Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 16:48 di Sab 15 Dic 2018

Vanessa Incontrada e Giorgio Pasotti, “I nostri Figli”

di | in: Primo Piano

Vanessa Incontrada e Giorgio Pasotti

image_pdfimage_print

 

Senigallia – Film tv Rai “I nostri Figli” diretto da Andrea Porporati, interpretato da Vanessa Incontrada e Giorgio Pasotti e girato a Senigallia. Prodotto da 11 marzo Film e Rai Fiction con il supporto di Marche Film Commission – Fondazione Marche Cultura, il film andrà in onda su Rai Uno a novembre, in occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne.


I NOSTRI FIGLI
Sinossi
I NOSTRI FIGLI Soggetto di Mauro Caporiccio. Sceneggiatura di Andrea Porporati e Mauro Caporiccio con la collaborazione di Maria Porporati. Regia di Andrea Porporati.
Nel 2007. Tra Palagonia (Ct) e Senigallia (An).
A Palagonia Elena Di Stefano è stata uccisa dall’ex marito Domenico Romeo. Una morte annunciata.
La donna aveva avuto il coraggio di denunciarlo più volte per maltrattamenti e violenze, senza
ricevere dalla giustizia l’aiuto e la sicurezza che chiedeva anche per i loro tre figli. Il giudice tutelare
sta per destinarli a case-famiglia diverse. Giovanni, Luca e Claudio, i tre orfani di Elena, cresceranno
divisi l’uno dall’altro. C’è solo un cugino della vittima che potrebbe prenderli in affidamento, Roberto
Falco, piccolo imprenditore edile. Anche lui è nato a Palagonia. Vive a Senigallia. Ha sposato Anna,
che lavora in un centro commerciale. Il loro è un matrimonio riuscito.
Roberto e Anna hanno già due figli. Sono assaliti da mille dubbi prima di prendere la decisione di
allargare la loro famiglia, ma una domanda trova una risposta immediata:
“come facciamo a dire no
a tre bambini rimasti soli?”
. Da questo momento i coniugi Falco iniziano a misurarsi con tre ragazzini
che non sanno la verità: hanno vissuto ogni istante del dramma familiare, tranne l’orribile finale. Quel
padre assassino ha cercato con le calunnie e col terrore di manipolarli e di tenerli lontani dalla
mamma. Una volta arrivati a Senigallia, i tre fratelli siciliani sono impauriti, violenti, gelidi.
Per Anna e Roberto non è facile gestire la convivenza dei nuovi arrivati con i loro figli. Nascono e si
rafforzano conflitti e competizioni. Intanto Roberto cerca di incrementare gli affari della sua azienda,
ma sotto i colpi della crisi la sua attività vacilla. Paola rincorre senza risparmiarsi i tanti impegni
familiari e fa i lavori più umili perché i soldi non bastano mai. Sulla strada difficile della “nuova”
famiglia di Senigallia, costretta ogni giorno a inventarsi qualcosa per andare avanti, arriva un
avvocato di grido, Lucia De Mico. Da tempo impegnata sul tema dei diritti negati agli orfani delle
vittime di
femminicidio, offre ai Falco il suo patrocinio legale gratuito per sostenerli di fronte agli
organi di giustizia e alle istituzioni. Ma proprio quando Anna e Roberto decidono di procedere
legalmente con la richiesta di adozione dei tre bambini siciliani, viene a galla la terribile verità sulla
morte di Elena. E’ uno shock che rovina i mille sacrifici fatti finora per formare una nuova famiglia.
C’è solo una cosa da fare per Anna e Roberto Falco per tentare di sanare quella ferita aperta: un
viaggio in Sicilia, fino a Palagonia. Per provare, prima di arrendersi, a stare ancora una volta tutti
insieme, come una vera, unica famiglia. Facendo i conti con il passato.
Il film è liberamente ispirato alla storia vera di Marianna Manduca, assassinata dall’ex marito
Saverio Nolfo, e dei suoi tre figli adottati dalla famiglia di Carmelo Calì, cugino della vittima.

 

In particolare nella scheda Film troverete gli elementi di “marchigianità”: Scheda Film I Nostri Figli

Clicca anche l’allegato: I NOSTRI FIGLI_regia_produzione

Le foto sono di Davide Vassallo

© 2018, Redazione. All rights reserved.




29 maggio 2018 alle 11:57 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata