Nuovi orari per il “Museo Federico II Stupor Mundi” di Jesi

 

 

Da venerdì 14 luglio a giovedì 31 agosto apertura straordinaria serale: ogni venerdì, sabato e domenica si entra fino alle 22 (ultimo ingresso).

 

 

Jesi (AN), 14 luglio – Grande affluenza di visitatori a Palazzo Ghislieri a Jesi, per il “Museo Federico II Stupor Mundi”, primo grande museo interamente multimediale dedicato alla figura di Federico II di Svevia, che attraverso sedici sale tematiche racconta la vita e le gesta del grande imperatore.

Inaugurato lo scorso 1 luglio, nella sola prima settimana di apertura (fino al 9 settembre) il Museo ha registrato 900 presenze paganti. Il trend molto positivo si conferma anche in questi giorni grazie ad un flusso continui di visitatori tra cui molte famiglie e numerosi stranieri, tedeschi e olandesi in particolare. Un segnale prezioso dell’interesse dei turisti verso il nuovo progetto, istituito dalla Fondazione Federico II Stupor Mundi con il contributo di Gennaro Pieralisi e di Fondazione Marche in collaborazione con il Comune di Jesi, la Fondazione Pergolesi Spontini, la Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, la Fondazione Federico II Hohenstaufen e la Regione Marche.

Per venire incontro alle molte richieste, la Fondazione Federico II Stupor Mundi ha deciso l’apertura straordinaria serale del Museo fino alle ore 22 (ultimo ingresso), nelle giornate di venerdì, sabato e domenica, nel periodo da venerdì 14 luglio a giovedì 31 agosto. Dal lunedì al giovedì, fino alla fine di agosto, è confermato l’orario dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19. Dal 1 al 15 settembre, il Museo resterà aperto tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19, dopodiché entra in vigore l’orario invernale.

 

Il Museo Federico II Stupor Mundi sorge in una posizione unica al mondo: la stessa piazza dove il 26 dicembre 1194 Costanza d’Altavilla, sotto una tenda in mezzo al popolo, diede alla luce Federico II Hohenstaufen, futuro Re di Germania e di Sicilia e Imperatore del Sacro Romano Impero. Il percorso museale si sviluppa attraverso sedici sale tematiche, disposte su tre piani, che attraverso accurate ricostruzioni scenografiche e tridimensionali, installazioni multimediali, proiezioni di immagini statiche o animate tratte da miniature medievali, olografie, ricostruzioni di oggetti e di costumi e l’utilizzo di tecnologie di ultima generazione, come il video mapping e supporti touch-screen, costituiscono un vero e proprio viaggio immersivo e multisensoriale alla scoperta della vita, delle opere e del lascito dell’Imperatore.

La curatela scientifica è stata affidata a Anna Laura Trombetti Budriesi, docente di Storia medievale all’Università degli Studi di Bologna, coadiuvata da Laura Pasquini e Tommaso Duranti, ricercatori presso il Dipartimento di Storia Culture Civiltà dello stesso ateneo. La direzione generale del progetto museale è a cura di William Graziosi, segretario generale della Fondazione Federico II Stupor Mundi. L’allestimento museografico è stato realizzato dalla società Volume S.r.L di Milano, società leader nel campo degli allestimenti museali e dei servizi per lo spettacolo, capofila per questo progetto di un team di aziende quali Euphon, Studio’80, Castagna-Ravelli e Sydonia Production. Le ricostruzioni scenografiche ed i costumi sono a cura del Laboratorio Scenografico e della Sartoria Teatrale della Fondazione Pergolesi Spontini.

 

INFORMAZIONI e PRENOTAZIONI

Biglietteria

Palazzo Ghislieri, Piazza Federico II, 3 – 60035 Jesi (AN)

Tel. 0731 084470 oppure 0731 202944

www.federicosecondostupormundi.it | info@federicosecondostupormundi.it

 

ORARIO ESTIVO (dal 15 giugno al 15 settembre)

tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19

Da venerdì 14 luglio a giovedì 31 agosto APERTURA STRAORDINARIA SERALE: ogni venerdì, sabato e domenica fino alle 22 (ultimo ingresso).

 

ORARIO INVERNALE (dal 16 settembre al 14 giugno)

GIO-SAB: h 15 – 19

la mattina aperto solo su prenotazione per gruppi e scuole

DOM: h 10-13 e 15-19

 

L’ingresso è consentito ogni 15 minuti a gruppi di 16 visitatori per sala

 

 

BIGLIETTI

INTERO: € 6

RIDOTTO: € 4 (under 18, over 65, gruppi di almeno 10 persone, insegnanti, studenti universitari, soci Icom, Archeoclub, Touring Club, FAI, Italia Nostra, Amici dei Musei, Fondazione Federico II Hohenstaufen)

FAMIGLIA: € 15 (due adulti con due bambini)

INTEGRATO: € 3 (riduzione valida presentando il biglietto di ingresso ad uno dei musei cittadini visitati nella stessa settimana)

GRATUITO: bambini da 0 a 6 anni, giornalisti iscritti all’albo, guide turistiche, disabili con accompagnatore

 

SERVIZI

Visite guidate per gruppi organizzati (solo su prenotazione) € 4 a persona

Audioguida (disponibile in inglese, francese, tedesco anche con versione per bambini) € 1 a persona

Bookshop

Servizi Didattici

Accesso disabili

 

PREVENDITA:

WWW.VIVATICKET.IT by Best Union*(web, call center, punti vendita autorizzati, mobile)

pagamento solo con carta di credito e con una maggiorazione del costo del biglietto di € 1,50 a favore del gestore del servizio.

 

 

 




Campionato provinciale di burraco dei circoli U.s. Acli

Lunedì 17 luglio quinta giornata

 

ASCOLI – Il Centro sociale Tofare, in via Oristano 1 angolo via Napoli, ospiterà lunedì 17 luglio la quinta giornata del Campionato provinciale di burraco dei circoli U.S. Acli della provincia di Ascoli Piceno.

All’iniziativa che, andrà avanti per l’intero anno 2017 con una tappa da svolgersi ogni mese, stanno partecipando 6 squadre ossia il Centro socio culturale Tofare (che presenta due compagini), l’ASD Burraco Ascoli, il Centro socio culturale Filo d’Argento Pacetti di Centobuchi e il Centro socio culturale Tofare di Brecciarolo (che presenta due formazioni).

Dopo le prima quattro giornate del torneo al comando della graduatoria c’è l’ASD Burraco Ascoli con 701 punti, a seguire la formazione Luna Brecciarolo con 681 punti, la formazione Sole Brecciarolo con 680 punti, Tofare 1 con 623, Tofare 2 589 e Centro Filo d’Argento con 566.

Per informazioni sulla manifestazione si possono consultare il sito www.usaclimarche.com oppure la pagina facebook @unionesportiva.aclimarche o il gruppo facebook U.S. Acli Marche settore burraco.

 

 




dalla Fidal Marche

MEETING UNICAM, DOMANI LA SESTA EDIZIONE
Sabato 15 luglio, a Camerino, torna la manifestazione su pista allo stadio universitario Livio Luzi

Un momento importante per l’atletica delle Marche. Domani, sabato 15 luglio allo stadio Livio Luzi di Camerino (MC), si disputa la sesta edizione del Meeting Unicam, ma sarà la prima dopo gli eventi sismici che hanno colpito il territorio l’anno scorso. Gli impianti sportivi e il campus universitario hanno svolto un ruolo fondamentale nella ripartenza dell’attività, anche dal punto di vista didattico. Adesso tornano a ospitare una manifestazione agonistica di rilievo, organizzata dal Comitato regionale Fidal Marche in collaborazione con il Cus Camerino del segretario Roberto Cambriani. Il meeting arriva anche poche settimane dopo che Claudio Pettinari è stato eletto nuovo rettore dell’Università di Camerino e si accinge quindi a ricevere il testimone da Flavio Corradini.
Particolarmente ricco il programma delle gare: per il settore assoluto 200, 400 e 1500 metri sia maschili che femminili, oltre a giavellotto e martello donne. Ben sette le prove riservate ai cadetti (under 16): 800, 1000, alto, lungo, martello, giavellotto e disco, poi 60 e 600 ragazzi (under 14) e 50 metri esordienti (under 12). Al miglior risultato tecnico maschile sarà assegnato il Trofeo Città di Camerino, mentre quello femminile verrà premiato con il Trofeo Unicam in base alle tabelle di punteggio federali, e sono previsti riconoscimenti ai primi tre classificati di ogni gara.
Prosegue quindi il legame tra Fidal Marche e Camerino, che dal 21 al 24 agosto tornerà ad ospitare il raduno regionale estivo, dedicato ai migliori giovani, per il 19° anno di fila. Una tradizione che va avanti dal 1999 e che stavolta vedrà anche lo svolgimento della Festa regionale dell’atletica.

MARCHE PROTAGONISTE AL TERMINILLO
4 successi individuali, vittoria nella classifica femminile e terzo posto finale nell’incontro interregionale under 18

Ancora una serie di brillanti risultati per i giovani atleti marchigiani. Nell’incontro interregionale under 18 “Sulla vetta del Terminillo”, a più di 1500 metri di altitudine, arrivano quattro vittorie individuali e un totale di ben 13 piazzamenti sul podio con cinque secondi e quattro terzi posti. La rappresentativa regionale conquista il successo parziale al femminile, mentre nella classifica finale chiude in terza posizione dietro a Lazio e Toscana, ma davanti a Campania e Umbria. Applausi per la staffetta con Greta Rastelli (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti), Micol Zazzarini (Atl. Avis Macerata), Elisabetta Vandi (Atl. Avis Macerata) ed Emma Silvestri (Collection Atl. Sambenedettese), autentiche dominatrici con 2’12”96 e oltre sei secondi di vantaggio sulla formazione del Lazio. Per il quartetto marchigiano, nella gara con frazioni crescenti di 100, 200, 300 e 400 metri, è anche il miglior tempo di sempre in Italia esclusi quelli ottenuti dalla squadra Nazionale. Al primo posto anche i saltatori in alto Michele Pasquinelli (Sef Stamura Ancona) e Benedetta Trillini (Team Atl. Marche), rispettivamente con 1.95 e 1.65, oltre a Emma Silvestri (Collection Atl. Sambenedettese), davanti a tutte sui 400 metri in 57”08.

RISULTATI
1. Michele Pasquinelli (Sef Stamura Ancona) alto 1.95
1. Emma Silvestri (Collection Atl. Sambenedettese) 400 metri 57”08
1. Benedetta Trillini (Team Atl. Marche) alto 1.65
1. staffetta femminile 100+200+300+400 (Rastelli, Zazzarini, Vandi, Silvestri) 2’12”96
2. Mattia Mecozzi (Sport Atl. Fermo) 100 metri 11”33 (-2.7)
2. Greta Rastelli (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 100 metri 12”42 (-1.4)
2. Elisabetta Vandi (Atl. Avis Macerata) 200 metri 24”83 (-0.4)
2. Francesca Vallorani (Asa Ascoli Piceno) 800 metri 2’19”70
2. Irene Rinaldi (Atl. Fabriano) peso 12.92
3. Alessio Fermani (Team Atl. Porto Sant’Elpidio) 400 metri 51”78 pb
3. Alessandro Caccini (Collection Atl. Sambenedettese) giavellotto 49.91 pb
3. staffetta maschile 100+200+300+400 (Zallocco, Mecozzi, Fermani, Ugoccioni) 2’03”68
3. Mara Marcic (Atl. Avis Macerata) alto 1.59
4. Micol Zazzarini (Atl. Avis Macerata) 200 metri 26”25 (-0.4)
5. Francesco Gagliardi (Mezzofondo Club Ascoli) 800 metri 2’05”52
5. Lorenzo Falappa (Atl. Amatori Osimo) alto 1.76
5. Sofia Paniccia (Sport Atl. Fermo) 100 metri 12”88 (-1.4)
6. Francesco Zallocco (Team Atl. Marche) 100 metri 11”58 (-1.1)
6. Leonardo Burroni (Sef Stamura Ancona) giavellotto 43.33
6. Sara Zuccaro (Atl. Fabriano) peso 9.80
7. Maria Giulia Firmani (Sef Stamura Ancona) 800 metri 2’31”09
8. Marco Ugoccioni (Atl. Avis Macerata) 200 metri 23”64 (+0.4)
8. Lorenzo Corsini (Collection Atl. Sambenedettese) 800 metri 2’09”57

RISULTATI COMPLETI: http://www.fidal.it/risultati/2017/REG15132/Index.htm

MACERATA: CUCCU’ DA RECORD NELLE PROVE MULTIPLE
La sangiorgese firma il primato regionale under 16 nel pentathlon (4178) e anche sugli 80 ostacoli (11”77)

Un’altra bella edizione per il 27° Trofeo Città di Macerata, classico meeting estivo valido quest’anno come Campionato regionale di prove multiple under 16. A lasciare il segno è stata Martina Cuccù che ha realizzato due nuovi primati marchigiani cadette. La 14enne dell’Atletica Sangiorgese Renato Rocchetti, al primo anno di categoria, si è impadronita del record nel pentathlon con 4178 punti, ma l’atleta allenata dalla neomamma Elisa Del Moro ha fatto suo anche quello degli 80 ostacoli con 11”77. Notevoli anche le prestazioni nell’alto (1.62), nel lungo (5.31) e sui 600 metri conclusivi (1’39”69). A completare il podio regionale Arianna Micol Proietti (Atl. Avis Macerata, 3659) e Irene Pesaresi (Atl. Osimo, 3353), nella gara a cui ha preso parte inoltre la laziale Cecilia Rinaldi (Studentesca Rieti Milardi, 3943). Tra i cadetti vittoria nell’esathlon di Emanuele Ghergo (Atl. Osimo) con 3884 punti, davanti al compagno di club Simone Romagnoli (Atl. Osimo, 2883) e Carlo Alberto Del Pontano (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti, 2168).
In una gara di lancio del martello under 20 a invito, vittoria di Andrea Proietti (Studentesca Rieti Milardi) con 67,01. Nuovo record personale per il tricolore allievi Giorgio Olivieri, che arriva a 66,24 in occasione del sesto e ultimo tentativo. Il 16enne sangiorgese del Team Atletica Marche aggiunge più di un metro al 65,06 che aveva finora e diventa il quinto under 18 di sempre in Italia con l’attrezzo da 6 chilogrammi, mentre è il secondo alltime a livello nazionale con quello da 5 kg di categoria (74,96). Nel giavellotto si conferma Emanuele Salvucci (Atl. Avis Macerata) con 63.26, ad appena un metro dal personale.
La manifestazione è abbinata al Memorial Floriana Gentili che ricorda un indimenticabile personaggio dell’atletica maceratese, per essere stata la storica segretaria del comitato provinciale Fidal. Nella classifica per società, quest’anno si impone l’Atletica Fabriano nei confronti dell’Atletica Avis Macerata, club organizzatore del meeting, e dell’Atletica Civitanova.

RISULTATI COMPLETI: http://www.fidal.it/risultati/2017/REG14431/Index.htm

LINK ALLE FOTO
Il Meeting Unicam a Camerino: http://fidalmarche.com/upload/2012/Unicam2012_2.jpg
La rappresentativa delle Marche al Terminillo: http://www.fidal.it/upload/Marche/TOP/Marche_Terminillo2017_top.jpg
La staffetta femminile marchigiana: http://www.fidal.it/upload/Marche/2017/Staffetta_Terminillo2017.jpg
La premiazione del pentathlon cadette a Macerata vinto da Martina Cuccù (autore Maurizio Iesari): http://www.fidal.it/upload/Marche/2017/Cuccu_Gentili2017.jpg
Emanuele Salvucci: http://www.fidal.it/upload/Marche/2017/Salvucci_Gentili2017.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.

 

 




La terapia alternativa nel terzo millennio

Cossignano – La società moderna, indirizzata a curare sempre più l’efficienza e la salute per riuscire a produrre nel modo migliore, ha riscoperto l‘importanza del benessere e della cura delle difese organiche.
In questo ambito sta crescendo l’interesse per le medicine così dette alternative e complementari capaci di affiancare la terapia farmacologica o addirittura cercare talvolta di sostituirla.
Bisogna stare attenti a non commettere atti azzardati, ma è senza dubbio utile conoscere quanto è stato fatto e suggerito nel tempo in diversi Paesi riguardo le numerose possibilità terapeutiche dell’uomo, di sostanze naturali e di rimedi diversi anche se talvolta esoterici.
Di questo argomento parlerà il cittadino onorario Desiderio Passali, professore e rinologo di fama internazionale, nella conferenza “Le terapie alternative nelle malattie delle vie aeree superiori: mito o realtà?” che si terrà nella Chiesa dell’Annunziata di Cossignano, domenica 16 luglio 2017 alle ore 18.30, presentandone e discutendone alcuni aspetti particolari e di indubbio interesse.

