Video della settimana

The Gentle Lurch “The Darkest Grove Of Pines”




Carlot-ta @ Babazuf

Castel di Lama, 2015-01-19 – Prosegue senza sosta l’attività live al circolo Arci Babazuf dopo il successo della Jam Session natalizia e il Befana party con i ragazzi di Middle Italy. Questa volta si vira su una serata tutta al femminile con la cantante, pianista e polistrumentista piemontese Carlot-ta e le sue Songs of mountain stream. La sua musica, costruita attorno a un pianismo classicheggiante ma energico e un uso creativo dello strumento voce, può essere descritta come sintesi di un songwriting complesso, formale e un puro spirito pop. Al circolo Babazuf presenterà il suo secondo lavoro, prodotto da Rob Ellis (Pj Harvey, Anna Calvi, Marianne Faithfull…).

Vincitrice del Premio Ciampi, della targa M.E.I. e premiata al Festival dei due mondi di Spoleto, ha aperto i concerti italiani di Gilberto Gil.

Ad aprire la serata la folk singer romana Livia Ferri: cantautrice, scrive di vita e di relazioni, e le racconta con una chitarra acustica e un folk rock caldo, vibrante, dove si uniscono le influenze di voci e sonorità forti ed emozionali.

Vincitrice del Roma Folk Contest ha aperto il Roma Folk Festival edizione 2014 al Lanificio159.

Per Gennaio 2015 è prevista l’uscita del nuovo disco: “A path made by walking”, prodotto da M.I.L.K. e BUM!.

 

Al termine dei concerti, veemente selezione musicale a cura del P-resident dj, il Suonatore Jones.

 

 

INGRESSO GRATUITO RISERVATO AI POSSESSORI DI TESSERA ARCI 2015 che sarà possibile fare all’ingresso e che tra le altre cose da diritto all’ingresso in tutti i circoli Arci d’Italia oltre che in molti locali, mostre e musei convenzionati.

 

Start H 22!!




Internet delle cose: quando gli oggetti diventano smart

Giovedì 22 gennaio, un convegno sulle tecnologie intelligenti

ASCOLI PICENO – Giovedì 22 gennaio, dalle ore 9.30, presso il Centro Congressi della Camera di Commercio di Ascoli Piceno si svolgerà un convegno sulle tecnologie smart, “Internet delle cose: quando gli oggetti diventano smart”, organizzato dalla Camera di Commercio di Ascoli Piceno in collaborazione con Hub21, con la partecipazione dell’Assessore regionale Paola Giorgi e il Sindaco di Ascoli Piceno Guido Castelli.

 

L’importanza dell’incontro – ha dichiarato il Presidente della Camera di Commercio di Ascoli Piceno Gino Sabatininasce dal fatto che le tecnologie smart sono già una realtà nel nostro quotidiano ma, soprattutto, sono destinate ad esserlo sempre più già nel prossimo futuro, facilitando e migliorando la vita delle nostre comunità”.

Trattandosi di un tema di ampia portata, il primo passo è fare chiarezza sui concetti e le criticità. Per questa ragione il Convegno si struttura attorno ad una rete qualificata di esperti e startupper che illustreranno le tecnologie, le esperienze e le opportunità legate all’Internet delle Cose, cioè a quegli oggetti di utilizzo comune che,grazie ad un software ed alla disponibilità della connessione internet, sono in grado di scambiare dati con gli altri dispositivi acquisendo una sorta di intelligenza artificiale. Si tratta di un mercato nuovo (e sconosciuto ai più) ma allo stesso tempo estremamente promettente: secondo analisti ed esperti quella dell’Internet delle Cose sarà la più grande rivoluzione dei prossimi anni in termini di benefici economici e sociali, poiché permetterà di ripensare e riorganizzare la progettazione e l’erogazione di servizi che toccano sia i cittadini che le aziende pubbliche e private. Il Convegno è dunque rivolto ad una vasta platea: studenti, PMI, startup ed appassionati del tema in genere.

 

L’incontro si aprirà con gli interventi del Sindaco di Ascoli Piceno Guido Castelli, a seguire Gino Sabatini, Presidente Camera di Commercio Ascoli Piceno e Luciano Vizioli Presidente di Hub21.

 

Le relazioni, moderate da Fabrizio Luciani –project manager di Hub21- saranno tenute dai Proff. Aldo Franco Dragoni ed Emanuele Frontoni, entrambi dell’Università Politecnica delle Marche e dal Dott. Luca Zanetta, coordinatore dei progetti banda larga e ultra larga per Uniontrasporti.

 

Seguiranno le testimonianze di Alessandro Chelli per Apio srl, Cristiano Orlandi e Francesco Arruzzoli per Winitalia srl ed infine di Sara Almonti e Chiara Poli che illustreranno il progetto “Eccellenze in Digitale”.

 

Previsto inoltre un intervento da parte della Prof.ssa Patrizia Palanca, dirigente scolastico dell’Istituto Tecnico Industriale “E. Fermi” di Ascoli Piceno.

 

Le conclusioni, dopo il dibattito e lo spazio per i quesiti e gli interventi programmati, saranno affidate all’Assessore Regionale alle Politiche comunitarie, reti ICT e progetto cloud Paola Giorgi.

 

Ulteriori informazioni si possono avere scrivendo a segreteria@ap.camcom.it.




Il cavolo verza tra i cibi antitumorali

FERMO – Il cavolo verza, dalle numerose proprietà nutrizionali, è un ortaggio che nella nostra regione, in particolare nel Piceno, ha trovato il suo habitat naturale in quanto, grazie al clima temperato, riesce a coprire un periodo di produzione molto lungo che va da ottobre a maggio avendo a disposizione una buona gamma di varietà tra le quali Othello e Medee. A ricordarlo è la Cia – Confederazione Italiana Agricoltori di Ascoli e Fermo, in particolare il vicepresidente provinciale Giampaolo Crescenzi ha sottolineato: “La comunità scientifica internazionale ha dimostrato, attraverso un consistente numero di studi la capacità del cavolo verza e degli altri ortaggi della famiglia delle Brassicacee (broccoli, cavolfiori, rape,) di esercitare azione protettiva nei confronti dei tumori”. Il buon contenuto di sostanze antiossiddanti, come polifenoli, carotenoidi, indoli e sulforafano, inoltre, rende la verza molto utile nella prevenzione dei tumori che colpiscono l’apparato digerente. Proprio quest’ultima sostanza, il sulforafano, è al centro dell’interesse della ricerca scientifica per le sue potenti capacità antitumorali. Questa sostanza si è rivelata molto utile anche per le persone affette da diabete, dal momento che essa contribuisce a riparare i danni all’apparato cardiovascolare provocati dall’iperglicemia.

Il decotto di foglie di verza viene tradizionalmente considerato utile in caso di bronchiti ed asma, mentre l’acqua di cottura, ricca di zolfo, viene utilizzata per curare eczemi e infiammazioni e per detergere la pelle. Inoltre la verza è ricca di vitamina A, essenziale per il buon funzionamento della vista e per mantenere sana la pelle, vitamina C, fondamentale per il sistema immunitario, e vitamina K, molto importante per la coagulazione del sangue. Contiene sali minerali come il potassio, il ferro, il fosforo, il calcio e lo zolfo (al quale si deve il suo caratteristico odore durante la cottura), elementi indispensabili per la costituzione di cellule e tessuti e per l’idratazione cutanea.
Quest’ortaggio contiene poche calorie, circa 30 per ogni etto, pochissimi grassi , il che lo rende un alimento particolarmente indicato nelle diete ipocaloriche. “Al momento di acquistare un cavolo verza – ha aggiunto il vicepresidente Cia provinciale Giampaolo Crescenzi – è buona abitudine a fare molta attenzione al cespo, che deve essere sodo, e alle foglie, che devono essere integre, consistenti, di colore verde vivo, perché quest’ortaggio è spesso soggetto a marciumi causati da funghi e parassiti”.




Al Serpente Aureo “Natale in casa Cupiello” e “Shoah”

Offida – Continuano gli spettacoli al Serpente Aureo di Offida. Dopo i primi due appuntamenti della stagione teatrale e il successo di pubblico – con oltre 140 spettatori a evento – saranno rappresentati “Natale in casa Cupiello” e uno spettacolo in memoria della “Shoah”.

Sabato 24, alle 21:15, l’associazione Gad’A (Gruppo Amici dell’Arte) presenterà celebre commedia tragicomica in tre atti scritta da Eduardo De Filippo nel 1931.

Trama: Luca Cupiello, come ogni Natale, prepara il presepe, fra il disinteresse della moglie Concetta e del figlio Tommasino, che con dispetto gli ripete che a lui il presepe non piace. Ci sono poi i continui litigi tra il fratello Pasqualino e Tommasino, entrambi con il tic del furto. Ninuccia, l’altra figlia, ha deciso di lasciare il marito Nicolino per l’amante Vittorio, e di scrivere una lettera d’addio; Concetta, disperata, riesce a farsela consegnare. La missiva capita però nelle mani di Luca che, ignaro di tutto, la consegna al genero, che viene così a sapere del tradimento della moglie. Durante il pranzo della vigilia di Natale, i due rivali, trovatisi di fronte per la sbadataggine di Luca, si scontrano violentemente. Nicolino abbandona Ninuccia e Luca, resosi improvvisamente conto della situazione, cade in uno stato d’incoscienza. Nel delirio finale, Luca scambia Vittorio per Nicolino e fa riconciliare involontariamente i due amanti; e Tommasino gli dirà finalmente che il presepe gli piace.

Domenica 25 gennaio alle 17:30, per la Settimana della Memoria, l’associazione Actor presenterà “Shoah” con Cristina Castelli voce narrante, Elmar Schafer sassofono, Silvia Costanti soprano.

«L’Amministrazione non può che definirsi entusiasta – commenta l’assessore alla Cultura, Isabella Bosano – per la grande risposta di pubblico e l’avvicinamento dei cittadini a teatro e alla cultura»

Il costo degli spettacolo è di 10 euro ed è prevista una riduzione per ragazzi sotto i 18 anni.

Shoah

Shoah




Andrea Giuliani, “Non chiamate l’idraulico… n’antra volta!”

I Filetti Rossi Sperluccicosi a Gennaio al teatro G.B. Pergolesi di Jesi

 

Jesi – In occasione dei 10 anni dal debutto ufficiale sull’importante palco del teatro Jesino la Compagnia di Teatro Amatoriale de “I Filetti Rossi Sperluccicosi” è orgogliosa di presentare “Non chiamate l’idraulico… n’antra volta!”.

Lo spettacolo rappresenta un vero e proprio remake del testo di esordio del 2004 (Non chiamate l’idraulitco): una pesante rivisitazione della sceneggiatura originaria dove nuove scene, nuove dialoghi e nuovi personaggi Vi aspettano all’interno di questa divertente commedia narrata, come da sempre accade nelle storie dei “Filetti”, in dialetto jesino corrente.

Non chiamate l’idraulico… n’antra volta è una storia semplice come semplici sono i tanti episodi della vita quotidiana che spesso portano la realtà a superare la fantasia: e allora ecco che vicende come una perdita d’acqua, cerette depilatorie e telefonate nel cuore della notte diventano… interessanti.

Questa è la sintesi strampalata de “Non chiamate l’idraulico… n’antra volta!”: una commedia scritta e diretta da Andrea Giuliani in scena sabato 24 (ore 21.15) e domenica 25 Gennaio (ore 17.15) presso il teatro G. B. Pergolesi di Jesi all’interno della 12esima rassegna di teatro amatoriale “Lo Sberleffo”.

Vi aspettiamo a teatro!

Non chiamate l’idraulico… n’antra volta!

di: Andrea Giuliani

regia: Andrea Giuliani
con: Michele Coppari, Lara Fabbretti, Alessandro Giuliani, Andrea Giuliani, Cecilia Mezzabotta, Sara Pergolini, Barbara Vici.

Prevendita in teatro: dal mercoledì al sabato 9.30-12.30/17.00-19.30 – Tel. 0731-206888

Prevendita online: www.vivaticket.it

 

Ulteriori info:

mail: info@filettirossi.com

facebook: https://www.facebook.com/pages/I-Filetti-Rossi-Sperluccicosi/161558623873713

twitter:https://twitter.com/FilettiRossi




Il Club Tenco dalla Valle d’Aosta alla Calabria

IN MP3 L’AUDIO DELLE ULTIME SERATE

IL 22 GENNAIO AD AOSTA CON SAMUELE BERSANI, PAOLA TURCI

E DAVIDE VAN DE SFROOS. IL 27 A RENDE PER MUSICA CONTRO LE MAFIE

 

 

Sanremo – Samuele Bersani, Paola Turci e Davide Van De Sfroos saranno i protagonisti giovedì 22 gennaio alle 21, al Teatro Splendor di Aosta, di “Quante storie! Tre voci della canzone d’autore si raccontano”, una serata di canzoni e dialoghi condotta da Enrico de Angelis e patrocinata dal Club Tenco nell’ambito della “Saison Culturelle” promossa dalla Regione Valle d’Aosta.

 

I tre artisti canteranno e racconteranno la loro musica, quella passata, quella presente e una traccia di quella futura. Ma saranno, per la prima volta fianco a fianco sullo stesso palco, i testimoni privilegiati per un racconto collettivo, in cui la canzone d’autore tornerà ad essere, ancora una volta, il linguaggio del tempo presente e del Paese in cui viviamo.

Bersani ha da poco concluso le sue lezioni sulla musica popolare al FestivalFilosofia e il suo tour “Nuvola Numero Nove”, dal titolo dell’ultimo album. Ad Aosta sarà accompagnato da Alessandro Gwis al pianoforte. Si esibirà invece voce e chitarra Paola Turci, che dopo l’autobiografia “Mi amerò lo stesso” (Mondadori), è in uscita con il nuovo album. Van De Sfroos è impegnato nel suo Neverending tour (questa volta in forma teatrale) ed ha pubblicato lo scorso anno il doppio album “Goga e magoga”. Il 22 gennaio sarà con Angapiemage Galiano Persico al violino.

Per maggiori informazioni: www.regione.vda.it/cultura/eventi_spettacoli/saison/page1_i.asp?dati=2554&pk=2554&tipo=scheda

 

Martedì 27 gennaio invece a Rende (Cosenza) si terrà la finale per il centro-sud del concorso “Musica contro le mafie”, che il Club Tenco patrocina ed ha ospitato nelle due ultime edizioni de “Premio Tenco”. A rappresentare il Club Tenco nella serata, in programma al Teatro PTU Unical dell’Università della Calabria, sono stati invitati Enrico de Angelis e Annino La Posta.

 

Sono intanto disponibili in download su www.clubtenco.it le registrazioni audio in mp3 delle esibizioni delle ultime serate organizzate dal Club Tenco con artisti come Vinicio Capossela, Mauro Pagani, Samuele Bersani, Simone Cristicchi, Modena City Ramblers, Paola Turci, David Riondino e molti altri.




Invito all’Opera @ Teatrino Campana

Osimo – L’Istituto Campana per l’Istruzione Permanente di Osimo, in collaborazione con CLASSICA HD, canale Sky interamente dedicato alla grande musica, organizza la prima edizione di INVITO ALL’OPERA. STAGIONE LIRICA IN DVD.

Verranno proiettate con cadenza mensile da gennaio ad aprile 2015 al Teatrino Campana quattro opere liriche, dirette e interpretate da grandi nomi della musica e dell’opera.

Un’iniziativa pensata per gli appassionati del genere, ma anche per chi si approccia per la prima volta all’opera.

Al più celebre anfitrione della cultura italiana, Philippe Daverio, è affidato il compito di spiegare, in video, le caratteristiche di ogni capolavoro, le ragioni e i segreti del grande successo.

La rassegna prosegue domenica 8 febbraio alle ore 17.00 con LA BOHÈME, film diretto da Robert Dornhelm, con presentazione video di Philippe Daverio e introduzione e commento all’opera di francesco Gala.

La Bohème di Puccini è sedimento per tutto il pensiero romantico, tardo romantico e iper-romantico del ventesimo secolo. Nell’opera che vedrete, sorta di film girato in scena, i gesti, le facce e l’espressività degli artisti diventano immediati e pregnanti, permettendo di entrare dentro questo mitico piccolo epos della disperazione quotidiana” Philippe Daverio .

PROGRAMMA

Domenica 11 gennaio 2015

 

LA TRAVIATA

Dal Festival Lirico Arena di Verona 2011

 

Musiche di Giuseppe Verdi

Direttore: Julian Kovatchev

Orchestra, coro e corpo di ballo dell’Arena di Verona

Interpreti: Ermolena Jaho; Chiara Fracasso; Serena Gamberoni; Francesco Demuro; Vladimir Stoyanov; Luca Casalin; Nicolò Ceriani; Paolo Maria Orecchia; Gustav Belacek; Gianluca Sorrentino; Manrico Signorini

Domenica 8 febbraio 2015

LA BOHÈME

Il film dell’opera più amata al mondo

Musiche di Giacomo Puccini

Direttore: Bernard De Billy

Regia: Robert Dornhelm

Interpreti: Anna Netrebko; Rolando Villazón; George Von Bergen; Boaz Daniel; Nicole Cabell; Vitalij Kowaljow; Adrian Eröd; Stéphane Degoutval

Domenica 15 marzo 2015

OTELLO

Dal Festival di Salisburgo 2008

Musiche di Giuseppe Verdi

Direttore: Riccardo Muti

OrchestraWiener Philharmoniker

Interpreti: Aleksandrs Antonenko; Marina Poplavskaya; Carlos Alvarez; Barbara di Castri; Stephen Costello; Antonello Ceron; Mikhail Petrenko; Simone del Savio

Domenica 19 aprile 2015

TURANDOT

L’opera diretta da Zubin Mehta

Musiche di Giacomo Puccini

Direttore: Zubin Mehta

Orquestra de la Comunitat Valenciana

Interpreti: Maria Guleghina; Marco Berti; Alexia Voulgaridou; Alexander Tsymbalyuk; Fabio Previati; Vincenç Esteve; Roger Padulles; Javier Agullò; Ventseslav Anastasov

 

 

Inizio proiezioni ore 17.00

 

Teatrino Campana

Via Pompeiana, 3

Osimo (An)

 

 

INGRESSO LIBERO

ISTITUTO CAMPANA PER L’ISTRUZIONE PERMANENTE

Piazza Dante, 4 – 60027 Osimo (AN)

Tel. 071/714822 – Fax 071/7235392

www.istitutocampana.it

info@istitutocampana.it

giulia@istitutocampana.it




Classificazione ed etichettatura di sostanze chimiche CLP

Campagna informativa ECHA.

 

San Benedetto del Tronto – Il Dipartimento Sicurezza sul Lavoro di CGIL CISL UIL di Ascoli Piceno segnala che con decorrenza 1° giugno 2015, entrerà in vigore il Regolamento Europeo n. 1272/2008 – classificazione, etichettatura ed imballaggio per le sostanze e miscele (CLP).

Questo regolamento obbliga tutte le aziende a classificare, etichettare ed imballare le sostanze chimiche e miscele pericolose in modo adeguato prima di immetterle sul mercato.

Per informare adeguatamente i produttori, fornitori, lavoratori e i loro Rappresentanti (RLS/RLST), l’Agenzia Europea per le Sostanze Chimiche ECHA ha predisposto una Campagna informativa specifica.

Tutto il materiale e le informazioni predisposte dall’U.E. possono essere tratte dal sito http://www.echa.europa.eu/it/clp-2015

Si segnala altresì che in data 23/01/2015 lo SPSAL dell’A.V. n.5 di Ascoli Piceno ha convocato le associazioni datoriali e sindacali sull’avvio delle indagini ispettive relative al REACH e CLP




dall’Amat

XSIANIXNOI, UN’OFFICINA DI FORMAZIONE TEATRALE A RECANATI

CON QUATTRO LABORATORI DAL 22 GENNAIO PER BAMBINI, RAGAZZI E OVER 60

 

 

Xsianixnoi, progetto di formazione per bambini, ragazzi e over 60 nato da sei anni su iniziativa del Comune di Recanati e dell’AMAT accanto alla stagione del Teatro Persiani di Recanati, diventa una vera e propria officina di formazione teatrale. Dal 22 gennaio al 24 maggio quattro laboratori gratuiti affrontano varie tematiche e si propongono di far sperimentare alcune tecniche proprie dello spettacolo dal vivo: training fisico-vocale, azione teatrale, narrazione orale e improvvisazione.

Xsianixnoi – afferma Rita Soccio Assessore alle Politiche Culturali del Comune di Recanati – è un progetto importante per la nostra città, in particolar modo quest’anno con una programmazione rivoluzionata che si incentra interamente sulla formazione teatrale. I corsi che abbiamo deciso di attivare, sono mirati totalmente agli alunni e alle alunne della primaria e della secondaria di primo grado, poiché siamo convinti che fare teatro sia un’esperienza formativa e significativa che aiuta a crescere e diventare persone migliori.”

 

Le attività intendono stimolare una maggiore capacità di ascolto di sé e degli altri, un perfezionamento del lavoro di squadra e contemporaneamente uno sviluppo delle singole potenzialità espressive. Gli insegnanti, di comprovata esperienza nel campo della formazione, guideranno i gruppi attraverso degli incontri a cadenza settimanale. Tutti i corsi, che terranno conto delle inclinazioni e delle attitudini dei partecipanti, saranno finalizzati alla messa in scena di uno spettacolo; l’officina si chiuderà, infatti, con una grande festa che vedrà sul palcoscenico del Teatro Persiani i risultati di tutti i laboratori domenica 24 maggio.

 

La Scuola per supereroi è il laboratorio condotto da Lorenzo Bastianelli con i bambini delle seconde elementari che attraverso l’utilizzo di strumenti tipicamente teatrali, giochi e attività motorie, fa sì che il bambino scopra, sviluppi e approfondisca l’arte della creazione e non solo. Utilizzando questi strumenti, si aiuta il bambino ad attivare la capacità di interagire senza inibizione, l’accettazione di se stessi, l’approvazione dell’altro per come è, la capacità alla collaborazione per raggiungere obiettivi comuni.

Pinocchio è il personaggio di invenzione italiana più conosciuto all’estero. Un capolavoro di grandissima forza evocativa che porta la figura dell’irriverente burattino di legno a livelli di mitologia contemporanea. Proviamo ad immaginarlo esplorare l’Europa, attraverso costumi e usanze di popoli diversi, porteremo la sua tradizione in viaggio affinché si faccia contaminare dalle altre. Questo faranno i bambini delle quarte elementari in Pinocchio cittadino d’Europa a cura dell’ATGTP (Associazione Teatro Giovani e Teatro Pirata).

