Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 11:41 di Mar 21 Ago 2018

dalla Regione Marche

di | in: Cronaca e Attualità, dalla Regione Marche

Fabrizio Cesetti

image_pdfimage_print

2018-05-16

 

 

Servizio postale nei piccoli Comuni marchigiani delle aree interne disagiate e colpite dal sisma, l’assessore Cesetti scrive a Poste italiane

 

Sulla questione del riordino degli uffici postali nelle aree interne ferite dal sisma interviene direttamente l’assessore agli Enti locali, Fabrizio Cesetti che, dopo richieste avanzate per le vie brevi, ha inviato una lettera alla direzione di Poste Italiane.

“Il Servizio postale universale è un Servizio Pubblico di Interesse Generale – premette Cesetti – in grado di condizionare la qualità della vita dei territori, soprattutto delle piccole comunità delle zone interne collinari e montane, zone che, per la Regione Marche, coincidono oltretutto in larga parte con le aree colpite dai gravissimi eventi sismici dell’anno 2016 e per i quali si renderanno necessari, nei prossimi anni, ingenti sforzi in termini di interventi per la ricostruzione e per assicurare ai cittadini i livelli essenziale dei servizi pubblici”.

L’assessore si fa carico della serie di preoccupazioni e segnalazioni emerse dai Sindaci e da più parti della cittadinanza la cui fiducia nelle istituzioni non può essere minata. Per questo chiede urgentemente un incontro con la Direzione “anche nel rispetto dei protocolli di intesa sottoscritti fra Regione Marche e Poste Italiane SpA e dei Tavoli di lavoro interregionali, presso il MEF, a seguito dei quali è stato possibile definire un ruolo più attivo di Poste Italiane nelle Marche”. L’assessore ribadisce, altresì, la richiesta a Poste Italiane SpA “a recedere dal graduale smantellamento o depotenziamento della rete di distribuzione della posta e dei servizi che, tra l’altro, con evidenza confligge con le finalità della recente legge sui piccoli Comuni (Legge 158/2017) e con le strategie nazionali e regionali per il ripopolamento delle Aree Interne e che alla fine, se attuato, diverrà controproducente anche per Poste Italiane SpA in quanto atto a minare il consolidato legame con i territori e i cittadini che li abitano”.

 

Adeguamento sismico ed efficientamento energetico: 8,2 milioni per gli atenei

 

 


“Ruolo centrale della Regione per accelerare i lavori a Camerino” Dichiarazione dell’assessore Angelo Sciapichetti

 

“E’ stata forse l’assenza del sindaco Pasqui alla riunione dell’8 maggio che giustifica certe esternazioni o forse ha interpretato male quello che gli hanno riferito i suoi delegati altrimenti non si comprende perché debba negare il ruolo centrale della Regione che ha consentito di sbloccare varie criticità. L’amministrazione ha mantenuto gli impegni presi in quella sede e lo possiamo dimostrare con due fatti. Domattina ad Arcofiato inizieranno i lavori di trivellazione ed arriveranno le prime armature dei pali.

Prima di tutto ricordo a Pasqui che era stato proprio il Comune a individuare l’area originaria per la realizzazione delle sae, zona che si è rivelata inadatta e per la quale sono state fatte numerose verifiche che hanno bloccato i lavori.

Dalla data della riunione la Regione si è mobilitata e le attività possono cominciare perché dalle verifiche previste per legge è risultato che l’ammontare dei costi è sotto il 50%. In caso contrario l’iter sarebbe ripartito.

Dalle  indagini geotecniche e geologiche è risultato necessario spostare l’area SAE individuata dal comune di circa 20 metri più a monte perché il terreno non era adatto per poggiare le fondazioni.
L’azienda incaricata dei lavori ha già realizzato la pista in piano per la macchina trivellatrice. Una volta realizzate le fondazioni si valuterà se a valle sarà necessario prevedere un muro (peraltro già contemplato nel progetto) o una terra armata.

Secondo: ricordo che è grazie alla Regione se è stato possibile consegnare al Comune le 5 sae a Vallicelle b e le 20 sae a Cortine ovest perché siamo intervenuti per sbloccare il gestore del gas convenzionato dal Comune.

In particolare, a Valiccelle b, la direzione dei lavori ha accolto la richiesta del comune, inoltrata circa 20 giorni fa, di sostituzione della balaustra in legno prevista dal progetto con una in ferro. La sola operazione di zincatura prevede 20 giorni.  L’ultima parte della balaustra verrà installata domani, nel frattempo le sae sono state consegnate secondo i criteri di massima sicurezza per i cittadini.

Per quanto riguarda Vallicelle b, nonostante le casette fossero pronte, abbiamo concordato con il Comune di completare alcune piccole finiture.

Domani ci sarà un sopralluogo alle 15 per verificare nuovamente interni ed esterni.

Alla luce della nostra volontà concreta di accelerazione abbiamo anche deciso di convocare ogni 15 giorni una riunione e la prossima sarà martedì 22. Mi auguro che il sindaco Pasqui questa volta sia presente” ha dichiarato Sciapichetti.

 

 

Avviso pubblico per progetti di rilevanza regionale promossi da organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale

900 mila euro per i progetti proposti dalle associazioni di volontariato.

E’ stato pubblicato l’avviso pubblico per il finanziamento di progetti di rilevanza regionale promossi da organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale i cui obiettivi generali, come individuati dall’Agenda 2030, sono: promuovere salute e benessere per tutti e per tutte le età, educazione di qualità, crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, occupazione e lavoro dignitoso per tutti,  pari opportunità e riduzione delle disuguaglianze, società giuste pacifiche e inclusive, agricoltura sostenibile.  

In particolare, 939.008,57 euro sono i fondi complessivi destinati al bando di cui 300.000 per finanziare progetti particolarmente innovativi e radicati sul territorio con richieste di contributo da 10.000 a 30.000 euro, e 639.008,57 euro per progetti di dimensioni più consistenti per interventi caratterizzati da un forte coordinamento e innovatività che promuovono reti di partenariato e sinergie con richieste di contributo da oltre 30.000 a massimo 70.000 euro.

Le iniziative e i progetti dovranno quindi riguardare aree prioritarie di intervento e linee di attività ricomprese tra quelle di interesse generale (art. 5 D.Lgs. 117/2017 Codice del Terzo Settore) riportate nell’Avviso pubblico.

I progetti dovranno essere trasmessi esclusivamente via pec entro il 09 giugno 2018 (30 giorni decorrenti dalla data di pubblicazione sul Bollettino), a pena di esclusione all’indirizzo:regione.marche.contrastoviolenzaealbi@emarche.it.

Qualora il soggetto proponente sia sprovvisto di Pec (dell’ente, del legale rappresentante o di altro soggetto autorizzato), potrà avvalersi di quella messa a disposizione dal Centro Servizi Volontariato Marche (www.csv.marche.it).

L’avviso è reperibile sul sito http://www.regione.marche.it/Entra-in-Regione/Bandi?id_7590=831

 

 

GRAND TOUR MUSEI 2018 – X EDIZIONE

“Musei iperconnessi: nuove vie, nuovi pubblici”

Giornata Internazionale dei musei – 18 maggio 2018

Notte dei musei – 19/20 maggio 2018

#grandtourmuseimarche2018

 

Come ogni anno a maggio, ormai da dieci anni, l’Assessorato alla Cultura della Regione Marche promuove l’iniziativa Grand Tour Musei, insieme al Coordinamento regionale Marche di ICOM Italia e in collaborazione con il Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Polo Museale delle Marche ed il supporto organizzativo della Fondazione Marche Cultura. Anche per questa edizione 2018 si prevede un appuntamento convegnistico in occasione della Giornata Internazionale dei Musei (Treia, Venerdì 18 maggio) ed una serie di iniziative che a partire dallaNotte dei Musei (Sabato 19 maggio) con aperture serali, si protrarrà fino a domenica 20 maggio. Il tema proposto “Musei iperconnessi: nuove vie, nuovi pubblici” è stato accolto favorevolmente e con grande partecipazione da oltre 80 Musei marchigiani che con le loro proposte al pubblico hanno saputo ben interpretarne l’importanza anche come spunto di riflessione.

 “Sarà un viaggio alla scoperta del patrimonio culturale delle Marche – ha commentato l’assessore regionale al Turismo-Cultura, Moreno Pieroni – rappresentando anche un’occasione per riflettere sul ruolo dei musei come soggetti attivi nella società contemporanea, promotori di conoscenza e di dialogo tra le culture e le comunità. L’argomento proposto consente di essere declinato secondo le numerose chiavi di lettura che caratterizzano la ricca offerta culturale della nostra regione. Fondamentale, in tal senso, il ruolo delle tecnologie innovative che, se correttamente utilizzate e diffuse attraverso i mezzi di comunicazione, possono rendere i nostri musei luoghi di scambi culturali, coinvolgendo un pubblico sempre più ampio e diversificato. Nelle Marche, regione in cui particolarmente ampia è la presenza di piccole realtà museali appartenenti a diverse tipologie, la tematica può rappresentare un’opportunità per considerare il ruolo strategico svolto dalle aggregazioni museali allo scopo di offrire servizi sempre più aggiornati e favorire una promozione anche turistica, generando economie di scala.”

I musei quindi possono generare flussi di informazioni e scambi culturali attraverso il ruolo delle tecnologie innovative che, con la digitalizzazione del patrimonio e l’inserimento di strumenti multimediali, o il semplice hashtag con cui condividere emozioni ed esperienze sui social, rendono possibile avvicinare alle collezioni nuove fasce di visitatori, attraendo ‘nuovo’ pubblico. Le ‘connessioni’ possono essere anche di altro genere, come ad esempio quelle che intendono mettere in luce il ruolo delle comunità locali e dell’ambiente naturale e culturale in cui i nostri musei operano, allo scopo di rinforzare i legami con le popolazioni e le istituzioni locali.

Venerdì 18 maggio Treia (Aula multimediale del Museo Archeologico) ospiterà un convegno organizzato dal MAB Marche in collaborazione con il Comune di Treia dal titolo “Musei archivi biblioteche iperconnessi. Nuovi approcci verso pubblici e utenti degli istituti culturali delle Marche” che vedrà impegnati esperti e operatori culturali dei diversi settori in un interessante dibattito ed un confronto di progetti ed esperienze.

Sabato 19 maggio, in occasione della Notte dei Musei, le strutture museali apriranno le porte per invitare alla partecipazione di iniziative musicali, mostre, visite guidate, degustazioni. La serata, promossa in tutta Europa, vedrà il prolungarsi dell’orario di apertura fino alle ore 1.00 di domenica 20 maggio per consentire a tutti un’affascinante visita notturna alle collezioni ed un diverso e innovativo modo di apprezzarle. Nella giornata di domenica 20 maggio proseguiranno gli incontri e le attività di animazione.

“Nelle Marche il tema dell’iperconnessione – ha aggiunto l’assessore – conduce anche ad un’interpretazione diversaragionare cioè sulle potenzialità offerte dalla numerosa presenza e diffusione di poli/reti/sistemi museali nel territorio regionale. Un riscontro positivo lo abbiamo registrato a seguito di un recente avviso pubblico destinato a ‘Contributi per i musei e le raccolte museali del territorio. Interventi di sistema’ che ha visto una partecipazione e una qualificazione progettuale notevole, rivolta alla creazione di nuove ‘reti di servizi’ evidenziando quindi un interesse a sviluppare e potenziare le attività di fruizione, valorizzazione e gestione dell’offerta culturale dei musei e favorendo in maniera sinergica l’incremento delle attività e dei servizi culturali destinati a migliorare la fruibilità museale“.

Naturalmente l’iniziativa sarà promossa – mai come quest’anno, visto il tema – attraverso i tradizionali canali social regionali Facebook, Twitter dedicati a musei e biblioteche (@marchemusei). Inoltre il programma delle iniziative potrà essere consultato nei portali istituzionali della Cultura e del Turismo della Regione Marche e nel blog www.destinazionemarche.it. La valorizzazione di Grand Tour Musei avverrà anche tramite la partecipazione delle community e dei travel blogger presenti nel territorio marchigiano e protagonisti del digitale che, coordinati dalla Regione e dalla Fondazione Marche Cultura, promuoveranno e animeranno i nostri musei con l’hasthag #grandtourmuseimarche2018. (ad’e)

Per informazioni:

Regione Marche, P.F. Beni e attività culturali:

info.museodiffuso@regione.marche.it

https://www.facebook.com/marchemusei

https://twitter.com/marchemusei

www.cultura.marche.it

Fondazione Marche Cultura

info@fondazionemcm.it

www.fondazionemcm.it

© 2018, Redazione. All rights reserved.




16 maggio 2018 alle 14:15 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata