Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 13:35 di Mer 21 Nov 2018

GoGo Penguin “A Humdrum Star”

di | in: Recensioni

GoGo Penguin “A Humdrum Star”

image_pdfimage_print

Etichetta: Blue Note
Brani: Prayer / Raven / Bardo / A Hundred Moons / Strid / Transient State / Return To Text / Reactor / Window

 


I GoGo Penguin fanno convivere più anime nella loro musica, quella elettronica, quella classica e quella jazz. Il risultato è un viaggio affascinante e multicolore nella contemporary music, senza paura di spiccare il volo, con la voglia di lasciarsi andare a ritmi seducenti e ad ambientazioni romantiche. I GoGo Penguin sono tre giovani gentiluomini di Manchester – il pianista Chris Illingworth, il contrabbassista Nick Blacka e il batterista Rob Turner – che due anni dopo gli apprezzamenti unanimi per Man Made Object, fanno di nuovo centro con A Humdrum Star, il secondo album su etichetta Blue Note.

Ogni brano è un tassello nel loro lavoro di svelamento di mondi altri, compositi, dinamici, evocativi. Raven brilla di un pianismo lunare, Window è un post rock cinematico, Transient State una frenetica improvvisazionejazz-pop, Bardo una corsa sul treno dei ricordi, pronto a scavalcare ogni steccato immaginario tra un genere e l’altro. Un po’ come se Brian Eno invitasse a pranzo i Massive Attack nel ristorante di Wim Mertens. Ancora una volta applausi.

 

© 2018, David Cresta. All rights reserved.




25 gennaio 2018 alle 19:53 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata