Samb – Vicenza 2 – 1: Miracoli e Di Massimo nella ripresa abbattono il Vicenza

 

Seconda vittoria casalinga consecutiva per la Samb che, grazie ai cambi, regola il Vicenza nella ripresa.

 

San Benedetto del Tronto, 2018-03-21 – Primo tempo noioso. E’ vero che il terreno pesante non favorisce lo spettacolo, ma Samb e Vicenza si studiano dando l’impressione di non volersi fare seriamente male. Il primo tiro della gara arriva al 15′ quando Mattia calcia a lato di destro. Il Vicenza risponde al 33′ con Tassi, con un tiro dalla distanza violento ma impreciso. La Samb ci riprova al 37′ con Bellomo che, su imbeccata di Stanco, calcia sull’estremo difensore ospite che devia in angolo. La prima parte della gara è tutta qui.

La musica cambia nella ripresa, con la Samb che è brava a sfruttare la freschezza dei cambi. Prima Miracoli rileva Stanco, poi Esposito e Di Massimo subentrano a degli spenti Bellomo e Valente. Sono le mosse decisive.
Al 66′ Giorno atterra Mattia in area: l’arbitro fischia il rigore. Sul dischetto si presenta Luca Miracoli, che calcia di potenza e beffa Valentini. E’ 1-0 per la Samb.
Esposito è un pericolo costante per la retroguardia ospite, ma al 76′ si intestardisce in una serpentina al limite dell’area piccola e conquista soltanto un corner. Al 79′, però il fantasista rossoblu si rifa in occasione dello splendido gol del raddoppio: Di Massimo dà il via all’azione, Miracoli appoggia a Esposito che, di prima, lancia magnificamente Di Massimo che con un guizzo sorprende Valentini e insacca il gol vittoria. Gol liberatorio per Di Massimo, attaccante spesso contestato ma oggi acclamato da tutto il Riviera.
La Samb ha la partita in pugno, ma una disattenzione della sua retroguardia permette al Vicenza di accorciare le distanze: all’84’ Ferrari di testa beffa Perina. E’ un gol inutile però, perché la squadra di Capuano amministra il vantaggio fino al triplice fischio.
Appuntamento per domenica 25 marzo con Sudtirol – Samb alle ore 14:30 presso lo Stadio Druso di Bolzano

 

I MIGLIORI
Miracoli 7 – Ha il merito di sbloccare il risultato trasformando il rigore con freddezza. Poi dialoga con i compagni di reparto, facendosi preferire allo Stanco visto nel primo tempo.
Esposito 7 – Il suo impact factor sulla partita è molto più alto del 7 in pagella. E’ un rompicapo per la difesa avversaria, che prova in tutti i modi a fermarlo riuscendoci raramente. Il lancio per Di Massimo per il gol del raddoppio è da cineteca.
Di Massimo 7 – Mezz’ora di sacrificio e di qualità coronata dal terzo gol in campionato, che arriva dopo un’azione in cui lui ha il grande merito di crederci dall’inizio alla fine. Ritrovato.
I PEGGIORI
Bellomo 5,5 – Gioca una partita non all’altezza della sua classe, senza guizzi né giocate di pregio. La sua ora di gioco è resa ancora più opaca dalla prestazione scintillante offerta da Esposito che entra al suo posto.
Valente 5,5 – Tanto agonismo sembra spesso poco finalizzato, che è un modo più elegante per dire che corre a vuoto per tutto il primo tempo. Troppo distante da Stanco per poterci dialogare in modo fruttuoso, troppo lontano dalla porta per poter anche solo sperare di impensierire Valentini.

 

 

Samb

Perina, Conson ©, Miceli, Gelonese, Mattia, Miceli, Bellomo (55’ Esposito), Stanco (65’ Miracoli), Di Pasquale, Valente (65’ Di Massimo), Bacinovic ©, Tomi.

A disposizione: Pegorin, Bove, Demofonti, Candellori, Patti, Haxhiu, Austoni, D’Intino.

Allenatore Ezio Capuano

 

 

 

Vicenza

Valentini, Malomo (74’ Bianchi), Romizi, Ferrari v©, Giorno (68’ Giacomelli), Crescenzi, Giraudo (89’ Lucca), De Giorgio ©, Milesi, Comi, Tassi.

A disposizione: Fortunato, Costa, Giacomelli, Magri, Ferchichi, Bangu, Giusti, Tardivo, Lucca.

Allenatore Nicola Zanini

 

 

Arbitro: Luigi Carella di Bari assistito da Michele Falco e Domenico Palermo di Bari
Marcatori: 67’ rig. Miracoli, 79’ Di Massimo, 84’ Ferrari
Ammoniti: 23’ Conson, 25’ Comi, 73’ Esposito, 79’ Di Massimo, 88’ Bacinovic, 90’ Miceli
Angoli: 4-3
Recupero: 1 + 4 min.

 

Serie C Girone B 2017/18 – Risultati 31a G

GUBBIO
RENATE 2:2
SUDTIROL
TERAMO 1:0
ALBINOLEFFE
FERMANA 1:0
SAMB
VICENZA 2:1
PADOVA
FERALPISALò 1:1
BASSANO
MESTRE 0:2
TRIESTINA
PORDENONE 1:1
FANO
REGGIANA 0:0

 

 

Serie C Girone B 2017/18 – Classifica 31a G

 

 

G

P.ti

V

N

P

Reti F/A

PADOVA

27

53

15

8

4

37:23

SAMB

27

45

12

9

6

32:21

REGGIANA

26

44

12

8

6

30:20

BASSANO

29

43

12

7

10

33:25

SUDTIROL

27

42

11

9

7

27:21

FERALPISALò

27

41

11

8

8

36:32

MESTRE

27

40

11

7

9

35:29

TRIESTINA

28

38

8

14

6

38:28

ALBINOLEFFE

28

36

9

9

10

28:27

RENATE

27

35

9

8

10

26:28

PORDENONE

27

35

8

11

8

33:33

FERMANA

28

32

7

11

10

23:30

VICENZA

26

31

8

7

11

24:27

RAVENNA

25

29

8

5

12

22:31

GUBBIO

26

28

7

7

12

28:38

TERAMO

28

28

5

13

10

27:35

SANTARCANGELO

27

25

6

8

13

24:47

FANO

26

24

5

9

12

19:27

MODENA

0

-3

0

0

0

0:0

 

 

FotoCronaca

© Copyright www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

 

 

 

Serie C Girone B 2017/18 – 32a G

SUDTIROL
SAMB -:-
FERMANA
FERALPISALò -:-
PORDENONE
REGGIANA -:-
TERAMO
TRIESTINA -:-
SANTARCANGELO
FANO -:-
RAVENNA
GUBBIO -:-
MESTRE
PADOVA -:-
RENATE
VICENZA -:-

 




Cross: i campioni giovanili e di staffette a Macerata

 
Assegnati nel Cross Helvia Recina al parco di Rotacupa (Macerata) gli scudetti marchigiani della specialità, con lo svolgimento della terza prova per i Societari cadetti e ragazzi
Macerata – Anche quest’anno il parco di Rotacupa, a Villa Potenza (Macerata), ha accolto il Cross Helvia Recina. Un appuntamento che conferma la sua tradizione, nonostante il rinvio di tre settimane per maltempo, giunto all’edizione numero 23 e valido come Campionato regionale di staffette assolute di corsa campestre, oltre che per l’assegnazione dei titoli giovanili individuali nell’ambito della terza prova per i Societari ragazzi e cadetti. In palio quindi gli scudetti nella specialità composta da quattro frazioni di 2 km dedicate a diverse fasce di età: allievi, under 20, promesse-juniores e over 18.
Tra gli uomini vittoria dell’Atletica Avis Macerata, società organizzatrice della manifestazione, con Andrea Virgili, Mamadou Barkinde Diallo, Ndiaga Dieng e Claudio Cammertoni, invece al femminile primo posto alla Sef Stamura Ancona che schierava Emma Mainardi, Alice Spinsanti, Maria Giulia Firmani e Federica Masini.
La gara cadetti ha visto il successo di Tommaso Ajello (Sef Stamura Ancona), che dopo 3 chilometri è riuscito a precedere il compagno di club Filippo Sanna (Sef Stamura Ancona) e Riccardo Piccioni (Asa Ascoli Piceno), mentre fra le cadette (2 km) si è imposta Serena Frolli (Atl. Osimo) su Eva Luna Falcioni (Atl. Avis Fano-Pesaro), terza Margherita Forconi (Atl. Avis Macerata).
Nella prova dei ragazzi (1,5 km), affermazione di Francesco Ranxha (Atl. Fabriano) nei confronti di Jacopo Sanginesi (Atl. Civitanova) e Andrea Tazza (Mezzofondo Club Ascoli), titolo ragazze sulla stessa distanza per Marica Melatini (Atl. Ama Civitanova) seguita da Virginia Bancolini (Atl. Avis Fano-Pesaro) e Anna Mengarelli (Atl. Recanati). La gara assoluta (4 km) è andata invece a José Miller Savorelli (Atl. Ama Civitanova) e Ilaria Sabbatini (Atl. Avis Macerata). Vittoria finale nella classifica a squadre del 23° Cross Helvia Recina alla Sef Stamura Ancona, davanti ad Atletica Avis Macerata e Atletica Sangiorgese Renato Rocchetti. Le classifiche di società per il momento vedono al comando Sef Stamura Ancona (cadetti e cadette), Atletica Sangiorgese Renato Rocchetti (ragazzi) e Atletica Avis Fano-Pesaro (ragazze), in attesa della quarta e ultima prova in programma domenica 25 marzo a Porto San Giorgio.

RISULTATI COMPLETI: http://www.fidal.it/risultati/2018/REG16100/Index.htm

LINK ALLE FOTO (autore Maurizio Iesari)
http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/AvisMc_CrossHelviaRecina2018.jpg
http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Stamura_CrossHelviaRecina2018.jpg
http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Cadette_CrossHelviaRecina2018.jpg
http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Ragazzi_CrossHelviaRecina2018.jpg
http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Ragazze_CrossHelviaRecina2018.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.

 

 




dall’UniUrb

2018-03-21

 

Perché l’Italia è Giallo-Blu?

– Venerdì 23 marzo il team di Ilvo Diamanti analizza il risultato delle elezioni politiche 2018 –

Le elezioni politiche del 4 marzo scorso hanno cambiato la geografia politica nazionale. Per conoscerne flussi, origini, motivazioni e dinamiche sociali, l’osservatorio elettorale di Lapolis dell’Università di Urbino presenta venerdì 23 marzo alle 10, nell’Aula Magna di Scienze Politiche in Piazza Gherardi 4 a Urbino, un’analisi del voto da diverse posizioni analitiche nel seminario “L’Italia Giallo-Blu, #Elezioni2018”.

Ilvo Diamanti (Direttore di LaPolis, Università di Urbino Carlo Bo) illustrerà i “nuovi colori della mappa politica italiana” e Nando Pagnoncelli (Presidente Ipsos) il ruolo delle fake news nella comunicazione politica.

 

Sarà poi la volta di altri studiosi come Giovanni Boccia Artieri, Fabio Bordignon e Luigi Ceccarini dell’Università di Urbino Carlo Bo: l’analisi si concentrerà sulla geografia elettorale nazionale e sul cambiamento avvenuto nelle (ex)zone rosse del centro Italia. La discussione verterà sul ruolo delle fake-news e della rete internet, sulla campagna elettorale e sugli orientamenti degli elettori. Sull’importanza dei leader e delle issue come il reddito di cittadinanza, la flat tax e l’immigrazione sulla scelta di voto degli italiani.

 

Info: lapolis@uniurb.it

 

Il Verde:  botanica e res rustica in libri e stampe antiche

 

Sabato 24 marzo alle ore 10,30, il Palazzo Ducale di Urbania ospita l’inaugurazione della mostra “Il Verde:  botanica e res rustica in libri e stampe antiche”

 




Presentate le Giornate Fai di Primavera a Ripatransone

Oltre 300 studenti faranno da cicerone alla scoperta di tesori e monumenti storici

Ripatransone, 2018-03-21 – Ripatransone con i suoi magnifici gioielli artistici e culturali sarà protagonista, insieme alla città di Ascoli Piceno, nelle giornate Fai di Primavera 2018 che si svolgeranno sabato 24 e domenica 25 marzo. L’iniziativa e i siti oggetto di visita nella comunità ripana sono stati illustrati stamane in Provincia dalla capogruppo Fai di San Benedetto del Tronto Adele Gabrielli, dalla delegata Fai per le scuole prof.ssa Silvana Giordano alla presenza del Presidente della Provincia Paolo D’Erasmo e dal Commissario Prefettizio del Comune di Ripatransone dott. Fiorangelo Angeloni.

A livello nazionale – ha evidenziato la dott.ssa Gabriellile giornate del Fai costituiscono la più grande manifestazione culturale d’Italia e d’Europa con oltre mille siti storici aperti al pubblico e 50 mila volontari mobilitati. A Ripatransone le scuole che hanno aderito all’iniziativa formando i propri studenti sono: il Liceo Classico Leopardi di San Benedetto (75 ciceroni), il Liceo Scientifico Rosetti di San Benedetto (42 ciceroni), L’ITC Capriotti di San Benedetto con l’indirizzo Linguistico (83 ciceroni) L’ITG Fazzini – Mercantini di Grottammare (55 Fazzini e 43 Mercantini)”.

Il Comune ha collaborato volentieri a questa iniziativa che consentirà di ammirare Ripatransone e i suoi suggestivi scorci in tutto il loro splendore – ha dichiarato il Commissario Prefettizio Angeloni nonostante le difficoltà legate agli eventi sismici e meteorologici, saranno aperti al pubblico numerosi siti storici della cittadina: quali il Teatro Mercantini, il Museo Archeologico, il Duomo con annessa Cripta della Misericordia e Morte, il Museo Vescovile, la Chiesa di San Pastore, il Convento dei Cappuccini e l’Antica Farmacia Lupidi-Boccabianca. Ricordo inoltre che, nelle due giornate, nel teatro Mercantini, per gentile concessione del Presidente della BCC di Ripatransone, Michelino Michetti, sarà esposto al pubblico il manoscritto originale della Spigolatrice di Sapri di Luigi Mercantini, mentre nell’Antica Farmacia, aperta per l’occasione dall’attuale proprietario Marco Lanciotti, sarà allestita una mostra fotografica”.

Presentate le Giornate Fai di Primavera a Ripatransone

Vorrei, in particolare, sottolineare una peculiarità di questa azione del FAI – ha evidenziato il Presidente D’Erasmo – il coinvolgimento di centinaia di giovani studenti che faranno da Cicerone con grande entusiasmo, passione e competenza. Dunque la cultura come vera e propria missione civica ed educativa e questo è un fatto di straordinaria importanza e un segnale di fiducia verso il futuro e d’investimento nelle nuove generazioni”.

Ogni progetto Fai – ha spiegato la prof.ssa Giordanoè un prodotto qualitativamente elevato che richiede grande impegno ai docenti e agli studenti delle nostre scuole affinché, durante l’evento, non siano solo gli illustratori delle bellezze artistiche e architettoniche del bene, ma narratori di vicende umane, di tradizioni e di emozioni legate ai siti e alle vicende che li hanno contraddistinti”.

Da segnalare che il manoscritto originale della poesia “La spigolatrice di Sapri” del letterato ripano Luigi Mercantini, è stato acquistato all’asta dall’Istituto di Credito, restituendo così al territorio un preziosissimo documento storico che i visitatori potranno ammirare grazie all’appuntamento con le Giornate di Primavera.

La comunità locale, è da sempre un importante polo di attrazione dell’attività della banca di Ripatransone che non si caratterizza solo nell’erogazione dei servizi tipici dell’attività bancaria – ha detto il Presidente Michelino Michetti ma anche in tutte quelle attività tese a promuovere la cultura e la storia della propria collettività di riferimento. L’acquisto di del manoscritto, in precedenza in possesso di un privato, è l’ulteriore testimonianza dell’Istituto di credito cooperativo ripano e del fermano verso la tutela dei beni artistici e culturali del territorio in cui opera”.

 




Torneo tra circoli di burraco al Club Incanto

Il 24 marzo alle 15,30

 

ASCOLI – Sabato 24 marzo, con inizio alle 15,30, si svolgerà un torneo di burraco tra circoli U.S. Acli presso il Club Incanto, in via del pollaio nella zona industriale. L’iniziativa prevede una quota di iscrizione di 5 euro ed una formula di svolgimento con 3 mitchell e una danese (4 smazzate). Al termine cena con pizza, patatine, bevanda e caffè (non obbligatoria –  prezzo Euro 10,00 comprensivo per chi rimane di ballo e musica dal vivo).

Vige il regolamento U.S. Acli e la manifestazione è riservata ai soci dell’U.S. Acli settore burraco.

Per informazioni e prenotazioni (per la cena entro la mattina del 23 marzo) rivolgersi al coordinatore della manifestazione Carla 3389398632.

 




dalla Città

Pulizia spiaggia, si parte il 4 aprile

In vista dell’apertura della stagione turistica, Picenambiente sta per partire con l’intervento di pulizia della spiaggia partendo da sud e avanzando verso nord.

 

Le operazioni consisteranno nell’asportazione dei rifiuti, sistemazione dell’arenile, rastrellamento meccanizzato, risagomatura di foci di canali e torrenti. L’intervento partirà mercoledì 4 aprile e la fine è prevista per il 19 maggio.

 

L’Amministrazione comunale pertanto, in applicazione di quanto previsto nel regolamento per l’utilizzo del litorale marittimo per finalità turistiche e ricreative, ricorda che “è fatto obbligo ai proprietari…di rimuovere i propri natanti e scafi, comprese le piccole imbarcazioni, pattini, mosconi e simili, windsurf, jole, canoe, sandolini, materiali annessi e loro accessori, per tutto il tempo necessario a consentire ai mezzi autorizzati la pulizia e la sistemazione dell’arenile…”.

 

Sempre il regolamento specifica che “il rinvenimento, in qualsiasi parte dell’arenile di scafi ed oggetti di qualsiasi genere e tipologia, depositati, abbandonati o comunque lasciati sull’arenile, in spregio dei divieti ed obblighi di cui al presente regolamento saranno rimossi d’ufficio e restituiti a coloro che ne dimostreranno la titolarità, previo rimborso delle spese di rimozione, trasporto, custodia e ferma restando l’obbligazione del pagamento delle sanzioni per le violazioni commesse. Gli scafi ed oggetti rinvenuti che presentassero evidenti segni di abbandono e/o in condizioni di particolare degrado saranno rimossi ed avviati direttamente allo smaltimento”.

 

Documento in formato Adobe AcrobatL’avviso integrale

Documento in formato Adobe AcrobatLe operazioni di pulizia previste per l’estate

 

San Benedetto del Tronto, 21-03-2018

Al Centro “Primavera” fervono i laboratori con la lana

Ha ottenuto un bellissimo risconto l’appello dell’Amministrazione comunale a donare gomitoli di lana al Centro sociale “Primavera” per lo svolgimento di laboratori sulla creazione di oggetti: hanno contribuito generosamente a riempire il contenitore di raccolta dei gomitoli, posto all’ingresso della struttura, sia i familiari dei bambini frequentanti i nidi “La Mongolfiera” e “Il Giardino delle Meraviglie” e le sezioni primavera “La Girandola” e “Il Girasole”, sia il maglificio “Gran Sasso” di Sant’Egidio alla Vibrata che ha donato diverse varietà di grandi rocchetti di pura lana.

 

“Ringrazio sentitamente tutti coloro che hanno contribuito al successo della raccolta – dice l’assessore alle Politiche Sociali Emanuela Carboni – e quindi del laboratori che stiamo svolgendo proprio con questo materiale. Questi laboratori si svolgono in orario mattutino per gli ospiti del “Primavera” e nei pomeriggi in cui il centro ospita gli appuntamenti dello spazio ludico “Batti il 5!”, con l’arrivo dei bambini e i loro accompagnatori che si dedicano a specifici lavori sul riciclo della lana. Tutti trascorrono insieme ore e ore di divertimento piacevolmente “morbido al tatto””.

 

Il valore aggiunto di queste iniziative è rappresentato dalla possibilità data ai partecipanti, grandi e piccini, di poter mettere in campo la propria creatività e apprendere, soprattutto per i bambini, il valore del riciclo della lana per la realizzazione di semplici ed utili manufatti, direttamente dall’esempio delle mani esperte delle nonne.

 

Ultimi prodotti realizzati con questo scopo sono i “pompon” di lana, basi per portachiavi “morbidosi” da donare per la festa del papà. A breve sono in programma ulteriori iniziative per la Pasqua.

San Benedetto del Tronto, 19-03-2018

 




Samb – Vicenza: i convocati

 

La lista dei calciatori rossoblù che prenderanno parte alla 31a Giornata di Campionato contro i biancorossi

 

San Benedetto del Tronto, 2018-03-21 – La S.S. Sambenedettese comunica i 22 convocati da Mister Capuano per la 12a Giornata di ritorno di Serie C Girone B 2017/18 Sambenedettese-Vicenza di oggi, mercoledì 21 marzo, che si disputerà alle ore 18:30 presso il Riviera delle Palme:

1 Pegorin Fabio
2 Conson Diego
4 Gelonese Luca
5 Mattia Simone
6 Miceli Mirko
7 Di Massimo Alessio
8 Bove Gabriele
9 Bellomo Nicola   
10 Esposito Vittorio
11 Stanco Francesco
13 Di Pasquale Davide
15 Demofonti Marco
18 Candellori Kevin
19 Valente Nicola
22 Perina Pietro
23 Bacinovic Armin
26 Miracoli Luca
30 Tomi Giovanni
32 Patti Matteo
34 Haxhiu Lorian
35 Austoni Filippo
36 D’Intino Marco

 

 




dall’Amat

2018-03-21

ultima ora

RINVIATO PER MALTEMPO LO SPETTACOLO LA MORTE E LA FANCIULLA PREVISTO QUESTA SERA A URBINO

 

 

A causa  delle avverse condizioni meteorologiche  lo spettacolo di danza La morte e la fanciulla della compagnia Abbondanza Bertoni, previsto questa sera (mercoledì 21 marzo) al Teatro Sanzio di Urbino nell’ambito di TeatrOltre, è posticipato a data da definire.

La nuova data sarà comunicata appena possibile.

Per informazioni: AMAT 071 2072439, www.amatmarche.net

A PESARO DA DOMENICA 25 MARZO ALLA CHIESA DELL’ANNUNZIATA

CONCERTI APERITIVO DELLA FILARMONICA GIOACHINO ROSSINI

Pesaro Città Creativa UNESCO per la Musica amplia l’offerta musicale con una nuova rassegna, quella dei Concerti Aperitivo quattro appuntamenti domenicali da marzo a giugno alle ore 11 alla Chiesa dell’Annunziata promossi dalla Filarmonica Gioachino Rossini con il Comune di Pesaro e l’AMAT. L’invito è quello di ascoltare musica di eccellenza in modo semplice e in un ambiente di assoluto rilievo artistico, nel cuore del centro storico di Pesaro. La rassegna prende il via domenica 25 marzo con l’ensemble della Filarmonica Gioachino Rossini assieme a Paolo Biagini al fagotto e Luca Piazzi alla tromba, con un programma dedicato alle musiche di Antonio Vivaldi – Concerto per Archi e Cembalo in Re maggiore RV 121, Concerto per Fagotto, Archi e Cembalo RV 488 in FA maggiore e Concerto per Fagotto, Archi e Cembalo RV 501 in Sib maggiore “La notte” -, Giuseppe Torelli – Sonata in Re maggiore per Tromba, Archi e Cembalo – e G.Ph.Telemann, Concerto per Tromba, Archi e Cembalo in Re maggiore.

La formazione musicale di base è costituita dall’Ensemble della Filarmonica Gioachino Rossini, mentre ad arricchire la proposta in ogni appuntamento verranno ospitati due solisti diversi. La programmazione dei concerti è curata dal M° Michele Antonelli, direttore artistico della Filarmonica Gioachino Rossini che sarà anche il concertatore dell’Ensemble nei quattro appuntamenti. La rassegna Concerti Aperitivo nasce dalla volontà della Filarmonica Rossini di entrare in contatto con il pubblico di tutto il territorio, per condividere la grande passione artistica dei suoi musicisti. Il progetto vuole anche offrire un contributo al programma di eventi previsti per il 150° Anniversario Rossiniano e all’offerta di Pesaro Città Creativa Unesco per la musica. Il concerto della domenica mattina è una “sana abitudine” culturale in numerose città europee, un modo affascinante per incontrare persone e ascoltare musica eccellente, ora anche a Pesaro è possibile farlo.

Nata grazie all’impegno di numerosi musicisti con alle spalle una consistente attività artistica nazionale ed internazionale, la Filarmonica Gioachino Rossini esordisce il 21 febbraio 2014 all’Auditorium “Pedrotti” di Pesaro. Presidente dell’orchestra è il M° Michele Antonelli, direttore artistico e responsabile della qualità e dell’identità della FGR, il quale cura l’organico, la programmazione e l’ideazione di progetti speciali. Dal giugno 2015 la FGR-Orchestra ha come Direttore Principale il M° Donato Renzetti con il quale, a consolidamento di esperienze già condivise, ha avviato un nuovo e proficuo percorso artistico. L’ultimo impegno, in ordine di tempo, per la Filarmonica è stato alla Royal Opera House di Muscat, in Oman, per L’occasione fa il ladro con la direzione del M° Christopher Franklin, una produzione del Rossini Opera Festival in vista delle celebrazioni per il 150° anniversario della morte di Gioachino Rossini. Un’iniziativa appoggiata anche da Comune di Pesaro, Regione Marche e dai ministeri degli Affari Esteri e delle Politiche Agricole. La Filarmonica Gioachino Rossini è una delle nuove realtà più interessanti a livello nazionale e internazionale e si pone come ambasciatrice nel mondo delle musiche del Cigno di Pesaro.

Concerti Aperitivo proseguono domenica 22 aprile con l’FGR Ensemble e i solisti Ana Julia Badia Feria, violino, e Stefano Rava, oboe che eseguiranno musiche di Tomaso Albinoni, Antonio Vivaldi e J.S.Bach. Terzo concerto domenica 6 maggio con i solisti Cristina Flenghi e Alessandro Maldera entrambi al flauto accanto al l’ensemble della FGR per un’esecuzione di brani di C.Phillip Emanuel Bach, Antonio Vivaldi, François Borne – Georges Bizet e del Cigno di Pesaro Gioachino Rossini. Quarto e ultimo appuntamento domenica 3 giugno con le musiche di W.A.Mozart e Luigi Cherubini; in scena assieme all’Ensemble FGR ci saranno Davide Felici al clarinetto e Massimo Mondaini al corno.

L’ingresso a ogni singolo concerto è di 10 euro, è possibile acquistare i biglietti il giorno stesso del concerto presso la Chiesa dell’Annunziata (334 3193717) dalle ore 10, oppure alla biglietteria del Teatro Rossini (0721 387621) dal mercoledì al sabato dalle 17 alle 19.30.

“KLANG FESTIVAL”, DOMENICA 25 MARZO AL TEATRO ALFIERI DI MONTEMARCIANO

I TEXANI BALMORHEA IN CONCERTO

 

Domenica 25 marzo KLANG altri suoni, altri spazi – rassegna musicale regionale promossa dall’AMAT con Loop Live Club e i Comuni del territorio– fa tappa al Teatro Alfieri di Montemarciano con Balmorhea, nati nel 2006 a Austin, Texas, per volontà di Rob Lowe e Michael Muller accompagnati dai talentuosi strumentisti Aisha Burns (violino), Nicole Kern (violoncello) e Travis Chapman (contrabbasso). Il gruppo tesse strutture post-rock mescolate a in?uenze classiche e il perimetro in cui si collocano le nuove composizioni, che non rinunciano a descrivere scorci paesaggistici, racchiude l’essenza del lavoro in un’quilibrata miscela di residue delicatezze acustiche e poderose progressioni elettriche. Le trame dei lavori di Balmorhea si tessono attorno a strutture post-rock e a in?uenze classiche e non a caso, tra i maggiori ispiratori, Lowe e Muller citano da sempre Ludovico Einaudi, Claude Debussy e Ludwing van Beethoven, oltre a Arvo Pärt, John Cage, Miles Davis e Brian Eno.

Balmorhea è il nome di un bacino idrico arti?ciale situato in prossimità dell’omonima cittadina della contea di Reeves, una delle estreme propaggini occidentali del Texas verso il Messico, terra di contrasti tra vallate desertiche e declivi boscosi, tra aridi ammassi sabbiosi e, appunto, il ristoro vitale o?erto dal lago. I contrasti del territorio texano – al quale il duo mostrerà a più riprese di essere fortemente legato – e l’imponente placidità delle acque lacustri ricorrono nel picking chitarristico discreto di Muller e nelle compunte partiture pianistiche di Lowe, che si intrecciano in un dialogo austero, ma prodigo di un’emozionalità mai sovrastata da strutture compositive di accurata essenzialità. Austin, Texas: città tra le più attive dal punto di vista artistico tra anni 90 e 2000, fortemente connotata dalla fervente attività di band riconducibili al post-rock, su tutte gli Explosions In The Sky. Benché non di solo post-rock abbia vissuto e viva la scena artistica della capitale texana, in un certo senso è proprio da lì che parte l’esperienza di Michael Muller e Rob Lowe, musicisti di estrazione diversa che hanno posto la loro ispirazione e la loro perizia al servizio di quello che all’inizio poteva sembrare una declinazione in chiave acustico-cameristica di quel “genere” dai tratti inde?niti, ma che ben presto ha dimostrato di essere qualcosa di ben più ricco e irriducibile a rigidi schematismi classi?catori. Un’esperienza artistica fuori dal tempo che, coniugando perfezione formale e capacità comunicativa, resta fedele alla propensione di Rob Lowe e Michael Muller a mettersi in discussione album dopo album, sia dal punto di vista dell’articolazione strumentale che dell’ininterrotta esplorazione di sospensioni temporali e registri compositivi. L’originario duo si è negli anni ampliato includendo la batteria e uno stabile terzetto d’archi formato da Aisha Burns (violino), Nicole Kern (violoncello) e Travis Chapman (contrabbasso). In tutto sei album in studio, l’ultimo, Clear Language, uscito sempre per l’etichetta Western Vinyl (Peter Broderick,Dirty Projectors,Kaitlyn Aurelia Smith), continua a muoversi con la loro musica tra i binari minimal di un rock da camera che fa della sottrazione uno dei suoi elementi principali. Certamente post da tutti i punti di vista, che sia rock o meno poco importa, i texani si librano in quel piano continuo che unisce la (post) modern classical e gli esperimenti post-rock dei Bark Psychosis di “Hex”. La pulizia dei suoni – come si evince dal titolo stesso – emerge prepotentemente e rappresenta quasi una sorta di manifesto contro il caos dei mille rumori e delle mille voci urlate della società contemporanea. Lasciata alle spalle ogni tensione, il nuovo Clear Language si muove tra sintetizzatore, pianoforte, vibrafono, archi e chitarra con un ancor più scarnificato approccio minimal capace – anche per questo – di pennellare paesaggi onirici tramite brevi loop di synth e strumentazione acustica.

Informazioni e biglietti (posto unico numerato 10 euro, ridotto 8 euro): AMAT 071 2072439, Biglietteria Teatro Alfieri 071 9163383 dalle ore 20 della sera del concerto che avrà inizio alle ore 21.

MATELICA, TEATRO PIERMARINI

SABATO 24 MARZO IN TERRA DI RUVIDO TEATRO

Sabato 24 marzo proseguono gli appuntamenti di Altri Percorsi al Teatro Piermarini di Matelica su iniziativa del Comune di Matelica Assessorato alla Cultura e dell’AMATRuvidoTeatro presenta la sua nuova produzione, In terra, uno spettacolo incentrato sul tema del terremoto e in particolare sull’approccio che hanno i bambini a questo terribile evento.

“Perché fare uno spettacolo sul terremoto? – si legge nelle note della compagnia – Perché è un’esperienza irripetibile, che diventa solo tua ed è difficile raccontarla e farla vivere a persone che non l’hanno vissuta. Ma ci sembrava importante provare a raccontarla, farla diventare un’emozione, un passaggio indelebile della nostra vita, far prendere coscienza di cosa vuol dire la paura, momento irrazionale di insicurezza; di cosa significa non sapere come reagire, cosa fare, essere inermi e soli di fronte a qualsiasi reazione; di come la vita ordinaria e stabile viene stravolta da un evento straordinario che trasforma la nostra esistenza in vita instabile e insicura; di come viviamo la distruzione, la mancanza di casa, la vita in camper o in altre situazioni che danno molto spazio alla provvisorietà. Volevamo mostrare la diversità dell’approccio dell’adulto e del bambino verso quello che accade; perché per i bambini le paure hanno aspetti differenti: il buio, i mostri, i rumori, la porta chiusa o aperta; le immagini dei bambini nell’immaginare il terremoto: la barca in mezzo al mare, le faglie che viaggiano, il libro da cui escono le paure, i suoni legati ai colori, gli schiaffi ai palazzi. Mi sembra di sentire una mandria di cavalli in cantina. Mi sembra una grande campana che suona. Mi fa pensare a una foresta brutta e cattiva. Ma soprattutto vogliamo ricordare che ci sono territori che ancora oggi subiscono le lungaggini burocratiche per un ritorno alla normalità, alla vita sociale, al lavoro, al diritto di crescita felice dei bambini”.

La regia dello spettacolo è di Fabio Bonso, l’interpretazione è affidata a Deborah Biordi, Francesco Mentonelli e Fabio Bonso.

Per informazioni: biglietteria del teatro 0737 85088. Inizio spettacolo ore 21.15.




dalla Regione Marche

2018-03-21

La Giunta regionale approva il Programma annuale 2018 per l’impiego dei Carabinieri Forestali

Casini: “Presenta sul territorio a garanzia della sicurezza e della legalità”

La Regione Marche ha approvato il Programma annuale 2018 per l’impiego dei Carabinieri Forestali nell’ambito delle competenze regionali. L’utilizzo delle unità è disciplinato dalla convenzione sottoscritta lo scorso anno con il Ministero delle politiche agricole e forestali. “Viene data attuazione alla prima delle due annualità della nuova intesa – spiega la vice presidente Anna Casini, assessore Agricoltura e Foreste – La collaborazione dei militari è essenziale per garantire la legalità e i controlli sul territorio. La loro riconosciuta professionalità viene messa a disposizione della comunità anche sul fronte della prevenzione e della tutela ambientale. La cooperazione, ormai storica, delle Marche con i Carabinieri Forestali rafforza la stima e il ringraziamento per l’ottimo lavoro sempre svolto”. Il programma 2018 incentra l’attenzione sulle questioni legate alla polizia forestale, alla tutela delle formazioni vegetali, valorizzazione dei funghi e tartufi, alla certificazione dei materiali forestali di propagazione, alle vegetazioni monumentali. La gestione del territorio sarà perseguita con la sorveglianza delle aree protette, i controlli sulle opere che richiedono la valutazione ambientale, il monitoraggio sulla presenza del lupo, la polizia idraulica. Di rilievo anche l’attività di protezione civile: i Carabinieri Forestali opereranno nella prevenzione degli incendi boschivi, nel monitoraggio del rischio neve e valanghe, nella sicurezza del territorio montano e rurale, negli adempimenti zootecnici connessi agli eventi sismici del 2016.NUOVI LEA: CURE ODONTOIATRICHE GRATUITE PER MINORI, MALATI GRAVI E SOGGETTI IN CONDIZIONI DI DIFFICOLTA’ ECONOMICA

I minori, i malati gravi, i disabili, i soggetti in condizioni di difficoltà economica, nelle Marche avranno cure odontoiatriche gratuite.

E’ quanto prevede il Programma regionale per l’assistenza odontoiatrica approvato dalla giunta su proposta del presidente della Regione Luca Ceriscioli, in applicazione del Decreto della Presidenza de Consiglio dei Ministri sui nuovi livelli essenziali di assistenza.

La delibera di Giunta si rivolge a tre categorie di assistiti: i ragazzi nell’età evolutiva da 0 a 14 anni, le persone in condizioni di vulnerabilità sanitaria e le persone in condizione di vulnerabilità sociale.

Alla generalità degli assistiti viene, inoltre, garantito il trattamento delle urgenze odontoiatriche.

Per quanto riguarda la prevenzione in età evolutiva (0-14 anni) i numerosi programmi già in essere in tema di corretta igiene, alimentazione e salute saranno integrati e potenziati grazie alla partecipazione dei Pediatri di libera scelta, che hanno condiviso con la Regione Marche un loro attivo coinvolgimento nella intercettazione dei problemi odontoiatrici dei minori, proponendo tempestivamente una visita odontoiatrica propedeutica alla definizione di un piano di trattamento.

Nella vulnerabilità sanitaria – e quindi nella fascia esente – rientrano, ad esempio, i trapiantati e i soggetti in attesa di trapianto, i malati oncologici sottoposti a radio e chemioterapia, i disabili, i soggetti affetti da HIV, da Sindrome di Down, le donne in stato di gravidanza, ecc. Tale elenco di assistiti, sulla base dell’esperienza maturata, sarà soggetto a rivalutazione ed aggiornamento. L’assistito, per poter accedere alle cure, dovrà essere in possesso o dell’attestato di esenzione in corso di validità o del modello di vulnerabilità sanitaria rilasciato dall’Ufficio Anagrafe Assistiti dell’Area Vasta di residenza.

Sono ricompresi nell’ambito della vulnerabilità sociale gli assistiti in condizione di svantaggio sociale ed economico, fattore questo che impedisce l’accesso alle cure odontoiatriche. L’assistito dovrà presentare, all’Ufficio Anagrafe Assistiti dell’Area Vasta territorialmente competente, la certificazione ISEE rilasciata dai Centri di Assistenza Fiscale (CAF) abilitati, ai fini della consegna del modello di vulnerabilità sociale.

Al fine di agevolare l’utenza, è stabilito che l’ASUR provveda alla sottoscrizione di specifiche convenzioni con i Laboratori odontotecnici per la fornitura di protesi a costi sociali.

Per garantire omogeneamente su tutto il territorio regionale l’applicazione dei nuovi LEA è fondamentale che gli enti del sistema sanitario provvedano congiuntamente alla riorganizzazione del sistema delle cure odontoiatriche. L’ASUR dovrà prevedere l’attivazione in ciascuna Area Vasta di centri di I livello per l’assistenza odontoiatrica ai pazienti che rientrino nei casi di erogabilità stabiliti. Centro regionale di II livello viene confermata l’Unità Operativa di Odontostomatologia chirurgica e speciale dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Ospedali Riuniti di Ancona.

OLTRE 2,5 MILIONI DI EURO PER IL CONTRASTO DELLE LUDOPATIE

 

Contrastare gli effetti negative delle ludopatie, prevenendo il gioco d’azzardo patologico. Su questo fronte la Giunta regionale investe 2 milioni e 515mila euro, ne dà notizia il presidente della Regione Marche e assessore alla Sanità, Luca Ceriscioli. “Abbiamo approvato i programmi territoriali delle aree vaste Asur – sottolinea il Presidente – dando attuazione, con risorse finanziarie adeguate, alla legge che le Marche si sono date lo scorso anno per contrastare gli effetti della ludopatia. Una patologia da cui deriva un comportamento compulsivo con effetti negativi non solo sulle relazioni sociali ma anche sulla salute delle persone. I programmi sono stati concertati tra aree territoriali e uffici regionali e agiscono sinergicamente su più fronti: dall’informazione su queste problematiche, alla prevenzione, orientamento e  presa in carico sanitaria dei soggetti colpiti. Particolare attenzione è stata riservata alla sensibilizzazione e aumento della consapevolezza delle giovani generazioni. Si tratta di azioni complesse e articolate, che danno risposta ai vari aspetti sollevati da questo insidioso fenomeno”. In particolare, ad esempio, vengono previste giornate informative per divulgare informazioni e dati. Realizzazione di video e materiale informativo per tv, web e canali social. Organizzazione di convegni specialistici e mostre dedicate a tutti i cittadini, anche con approfondimenti basati su matematica e calcolo delle probabilità del gioco d’azzardo, che evidenziano la non convenienza razionale del gioco. Spazio anche a punti informativi itineranti sul territorio e alla presa in carico, orientamento e trattamento mutidisciplinare delle persone affette da dipendenza, da un punto di vista psico sociale e terapeutico.

Danni provocati dai cinghiali: incontro in Regione tra Presidente Ceriscioli , assessore Pieroni e le associazioni CIA, Copagri, Confagricoltura e Cooperative “Fedagri Marche”

 

Domani sarà presentato il Piano di controllo regionale per il cinghiale

 

Si è svolto oggi a Palazzo Raffaello un incontro tra il presidente Luca Ceriscioli, l’assessore alla Caccia Moreno Pieroni e le organizzazioni agricole CIA, Copagri, Confagricoltura e Cooperative “Fedagri Marche”, che avevano richiesto la riunione per affrontare le problematiche relative ai danni alle colture provocati dai cinghiali. “L’incontro – hanno dichiarato i rappresentanti delle organizzazioni intervenute – ha prodotto importanti risultati, al punto che le nostre organizzazioni agricole hanno sospeso la manifestazione convocata per il 27 marzo 2018. La disponibilità del presidente e dell’assessore rispetto alle nostre richieste è stata recepita positivamente. Le nostre proposte saranno in parte immediatamente realizzate, altre si concretizzeranno utilizzando gli strumenti e seguendo gli iter previsti dalla legge”.

Già domani il Piano di controllo per il cinghiale della Regione Marche sarà condiviso con gli Ambiti territoriali di caccia e con le associazioni di categoria.

Nel corso dell’incontro di oggi è stata dunque ribadita la volontà della Regione di condurre azioni condivise con il mondo agricolo, per dare risposte forti e concrete al problema. Immediatamente si realizzerà una procedura semplificata che preveda l’autodifesa, da realizzare con tutti i mezzi previsti dalla normativa.

Una serie di altri atti importanti sono previsti a breve termine: oltre alla presentazione di domani, il 27 marzo sarà portato all’esame delle associazioni agricole, venatorie e degli Ambiti territoriali di Caccia il regolamento unico per il risarcimento danni da fauna selvatica. Inoltre è stato già trasmesso all’ISPRA per l’acquisizione del previsto parere il calendario della caccia in selezione agli ungulati, con la finalità di poter anticipare i tempi di apertura.

A SENIGALLIA IL CONVEGNO “PIU’ SPORT PIU’ TURISMO”

“Più sport, più turismo”:  è quanto conferma uno studio scientifico condotto da una società specializzata, spin off dell’Università Politecnica delle Marche, e promosso da CONI Marche con il sostegno della Regione Marche, entrambi convinti dell’importante connubio tra sport e turismo. Non a caso la Regione Marche per la prima volta ha inserito nel suo Bilancio un nuovo capitolo di spesa intitolato proprio “Sport e Turismo”, nel quale è contenuta l’idea di fare degli eventi sportivi un momento di promozione turistica del territorio. Nelle Marche si contano infatti 2.697 impianti. Un patrimonio per la comunità regionale che nel 2016 ha ospitato 11 manifestazioni internazionali e 31 nazionali di alto livello agonistico e di grande richiamo di pubblico.

 

I risultati dell’indagine – che vanta la supervisione scientifica del professore Gian Luca Gregori, docente alla facoltà di Economia “Giorgio Fuà” di Ancona e pro rettore dell’Università Politecnica delle Marche – saranno presentati in un convegno VENERDÌ 23 MARZO, A PARTIRE DALLE 9, ALLA ROTONDA A MARE DI SENIGALLIA.

La ricerca ha preso in esame alcuni i maggiori eventi sportivi a carattere internazionale che si sono svolti nelle Marche nel 2016, rilevando il numero delle presenze sul luogo dell’evento in prossimità e durante i giorni della manifestazione, la spesa pro capite delle presenze legate all’evento sportivo, l’ammontare degli investimenti in termini di adeguamento degli spazi e delle infrastrutture sportive, compreso il lavoro degli eventuali appalti, le opportunità occupazionali, stabili e/o temporanee, cioè proseguite oltre la manifestazione e/o legate e finalizzate al solo e specifico evento.

 




La nutrigenomica al centro del convegno promosso da UniCam e Inrca

 

Camerino, 21 marzo 2018 – “Beyond food: prevenzione e salute nella nutrigenomica” è il tema del convegno organizzato dall’Università di Camerino in programma il prossimo venerdì 23 marzo ad Ancona presso l’Auditorium INRCA.
L’evento sarà aperto dai saluti del Rettore Unicam prof. Claudio Pettinari, del Direttore INRCA dott. Gianni Genga, dell’Assessore alla Sanità e ai Servizi Sociali del Comune di Jesi Maria Luisa Quaglieri, della Direttrice della Summer School on Nutrigenomics di Unicam prof.ssa Rosita Gabbianelli. Seguiranno poi gli interventi di docenti ed esperti.

“Obiettivo del convegno – sottolinea la prof.ssa Gabbianelli – sarà non solo quello di illustrare le potenzialità della nutrigenomica e le preziose informazioni che essa stessa può fornire per innovative strategie di prevenzione, ma anche quello di mettere in evidenza quanto si può fare nel territorio grazie alla collaborazione tra Università, imprese ed istituzioni regionali”.

L’evento anticipa le tematiche che saranno trattate poi in maniera approfondita, anche grazie ad illustri relatori internazionali tra i massimi esperti del settore, nel corso della terza edizione della European Summer School on Nutrigenomics, che ormai caratterizza l’offerta formativa dell’Università di Camerino e che per questa terza edizione sarà ospitata dalla città di Jesi dal 25 al 29 giugno.
Tutte le informazioni sulla summer school sono disponibili all’indirizzo www.unicam.it/nutrigenomics