 




il profilo di Dante

 

2017-07-14 – Monte Ascensione

 

 

Ph © Alessandro Barbizzi
Copyright www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

 

 




Festival del teatro dialettale: inizia la gara

Si parte con la compagnia “Teatro delle Lune” di Montebelluna che porterà in scena la commedia brillante “Il marito di mio figlio”

Agugliano – Si entra nel vivo della competizione al Festival nazionale del Teatro dialettale di Agugliano. Prima compagnia a scendere in pista, anzi, a salire sul palco del piazzale del Centro Opere Parrocchiali di via Roma, il 15 luglio, è la compagnia “Teatro delle Lune” di Montebelluna (Treviso) che porterà in scena “Il marito di mio figlio” di Daniele Falleri per la regia di Roberto Conte con lo stesso Roberto Conte, Rosanna Berardo, Ermanno Peltrera, Nadia Dal Sala, Dario Fassa, Simonetta Fontanin e Francesco Roncen. Sono temi attualissimi, quelli delle unioni civili, dell’omosessualità e soprattutto dell’omofobia, che vengono trattati però con molto garbo e ovviamente un pizzico di ironia. Per definizione della stessa compagnia, “Il marito di mio figlio” è una commedia brillante con situazioni altamente comiche. La storia racconta di due uomini, Michael e George, che decidono di coronare finalmente la loro storia d’amore con un matrimonio. Decidono che si sposeranno a Madrid e cominciano non solo a fare progetti, ma proprio a programmare tutto nei più piccoli particolari. Quando l’organizzazione del matrimonio è a buon punto, i biglietti sono acquistati e la partenza è immediata, devono però affrontare uno scoglio per niente facile: devono fare outing e confessare la loro omosessualità ai genitori, nella speranza che non venga giù il mondo!

Inutile dire le tinte che prenderà la storia, sempre brillante, che con ironia e vera e propria comicità si dipana nei meandri dei vari intrecci familiari, tra reazioni a catena, equivoci e una partenza per andarsi a sposare sempre più imminente. Psicologie e vissuti diversissimi tra loro saranno messi a confronto, messi in discussione e poi messi d’accordo con la scelta dei due sposi, in un crescendo di simpatia e leggerezza che alla fine metterà tutti d’accordo.

La commedia “Il marito di mio figlio”, che ha già ricevuto dei premi come miglior spettacolo a Treviso, mettendo d’accordo pubblico e critica, è la prima rappresentazione teatrale in gara per il Premio “La Guglia D’Oro” 2017.




Piceno d’Autore, ultimi tre appuntamenti a Monteprandone

 
Da domenica 16 a martedì 18 luglio incontri con gli autori e consegna di premi letterari

 

Monteprandone – Terminata la sezione monografica dell’ottava edizione di Piceno d’Autore, festival letterario che ha portato a Monteprandone illustri personalità del mondo della cultura giuridica come Massimo Cacciari, Gherardo Colombo, Sabino Cassese, Raffaele Guariniello e Aldo Schiavone, da domenica 16 a martedì 18 luglio, a Villa Nicolai, con inizio alle 21,30, si terranno gli ultimi tre appuntamenti della sezione universo editoriale.

Durante le serate saranno assegnati vari premi. Domenica 16 luglio sarà consegnato il “Premio Nazionale all’Editor” a Maria Grazia Mazzitelli, direttrice editoriale della Salani, alla presenza di Bruno Tognolini, autore di “Il giardino dei musi eterni”.

Lunedì 17 luglio Elisa Luvarà, autrice di “Un albero al contrario” riceverà il “Premio Giovane Promessa della Letteratura Italiana”. Coordinano l’incontro Adelia Micozzi e Sonia Loffreda. Infine martedì 18 luglio verrà assegnato il “Riconoscimento alla Casa Editrice” alla Giunti Editore con l’intervento di Alida Daniele, editor della narrativa italiana e straniera. Sarà presente Silvia Ballestra, autrice di “Vicini alla terra”. La serata sarà coordinata da Roberto Ippolito.

Seguirà una degustazione di eccellenze enogastronomiche dei ristoranti Osteria 1887 e Dimora di Bacco e dell’azienda agricola Il Conte Villa Prandone. Collaborano alla serata le associazioni 12 note, Musichiamo e Nuovo Laboratorio Ensemble.

Anche per questo incontro è possibile usufruire di un servizio di bus navetta gratuita da San Benedetto offerto dalla ditta Canali Bus. Ritrovo alle ore 20,45 davanti al liceo scientifico “Benedetto Rosetti”, viale De Gasperi n. 141.

Piceno d’Autore è organizzato dal Comune di Monteprandone, dall’associazione “I luoghi della scrittura” e dalla libreria “La Bibliofila”, con il patrocinio di Regione Marche, Associazione Forense Picena, Unione Camere Penali Italiane, Camere Penale “Ugo Palermi” di Ascoli Piceno e Associazione Librai Italiani e realizzato grazie al contributo di Picenambiente, Teng, GLS, Teknonet, CityPoste Payment, Farmacia Comunale, Residence Borgo da Mare, Il Conte Villa Prandone, Dimora di Bacco, Osteria 1887, Fai Make your stand, Caringola Assicurazioni e Assiconsulting.

