Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 01:31 di Mar 21 Nov 2017

FestivaLiszt. Standing ovation per il giovane pianista russo Maximov

di | in: Cultura e Spettacoli

Ilya Maximov

Giovedì 24 agosto conferenza su “Liszt nel Cinema”

Grottammare. Standing ovation per il russo Ilya Maximov, astro nascente del pianismo internazionale che dopo aver eseguito, nell’affollata chiesa di San Giovanni Battista, un programma molto impegnativo e corposo (Beethoven , Chopin, Liszt e Rachmaninov) ha concesso ben 4 bis mandando in visibilio il folto pubblico. I brani che hanno toccato di più le corde dei numero spettatori, di tutte le età, la Polonaise di Chopin e la Valée d’Obermann di Liszt, tanto che si sono alzati in piedi ed hanno applaudito il bravissimo pianista per quasi 10 minuti.
Il XV FestivaLiszt entra nel clou con l’ atteso l’incontro/ conferenza, il 24 agosto nel chiostro di S. Agostino ore 19, sul tema “Le emozioni in musica – Liszt nel cinema” in collaborazione con la Fondazione Libero Bizzarri che vede tra i relatori Francesca Romana Vagnoni (coordinatrice Fondazione Bizzarri) e Francesca Virgili (musicista e compositrice). La figura del grande compositore ungherese ha ispirato il cinema già negli anni Trenta, con l’avvento del sonoro. In tutto una decina sulla sua vita ed altri quaranta, come personaggio secondario, o “spalla” di altri compositori. Nel film “Sogno d’amore” il ruolo di Liszt venne interpretato da Dirk Bogarde fino all’ultimo “Listomania” del regista Ken Russel, interpretato da Roger Daltrey. Sono almeno trecento, invece, i film che utilizzano la musica di Liszt nella colonna sonora: da Eyes Wide Shut, ultimo film di Stanley Kubrick , a “Chi ha incastrato Roger Rabbit?” di Robert Zemeck fini ai cartoni animati, uno per tutti “Tom e Jerry.


 

© 2017, Redazione. All rights reserved.

image_pdfimage_print



23 agosto 2017 alle 19:34 | Scrivi all'autore | | |

Ricerca personalizzata