Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 06:56 di Lun 22 Apr 2019

Orgoglio Civico, Sanità e Pd: “Si governa o si guarda alle beghe interne???”

di | in: Cactus, Cronaca e Attualità, Oblò: Spunti, Appunti e Contrappunti

Benito Rossi

image_pdfimage_print

San Benedetto del Tronto, 2018-03-28 – Sì rimane basiti leggendo le dichiarazioni del governatore Ceriscioli sulla sanità privata ma in particolare del PD Regionale, quest’ ultimo  sempre alla ricerca di prove muscolari in ambito sanitario e territoriale. Un partito che, attraverso i suoi portavoce, evidentemente, vuole attendere le prossime elezioni regionali e comunali, per convingersi, che, forse, qualcosa è cambiato. Magari nel frattempo assisteremo a cambi di casacca, pur di riproporsi e riciclarsi nelle prossime competizioni regionali e comunali ma, nel frattempo, nulla fa presagire che possano passare, dall’ arroganza all’ umiltà. La critica fondata li infastidisce, senza pensare che  il paziente-utente risulta, sempre, essere prioritario rispetto le beghe politiche di orti e botteghe, soprattutto quando si governa. Dopo la bolla d’ aria dell’ ospedale unico, si spieghi ai cittadini cosa è migliorato, nell’ arco almeno di un decennio di programmazione, completamente nelle vostre mani e senza alcuna discontinuità politica. Ha sempre governato il PD.


Lo stesso PD che pubblicamente ha affermato che l’ integrazione tra ex zona 12 ed ex zona 13 è fallita ( se volete facciamo risentire le dichiarazioni ). Ed allora, un conto è sostenere una linea di parte politica mentre altro conto è guardare la sanità dalla parte del cittadino, dove al madonna del soccorso ha visto ascrivere al fortissimo ridimensionamento, l’ oculistica, l’ otorino, l’ unità coronarica, l’ emergenza per vari aspetti ( sono anni che attendiamo la piazzola di atterraggio per eliambulanza qui a san benedetto oppure la famosa ambulanza jolly e magari quella tanto agognata diversa organizzazione di un pronto soccorso in veste estiva con un terzo medico in sala visita ). Mentre la geriatria attende medici ed infermieri per sostenere i pazienti nei posti letto assegnati, il week surgery ( posti letto per piccoli interventi ), nato come progetto sperimentale, è sostenuto per i turni notturni, tramite infermieri di altri reparti: è o non è un servizio?? Quando finisce l’ esperimento? L’ esistente salvato con unghia e denti è il frutto della reazione di cittadini ed associazioni che vi ha costretti ad intervenire ma che, nonostante tutto , vi vede ancora sicuri di una progettazione sanitaria miope e non aderente alle esigenze dei cittadini. Di fatto non fornite i necessari sostentamenti economici ai direttori generali e di conseguenza le dotazioni organiche non sono sufficienti a sostenere i livelli assistenziali richiesti dalle esigenze dei cittadini. Naturalmente per ovviare avete sempre la fortuna di avere un privato pronto a salvare le inefficienze pubbliche.

Orgoglio Civico

© 2018, Redazione. All rights reserved.




28 Marzo 2018 alle 17:00 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


My Web TV Marche

• dalla Regione Marche
• dalla Regione Marche
• dalla Regione Marche


Social

Visit Us On TwitterVisit Us On Facebook
Ricerca personalizzata