Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 19:28 di Lun 25 Mar 2019

dalla Regione Marche

di | in: Cronaca e Attualità, dalla Regione Marche, My Marche, Web Tv

image_pdfimage_print

2018-12-21

TURISMO MARCHE 2018 –  OLTRE 10 MILIONI DI PRESENZE: IN AUMENTO GLI STRANIERI. AL VIA LA NUOVA CAMPAGNA PROMOZIONALE

Nel 2018 le Marche registrano oltre 2 milioni di arrivi e sfiorano i 10 milioni di presenze: in relazione al 2017 l’incremento è rispettivamente  del 5,6%  e dello 0,6%.

Questi i dati dell’Osservatorio Turismo resi noti oggi dal presidente della Regione Marche  Luca Ceriscioli e dall’assessore al Turismo Moreno Pieroni nel corso di una conferenza stampa in cui è stato anche presentato il nutrito programma per la promozione su radio e tv nel corso del 2019.

“Le Marche – ha detto il presidente Ceriscioli – nella mappa del turismo nazionale si collocano innanzitutto come una regione in crescita: nonostante il sisma siamo riusciti a tenere sul mercato italiano con buoni risultati in termini di incremento degli arrivi e abbiamo importanti segnali sugli stranieri. Era il settore più debole e quest’anno abbiamo registrato un + 12%. Il nostro obiettivo è continuare in questa direzione: consolidare il mercato italiano su cui siamo sempre andati molto bene e crescere sui mercati esteri. E’ quello che  stiamo facendo con  il salvataggio di Aerdorica che consentirà di incrementare i voli, mezzo essenziale per gli stranieri, e con 14 milioni stanziati per riqualificare le strutture ricettive. Infine il tema della “bike” che piace moltissimo in tutta Europa: passeremo da una situazione spontanea ad un sistema organizzato grazie alla collaborazione di tutti , aggiungendo un nuovo cluster importante a quelli che già le Marche offrono”.

“E’ un risultato che conferma l’appeal turistico della regione – ha proseguito Pieroni – e l’efficacia delle politiche di promozione prontamente riorientate e realizzate dalla giunta dopo il sisma e condivise dalle associazioni di categoria che si sono dimostrate sempre collaborative e propositive. Grande è stata infatti la reattività del sistema turistico marchigiano che si conferma asset economico strategico, traino fisiologico anche di altri settori, quali l’enogastronomia, l’artigianato, il commercio. Per questo motivo dobbiamo spingere sulla promozione: dal 1° gennaio partirà una nuova campagna sulla Rai e saremo presenti con i nostri spot al Festival di Sanremo – continua Pieroni-. Messaggi promozionali delle Marche della durata di 1 minuto saranno trasmessi anche in 1.600 sale cinematografiche sparse in tutta Italia dal 26 dicembre al 10 gennaio. Prosegue anche la campagna radiofonica con particolare attenzione ai principali eventi sportivi: Campionato Calcio, Champions League, Giro d’Italia, Formula 1”.

Anche i dati rilevati nell’ampia area del cratere confermano sostanzialmente che, dove le strutture ricettive non sono state compromesse dal sisma, la ripresa dei flussi turistici è iniziata: + 19% per gli arrivi e + 10% delle presenze. Numeri eccezionali se si pensa che all’indomani del sisma i numeri erano crollati al – 50%.

“A questo proposito – continua Pieroni – sottolineo che 60 operatori turistici delle zone del terremoto hanno usufruito di 8 milioni di euro a loro disposizione per la ristrutturazione delle strutture ricettive dimostrando di credere in un nuovo futuro di crescita e questo ci fa ben sperare per il futuro”.

Altri 6 milioni sono stati destinati inoltre, sempre nelle zone del sisma, alle aree campeggio per favorire sia il turismo di ritorno di chi aveva una seconda casa, sia nuove presenze.

Tornando ai dati per quanto riguarda il flusso dei turisti stranieri a scegliere le Marche sono i turisti tedeschi (+12,46%), dei Paesi bassi (+16,58%), polacchi (+35%), statunitensi (+16,3%) e cinesi (+51,28%).  In calo il mercato russo a causa della crisi del rublo(-3,9%) e spagnolo (-10,52%).

Allo scopo di destagionalizzare il turismo infine  per il 2019-2020 si punterà su due grandi eventi culturali: le iniziative per i 200 anni dell’Infinito di Leopardi (2019) e le celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Raffaello (2020).

In allegato slides con tutti i dati: ConferenzaStampa 11 Dicembre 2018


POR FSE 2014/20: la Regione Marche centra entrambi gli obiettivi fissati per il 2018 – Assessore Bravi: ”Programmazione nata e condivisa con i territori”

 

“La Regione Marche centra entrambi gli obiettivi fissati nel 2018 per il Programma Operativo Regionale (POR) 2014/20 del Fondo Sociale Europeo (FSE): spende bene e con oltre un mese di anticipo le risorse assegnate dalla Ue a favore del lavoro e del sostegno all’occupazione  e si guadagna ulteriori risorse  come riconoscimento per la gestione efficiente ed efficace del fondo”. Lo annuncia l’assessore al Lavoro, alla Formazione e all’Istruzione Loretta Bravi.

Grazie infatti all’attuazione degli interventi cofinanziati FSE (corsi di formazione, borse lavoro, sostegno alla creazione di impresa, ecc.) nel 2018 la Regione Marche ha già assunto impegni di spesa per oltre 90 milioni di euro, mentre la spesa sostenuta sfiora i 47 milioni di euro. In questo modo ha superato la soglia annuale di “disimpegno automatico” (meccanismo regolamentare che prevede la perdita delle risorse non utilizzate nei tempi stabiliti) e guadagnato il diritto alla “riserva di performance” (una quota-parte di risorse che spetta solo alle Autorità di Gestione più virtuose).

“Sono molto orgogliosa di questo risultato – continua l’assessore Bravi –  che denota il lavoro di squadra intrapreso dall’assessorato. La programmazione è nata dai territori e dai fabbisogni espressi dalle aziende ed è stata condivisa con le categorie e le parti sociali. Si può fare ancora meglio e quindi ricominciamo da gennaio con lo sguardo rivolto sempre al lavoro e alla formazione”.

Per evitare il “disimpegno automatico” la Regione Marche avrebbe dovuto certificare alla Commissione Europea almeno 37,4 milioni di euro entro il 31 dicembre 2018: lo ha fatto con oltre un mese di anticipo.

Grazie, inoltre, alle spese certificate proprio negli ultimi giorni, la Regione Marche ha raggiunto quota 41 milioni di euro superando, anche in questo caso in netto anticipo, il più ambizioso target fissato per la “riserva di performance” (40 milioni di euro): infatti, ai fini della performance, sarà ancora possibile inoltrate ulteriori certificazioni alla Commissione Europea fino a tutto il mese di giugno 2019 (purché riferite a spese sostenute entro la fine del 2018).

 

 

AMBIENTE, LUDOTECA DEL RIUSO E ATA RIFIUTI INSIEME PER UN PROGETTO EDUCATIVO PER LE SCUOLE

 

L’ATA rifiuti di Ancona e la Ludoteca del riuso di Santa Maria Nuova  lavorano in modo coordinato al fine fornire alle scuole della Provincia di Ancona un unico programma educativo sui temi della prevenzione e gestione dei rifiuti. In queste direzione il progetto educativo “Scarabeo Verde” che offre laboratori tematici, eventi ludico creativi, visite guidate, a partire dalle scuole dell’infanzia fino alla scuola secondaria di I° grado, per offrire un’esperienza formativa continuativa che cambi e si evolva nel tempo e possa accompagnare l’alunno durante tutto il percorso scolastico.

Tale esperienza innovativa permette, per la prima volta, il coordinamento di attività formative offerte da soggetti istituzionali diversi, facilitando così la scelta da parte delle scuole, che spesso ricevono una molteplicità di stimoli su argomenti simili. Il progetto educativo è stato proposto alle scuole che hanno risposto con entusiasmo “Siamo convinti della necessità di offrire percorsi coordinati di formazione su temi specifici per favorire la diffusione di questa buona pratica su tutto il territorio regionale” ha affermato l’assessore all’ambiente Angelo Sciapichetti.

© 2018, Redazione. All rights reserved.




21 Dicembre 2018 alle 17:08 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata