Festival dell’Arte sul Mare: conosciamo gli artisti

 

 

San Benedetto del Tronto, 2017-06-06 – Conosciamo gli artisti partecipanti Festival dell’Arte sul Mare (5/18 giugno 2017)

 

 

 

 

 

Ph © Alessandro Barbizzi
Copyright www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

Festival dell’Arte sul Mare

 




Il Bim Tronto premia le scuole e gli studenti del Piceno

 

PACCHETTO SCUOLA BIM 2017

La cerimonia di premiazione si è svolta oggi al Palariviera di San Benedetto del Tronto.

San Benedetto del Tronto, 5 giugno 2017 – Si è conclusa l’edizione 2017 del Pacchetto Scuola Bim, con la premiazione delle scuole e degli studenti del Piceno e la consegna dei riconoscimenti da parte del Presidente Luigi Contisciani.

La cerimonia, svoltasi questa mattina presso il Palariviera di San Benedetto del Tronto, è la giornata finale di un’azione propulsiva operata dal Bacino Imbrifero del Tronto a sostegno dell’istruzione e della cultura del territorio del valore di quasi 180mila euro, durata un intero anno scolastico e strutturata in concorsi, progetti di prevenzione, Olimpiadi dell’Inglese, premi e riconoscimenti, dalle scuole primarie fino alle tesi di laurea. Un pacchetto riservato agli studenti e ai giovani del Piceno, che quest’anno ha assunto una centralità straordinaria per un territorio ferito al cuore dopo gli eventi sismici.

Sono state premiate le scuole primarie che hanno partecipato al concorso “Cibo: energia da non buttare via”, le tre tesi di laurea riguardanti il Bacino Imbrifero del Tronto, con una menzione speciale per una tesi sul Bim Tronto, e sono state consegnate le 102 borse di studio agli studenti delle scuole superiori.

Nell’ambito del Pacchetto Scuola Bim 2017 troviamo “Le Olimpiadi di Lingua Inglese” – giunte alla quarta edizione – per gli studenti del 4° e 5° anno degli istituti superiori, il progetto per un’alimentazione consapevole e salutare “Alimentare il corpo, nutrire la mente”, rivolto alle scuole dell’obbligo, quello per la prevenzione “Stop al cyberbullismo” riservato agli alunni delle scuole medie inferiori, l’iniziativa “Speed: screening e prevenzione della dislessia in età evolutiva”, per gli studenti del primo e secondo anno delle scuole primarie.

Ancora, il pacchetto ha previsto l’acquisto di arredi e attrezzature per i progetti “Creiamo una Scuola Montessori ad Ascoli Piceno” presso l’ISC Sud di San Benedetto del Tronto e sostenuto “Happy School”, ISC Borgo Solestà – Cantalamessa di Ascoli Piceno.

Come aiuto diretto agli studenti, il Bim Tronto ha assegnato ben 102 borse di studio per coprire le spese sostenute per rette, trasporto o libri di testo per gli allievi delle scuole medie superiori.

Per gli studenti universitari, grazie al bando di laurea per le tesi riguardanti il Bacino Imbrifero del Tronto, sono stati premiati tre studenti con una somma pari a 6.500 euro (2.500 al primo classificato, 2.000 al secondo e 1.000 al terzo + menzione speciale di € 1.000). Al primo posto Stefano Silvi con la tesi “Food Scape: progetto di un allevamento per il riuso di aree agricole abbandonate”, al secondo Laura Capece con “Audit energetico ed energy management di un polo logistico del freddo della grande distribuzione organizzata” e al terzo Giorgia Bucci con l’elaborato “Il nuovo label. Prodotto di montagna per lo sviluppo sostenibile delle aree montane: un’analisi esplorativa”. Una menzione speciale è andata a Marco Viozzi con la tesi “Il sistema informativo-contabile degli enti locali minori: il caso del consorzio del Bacino Imbrifero del fiume Tronto”.

Si è conclusa la settima edizione del concorso “Cibo: energia da non buttare via” – Premio Antonio Forlini, riservato ai bambini delle scuole elementari, volto a far riflettere sullo speco del cibo. Nella Categoria “Efficacia del messaggio” risultano vincitrici in ordine: San Benedetto del Tronto (Istituto paritario Maria Immacolata) “Vietato sprecare” (19 punti); Colli del Tronto_ ISC Falcone e Borsellino “Un tesoro da salvare senza più sprecare” (16 punti); Ascoli Piceno_ ISC Ascoli Centro – D’Azeglio (Scuola primaria S. Agostino) “Stop allo spreco…cucina con me” (15 punti);

Nella categoria “Originalità dei contenuti” risultano vincitrici in ordine: Ascoli Piceno (Istituto paritario suore concezioniste) “Fai la differenza: il pianeta ha bisogno di te” (19 punti); IC Monteprandone -Scuola Primaria di Centobuchi) “Pane, frutta, verdura e… fantasia per non buttare via” (18punti); Ascoli Piceno ISC Luciani-SS. Filippo e Giacomo “Filastrocca del golosone” (16 punti).

Nella categoria “Aspetto grafico”, in ordine: San Benedetto del Tronto – IC Centro (plesso Ragnola) “Non c’è cibo da perdere” (20 punti); Venarotta (IC Tronto e Val Fluvione (Scuola primaria Venarotta) “Fascicolo” (18 punti); Castignano (ISC Rotella plesso di Castignano) “Il menu ideale: buono a km 0 senza sprecare” (17 punti).

“Anche per questo anno scolastico e accademico il Bim ha voluto accompagnare i nostri giovani nel loro percorso formativo, sostenendo ragazzi, famiglie e scuole – spiega il presidente Luigi Contisciani – quest’anno più che mai ha avuto per tutti noi un significato importante, legato alla rinascita e alla ricostruzione di una comunità ferita al cuore dal terremoto”.

 

 




Non solo parole…

 

UNA ESPERIENZA DA GIORNALISTI

 

di Prof.ssa Alessia Palestini*

 

 

San Benedetto del Tronto, 2017-06-05 – Si è da poco conclusa l’esperienza da giornalisti di due studenti dell’Istituto (Gaia Di Bonaventura della III DL e Matteo Di Girolamo della IV CL) che hanno collaborato per alcuni mesi con la rivista on-line www.ilmascalzone.it . L’attività, prevista nell’ambito di un progetto di alternanza scuola-lavoro, ha impegnato i ragazzi nella creazione di una rubrica dal titolo  nella quale alcuni argomenti di attualità sono stati tradotti in articoli di giornale corredati da una vignetta.

Gli studenti hanno avuto modo di mettere alla prova le proprie capacità e di integrarle fra loro, realizzando un lavoro in cui scrittura e arte grafica risultano interconnesse. Dopo una lettura approfondita dei principali quotidiani nazionali, è stata selezionata una notizia di particolare interesse che ha costituito l’idea di fondo da cui partire per la stesura dell’articolo e per la creazione della vignetta.
Il lavoro di gruppo ha pertanto individuato due professionalità: da una parte lo studente Matteo Di Girolamo ha valorizzato le proprie abilità creative, indirizzandole alla realizzazione di un disegno con uno specifico scopo comunicativo; dall’altra Gaia Di Bonaventura ha imparato a differenziare i registri linguistici a seconda della tipologia di articolo da scrivere.

Nel percorso sono stati anche previsti incontri formativi con il direttore della rivista telematica, nella veste di tutor esterno: in queste occasioni i ragazzi hanno avuto modo di accedere alla piattaforma del giornale, imparando ad inserirvi il materiale realizzato.

L’esperienza, seppur breve, è stata apprezzata dallo stesso direttore, Pietro Lucadei, soddisfatto del gran numero di visualizzazioni ottenute dalla rubrica e fiducioso in un proseguimento della collaborazione tra la sua rivista e il nostro Istituto.

 

 

* I.I.S. “A. Capriotti” di San Benedetto del Tronto

 

©  Esse
Copyright www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 




Il coro “In… Canto” vince a Fano

 

San Benedetto del Tronto – Il coro “In… Canto” della Scuola Primaria “Bice Piacentini” di San Benedetto del Tronto, sotto l’energica guida della sua direttrice la Prof.ssa Rita Spaletra, ha sbaragliato i concorrenti al Concorso Nazionale “Tra le note della fortuna” di Fano, con un brano in vernacolo sambenedettese dal titolo “Vòta tònne tònne”.

La qualificata giuria è rimasta catturata dall’originalità del brano composto dalla Prof.ssa Rita Spaletra e arrangiato dal M° Fabrizio Tozzi. Il tema trattato è quello dello sfruttamento minorile dei piccoli “Uarzò” che giravano la ruota per i funai. Il brano, dedicato dalla sua compositrice alla propria nonna e al proprio padre, rispettivamente “retara” e” uarzò”, ha commosso e trascinato commissione e pubblico facendo guadagnare all’ISC “Centro” di San Benedetto il primo premio assoluto: 1.000,00 €!

 




Penalty vince il Civitanova Film Festival

Il film di Aldo Iuliano si porta a casa il premio Stelvio Massi come miglior corto 2017

Civitanova 5 giugno – La terza edizione di Civitanova Film Festival è stata vinta da Penalty. Il film di Aldo Iuliano, che utilizza la metafora del calcio per affrontare i temi dell’immigrazione e dell’integrazione, si porta a casa due premi: l’ambito Stelvio Massi come miglior corto 2017 e quello per la Miglior regia.

Due riconoscimenti vanno anche a Colombi di Luca Ferri, un lavoro sulla precisa volontà di due persone di non adattarsi ai cambiamenti che la società impone. Per lui migliore sceneggiatura e premio Fango&Assami. Il corto d’animazione vincente è invece Lo Steinway di Massimo Ottoni, sulla pace e sul potere unificante della musica.

Il miglior attore è stato James Sobol Kelly per il film Food for thought di Davide Gentile, mentre migliore attrice è risultata essere Alessandra Castelli, in Semiliberi di Matteo Gentiloni. Per la prima volta è stato assegnato anche il premio Gas Marca, attribuito dal pubblico presente in sala, che è andato a Due piedi sinistri di Elisabetta Salvetti.

Grande soddisfazione per gli organizzatori, con i direttori artistici Michele Fofi e Peppe Barbera. “È stata un’edizione fantastica – afferma Barbera – con lavori di ottima qualità e il pubblico ci ha sempre seguito. Vedere la sala del Rossini con 400 persone nella giornata finale è il miglior riconoscimento per noi”. Anche Fofi sottolinea la qualità del Festival: “Come nei primi due anni ci sono degli elementi distintivi che ci fanno emergere rispetto ad altri concorsi: l’energia, la passione, l’entusiasmo di chi ci lavora, l’alto livello di accoglienza che dedichiamo ai protagonisti, il clima positivo che c’è intorno a noi. Tutti coloro che vengono a Civitanova ce li riconoscono, sono i nostri punti di forza che ci spingono a voler fare ancora meglio”.

La terza edizione di Civitanova Film Festival è stata organizzata dall’associazione Fango&Assami grazie al sostegno del Comune e dell’Azienda dei Teatri di Civitanova, con la collaborazione come main sponsor di Gas Marca. 

i curatori della rassegna Michele Fofi e Peppe Barbera

il gruppo del Civitanova Film Festival con i membri della giuria




Roma VittorioCamaiani AtelierPerUnGiorno

 

 

 

 




S-Factor, il contest di divulgazione scientifica promosso dall’UniCam

 

TUTTO PRONTO PER LA FINALE DELLA SECONDA EDIZIONE DI S-FACTOR, IL TALENT SCIENTIFICO DELL’UNIVERSITÀ DI CAMERINO

Camerino, 5 giugno 2017 – 10 progetti, 150 studenti coinvolti, 2 regioni, 5 province e 6 città interessate, 3 vincitori finali, 1 vincitore social, 1 vincitore “ComUnicam”: sono questi i numeri della seconda edizione di Science FACTOR, o meglio S-Factor, il contest di divulgazione scientifica promosso dall’Università di Camerino.

Exhibit, prodotti e prototipi, immagini, performance e pensieri scientifici: questo potevano presentare gli studenti coinvolti e in tanti anche quest’anno hanno raccolto la sfida, si sono messi all’opera ed hanno realizzato progetti eccellenti che saranno valutati della commissione giudicatrice composta dal Rettore Unicam prof. Flavio Corradini, dalla delegata del Rettore per le attività di orientamento dott.ssa Valeria Polzonetti, dalla responsabile dell’ufficio comunicazione e stampa di Unicam dott.ssa Egizia Marzocco, dall’esperta di comunicazione scientifica dott.ssa Caterina Luciani, dal docente della Scuola di Architettura e Design prof. Daniele Rossi.

Nel corso dell’evento finale, in programma a Camerino nel pomeriggio di domani martedì 6 giugno, saranno esposti tutti i lavori partecipanti e saranno premiati i vincitori. L’incontro si aprirà con i saluti del Rettore Flavio Corradini, della Delegata per l’Orientamento Valeria Polzonetti, ai quali seguiranno le presentazioni di tutti i progetti partecipanti e le premiazioni.

Domani scopriremo quindi insieme gli studenti “portatori” di S-Factor! Vi aspettiamo!

 




dall’ UniUrb

2017-06-05

Urbino e le sfide dell’internazionalizzazione: al via il nuovo dottorato in Global Studies

L’Università di Urbino lancia un nuovo dottorato in Global Studies che offre strumenti per l’analisi e la comprensione dei grandi mutamenti in corso sulla scena economica, socio-politica e istituzionale mondiale.  Il coordinatore prof. Antonello Zanfei, docente di Economia della globalizzazione presso l’Ateneo urbinate, sottolinea le caratteristiche innovative di questa importante iniziativa culturale e formativa: <Il carattere interdisciplinare, al crocevia fra scienze economiche, socio-politiche e giuridiche; il forte grado di internazionalizzazione, attraverso l’apertura a studenti non solo italiani e il coinvolgimento di docenti di prestigiose istituzioni internazionali; il focus su temi di grande attualità, esaminati con rigore e attenzione agli aspetti critici dei processi di globalizzazione e de-globalizzazione in atto. Oltre a docenti di ottimo livello facenti capo al Dipartimento di Economia Società e Politica e al Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Urbino, saranno coinvolti numerosi altri studiosi di levatura internazionale, fra i quali spiccano: A.Blanc Altemir (Universidad de Lleida), J. Cantwell (Rutgers University), D. Castellani (University of Reading), G. Dosi (Sant’Anna, Pisa), C.H. De Vreese (University of Amsterdam), J. Dumay, (Macquarie University, Sydney), M. Landesmann (WIIW Vienna), M. Lazar (Sciences Po, Paris), R. Narula (University of Reading)>.

Verrà offerto un percorso triennale di formazione avanzata – in lingua inglese – che affronterà in modo approfondito l’analisi delle dinamiche di integrazione e disintegrazione europea, delle relazioni Euromediterranee e delle tensioni fra Est e Ovest e fra Nord e Sud del mondo.  I temi al centro dell’attenzione nell’edizione 2017/18 del dottorato saranno: a) i legami fra crescita economica su scala globale, cambiamento tecnologico e disuguaglianza; b) l’evoluzione internazionale di imprese, finanza e lavoro; c) i processi politici e le politiche pubbliche attivate dalle istituzioni Europee, internazionali e dei principali paesi, per il governo della globalizzazione. Tali tematiche si intrecceranno con l’analisi dei flussi migratori, dei diritti umani e delle politiche sociali che saranno oggetto di studi nell’edizione 2018/19 del dottorato.

