34ma stagione di Teatro Ragazzi

34^ STAGIONE TEATRO RAGAZZI 2017-2018 nei Teatri della provincia di Ancona, II parte

Da gennaio a marzo tanti spettacoli per famiglie e le recite per le scuole. A Natale un ricco cartellone di proposte a cura di ATGTP Associazione Teatro Giovani-Teatro Pirata.

 

Ancona – Al via a gennaio la seconda parte della 34^ stagione di Teatro Ragazzi curata dall’ATGTP Associazione Teatro Giovani-Teatro Pirata a Senigallia e in numerosi Teatri della provincia di Ancona, tra cui Arcevia, Chiaravalle, Corinaldo, Jesi, Maiolati Spontini, Montemarciano, Osimo, Ostra, San Marcello, Sassoferrato.

La Stagione, iniziata lo scorso ottobre, proseguirà fino a marzo 2018 proponendo ogni domenica uno o più spettacoli dedicati ai bambini e alle famiglie, ed inoltre un ricco cartellone di recite in orario scolastico dedicate alle scuole del territorio. Per le recite festive, l’inizio degli spettacoli è alle ore 17; a Jesi, presso il Teatro V. Moriconi, si tiene una doppia replica alle ore 16 e ore 17.30.

Prima dell’avvio della seconda parte del cartellone, la Stagione teatrale proporrà un ricco cartellone di spettacoli ed eventi per le festività natalizie. A cominciare dalla nuova produzione teatrale dell’Atgtp, “Un Babbo a Natale!”, che dopo il debutto a Chiaravalle sarà venerdì 8 dicembre ore 17 al Teatro La Vittoria di Ostra, sabato 9 dicembre ore 17 al Teatro Misa di Arcevia, domenica 17 dicembre ore 17 al Teatro La Fenice di Senigallia, martedì 26 dicembre ore 17 al Teatro Goldoni di Corinaldo, sabato 6 gennaio 2018 al Teatro Ferrari di San Marcello, domenica 7 gennaio 2018 alle ore 16 e ore 17.30 al Teatro Moriconi di Jesi.

Uno spettacolo della 34esima Stagione di Teatro Ragazzi, “Bu Bu Settete! Fammi ridere che io non ho paura”, a cura dell’Atgtp

Domenica 7 gennaio 2018 alle ore 17 all’Auditorium San Rocco di Senigallia le compagnie Atgtp/Teatro alla Panna presentano “Tutti vanno alla capanna”, burattini, attori ed oggetti danno vita ai personaggi del Presepe che si incamminano verso la Capanna.

Si prosegue poi domenica 14 gennaio 2018 con due spettacoli: al Teatro Valle di Chiaravalle i Tib Teatro portano in scena “C’era due volte un cuore”, delicato spettacolo con piccole magie, tenere musiche e uso di oggetti artigianali; al Teatro La Fenice di Senigallia l’Atgtp propone “Bu Bu Settete! Fammi ridere che io non ho paura”, teatro d’attore e di figura per un divertente gioco teatrale intorno alle paure.

Domenica 21 gennaio al Teatro Moriconi di Jesi vanno in scena due recite dello spettacolo “Hansel e Gretel” della compagnia Progetto Zattera, spettacolo dalla fiaba dei fratelli Grimm, vincitore del Premio della giuria di bambini e adulti ad “Europuppet Festival” 2014. Nello stesso pomeriggio al Teatro Goldoni di Corinaldo i Giallomare Minimal Teatro propongono “Cappuccetto e la nonna”, teatro d’attore e disegni dal vivo su lavagna luminosa. Sempre il 21 gennaio, al Teatro del Sentino di Sassoferrato, va in scena “Nessun dorma” dalla celebre favola della principessa Turandot liberamente raccontata dalla compagnia Artgp/Teatro Linguaggi.

Domenica 28 gennaio gli appuntamenti saranno tre in altrettanti teatri della provincia. Al Teatro Valle di Chiaravalle va in scena “Il fiore azzurro” dei Burambò, spettacolo per attrice e pupazzo vincitore del Premio In-Box 2017. Al Teatro Alfieri di Montemarciano i Terrammare Teatro rappresentano “L’arca”, una favola musicale e tante piccole storie per insegnare ai più piccoli il rispetto dell’acqua. Al Teatro Misa di Arcevia le affascinanti marionette di Francesca Zoccarato divertono grandi e adulti in “Varietà Prestige. Lo spettacolo in carne e legno!”.

Domenica 4 febbraio sono due spettacoli: all’Auditorium San Rocco di Senigallia si rappresenta “Cappuccetto Rosso” di Atgtp/Teatro alla Panna; al Teatro Ferrari di San Marcello c’è “Il bosco delle fate”, fiaba fantastica sull’ambiente e sulla natura, a cura della compagnia “Gli Alcuni”.

Domenica 18 febbraio al Teatro Moriconi di Jesi (due repliche) “La fiaba delle quattro stagioni” di Gino Balestrino è uno spettacolo ricco di divertenti gag, bellissime scenografie e musiche che accompagnano il burattino Bi nelle sue avventure. Al Teatro Goldoni di Corinaldo va in scena “La Regina delle nevi”, una della più conosciute fiabe di Andersen nella interpretazione della compagnia Armamaxa. Al Teatro Alfieri di Montemarciano l’appuntamento è con “Cappuccetto Rosso” di Atgtp-Teatro alla Panna.

Domenica 25 febbraio al Teatro Valle di Chiaravalle c’è la compagnia Progetto Zattera che racconta la fiaba di Perrault “Il gatto con gli stivali”, in un esilarante mondo di fantasia. Il Teatro La Fenice di Senigallia ospita “Il Mago di Oz” del Teatrino dell’Erba Matta, con trenta cubi colorati, pupazzi, attore e teatro d’ombre. Il Teatro Misa di Arcevia il Teatrino dell’Invenzione in “Il piccolo re dei fiori” propone un attore musicista, giochi e marionette per uno spettacolo poetico e ricco di coloratissimi oggetti.

Domenica 4 marzo sono due le recite al Teatro Moriconi di Jesi per “Transylvania Circus”, un bizzarro circo di marionette da tavolo e burattini a cura della compagnia “Teatro delle Dodici Lune”. Il Teatro Goldoni di Corinaldo ospita “I Tre porcellini” della compagnia Giallomare Minimal Teatro, spettacolo di teatro d’attore e computer ghaphic.

Domenica 11 marzo al Teatro Misa di Arcevia va in scena Vladimiro Strinati con “Nonna e Volpe”, divertente commedia con burattini, oggetti e attore; al Teatro Moriconi di Jesi (ore 16 e ore 17,30) c’è “Cecco l’orsacchiotto” dei Pandemonium Teatro; al Teatro La Vittoria di Ostra la compagnia Atgtp/Teatro alla Panna propone le avventure del Burattino Ugo i “Cavoli a merenda”.

Gran finale sabato 24 e domenica 25 marzo con il debutto di una nuova produzione Atgtp al Teatro Ferrari di San Marcello, “Ho paura del vento”: in scena una bravissima attrice e costruzioni di legno per raccontare la storia di Federico, tra musica e interazione con il pubblico.

La rassegna si avvale del sostegno del Ministero dei Beni delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Marche-Servizio Beni e Attività Culturali, della Fondazione Cariverona e dei Comuni che ospitano la stagione teatrale. Collaborano Amat Associazione Marchigiana attività Teatrali, Chiaravalle Città più Bella, Teatro alla Panna, Teatro La Fenice di Senigallia, Teatro la Nuova Fenice di Osimo, Fondazione Pergolesi Spontini, Consorzio Marche Spettacolo, UNIMA Union Internationale de la Marionette, ASSITEJ Associazione italiana di teatro per l’infanzia e la gioventù, A.S.S.O. Osimo.

INGRESSO SPETTACOLI: Adulti € 8, Ragazzi € 6, Bambini sotto i 3 anni € 0,50

PROMOZIONE PER I RAGAZZI: Vieni a 3 spettacoli e avrai in omaggio l’ingresso ad uno spettacolo a scelta tra quelli in calendario.

INFO: Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata Onlus, www.atgtp.it  Tel. 0731/56590 info@atgtp.it




Civitanova Classica Piano Festival, 10a edizione

Inaugurazione per la rassegna diretta da Lorenzo Di Bella il 17 dicembre con la stella internazionale Stefan Milenkovich e l’Orchestra Filarmonica Marchigiana. 

In cartellone la pianista Natalia Troull, i Carmina Burana e talenti del territorio

Civitanova 7 dicembre – Decima edizione per Civitanova Classica Piano Festival, con la direzione di Lorenzo Di Bella. Cinque concerti in cartellone da domenica 17 dicembre a martedì 15 maggio che presentano artisti del panorama internazionale insieme a giovani promettenti del nostro territorio. “Un grande lustro per la città – ha affermato il sindaco Fabrizio Ciarapica -, Civitanova Classica Piano Festival è una rassegna di pregio e valore, e ha la capacità di rinnovarsi ogni anno.” Sottolinea l’assessore alla Cultura Maika Gabellieri: “Un programma di alto livello con importanti nomi del panorama musicale, un’operazione di valorizzazione dei giovani musicisti e attività rivolte alle scuole”.

Inaugurazione il 17 dicembre al Teatro Annibal Caro con l’Orchestra Filarmonica Marchigiana, diretta da Fabio Maestri, che si esibisce insieme al quindicenne Jacopo Fulimeni al pianoforte e a Stefan Milenkovich, stella internazionale, riconosciuto al mondo come uno dei migliori violinisti. In programma il concerto in re maggiore di Haydn e il celeberrimo concerto per violino e orchestra di ?ajkovskij, intervallato dalle pillole d’arte di Stefano Papetti (in collaborazione con la Pinacoteca “Moretti” di Civitanova Alta).

Il secondo appuntamento è riservato ai giovani. Come tradizione, Civitanova Classica Piano Festival porta in primo piano i talenti del territorio e sabato 27 gennaio 2018, nella sala di lettura della biblioteca Zavatti, suonano Alessio Falciani, quindicenne di Ascoli Piceno, e Stefano Chiurchiù, ventitreenne di Montegranaro (FM), entrambi al pianoforte.  

Una vera chicca è in programma domenica 18 marzo. All’Auditorium San Francesco, per la prima volta a Civitanova vengono proposti gli spettacolari Carmina Burana di Carl Orff, in collaborazione con il Maggio Musicale Fiorentino, con il Coro del Teatro della Fortuna “M.Agostini” di Fano, sotto la direzione di Mirka Rosciani. Anche in questo concerto sono previste le pillole d’arte del prof. Papetti.

Sabato 14 aprile il Festival dedica una serata a sostegno delle attività dell’ A.N.T con la grande pianista russa Natalia Troull, vincitrice del World Piano Master di Montecarlo e insegnante al conservatorio di Mosca. Interviene anche Michele Mirabella, autore e regista, che parlerà al pubblico del Teatro Annibal Caro affrontando il tema del “mito”.

Chiusura il 15 maggio, sempre all’Annibal Caro, con l’Orchestra Filarmonica Marchigiana diretta da Michel Brousseau, accompagnata al pianoforte dal polacco Marian Sobula, che esegue il concerto di Grieg in La minore, e da Lorenzo Di Bella che interpreta il concerto n.2 op.21 in Fa minore di Chopin.

Al cartellone si aggiunge il progetto scuola riservato agli alunni, genitori e docenti dell’istituto comprensivo “via Tacito” di Civitanova Marche che a febbraio porta l’Orchestra Filarmonica Marchigiana nell’auditorium della scuola “Mestica”.

“Lorenzo Di Bella è un maestro di fama internazionale, che lavora nella sua città e l’ha resa importante grazie a questo Festival – ha dichiarato la presidente TDiC Silvia Squadroni – a lui va tutto il nostro riconoscimento”.

La rassegna Civitanova Classica Piano Festival viene realizzata dall’Associazione Arte in Musica, grazie al Comune di Civitanova e all’Azienda dei Teatri, con il sostegno della Fondazione Cassa di risparmio della provincia di Macerata, il patrocinio della regione Marche e con il contributo indispensabile delle aziende: il main sponsor ICA Group e i partner Bastianelli, Tecnolift ascensori, Alfred, Roberto Valli, Dimorae e BCC di Civitanova Marche e Montecosaro.

I biglietti si possono acquistare nelle postazioni AMAT, sul sito vivaticket.it e presso il teatro Rossini di Civitanova Marche (nell’orario di apertura del cinema).

Info www.civitanovaclassica.it, tel. 0733/812936.

 




Il “Mei” segnala

 

MEIllennials: Roma 21-23 dicembre (Monk). Il MEI dei giovani: Tra gli ospiti live Gomma, Daniele Coccia Paifelman, Lucio Corsi , The Niro e Le Capre a Sonagli. Incontri con Riccardo Sinigallia, Roberto Angelini, Edoardo De Angelis e Marina Rei

Il 21, 22 e 23 dicembre il MEI arriva al Monk di Roma con MEIllennialsI Premi degli Indipendenti per i Giovani! La tre giorni sarà indirizzata ai giovanissimi nuovi artisti della scena musicale indipendente ed emergente, cui si aggiungerà la Festa di compleanno della rivista musicale ExitWell, arrivata a spegnere le 5 candeline!

Il MEIllennials è rivolto ai giovani e giovanissimi musicisti: durante la tre giorni si esibiranno, grazie a un contest esclusivo, le future leve musicali provenienti dai licei e dalle scuole di musica; inoltre, non mancherà la formazione, che prevede incontriseminari e workshop per la formazione professionale nel settore musicale.

– CHE COS’É IL MEILLENNIALS? CLICCA QUI!

– SCOPRI TUTTO IL PROGRAMMA ONLINE!

– ASCOLTA LA PLAYLIST SU DEEZER! CLICCA QUI!

– PARTECIPA ALLA CONFERENZA STAMPA DEL 12 DICEMBRE AL MONK (ROMA)!

Esce il libro sui 20 anni di “Voci Per la Libertà – Una canzone per Amnesty”
Esce un volume che racconta le emozioni e i contenuti di questo percorso ventennale fitto di esperienze, una grande opera corale a cui hanno voluto dare un contributo molti dei protagonisti di questi due decenni, da Ivano Fossati a Daniele Silvestri, da Carmen Consoli a Mannarino, da Paola Turci a Simone Cristicchi.

LEGGI L’ARTICOLO!

Domenica 17 dicembre Materiale Resistente 2.0 al Teatro Masini di Faenza con Riccardo Tesi & Banditaliana, Kento, Giulio Wilson e tanti altri ospiti

Domenica 17 dicembre alle ore 16

Giornata della 73° Anniversario della Liberazione di Faenza

Teatro Masini di Faenza

Piazza Nenni, gia’ della Molinella

Concerto di musica dal vivo del grande cantautore folk

Riccardo Tesi con la sua Banditaliana

LEGGI LA NEWS!

CLASSIFICHE
AUDIOCOOP PROMUOVE
Boom di “Romagna Mia” in Spagna in radio grazie alla versione dei Kachupa e Tonino Carotone!
Boom di Romagna mia in Spagna in radio. Infatti, dal 30 ottobre, sono online il brano e il  video di “Romaña Mia”, la versione in spagnolo del classico di Secondo Casadei, registrato e suonato dai Kachupa in collaborazione con Tonino Carotone e girato a Faenza in Romagna nella parte centrale con la Piazza del Popolo di Faenza durante il MEI e Casa Spadoni, uno dei nuovi punti di ristoro di eccellenza del territorio.

LEGGI LA NEWS!

Mistura Louca, “La mia ciurma” è il singolo che lancia l’album d’esordio “Mistura” della band salentina
Il singolo “La mia ciurma”, con musica scritta da Luigi Tarantino e Marco Giaffreda e testo di Luigi Tarantino è frutto della sperimentazione musicale di diversi generi. Rock, gipsy e patchanka si fondono per dare vita ad un sound di forte energia.
GUARDA IL VIDEO!
La compilation di ROCK TARGATO ITALIA dal 15 dicembre: disponibile in tutti i webstore “Ignoranza e Pregiudizio”
La nuova compilation di Rock Targato Italia, disponibile in tutti i webstore dal 15 dicembre, è un crocevia in cui si incontrano stili, urgenze comunicative e percorsi artistici diversi fra loro.
LEGGI LA NEWS!
LE RUBRICHE
“L’eleganza del disco” di Francesca Amodio: le recensioni de La Maschera e di Joe Victor
Si avvicina il Natale e la #NewMusicThursday di Marta Scaccabarozzi diventa più buona con il progetto “No surrender dream Xmas”
Beneficenza è la parola chiave di questa settimana, con il progetto “No surrender dream Xmas”, iniziativa voluta e prodotta dai Reclab Studios (Milano) per celebrare il Natale nel migliore dei modi: facendo del bene attraverso la musica.
LEGGI TUTTO!
RETE DEI FESTIVAL
Ecco il 1° SONIC SCENE – FILM IN CONCORSO ?  il 15, 16, 17 dicembre 2017  AudioCoop e’ partner
Tutto il programma online della tre giorni è sul sito del MEI.
PREMIO BINDI WINTER: sabato 16 dicembre al Teatro Sociale di Pinerolo
Ritorna il Premio Bindi Winter, l’edizione speciale invernale del Festival della canzone d’autore.
LEGGI LA NEWS!
MEI WEB RADIO
“L’amore e la violenza – Una storia dei Baustelle” è la biografia della band ad opera di Federico Guglielmi
Si intitola “L’amore e la violenza – Una storia dei Baustelle” (Giunti) la biografia ufficiale dei Baustelle scritta dal giornalista Federico Guglielmi, storico collaboratore del MEI con il coordinamento del Premio Italiano Musica Indipendente (PIMI).

CONTINUA A LEGGERE!

 

 




Spedizione in Antartide sentinella dell’inquinamento globale

 

Silvia Illuminati, referente scientifico dell’Univpm per i progetti di valorizzazione dell’Istituto Geografico Polare Zavatti di Fermo, come coordinatrice nazionale di un progetto di ricerca in Antartide, sta studiando la composizione chimica delle deposizioni atmosferiche lungo la zona costiera della Terra Vittoria.

 

la stazione “Silvia” a Cape Philips a circa 100 miglia di distanza dalla base italiana

Ancona – In Antartide, tutte le stazioni meteo dell’Osservatorio hanno nomi di donna, sono i nomi delle mogli, compagne, figlie dei vari tecnici e ricercatori che hanno installato le stazioni, una di queste si chiama Silvia e si trova a Cape Philips a circa 100 miglia di distanza dalla base italiana. Si trova lì Silvia Illuminati (nella foto 2) dell’Univpm, referente scientifico per i progetti di valorizzazione dell’Istituto Geografico Polare Zavatti di Fermo, come coordinatrice nazionale di un progetto nella Terra Vittoria, del Programma Nazionale di Ricerca in Antartide (PNRA). Il progetto analizzerà la composizione chimica delle deposizioni atmosferiche.

“L’Antartide è un continente unico, delicato, estremo e come tale va preservato – dice Silvia Illuminati – studiare l’Antartide è estremamente importante, soprattutto nell’ottica dei cambiamenti climatici e del riscaldamento globale, perché tutto di questo continente, dai ghiacci continentali, alle rocce, all’aria, all’acqua di mare, ai laghi sub-glaciali, agli organismi tutto è una sentinella del grado di inquinamento globale. È un dito puntato contro l’umanità che non si vuole arrendere all’evidenza che per sopravvivere deve adottare, come diceva Einstein, un modo di pensare radicalmente nuovo”. Le deposizioni atmosferiche (deposizioni secche di particelle atmosferiche sulle superfici nevose, deposizioni umide di neve e cristalli di ghiaccio) sono il principale meccanismo con cui gli inquinanti atmosferici (polveri, particellato atmosferico contenente metalli, idrocarburi policiclici aromatici, diossine, furani) vengono rimossi e trasferiti agli ecosistemi terrestri e acquatici

Lo studio di queste deposizioni, mai fatto finora in un luogo così remoto, è quindi fondamentale per comprendere il destino e la distribuzione dei contaminanti sia organici che inorganici nei vari ecosistemi e per riconoscere le sorgenti di emissione a brevi e lunghe distanze. In questo contesto, l’Antartide, data la sua distanza da continenti antropizzati, dove sono predominanti le sorgenti locali, rappresenta un immenso laboratorio a cielo aperto, in cui è possibile studiare i processi di trasferimento degli inquinanti tra i vari comparti (aria, acqua, suolo, organismi), non essendo mascherati da contaminazioni antropiche varie.

In questo periodo, quasi tre mesi, dal 27 Ottobre 2017 al 18 Gennaio 2018 di permanenza presso la Stazione italiana Mario Zucchelli, Silvia Illuminati si sta occupando del campionamento di deposizioni atmosferiche attraverso l’utilizzo di particolari campionatori, i deposimetri, messi a punto con la collaborazione del Dipartimento di Ingegneria Industriale e Scienze Matematiche (DIISM) dell’Univpm e grazie al supporto tecnico di Gabriele Gabrielli. I deposimetri sono stati installati presso le stazioni dell’Osservatorio meteo-climatologico del PNRA (www.climantartide.it), disseminate lungo la Terra Vittoria (nella foto 1) per la raccolta di campioni durante l’estate australe. I deposimetri verranno, poi, lasciati per la raccolta delle deposizioni atmosferiche durante la stagione invernale, periodo in cui la stazione Mario Zucchelli rimane chiusa. I campioni invernali verranno poi prelevati nella prossima spedizione antartica 2018-2019.

“Parallelamente – continua Silvia Illuminati – portiamo avanti la serie storica di campionamento di PM10, particolato atmosferico di dimensioni inferiori ai 10 µm, per il monitoraggio della qualità dell’aria, iniziata dal Prof. Giuseppe Scarponi responsabile del gruppo di ricerca di chimica analitica ambientale del Dipartimento di Scienze della Vita e dell’Ambiente Univpm, negli anni ’90 durante le prime spedizioni italiane nel continente bianco”.




Cna, parte anche nel Piceno la protesta BastaBlaBla contro la legge di bilancio

BASTABLABLA, PARTE LA MOBILITAZIONE DELLA CNA SULLA LEGGE DI BILANCIO CHE DIMENTICA ANCORA UNA VOLTA LE ESIGENZE DI ARTIGIANI E PICCOLE IMPRESE

Ascoli Piceno – Delusi ed arrabbiati. La prima lettura in Senato della Legge di Bilancio, sulla quale Cna aveva chiesto correzioni importanti, non ha prodotto risultati. Ora la Cna auspica che Governo e Parlamento correggano queste “dimenticanze” nel prossimo passaggio alla Camera dei Deputati. E intanto in tutta Italia, e qui da noi nel Piceno, parte la grande mobilitazione che va sotto il titolo di #bastablabla.

Secondo l’analisi della Cna, questa Legge di Bilancio dimentica gli artigiani e le piccole imprese. Artigiani e piccole imprese che rappresentano una parte fondamentale del Paese, già gravata da una delle più alte pressioni fiscali al mondo. La Legge di Bilancio, infatti, pur impedendo il previsto aumento dell’Iva e confermando il complesso delle incentivazioni sugli investimenti e il lavoro collegate a Impresa 4.0, non persegue quel processo di riduzione della pressione fiscale su artigiani e piccole imprese. Rimangono disattese le nostre richieste in materia di deducibilità dell’Imu sugli immobili strumentali, di esclusione dall’Irap per le attività di minore dimensione, di ripristino dell’aliquota al 65 per cento per gli interventi di efficientamento energetico. E non è tutto. Non solo non si migliora la situazione ma si fa addirittura retromarcia su importanti provvedimenti come l’Imposta sui redditi d’impresa e il regime per cassa con la previsione del riporto delle perdite, già introdotti lo scorso anno.

L’Imu su capannoni, laboratori e negozi è sicuramente il tributo più odiato dagli artigiani e dai piccoli imprenditori perché colpisce strumenti di lavoro, indispensabili a svolgere la propria attività, come se fossero seconde case, consentendo solo una molto limitata deducibilità dal reddito.

Nonostante le sentenze della Corte costituzionale e della Cassazione, che hanno sancito come artigiani e piccole imprese senza un’autonoma organizzazione dei fattori della produzione non debbano pagare l’Irap, continua a mancare un provvedimento di legge che li escluda definitivamente dall’applicazione, evitando gli attuali contenziosi.

Le agevolazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici si sono dimostrate fin da subito uno strumento efficiente ai fini ambientali e, innescando un circuito virtuoso, un robusto sostegno all’economia. Purtroppo, la parte più utilizzata di queste agevolazioni è stata inspiegabilmente tagliata dal 65 al 50 per cento della spesa, rendendo queindi la misura molto meno attrattiva per chi volesse utilizzarla.

L’Imposta sul reddito d’impresa (Iri) consente anche a una ditta individuale, a una società di persone, a un artigiano o a un commerciante di pagare le tasse separando il reddito d’impresa da quello personale, come già avviene per le società di capitali, permettendo un giusto risparmio fiscale ed evitando discriminazioni tra imprese. Tutto sembrava pronto per l’entrata in vigore l’anno prossimo. Ma nel disegno di Legge di Bilancio 2018, ora all’esame della Camera, è previsto lo slittamento di un anno del provvedimento.

Il nuovo regime di cassa per la determinazione del reddito in contabilità semplificata interessa 2,2 milioni di imprese. Imprese che hanno chiesto di pagare Irpef e Irap solo sui redditi incassati. Ma senza la possibilità di riportare le perdite all’anno successivo questo non è possibile.

“Tutte le Cna d’Italia – spiega Francesco Balloni, direttore generale della Cna di Ascoli Piceno – hanno deciso di sensibilizzare l’opinione pubblica con una grande campagna, simultaneamente, a mezzo stampa, radio, tv, social media. Un’azione forte e d’impatto, contraddistinta dalla sigla: #bastablabla con tanto di sito dedicato www.bastablabla.cna.it. E questa è solo la prima iniziativa di una mobilitazione che, da adesso e fino a quando le nostre istanze non verranno prese nella giusta considerazione, coinvolgerà tutto il sistema nazionale dell’artigianato e delle Pmi”.

 

 




Serie C femminile, una Samb super travolge il Gubbio Tiberis 7 a 0

 

SAN BENEDETTO DEL TRONTO, 9.12.2017 – Non poteva iniziare meglio il campionato di serie C per la Sambenedettese Sportlandia femminile. Nella prima giornata di campionato le rossoblù hanno sfoderato una grande prestazione travolgendo 7 a 0 il Gubbio Tiberis. Evidentemente di buon auspicio è stata la calorosa accoglienza riservata alle “girl” dai tifosi rossoblu durante la sfilata di presentazione al Riviera delle Palme insieme al presidente Franco Fedeli prima del match Samb Pordenone.

Samb Sportlandia fem al Riviera con mister Pompei e alla sinistra il preparatore Malatesta

I cori e gli applausi dei tifosi hanno motivato ancor più le calciatrici scese in campo successivamente al comunale di Acquaviva con la massima determinazione per conquistare i tre punti.

Dopo le foto di rito con l’assessore allo Sport del Comune di Acquaviva Luca Balletta, lla squadra rossoblu è partita subito col piede sull’accelleratore schiacciando nella propria metà campo la compagine umbra. E dopo appena 6 minuti è passata in vantaggio con il terzino Fioroni.

Nonostante il vantaggio la Samb ha continuato ad attaccare mettendo ripetutamente in affanno la retroguardia umbra. Ed al 15° è giunto il raddoppio ancora con la Fioroni.

A questo punto è arrivata la reazione del Gubbio Tiberis che ha guadagnato metri affacciandosi con continuità nell’area delle padrone di casa. Ed è salita in cattedra la retroguardia rosssoblù che ha arginato le incursioni sempre più frequenti delle ospiti.

Provvidenziale per le rivierasche il duplice fischio dell’arbitro che ha mandato le squadre negli spogliatoi interrompendo la pressione delle umbre.

Durante l’intervallo il mister deve aver dato alla squadra efficaci accorgimenti e la carica giusta visto che al rientro in campo le rossoblù sono sembrate subito determinate a portare a casa i tre punti. E dopo aver subito schiacciato le umbre nella propria metà campo, la Samb ha calato il tris dopo appena 10′ con la punta Sacchini.

Da qui in poi è stato un monologo rossublù con le padrone di casa che hanno preso d’assalto la porta del Gubbio Tiberis mettendo a segno altre 4 reti: con la solita Fioroni e con una tripletta dell’altra punta Castiglione. Ed alla fine il triplice fischio ha evitato alle umbre di subire un passivo ancora maggiore viste le numerosissime occasioni create e sprecate dalla Samb nel finale.

Grande l’esultanza delle rossoblu al fischio finale con tutte le calciatrici che, prima di rientrare negli spogliatoi, si sono strette in caloroso abbraccio collettivo gridando la loro gioia. Ed al rientro negli spogliatoi è arrivata la notizia della segnalazione di quattro calciatrici rossoblu per la rappresentativa regionale Under 17. Per il prossimo turno di campionato, in programma domenica 17 dicembre, la Samb farà visita alla Vis Pesaro.

Questa la formazione della SAMBENEDETTESE SPORTLANDIA: 

1. Scartozzi Marina, 2. Fioroni Maria, 3. Acciarri Chiara, 4. Romandini Camilla, 5. Amato Alessandra, 6. Spina Arianna, 7. Malatesta Serena, 8. Marano Martina, 9. Sacchini Desire, 10. Castiglione Greta, 11. Recchi Benedetta.
A DISPOSIZIONE: 13. Lazzari Elisa, 14. Pinola Isabel, 15. Olivieri Francesca, 16. Pontini Alessia, 17. Straccia Stefania, 18. Pagnozzi Chiara (ass). ALLENATORE: Silvestro Pompei.
In panchina: preparatore atletico Domenico Malatesta, preparatore dei portieri Alfredo “Nando” Candellori, dirigente accompagnatore Giuseppe Merlini




InformaGiovani – bacheche_071217

 

InformaGiovani – San Benedetto del Tronto

 

Consultare l’allegato: bacheche_071217

 

 

 

 




dall’Amat

RECANATI, LA DOMENICA AL PERSIANI IL 10 DICEMBRE

CON UN BABBO A NATALE DELL’ASSOCIAZIONE TEATRO GIOVANI TEATRO PIRATA

L’atmosfera delle feste invade il Teatro Persiani di Recanati domenica 10 dicembre con il secondo appuntamento di La domenica al Persiani – rassegna di teatro per ragazzi promossa dal Comune di Recanati e dall’AMAT con il sostegno di Astea energia e Roana – che presenta Un babbo a Natale, uno spettacolo di Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata adatto a tutta la famiglia, una commedia divertente e romantica che parla dello spirito del Natale in modo poetico e coinvolgente.

La narrazione procede con le tecniche del teatro d’attore e di figura, la scenografia diventa parte integrande della storia dove potranno ritrovarsi adulti e bambini.

A Natale le magie accadono davvero e a volte possono trasformare la vita. Proprio questo succede a Roberto, il giovane protagonista della storia, un ragazzo solitario, in lotta con il mondo intero, al quale è chiesto di superare una prova che lo cambierà per sempre. Roberto odia tutto e tutti. Il Natale in particolare è il periodo che lo infastidisce di più: regali, luci, famiglie che si riuniscono; tutto falso secondo il suo personalissimo e scontroso punto di vista. In questo momento, però, Roberto è anche senza lavoro e sceglie di “andare a fare il Babbo Natale” al centro commerciale della città. Inaspettatamente, in mezzo a tutti i bambini che gli si attaccano alla barba e salgono in braccio, Roberto incontra Sally, una bambina che in questa confusione lo guarda in silenzio, con grandi occhi pieni di luce e curiosità: gli occhi di una bambina che vede per la prima volta il magico Babbo Natale. Il tempo scorre veloce tra urla e rumori e arriva la fine della giornata. Il centro sta chiudendo, i bambini sono tutti andati via, tranne Sally che segue il suo Babbo Natale come un’ombra. Roberto si affretta per trovare i genitori della bambina, vuole andarsene subito a casa, ma questi non si trovano. Probabilmente Sally non ha genitori. Il protagonista, suo malgrado, sarà costretto a passare la vigilia di Natale con la bambina nel centro commerciale. Questa notte sarà davvero magica per entrambi e trasformerà Roberto in un vero babbo: un Babbo a Natale!

La drammaturgia dello spettacolo è di Aniello Nigro, la regia di Simone Guerro e la scenografia di Ilaria Sebastianelli.

Biglietto 6 euro (0,50 euro fino a tre anni). Prevendite e informazioni 071 7579445. Inizio spettacoli ore 17.

MACERATA FELTRIA, DOMENICA 10 DICEMBRE ANDAR PER FIABE

CON IL LIBRO DELLE OMBRE DEL TEATRO DI CARTA

 

Andar per fiabe, la rassegna sostenuta da MiBACTRegione Marche e AMAT in collaborazione con i Comuni del territorio e Provincia di Pesaro e Urbino arriva domenica 10 dicembre Macerata Feltria. In scena al Teatro BattelliIl libro delle ombre ispirato a Storia straordinaria di Peter Schlemihl di Adalbert von Chamisso, di e con Chiara Carlosi e Marco Vergati, prodotto da Teatro di Carta e Ombre Bianche Teatro.

 

Usciti come d’incanto dal grande Libro delle ombre, personaggi grotteschi e stravaganti si muovono in una misteriosa atmosfera, accompagnati dalla magia delle ombre e da musiche ammalianti. In una dimensione onirica e surreale, il protagonista della storia intraprende un viaggio favoloso che lo porta a imbattersi nel terribile Balthazaar, ma anche a trovare l’amicizia di Lumen, che lo aiuta a recuperare sogni e aspirazioni perdute. Il giovane protagonista della storia, con la passione della scrittura e con il sogno di diventare uno scrittore affermato, si imbatte in una borsa magica, capace di produrre soldi, in cambio della quale è pronto addirittura a cedere la propria ombra. L’ombra, per definizione attaccata alla persona, può rappresentare ciò che ognuno di noi ha di unico e irripetibile, vale a dire la propria individualità, la propria essenza, la personalità.

Andar per Fiabe non è solo spettacolo, ma una ricca offerta di eventi collaterali. Dalle 16 infatti al Teatro Battelli ad attendere tutti i bambini ci saranno Le storie di Natale, racconti ad alta voce ispirati al periodo natalizio a cura di Di&Fa. Al termine dello spettacolo è prevista, sempre al Teatro Battelli, la premiazione del concorso Macerata Feltria Presepi, organizzata dal Comune di Macerata Feltria. Infine, Andar per Fiabe si ferma per le festività, per tornare domenica 14 gennaio a Pesaro, al Teatro Sperimentale, con un nuovo spettacolo, firmato Fratelli di Taglia.

Biglietti posto unico numerato adulti e bambini € 5, bambini 0-3 anni € 0,50.

I biglietti potranno essere acquistati in prevendita (con maggiorazione di € 1 a biglietto) presso: biglietteria Tipico.tips tel. 0721 3592501; biglietteria Teatro Rossini tel. 0721 387621; biglietteria Teatro della Fortuna di Fano tel. 0721 800750. Il giorno di spettacolo la vendita proseguirà presso la biglietteria del Teatro tel. 366 6305500 dalle ore 16 a inizio spettacolo previsto alle ore 17.

Informazioni: Amat, Uffici di Pesaro, tel. 0721 3592515 – 366 6305500, reteteatripu@amat.marche.itwww.amat.marche.it.

IL BORGHESE GENTILUOMO CON EMILIO SOLFRIZZI

MERCOLEDÌ 13 DICEMBRE AL TEATRO SANZIO DI URBINO

Sarà Emilio Solfrizzi a impersonare il signor Jourdain, protagonista de Il borghese gentiluomo di Molière, mercoledì 13 dicembre al Teatro Sanzio di Urbino nella stagione di prosa promossa dal Comune con l’AMAT.

Il borghese gentiluomo è un classico di tutti i tempi. L’intreccio diretto da Armando Pugliese punta a cogliere il lato più poetico e commovente del testo. La trama è lineare e semplice: un ricco borghese, il signor Jourdain, sogna di diventare nobile, tra persone prive di autentiche qualità come adulatori e scrocconi, che lo raggirano e assecondano la sua follia, pur di ottenerne un guadagno. È circondato dal maestro di musica, di ballo, di scherma, di filosofia. La trama si arricchisce delle rivalità tra i diversi maestri che scroccano denaro a Jourdain e ciascuno di loro ritiene e predica che la propria arte, la propria scienza, è il fondamento primo dell’esser un gentiluomo. A questi si contrappone la moglie, donna estremamente pratica e razionale che cerca di farlo rinsavire. Alla coppia dei Jourdain se ne aggiunge una secondaria, i rispettivi servitori dei due coniugi: la servetta Nicoletta, simpatica e coraggiosa, e Coviello, innamorati tra di loro. Ne nasce una farsa, chiassosa e colorata, tipica del teatro comico, quella del Gran Turco. Coviello, vestito da turco e parlando un turco maccheronico, si presenta a Jourdain e gli fa credere che il figlio del Gran Turco, di lignaggio reale, è qui per sposare Lucilla, la figlia di Jourdain. Jourdain, lusingato dalle promesse di nobiltà, cade nel tranello e ne nasce un fragoroso balletto-farsa. Di fronte all’ennesimo rifiuto del ‘borghese’ di dare in sposa sua figlia al non nobile ragazzo che ama, tutti d’accordo gli giocano la beffa finale e anche la moglie che, pur criticandolo aspramente lo ha sempre protetto, gli si schiera contro lasciandolo definitivamente solo nella sua folle utopia. Al termine della vicenda Jourdain continuerà a sognare tutto quello che non potrà mai avere, come succede ai grandi personaggi comici del teatro di Molière. Come l’Avaro, come il Malato immaginario, come l’ipocrita Tartufo, anche questo borghese che sogna di diventare un gentiluomo è, nella cultura letteraria europea, un archetipo: è il modello esemplare e imprescindibile del nuovo ricco, dell’arrampicatore sociale, dell’ambizioso che pretende di comprare col denaro quei meriti e quei titoli che non avrà mai.

Completano il cast dello spettacolo – prodotto da Roberto Toni per ErreTiTeatro30 – Viviana AltieriGiovanni ArganteAnita BartolucciFabrizio ContriNico Di Crescenzo, Cristiano Dessì, Lisa Galantini,Lydia GiordanoElisabetta Mandalari, Roberto Turchetta. La traduzione e l’adattamento del testo è a cura di Annarosa Pedol, la scena di Andrea Taddei, i costumi di Sandra Cardini, le musiche di Antonio Sinagra e le luci di Gaetano La Mela.

Per informazioni e biglietti: biglietteria del teatro Sanzio 0722 2281. Inizio spettacolo ore 21.




Collettiva “La Sibilla” al Centro Pacetti

Monteprandone – Con il patrocinio del Comune di Monteprandone, l’associazione A.U.S.E. R. organizza una mostra collettiva sul tema “La Sibilla”.

L’appuntamento è per sabato 9 dicembre alle ore 17 presso il Centro Pacetti nella sala Auditorium, in via San Giacomo 107 a Monteprandone.

Esporranno le loro opere gli artisti: Emanuele Califano, Assunta Cassa, Claudia Cundari, Andrea Fusco, Carlo Gentili, Tiziana Marchionni, Emidio Mozzoni, Gabriele Partemi, Miriam Pasquali, Luigi Pierantozzi, Carina Pieroni, Italo Pulcini, Giulietta Straccia, Giorgina Violoni.

Le opere sono state realizzate con l’uso di svariate tecniche: olio su tela, tempera su carta, acquerello, scultura su legno, incisione su roccia, ceramica, fotografia. L’evento culturale rappresenta uno slancio creativo e un ideale abbraccio degli artisti alla popolazione colpita dal terremoto di un anno fa. Terremoto che ha interessato i Monti Sibillini ove r-esiste la figura della Sibilla. Profetessa, principessa, maga, manifestazione della Grande Madre che come tale non può dimenticare i figli della sua terra.

Americo Marconi, autore del libro La Sibilla, edito da Marte editrice, realizzerà una proiezione avvalendosi delle opere degli artisti per illustrare miti, leggende e culti nei luoghi della Sibilla. Introdurrà la poetessa e pittrice Miriam Pasquali. La bravissima Sara Palladini sarà la voce recitante.

Il gruppo folkloristico “A randerchitte” allieterà l’incontro eseguendo suoni e danze del Saltarello, da sempre il ballo delle fate. Infine verrà offerto gentilmente un buffet dall’Antico Caffè Soriano di San Benedetto del Tronto. La partecipazione all’evento è libera e gratuita.

 

 




da Giulianova

2017-12-09

Scuole. 140.000 euro per l’adeguamento degli impianti antincendio di Colleranesco e Bivio Bellocchio e per le centrali termiche della succursale “Bindi”.

E’ di 140.000 euro la somma destinata per  l’adeguamento degli impianti antincendio delle scuole di Colleranesco e di Bivio Bellocchio nonché per le centrali termiche della succursale della scuola media “Bindi” nel quartiere Annunziata.
“In origine la somma”, dichiara l’assessore ai Lavori pubblici Gian Luigi Core, “doveva finanziare il progetto esecutivo per l’adeguamento degli impianti antincendio delle scuole “Pagliaccetti” e di Colleranesco. Ma la “Pagliaccetti”, come si sa, è stata chiusa per i bassi indici sismici e strutturali. Per cui le risorse destinate al sistema antincendio della “Pagliaccetti”, e solo quelle, sono state destinate per l’adeguamento del sistema antincendio del plesso di Bivio Bellocchio e per le centrali termiche della succursale Bindi. Non si fraintenda però. Il 1.200.000 euro per realizzare la nuova sede della “Pagliaccetti” non è stato toccato ed è quindi disponibile per la costruzione del nuovo plesso. Qui si tratta di somme riguardanti esclusivamente l’adeguamento dell’impianto antincendio. Quanto alla scuola di Colleranesco”, conclude l’assessore Core, “a tutt’oggi i nostri uffici non hanno  ancora ricevuto ufficialmente dalla Stazione appaltante della Provincia il verbale di aggiudicazione della gara, condizione necessaria per dare avvio alle procedure successive consistenti nella verifica dei requisiti in capo all’aggiudicatario passando quindi, in caso di esito positivo, all’aggiudicazione definitiva” .

Giulianova Patrimonio. Presentato a sindaco, Giunta e maggioranza il Piano industriale.

Previsti appartamenti a canone concordato per giovani e famiglie a basso reddito, la creazione del Villaggio della Solidarietà, la ristrutturazione del Kursaal. E, ancora, la sostitizione del Mercato coperto con una moderna struttura polispecialistica con rilancio del Mercato delle erbe nonché l’ampliamento del cimitero con un impianto per la cremazione.

Nel tardo pomeriggio di oggi, 7 dicembre, è stato presentato in Sala consiliare al sindaco Francesco Mastromauro, agli assessori ed alla maggioranza consiliare il Piano industriale della “Giulianova Patrimonio”, la società in house di cui l’avvocato Luca Ranalli è l’amministatore unico.
Il piano industriale prevede investimenti e nuovi servizi alla cittadinanza con positive ricadute occupazionali per il territorio. In particolare sono previsti importanti migliorie sul patrimonio immobiliare da destinare, come previsto nei PUC, i Piani Urbani Complessi, all’edilizia sociale, mettendo cioè a disposizione delle famiglie meno abbienti in cerca di casa ma anche alle giovani coppie appartamenti in locazione a canone concordato tra cui i 18 appartamenti del complesso di via Bellini che verrà ultimato per l’estate del 2018. In questo ambito si inserisce anche la proposta di realizzare un nuovo Centro abitativo, chiamato Villaggio della Solidarietà, composto da 14 unità immobiliari in un’area di 24.000 metri quadrati.
E’ prevista, inoltre, la valorizzazione e la promozione delle iniziative culturali e ricreative grazie ad un integrale intervento di ristrutturazione del Kursaal, comprendente quindi tutti gli spazi ad oggi inutilizzati, per una superficie complessiva di oltre 4.200 metri quadrati.
Il vecchio mercato coperto, poi, sarà sostituito da una moderna struttura di hospice  con un centro polifunzionale di assoluta avanguardia grazie ad interventi mirati. In questo modo verrà finalmente rilanciato il Mercato delle erbe grazie alla presenza di spazi dedicati.
Quanto al cimitero comunale, il Piano industriale prevede il suo ampliamento, rispondendo così al fabbisogno previsto per i prossimi 15 anni. Previsto anche un impianto per la cremazione delle salme, attualmente non esistente nell’intera regione abruzzese.
L’attività è stata condotta grazie al lavoro di squadra tra Giulianova Patrimonio, Amministrazione Comunale e la IFA Consulting sas di Teramo.

Nuovo Auditorium del Centro socioculturale Annunziata. Inaugurazione il prossimo 12 dicembre alle ore 18.

auditorium

Con la firma del relativo provvedimento di agibilità, il nuovo Auditorium del Centro socioculturale di via dei Pioppi, nel quartiere Annunziata, è pronto per l’utilizzo per cui, come indicato nel cartellone Giulia Eventi Natale, ospiterà manifestazioni il 18, il 21 e il 22 dicembre.
L’inaugurazione del nuovo Auditorium, dotato di 224 poltroncine ignifughe, di  tendaggi a norma antincendio e con un palcoscenico il cui pavimento è in materiale vinilico ignifugo ed antibatterico, particolarmente adatto spettacoli, si avrà il 12 dicembre alle ore 18.

 

 

 

 

Asili nidi e Unione dei Comuni “Le Terre del Sole”.

La vicesindaco Cameli e l’assessore Canzanese: “Nessun rischio per maestre e personale con il trasferimento all’Unione, che è un Ente al pari del Comune”.

il vicesindaco Nausicaa Cameli

La vicesindaco con delega alla Pubblica istruzione Nausicaa Cameli e l’assessore al Personale Cristina Canzanese intervengono per precisare gli aspetti relativi al passaggio di maestre e personale degli asili nido all’Unione dei Comuni “Le Terre del Sole”, ente pubblico nato per la gestione associata dei servizi sociali comprendente i Comuni di Giulianova, Bellante, Mosciano S. Angelo e Morro d’Oro .
“Va subito precisato che con il passaggio degli asili nido all’Unione dei Comuni, che è un Ente  al pari del Comune come previsto dal Testo Unico degli Enti locali”, dice l’assessore Canzanese, “maestre e personale non rischierebbero nulla e non perderebbero alcunché. Significa uguale stipendio, uguale status giuridico, stesse garanzie e medesimo contratto. Quindi i timori rappresentati sono privi di ogni fondamento. Si pensi che anche nel caso in cui l’Unione dei Comuni dovesse decadere, ed è un’ipotesi limite, tutto il personale tornerebbe al Comune”.
“Per cui – aggiunge la vicesindaco Cameli – le riserve del gruppo consiliare PD davvero stupiscono. Eppure la questione è chiara. Evidentemente non è stata ben compresa nonostante sia stata affrontata e discussa analiticamente nella riunione del 5 dicembre scorso. Lo stesso PD che ora non è d’accordo, è quello che in Consiglio comunale ha votato lo statuto e l’atto costitutivo dell’Unione, e di conseguenza il trasferimento all’Unione della gestione dei servizi sociali che comprendono anche i servizi educativi, inclusi gli asili nido. Per cui questo repentino dietrofront, dopo la partecipazione alle commissioni sulla questione e l’esame dei documenti, da cui il voto favorevole in Consiglio, non appare logico né giustificato. C’è poi da aggiungere che il PD è, come gli altri gruppi politici, nel Consiglio dell’Unione “Le Terre del Sole”. Il PD – conclude Cameli – ha inoltre proposto non il trasferimento ma il comando per maestre e personale dei nidi. In sostanza un’assegnazione temporanea. Ma, come hanno rilevato la segretaria generale del Comune di Giulianova e quella dell’Unione dei Comuni, questo non è possibile perché il servizio è stato trasferito all’Unione. E pertanto in base all’articolo 32 del Testo Unico degli Enti locali, all’Unione debbono essere trasferite le risorse umane e strumentali necessarie all’esercizio delle funzioni attribuite”.

 

A “libri e tazze” il nuovo volume di Rossanna Angiolini e Ludovica Rucci.

Per la rassegna “Libri e tazze”, il 10 dicembre, alle ore 21, nel Bar Las Vegas di Giulianova Lido si terrà la presentazione del libro di Rossanna Angiolini e Ludovica Rucci dal titolo “tra Me e Te”.

Il volume, scritto insieme da madre e figlia, rispettivamente Rossanna e Ludovica, condensa uno scambio trepidamente umano strutturato su ascolti ed accoglimenti che è senz’altro dialogo ma anche e soprattutto trasmissione dell’esperienza femminile mettendo al centro la famiglia ed i suoi valori,

A dialogare con le autrici, i giornalisti Azzurra Marcozzi e Sandro Galantini.

L’iniziativa culturale, che prevede anche degustazione di the, tisane o caffé accompagnati da una selezione di biscotti e crostate, è della Libreria Ianni di Giulianova.

Presentato il cartellone Giulia Eventi Natale.

In complesso venti appuntamenti per un impegno di quasi 40 mila euro. Il sindaco: “Un grande sforzo corale recuperando 18 mila euro con la variazione di bilancio”.

E’ stato presentato in Sala consiliare oggi, 6 dicembre, il cartellone di Giulia Eventi Natale 2017. Con il sindaco Francesco Mastromauro presente l’intero Esecutivo e in particolare la vicesindaco con delega alla Cultura Nausicaa Cameli nonché l’assessore alle Manifestazioni Fabrice Ruffini.
Il sindaco ha esordito ricordando come la consueta conferenza stampa di presentazione di Giulia Eventi quest’anno sia stata organizzata con anticipo rispetto al 2015 e al 2016. “Nel 2015 infatti – ha dichiarato il sindaco – presentammo il cartellone il 9 dicembre mentre lo scorso anno la conferenza stampa si ebbe il 10 dicembre. Quindi viene smentito subito chi ha sostenuto che quest’anno eravamo in ritardo. Ed egualmente è fuori strada chi ha detto che quest’anno il calendario eventi Natale 2017 sarebbe stato povero. Sono infatti ben venti gli eventi e le manifestazioni presenti nel calendario grazie al grande sforzo corale che ci ha visti impegnati insieme con le associazioni locali, i commercianti ed i comitati di quartiere, cui vanno ovviamente i nostri  ringraziamenti, e mettendo sul piatto 39.700 euro. Una cifra – prosegue Mastromauro – che abbiamo considerevolmente aumentato rispetto ai 12.000 euro annunciati il 31 ottobre scorso dall’assessore Fabrice Ruffini, e ai 24.000 euro che io stesso avevo dichiarato pochissimi giorni fa, il 1 dicembre. Un risultato che siamo riusciti a conseguire tramite la variazione di bilancio. Quindi nessun mistero ma solo impegno, lavoro di squadra e capacità progettuale da cui, appunto, un calendario variegato, di ampio respiro e penso di qualità dando modo a Giulianova di garantire una buona offerta nel corso di questo scampolo del 2017 e per i primi del nuovo anno. In ultimo un particolare plauso va fatto a Nausicaa Cameli e a Fabrice Ruffini, i quali hanno lavorato molto e bene, oltre naturalmente che ai dirigenti ed agli uffici dell’Ente”.

CALENDARIO EVENTI

8 dicembre 2017- 7 gennaio 2018. Piazza Fosse Ardeatine. Dalle ore 10 alle 22 Casa di Babbo Natale e Casa Befana

16 dicembre 2017.  Sala “B. Buozzi”. Ore 17. Inaugurazione ‘Angeli in mostra’

16 dicembre 2017. Piazza Buozzi. Ore 19. PiazzaNatale: Eventi verticali in ‘wanted’

16 dicembre 2017-7 gennaio 2018. Sottobelvedere. Mostra temporanea ‘Angeli in mostra’. Dal martedì al venerdì, dalle ore 16,30 alle 19,30. Sabato, domenica e festivi, dalle ore 10 alle 13 e dalle 16,30 alle 20

17 dicembre 2017. Kursaal. Ore 11.30. Supertombolata

17 dicembre 2017. Ore 16. Pomeriggio al Museo Archeologico Torrione ‘La Rocca’

17 dicembre 2017. Duomo di San Flaviano. Ore 18.30. PiazzaNatale: Concerto ‘The Original NewPort Gospel Singer’

18 dicembre 2017. Centro Socio Culturale quartiere Annunziata. Ore 17.30. Orchestra della Scuola Secondaria ‘R. Pagliaccetti’

21 dicembre 2017. Centro Socio Culturale quartiere Annunziata. Ore 9.30 (PER LE SCUOLE) e ore 21 (per la cittadinanza). Teatro “Canto di Natale”

22 dicembre 2017. Centro Socio Culturale quartiere Annunziata. Ore 9.30 (PER LE SCUOLE). Teatro “Canto di Natale”

22 dicembre 2017. Centro Socio Culturale quartiere Annunziata. Ore 21. Teatro “Una lunga giornata”

23 dicembre 2017. Ore 18. Pomeriggio al Museo Archeologico Torrione ‘La Rocca’

26 dicembre 2017. Centro Storico. Ore 18. XXII Edizione “Presepe Vivente”.

30 dicembre 2017. Ore 10. Visite guidate gratuite Musei Civici

30 dicembre 2017. Sottobelvedere. Ore 16. Recital poetico “Angeli in mostra”

1 gennaio 2018. Kursaal. Ore 18. Concerto di Capodanno

3 gennaio 2018. Sala “B. Buozzi”. Ore 18.30. Incontro con la scrittrice Donatella Di Pietrantonio, vincitrice del Premio Campiello 2017.

3 gennaio 2018. Chiesa di Sant’Antonio. Ore 21. Concerto di Musica Sacra

6 gennaio 2018. Ore 10. Visite guidate gratuite Musei Civici

6 gennaio 2018. Piazza Fosse Ardeatine. Ore 16. Arriva la Befana

7 gennaio 2018. Piazza Buozzi. Ore 16. PiazzaNatale: ‘Ludobus’

7 gennaio 2018. Cripta Duomo San Flaviano. Ore 16. Hi StoriaLab

7 gennaio 2018.  Duomo San Flaviano. Ore 18.30. Concerto Epifania

Dal 16 dicembre 2017 al 7 gennaio 2018 il Museo Civico Archeologico Torrione ‘La Rocca’ sarà aperto nei giorni di sabato, domenica e festivi dalle ore 10 alle 13 e dalle 16,30 alle 20.

Il servizio di informazioni verrà garantito dall’InfoPoint comunale dei Musei Civici in piazza Buozzi dal 16 dicembre 2017 al 7 gennaio 2018 dal martedì al venerdì, dalle ore 16,30 alle 19, e nei giorni di sabato, domenica e festivi dalle ore 10 alle 13 e dalle 16,30 alle 20.

 

Come promesso dal sindaco, da oggi e fino all’8 gennaio interruzione dei lavori in Via Sauro con riapertura al traffico per le festività e sosta per le auto.

Per Via Curiel dall’11 dicembre nuovo manto di asfalto. L’assessore Core: “Ma compatibilmente con le temperature. Se saranno troppo rigide non si potrà procedere. In tal caso riapriremo al traffico la via rimandando l’asfaltatura a primavera”.

Il sindaco Francesco Mastromauro, nell’incontro tenuto in Comune il 10 ottobre scorso per illustrare i dettagli dei lavori su via Nazario Sauro ai rappresentanti del comitato di quartiere Lido ed ai commercianti della via, aveva promesso che in occasione delle festività natalizie, come richiesto dagli operatori commerciali, sarebbero stati sospesi gli interventi per non ostacolare il normale flusso veicolare e pedonale.
“E poiché quando assumo un impegno cerco sempre di mantenerlo”, dichiara il sindaco, “a partire dalle ore 18 di oggi, 7 dicembre, e sino alle ore 7 dell’8 gennaio 2018 i lavori verranno interrotti con riapertura al traffico veicolare e pedonale di via Nazario Sauro est e possibilità alle auto di parcheggiare. Rimarrà, senza che però rechi alcun fastidio, solo una piccola porzione di area di cantiere, in prossimità del Cactus, ovviamente recintata per esigenze di sicurezza in quanto proprio da quel punto ripartiranno i lavori l’8 gennaio 2018”.
Riguardo agli altri interventi in corso riguardanti la messa in sicurezza di via Curiel, tratto da anni dissestato dalle radici dei pini, è previsto che dall’11 al 13 dicembre si realizzi il tappetino di asfalto drenante previa fresatura del manto esistente.
“Il tutto però è condizionato dalle temperature”, precisa l’assessore ai Lavori pubblici Gian Luigi Core. “Infatti, la particolare tipologia di conglomerato bituminoso richiede, affinché venga stesa senza vanificarne gli effetti, che le temperature non siano troppo rigide. Per cui nel caso malaugurato di temperature in picchiata, non si potrà procedere alla lavorazione prevista, che necessariamente dovrà quindi rinviarsi a primavera, quando le condizioni atmoferiche sono ottimali per questo tipo di operazione. In tal caso via Curiel verrà riaperta al traffico veicolare e verrà garantita la sosta in quanto le condizioni minime di sicurezza della via risultano garantite”.