Cosenza – Samb, arbitra Ivan Robilotta di Sala Consilina

 

San Benedetto del Tronto, 2018-05-28 – La gara di ritorno del secondo turno dei play off nazionali sarà diretta da Ivan Robilotta di Sala Consilina

Designazioni gara di ritorno – secondo turno play off nazionali Campionato Serie C 2017/18:

COSENZA CALCIO – SAMBENEDETTESE CALCIO a Ivan Robilotta di Sala Consilina
Assistenti: Giuliano Parrella di Battipaglia e Giuseppe Mansi di Nocera Inferiore              Quarto Ufficiale: Andrea Zingarelli di Siena

FERALPISALO S.R.L. CALCIO CATANIA S.P.A. a Federico Dionisi de L’aquila
Assistenti: Lucia Abruzzese e Leonardo De Palma di Foggia
Quarto Ufficiale: Giacomo Camplone di Pescara

REGGIANA 1919 SPA – ROBUR SIENA SRL a Matteo Marchetti di Ostia Lido
Assistenti: Aristide Rabotti di Roma 2 e Michele Dell’Università di Aprilia
Quarto Ufficiale: Riccardo Annaloro di Collegno

VITERBESE CASTRENSE – F.C. SUDTIROL S.R.L. a Alessandro Prontera di Bologna
Assistenti: Alessio Saccenti di Modena e Daniele Marchi di Bologna
Quarto Ufficiale: Fabio Pasciuta di Agrigento




dalla Città

SPIAGGE PULITE, LEGAMBIENTE IN AZIONE NELLA RISERVA SENTINA

Domenica 27 Maggio il circolo Legambiente di San Benedetto del Tronto ha effettuato la pulizia della spiaggia della Riserva Naturale Sentina con i propri volontari e con la collaborazione di un gruppo scout locale. Circa una ventina di volontari all’opera che si sono divisi in due gruppi: un gruppo ha pulito l’area della foce del Tronto mentre l’altro ha pulito la spiaggia della Riserva nella sua zona a nord.

Tantissimo il polistirolo raccolto ma anche tanta, troppa plastica presente tra i rami e le canne portate dal fiume a seguito della ultime piogge.

Il fine dell’iniziativa, oltre a quello di rimuovere i rifiuti inorganici spiaggiati in occasione delle recenti mareggiate, è stato anche quello di sensibilizzare la cittadinanza rispetto alla prevenzione dei rifiuti, con particolare riferimento alla situazione critica in cui versa il nostro mare.

E’ stata raccolta una rilevante quantità di rifiuti inorganici, soprattutto plastiche, mentre invece il materiale organico legnoso (tronchi, canne) è stato lasciato sul posto come previsto dai principi di gestione delle spiagge ricomprese in zone di valenza naturalistica come Parchi Marini e Riserve Costiere. Si ricorda che il materiale legnoso è parte integrante dell’ecosistema e non è da considerarsi rifiuto e con l’incalzante questione dell’erosione costiera, costituisce un elemento di ingegneria naturalistica.

2018-05-28

Carte d’identità “fallate”, c’è un sito per scoprirlo

Nei giorni scorsi  il Ministero dell’Interno ha reso noto che, a causa di alcun problemi tecnici, alcune Carte di Identità Elettroniche emesse presentano un difetto nel chip: nelle carte difettose, questo contiene una data di emissione diversa da quella correttamente riportata sul fronte del documento.

 

Lo stesso Ministero ha messo a disposizione una pagina web all’indirizzo www.cartaidentita.interno.gov.it/verifica-cie/ che consente ai cittadini di verificare online la presenza di eventuali difetti all’interno della propria CIE.

 

Inserendo il codice fiscale ed il numero di serie della CIE, il servizio restituisce un riscontro in tempo reale, fornendo informazioni e indicazioni aggiuntive per i documenti che presentano non conformità.

San Benedetto del Tronto, 28-05-2018

Il Comune cerca ditte interessate a fornire applicativi informatici

Il Comune intende effettuare una indagine di mercato per l’acquisizione di manifestazione di interesse a partecipare alla procedura, parametrata alla procedura negoziata di cui all’art. 36, D.Lgs. 50/2016, per la la fornitura degli applicativi hardware e software per l’anno 2018.

 

I dettagli in questa pagina

San Benedetto del Tronto, 28-05-2018

Il 18 giugno scade il pagamento dell”IMU

In vista della scadenza della rata IMU del 18 giugno 2018, anche quest’anno il Servizio Tributi del Comune di San Benedetto amplierà il proprio orario di apertura al pubblico.

 

Dal 1° al 19 giugno infatti gli operatori saranno a disposizione agli sportelli del terzo piano del Municipio di viale De Gasperi il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9,30 alle 13,00 e il martedì e giovedì dalle 16 alle 18.

 

Nello stesso periodo osserverà il medesimo orario di apertura anche lo sportello che sarà aperto nella delegazione comunale di Porto d’Ascoli.

San Benedetto del Tronto, 28-05-2018

Il ruolo genitoriale e i conflitti di coppia temi di un convegno

Continuano le conferenze del ciclo “La psiche in Comune”, ideato nel 2017 dall’Assessorato alle Pari Opportunità  del  Comune di S. Benedetto del Tronto per offrire alla cittadinanza una serie di occasione per avvicinarsi alla conoscenza della psiche e contrastare l’analfabetismo psicologico, “condizione fondamentale insieme ad alcune altre – spiega l’assessore Antonella Baiocchi – per migliorare la relazione con se stessi e gli altri e promuovere il reciproco rispetto”.

Il 30 maggio alle ore 17.15, nella sala consiliare del Comune, è in programma una conferenza dal titolo “Tutela del ruolo genitoriale e conflitti di coppia” che vedrà la relazione di Silvia Vitali, avvocato e mediatore familiare. Coordina i lavori Rosaria Falco, avvocato e consigliere comunale.

La cittadinanza è invitata a partecipare.

San Benedetto del Tronto, 28-05-2018
dove
Sala consiliare
quando
Mercoledì 30 maggio 2018 –
a cura di

Amministrazione comunale – Assessorato pari opportunità




dall’Isc Centro

2018-05-28

Grande entusiasmo per la rappresentazione teatrale” Canticando”

Lunedì 21 Maggio al teatro Concordia alcuni alunni della scuola secondaria di primo grado “Curzi” hanno, per il secondo anno, dato prova della loro creatività attraverso le forme espressive della danza, del canto e della recitazione, con la rappresentazione teatrale “Canticando”, liberamente tratta dall’opera “La Divina Commedia” di Dante Alighieri. Coordinato dalla docente Maria Perla De Fazi, il progetto ha visto coinvolti ventitré alunni delle classi IIG, IIH, IIIF, IIIG, la docente Lara Di Sante per il canto e la musica dal vivo e il maestro di recitazione Daniele Vittori come esperto esterno.

Lo spettacolo è stato una rivisitazione dell’opera restando, tuttavia, fedele alla struttura e al ragionamento storico ed esegetico del messaggio dantesco.

I versi dei canti, trascritti in prosa e alcuni tradotti in lingua francese e inglese, hanno trasportato gli spettatori in una dimensione ancora più attuale. I balletti sono stati coreografati su basi musicali modernissime, come “Los Infernos” del gruppo musicale Emisferi Paralleli, e resi suggestivi dalle proiezioni in movimento appositamente studiate. Anche molte delle scene recitate sono state accompagnate da proiezioni dinamiche e da alcuni effetti sonori tali da rendere i personaggi più vicini alla descrizione dantesca.

Le figure di Dante e Virgilio sono state interpretate in maniera egregia da quattro alunni: Daniele Silvestri e Stefano Merlini (Dante), Samuele degli Esposti e Giorgia Travaglini (Virgilio).

Di notevole intensità il Canto V dell’Inferno che è stato recitato in lingua francese dagli alunni Mishel Zhuka, nel ruolo di Francesca, e Valerio Spina nel ruolo di Paolo, inoltre cantato sull’Aria di Francesca di Marco Frisina dall’alunna Anna Graci che, accompagnata al flauto traverso dalla docente Lara Di Sante, ha conferito alla rappresentazione scenica una profonda liricità. Mentre il Canto XXVI dell’Inferno, che vede come personaggio l’eroe omerico Ulisse è stato riproposto in lingua inglese dall’alunno Stefano Colletta.

Il balletto e le parole di Beatrice (Angelina Di Monte) sulle note di “Perfect” di Ed Sheeran, hanno trasmesso al pubblico un messaggio di speranza e di redenzione per tutti gli uomini.

Ha terminato lo spettacolo San Bernardo (Alessandro Capecci) che annuncia Maria Santissima, la quale è apparsa simbolicamente sul palco attraverso l’emozionante canto della “Preghiera alla Vergine” sulle musiche di Marco Frisina interpretato dalla voce solista Sofia Traini e arrangiato al violino da Anna Graci e al flauto traverso dalla docente Lara di Sante.

Il laboratorio teatrale didattico, arricchito dalla musica dal vivo e dalle scenografie filmate, si è concluso con grande entusiasmo da parte degli alunni, della docente, delle famiglie e della dirigente, la quale ha manifestato al pubblico il suo apprezzamento per il viaggio nel mondo del teatro anche quest’anno intrapreso dai giovani attori dell’Istituto.

7° CONCORSO INTERNAZIONALE DI ESECUZIONE MUSICALE PIANOFORTE CITTA’ DI PENNE PESCARA

Il 25 maggio 2016 si è svolto il settimo concorso internazionale di esecuzione musicale nel suggestivo scenario della chiesa di S. Giovanni Evangelista a Penne in provincia di Pescara. Ancora una volta gli alunni di Pianoforte dell’indirizzo musicale della Scuola Media Curzi di San Benedetto del Tronto si sono distinti, classificandosi tutti ai primi posti! Nota di merito alla classe SECONDA: i cinque ragazzi che partecipavano si sono classificati tutti primi! Di cui due di loro PRIMI ASSOLUTI!

Di seguito la classifica con i relativi punteggi:

CLASSE SECONDA C PIANOFORTE:

Fino Lorenzo 99/100 PRIMO PREMIO ASSOLUTO!

Romani Alice 99/100 PRIMO PREMIO ASSOLUTO!

Capillo Marina Aurelia 95/100 PRIMO PREMIO; Rastelli Joseph 96/100 PRIMO PREMIO; Lenhardy Federico 96/100 PRIMO PREMIO

CLASSE TERZA C PIANOFORTE: Acquaroli Alessia 95/100 PRIMO PREMIO; Talamonti Gloria 93/100 SECONDO PREMIO.

Un grande ringraziamento da parte della loro insegnante Carosi Elisetta, va a questi ragazzi, perché grazie al loro impegno sono riusciti a suonare brani di grande livello, ed hanno messo in luce l’importanza della musica, che unisce ed emoziona, linguaggio universale dell’umanità. Un ringraziamento anche alla loro dirigente, la Professoressa Laura D’Ignazi per aver dato importanza e valore a quest’arte meravigliosa in grado di mandare l’anima al cielo!

 




dalla Regione Marche

 

28/05/2018

GLI “SCENARI FUTURI DELLA POLITICA AGRICOLA” DISCUSSI MERCOLEDÌ 30 MAGGIO AL CONVEGNO DI ANCONA CON COMMISSIONE EUROPEA E MINISTERO. PRIMA VOLTA IN ITALIA DEL CAPO UNITÀ FILIP BUSZ. CASINI: “IL PUNTO SU PASSATO, PRESENTE E FUTURO DELLA NOSTRA AGRICOLTURA”

La riforma della Pac (Politica agricola comune) sarà al centro del convegno promosso dalla Regione Marche che si terrà mercoledì 30 maggio all’Auditorium della Mole Vanvitelliana di Ancona (dalle ore 10.00 alle 13.00). L’incontro svilupperà gli scenari futuri in corso di definizione a livello europeo. È stato organizzato nell’ambito delle attività previste dal Psr (Programma di sviluppo rurale) delle Marche. Ospite d’eccezione sarà Filip Busz, capo unità della direzione Agricoltura della Commissione europea. Per la prima volta in Italia, ha scelto le Marche per le prime anticipazioni sul futuro della Pac e sulle linee d’intervento dopo il 2020, in discussione in questi giorni a livello europeo. Si confronterà con Giuseppe Blasi, capo dipartimento delle politiche europee e internazionali e dello sviluppo rurale del Mipaaf (ministero Agricoltura e Foreste) che proporrà i possibili risvolti italiani della nuova Pac. Franco Sotte (dipartimento Economia della Politecnica delle Marche) delineerà lo sviluppo rurale sostenuto dalla Pac nelle Marche, mentre il dirigente Agricoltura della Regione Marche, Lorenzo Bisogni, illustrerà lo stato di attuazione del Psr delle Marche. “È un appuntamento importante per tutti gli operatori e le istituzioni del settore agricolo perché si focalizzerà sulle prospettive di riforma della Pac e sui possibili impatti a livello nazionale e regionale – evidenzia la vice presidente Anna Casini, assessore regionale all’Agricoltura – Ringraziamo il capo unità Busz per l’opportunità concessa alle Marche che avranno l’occasione di riflettere sugli scenari dello sviluppo rurale dopo il 2020. Ad Ancona daremo vita a un evento che consentirà di fare il punto sul passato, sul presente e sul futuro della nostra agricoltura”.
28/05/2018

PROMOZIONE DELLA CULTURA ENOGASTRONOMICA MARCHIGIANA E DELLE TIPICITÀ ALIMENTARI LOCALI: PROTOCOLLO TRA REGIONE E UNIONE REGIONALE CUOCHI MARCHE. CASINI: “SETTORE STRATEGICO DA VALORIZZARE, UN MESSAGGIO AI GIOVANI A MAGIARE SANO”

Regione e Unione cuochi delle Marche collaboreranno per diffondere l’arte e la cultura enogastronomica regionale, valorizzando, in particolare, le tipicità alimentari locali. È quanto prevede un protocollo d’intesa firmato oggi, a Palazzo Raffaello, dal presidente Luca Ceriscioli e da Luca Santini, presidente Unione regionale cuochi Marche. Alla cerimonia è intervenuta la vicepresidente Anna Casini, assessore all’Agricoltura e Alimentazione. L’accordo, di durata triennale, senza oneri a carico delle parti firmatarie, prevede la realizzazione di varie attività che verranno poi regolate con apposite intese. L’obiettivo è quello di spingere sulla divulgazione dei prodotti agricoli del territorio e la loro valorizzazione gastronomica. Verranno approfondite anche le conoscenze tecniche di utilizzo dei prodotti agricoli, ittici e agroalimentari tipici, tradizionali e di qualità marchigiani attraverso ricerche, studi, pubblicazioni e dibattiti. “L’agroalimentare rappresenta un settore strategico della vita economica e culturale delle Marche – ha evidenziato la vice presidente Casini – L’intesa punta a valorizzare le eccellenze marchigiane, veicolando l’enogastronomia regionale attraverso iniziative gestite con grande professionalità. Un progetto dal respiro turistico che coinvolga gli enti locali e le imprese, basato sulla competitività e sulla sostenibilità del territorio regionale”. Casini ha ricordato che “da oggi i cuochi avranno il logo della Regione sulle divise indossate nelle manifestazioni ufficiali. È un onore per noi e un grande messaggio promozionale che viene divulgato, in particolare verso i ragazzi, in quanto la parola di uno chef è ormai autorevole quanto quella di un asso del calcio. Loro riescono a convincere i giovani a mangiare ciò che è buono ma ben fatto, rispetto a quello che è solo buono”. La vice presidente ha poi sottolineato che la firma dell’accordo cade in un momento importante: “Il 2018 è l’anno del cibo italiano, il cinquantesimo del Verdicchio dei Castelli di Jesi e del Rosso Piceno, il primo anno dell’Igp Olio Marche. Appuntamenti che si prestano a valorizzare le eccellenze marchigiane sui palcoscenici internazionali”. Santini ha rimarcato che “l’unione fa la forza. Ci mettiamo a disposizione per promuovere la nostra regione, istituzionalizzando un rapporto avviato da tempo. Crediamo che l’esempio sia il migliore metodo per apprendere; per questo siamo particolarmente attenti alle iniziative rivolte al mondo scolastico. Attraverso i giovani si possono educare le famiglie. Oggi ci siamo dimenticati delle stagioni, mangiamo un po’ tutto sempre. È indispensabile riportare i ragazzi e i genitori a consumare più prodotti locali nelle stagioni appropriate”. Ha concluso sottolineando “l’importanza di una promozione mirata e coordinata, perché le Marche enogastronomiche stanno crescendo significativamente a livello internazionale”. L’Unione regionale cuochi delle Marche ha già collaborato alle attività promozionali promosse dalla Regione. Ha sede a Loreto (AN) e aderisce alla Federazione italiana cuochi (comprende 20 Unioni, 124 associazioni provinciali e 30 delegazioni estere), ed è anche l’unico rappresentante per l’Italia nella Wacs Società mondiale dei cuochi.

2018-05-28

PER L’ESTATE ATTIVATE POTES TURISTICHE A NUMANA E SIROLO E A GABICCE

Con l’avvicinarsi dell’estate la Regione si organizza per offrire la miglior accoglienza turistica anche sotto il profilo sanitario e dispone di attivare una Potes turistica nel territorio di Numana e Sirolo ed un’altra a Gabicce Mare per la stagione estiva. L’atto è stato approvato questa mattina dalla Giunta che ha dato mandato all’Asur di procedere con l’organizzazione sanitaria dei servizi. Nell’area di Numana e Sirolo la Potes, con copertura H24, sarà di tipologia MSI (equipaggio autista, soccorritore ed infermiere), a decorrere dal 1° luglio e fino al 31 agosto 2018. Nel Comune di Gabicce la Potes turistica attivata sarà H12, dal lunedì al venerdì, e H24, sabato e domenica, a decorrere dal 15 giugno e fino al 16 settembre 2018. L’attivazione delle Potes in aggiunta delle permanenti è opportuna per assicurare l’adeguata assistenza alle persone presenti in queste località che nel periodo estivo, con l’ingente flusso di turisti, aumentano considerevolmente.

 

Fondo sviluppo e coesione: 14 milioni per le infrastrutture viarie della vallata del Musone

Ceriscioli: “Spirito di squadra”. Pieroni. “Risposta ai buchi neri della viabilità e alle esigenze del territorio”

Sono 14 i milioni di euro del Fondo sviluppo e coesione 2014-2020 destinati alla viabilità della vallata del Musone, a servizio del nuovo ospedale Inrca-Ancona sud e al collegamento viario delle zone industriali di Castelfidardo, Loreto, Recanati con la Strada statale 16. Provengono dalla ripartizione nazionale effettuata dal Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica), che ha assegnato alle Marche 132,8 milioni di euro per gli investimenti nel settore infrastrutturale e ambientale. Gli interventi finanziati nell’area sud di Ancona fanno parte di un’unica strategia regionale di collegamento dei nuovi poli ospedalieri alla viabilità principale, permettendo di razionalizzare i servizi e adeguare le connessioni con le aree servite. Le delibere Cipe sono al visto della Corte dei conti, poi i lavori dovranno essere appaltati entro il 31 dicembre 2019: data ravvicinata che ha suggerito di inserire subito nella programmazione le opere cantierabili. Il piano è stato illustrato dal presidente della Regione Luca Ceriscioli e dall’assessore regionale Moreno Pieroni ai sindaci e agli operatori interessati nel corso di un incontro presso la sala parrocchiale di Villa Musone (Loreto). “Abbiamo deciso di destinare una parte importante del Fondo a tutta l’area del Musone. Realizzeremo investimenti infrastrutturali che serviranno a collegare meglio la nuova struttura ospedaliera, ma che contestualmente favoriscono la mobilità di tutto il sistema produttivo, completando quei piccoli tratti tra la viabilità esistente dove mancava quell’ultimo miglio per renderla efficace e utilizzabile – ha sottolineato Ceriscioli – Ai 14 milioni destinati dalla Regione si aggiungeranno contributi dalla Provincia, dai Comuni, da Società Autostrade per coprire la parte che manca. Molti attesi sono i due ponti sull’autostrada che erano rimasti nella classe che non permetteva il passaggio di tutti i mezzi. Verranno adeguati con una sezione ampliata e la capacità di farci transitare qualunque mezzo, restituendo piena agibilità alle imprese che utilizzavano queste infrastrutture e alle comunità che ne avevano bisogno”. Il presidente ha ribadito il “grande spirito” di squadra che sì è instaurato con gli enti locali nella programmazione degli interventi e che animerà anche i prossimi passaggi: “La risposta più importante che possiamo dare ai cittadini, alle imprese è gestire questa partita con un grande spirito di collaborazione. Sentire questo come obiettivo comune, offrire il massimo di collaborazione per semplificare il lavoro agli uffici regionali, in modo che ognuno possa concorrere al risultato. Se continueremo così, alla fine potremo dire tutti quanti di aver contribuito a realizzare un’opera importante per l’intero territorio, che segnala la presenza di aziende di grande qualità che meritano un investimento così importante”. L’assessore Pieroni ha ribadito che verrà “data una risposta forte ai buchi neri della viabilità, con un investimento pari all’11 per cento della disponibilità totale del Fondo di coesione riconosciuta alle Marche. È un momento importante per questo territorio, una risposta significativa alle esigenze del sistema imprenditoriale e dei cittadini, che quotidianamente vivono disagi per una situazione che ora la Regione e le amministrazioni locali risolveranno con un vero spirito di collaborazione”. Da parte di sindaci di Loreto, Osimo, Castelfidardo, Recanati e dal vicesindaco di Camerano sono venute parole di apprezzamento: “Obiettivi condivisi, scelte concordate per aggredire e risolvere i problemi. C’è stata una buona sintonia a livello territoriale, nessuno ha voluto mettere la bandierina, ma si è lavorato nella piena condivisione. Un atteggiamento mancato in passato, con forte penalizzazioni e ritardi per le comunità locali, che non è stato invece commesso sul fronte della viabilità e che andrebbe ripetuto anche per quanto riguarda altri settori, come il potenziamento delle infrastrutture culturali dalla Val Musone”. Gli operai della ditta Baldini, azienda penalizzata dall’inadeguatezza dei cavalcavia autostradali, presenti alla riunione, hanno ringraziato per gli investimenti in programma che risolveranno i loro problemi aziendali, con il ripristino di un acceso adeguato alle esigenze produttive: “Ci sembra un sogno”, hanno detto. Gli investimenti che riguardano il nuovo Inrca richiedono 4,3 milioni di euro, con opere di potenziamento delle infrastrutture esterne al polo ospedaliero. Altri interventi che verranno realizzati con i fondi Fsc prevedono una rotatoria tra la via della Sbrozzola (Osimo) e la Direttissima del Conero con adeguamento della viabilità esistente (1,3 milioni), la realizzazione di una nuova viabilità tra la Sbrozzola e la Strada provinciale 361 con nuova rotatoria e un’altra rotatoria tra la Provinciale 3 e via delle Querce (3,1 milioni – tra Campocavallo di Osimo e Castelfidardo). Altri 3 milioni saranno destinati ai due viadotti autostradali (il 164 e il 166) nel territorio del comune di Camerano, mentre 2,3 milioni verranno utilizzati per la Bretella a Squartabue (Recanati: 1 milione dalla Regione, 1,2 dalla Provincia con gli ex fondi Anas regionali, 270 mila euro dal Comune), per la rotatoria tra la Statale 16 e via Karl Marx e per quella tra la Statale 16 e la Provinciale 23 (tra Castelfidardo, Recanati e Loreto). È in previsione anche la bretella della zona industriale Barca con l’ex provinciale Manzoni a Loreto.




Maria Chiara Carrozza, esperta di bioingegneria e ex Ministro Itruzione, a UniMc

Lunedì 28 maggio alle 16 al Polo Pantaleoni nell’ambito dei workshop degli Stati Generali dell’Ateneo

Macerata – Maria Chiara Carrozza, docente di bioingegneria industriale alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, di cui è stata anche rettore, Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca durante il governo Letta, sarà lunedì 28 maggio alle ore 16 all’Università di Macerata. L’evento rientra nell’ambito dei workshop proposti dall’Ateneo nell’ambito degli Stati Generali, il percorso di discussione e confronto promosso dal rettore Francesco Adornato “per riflettere sul nostro modo di pensare e organizzare l’Università e per cogliere le sfide della contemporaneità”. L’incontro, che si svolgerà al Polo Pantaleoni, si aprirà con i saluti del rettore, seguiti dall’intervento della scienziata sul tema della ricerca, in particolare sui nuovi modi del sapere per costruire un mondo globale. Si termina con una sessione di dibattito e di lavori di gruppo.

Nominata quest’anno direttore scientifico della Fondazione Don Gnocchi, Maria Chiara Carrozza vanta un’intensa attività scientifica mirata all’aumento dell’autonomia e al miglioramento della qualità della vita: si è occupata di bioingegneria della riabilitazione, mani artificiali, protesi cibernetiche, sistemi per il recupero e il ripristino delle capacità sensoriali e motorie, pelle artificiale sensorizzata.

Ha ricevuto numerosi riconoscimenti, collaborando con riviste scientifiche internazionali, coordinando progetti di ricerca nazionali e internazionali, svolgendo attività didattica e seminariale in Italia e all’estero, nonché attività di valutazione della ricerca per conto di organismi nazionali e internazionali, attività di trasferimento tecnologico e di innovazione in relazione con il mondo industriale e attività di divulgazione e discussione etico-sociale.




Palio dei Bambini, 15a edizione ad Acquaviva

 

Acquaviva Picena – Sabato 26 Maggio 2018 dalle ore 9,00 in Acquaviva Picena è andato in scena la XV edizione del Palio dei Bambini “Vivere la Storia da Protagonista” Organizzato dall’associazione Palio del Duca, il progetto inserito nel programma scolastico P.O.F. ha come finalità: Conoscere il proprio territorio e avvicinarsi alla sua storia e alle tradizioni che lo caratterizzano, vivendo la storia da protagonisti.

Quest’anno alla rievocazione storica hanno partecipato oltre 300 ragazzi provenienti dalle classi IV e V dell’Istituto Scolastico di Monteprandone, IV e V di Monsampolo e Tutte le classi della scuola primaria e dell’infanzia di Acquaviva Picena riuniti al Palazzetto dello Sport hanno dato inizio al corteggio storico, percorrendo la via principale del paese per radunarsi in piazza del Forte

Qui all’ombra del Mastio della Fortezza si è assistiti alla benedizione del Drappo impartita dal Parroco Don Alfredo Rosati, i notai hanno dato lettura e accettazione della dota con la fatidica stretta di mano tra i due duchi, poi i ragazzi divisi nei Rioni: Aquila, Civetta di Acquaviva Picena, Picchio di Monsampolo e Falco di Monteprandone, si sono sfidati nei Giochi Storici del Palio : corsa con i sacchi, tiro alle palle, corsa con le paiarole, tiro alla fune.

Nell’intermezzo dei giochi le due esibizioni del corpo di ballo medievale dell’Associazione La Koreutica di Maria luigia Neroni e lo spettacolo teatrale per bambini della Compagnia Santo Macinello di Guardiagrele dell’attore regista Fabio di Cocco.

Una bella giornata di sole e tanti colori hanno accarezzato la magica fortezza in una piazza del Forte gremita di tanti genitori, nonni e amici che facevano il tifo per i loro ragazzi che con tanto entusiasmo e spirito di partecipazione hanno collaborato facendo si che tutto si svolgesse regolarmente, confortati della presenza del gruppo protezione civile Gran Sasso sezione di Mosciano Sant.Angelo, addetti alla sicurezza.

Presenti alla Manifestazione l’Assessore della Provincia Malavolta Pacifico, di cui la rievocazione ha ottenuto il patrocinio, la Dirigente Scolastica dell’ISC di Acquaviva Picena Marina Marziale, il Sindaco di Monsampolo Caioni Pierluigi, l’assessore Noci Valeria e Schiavi e l’assessore alla cultura di Monteprandone Morelli, il Sindaco di Acquaviva Pierpaolo Rosetti con la giunta al completo.

Tutti concordi nell’affermare che dopo l’unione dei comuni, il Palio dei Bambini è una sorte di integrazione e complicità di collaborazione, un nuovo modo di stare insieme, e utile per stimolare i ragazzi a vivere la storia, il Palio dei Bambini è una di quelle manifestazioni che consolidano le realtà locali, e uno dei pochi progetti se non l’unico inserito da istituti scolastici nei P.O.F. ; il presidente Cav. Nello Gaetani, una bella manifestazione ci riempie il cuore nel vedere la grande partecipazione e coinvolgimento dei bambini e genitori, ci ripaga i 6 mesi di lavoro per preparare i ragazzi, recandosi nei tre Istituti, e lo sforzo economico nel realizzare a tutti i costumi.

 




Arriva la 17a edizione dello Slalom “Città di Ascoli Piceno”

IN ATTESA DELLA COPPA TEODORI EUROPEA ARRIVA LO SLALOM DI ASCOLI, DOMENICA PROSSIMA 3 GIUGNO

 

Ascoli Piceno – L’intensa attività automobilistica ascolana, dopo il notevole successo dello Slalom Roccafluvione-Venarotta, prosegue con la 17^ edizione dello Slalom “Città di Ascoli Piceno”, che da alcune stagioni a questa parte si svolge nel tratto iniziale della cronoscalata Coppa Teodori. La manifestazione, varata nel 2001 quando il percorso scattava a ridosso della città, torna questa volta a cadere in calendario proprio prima della gara in salita, come interessante anteprima, sia per lo staff organizzatore ma soprattutto per i piloti che dispongono di vetture di categoria bassa ed intermedia, per testare la propria vettura in vista dell’appuntamento più importante che sarà dal 22 al 24 giugno, valido per Campionato Europeo della Montagna, per il CIVM ed il TIVM.

Il ritorno nella bella stagione favorirà anche l’afflusso degli appassionati, che in una manifestazione come questa, più che mai, nella base logistica di Colle San Marco potranno essere a contatto di vetture e piloti e con la possibilità poi di assistere agli adrenalici passaggi delle vetture nei molti terrapieni lato percorso, in tutta sicurezza.

Il Gruppo Sportivo AC Ascoli Piceno e l’Automobile Club Ascoli Piceno-Fermo stanno approntando gli ultimi dettagli: la gara utilizzerà un percorso di 2900 metri rallentato da dodici postazioni di birilli. L’ufficio segreteria sta ricevendo le ultime iscrizioni. Il programma di domenica 3 giugno prevede sul pianoro di Colle San Marco dalle ore 8,30 alle ore 11 le verifiche sportive e dalle ore 9 alle 11,30 le verifiche tecniche. Alle ore 13 agli ordini del direttore di gara Fabrizio Bernetti si darà il via alla ricognizione ufficiale del percorso e poi dalle ore 14 l’inizio delle tre manches di gara. L’ingresso all’evento è gratuito. Parco chiuso e premiazioni saranno sempre a Colle San Marco nei pressi della partenza. Il lungo albo d’oro della manifestazione annota cinque successi dell’ascolano Fabrizio Peroni e tre del forlivese Arturo Alessandrini, mentre le due ultime edizioni sono state appannaggio del riminese Daniele Ravaioli.

 




Giornate Mondiali Onu dei Lavoratori Marittimi e degli Oceani, la 4a edizione della Omnibus

San Benedetto del Tronto, 2018-05-28 – Arrivata la IV edizione della celebrazione congiunta delle Giornate Mondiali ONU dei Lavoratori Marittimi e degli Oceanicon Patrocinio ONU a cura della Omnibus Omnes Onlus, partner di Unric-Onu Italia. Le date del 28 e 29 maggio sono state scelte per cogliere due obiettivi: creare incontri con gli studenti prima della chiusura dell’anno scolastico, e partecipare al calendario del Festival dello Sviluppo Sostenibile 2018 organizzato dalla Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS). Quest’anno il grande evento coinvolgerà molte realtà del territorio.
La giornata di apertura delle celebrazioni oggi pomeriggio presso la sede UNICAM sul Lungomare di San Benedetto del Tronto: dopo i saluti delle Autorità locali presenti l’Assessore alle Politiche del Mare di San Benedetto Filippo Olivieri, il T.V. Fabrizio Pilogallo della Capitaneria di Porto, Tonino Capriotti della Provincia Ap è intervenuto il Responsabile Unric ONU Italia Dott. Fabio Graziosi sugli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile ONU. Dopo una introduzione a cura di Raffaella Milandri, Presidente della Omnibus Omnes, sono stati premiati i vincitori del concorso di disegno “Viviamo il Mare” a cui hanno partecipato gli alunni delle scuole elementari di San Benedetto, Grottammare, Cupra e Martinsicuro. 

Alessandro Felicioni – III A della Scuola Primaria Ragnola

Vincitore assoluto del concorso è Alessandro Felicioni della III A Scuola Primaria Ragnola. La giuria di eccezione che ha valutato i 167 disegni pervenuti sono stati gli studenti del IV F del Liceo Artistico Licini di Ascoli Piceno. A seguire il convegno aperto al pubblico, agli studenti UNICAM e agli operatori del settore: “La sostenibilità delle risorse ittiche: la ricerca a supporto dell’obiettivo 14 dell’ONU”. Il convegno, realizzato in collaborazione con il Master in Management Aree e Risorse Acquatiche Costiere dell’UNICAM, ha trattato lo sviluppo sostenibile del “sistema mare” indicando le vie per una sostenibilità dell’ambiente, delle produzioni, dei consumi e della sicurezza dei consumatori. Gli interventi tecnici di Alberto Felici, Direttore del Master e responsabile scientifico di progetti per la riduzione dell’utilizzo di plastiche nel settore ittico e per la sostenibilità della piccola pesca artigianale, Alessandra Roncarati, membro del Comitato Scientifico del Master e Principal Investigator dell’innovativo progetto OYSTAR-FAR UNICAM per la sostenibilità degli allevamenti di molluschi, e Cristina Bartolacci, Docente del Master e Responsabile Assicurazione Qualità nel settore ittico.
Domani 29 maggio, il Dott. Graziosi si recherà prima alla Scuola Primaria Moretti per un incontro con gli alunni, gli insegnanti e la Dirigente Giuseppina Carosi, e per la premiazione della Borsa di Studio Omnibus per figli di Lavoratori Marittimi, quest’anno vinta dall’alunna Seynabou Mbengue. Infine, con il patrocinio del Comune di Grottammare, incontro con le scolaresche e il corpo docente delle Scuole Elementari e Medie al Kursaal di Grottammare alle ore 10,30, dove, dopo il saluto delle Autorità, il Dott. Graziosi farà un intervento sugli Obiettivi Sostenibili ONU. Ha detto la Presidente Omnibus, Raffaella Milandri: “Quest’anno è una grande soddisfazione poter parlare di sviluppo sostenibile, e di tematiche ONU così legate al territorio, a giovani e giovanissimi, coinvolgendo studenti che vanno dalle elementari alla università, il cuore della nostra società. Un ringraziamento al Dott. Graziosi e a tutti coloro che contribuiscono a questo grande evento”.

 

© www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 




Samb Beach Soccer show a Nazarè: 5 – 0 ai campioni di Germania

NAZARÈ – L’Happy Car Samb Beach Soccer batte 5-0 i tedeschi del Rostocker Robben e inizia al meglio il proprio cammino nell’Euro Winners Cup, la Champions League del Beach Soccer.

Manita secca per i ragazzi di mister Oliviero Di Lorenzo, che hanno dominato il match sin dalle prime battute grazie ad un’ottima prova di squadra. Molto importante la doppietta nel primo tempo del ‘Tanque’ Pablo Perez, che ha messo subito le cose in discesa.

Da segnalare le prime reti con la maglia della Samb di Josep Junior Gentilin e del paraguaiano Pedro Moran, mentre Jordan Soares ha festeggiato con un bel gol su rigore il suo ritorno in rossoblù.

Buona la prima, dunque: appuntamento a mercoledì per la sfida contro i georgiani della Dinamo Batumi.

Serie A 2018: ecco il calendario delle prime tre tappe

La stagione della Samb Beach Soccer tricampione inizia ufficialmente dal Portogallo con i ragazzi di mister Oliviero Di Lorenzo protagonisti sulle spiagge di Nazarè per la Euro Winners Cup, la più importante competizione per club di Beach Soccer.

