Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 13:02 di Ven 14 Dic 2018

UniCam, premiazione “Start Cup Marche 2015”

di | in: Cronaca e Attualità

Start Cup Marche 2015

image_pdfimage_print

LIMIX, BIOVECBLOCK e A.R.T. & CO. si aggiudicano i tre premi di questa edizione. A LIMIX anche il premio speciale Gescon.

Civitanova Marche, 27 ottobre 2015 – Tre progetti vincitori, un premio speciale e il premio “startupper of the day” votato dal pubblico presente in sala: si chiude con soddisfazione ed entusiasmo questa edizione di “Start Cup Marche 2015”, la Business Plan competition riservata a studenti e ricercatori che abbiano brillanti idee imprenditoriali a contenuto innovativo ed aspirino a costituire un’impresa, anche di tipo spin-off universitario, organizzata dall’Università di Camerino in collaborazione con il Comune di Civitanova Marche e la Camera di Commercio di Ascoli Piceno, la CNA Marche Sud & Fidimpresa, Banca Marche e l’Ordine dei Commercialisti di Macerata e Camerino.


Presso l’Aula Magna dell’Istituto di Istruzione Superiore “Leonardo da Vinci” di Civitanova Marche si è tenuta oggi pomerigigo la cerimonia di premiazione dei tre progetti vincitori ai quali sono stati assegnati i tre premi da 10.000, 8.000 e 6.000 euro e il “premio speciale Gescon” da 5.000 euro, tutti sotto forma di contributo per l’innovazione da utilizzare esclusivamente per la realizzazione del progetto presentato.

Sono davvero estremamente soddisfatto – ha dichiarato il Rettore Unicam prof. Flavio Corradini – del successo ottenuto da questa edizione di Start Cup Marche, fortemente voluta dall’Università di Camerino e resa possibile anche grazie alla collaborazione con moltissimi attori del nostro territorio. Vogliamo far emergere le potenzialità di studenti, laureati e ricercatori – ha proseguito il Rettore Corradini – e aiutarli nel settore dell’auto-imprenditorialità, per generare occupazione giovanile e creativa.”

Ad aggiudicarsi il primo premio è stato il progetto “LIMIX” . Il dispositivo che il progetto LIMIX ha realizzato è Talking Hands, strumento capace di migliorare la qualità della vita dei non udenti.

L’innovazione consentirà la conversione della gestualità delle mani in base a codice LIS (Linguaggio Italiano dei Segni) in voce riprodotta da smartphone o altri supporti.

Essendo composto da una struttura semplice (coppia di guanti con relativa sensoristica, microprocessore per lettura, elaborazione e traduzione dei gesti compiuti mediante LIS, applicazione per smartphone capace di riprodurre attraverso un sintetizzatore vocale le parole rilevate) consentirà un utilizzo facile e immediato da parte dell’utente finale. Pur se per settore specifico, le potenzialità possono riguardare il mercato globale.

Il secondo premio è andato a “BIOVECBLOCK”.

BIOVECBLOCK è un’idea imprenditoriale totalmente innovativa che si inserisce nell’ambito delle biotecnologie e riguarda lo sviluppo di biocida di origine naturale in grado di bloccare il ciclo riproduttivo di insetti, impedendo nuova progenie. Il testing del nuovo biocida avverrà mediante tecnica semi-field cages. Tale tecnica assicura servizi altamente innovativi applicabili anche ad atri settori.

Il terzo premio è stato assegnato al progetto “A.R.T. & CO.”

L’idea è quella di una azienda che utilizza tecniche di avanguardia nelle fasi relative alla tutela e valorizzazione del patrimonio culturale (da intendersi come manufatti artistici e beni architettonici). L’innovazione riguarda due specifici fronti, specificamente la diagnostica con strumenti maggiormente performanti per il controllo dello stato di conservazione di un’opera d’arte o di un altro bene culturale e la valorizzazione dei beni medesimi, in quanto i dati acquisiti possono essere resi disponibili al vasto pubblico mediante strumento RFID, quindi fruibili anche tramite smartphone. In tal modo l’opera d’arte potrà essere apprezzata dal pubblico da diverse prospettive e con evidenza di particolari altrimenti non percepibili.

Ad aggiudicarsi il premio speciale, conferito in base ad insindacabile giudizio da GESCON S.r.l. è stata l’idea progettuale “LIMIX”, proposta da Francesco Pezzuoli.

La Start Cup Marche è l’unica della nostra Regione ad essere accreditata dal Premio Nazionale dell’Innovazione, promosso dall’Associazione PNI-Cube, l’associazione che riunisce gli incubatori e le business plan competition accademiche italiane. 

Le tre idee progettuali vincitrici entreranno dunque in competizione con i vincitori delle Start Cup di altri atenei italiani, partecipando di diritto all’edizione 2015 del Premio Nazionale dell’Innovazione, che si terrà a Cosenza nella prima settimana di Dicembre 2015.

Start Cup Marche 2015

Start Cup Marche 2015

© 2015, Redazione. All rights reserved.




27 ottobre 2015 alle 21:24 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata