Voglio ancora crederci… Mele Love solo da Serena!

 

San Benedetto del Tronto, 2017-02-12 – Mele Love, in edizione limitata, da domani solo da Serena !

 

 

Mele Love da Serena!

Mele Love da Serena!

 

 

Ph © Davida Zdrazilkova Ruggieri
Copyright www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

Mele Love da Serena!

Mele Love da Serena!

 

Per saperne di + rimani in contatto con Serena Montucchiari

 

 




Atletica, Vandi d’oro nei 400 di Ancona

Al Palaindoor, la pesarese dell’Atletica Avis Macerata conquista il titolo italiano under 18

Ancona, 2017-02-12 – Gran finale per l’atletica delle Marche nei Campionati italiani allievi, al Palaindoor di Ancona, con una medaglia anche nella seconda giornata e stavolta del metallo più prezioso. Nella rassegna tricolore under 18, sale sul gradino più alto del podio Elisabetta Vandi che festeggia una splendida vittoria nei 400 metri al termine di una sfida molto equilibrata e combattuta. La 16enne pesarese dell’Atletica Avis Macerata interpreta al meglio la gara, svolta con uno sviluppo più tattico del previsto. Ma non si fa sorprendere la giovane figlia d’arte del mezzofondista Luca Vandi e di Valeria Fontan, che la segue sul piano tecnico ed è stata proprio una specialista dei 400 metri. Alla fine del primo giro la marchigiana prende il comando, passando in testa a metà gara in 27.4, e poi si difende dagli attacchi delle avversarie che cercano di affiancarla, ma senza riuscirci. Sull’ultimo rettilineo si presenta così davanti a tutte e chiude in 56.50 con un decimo di vantaggio sulla piemontese Letizia Tiso e sulla romana Eloisa Coiro, entrambe a 56.60, mentre in 57.55 coglie un brillante quarto posto Emma Silvestri (Collection Atl. Sambenedettese), talentuosa 15enne che è già stata protagonista nelle scorse stagioni con il tricolore cadette dei 1200 siepi. L’unica regione con due atlete in finale è quella di casa, le Marche.

16707597_10154460197228525_6899339232189938658_o

Per la Vandi arriva così una rivincita sognata a lungo nei confronti della cattiva sorte, che l’aveva tenuta lontana dalle competizioni per gran parte della scorsa stagione, iniziata con l’argento tricolore indoor sui 200 metri: prima per un infortunio muscolare a una gamba, poi una nefrite con ricovero di una settimana in ospedale. Nel mese di novembre il ritorno in pista, e nonostante una preparazione che ha preso il via in ritardo arriva il secondo titolo italiano della sua carriera, dopo quello vinto nel 2015 da cadetta (under 16) sui 300 metri. E’ anche una doppietta di famiglia: nello scorso weekend la sorella maggiore Eleonora si è laureata campionessa italiana degli 800 metri under 23.

16722655_10154460209883525_1392093741160000417_o

Nelle altre gare, da sottolineare l’ottavo posto di Linda Rosini (Cus Camerino) sui 1000 metri in 3:01.37, mentre finiscono in nona posizione Michele Pasquinelli (Sef Stamura Ancona) nell’alto con 1,85 e la velocista Sofia Scorcelletti (Sef Stamura Ancona), al personale sui 200 metri in 26.23 abbassato di oltre due decimi. Nel triplo decimo Valerio De Angelis (Asa Ascoli Piceno) con 13,32 e sui 60 ostacoli si migliora di sette centesimi Micol Zazzarini (Atl. Avis Macerata) con 9.03 in semifinale per l’undicesimo posto complessivo.
Ribalta in chiave nazionale tutta per Edoardo Scotti che sui 400 maschili demolisce in 47.77 la migliore prestazione italiana allievi al coperto. Il lodigiano, trasferitosi a Parma con la famiglia e ora attivo sulla pista di Fidenza, riscrive il precedente 48.86 realizzato da Vladimir Aceti nel 2015: il suo tempo, lanciato da un passaggio perfetto di 23.5, è anche la miglior prestazione mondiale U18 dell’anno su pista regolare, visto che il 47.24 dello statunitense Brian Herron è stato ottenuto su anello “gigante” a Nashville. La protagonista al femminile è Maria Roberta Gherca, neo-azzurra nata in Romania e cresciuta atleticamente a Velletri, che sale a 4,01 e fallisce di pochissimo il secondo tentativo a 4,10: per lei la quarta misura mondiale della stagione (e seconda italiana alltime). David Zobbio (21.77) è secondo solo ad Andrew Howe nei 200 metri, Camilla Vigato – già tricolore ieri nel lungo – fa doppietta nel triplo con 12,86 (davanti alla brava Alice Rodiani, 12.43) e diventa la terza di sempre, mentre la romana Chiara Gherardi, classe 2001, è la quinta in lista nei 200 eguagliando il suo recente 24.62. Nel prossimo weekend Ancona ospiterà l’evento-clou della stagione: gli Assoluti indoor, sabato 18 e domenica 19 febbraio.

RISULTATI ATLETI MARCHIGIANI (seconda giornata)
1. Elisabetta Vandi (Atl. Avis Macerata) 400 metri 56.50 finale, 56.95 batt.
4. Emma Silvestri (Collection Atl. Sambenedettese) 400 metri 57.55 finale, 56.50 batt.
8. Linda Rosini (Cus Camerino) 1000 metri 3:01.37
9. Michele Pasquinelli (Sef Stamura Ancona) alto 1,85
9. Sofia Scorcelletti (Sef Stamura Ancona) 200 metri 26.23
10. Valerio De Angelis (Asa Ascoli Piceno) triplo 13,32
11. Micol Zazzarini (Atl. Avis Macerata) 60 ostacoli 9.03 semifinale, 9.12 batt.
15. Martina Ruggeri, Silvia Moretti, Livia Moretti, Noemi Dolciotti (Atl. Fabriano) 4×200 metri 1:48.48
16. Allegra Albertini (Asa Ascoli Piceno) triplo 11,03
19. Andrea Recchi (Atl. Ama Civitanova) 200 metri 23.63 batt.
20. Andree Fioretti (Sef Stamura Ancona) 1000 metri 3:07.18
21. Maria Giulia Firmani (Sef Stamura Ancona) 1000 metri 3:08.75
27. Vincenzo Croce (Asa Ascoli Piceno) 60 ostacoli 8.75 batt.
31. Federico Agostini (Asa Ascoli Piceno) 60 ostacoli 8.87 batt.

PROSSIME DATE CAMPIONATI ITALIANI 2017 AD ANCONA
18-19 febbraio: Campionati italiani assoluti indoor
24-26 febbraio: Campionati italiani master indoor e invernali di lanci

RISULTATI COMPLETI: http://www.fidal.it/risultati/2017/COD6026/Index.htm
LA SEZIONE DEDICATA SU FIDAL.IT: http://www.fidal.it/calendario/CAMPIONATI-ITALIANI-ALLIEVI-INDOOR/COD6026

LINK ALLE FOTO (autore Andrea Renai/FIDAL)
Elisabetta Vandi:
http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Campionati-Italiani-Allievi-Indoor-2017-giornata-2/1J5A0524.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Campionati-Italiani-Allievi-Indoor-2017-giornata-2/1J5A0538.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Campionati-Italiani-Allievi-Indoor-2017-giornata-2/1J5A0541.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Campionati-Italiani-Allievi-Indoor-2017-giornata-2/1J5A0547.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Campionati-Italiani-Allievi-Indoor-2017-giornata-2/1J5A0548.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Campionati-Italiani-Allievi-Indoor-2017-giornata-2/1J5A0550.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Campionati-Italiani-Allievi-Indoor-2017-giornata-2/1J5A0555.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Campionati-Italiani-Allievi-Indoor-2017-giornata-2/1J5A0622.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Campionati-Italiani-Allievi-Indoor-2017-giornata-1/1J5A9951.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Campionati-Italiani-Allievi-Indoor-2017-giornata-1/1J5A9953.jpg
Emma Silvestri:
http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Campionati-Italiani-Allievi-Indoor-2017-giornata-1/1J5A9928.jpg

 

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




Trionfo delle Band alle Audizioni Live di Musicultura

Audizioni live del Festival a Macerata

 

Premi della serata a Il Grande Capo e a Lastanzadigreta

 

 

Macerata, 2017-02-12 – Un sabato di grande musica alle audizioni live di Musicultura Rai radio 1 a Macerata che ha visto il trionfo delle band: Lastanzadigreta si è aggiudicata il premio Gradimento del pubblico Val di Chienti, e Il grande capo “Un Certain Regard”, decretato dalla giuria del Festival per la miglior esibizione live della serata, consegnato dall’ Assessore alla Cultura del Comune di Macerata , Stefania Monteverde.

Il gruppo Lastanzadicreta ha entusiasmato il pubblico con i brani Creature Selvagge, Lisa e 4-4-2, caratterizzati da un suono complesso, costruito in maniera incalzante, e da testi diretti che riescono ad arrivare al cuore di tutti gli spettatori per la loro semplicità. Il gruppo nasce nel 2009, a Torino ed è promotore della filosofia della “musica bambina”, quel tipo di musica che va alla ricerca della sensazione di meraviglia e stupore che solo i piccoli hanno. Lastanzadigreta è incentrato sulla marimba e su strumenti recuperati in solai e cantine. Nel 2013 la band vince il premio nazionale “Lanterne Rock”; nel 2016 è tra i finalisti del premio “L’Artista che non c’era” e nello stesso anno, dopo due EP autoprodotti, pubblica il primo album “Creature selvagge”.

La band Il Grande Capo di Formia , ovvero “un’idea, un’immagine, il miglioramento costante”, si è aggiudicato il riconoscimento della giuria per la migliore esibizione della serata con i brani Il metro va, Promesse e Sottovoce, che escono direttamente dal loro album “Promesse”: “Promesse perché ogni album è una promessa e in ogni pezzo che abbiamo scritto cerchiamo di raccontarla”. Elio D’Alessandro (voce/chitarra), Giacomo Forte (tastiere), Stefano Mancini (batteria) e Ilaria Tortoriello (basso e voce) sono musicisti, ma soprattutto amici, che nel 2013 decidono di dar vita a una band con l’intento di comporre musica alla ricerca della bellezza e della novità. Al gruppo piace miscelare le varie passioni artistiche da loro coltivate negli anni: recitazione, letteratura, composizione musicale, fotografia. Il nome della band, non a caso, prende ispirazione da un film di Lars Von Trier.

Luca Dolci di Cesena racconta nelle sue canzoni le storie di cui si è appassionato e in cui riconosce i lati profondi di sé stesso, ha proposto i brani: Futuro Remoto, Giovanni, Starnuti. Canta e celebra la sconfitta e l’attesa malinconica in una vera commistione tra cronaca e racconto: “E’ quello che resta in quell’attimo, tra desiderio e realizzazione, che deve essere raccontato – ha detto l’artista – considero la musica come un servizio sociale, per capire gli altri e per capire sé stessi”. I racconti altrui narrati come storia universale e individuale sono la cifra stilistica che lo contraddistinguono.

Il cantautore siciliano Nico Gulino ha offerto al pubblico di Musicultura le sue tre canzoni La musica non passa, Ogni tanto e Vida. Nico colleziona esibizioni live e partecipazioni a Festival importanti: Song Festival, San Marino Festival, Tim Tour, Video Festival Live. Attualmente sta lavorando alla registrazione del suo primo album, che uscirà nei primi giorni di aprile. “Ho iniziato a scrivere sin da quando ero molto piccolo, – ha dichiarato l’artista – solamente in seguito è arrivata l’esigenza di accompagnarmi a uno strumento; quando mi sono trasferito a Catania ho scoperto i balli caraibici, che hanno influenzato particolarmente la il gusto musicale che oggi mi sento di proporvi”.

Marte di Monza ha proposto al Festival i brani La mia vita è uno zoo, Ottobre e Amare (Love Forever) coltiva di pari passo la passione per la musica e quella della scrittura, ha vinto infatti il concorso di poesia Città di Corciano nel 2015. Una personalità artistica multipla divisa tra quella della “bambina ingenua” e quella “perversa”: “Io mi sento più bambina ingenua, ma molti critici mi affiliano al filone perverso” ha raccontato la cantautrice. Tutte le info sugli artisti sull’app gratuita di Musicultura app to you!

E’ possibile seguire lo STREAMING LIVE delle audizioni sul canale youtube di Musicultura: www.youtube.com/user/musicultura

APP MUSICULTURA

Tutte le info sull’ App gratuita di MUSICULTURA app to you da scaricare su Apple Store e GooglePlay .

CALENDARIO AUDIZIONI LIVE 2016 –

Teatro della Società Filarmonico Drammatica di Macerata

INIZIO SPETTACOLI venerdì e sabato ore 21 – domenica ore 17

-venerdì 10 , sabato 11 e domenica 1 Febbraio;

– venerdì 17, sabato 18 e domenica 19 Febbraio.

PROGRAMMA AUDIZIONI LIVE MUSICULTURA 2017

Venerdì 10 febbraio

Jess

Virginia VeronesI

Punto E Virgola

Cauteruccio

Jaspers

Sabato 11 febbraio

Lastanzadigreta

Marte

Il Grande Capo

Nico Gulino

Luca Dolci

Domenica 12 febbraio

Riccardo Ceres

La Base

Francesco Papageorgiou

T;Nagaï

Roberta Dragone

*******************************

Venerdì 17 febbraio

Simona Severini

Le Larve

Lucio Corsi

Oyoshe

Mirkoeilcane

Sabato 18 febbraio

Valeria Vaglio

Alessandro Sipolo

Bruschetta Brothers

Nico Sambo

Francesco Balasso

Domenica 19 febbraio

Marilisa Ungaro

Ambra Calvani

L’Armeria Dei Briganti

Peligro

GLI ARTISTI IN CONCORSO 2017

A seguire i nomi degli artisti selezionati e relative città di provenienza:

Francesco Balasso (Thiene – VI), Buva (Cerignola – FG), Ambra Calvani (Roma), Andrea Delrivo (Bologna), Nunzia Bi (Telese Terme – BN), T;nagai (Barletta – BT), Le Larve (Roma), Giulia Catuogno (Palermo), Cauteruccio (Arezzo), Bruschetta Brothers (Trento), Riccardo Ceres (Santa Maria Capua Vetere – CS), Lucio Corsi (Castiglione della Pescaia – GR), Shark e Groove (Siderno – RC), L’Armeria Dei Briganti (Capoterra – Cagliari), Bob Messini (Bologna), Il Grande Capo (Formia – LT), Makardia (Avellino), Giorgieness (Milano), Luca Dolci (Forlì), Doro Gjat (Dolmezzo – UD), Roberta Dragone (Monza), Antonio Ferrari (Piacenza), La Base (Ascoli Piceno), Punto e Virgola (Forlì), Nico Gulino (Erice – TP), Antonio Langone (Roma), Mirkoeilcane (Roma), Marte (Monza), Teo Manzo (Milano), Alfredo Marasti (Pistoia), Gigi Marras (Cagliari), Jess (Chianciano Terme – SI), Luca (Molfetta – BA), Peligro (Vignate – MI), Gian Piero Milanetti (Roma), Tano Mongelli (Toritto – BA), Frè Monti (Castellarano – RE), Luce (Bari), Amarcord (Scandicci – FI), Vincenzo Musto (Napoli), Francesco Papageorgiou (Parma), Salvario (Torino), Lovain (Grottaglie – TA), Eugenio Rodondi (Collegno – TO), Piero Romitelli (Morrovalle – MC), Lene (Vimodrone – MI), Nico Sambo (Livorno), Lorenzo Santangelo (Sydney), Francesca Sarasso (Vercelli), Irene (San Sebastiano al Vesuvio – NA), Simona Severini (Gorgonzola – MI), Jaspers (Asti), Alessandro Sipolo (Brescia), Lastanzadigreta (Torino), Marilisa Ungaro (Ischia – NA), Valeria Vaglio (Roma), Agnese Valle (Roma), Virginia Veronesi (Lodi), Lumanera (Avellino), Rachele (Caltanissetta).

www.musicultura.it




Basket in carrozzina, per l’Amicacci vittoria senza patemi a Sassari

 

Giulianova, 2017-02-12 – Ampia vittoria della DECO Group Amicacci al PalaSerradimigni di Sassari contro la Dinamo Lab, con il punteggio di 46-72. Grande prestazione di squadra, con il contribuito di tutti gli elementi del roster, ruotati perfettamente.

Coach Malik Abes schiera in regia Sandrella Awad, completando il quintetto iniziale con giocatori fisici come Sanchez, De Maggi, Bandura e Caiazzo. Nei primi minuti del primo quarto la squadra giuliese prova subito a incrementare il vantaggio, con un gioco da tre punti del suo centro Bandura e due canestri di seguito di Cosimo Caiazzo (5-11). Reagiscono i sardi con l’argentino Maximiliano Ruggeri a segno prima da due e poi da tre (10-12). La gara è equilibrata e alle realizzazioni di Jorge Sanchez rispondono prontamente Binda e Spanu, ma la frazione iniziale si chiude sul 14-18 con un canestro dell’appena entrato Galliano Marchionni. Il secondo quarto si apre ancora con Marchionni a segno per l’Amicacci, su assist di Awad, che poco dopo trova anche il canestro con caparbietà (16-24). La squadra giuliese non concede quasi nulla agli avversari e nel finale grazie ai punti del duo polacco Balcerowski – Bandura si porta sul 20-34, punteggio con cui si va all’intervallo.

Anche la ripresa è favorevole all’Amicacci, che allunga nei primi minuti con Miceli e Sanchez (25-44). La Dinamo Lab prova a reagire con Simula e Ruggeri, ma i canestri di Balcerowski e Macek ristabilendo le distanze. Il botta e risposta tra Caiazzo e il capitano sassarese Spanu chiudono il quarto sul 34-53. In apertura di ultima frazione la squadra giuliese trova un altro parziale con Sanchez, Balcerowski e Marchionni (36-61). Sassari trova punti da un ispirato Manca ma i canestri in serie di De Maggi riporta il margine sopra i venti punti. Alla sirena il tabellone segna il 46-72 finale a favore degli ospiti.

Nel prossimo turno di campionato l’Amicacci osserva un turno di riposo, per poi tornare sul parquet sabato 25 febbraio con la trasferta a Porto Potenza Picena contro il S.Stefano Sport, importante per difendere il terzo posto in classifica.

Tabellino

Dinamo Lab Banco di Sardegna: Binda 8, Simula 3, Spanu 4, Arghittu, Manca 9, Ruggeri 16, Tiberi, Langiu, Amacher, Torquati, Pinzon 2. All.: Cherchi.

DECO Group Amicacci Giulianova: Sanchez 12, Caiazzo 8, Sandrella 2, Macek 4, Award, Brown 2, Miceli Minella, Marchionni 11, Balcerowski 12, Miceli 4, Bandura 9, De Maggi 8. All.: Abes.

 

Serie A – Risultati 14^ giornata

SSD Santa Lucia Roma – SBS Montello 63 – 51
Dinamo Lab Banco di Sardegna – DECO Group Amicacci 46 – 72
S.Stefano Sport Banca Marche – Padova Millennium Basket 68 – 50
UnipolSai Briantea84 Cantù – GSD Porto Torres 60 – 65
Riposa: Cimberio HS Varese

 

Classifica

24 punti: GSD Porto Torres
20 punti: UnipolSai Briantea 84 Cantù
18 punti: DECO Group Amicacci Giulianova
14 punti: S. Stefano Banca Marche
10 punti: Santa Lucia Roma
8 punti: Padova Millennium Basket, Cimberio HS Varese
4 punti: SBS Montello
2 punti: Dinamo Lab Banco di Sardegna




Sambenedettese – Forlì 1 a 2: brutta sconfitta casalinga per il rossoblu

 

Polli! Ci sono delle partite che se non si riesce a vincerle non si devono neanche perdere. 

Dopo aver raccolto 7 punti in 3 partite, la Samb di mister Sanderra perde la prima gara casalinga, in novanta minuti giocati sottotono da molti dei suoi giocatori. 

 

 

SAN BENEDETTO DEL TRONTO, 2017-02-12 – Primo tempo completamente regalato dalla Samb, che non riesce mai a proporsi in avanti. Il Forlì, invece, ha una manovra più fluida e all’11’ sfiora il gol con l’ex Conson, mentre al 21′ è bravo Pegorin a respingere di piede un tiro da posizione ravvicinata di Ponsat. Azioni pericolose della Samb: non pervenute.
Nella ripresa l’aria sembra cambiare. Già nei primi secondi Pezzotti impegna Turrin con un insidioso tiro da fuori. Al 50′ cross di Mancuso per Di Massimo che di testa mette a lato. L’ingresso di Lulli per Vallocchia sembra ravvivare un po’ lo spento centrocampo rossoblù, dove Damonte e Sabatino sono clamorosamente fuori condizione. Al 22′, però, arriva il vantaggio del Forlì, con Ponsat che si trova davanti a Pegorin e non sbaglia.
Entra Bacinovic, al suo esordio, per Damonte, ma nel frattempo l’arbitro Gurnieri di Empoli fischia a sfavore dei padroni di casa. Due rigori negati a Di Massimo e Lulli e poi, al 79′, tocco di mano di Adobati su cross di Pezzotti punito soltanto con una punizione dal limite, nonostante sembrasse nettamente dentro l’area. Dalla punizione conseguente Di Massimo cerca la porta con un tiro preciso e potente ma Turrin si allunga e respinge.
Al 92′ arriva finalmente il pareggio: cross di Pezzotti e spizzata di testa di Bernardo per Mancuso, che di destro insacca il 13 gol stagionale.
Quando il pareggio sembra acquisito, arriva la beffa: contropiede del Forlì finalizzato da Spinosa, che di sinistro batte Pegorin e condanna una Samb brutta soprattutto a centrocampo (meglio dopo l’ingresso di Lulli e Bacinovic), ma anche in attacco dove, a parte il solito Mancuso, nessuno ha mostrato lo smalto necessario per decidere partite dure come quella odierna.

 

Samb

22 Pegorin, 3 Radi, 7 Mancuso, 8 Sabatino, 11 Pezzotti, 14 Rapisarda, 15 Agodirin (18st 10 Bernardo), 17 Di Massimo, 21 Vallocchia (8st 6 Lulli), 25 Mori, 29 Damonte (24st 23 Bacinovic)

A disp: 1 Morelli, 2 Di Pasquale, 4 Di Filippo, 9 Sorrentino, 13 N’Tow, 16 Latorre, 18 Candellori, 19 Ferrara, 20 Mattia

 

All: Stefano Sanderra

 

 

Forlì

1 Turrin, 2 Conson, 4 Capellupo, 7 Tentoni, 11 Ponsat (38st 17 Tonelli), 13 Adobati, 14 Cammaroto, 21 Bardelloni (19st 29 Succi), 25 Alimi, 26 Capellini (19st 10 Spinosa), 30 Carni.

A disp: 27 Semprini, 3 Franchetti, 5 Baschirotto, 8 Piccoli, 9 Parigi,  28 Martina Rini

 

All: Massimo Gadda

 

 

Arbitro: Marco Guarnieri di Empoli assistito da Sante Selicato di Siena e Santo Burgi di Matera

Marcatori: 22st Ponsat; 46st Mancuso; 50st Spinosa
Ammonizioni: 11st Sabatino; 17’st Lulli; 24st Pezzotti; 29st Mori; 50st Spinosa
Angoli: 4 – 2
Recupero: 1 + 6 min.
Spettatori: 4000 circa di cui 12 provenienti da Forlì

 

 

 

 

Lega Pro Unicef Girone B 2016-17, Risultati 25a G

SAMB
FORLì 1:2
PADOVA
GUBBIO 1:1
PORDENONE
MACERATESE 2:1
LUMEZZANE
VENEZIA 1:2
MODENA
ANCONA 2:1
SANTARCANGELO
BASSANO 3:0
FERALPISALò
MANTOVA -:-
ALBINOEFFE
PARMA -:-
SUDTIROL
REGGIANA 1:1
FANO
TERAMO -:-

 

la Samb su You Tube

Fedeli

 

 

 

 

 

 

 

 

FotoCronaca

© www.ilmascalzone.it  Press Too srl Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

 

 

 

Lega Pro Unicef Girone B 2016-17, Classifica 25a G

 

 

G

P.ti

V

N

P

Reti F/A

VENEZIA

25

52

15

7

3

38:21

PADOVA

25

46

13

7

5

37:21

PARMA

24

46

13

7

4

38:25

PORDENONE

24

45

13

6

5

43:26

REGGIANA

25

44

13

5

7

30:23

GUBBIO

25

42

13

3

9

32:27

BASSANO

25

40

10

10

5

38:32

SAMB

25

38

10

8

7

32:27

FERALPISALò

24

35

10

5

9

30:28

ALBINOEFFE

24

33

8

9

7

27:26

SANTARCANGELO

25

31

7

10

8

25:25

MACERATESE

25

31

8

9

8

22:23

SUDTIROL

25

28

6

10

9

23:26

FORLì

25

26

6

8

11

25:40

MODENA

25

25

6

7

12

19:26

ANCONA

25

23

5

8

12

18:29

LUMEZZANE

25

22

5

7

13

13:23

MANTOVA

24

20

5

5

14

20:36

TERAMO

23

20

4

8

11

26:33

FANO

24

16

3

7

14

11:30

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lega Pro Unicef Girone B 2016-17, 26a G

GUBBIO
ALBINOEFFE -:-
FORLì
FERALPISALò -:-
VENEZIA
PORDENONE -:-
ANCONA
SANTARCANGELO -:-
TERAMO
SUDTIROL -:-
MACERATESE
FANO -:-
REGGIANA
LUMEZZANE -:-
BASSANO
MODENA -:-
MANTOVA
PADOVA -:-
PARMA
SAMB -:-

 

 




Le avventure di Arlecchino a Matelica

RUVIDOTEATRO

STAGIONE TEATRALE 2017 – A TEATRO COME I GRANDI

LE AVVENTURE DI ARLECCHINO

DOMENICA 19 FEBBRAIO – ORE 18.00

TEATRO PIERMARINI – MATELICA

SPETTACOLO CON LE MASCHERE DEL CARNEVALE

con

Deborah Biordi

Francesco Mentonelli

Fabio Bonso

Testi di Francesco Mentonelli

Regia di Fabio Bonso e Francesco Mentonelli

Costumi di Mara Bartoccetti/Sartoria Piceni

Organizzazione Vania Marcato

Ruvidoteatro torna nella stagione teatrale del Piermarini di Matelica con uno spettacolo dedicato alle famiglie, con una storia divertente che coinvolge le maschere del carnevale.

 

Matelica – Arlecchino, Pantalone, Colombina sono i personaggi tra i più famosi della commedia dell’arte, quel tipo di spettacolo che fa dell’improvvisazione e del contatto diretto con il pubblico il suo fascino e la sua attrazione. La tradizione storica del linguaggio corporeo è legato ai bisogni primari – mangiare, innamorarsi, accumulare denaro – e fa da tramite ai dialoghi dei personaggi, che seguendo i propri istinti riescono a intricare o a risolvere le vicende che attraversano la loro semplice vita. Questi personaggi saranno protagonisti di avventure straordinarie, ricche di ironia e divertimento, frizzi e lazzi, coinvolgendo nelle storie incredibili che avvengono sul palco il pubblico di grandi e piccini. Una storia che tra amori veri o presunti, inganni e tranelli, incomprensioni e situazioni comiche, porta lo spettatore alla risata e al gusto diretto degli avvenimenti che si susseguono sul palco, diventando il tramite per far entrare il pubblico direttamente nelle vicende dei protagonisti.

Lo spettacolo è inserito nelle manifestazioni per il carnevale promosso dalla Pro Loco di Matelica, e che coinvolgerà in piazza Mattei i bambini e le loro famiglie tutto il pomeriggio di domenica 19 febbraio, con gran finale al Piermarini con Le avventure di Arlecchino.

 

Info: 3381788079  ruvidoteatro@libero.it  www.ruvidoteatro.eu




Quando il Sushi diventa passione: l’arte dello chef Patrick Bateman

 

 

Abc del sushi, prima parte: gli utensili.

 

a cura dello chef Patrick Bateman

 

San Benedetto del Tronto, 2017-02-12 – In pochi anni, il sushi non è più una moda, ma è diventato parte della nostra alimentazione, per molti di noi. E’ un insieme di sapori, odori e colori che la raffinata cucina giapponese ha elaborato al punto che il sushi soddisfa non solo il palato ma anche la vista, proponendo piatti che spesso sembrano dipinti. E’ questa l’arte dello chef  Patrick Bateman, che sta portando avanti costantemente una evoluzione del sushi arricchendolo con influssi mediterranei, thailandesi, messicani; un vero e proprio sushi fusion, un modo di cucinare artistico e talentuoso. Oggi anche al supermercato si trovano alghe ed altri ingredienti basilari del sushi, ma la domanda che rivolgo allo chef è:

Pensi che chiunque sia appassionato possa preparare a casa un piatto di sushi?

Il sushi di base, i classici roll, è sicuramente facile da cucinare se c’è entusiasmo e passione. E’ un piacere prepararlo, ma anche servirlo ai propri ospiti. Cucinare a casa può dare il tempo di organizzarsi e procurarsi tutti gli ingredienti e gli utensili di base. Alla base di tutto, secondo me, c’è il fatto di essere ordinati e precisi, per poi servire degli ottimi piatti casalinghi che non richiedono strumenti o apparecchi difficili da trovare o comprare. Il segreto per essere un buon cuoco amatoriale di sushi è: non servire mai agli altri quello che non vorresti per te stesso, sia a livello di sapori che a livello visivo.

Quali sono gli utensili di base per fare i roll di sushi?

 Patrick Bateman

Patrick Bateman

Innanzitutto, la stuoia di bambu per sushi, che può essere acquistata in molti supermercati o negozi di prodotti orientali. La stuoia si usa per fare i roll di sushi e deve essere sempre pulita e asciugata dopo l’uso per evitare l’accumulo di batteri. Si può anche avvolgere con la pellicola durante l’uso e toglierla alla fine. Poi, per cuocere il riso, occorre una pentola dal fondo pesante con coperchio, o una pentola elettrica per il riso. Se fai il sushi a casa, ogni tanto, e in piccole quantità, va benissimo la pentola normale. Serve poi una ciotola per il riso, che nella tradizione è in legno di cipresso, ma può essere anche di altri materiali, meglio non metallica, e si usa per metterci il riso cotto a raffreddare e per lavorare il riso con la spatola mentre si aggiunge l’aceto apposito, per dargli la giusta consistenza e brillantezza. Poi occorre una spatola per il riso, in legno o plastica, serve per mischiare il riso con l’aceto senza schiacciarlo e per farglia vere la giusta consistenza. Servono anche varie ciotole per mescolare e condire i vari ingredienti: verdure, pesce, quello che vuoi mettere nel sushi. E’ indispensabile avere per le verdure, la frutta e il formaggio un buon affettatore e una buona grattugia, di quelli che hanno vari spessori di taglio e per grattugiare, per avere diverse consistenze; e insieme, una pelatrice per sbucciare. Infine, un paio di coltelli molto affilati. Nella cucina professionale, ci sono tre tipi di coltelli principali. Uno per il pesce(yanagiba-bouchou), uno per le verdure (usube-bouchou), e uno per il sashimi (deba-bouchou). Ma per iniziare a preparare il sushi a casa, non sono necessari: diciamo che sono da usare per chi ha già una certa pratica. Il coltello è lo strumento principe per chi prepara il sushi, che deve essere tagliato con precisione per presentare ai propri ospiti un bel piatto, oltre che buono. Non considero presentabili dei roll di sushi che si aprono, che appaiono slabbrati e con gli ingredienti non ben compattati all’interno.

Patrick, e per quanto riguarda gli ingredienti base?

Di questo ne parleremo alla prossima puntata… è un argomento abbastanza complesso, che va molto al di là di alghe, wasabi e zenzero.

 

 

 




“L’ospedale di Giulianova è un punto cruciale della costa teramana…”

“Il Comitato di Quartiere dell’Annunziata invita tutti i cittadini a partecipare al consiglio comunale del 13 febbraio”

GIULIANOVA – Il Comitato di Quartiere dell’Annunziata invita tutti i cittadini a partecipare lunedì 13 febbraio al consiglio comunale straordinario al Kursaal sul futuro dell’ospedale di Giulianova.

“L’ospedale è un punto cruciale della costa teramana – spiegano il presidente Fusaro e i delegati del comitato – e soprattutto dopo tutte le problematiche avute con l’emergenza neve ed il terremoto era l’unico raggiungibile nel teramano. Per questo invitiamo, vista l’importanza del consiglio comunale, tutti i cittadini, anche per far sentire la voce. Inoltre, auspichiamo l’unione di tutte le forze politiche e le associazioni per il bene del nostro ospedale”.

Invitati al consiglio comunale saranno il governatore D’Alfonso, gli assessori regionali Paolucci e Pepe, il manager della ASL teramana Fagnano, il presidente della Provincia Di Sabatino, il presidente del Comitato ristretto dei sindaci della ASL Brucchi.

Inoltre, i parlamentari Ginoble, Sottanelli e Tancredi, i consiglieri regionali Chiodi, D’Ignazio, Di Dalmazio, Gatti, Mariani, Mercante, Monticelli, i sindaci dei comuni della ex ASL di Giulianova (Bellante, Morro d’Oro, Mosciano Sant’Angelo, Notaresco e Roseto degli Abruzzi) e i sindaci delle località costiere (Alba Adriatica, Martinsicuro, Pineto, Silvi, Tortoreto)

consiglio comunale 13 febbraio




Angelo Andreotti, “A tempo e luogo”

RECANATI ART FESTIVAL à LA CULTURE

Al Passepartout di Recanati presentazione del libro

 “A tempo e luogo” di Angelo Andreotti

 

Recanati – A pochi giorni dall’annuncio delle date della seconda edizione del Recanati Art Festival – 15 e 16 luglio nel centro storico di Recanati – l’Associazione promotrice Whats Art, che aveva anticipato eventi propedeutici al Festival, propone un appuntamento all’insegna della cultura e della multidisciplinarietà.

Sabato 18 febbraio alle 18,30  verrà presentato il libro “A tempo e luogo“, Manni editore, di Angelo Andreotti, poeta e direttore dei Musei d’Arte Antica e Storico Scientifici di Ferrara.