Una volta terminata l’esperienza lusitana, poi, partirà la Serie A 2018. Ufficializzato il calendario delle prime tre tappe (nell’ordine San Benedetto del Tronto, Lignano Sabbiadoro e Bellaria Igea Marina), con i rossoblù campioni d’Italia in carica che faranno il proprio esordio davanti al pubblico di casa venerdì 15 giugno contro il Rimini BS (calcio d’inizio alle ore 18,30). Nelle altre due giornate in Riviera, inoltre, stesso orario previsto per le sfide con Pisa e No Name Nettuno.

Ecco, comunque, il calendario completo di tutte e tre le tappe iniziali di questo nuovo affascinante campionato di Serie A:

image

image

image

 

 




dalla Regione Marche

2018-05-28

Promozione della cultura enogastronomica marchigiana e delle tipicità alimentari locali: protocollo tra Regione e Unione regionale cuochi Marche.

Casini: “Settore strategico da valorizzare, un messaggio ai giovani a magiare sano”.

Santini: “Esempio metodo migliore per apprendere. Marche in crescita a livello internazionale”

 

Regione e Unione cuochi delle Marche collaboreranno per diffondere l’arte e la cultura enogastronomica regionale, valorizzando, in particolare, le tipicità alimentari locali. È quanto prevede un protocollo d’intesa firmato oggi, a Palazzo Raffaello, dal presidente Luca Ceriscioli e da Luca Santini, presidente Unione regionale cuochi Marche. Alla cerimonia è intervenuta la vicepresidente Anna Casini, assessore all’Agricoltura e Alimentazione. L’accordo, di durata triennale, senza oneri a carico delle parti firmatarie, prevede la realizzazione di varie attività che verranno poi regolate con apposite intese. L’obiettivo è quello di spingere sulla divulgazione dei prodotti agricoli del territorio e la loro valorizzazione gastronomica. Verranno approfondite anche le conoscenze tecniche di utilizzo dei prodotti agricoli, ittici e agroalimentari tipici, tradizionali e di qualità marchigiani attraverso ricerche, studi, pubblicazioni e dibattiti. “L’agroalimentare rappresenta un settore strategico della vita economica e culturale delle Marche – ha evidenziato la vice presidente Casini – L’intesa punta a valorizzare le eccellenze marchigiane, veicolando l’enogastronomia regionale attraverso iniziative gestite con grande professionalità. Un progetto dal respiro turistico che coinvolga gli enti locali e le imprese, basato sulla competitività e sulla sostenibilità del territorio regionale”. Casini ha ricordato che “da oggi i cuochi avranno il logo della Regione sulle divise indossate nelle manifestazioni ufficiali. È un onore per noi e un grande messaggio promozionale che viene divulgato, in particolare verso i ragazzi, in quanto la parola di uno chef è ormai autorevole quanto quella di un asso del calcio. Loro riescono a convincere i giovani a mangiare ciò che è buono ma ben fatto, rispetto a quello che è solo buono”. La vice presidente ha poi sottolineato che la firma dell’accordo cade in un momento importante: “Il 2018 è l’anno del cibo italiano, il cinquantesimo del Verdicchio dei Castelli di Jesi e del Rosso Piceno, il primo anno dell’Igp Olio Marche. Appuntamenti che si prestano a valorizzare le eccellenze marchigiane sui palcoscenici internazionali”. Santini ha rimarcato che “l’unione fa la forza. Ci mettiamo a disposizione per promuovere la nostra regione, istituzionalizzando un rapporto avviato da tempo. Crediamo che l’esempio sia il migliore metodo per apprendere; per questo siamo particolarmente attenti alle iniziative rivolte al mondo scolastico. Attraverso i giovani si possono educare le famiglie. Oggi ci siamo dimenticati delle stagioni, mangiamo un po’ tutto sempre. È indispensabile riportare i ragazzi e i genitori a consumare più prodotti locali nelle stagioni appropriate”. Ha concluso sottolineando “l’importanza di una promozione mirata e coordinata, perché le Marche enogastronomiche stanno crescendo significativamente a livello internazionale”. L’Unione regionale cuochi delle Marche ha già collaborato alle attività promozionali promosse dalla Regione. Ha sede a Loreto (AN) e aderisce alla Federazione italiana cuochi (comprende 20 Unioni, 124 associazioni provinciali e 30 delegazioni estere), ed è anche l’unico rappresentante per l’Italia nella Wacs Società mondiale dei cuochi.

PER L’ESTATE ATTIVATE POTES TURISTICHE A NUMANA E SIROLO E A GABICCE

 

Con l’avvicinarsi dell’estate la Regione si organizza per offrire la miglior accoglienza turistica anche sotto il profilo sanitario e dispone di attivare una Potes turistica nel territorio di Numana e Sirolo ed un’altra a Gabicce Mare per la stagione estiva. L’atto è stato approvato questa mattina dalla Giunta che ha dato mandato all’Asur di procedere con l’organizzazione sanitaria dei servizi.

Nell’area di Numana e Sirolo la Potes, con copertura H24, sarà di tipologia MSI (equipaggio autista, soccorritore ed infermiere), a decorrere dal 1° luglio e fino al 31 agosto 2018. Nel Comune di Gabicce la Potes turistica attivata sarà H12, dal lunedì al venerdì, e H24, sabato e domenica, a decorrere dal 15 giugno e fino al 16 settembre 2018.

L’attivazione delle Potes in aggiunta delle permanenti è opportuna per assicurare l’adeguata assistenza alle persone presenti in queste località che nel periodo estivo, con l’ingente flusso di turisti, aumentano considerevolmente.