A Giacomo Leopardi è dedicato Il sommo diletto laboratorio condotto da Andrea Caimmi con i ragazzi delle seconde medie. Lo slancio, l’entusiasmo, la passione, l’”allegrezza pazza”. La ricerca della felicità espressa attraverso un potentissimo slancio vitale. Anche questo è Giacomo nella sua prima giovinezza, terreno comune a tanti altri ragazzi. Questo il punto di partenza del laboratorio.

Agli over 60 è dedicato Il mondo a parte a cura di Sonia Antinori. In un mondo in cui è possibile imparare tutto o quasi sui libri o sul computer, il teatro resta materia che richiede un rapporto diretto, fatto di pratica, fiducia, condivisione. Un mondo a parte, quello della scena, distinto da quello reale, che nell’arco breve di questo ideale viaggio costituirà la meta del cercare.

 

Informazioni: AMAT 346 0956050.

SABRINA FERILLI, MAURIZIO MICHELI E PINO QUARTULLO A FABRIANO

PER LA RESIDENZA DI RIALLESTIMENTO DI SIGNORI, LE PATÉ DE LA MAISON!

IN SCENA IL 23 GENNAIO AL TEATRO GENTILE, IL 24 E 25 GENNAIO A FERMO

 

 

Fabriano luogo privilegiato di residenze per artisti che scelgono la città marchigiana e il suo splendido Teatro Gentile per allestire importanti spettacoli. Dopo Alessandro Preziosi con Don Giovanni, in questi giorni Sabrina Ferilli, Maurizio Micheli e Pino Quartullo sono in città per la residenza di riallestimento di Signori, le paté de la maison! in scena venerdì 23 gennaio a Fabriano, sabato 24 e domenica 25 gennaio al Teatro dell’Aquila di Fermo.

 

“Una cena in famiglia con il marito, l’amico del cuore e i cognati nel calore delle mura domestiche, il profumo del cibo – scrive Maurizio Micheli anche regista dello spettacolo – che con amorosa pazienza la padrona di casa prepara fin dal primo mattino aiutata dalla madre esperta e pignola, l’annuncio di un imminente lieto evento e il nome da scegliere per il nascituro, la voglia e il piacere di stare insieme, di dirsi tante cose non dette e forse tenute dentro per anni, cosa c’è di più bello?

Il migliore dei ristoranti non potrebbe mai regalare la stessa atmosfera, ma si sa, nella famiglia si nasconde tutto il bene e tutto il male possibile come del resto nella società degli uomini. Le sorprese non mancano e uno scherzo innocente e goliardico può rivelare realtà inaspettate ed imbarazzanti e allora anche la più gustosa delle pietanze come il paté che dà il nome al titolo può cambiare sapore e diventare un vero pasticcio, anzi un “pasticciaccio”, la padrona di casa pentirsi di aver passato tante ore ai fornelli e magari dare sfogo a rabbie e frustrazioni per troppi anni represse. Ma ormai tutto è pronto, ci si può, anzi ci si deve mettere a tavola.

Una commedia brillante, a tratti grottesca dai risvolti amari che porta i protagonisti alla consapevolezza che, finita la cena, niente sarà più come prima. Insomma un “gruppo di famiglia in un interno”, anzi l’interno di un gruppo di famiglia. Signore e signori…lo spettacolo è servito!”

 

Signori, le paté de la maison! è uno spettacolo prodotto da Camelia e tratto dal testo francese Le prénom di Matthieu DeLaporte e Alexandre De La Patellière, lo stesso dal quale è mosso l’atteso film Il nome del figlio di Francesca Archibugi in uscita, con una curiosa coincidenza, il 22 gennaio. L’adattamento è di Carlo Buccirosso e Sabrina Ferilli, la scenografia di Gilda Cerullo e i costumi di Andreas Mercante. Completano il cast gli attori Massimiliano Giovanetti, Claudia Federica Petrella e Liliana Oricchio Vallasciani.

 

Per informazioni: Teatro Gentile 0732 3644, Teatro dell’Aquila 0734 284295. Inizio spettacoli: Fabriano ore 21, Fermo sabato ore 21, domenica ore 17.