Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 08:03 di Mar 21 Ago 2018

Giornata inaugurativa al “Madonna del Soccorso”

di | in: Benessere e Salute, My Marche, Primo Piano, Web Tv

il taglio del nastro in Cardiologia

image_pdfimage_print

Nuovi spazi e macchinari all’ospedale di San Benedetto.

Ceriscioli: “L’impegno preso si traduce in servizi ai cittadini”.

Casini:”Un mammografo importante con una possibilità diagnostica più accurata”.

 

C’erano anche Luca Ceriscioli ed Anna Casini con il Direttore dell’Asur Av 5 Giulietta Capocasa alle inaugurazioni delle nuove sedi di Pediatria, Cardiologia ad indirizzo riabilitativo del Madonna del Soccorso e alla presentazione di due nuovi Mammografi con Tomosintesi all’offerta in Area Vasta 5. 

CERISCIOLI: “LAVORANDO IN RETE LE MARCHE POTRANNO DIVENTARE UN’ECCELLENZA ASSOLUTA A LIVELLO SANITARIO”

 

San Benedetto del Tronto, 2018-07-13 – Questa mattina il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli accompagnato dal direttore di Area Vasta 5 Giulietta Capocasa ha inaugurato all’ospedale di San Benedetto del Tronto i nuovi spazi dedicati alla Cardiologia ad indirizzo riabilitativo, alla Pediatria – Neonatologia e due nuovi mammografi dotati di tomosintesi. La performance del triennio 2015-2017 ha registrato un incremento di budget d’esercizio di oltre 16 mln e mezzo di euro, gli investimenti complessivi di oltre 30 milioni di euro, aumento del personale con 202 unità, incremento di attività ricoveri quasi 1.500 casi e incremento di posti letto pari a 113.

“Sono numeri chiarissimi – ha detto Ceriscioli –  i trasferimenti nazionali sono sempre gli stessi e la storia di questi tre anni è una storia che parla della scelta di questa amministrazione di utilizzare fondi che non riuscivano a essere spesi e che sono stati messi dentro il sistema per rispondere ai bisogni di salute dei cittadini. Abbiamo investito 200 milioni in tecnologie, abbiamo assunto 1200 professionisti.  Nel 2015 eravamo sette milioni sotto il tetto della soglia di spesa, oggi 10 milioni sopra e questo testimonia il nostro investimento continuo nella sanita pubblica. Nel 2020 dobbiamo rientrare nel tetto senza penalizzare i servizi e questa questione è sul tavolo con il sindacato. Il nodo delle Liste di attesa va affrontato e risolto perché dobbiamo essere certi che il cittadino sceglie il professionista non lo fa perché non trova risposta nel servizio pubblico che ha capacità e qualità per dare risposte. Siamo molto soddisfatti per il lavoro svolto e devo dire che il nuovo ospedale che si farà e questa struttura offriranno una moltiplicazione notevole in termini di efficacia ed efficienza dei servizi sanitari. Sommeremo le due eccellenze: la qualità dei servizi come oggi rappresentata da questi progetti e una struttura nuova per la comunità. Il modello marchigiano è formidabile perché noi siamo abbastanza grandi da poter fare cose importanti e abbastanza piccoli per gestirle bene. Dobbiamo sicuramente curare ancora qualche segmento del percorso sanitario, però grazie al contributo di tutti e al modo di lavorare in rete potremmo diventare un’eccellenza assoluta. Gli investimenti effettuati permettono la crescita della risposta sanitaria sul posto in connessione con l’intero sistema sanitario”. La cardiologia può finalmente contare su una nuova riacquisita identità, dal punto di vista logistico,  strutturale e soprattutto a livello di posti letto che sono passati da 9 a 18, di cui 4 di terapia intensiva. Anche gli spazi dedicati alla Pediatria – Neonatologia sono stati ristrutturati all’insegna dell’accoglienza a misura di bambino e di prestazioni sanitarie sempre più qualificate. Colori, materiali, stanze dedicate ai piccoli; ma anche degenza pediatrica ordinaria, osservazione breve intensiva (OBI), consulenza pediatrica H 24 per il Pronto Soccorso, Fast Track pediatrico (percorso veloce dei bambini che accedono al P.S. con patologie minori). Infine, due nuovi mammografi dotati di tomosintesi assicurano sensibilità e specificità elevate nell’individuazione delle lesioni mammarie. Le immagini digitali così prodotte possono essere elaborate, teletrasmesse ed archiviate. Vengono pertanto potenziate le possibilità diagnostiche, con una tecnologia avanzata, sia nella prevenzione (screening mammografico) sia nel percorso della Breast-Unit (Unità Senologica), con la presa in carico di pazienti sintomatiche. La mammografia fa parte delle metodiche diagnostiche comprendenti ecografi dedicati alla Senologia, attività di Senologia Interventistica (biopsie) e RM mammaria.

 

 

 

Si è conclusa la ristrutturazione degli spazi dedicati alla Cardiologia ad Indirizzo Riabilitativo (CR) dell’AV5, ospitata all’interno del 3° piano dello S.O. Madonna del Soccorso.

La cardiologia dello stabilimento ospedaliero di San Benedetto del Tronto può finalmente contare su una nuova riacquisita identità, dal punto di vista logistico, strutturale e soprattutto a livello di posti letto che sono passati da 9 a 18, di cui 4 di terapia intensiva.

Con l’odierna inaugurazione è stato aggiunto un altro importante tassello al processo di riattivazione dei posti letto dello Stabilimento Ospedaliero che passa dai 217 del 2015 agli attuali 251 (+34 posti letto) con un trend di avvicinamento a quanto previsto dalla DGRM 735/2013.

