Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 02:48 di Ven 24 Nov 2017

Vienna Cammarota è arrivata a Napoli

di | in: Cronaca e Attualità

Alessandra Clemente e Vienna Cammarota

2017-11-14

 

 

STRAORDINARIA IMPRESA DELLA GUIDA AIGAE

 
AD ACCOGLIERLA Alessandra Clemente, Assessore ai Giovani ed alle Politiche Giovanili con delega all’ Immagine e promozione della Città, del Comune di Napoli.

 

 

SOLO LEI STA RIUSCENDO IN QUESTA IMPRESA – 68 ANNI – A PIEDI TUTTO IL VIAGGIO DI GOETHE – PARTITA IL 28 AGOSTO DA KARLOVY VARY – DOMANI ANCORA NAPOLI – POI POMPEI E PAESTUM

 

 

Clemente:  “A nome del sindaco De Magistris, di tutte le napoletane e di tutti i napoletani abbiamo abbracciato Vienna Cammarota consegnandole la medaglia che rappresenta lo Stemma di Napoli. Vienna ci sta regalando un momento  altissimo di storia culturale dell’Europa e di Npaoli. Guide Aigae preparatissime, veri atleti della promozione territoriale. Speriamo di coinvolgerle negli eventi di Maggio”.

 

Cammarota :  “Sono emozionata per tanta accoglienza. Napoli è gioia”.

 

Domani – Mercoledì 15 Novembre – Ore 11 e 30 – al Goethe Institut di Napoli – in Via Cappella Vecchia – ad accoglierla di persona ci sarà la direttriceMaria Carmen Morese. Incontro aperto alla stampa. 

 

 

“Napoli è un paradiso dove ciascuno vive in una sorta di ebrezza obliosa così è per me. Non so riconoscermi mi pare di essere un altro”.   E’ con le parole di Goethe che alle ore 12 e 15 di oggi, Vienna Cammarota ha fatto il suo ingresso a Palazzo San Giacomo, accolta da Alessandra Clemente, Assessore ai Giovani ed alle Politiche Giovanili con delega all’ Immagine e promozione della Città, del Comune di Napoli.

“ A nome anche del sindaco Luigi De Magistris – ha affermato Alessandra Clemente –  della città di Napoli, a nome di tutte le napoletane e di tutti i napoletani, oggi abbracciamo Vienna che ci sta regalando un’emozione fortissima. Vienna ci sta regalando un momento altissimo di storia culturale dell’Europa e di Napoli. Un momento di incontro, un viaggio che sta permettendo a tutti, anche ai non napoletani questa forte emozione fatta di narrazione e rapporti umani. Oggi abbiamo consegnato a Vienna la Medaglia che rappresenta lo Stemma di Napoli con il Gonfalone con i colori della città che sono il giallo ed il rosso, le Torri e soprattutto il richiamo all’oro che è la Medaglia al Valor Civile”.


 

https://www.youtube.com/watch?v=bchAc2WQHZc&feature=youtu.be Immagini bellissime ed interviste – web tv del Comune di Napoli – potete tranquillamente scaricare e pubblicare, grazie.

 

https://we.tl/YN6nFCU15L – arrivo di Vienna Cammarota a Napoli a Palazzo San Giacomo

 

https://we.tl/mffVHPPo6v  Alessandra Clemente consegna ufficialmente la Medaglia del Sindaco di Napoli alla Guida AIGAE – Vienna Cammarota –

 

https://we.tl/YP055yejWt  – le spettacolari immagini di Vienna Cammarota ed Alessandra Clemente affacciate dal secondo piano e sullo sfondo il mare, il porto, il Vesuvio, il Monte Somma.

 

 

“Le Guide Aigae sono forti, hanno una grande tempra atletica – ha concluso Clemente –  stanno mostrando un elevato livello di preparazione e oggi comunico che sarebbe bello coinvolgerle negli eventi in programma a Maggio, durante i quali sarebbe importante lo svolgimento di escursioni in ambienti naturali”.

 

Molto bello  e solare anche il dialogo diretto tra Vienna e l’assessore Clemente, che insieme hanno guardato Napoli ed il porto dall’alto del secondo piano di Palazzo San Giacomo.

 

“Mi sono emozionata a Napoli. L’incontro è stato emotivamente forte. Ho invitato ed invito tutti nella mia terra che è il Cilento, Felitto. Napoli città meravigliosa, ospitale – ha commentato la Cammarota – con una grande accoglienza da parte dell’assessore Clemente”. Proprio l’assessore ha rivolto alla guida Aigae numerose domande chiedendo a Vienna di descrivere le emozioni provate lungo i 1600 chilometri a piedi dalla Repubblica Ceca. Il tutto con sullo sfondo Napoli, il mare, il Monte Somma ed il Vesuvio.

“E’ Napoli che mi rallegra – ha dichiarato la Cammarota interpellata dalla stampa presente – la mia riflessione è anche sull’Europa che è sempre più distaccata dalla sua cultura, quella europea”.

Domani alle ore 11 e 30, sarà la direttrice del Goethe Institut, Maria Carmen Morese, ad accogliere Vienna al suo arrivo in Via Cappella Vecchia. Domani la Guida Ambientale Escursionistica AIGAE si recherà in visita proprio al Goethe Institut di Napoli.

Sarà il Comune di Napoli ad accoglierla con calore domani al suo arrivo a Napoli. Dopo avere attraversato a piedi la Boemia, la Baviera, l’Austria, le Alpi, il Trentino, il Veneto, l’Emilia – Romagna, la Toscana, l’Umbria, l’Abruzzo, il Lazio, Vienna Cammarota sta riuscendo nella grande impresa  e libro di Goethe in mano entrerà domani, Martedì 14 Novembre, a piedi nella città di Napoli.

Domani dunque la Guida di anni 68 entrerà a piedi in città a Napoli. Partirà di mattina presto da Casoria, alle ore 12 il ricevimento a Palazzo San Giacomo aperto alla stampa.

“Goethe fu ospite dell’Ambasciatore Hamilton a Napoli – ha proseguito Vienna Cammarota – proprio dove oggi sorge il Goethe Institut. Ed ecco cosa scrisse nell’ammirare le bellezze anche del palazzo di cui fu ospite  : “Naturalmente chi dispone di tempo, di senso pratico e di danaro può accomodarsi anche qui con larghezza e soddisfazione. È il caso di Hamilton, che s’è fatto qui un gran bel nido – scrive Goethe –  e ne gode sul declinare dei suoi giorni. Le sue stanze, che ha fatto arredare secondo il gusto inglese, sono deliziose, e da quella d’angolo la vista può dirsi senza uguali: ai nostri piedi il mare, di fronte Capri, a destra Posillipo, sul fianco la passeggiata della Villa Reale, a sinistra un vecchio palazzo dei Gesuiti e, più lontano, la costa di Sorrento fino al Capo Minerva. Difficilmente si troverebbe qualcosa di somigliante in Europa, almeno nel cuore d’una grande città popolosa. Hamilton è un uomo di gusti universali; ha spaziato attraverso tutti i regni della creazione artistica, e finalmente è approdato al capolavoro dell’artefice sommo: una bella donna”.

Ed ancora su Napoli.

“Goethe  – ha concluso Cammarota – scrive di Napoli :L’eccezionale giocondità che qui si nota dappertutto ci riempie di gioia e di simpatia. I fiori e i frutti multicolori di cui s’adorna la natura sembrano invitare gli umani a rivestire se medesimi e tutto ciò che usano delle più vivaci tinte. Chiunque, purché lo possa, s’infronzola di scialli e di nastri di seta, mette fiori sui cappelli. Nelle case più modeste fiorami variopinti su fondo oro ornano sedie e cassettoni, e anche i calessini sono verniciati di rosso fiammante, hanno intagli dorati, ei cavalli che li tirano portano ghirlande di fiori finti, fiocchi vermigli, fregi di similoro; molti inalberano ciuffi di piume e finanche bandierine, che nella corsa traballano a ogni movimento. Noi abbiamo il vezzo di chiamare barbara e priva di gusto la predilezione per i colori vistosi, e può darsi che in qualche modo lo sia a volte, o lo diventi; ma in realtà sotto il cielo serenamente azzurro non c’è nulla di vistoso, poiché nulla può vincere lo splendore del sole e il suo riflesso nel mare”.

Domani l’incontro al Goethe Institut, ad accoglierla la direttrice in persona, Maria Carmen Morese.

 

 

© 2017, Redazione. All rights reserved.

image_pdfimage_print



14 novembre 2017 alle 19:07 | Scrivi all'autore | | |

Ricerca personalizzata