Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 14:18 di Mer 24 Apr 2019

Ancona, un altro record: Sabbatini va a 1000

di | in: Il Mascalzone Sportivo

Sabbatini Ilaria

image_pdfimage_print

Ancona, 2019-01-27 – La pesarese dell’Atletica Avis Macerata al primato regionale assoluto con 2’56”64. Vittoria e personale di Angelini e Cesca in un altro weekend di grande partecipazione con oltre 2000 atleti-gara.

Anche l’ultimo weekend di meeting al Palaindoor di Ancona, prima delle rassegne tricolori, regala un record marchigiano assoluto oltre a una grande partecipazione con più di 2000 atleti-gara. Sui 1000 metri è la pesarese Ilaria Sabbatini (Atl. Avis Macerata) a conquistare il primato, con il tempo di 2’56”64. Battuto il 2’57”55 della concittadina e compagna di club Eleonora Vandi, che lo aveva realizzato nel 2012. La 24enne mezzofondista si piazza terza in una delle gare più veloci di sempre, su questa distanza poco frequentata: la toscana Giulia Aprile (Esercito) corre in 2’45”32 per diventare la terza azzurra di ogni epoca, davanti alla veneta Elisa Bortoli (Esercito), nona alltime con 2’47”77. Ma è una giornata ricca di risultati interessanti, in cui spiccano due vittorie con altrettanti record personali. Nei 200 metri un altro pesarese, il 26enne velocista Lorenzo Angelini (Atl. Avis Macerata), sfreccia in 21”81 e migliora il suo primato che risaliva a sette anni fa. Sui 60 ostacoli applausi per il 21enne Nicola Cesca (Atl. Avis Macerata), che non solo continua i suoi progressi con 8”12 per togliere cinque centesimi al proprio limite ma si prende anche la soddisfazione del successo.
Sugli 800 metri il 21enne Gabriele Aquaro (Team-A Lombardia) demolisce il personale indoor in 1’49”34, seguito da Alessandro Dal Ben (Expandia Atl. Insieme Verona), a sua volta al proprio limite con 1’49”71. Il campione tricolore assoluto Simone Barontini (Sef Stamura Ancona), alla prima uscita dell’anno, si ferma invece a metà gara. Tre nulli al debutto per il lunghista siciliano Filippo Randazzo (Fiamme Gialle), nella sfida vinta dal molisano Kareem Hatem Mersal (VV Management): il 17enne figlio d’arte di Mohamed, ex saltatore egiziano da 8.31, appena entrato nella categoria juniores si migliora di quasi 30 centimetri con 7.38. Cresce anche il 16enne Matteo Colletta (Sef Stamura Ancona), al sesto posto, che porta il record personale a 6.76.
Sempre più scatenato l’allievo Lorenzo Simonelli. Il 16enne romano mette a segno un’altra migliore prestazione italiana under 18 dei 60 ostacoli, per la terza volta dall’inizio della stagione. Il portacolori dell’Esercito Sport & Giovani scende a 7”71, quattro centesimi in meno rispetto al 7”75 del 13 gennaio a Formia, mentre nel giorno dell’Epifania aveva inaugurato la serie di primati con 7”78 sul rettilineo del capoluogo marchigiano. Alle sue spalle 8.05 per Simone Tecchi (Alga Etruscatletica). Nel peso 18.80 al debutto per il reatino Sebastiano Bianchetti (Fiamme Oro), con il sangiorgese Lorenzo Del Gatto(Carabinieri) secondo a 18.15. Tra gli altri risultati, il terzo posto dell’osimana Debora Baldinelli (Team Atl. Marche) sugli 800 metri con 2’15”98. La 24enne pugliese Francesca Lanciano (Alteratletica Lorocotondo) con 13.38 sfiora il personale indoor nel triplo, per superare il 13.06 della siciliana Simona La Mantia (Fiamme Gialle), campionessa europea indoor nel 2011. Nell’alto la laziale Erika Furlani (Fiamme Oro) comincia la stagione con 1.85 alla terza prova, prima di tre errori a 1.90 per l’azzurra. Si torna in pista con il meeting infrasettimanale di mercoledì 30 gennaio, poi i Campionati italiani juniores e promesse del 2-3 febbraio.

RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2019/REG19272/Index.htm

LINK ALLE FOTO DI ARCHIVIO
Ilaria Sabbatini (foto di Maurizio Iesari): http://www.fidal.it/upload/Marche/2017/Sabbatini_Ilaria.jpg
Lorenzo Angelini (foto di Davida Ruggieri): http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Angelini_Palaindoor2018.jpg
Nicola Cesca (foto Colombo/FIDAL): http://www.fidal.it/upload/gallery/2016/Ancona-Campionati-Italiani-Juniores-e-Promesse-indoor-2016-2-giornata/anc233.jpg


Sprint e salti alla ribalta nel sabato del Palaindoor

 

Martina Aliventi (foto Renai/FIDAL)

Martina Aliventi (foto Renai/FIDAL)

Ancona, 2019-01-26 – Tanti risultati di spicco, verso le rassegne tricolori: la velocista Mogliani Tartabini avvicina il record marchigiano, Rastelli in crescita, Vandi e Aliventi sfiorano il primato stagionale

Riflettori puntati sui salti e sulla velocità al Palaindoor di Ancona, nel meeting che apre l’ultimo weekend di sfide prima delle rassegne tricolori di febbraio. Ultimi test per i giovani marchigiani come la pesarese Elisabetta Vandi (Atl. Avis Macerata), campionessa italiana juniores dei 400 metri che viene superata nel finale e finisce terza in 55”32, vicina al primato stagionale di 55”25, in una gara di alto livello. L’azzurra Chiara Bazzoni (Esercito) conduce una prova di testa e vince in 54”09. Alle spalle della toscana, primatista italiana della 4×400, la 18enne romana Eloisa Coiro (Fiamme Azzurre) si migliora ancora una volta con 54”59, dopo il 54”87 di domenica scorsa per inserirsi al quarto posto di sempre tra le under 20 italiane. Tra gli uomini secondo posto di Lorenzo Veroli (Fiamme Azzurre), cresciuto nell’Atletica Montecassiano, con 49”91.
Nei 60 metri di nuovo in evidenza la 16enne Melissa Mogliani Tartabini (Atl. Recanati) che arriva a soli due centesimi dal suo primato regionale assoluto con 7”59. Una conferma dell’ottima condizione per la vicecampionessa italiana allieve, che chiude al quinto posto in finale. La più rapida sul rettilineo è la veneta Johanelis Herrera (Atl. Brescia 1950 Ispa Group) con 7”44 nella batteria. Ma la tricolore assoluta dei 100 all’aperto viene preceduta nella gara decisiva per un soffio da Audrey Alloh (Fiamme Azzurre), 7”46 contro 7”47, mentre la junior Chiara Gala (Acsi Italia Atletica) coglie il personale con 7”56 davanti a Giulia Riva (Fiamme Oro, 7”57). Applausi in batteria anche per la sangiorgese Greta Rastelli (Team Atl. Marche), 7”73 e primato stagionale a soli tre centesimi dal personal best.
Al maschile Lodovico Cortelazzo (Assindustria Sport Padova) prevale sui 60 metri con 6”76 nel turno eliminatorio e 6”78 in finale. Soltanto una gara invece per il rientrante Giovanni Cellario (La Fratellanza 1874 Modena) con 6”84 e per l’allievo romano Lorenzo Simonelli (Esercito Sport & Giovani), 6”95 il crono sulla distanza piana del primatista italiano under 18 sui 60 ostacoli. Tra gli atleti delle società marchigiane, il riminese Attilio Dante (Sport Atl. Fermo) è il migliore con 6”98 in batteria.
Nel lungo si esprime a soli due centimetri dal primato stagionale Martina Aliventi(Collection Atl. Sambenedettese), seconda con 5.85. L’azzurro Simone Forte, romano delle Fiamme Gialle, apre la sua stagione nel salto triplo con 16.17 e il 18enne Valerio De Angelis (Asa Ascoli Piceno) si piazza quinto con il personale indoor di 14.16. Sulla pedana del getto del peso under 18, vittoria e miglior risultato in carriera della jesina Francesca Marani (Sef Stamura Ancona) che lancia 11.20. Domani altri due meeting: giovanile al mattino, assoluto nel pomeriggio con diretta video streaming sulla pagina Facebook FIDAL Marche (fb.com/fidalmarche).

RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2019/REG19270/Index.htm

LINK ALLE IMMAGINI DI ARCHIVIO
Melissa Mogliani Tartabini (foto di Davida Ruggieri): http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/MoglianiTartabini.jpg
Martina Aliventi (foto Renai/FIDAL): http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Campionati-Italiani-Juniores-e-Promesse-Indoor-2017-giornata-1/1J5A7294.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.

 

© 2019, Redazione. All rights reserved.




27 Gennaio 2019 alle 22:12 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


My Web TV Marche

• dalla Regione Marche
• dalla Regione Marche
• dalla Regione Marche


Social

Visit Us On TwitterVisit Us On Facebook
Ricerca personalizzata