via Treviso: i lavori partiranno lunedì 19 gennaio.

 

Il sindaco Francesco Mastromauro lo aveva detto a chiare lettere nel dicembre scorso e lo ricorda nell’annunciare l’inizio dei lavori su via Treviso per lunedì 19 gennaio.

Avevo preannunciato che i lavori sarebbero partiti a gennaio 2015 pur potendo aprire il cantiere già a dicembre dopo aver approvato, il 21 novembre, il progetto definitivo-esecutivo. E ciò non solo per venire incontro alle esigenze del proprietario dell’attività commerciale che insiste sulla via, ma anche per evitare disagi in occasione del concerto di Fabio Concato del 27 dicembre al PalaCastrum e di altri eventi sportivi programmati nell’impianto. Quindi l’impegno è stato rispettato”.

I lavori, per una spesa ammontante a circa 100 mila euro, prevedono il preliminare abbattimento dei pini esistenti, le radici dei quali, alzandosi, hanno divelto le mattonelle dei marciapiedi e creato piccoli ma pericolosissimi rialzamenti lungo il manto stradale.

Se avessimo tagliato semplicemente le radici – ragguaglia l’assessore ai Lavori pubblici Nello Di Giacintoavremmo determinato la instabilità dei pini, con il rischio di crollo. Pertanto occorrerà rimuovere pini e radici tramite uno scavo di sbancamento profondo circa 50 cm. su tutta la sezione stradale. In ogni caso i pini abbattuti verranno sostituiti con altre essenze, prunus o tigli, che non creano gli stessi problemi. Verrà quindi demolito il marciapiede esistente e sostituito con uno nuovo, mentre la sede stradale, dopo la realizzazione di idonea massicciata di sottofondo, avrà un nuovo manto di asfalto”.

Secondo quanto assicurato dai tecnici, e condizioni meteo permettendo – aggiunge il sindaco – ci vorrà un mese per ultimare l’intervento, anche se i maggiori disagi per i cittadini, ai quali sin da ora chiedo pazienza, saranno contenuti in un paio di settimane. Ma al termine degli interventi gli abitanti dell’Annunziata potranno riporre il problema di via Treviso nel cassetto dei cattivi ricordi”.

 

ALESLI. Nuovo incontro per progettazione e messo in cantiere un Convegno su Anagrafe unica.

 

Nuovo incontro ieri, 15 gennaio, al Museo dello Splendore di sindaci, amministratori e tecnici dei Comuni dell’ALESLI, l’Alleanza Locale per l’Europa, lo Sviluppo Locale e l’Innovazione voluta dal Comune di Giulianova, che è Ente capofila, per dare forza alle progettualità condivise tra gli Enti locali tese a intercettare i fondi europei.

All’incontro, coordinato dall’assessore alle Risorse extracomunali Pierangelo Guidobaldi nell’occasione affiancato dal dirigente Donato Simeone e dal responsabile dell’Ufficio Europa Antonio Macera, si è fatto il punto sul decreto Destinazione Italia che prevede forme di finanziamento a fondo perduto per i comuni associati relativamente a progetti per la cultura e il territorio.

Entro la fine di gennaio – dichiara l’assessore Guidobaldi – metteremo insieme le varie proposte destinate a confluire in un progetto unitario. Importante sottolineare che la squadra esistente, formata da undici Comuni, è destinata ad ampliarsi con l’ingresso di Martinsicuro, Nereto, Montorio al Vomano e Pineto, realizzando di fatto quella città-territorio auspicata e fortemente voluta dal sindaco Francesco Mastromauro. Un fronte comune, all’insegna della collaborazione e dell’unità di intenti, quindi oltre i piccoli ed oggi inaccettabili orizzonti municipalisti, che avrà modo di confrontarsi prossimamente anche su una questione rilevante come quella dell’Anagrafe unica nazionale sul tema specifico delle separazioni e dei divorzi, oggetto di un convegno che verrà organizzato a Giulianova in collaborazione con l’Ordine degli avvocati”.

 

 

Il 18 gennaio in piazza Buozzi torna la Festa di S. Antonio abate con la benedizione degli animali.

 

Torna il 18 gennaio, nella consueta cornice di piazza Buozzi, la festa di S. Antonio abate, la cui prima edizione si ebbe il 17 gennaio 2011 per iniziativa dell’allora consigliere Alessandro Giorgini.

La manifestazione, organizzata dall’associazione “La luce della speranza” con il patrocinio dell’Amministrazione comunale ed il contributo degli sponsor Pet Point e Manao Design, prenderà avvio alle ore 9 con il concorso cinofilo amatoriale “Anima bastarda”. Alle ore 11 benedizione degli animali e quindi pesca di beneficenza con giochi didattici per i bambini, dimostrazione cinofila della Croce Rossa Italiana e degustazione gratuita di prodotti tipici, il tutto allietato dall’associazione gruppo folkloristico “I briganti del Gran Sasso” e per i bambini da Peppa Pig. Sarà anche presente la Lega nazionale difesa del cane per i cuccioli da adottare.




Weekend di sfide indoor ad Ancona

Due riunioni assolute al Banca Marche Palas, tra sabato 17 e domenica 18 gennaio

ANCONA – Prosegue a pieno ritmo l’attività dell’atletica indoor al Banca Marche Palas di Ancona, con un intenso programma anche in questo fine settimana: due meeting assoluti pomeridiani, più una riunione giovanile e master prevista domenica mattina. Si riparte quindi sabato 17 gennaio dalle ore 15.30. Nel triplo maschile è annunciato il campione italiano assoluto Fabrizio Schembri (Carabinieri), insieme al tricolore under 23 all’aperto Daniele Cavazzani (Atl. Studentesca CaRiRi) e a quello in sala Riccardo Appoloni (Atl. Insieme New Foods Verona), mentre nel lungo femminile sono iscritte le promesse Dariya Derkach (Aeronautica), campionessa nazionale assoluta indoor, e Ottavia Cestonaro (Forestale), che agli Europei juniores 2013 ha vinto l’oro nel triplo. Sull’anello dell’impianto dorico, esordio fra le under 20 per l’azzurrina Chiara Ferdani (Spectec Duferco Carispezia) negli 800 metri, invece sui 200 scenderà di nuovo in pista la junior sangiorgese Annalisa Torquati (Team Atletica Marche). Al maschile, la gara dei 60 ostacoli vede iscritti Nicola Cesca (Atl. Avis Macerata), tricolore allievi dei 110hs nella passata stagione, John Mark Nalocca (Carabinieri) e il recanatese Andrea Cocchi (Atl. Biotekna Marcon). Negli 800 metri, debutto da allievo per Simone Barontini (Sef Stamura Ancona), campione italiano cadetti sui 1200 siepi.
Domenica il via alle 9.15 per un meeting tutto dedicato alle categorie ragazzi e cadetti, con l’inserimento del salto in lungo master, invece nel pomeriggio del 18 gennaio toccherà a un’altra riunione assoluta che attende sui 400 metri Marzia Caravelli (Aeronautica), protagonista dello scorso weekend con 24”00 nei 200 e 8”17 sui 60hs. Ancora da seguire la pedana del lungo, stavolta al maschile con il campione italiano assoluto outdoor Emanuele Catania (Fiamme Gialle) opposto al compagno di club Kevin Ojiaku e al carabiniere Camillo Kaborè. Nei 60 maschili, torna in azione il primatista marchigiano Mario Brigida (Sport Atl. Fermo) che se la vedrà con l’iridato paralimpico Ruud Koutiki (Asa Ascoli Piceno), mentre al femminile ci sarà Maria Aurora Salvagno (Aeronautica). Sono annunciati in totale oltre 550 atleti-gara nei due meeting assoluti.

CROSS – Parte domenica 18 gennaio il Campionato assoluto di corsa campestre per società, con la prima fase regionale in occasione del 1° Cross Città di Osimo, per l’organizzazione dell’Atletica Amatori Osimo. Una mattinata con ben 6 gare in programma: inizio alle ore 9.00 per il cross allievi, allieve e juniores femminile (4 km), seguito dalla prova cadetti e cadette sui 2,5 km (ore 9.20) con ragazzi e ragazze a percorrere 1,5 km (ore 9.40). Poi le donne seniores e promesse, insieme agli juniores uomini sui 7 km (ore 9.50), gli esordienti (ore 10.20) e la gara di chiusura dalle 10.40 quando scatterà il cross maschile seniores e promesse di 10 km. La seconda tappa si svolgerà ad Ancona, il 22 febbraio, al termine della quale saranno proclamati i club campioni regionali.

ISCRITTI sabato 17 gennaio: http://www.fidal.it/risultati/2015/REG7811/Index.htm
ISCRITTI domenica 18 gennaio (pomeriggio): http://www.fidal.it/risultati/2015/REG7813/Index.htm

LINK ALLE FOTO (autore Giancarlo Colombo/FIDAL)
Fabrizio Schembri: http://www.fidalmarche.com/upload/2011/Schembri_Assoluti2011.jpg
Dariya Derkach: http://www.fidal.it//upload/gallery/2014/Campionati-Italiani-Juniores-e-Promesse-indoor-Ancona-giornata-1/anc036.jpg

 

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




dall’Amat

PESARO, L’8 MARZO AL TEATRO ROSSINI ARRIVA ANNA MARCHESINI

 

La stagione del Teatro Rossini di Pesaro si impreziosisce di un altro appuntamento, domenica 8 marzo, su iniziativa degli Assessorati alla Bellezza e alla Crescita del Comune di Pesaro e l’AMAT. In questa giornata densa di significato allo spettatore è offerta un’occasione per sorridere delle incomprensioni che nascono dall’incontro/scontro di due mondi diversi con la grande Anna Marchesini che nel reading Cirino e Marilda non si può fare, con l’accompagnamento dal vivo del trio Aire de Mar, riesce a restituire le mille sfaccettature dei personaggi.

 

Protagonista di questo racconto dai toni ironici e sottili è il solitario professor Cirino Pascarella: “un’incantevole figura”, come racconta la stessa Marchesini, “candidata a essere completamente travolta da quella turbolenza di emozioni da cui ha sempre procurato di tenersi distante”. A complicargli la vita prova la signora Olimpia, tenutaria della Pensione Smeraldo, dove il professore vive, decisa a fargli sposare la figlia Marilda, ormai quasi quarantenne.

 

“Con gioia attendo di raccontare questa storia – afferma Anna Marchesini – in un palcoscenico che ho immaginato nudo e senza supporti scenici per permettere alla voce e al corpo di riscrivere ogni volta la storia, narrando non come un lettore ma come l’attore ogni volta diverso protagonista della vicenda stessa che non può che viverla quella storia, rappresentarla senza mai conoscerne la fine.”

 

Per informazioni e biglietti (15 euro, ridotto riservato alle donne 10 euro): Teatro Rossini tel. 0721 387620 – 387621, AMAT 071 2072439.

Inizio spettacolo ore 17.

GENTILE CON NOI,  ESPERIENZE DI COMUNITÀ AL TEATRO DI FABRIANO

CON LABORATORI PER TUTTE LE ETÀ

 

 

 

Quattro progetti di formazione del pubblico perché la città possa sempre più riconoscere nel Teatro Gentile un punto di riferimento, un porto franco che accoglie i giovani come gli adulti, chi è nato in città e chi ci è arrivato da lontano nel segno dell’arte e della bellezza. Questo in sintesi Gentile con noi, progetto ideato e promosso dal Comune di Fabriano e dall’AMAT in collaborazione con la Biblioteca Multimediale R. Sassi presentato oggi alla stampa che da gennaio a maggio offre laboratori (tutti a ingresso gratuito) che spaziando tra arte visiva, danza e teatro e che permettono di osservare la città e i suoi abitanti da un punto di vista nuovo.

 

Installazione Videoritratti è il workshop a cura di Fabrizio Carotti e Alessio Ballerini che si svolge dal 19 gennaio, tutti i lunedì dalle ore 17 alle ore 19 presso la sala conferenze della Biblioteca Multimediale Romualdo Sassi. Scopo del workshop è quello di creare un’installazione multimediale con i video ritratti e i suoni registrati durante le uscite. Nelle lezioni preparatorie i docenti Fabrizio Carotti e Alessio Ballerini, introdurranno ai linguaggi della fotografia, del video montaggio, del paesaggio sonoro e della composizione musicale.

 

Agli adolescenti, sia che sappiano cosa vogliono dalla vita o che desiderino scoprirlo, è rivolto Lista dei Desideri, un laboratorio a cura di Helen Cerina che si svolge dal 20 gennaio al 12 maggio, tutti i martedì dalle ore 15 alle ore 17 presso il ridotto del Teatro Gentile. Per chi ha tra i 14 e 20 anni e vuole stilare la sua lista dei desideri per realizzarla assieme agli altri partecipanti, per chi desidera essere il motore di un piccolo/grande cambiamento questo laboratorio è una preziosa occasione. Guidato dalla coreografa Helen Cerina, si utilizzeranno tutte quelle forme creative necessarie alla realizzazione dei desideri, passando attraverso i linguaggi del movimento, della performance, della coreografia sociale e le altre arti messe in condivisione dai partecipanti stessi.

 

Che cosa significa ereditare? Cosa abbiamo ricevuto dalla generazione precedente e cosa siamo in grado di dare. Che cosa abbiamo voluto trasmettere e che cosa invece rifiutare. Muovendosi a tentoni attraverso il testo scespiriano si vuole approfondire queste domande nel laboratorio Dal niente nasce niente a cura di Andrea Caimmi e dedicato agli over 60. Senza pretesa di risposta ma solo per compiere ancora un piccolo passo nell’osservazione del grande cambiamento in atto. Il laboratorio si svolge tutti i lunedì dalle ore 17 alle 19 presso il ridotto del Teatro Gentile.

 

Gentile con noi è anche una residenza dal titolo Part… che dal 17 al 21 aprile vede a Fabriano la compagnia 7-8 chili per raccogliere interviste e lavorare con i ragazzi stranieri. A seguire due settimane di rielaborazione del materiale raccolto e un’ultima fase di allestimento al Teatro Gentile dal 12 al 17 maggio. “Vorremmo coinvolgere gli abitanti d Fabriano – affermano i 7-8 chili – in un racconto collettivo di sé e del luogo in cui vivono. Attraverso una serie d’interviste, reportage video e fotografici ricomporremo pian piano un racconto unitario e di senso compiuto. Parallelamente lavoreremo con i ragazzi stranieri del corso d’Italiano chiedendo anche a loro di raccontare qualcosa di sé.”

 

Tutte queste ricche esperienze saranno mostrate al pubblico domenica 17 maggio al Teatro Gentile nell’ambito del microfestival che presenterà gli esiti di tutti i laboratori.

 

Informazioni al n. 346 0956050, www.amatmarche.net.

 

 

MARTEDÌ 20 GENNAIO AL TEATRO SPONTINI DI MAIOLATI

LEO GULLOTTA IN PRIMA DEL SILENZIO

 

 

Il talento poliedrico di Leo Gullotta, al servizio del delicato e intenso testo Prima del silenzio di Giuseppe Patroni Griffi, emerge nello spettacolo di Fabio Grossi in scena martedì 20 gennaio al Teatro Spontini di Maiolati.

Lo spettacolo – il quinto della stagione realizzata dalla Fondazione Pergolesi Spontini in collaborazione con AMAT, Marche Teatro – Teatro Stabile Pubblico e gli Assessorati alla Cultura dei Comuni di Jesi, Maiolati Spontini e Montecarotto e con il contributo di Banca Popolare di Ancona e Sogenus – prende forma da un testo scritto nel 1979 per Romolo Valli con protagonista un intellettuale che vive un disagio sociale legato soprattutto alla comunicazione della parola scritta, della Poesia. Leo Gullotta con grande maestria interpretativa aderisce al suo personaggio, un vecchio poeta che si lascia alle spalle tutto, moglie, figlio, poesia, per vivere il piacere di parlare con un ragazzo, simbolo di zingaresca libertà, al quale lo legano forze ambigue: amicizia, sesso, amore e incomprensione generazionale. Tra i due, le parole: per l’uomo sono la creatività, l’unico modo per sentirsi ancora vivo; per il ragazzo sono il limite. Uno spettacolo tagliente e dal ritmo incalzante nel quale i temi della difficoltà di comunicazione e della mancanza di un linguaggio comune fra generazioni sono al centro del dramma.

“Non si può immaginare una riproposta di questo materiale più intelligente e delicata dell’odierna diretta da Fabio Grossi”, scriveva Masolino D’Amico sulle pagine di “La Stampa”.

Un conflitto intimo, interpersonale, che è metafora di un disagio intellettuale più ampio e di portata culturale: un “grido di allarme” a difesa della “parola” «prima del silenzio degli uomini». Per il protagonista della storia lo “scontro” assume le fattezze di un vero e proprio incubo da dove riemergono i fantasmi del suo passato. L’unica realtà che tranquillizza l’Uomo è l’attuale convivenza con il Ragazzo.

Uno spettacolo, che sembra scritto apposta per l’attore siciliano, offre un’altra impeccabile prova d’interprete a tutto tondo, che si aggiunge alla ricca galleria di personaggi che costellano la straordinaria carriera di Leo Gullotta.

 

Considerato uno degli artisti più poliedrici del panorama italiano del secondo Novecento, autore polemico e gioioso, lucido e acuto nel rappresentare la nostra società, capace di scandagliarne anche gli aspetti di emarginazione e diversità, Patroni Griffi ha scritto di credere «in un teatro che è sempre esistito: il teatro dei personaggi più che delle storie. Il teatro non è la trama, il teatro si basa su colonne, e queste colonne sono i personaggi; quindi il teatro si basa sugli attori». Il regista Fabio Grossi focalizza la regia dello spettacolo sulla presenza scenica di Leo Gullotta, affiancato da Eugenio Franceschini, mentre tratta modernamente le icone dei personaggi evocati dal protagonista.

In scena con Leo Gullotta Eugenio Franceschini, le apparizioni di Sergio Mascherpa e Andrea Giuliano, e l’apparizione speciale di Paola Gassman. Prodotto dal Teatro di Roma in collaborazione con Teatro Eliseo, lo spettacolo si avvale dei video di Luca Scarzella, delle musiche di Germano Mazzocchetti, del disegno luci di Umile Vainieri, della risoluzione scenica di Luca Filaci e del disegno audio di Franco Patimo.

 

Per informazioni e biglietti (da 10 a 18 euro): Biglietteria Teatro G.B. Pergolesi 0731 206888, AMAT 071 2072439, Biglietteria Teatro delle Muse 071 52525. Biglietteria presso il Teatro Spontini nel giorno di spettacolo da un’ora prima dell’inizio previsto alle ore 21.