Piceno D’Autore

 




Il ritorno delle Acli nei paesi del sisma

Ascoli Piceno – Il prossimo 27 luglio la Presidenza nazionale delle ACLI sarà convocata ad Ascoli Piceno per visitare le zone colpite dal sisma. Alla base di questa iniziativa nessun intento autocelebrativo ma solo la voglia di condivisione e la doverosa rendicontazione dei progetti.
Il viaggio dalla sede nazionale delle ACLI di Roma in Via Marcora  alle zone colpite dal sisma verrà anche documentato con un video. “l’avvicinarsi ai luoghi colpiti da terremoto diventerà così un evento social, grazie alla diretta via Facebook e Twitter”.

Le Acli non arriveranno a mani vuote: partirà da Roma un pulmino Wolkswagen Caravelle che verrà donato alle Acli di Ascoli per facilitare la partecipazione dei ragazzi alle attività di doposcuola, superando le difficoltà dovute alla dislocazione frammentata nelle frazioni dei comuni interessati.
Quanto alle tappe previste la prima sarà ad Ascoli, dove si inizierà con la presentazione dei progetti riguardanti le Marche: “Laboratorio della speranza” (per i comuni di Montegallo, Arquata e Acquasanta Terme), “Anziani e la comunità” (in collaborazione con Acli/UsAcli, Fap Ascoli Piceno), la ristrutturazione della sede Patronato/Caf a Tolentino (MC),  l’acquisto e l’istallazione di un modulo abitativo (mq.36) circolo Acli Propezzano.
Seconda tappa della Presidenza nazionale Acli ad Acquasanta Terme e Arquata, prima poi di arrivare ad Amatrice e ad Accumoli.



Al Bizzarri è la serata delle premiazioni

 

Sabato alla Palazzina Azzurra la chiusura della 24ª rassegna del documentario.
Premi a Vittoria Quondamatteo e Maurizio Compagnoni

 

San Benedetto del Tronto – La 24ª rassegna del documentario Premio Libero Bizzarri si conclude sabato 15 luglio alla Palazzina con una serata dal programma vario e interessante, come da lunga e consolidata tradizione. La conduzione sarà affidata al critico cinematografico Andrea Fioravanti, che presenterà in apertura un omaggio a Libero Bizzarri, comprendente la proiezione del suo documentario “La disamistade” (1962, 10 minuti). A seguire verrà proposto “Whynotcelebration”, documentario di Mauro Martinelli, soggetto e sceneggiatura Stefano Cavezzi e Gianni Schiuma (2017, 12 minuti), sulla celebre discoteca degli anni ’80.

Si passerà poi al premio Bizzarri “Una vita per gli altri”, che verrà consegnato a Vittoria Quondamatteo per il documentario “The Children of the Noon” di Diego Fiori e Olga Pohankova (2016, 107 minuti) con musiche di Luigi Pulcini, sulle attività quotidiane di bambini e adolescenti nell’orfanotrofio di Nchiru, in un piccolo villaggio del Kenya, fondato dalla stessa Quondamatteo.

Successivamente verrà consegnato il premio Bizzarri alla comunicazione sportiva al giornalista di Sky Sport Maurizio Compagnoni, e infine un omaggio a Paolo Villaggio dal titolo “Il calcio del ragionier Ugo Fantozzi”, attraverso la proiezione di alcuni spezzoni tratti dalla saga del celebre personaggio. L’appuntamento con la serata conclusiva del Bizzarri è per le ore 21,30, con ingresso libero.

Anche quest’anno la rassegna ha confermato un successo testimoniato da serate tutte “sold out” alla Palazzina, da quella iniziale dedicata alla storia della Sambenedettese, a quelle successive, con Gene Gnocchi, Luigi Maria Perotti, allenatori di calcio e altre storie. I temi affrontati nel corso dei dibattiti sono stati molti e forse più che in passato. Rari, inediti e sempre preziosi i filmati proiettati sullo schermo. Archiviata l’edizione 2017, non resta che attendere le future proposte di una manifestazione culturale longeva e ormai caratterizzante la vita culturale sambenedettese.

 

 

 




InformaGiovani – bacheche_130717

 

InformaGiovani – San Benedetto del Tronto

Consultare l’allegato:

bacheche_130717