Location e partner della serata, la Libreria Caffè Passepartout di Recanati, diventata ormai luogo privilegiato di scambi culturali e divulgazione dei nuovi volti della letteratura contemporanea.

Sempre fedele alla formula essenziale del Festival, la serata di articolerà in una serie di momenti complementari: introduzione a cura di Renato Pasqualetti, scrittore di Macerata, lettura delle poesie e presentazione del libro da parte dell’autore.

A tempo e luogo è uno dei modi per tradurre il greco kairos, cioè quel tempo in cui le cose accadono quando è giunto il loro momento, ma che cogliamo soltanto se abbiamo pazienza e cura per ciò che ci circonda.  E’ il motivo per cui questi versi dicono con serena comprensione, e insieme attenzione e considerazione, del tempo e dei suoi luoghi e dei luoghi con i loro tempi. E ambiscono ad una corrispondenza armonica fra autore e lettore.

A fare da corollario, la FIAF (Federazione Italia Associazioni Fotografiche), circolo di Recanati C.C.S.R. LE GRAZIE – BFI, che curerà in anteprima una piccola mostra fotografica sull’arte, con scatti dell’edizione 2016 del Recanati Art Festival.

Angelo Andreotti

E’ nato nel 1960 e vive a Ferrara dove dirige i Musei d’Arte Antica e Storico Scientifici.
Scrive narrativa, poesia, saggi su arti visive e letteratura. Tra gli ultimi libri, le raccolte Parole come dita (Mobydick 2011) e Dell’ombra la luce (L’arcolaio 2014), alle quali fa da corollario la riflessione Il silenzio non è detto. Frammenti da una poetica (Mimesis 2014), e i racconti Il guardante e il guardato (Book Salad 2015).




A Marco Bonfiglio la 15ma edizione della Maratona sulla sabbia

 

San Benedetto del Tronto, 2017-02-12 – Ottimi risultati per la quindicesima edizione della Maratona sulla sabbia corsa questa mattina sul litorale di San Benedetto. Si tratta di una gara unica in Italia, organizzata dalla società Maratoneti Riuniti di Francesco Capecci, con la collaborazione del Porto 85 Polisportiva, dell’Uisp e il patrocinio del comune di San Benedetto.

Marco Bonfiglio

Marco Bonfiglio

La gara più affascinante e difficile, quella dell’Ultra Maratona, sulla distanza dei 50 km, è andata al campionissimo indiscusso Marco Bonfiglio (Impossibile Target) in 3h25’06”, davanti ad Antonio Fiadone (Gruppo Podistico Il Crampo) in 3h36’07” e a Massimo Miri (Podistica San Salvo) giunto al traguardo in 3h44’09.
La maratona (42,195 km) è andata al tunisino Rachid Hallabou (Pol. Acli Macerata) che ha chiuso in 3h05’52”, precedendo Luciano Fattore (Atletica Fossacesia) che ha fermato i cronometri sul tempo di 3h22’23” e Tommaso Costantini (Valore Salute Forti e Veloci) che ha concluso in 3h25’21”.
In campo femminile la gara di Ultra Maratona è stata vinta da Daniela De Stefano (Corri Castrovillari) in 4h34’35”, su Addolorata Trisolino (Team Francavilla) in 5h14’25” e su Giuseppina Franzone (Let’s Run for Solidarity) arrivata in 6h01’20”, mentre la Maratona è andata a Daniela Riva (Daini Carate Brianza) in 4h20’48”, che ha preceduto Marina Zanellato (Maratoneti Riuniti), giunta in 4h45’09” e Donatella Cogo (Gruppo Euganeo) arrivata in 4h45’49”.

Circa duecento sono stati coloro che si sono cimentati nelle varie competizioni, compresa quella sui 7 km della gara non competitiva.
«Gli organizzatori di questo evento – ha detto lo speaker della manifestazione, Manrico Urbani – hanno ricevuto tantissimi complimenti e credo che l’amministrazione comunale dovrebbe puntare molto su di esso visto che si svolge in bassa stagione ed è un evento che non ha uguali in Italia, e che anche quest’anno, nonostante i timori dovuti al sisma, ha richiamato atleti da tutta la nazione e perfino dall’estero, come i due francesi o l’atleta russo che hanno gareggiato».  Idea raccolta dall’assessore al turismo Pierluigi Tassotti che ha auspicato che in futuro gli albergatori possano offrire ai vincitori di questa gara dei weekend gratuiti a San Benedetto, allo scopo di invogliarli a tornare sulla riviera delle palme. L’organizzatore storico della gara, Francesco Capecci ha commentato l’evento con un sorriso. «È stata una giornata dal clima favorevole – ha dichiarato l’esperto atleta, che ha corso 648 gare tra maratone e ultra – e questo ci ha permesso di  organizzare al meglio tutti i servizi. Ringrazio l’amministrazione comunale per la collaborazione e tutti i partner, come l’Hotel Sporting, Dionisi Sport, Romacar Group e la Ast Alesiani Servizi Tecnologici».

 

 

 

 

 

 

Ph © Davida Zdrazilkova Ruggieri
Copyright www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it