Anche l’organizzazione delle attività formative è finalizzata a esporre i dottorandi a un ambiente di studi e ricerca stimolante e fortemente internazionale. Il primo anno del corso consiste in una serie compatta di insegnamenti, esami e seminari che si svolgeranno presso l’Università di Urbino nella splendida cornice della città campus del Montefeltro; mentre il secondo e il terzo anno prevedono lo sviluppo del lavoro di tesi, lo svolgimento di periodi prolungati di ricerca presso le istituzioni estere collegate, la frequenza di corsi specializzanti e l’avvio di pubblicazioni su riviste internazionali. Coloro che completeranno il Dottorato in Global Studies potranno ambire a ruoli in ambito accademico in Italia e all’estero, oppure a carriere professionali in organizzazioni governative internazionali, imprese operanti su scala globale, organizzazioni non governative attive in progetti di cooperazione internazionale. In definitiva, il nuovo Dottorato ha lo scopo di fornire “occhiali” e strumenti di analisi idonei per operare in contesti complessi e internazionali, sviluppando competenze utili sia sul piano scientifico sia in ambiti operativi.

Per concorrere agli otto posti disponibili – fra cui sei posti con borse di studio – occorre registrarsi al sito www.uniurb.it/global-studies entro il 30 giugno 2017. Seguirà un colloquio di selezione entro la metà del mese di luglio, con inizio delle lezioni a fine ottobre. Sono previsti precorsi di inglese, economia, business e scienze sociali nelle settimane precedenti l’avvio dei corsi. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito del dottorato e rivolgendosi all’indirizzo: phd-global-studies@uniurb.it

 Ph.D_Global_Studies_leaflet_web_def

Sono aperti da oggi i campi da tennis situati sul Colle dei Cappuccini di Urbino,

a disposizione dei tesserati del Centro Universitario Sportivo.

In allegato il regolamento e le tariffe di utilizzo. prezzi 2017-18 campitennis regolamento campi tennis

“L’Amore non è amato” 
sarà messo in scena Giovedì 8 giugno alle 21 nell’Oratorio della Grotta del Duomo di Urbino dagli allievi del Teatro CUST2000.

08GIUgrotteCUSTprogramma

 

 




Al Festival Internazionale di Bande Musicali vince la siciliana Calascibetta

 

La giuria popolare incorona il Messico Aguiluchos

Grande successo di pubblico

GIULIANOVA – Nuovo record di presenze per il Festival Internazionale di Bande Musicali che si è chiuso domenica sera tra gli applausi del pubblico rimasto fino alle due di notte per ascoltare le esibizioni dei gruppi in gara e poi la grande festa in musica che si è spostata sul Belvedere. Il premio di rappresentanza del Presidente della Repubblica per la prima classificata è andato al Corpo Bandistico Antonino Giunta Calascibetta di Enna, che ha vinto anche il Trofeo Città di Giulianova in oro impreziosito da smalti ceramici creato dal maestro orafo Luigi Valentini. La banda siciliana ha inoltre vinto il trofeo della Lega Navale Italiana sezione di Giulianova come Migliore orchestra.

La cerimonia di premiazione è stata preceduta dalla grande parata sul Lungomare di Giulianova, dove le 20 bande hanno sfilato in mezzo a due ali di folla. Madrina d’eccezione l’attrice di Distretto di Polizia Clarissa Leone.

A consegnare i premi nella splendida cornice di piazza Buozzi, a Giulianova alta, colma di gente, c’erano il Vice sindaco di Giulianova Nausicaa Cameli, l’assessore Francesca Guerrucci, l’On. Giulio Sottanelli, il capo di gabinetto della Prefettura di Teramo Maria Laura Liberatore, Gabriele Rossi della Fondazione Banco di Napoli, i consiglieri comunali Federica Vasanella e Lorenzo Di Teodoro, il delegato del Comune al Bim Fabrice Ruffini, l’assessore del Bim Giovanni Di Michele, la vice segretaria del sindacato dei giornalisti abruzzesi Pina Manente.

Secondo posto alla banda della Polonia Parafialno- Gminna Orkiestra Deta Sobolow che si è aggiudicato il Trofeo Città di Giulianova in argento e la medaglia di rappresentanza del presidente del Consiglio dei Ministri. Il Maestro della Banda ha vinto anche il Trofeo Anbima nazionale come miglior direttore d’orchestra.

Terzo posto per la banda musicale polacca di Jesenik e le Majorettes Crazy Girls che si sono aggiudicati il Trofeo città di Giulianova in bronzo.

La Banda del Messico Aguiluchos Marching Band, si è aggiudicata il Trofeo del Bando di Napoli come migliore banda da parata ed è stata incoronata migliore Banda dalla Giuria popolare.

Alla Filarmonica Lama di Perugia è andato il premio come migliore Banda con Majorettes.

Il premio come migliore gruppo folkloristico- musicale è stato assegnato al Corpo Bandistico Caldonazzo di Trento.

Il premio della stampa è stato assegnato alla giovane orchestra Chopin Marianske Lazne della Repubblica Ceca.

La Fascia di Miss Festival, realizzata a mano da Lidia Di Matteo, e la coroncina del maestro orafo Luigi Valentini, sono stai assegnati ad una ragazza del Messico.

Grande emozione in chiusura del Festival per il Girotondo della Pace a cui hanno partecipato i componenti di tutte le bande.

“Siamo molto soddisfatti del grande successo ottenuto in questa 18esima edizione – ha commentato Mario Orsini, presidente dell’associazione culturale ‘Padre Candido Donatelli’ che organizza l’evento – abbiamo raggiunto il record di bande iscritte, ben 20 di cui 19 in concorso, provenienti da 6 nazioni diverse, e anche quest’anno il Festival è stato seguito da un pubblico numeroso e appassionato che ha premiato la formula della manifestazione”.

Grande emozione in chiusura del Festival per il Girotondo della Pace a cui hanno partecipato i componenti di tutte le bande.




UniMc, corsi di inglese e viaggi studio per le Superiori

 

 

Pubblicata la terza edizione del bando English4U a.s. 2016/2017 destinato agli studenti degli ultimi anni degli Istituti Secondari.

 

Macerata – L’Università di Macerata, in partenariato con l’Istituto d’Istruzione Superiore “Bramante-Pannaggi” di Macerata, l’Istituto d’Istruzione Superiore “G. Garibaldi” di Macerata, l’Istituto Tecnico Industriale Statale “E. Divini” di San Severino e la società Eurocentro di Jesi, con il supporto dell’Istituto Tecnico Economico “A. Gentili” di Macerata e del Liceo Artistico “G. Cantalamessa” di Macerata, promuove la terza edizione del progetto English4U a.s. 2016/2017, finanziato dalla Regione Marche tramite risorse del Fondo Sociale Europeo 2014-2020.

L’iniziativa prevede la realizzazione di quattro corsi di lingua inglese per 60 studenti iscritti alle classi IV e V di Istituti scolastici secondari di II grado della provincia di Macerata, per la preparazione ed il conseguimento della certificazione Cambridge English. In particolare, saranno proposti un corso di preparazione al Preliminary English Test e tre corsi di preparazione al First Certificate in English. Entrambe le tipologie saranno integrate da moduli di lingua un modulo di orientamento e un modulo di introduzione all’euro-progettazione, attraverso modalità di apprendimento innovative e coinvolgenti. I 28 allievi più meritevoli, sette per ciascuna classe, potranno completare la formazione con un viaggio di studio di tre settimane all’estero gratuito che prevede un approfondimento della formazione linguistica, visite culturali, stage o visite in aziende.

Le candidature devono essere presentate entro il 14 giugno 2017.

Per maggiori informazioni, consulta il sito www.unimc.it/english4u.