Le altre aree maggiormente potenziate da questo punto di vista, sono state: Geriatria e Lungodegenza, Medicina, Neurologia, Pediatria e Psichiatria.

Anche gli spazi dedicati all’UOC di Pediatria – Neonatologia AV5 presso lo S.O. di SBT sono stati ristrutturati, all’insegna dell’ accoglienza a misura di bambino e di prestazioni sanitarie sempre più qualificate. Colori, materiali, stanze dedicate ai piccoli; ma anche degenza pediatrica ordinaria, osservazione breve intensiva (OBI), consulenza pediatrica H 24 per il Pronto Soccorso, Nido/Rooming-in, congiuntamente all’espletamento di attività ambulatoriali: Allergologia e Broncopneumologia, Gastroenterologia, Genetica clinica, Infettivologia perinatale, Nefrourologia, Neurologia pediatrica, Neonatologia, Follow up neonatale, Fast Track pediatrico ( percorso veloce dei bambini che accedono al P.S. con patologie minori)

Il numero dei piccoli degenti è passato dai 644 del 2016 ai 744 del 2017. Nel primo semestre del 2018 i bimbi ricoverati sono già stati 405, su un bacino d’utenza di n. 26758 soggetti compresi in un’età tra 0 e 14 anni

In Patologia Neonatale, riattivata nell’agosto del 2017, sono stati ricoverati 105 piccoli, con una bassa incidenza <20% dei ricoveri rispetto ai nati. I posti letto sono in totale 12.

Aggiunti due nuovi Mammografi all’offerta in Area Vasta. Gli apparecchi, della ditta Fuji Film, sono dotati di tomosintesi e installati negli Stabilimenti Ospedalieri di Ascoli Piceno e San Benedetto del Tronto. Assicurano sensibilità e specificità elevate nell’individuazione delle lesioni mammarie. Le immagini digitali così prodotte possono essere elaborate, teletrasmesse ed archiviate. Vengono pertanto potenziate le possibilità diagnostiche, con una tecnologia avanzata, sia nella prevenzione (screening mammografico) sia nel percorso della Breast-Unit (Unità Senologica), con la presa in carico di pazienti sintomatiche.

La mammografia fa parte delle metodiche diagnostiche comprendenti ecografi dedicati alla Senologia, attività di Senologia Interventistica (biopsie) e RM mammaria. La Diagnostica Senologica è parte integrante dell’attività diagnostico-terapeutica multidisciplinare insieme alla Chirurgia, Oncologia, Medicina Nucleare, Anatomia Patologica e Radioterapia. Si garantisce così un approccio multidisciplinare alla patologia del seno, come previsto dalle Linee Guida Regionali, Nazionali ed Internazionali, alle quali l’AV5 si allinea grazie ad un’offerta ed una organizzazione complete.

Attivato un servizio da APP MOBILE: SOLARIQ, scaricabile gratuitamente e disponibile per Android, iOS e Windows Phone, che consente di ridurre efficacemente il tempo di attesa degli utenti che si rivolgono agli sportelli dell’anagrafe assistiti di Ascoli Piceno e di San Benedetto Tr. per effettuare:

  • Scelta o revoca del medico di base e pediatra

  • Richiesta di esenzione

Lo slogan è: “l’app SOLARIQ fa la coda al posto tuo”. Il sistema infatti avvisa, tramite una notifica sullo smartphone dell’approssimarsi del proprio turno.

L’app consente di:

  • ricercare le strutture abilitate vicino ;

  • scoprire in anticipo il numero di persone in attesa;

  • richiedere o prenotare un servizio;

  • essere aggiornato in tempo reale sull’andamento della coda

ZEROCODALAB, è invece rivolto agli utenti del Laboratorio Analisi che vedono semplificato, velocizzato e programmato il proprio percorso di accesso alle prestazioni laboratoristiche presso gli stabilimenti ospedalieri di SBT e AP

Si tratta di un sistema di accoglienza e prenotazione online applicato ai punti prelievo degli stabilimenti ospedalieri dell’AV5 che gestisce autonomamente tempo di attesa e accesso diretto al servizio di Laboratorio, consentendo al cittadino di effettuare personalmente la propria prenotazione da remoto attraverso molteplici device e/o canali (es. smartphone, P.C.) arrivando in sede solo qualche minuto prima la chiamata.

Concretamente:

  • Sia di persona che tramite un Totem collocato in sala di attesa, o APP installata sullo smartphone o personal computer via Web, l’interessato può prenotare online giorno, ora e sede di accesso al laboratorio analisi.

  • La modalità di prenotazione è sincronizzata con il sistema di chiamata del punto prelievi e dotata di una funzione di controllo che consente di monitorare e visualizzare il numero di utenti prenotati e lo stato di affollamento del punto prelievi.

  • Gli utenti non prenotati on line, rimangono presi in carico secondo le modalità tradizionali

Semplificare e celerizzare l’accesso all’accettazione della prestazione; migliorare l’efficienza di risorse e processi attraverso una gestione programmata del flusso di utenti, migliorare visibilmente la qualità percepita del servizio: questi gli obiettivi di entrambe le iniziative.

Per saperne di + clicca le relazioni tecniche allegate: relazioni inaugurazioni 13 luglio 2018

Performance triennio


Fotocronaca


Copyright www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

 

 

 

 

© 2018, Redazione. All rights reserved.




13 luglio 2018 alle 16:13 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata