Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 01:15 di Lun 17 Giu 2019

Inaugurazione del Cdis di Spinetoli

di | in: Sociale

image_pdfimage_print

Lucciarini ai sindaci: “Siate ambizioni, dando sempre priorità delle Politiche Sociali”

SPINETOLI – “Questo è un giorno importante per la Service Coop, per noi Sindaci, per il territorio e per tutta la provincia di Ascoli Piceno. Ancora una volta nella Vallata si dà testimonianza della capacità amministrativa che ha fatto del sostegno dei Servizi Sociali la sua priorità”, queste le parole del Presidente dell’Unione dei Comuni della Vallata, Valerio Lucciarini, all’inaugurazione del Cdis di Spinetoli, dello scorso 15 dicembre.

La nuova sede, in via dell’Economia 3, garantisce un servizio migliore dal punto di vista dell’impiantistica e una struttura totalmente e dà modo all’Unione di risparmiare rispetto al canone di locazione della vecchia sede e di compartecipare in maniera specifica ai servizi. Il Cdis è gestito dalla Cooperativa Service Coop, con a capo Tiziana Del Giovane, ed è figlia di una politica lontana che diede la stura alla grande pianificazione delle Politiche Sociali per tutti i comuni della Vallata.

Le Politiche Sociali, ha voluto ribadire Lucciarini, per gli amministratori sono l’elemento in più.

Il Presidente ricorda che quando i Comuni, che fanno parte dell’ente, si trovano a discutere e a programmare le attività rispetto al Sociale ritorna predominante la cifra unitaria che li caratterizza da sempre.


È un grande onore tagliare questo il nastro – continua Lucciarini – Per me si tratta, credo, dell’ultima uscita come presidente dell’Unione, perché è in via di scadenza il mio secondo mandato. Faccio per questo una preghiera agli amministratori che continueranno a governare questo territorio: siate sempre ambizioni, dando priorità delle Politiche Sociali, alle quali spetterà sempre un ruolo di protagonismo. Perché quando si guardano gli occhi di questi ragazzi, i loro sorrisi, quella è la nostra più grande ricompensa. Ci restituiscono tanto di più.”

Ti ringrazio davvero – replica la Del Giovane a Lucciarini – per esserci sempre stato”.

Tutti i Sindaci dell’Unione erano presenti al taglio del nastro.

Per Mauro Bochicchio di Castel di Lama, la vittoria del lavoro degli operatori è vedere i ragazzi che si abbracciano e si vogliono bene; per Daniel Claudio Ficcadenti di Castorano, il Cdis è la risposta del territorio a chi ha più bisogno; per il Consigliere di Colli del Tronto, Pietro Walter Cicconi, il centro è un’importante struttura per il territorio; per l’assessore alla Comunità Solidale di Offida, Piero Antimiani, solo quando una comunità crea una rete si riescono a dare servizi importanti che poi restituiscono così tanto.

Ringrazio Lucciarini per la sua forza, che ha permesso a questo territorio di non lasciare indietro nessuno nell’assistenza – conclude il Sindaco di Spinetoli, Alessandro Luciani –

E ringrazio gli altri sindaci per aver lasciato il Cdis qui dove è nato, a Spinetoli, senza incorrere a campanilismi inutili. Vorrei ribadire che abbiamo spostato il centro per risparmiare, perché lo stato centrale non elargisce più i finanziamenti adeguati, come faceva negli anni ‘90. Ringrazio le operatrici sempre professionali e sorridenti. A servizi di questo tipo bisognerebbe garantire la continuità: la gare d’appalto vanno bene per le buche dell’asfalto o opere simili, ma è ingiusto mettere a gara l’assistenza di questi ragazzi”.

© 2018, Redazione. All rights reserved.




16 Dicembre 2018 alle 19:51 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata