dalla Città

2017-11-14

 

Il Comune concede contributi per riequilibrare la pressione tributaria

 

Dal 15 novembre al 15 dicembre 2017 sono aperti i termini per la presentazione delle domande per la concessione di un contributo economico straordinario per il riequilibrio della pressione tributaria.

 

Per fare domanda occorrono i seguenti requisiti:

–        residenza nel Comune di San Benedetto del Tronto;

–        indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) in corso di validità non superiore a € 7.500,00

–        essere in regola con il pagamento dei tributi comunali per l’anno 2017

–        il nucleo familiare dichiarato per il calcolo ISEE deve coincidere con quello sul quale è stato calcolato il tributo.

 

Il valore del contributo verrà determinato sulla base della somma prevista in bilancio di € 40.000,00, ripartito sulla base del numero dei soggetti richiedenti ed ammessi al beneficio e comunque non potrà essere superiore al 40% della tassa rifiuti versata nel 2017.

 

La domanda deve essere presentata utilizzando l’apposito modello in distribuzione presso l’Ufficio Politiche Sociali (secondo piano) o l’U.R.P. (piano terra) e disponibile anche sul sito internet del Comune www.comunesbt.it  (sezione “Altri bandi e avvisi”).

 




CittadinanzAttiva su abolizione del superticket: “Si passi dalle parole ai fatti”

 

 

Domani le nostre 35000 firme comunicate in Assemblea del Senato.

 

 

 

Roma, 14 novembre 2017 – “Sull’abrogazione del superticket, è necessario passare dalle parole ai fatti per non deludere le aspettative dei cittadini e rilanciare il Servizio Sanitario Nazionale”, afferma Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva.

Domani, infatti, grazie alla disponibilità del Presidente Pietro Grasso e della Presidente della Commissione Igiene e Sanità del Senato, Emilia De Biasi, sarà data comunicazione all’Assemblea del Senato della petizione per l’abolizione del superticket le cui 35000 firme raccolte sono state consegnate da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato la scorsa settimana in occasione dell’audizione sul DDL Bilancio.

“Ci appelliamo al Parlamento, al Governo e ai diversi schieramenti politici che stanno sostenendo pubblicamente la nostra richiesta, affinché si approvino gli emendamenti presentati alla Legge di Bilancio, per l’abolizione del superticket. Ci auguriamo che anche le Regioni sostengano questa misura – continua Tonino Aceti. Con l’abrogazione si rilancerebbe concretamente la sanità pubblica eliminando il paradosso che oggi vede, in alcuni casi, il privato più conveniente del servizio pubblico e si darebbe un segnale concreto di attenzione alla salute e ai redditi dei cittadini. L’abolizione gioverebbe anche alle casse del SSN in quanto alcune prestazioni che oggi risultano più convenienti nel privato rientrerebbero nel canale pubblico con relativo gettito da ticket”.

 

Trovi il comunicato:

http://www.cittadinanzattiva.it/comunicati/salute/10796-abolizione-del-superticket-si-passi-dalle-parole-ai-fatti.html

 




Nuova sede per il Sieber

L’istituto musicale è stato spostato nel plesso dell’ex scuola primaria Ciabattoni garantendo maggiori spazi rispetto al passato. L’inaugurazione si è tenuta domenica 12 novembre

OFFIDA, 2017-11-14 – Inaugurata la nuova sede dell’Istituto musicale Sieber. Il 12 novembre scorso il primo cittadino, Valerio Lucciarini, ha tagliato il nastro nel plesso dell’ex scuola primaria Ciabattoni. L’amministrazione comunale ha ritenuto doveroso concedere nuovi spazi all’istituto ritenendo che il Sieber sia fondamentale, non solo per i cittadini di Offida ma per tutto il territorio limitrofo.

Nella nuova sede saranno 7 le stanze dedicate alla musica e ciò permetterà di avviare corsi dedicati a nuovi strumenti, oltre a quelli già in essere. Inoltre il Sieber sarà aperto tutto l’anno tranne che per la canonica pausa estiva.

“L’inaugurazione di questa nuova sede – ha commentato il Sindaco – potrebbe dare il via a un nuovo polo culturale offidano”.

Per informazioni e iscrizioni ai corsi, contattare la segreteria 0736-889093, l’ufficio Cultura allo 0736-888706 oppure inviare una mail a infosieber@comune.offida.ap.it

 




Vienna Cammarota è arrivata a Napoli

2017-11-14

 

 

STRAORDINARIA IMPRESA DELLA GUIDA AIGAE

 
AD ACCOGLIERLA Alessandra Clemente, Assessore ai Giovani ed alle Politiche Giovanili con delega all’ Immagine e promozione della Città, del Comune di Napoli.

 

 

SOLO LEI STA RIUSCENDO IN QUESTA IMPRESA – 68 ANNI – A PIEDI TUTTO IL VIAGGIO DI GOETHE – PARTITA IL 28 AGOSTO DA KARLOVY VARY – DOMANI ANCORA NAPOLI – POI POMPEI E PAESTUM

 

 

Clemente:  “A nome del sindaco De Magistris, di tutte le napoletane e di tutti i napoletani abbiamo abbracciato Vienna Cammarota consegnandole la medaglia che rappresenta lo Stemma di Napoli. Vienna ci sta regalando un momento  altissimo di storia culturale dell’Europa e di Npaoli. Guide Aigae preparatissime, veri atleti della promozione territoriale. Speriamo di coinvolgerle negli eventi di Maggio”.

 

Cammarota :  “Sono emozionata per tanta accoglienza. Napoli è gioia”.

 

Domani – Mercoledì 15 Novembre – Ore 11 e 30 – al Goethe Institut di Napoli – in Via Cappella Vecchia – ad accoglierla di persona ci sarà la direttriceMaria Carmen Morese. Incontro aperto alla stampa. 

 

 

“Napoli è un paradiso dove ciascuno vive in una sorta di ebrezza obliosa così è per me. Non so riconoscermi mi pare di essere un altro”.   E’ con le parole di Goethe che alle ore 12 e 15 di oggi, Vienna Cammarota ha fatto il suo ingresso a Palazzo San Giacomo, accolta da Alessandra Clemente, Assessore ai Giovani ed alle Politiche Giovanili con delega all’ Immagine e promozione della Città, del Comune di Napoli.

“ A nome anche del sindaco Luigi De Magistris – ha affermato Alessandra Clemente –  della città di Napoli, a nome di tutte le napoletane e di tutti i napoletani, oggi abbracciamo Vienna che ci sta regalando un’emozione fortissima. Vienna ci sta regalando un momento altissimo di storia culturale dell’Europa e di Napoli. Un momento di incontro, un viaggio che sta permettendo a tutti, anche ai non napoletani questa forte emozione fatta di narrazione e rapporti umani. Oggi abbiamo consegnato a Vienna la Medaglia che rappresenta lo Stemma di Napoli con il Gonfalone con i colori della città che sono il giallo ed il rosso, le Torri e soprattutto il richiamo all’oro che è la Medaglia al Valor Civile”.

 

https://www.youtube.com/watch?v=bchAc2WQHZc&feature=youtu.be Immagini bellissime ed interviste – web tv del Comune di Napoli – potete tranquillamente scaricare e pubblicare, grazie.

 

https://we.tl/YN6nFCU15L – arrivo di Vienna Cammarota a Napoli a Palazzo San Giacomo

 

https://we.tl/mffVHPPo6v  Alessandra Clemente consegna ufficialmente la Medaglia del Sindaco di Napoli alla Guida AIGAE – Vienna Cammarota –

 

https://we.tl/YP055yejWt  – le spettacolari immagini di Vienna Cammarota ed Alessandra Clemente affacciate dal secondo piano e sullo sfondo il mare, il porto, il Vesuvio, il Monte Somma.

 

 

“Le Guide Aigae sono forti, hanno una grande tempra atletica – ha concluso Clemente –  stanno mostrando un elevato livello di preparazione e oggi comunico che sarebbe bello coinvolgerle negli eventi in programma a Maggio, durante i quali sarebbe importante lo svolgimento di escursioni in ambienti naturali”.

 

Molto bello  e solare anche il dialogo diretto tra Vienna e l’assessore Clemente, che insieme hanno guardato Napoli ed il porto dall’alto del secondo piano di Palazzo San Giacomo.

 

“Mi sono emozionata a Napoli. L’incontro è stato emotivamente forte. Ho invitato ed invito tutti nella mia terra che è il Cilento, Felitto. Napoli città meravigliosa, ospitale – ha commentato la Cammarota – con una grande accoglienza da parte dell’assessore Clemente”. Proprio l’assessore ha rivolto alla guida Aigae numerose domande chiedendo a Vienna di descrivere le emozioni provate lungo i 1600 chilometri a piedi dalla Repubblica Ceca. Il tutto con sullo sfondo Napoli, il mare, il Monte Somma ed il Vesuvio.

“E’ Napoli che mi rallegra – ha dichiarato la Cammarota interpellata dalla stampa presente – la mia riflessione è anche sull’Europa che è sempre più distaccata dalla sua cultura, quella europea”.

Domani alle ore 11 e 30, sarà la direttrice del Goethe Institut, Maria Carmen Morese, ad accogliere Vienna al suo arrivo in Via Cappella Vecchia. Domani la Guida Ambientale Escursionistica AIGAE si recherà in visita proprio al Goethe Institut di Napoli.

Sarà il Comune di Napoli ad accoglierla con calore domani al suo arrivo a Napoli. Dopo avere attraversato a piedi la Boemia, la Baviera, l’Austria, le Alpi, il Trentino, il Veneto, l’Emilia – Romagna, la Toscana, l’Umbria, l’Abruzzo, il Lazio, Vienna Cammarota sta riuscendo nella grande impresa  e libro di Goethe in mano entrerà domani, Martedì 14 Novembre, a piedi nella città di Napoli.

Domani dunque la Guida di anni 68 entrerà a piedi in città a Napoli. Partirà di mattina presto da Casoria, alle ore 12 il ricevimento a Palazzo San Giacomo aperto alla stampa.

“Goethe fu ospite dell’Ambasciatore Hamilton a Napoli – ha proseguito Vienna Cammarota – proprio dove oggi sorge il Goethe Institut. Ed ecco cosa scrisse nell’ammirare le bellezze anche del palazzo di cui fu ospite  : “Naturalmente chi dispone di tempo, di senso pratico e di danaro può accomodarsi anche qui con larghezza e soddisfazione. È il caso di Hamilton, che s’è fatto qui un gran bel nido – scrive Goethe –  e ne gode sul declinare dei suoi giorni. Le sue stanze, che ha fatto arredare secondo il gusto inglese, sono deliziose, e da quella d’angolo la vista può dirsi senza uguali: ai nostri piedi il mare, di fronte Capri, a destra Posillipo, sul fianco la passeggiata della Villa Reale, a sinistra un vecchio palazzo dei Gesuiti e, più lontano, la costa di Sorrento fino al Capo Minerva. Difficilmente si troverebbe qualcosa di somigliante in Europa, almeno nel cuore d’una grande città popolosa. Hamilton è un uomo di gusti universali; ha spaziato attraverso tutti i regni della creazione artistica, e finalmente è approdato al capolavoro dell’artefice sommo: una bella donna”.

Ed ancora su Napoli.

“Goethe  – ha concluso Cammarota – scrive di Napoli :L’eccezionale giocondità che qui si nota dappertutto ci riempie di gioia e di simpatia. I fiori e i frutti multicolori di cui s’adorna la natura sembrano invitare gli umani a rivestire se medesimi e tutto ciò che usano delle più vivaci tinte. Chiunque, purché lo possa, s’infronzola di scialli e di nastri di seta, mette fiori sui cappelli. Nelle case più modeste fiorami variopinti su fondo oro ornano sedie e cassettoni, e anche i calessini sono verniciati di rosso fiammante, hanno intagli dorati, ei cavalli che li tirano portano ghirlande di fiori finti, fiocchi vermigli, fregi di similoro; molti inalberano ciuffi di piume e finanche bandierine, che nella corsa traballano a ogni movimento. Noi abbiamo il vezzo di chiamare barbara e priva di gusto la predilezione per i colori vistosi, e può darsi che in qualche modo lo sia a volte, o lo diventi; ma in realtà sotto il cielo serenamente azzurro non c’è nulla di vistoso, poiché nulla può vincere lo splendore del sole e il suo riflesso nel mare”.

Domani l’incontro al Goethe Institut, ad accoglierla la direttrice in persona, Maria Carmen Morese.

 

 




da Giulianova


Allerta rossa per il maltempo. Il sindaco ordina la chiusura delle scuole per domani.

A seguito dei bollettini emessi dalla Protezione Civile che annunciano un’ondata di maltempo e un codice rosso, il massimo, per il rischio idraulico dei fiumi e dei corsi d’acqua, il sindaco Francesco Mastromauro ha deciso la sospensione delle attività didattiche e amministrative nelle scuole cittadine di ogni ordine e grado per domani, 15 novembre.
Le previsioni, infatti, indicano l’arrivo di rovesci e temporali molto intensi oltre a forti raffiche di vento per cui altri sindaci hanno egualmente adottato, e per le stesse ragioni, ordinanze di chiusura delle rispettive scuole.
Il sindaco, che ha attivato il COC – Centro Operativo Comunale presso il Comando della Polizia Municipale (tel. 085 – 80.21.248), raccomanda alla cittadinanza di prestare la massima attenzione e di prendere le precauzioni del caso, nonché di usare l’auto solo in caso di reale necessità.

 




A Teatro con mamma e papà

Sei appuntamenti pensati per i più piccoli

Da domenica 26 novembre prende il via la rassegna diretta da Marco Renzi

Civitanova 14 novembre – Si inaugura il 26 novembre la sesta edizione della rassegna A teatro con mamma e papà, rivolta ai bambini e alle famiglie, con la direzione artistica di Marco Renzi. Organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Civitanova Marche, dall’Azienda dei Teatri e da Proscenio Teatro, è stata presentata questa mattina dall’assessore Maika Gabellieri, dalla presidente TDiC Silvia Squadroni e dal direttore artistico.

“Il teatro è uno spazio educativo – afferma l’assessore Gabellieri – , dove si ha l’occasione per apprendere questo mondo, sia come spazio fisico che come luogo d’arte. Crediamo fortemente nella rassegna, portata avanti con grande impegno e con continua crescita”. Aggiunge la presidente Squadroni: “Questi appuntamenti sono importantissimi per i più piccoli, anche per la loro formazione e conoscenza”.

Sei spettacoli, sempre di domenica, al Teatro Annibal Caro alle ore 17, fino all’11 marzo 2018, compongono il cartellone della stagione. “Sono pochissimi – sostiene Renzi – i Comuni che possono vantare una programmazione così ricca. I bambini possono così vivere una esperienza con lo spettacolo dal vivo che ricorderanno: ogni recita presenta una sua unicità e tratta temi sempre attuali, da migliaia di anni”.

Si inizia domenica 26 novembre con Cenerentola Folk. Sull’onda del successo del precedente Cappuccetto Blues, Teatro Invito di Lecco si impegna ancora nella trasposizione di una fiaba classica in chiave di Teatro Canzone. Il 10 dicembre tocca al Teatrino dei fondi di Pisa con Il pesciolino d’oro, tratto dall’omonimo titolo di Aleksandr Puskin. Lo spettacolo racconta la vicenda, attraverso gli occhi e il ricordo del vecchio pescatore, con l’aggiunta di alcuni divertentissimi battibecchi tra il marito e la moglie e con il prezioso ausilio di una suggestiva scena che diverrà di volta in volta barca, casa, palazzo e castello colmando i piccoli spettatori di stupore.

Il 21 gennaio 2018, Proscenio Teatro porta in scena Punto e Punta, la vera, incredibile e mai prima d’ora raccontata, storia del mondo. Narrazione, burattini, pupazzi mossi a vista, figure e oggetti animati, videoproiezioni sono gli ingredienti di quest’opera e non mancheranno le interazioni con il giovane pubblico. Quarto appuntamento, il 4 febbraio 2018, con la compagnia I guardiani dell’oca di Guardiagrele (Chieti) con Cappuccetto rosso, novella musicale con attori, pupazzi e ombre, liberamente tratto dall’omonimo testo di Perrault.

Il 25 febbraio 2018 arriva al Teatro Annibal Caro Alì Babà e i quaranta ladroni, portata in scena dai Fratelli di taglia, di Riccione. Questa produzione vuole essere un altro punto in movimento nella ricerca di nuovi linguaggi scenici e di interpretazione di classici per ragazzi.

Il cartellone si chiude domenica 11 marzo con Le quattro stagioni dell’elfo verdino del Teatro evento di Modena. L’elfo Verdino con la sua straordinaria capacità di raccontare guiderà i bambini alla scoperta delle stagioni, delle loro caratteristiche, del loro avvicendarsi, dei loro diversi colori, attraverso quattro diverse fiabe.

La rassegna fa parte di un progetto molto ampio, Tir – Teatri in rete, che coinvolge dieci Comuni nelle province di Ancona (Osimo), Macerata (Civitanova Marche, Monte San Giusto, Treia), Fermo (Fermo, Montegranaro, Montegiorgio, Porto San Giorgio), Ascoli Piceno (Comunanza, Grottammare). Si tratta del più grande circuito di teatro per l’infanzia e l’adolescenza nella parte sud della regione Marche, avviato 32 anni fa.

Il prezzo del biglietto di ogni singolo spettacolo è di 6 euro, l’abbonamento costa 27 euro (non è personale, quindi può essere ceduto a qualsiasi persona, e assicura sempre il posto). Per sottoscriverlo basta telefonare fino al 23 novembre ai seguenti numeri: 0734/440361-440368 dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 13,30, in altri orari 335/5268147.




Successo a Bologna per l’Aida cibernetica messa in scena da Francesco Micheli

Lo spettacolo coprodotto con il Comunale è in cartellone fino al 22 novembre

Macerata, 2017-11-14 – È un successo la prima di Aida andata in scena domenica sera al Teatro Comunale di Bologna. L’opera di Giuseppe Verdi, diretta da Francesco Micheli, continua così ad incassare applausi dal pubblico. Presente in sala per questa speciale occasione anche il presidente dell’Associazione Arena Sferisterio, Romano Carancini. Lo spettacolo, coprodotto con il Comunale di Bologna, ha debuttato al Macerata Opera Festival nel 2014, in occasione dei cinquanta anni di opera lirica allo Sferisterio, ed è stata ripreso proprio la scorsa estate. 

A Bologna, l’ Aida rimarrà in programmazione fino al 22 novembre. Le scene sono di Edoardo Sanchi, i disegni di Francesca Ballarini, i costumi di Silvia Aymonino e le coreografie di Monica Casadei, interpretate dalla Compagnia Artemis Danza. Sul podio dell’Orchestra del teatro felsineo Frédéric Chaslin, già apprezzato protagonista delle stagioni operistiche e sinfoniche bolognesi; il Coro del Teatro Comunale di Bologna è guidato da Andrea Faidutti. La recita di Aida del 12 novembre è stata anche registrata e trasmessa in differita da Rai Radio3.

L’allestimento, adattato per uno spazio più ridotto rispetto all’Arena maceratese, è stato ulteriormente perfezionato entro un percorso di riflessione e maturazione, come già si era potuto notare a Macerata la scorsa estate.

A Bologna la protagonista femminile è Monica Zanettin, che si avvicenda con Anna Lucrezia García. Nel ruolo di Radamès si alternano Carlo Ventre e Antonello Palombi. Nei panni di Amneris sono impegnate Nino Surguladze e Cristina Melis, in quelli del padre di Aida Amonasro Dario Solari e Stefano Meo, in quelli di Ramfis Enrico Iori e Antonio Di Matteo. Completano il cast Beth Hagermann (Gran Sacerdotessa), Luca Dall’Amico (il Re) e Cristiano Olivieri (Messaggero).




I vertici dell’Anvr a UniMc

 

Due giovedì di incontri con il presidente Andrea Graziosi e la vicepresidente Raffaella Rumiati.

 

Macerata – Valutazione e qualità: l’Università organizza un doppio appuntamento con i vertici dell’Anvur, l’Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca. Due appuntamenti importanti appuntamenti formativi e informativi, il primo giovedì 16 novembre alle 15 al Polo Pantaleoni con il presidente Andrea Graziosi. Dopo i saluti del rettore Francesco Adornato e l’introduzione della delegata alla ricerca Carla Danani, interverranno le docenti Catia Giaconi, Benedetta Giovanola, Laura Melosi, Elisabetta Michetti, Francesca Spigarelli, Bianca Sulpasso. Il secondo incontro ci sarà giovedì 23 novembre alle 9.30 all’Auditorium Unimc con la vicepresidente Raffaella Rumiati. Si parlerà della valutazione della formazione universitaria.

 

 




da Grottammare

 

Caso TARI, a Grottammare è quella giusta
L’amministrazione comunale rassicura sulla corretta applicazione della tariffa

In merito al caso TaRi, a Grottammare non c’è motivo di preoccuparsi. La Tassa Rifiuti è calcolata correttamente sin dalla sua prima applicazione: alle abitazioni è applicata sia la quota fissa che la quota variabile, ma alle pertinenze è riservata solo la quota fissa.
La tassa sui rifiuti (TARI) è il tributo destinato a finanziare i costi relativi al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti ed è dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte suscettibili di produrre i rifiuti medesimi. Le attuali regole di calcolo sono in vigore dal 2013.

“I pochissimi errori sono stati da tempo individuati e corretti – fanno sapere dall’ufficio Tributi, mostrando anche un esempio di calcolo – Per esempio, per una famiglia di quattro persone che occupa un appartamento di 90 mq e un garage di 18 mq, la tariffa, riportata nell’avviso ricevuto lo scorso aprile, la TaRi è così composta:


“Per quanto riguarda il comune di Grottammare, rassicuro i cittadini che i nostri conti sono esatti – afferma l’assessore all’Ottimizzazione delle risorse e vice sindaco Alessandro Rocchi -. In questi giorni, i mezzi di informazione riferiscono che molti Comuni avrebbero calcolato la Tassa rifiuti in misura iniqua: avrebbero cioè applicato la quota variabile della tariffa non solo alle abitazioni, come dovuto, ma anche alle loro pertinenze, aumentando così di molto il totale pagato da ciascun contribuente. In mancanza di un riferimento normativo certo in materia, abbiamo deciso secondo il buon senso e quindi stabilito da subito che la quota variabile non venisse applicata alle pertinenze dell’abitazione principale. Invito comunque chi avesse dei dubbi a fare riferimento ai nostri uffici per i necessari chiarimenti”.
I cittadini possono verificare la correttezza della tassa loro applicata semplicemente consultando l’avviso ricevuto, ma in ogni caso il servizio Tributi è a disposizione per qualsiasi informazione o richiesta di chiarimento ulteriore, anche telefonicamente al numero 0735.739269 o all’indirizzo mail: tributi@comune.grottammare.ap.it
Gli orari di ricevimento al pubblico sono i seguenti: lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle 9.30 alle 12.30; martedì dalle 15.30 alle 17.30.

14.11.2017

Lavori, più sicuro l’accesso al cimitero
Varato un pacchetto da 47.000 € di opere di manutenzione straordinaria

Un pacchetto da 47.000 € di lavori è stato recentemente approvato dalla giunta comunale per la manutenzione straordinaria del civico cimitero. Si tratta di opere di vario genere, che vanno a migliorare sia la viabilità esterna al complesso, sia la fruibilità interna da parte dei visitatori.

Il progetto è stato redatto dal Servizio Manutenzioni e Patrimonio e distingue le opere in lavori stradali e lavori edili. Nel primo caso, è prevista la sistemazione con asfaltatura della stradina bianca che si trova lateralmente al complesso sul lato nord-ovest. I lavori edili consistono, invece, nella realizzazione di una nuova cancellata in ferro per l’unico accesso carrabile al cimitero; nella messa in sicurezza e consolidamento dei cornicioni di alcuni loculi che presentano segni di distacco del calcestruzzo ammalorato; nella realizzazione di una tettoia con struttura in legno lamellare e nel ripristino del cornicione in mattoni della chiesetta interna.

I fondi necessari per eseguire gli interventi ammontano a 47.706,58 € e provengono da avanzi di bilancio accantonati negli anni: “Una cifra non piccolissima – commenta il sindaco Enrico Piergallini – che si aggiunge al massiccio investimento relativo alla costruzione dei nuovi loculi. Con queste risorse riusciremo a mettere in sicurezza queste aree e soprattutto a rendere più agevole un accesso al cimitero che sta diventando sempre più frequentato dai visitatori del nostro camposanto”.

Il servizio Manutenzione riferisce che le pratiche di affidamento delle opere sono già partite e termineranno entro l’anno. I cantieri partiranno tra la fine dell’anno e i primi mesi del prossimo e opereranno parallelamente a quello attualmente in corso per l’ampliamento del cimitero, con la realizzazione di un nuovo blocco di loculi nell’ala ovest.
14.11.2017




Immigrazione e adolescenza

 

Convegno e film con giuristi, psicologi e assistenti sociali

Giovedì 16 novembre, una giornata di studi sulla crisi identitaria dei giovani immigrati. Nel pomeriggio, proiezione gratuita del docufilm “Homeward Bound: sulla strada di casa”, la storia di cinque adolescenti dell’Hotel House.

Macerata – L’Università di Macerata – Dipartimento di giurisprudenza, corso di laurea in teorie, culture e tecniche per il servizio sociale, con il patrocinio dell’Ordine assistenti sociali e dell’Ordine degli psicologi delle Marche, organizza per giovedì 16 novembre il convegno “Immigrazione e adolescenza”. L’incontro si terrà all’auditorium UniMc in via Padre Matteo Ricci, 2 dalle 9.30 alle 13 e dalle 15 alle 18.

La giornata di studio approfondirà il tema delicato e complesso delle seconde generazioni, nello specifico dei figli adolescenti degli immigrati, giunti in Italia in tenera età al seguito della famiglia. Questi ragazzi si trovano a vivere oggi una crisi identitaria, spinti, da un lato, verso l’inserimento nel tessuto sociale locale, con le sue regole e tradizioni, e, dall’altro, verso una ricerca dell’identità culturale legata al paese di origine della famiglia.

“Il giurista –  spiega Giuseppe Rivetti, presidente del corso di laurea –  non potrà sottrarsi dalla ricerca di un punto di equilibrio tra le regole fondamentali di questi nuovo gruppi e i principi non negoziabili del nostro ordinamento statale.

 

“I flussi migratori – prosegue il docente – comportano l’incontro/scontro tra culture, da cui scaturisce contrapposizione e convivenza; in altre parole, un nuovo ordine, fondato su dinamiche in evoluzione e la nascita di identità non distaccate dalle originarie appartenenze, soprattutto familiari, e non sempre in completa armonia con il nuovo contesto sociale. Nuove identità che vivono le tensioni e le contraddizioni di una doppia appartenenza. Si tratta di un fenomeno caratterizzato da complessità, rispetto alle quali ognuno ha le proprie rassicuranti incertezze.”.

 

Nel corso della mattinata, dopo i saluti del rettore Francesco Adornato, del direttore del Dipartimento di giurisprudenza Ermanno Calzolaio, della vicepresidente dell’Ordine degli assistenti sociali Marika Di Prodi, del presidente dell’Ordine degli psicologi Luca Pierucci, si svolgerà una tavola rotonda, coordinata da Giuseppe Rivetti, presidente del corso di laurea in teorie, culture e tecniche per il servizio sociale, a cui prenderanno parte Mariano Cingolani, ordinario di medicina legale Unimc, Milena Foglia e Maria Luisa Mazzetta, psicologhe e psicoterapeute, Giampaolo Paticchio, docente ed educatore, Elisabetta Ripari, assistente sociale  e specialista. Seguiranno gli interventi programmati di Silvia Coltorti, psicologa e psicoterapeuta, Alessandra D’Alessandro, dirigente medico, Giacomo Furlani, assistente sociale, giudice onorario del tribunale minorenni delle Marche.

 

Alle 15.00 sarà proiettato, alla presenza degli autori, il film “Homeward Bound: sulla strada di casa”, per la regia di Giorgio Cingolani e Claudio Gaetani, prodotto nel 2016 da Video e Ethnology Eorldwide e patrocinato da Amnesty International Italia. L’evento, gratuito, è rivolto a studenti e professionisti e prevede il riconoscimento di crediti per assistenti sociali.

 

La pellicola narra le storie di cinque adolescenti, la loro vita quotidiana, fatta di scuola, sport, amici, divisa tra l’Hotel House e il territorio circostante. I registi si sono soffermati sui sogni dei ragazzi protagonisti, sulle loro aspirazioni, delusioni, difficoltà, il tutto collegato dalla complessità di essere “giovani stranieri” e quindi la difficoltà a rapportarsi con la società che li ha accolti.

Claudio Gaetani, regista e docente di linguaggio cinematografico all’Università di Macerata, ha coinvolto quattro di loro come attori protagonisti del videoclip del brano musicale Continentale dei Lettera 22, finalista a Musicultura.

Il film ha debuttato l’anno scorso al Festival del cinema Crossing Europe di  Linz e da allora è stato proiettato in numerose sale cinematografiche marchigiane oltre ad essere stato selezionato in diversi concorsi cinematografici internazionali, come ad esempio l’Access Code Long International Film Festival di Bangalore, il NNF Near Nazareth Festival, lo Human  District International Film Festival di Belgrado, il Ekurhuleni International Film Festival in Sudafrica, e italiani, come ad esempio  il Lecce Film Festival ed  il Sila International Film Festival.