Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 11:31 di Lun 10 Dic 2018

Giornate Fai d’Autunno in Città

di | in: Primo Piano

image_pdfimage_print

GIORNATA FAI D’AUTUNNO

Visite a contributo in luoghi inaccessibili o poco valorizzati

Domenica 14 ottobre 2018

“MAM E ISOLA DELL’ARTE. PASSEGGIATA URBANA TRA SCULTURE CONTEMPORANEE”

San Benedetto del Tronto –Un weekend in cui soffermare lo sguardo, spesso sfuggente e distratto, sulle bellezze poco conosciute e inaccessibili del nostro Paese, grazie agli itinerari tematici e alle aperture speciali proposti dal FAI – Fondo Ambiente Italiano in 250 città italiane: l’occasione saranno le Giornate FAI d’Autunno, in programma sabato 13 e domenica 14 ottobre 2018, evento realizzato dai Gruppi FAI Giovani a sostegno della campagna di raccolta fondi “Ricordati di salvare l’Italia”, attiva fino al 31 ottobre.

Da nord a sud della Penisola l’invito è quello di lasciarsi sorprendere dalla ricchezza del patrimonio diffuso italiano, scoprendo con occhi curiosi e da prospettive insolite 660 luoghi in tutte le regioni.

Domenica 14 ottobre a San Benedetto del Tronto andremo alla scoperta dei tesori che si nascondono tra i luoghi della vita quotidiana. “MAM e isola dell’arte. Passeggiata urbana tra sculture contemporanee” è l’itinerario scelto (h. 10 – 13 / 15 – 18 ).

Le opere d’arte all’aperto sono diventate emblema di una città dall’anima contemporanea. A San Benedetto è possibile fruire di percorsi urbani arricchiti da opere di importanti maestri contemporanei collocate all’interno dell’isola pedonale. Classici dell’arte italiana, Annibali, BaJ, Consorti, Kostabj, Nespolo, Salvo, Sgattoni, hanno realizzato sculture in bronzo nel centro della città, un patrimonio artistico che rende San Benedetto uno scrigno d’arte a cielo aperto.

Diversi linguaggi rendono unico il reticolo di strade che si snoda intorno al Viale Secondo Moretti, il corso che conduce verso il mare. E’ qui che la passeggiata prosegue attraverso un insolito museo, il MAM, Museo d’Arte sul mare, uno stupefacente percorso all’aperto che si snoda per oltre un chilometro sul molo sud, i cui massi in travertino sono stati scolpiti da artisti provenienti da tutto il mondo, di anno in anno, dal 1996. Oggi conta oltre 170 sculture alle quali si aggiungono alcune opere di street art.


Orario

Domenica: 10 – 13 / 15 – 18

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni classi IV-V ITG “Fazzini- Mercantini” Grottammare

All’accesso di ogni bene sarà richiesto un contributo facoltativo, preferibilmente da 2 a 5 euro, a sostegno dell’attività della Fondazione. Per gli iscritti FAI e per chi si iscriverà per la prima volta durante l’evento – a questi ultimi sarà destinata eccezionalmente la quota agevolata di 29 euro anziché 39saranno dedicate visite esclusive, accessi prioritari ed eventi speciali. La quota agevolata varrà anche per chi si iscriverà per la prima volta tramite il sito www.fondoambiente.it nel mese di ottobre.

Per informazioni: www.giornatefai.it; www.fondoambiente.it; tel. 02 467615399

IMPORTANTE: Verificare sul sito quali sono i luoghi aperti dal FAI, gli aggiornamenti su modifiche di orari, eventuali variazioni di programma in caso di condizioni meteo avverse e la possibile chiusura anticipata delle code in caso di grande affluenza di pubblico.

RICORDATI DI SALVARE L’ITALIA

Tutto il mese di ottobre per proteggere e mantenere l’Italia più bella, insieme al FAI.

Fino al 31 ottobre speciale quota per chi si iscrive sul nostro sito: 29 euro anziché 39

#TUCHEPUOIFAI

La vastità e la sostanziale fragilità di un patrimonio che invecchia sommate a incuria, negligenza, inconsapevolezza, perdita di antichi saperi, indolenza mettono sempre più a rischio i nostri beni artistici e paesaggistici, insieme alla nostra storia, alla nostra identità e alla nostra sicurezza. Per arginare questo pericolo, dobbiamo imparare a proteggere le nostre bellezze non solo attraverso grandi restauri, ma prendendocene cura ogni giorno con attività di manutenzione ordinaria e programmata che, in molti casi, permettono di rallentare il degrado, prevenire i danni e ridurre i rischi derivanti dall’ambiente, consentendo anche un rilevante risparmio economico sul lungo periodo.

Il FAI – Fondo Ambiente Italiano si prende cura da 43 anni della conservazione e della valorizzazione di 61 luoghi speciali in tutta Italia. Al di là dei grandi restauri su cui inevitabilmente e giustamente si accendono i riflettori, nei quasi 70.000 mq di edifici storici tutelati e negli oltre 6.700.000 mq di paesaggio protetti dalla Fondazione fervono in un operoso silenzio quotidiano – lo stesso di tanti volonterosi cittadini – numerose attività di manutenzione, che costano oltre 100.000 euro al mese.

Un grande investimento di risorse economiche e umane, che non fa notizia ma produce uno straordinario risultato per la collettività: 30 beni regolarmente aperti al pubblico, per le generazioni presenti e future. Per poter portare avanti questo impegno serve l’aiuto di tutti ed è per questo che a ottobre torna “Ricordati di salvare l’Italia”, la campagna nazionale di raccolta fondi con cui il FAI invita sempre più persone che hanno a cuore il patrimonio culturale italiano a partecipare alla sua missione: sul sito www.fondoambiente.it fino al 31 ottobre sarà dedicata ai nuovi iscritti la speciale quota di iscrizione di 29 euro anziché 39.

 

© 2018, Redazione. All rights reserved.




11 ottobre 2018 alle 13:16 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata