Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 13:51 di Mer 24 Apr 2019

dalla Fidal Marche

di | in: Il Mascalzone Sportivo

Palaindoor Ancona

image_pdfimage_print

2019-01-30

ANCONA: SCATTA IL FEBBRAIO TRICOLORE AL PALAINDOOR
Al via la serie dei quattro campionati italiani, con più di 1200 atleti-gara nella rassegna juniores e promesse del weekend. Domenica esordio per l’azzurro Donato fuori classifica nel triplo.

Sarà anche quest’anno un febbraio interamente tricolore per l’atletica, al Palaindoor di Ancona. L’impianto del capoluogo marchigiano si prepara ad accogliere quattro campionati italiani consecutivi, uno in ogni weekend del mese, che prenderà il via sabato 2 e domenica 3 con i Campionati italiani juniores e promesse indoor. Alla manifestazione sono iscritti 1192 atleti-gara in rappresentanza di 211 società, per contendersi 52 titoli nazionali delle categorie under 20 e under 23. Poi toccherà agli allievi (under 18), il 9 e 10 febbraio, per arrivare all’evento-clou degli Assoluti indoor in programma su tre giornate, dall’apertura di venerdì 15 dedicata al salto in alto fino a domenica 17 febbraio.
LE CIFRE DEL WEEKEND – Sarà la venticinquesima volta che il capoluogo marchigiano ospiterà la rassegna juniores e promesse, nella serie di 44 edizioni complessive, con 589presenze-gara attese al maschile e 603 al femminile, ma i numeri potranno crescere ulteriormente con le iscrizioni in ritardo. In palio i titoli under 20, che quest’anno comprendono i nati nel 2000 e 2001, e under 23 (dal 1997 al 1999). La gara più frequentata in assoluto sono i 60 metri con il rettilineo dello sprint che vedrà ai blocchi di partenza 124 velocisti, mentre saranno 99 gli atleti sui 400 e 85 i mezzofondisti degli 800 metri. Il concorso più gettonato è invece il salto in lungo (103 iscritti), poi 80 triplisti e 77 nel salto con l’asta. Arriva dalla categoria più giovane la maggioranza degli atleti, con 663juniores e 529 promesse.
TRIPLO: LA PRIMA DI DONATO – Una presenza d’eccezione nel weekend tricolore ad Ancona. Domenica 3 febbraio sarà il giorno del debutto stagionale per Fabrizio Donato, fuori classifica nella gara promesse di salto triplo, alle ore 13.30. Il capitano azzurro, a 42 anni e mezzo, si prepara ad affrontare il primo test agonistico nell’inverno degli Europei indoor di Glasgow (1-3 marzo). All’ultima edizione della rassegna continentale in sala, quella di Belgrado nel 2017, il triplista delle Fiamme Gialle è salito ancora una volta sul podio, conquistando l’argento. L’ennesima medaglia di una carriera infinita, in cui spicca il bronzo olimpico del 2012, ma agli Europei il primatista italiano ha vinto anche due ori (indoor nel 2009 e all’aperto nel 2012) e un altro argento (in sala nel 2011).
DIRETTA STREAMING – Anche quest’anno sarà possibile seguire la manifestazione in diretta video streaming su atletica.tv nelle due giornate di gare, sabato 2 e domenica 3 febbraio, per vivere le sfide e le emozioni della rassegna giovanile.

ISCRITTI E RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2019/COD7563/Index.htm
PROGRAMMA ORARIO: http://calendario.fidal.it/files/Orario%20C.I.Indoor%20JP%202019_10.1.pdf

RIEPILOGO DATE PRINCIPALI – ANCONA INDOOR 2019
2-3 febbraio: Campionati italiani juniores e promesse indoor
9-10 febbraio: Campionati italiani allievi indoor
15-17 febbraio: Campionati italiani assoluti indoor
22-24 febbraio: Campionati italiani master indoor
2 marzo: Incontro internazionale under 20 indoor e under 23 di lanci
3 marzo: “Ai confini delle Marche” under 16
23-24 marzo: Campionati italiani paralimpici indoor

LANCI: OLIVIERI SUBITO IN FORMA
A Fermo il martellista sangiorgese apre con un notevole 75.60, nel giavellotto l’ascolano Comini vicino al personale

Parte con il piede giusto la nuova stagione di Giorgio Olivieri. Il giovane marchigiano ha iniziato il suo 2019 superando subito i 75 metri nel martello con 75.60 a Fermo, nel primo appuntamento dei campionati invernali di lanci. È la terza prestazione in carriera per il 18enne sangiorgese del Team Atletica Marche, primatista italiano under 20 che nello scorso settembre ha portato il limite nazionale a 77.21 sulla pedana di San Benedetto del Tronto. Nella stessa gara, piazzati i due juniores dell’Asa Ascoli Piceno: al secondo posto Orges Hazisllari con 56.64 e terzo Ronaldo Mancinelli (53.80).
Risultati importanti anche nel giavellotto con il ventenne Simone Comini (Asa Ascoli Piceno), vicecampione italiano under 23, che arriva a 65.76 realizzando la seconda misura personale dopo il 66.62 ottenuto nel 2016. Al femminile la sangiorgese Ilaria Del Moro (Team Atl. Marche) spedisce il suo attrezzo a 37.58. Tornando al martello, esordio tra le juniores con 47.72 per la campionessa tricolore under 18 Sara Zuccaro (Atl. Fabriano), mentre l’allieva compagna di club Vesna Braconi si migliora fino a 41.07 e l’altra fabrianese Irene Rinaldi lancia il disco a 36.07. La seconda prova della manifestazione si disputerà il 10 febbraio a San Benedetto del Tronto, in attesa della finale nazionale del 23-24 febbraio a Lucca.

RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2019/REG19274/Index.htm

 
MARCIA: ANTONELLI TRICOLORE DELLA 50 KM
Il 24enne maceratese dell’Aeronautica conquista il titolo italiano assoluto, a San Giorgio di Gioiosa Marea (Messina), per la seconda volta in carriera

Vittoria per Michele Antonelli nei Campionati Italiani assoluti della 50 chilometri di marcia, a San Giorgio di Gioiosa Marea (Messina). Il 24enne maceratese dell’Aeronautica si è aggiudicato il suo secondo titolo sulla distanza, dopo quello del 2016, con il tempo di 3h55’09”. A Catania tre anni fa aveva festeggiato il primo tricolore assoluto, ora è il primo nella nuova fase della sua carriera: da un paio di mesi ha cambiato tecnico, passando sotto la guida di Alessandro Garozzo, con periodi di allenamento a Siracusa. Ha preso il comando al 30° km, dopo una prima metà di gara in 1h59’28”, e con una seconda parte più rapida è riuscito a creare un vantaggio di quasi due minuti nei confronti del campione uscente, il veneto Leonardo Dei Tos, secondo in 3h56’56” sulle strade dell’indimenticabile Anna Rita Sidoti. Per il marchigiano, azzurro nelle ultime due stagioni a Mondiali ed Europei, è la quarta prestazione cronometrica in carriera sulla distanza più lunga.

RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2019/COD7568/Index.htm

LINK ALLE FOTO
Il Palaindoor di Ancona durante il meeting del 20 gennaio: http://www.fidal.it/upload/Marche/2019/Palaindoor_Ancona2019.jpg
Giorgio Olivieri: http://www.fidal.it/upload/Marche/TOP/Olivieri_esultanza_top.jpg
Michele Antonelli: http://www.fidal.it/upload/Marche/2019/Antonelli_Gioiosa2019.jpg 


INDOOR: L’AZZURRO DESALU PARTE DA 6.78 AD ANCONA
Nel debutto stagionale, il velocista corre due volte in mezz’ora: 6”82 nella prima gara e poi arriva a due centesimi dal personal best. Crescono i giovani sprinter marchigiani.

Due volate in poco più di mezz’ora, per dare il via alla nuova stagione. L’azzurro Fausto Desalu ha corso in 6”78 sui 60 metri ad Ancona, conquistando il successo nella finale del meeting infrasettimanale, dopo essersi aggiudicato anche la batteria in 6”82. Il 24enne delle Fiamme Gialle rimane così ad appena due centesimi dal record personale, che è di 6”76 stabilito nel 2015, ma il crono ottenuto in questa prima uscita dell’anno eguaglia la seconda prestazione in carriera. Un test di velocità per lo sprinter di Casalmaggiore (Cremona), che è soprattutto uno specialista dei 200 metri: nella scorsa estate si è portato a 20”13 con il sesto posto agli Europei di Berlino, secondo italiano di sempre sulla distanza, poi si è migliorato anche sui 100 metri con 10.33 piazzandosi terzo agli Assoluti di Pescara. “Mi è piaciuta l’esecuzione della corsa – commenta Desalu – però mi manca l’adrenalina che si acquista gareggiando. Tornerò in pista domenica 3 febbraio a Modena”. Sulla scia dell’azzurro, bel progresso di Michele Ferracuti: il 18enne della Sport Atletica Fermo riesce a centrare il quarto posto e toglie quattro centesimi al suo primato con 7”10.
Esordio in questa stagione nel rettilineo dei 60 metri anche per due azzurre. La più rapida in finale è Ilenia Draisci (Esercito) con 7”47, il suo miglior tempo degli ultimi tre anni, che riesce a superare Jessica Paoletta (Esercito), seconda in 7”51 mentre Giulia Riva (Fiamme Oro) chiude terza con 7”62. Ribaltato così il verdetto della precedente batteria: 7”48 per Paoletta, che dal 2015 che non si esprimeva su questi livelli, e Draisci a 7”56. Anche qui, dietro ad alcune big del panorama nazionale, si fa notare una giovane marchigiana. La 21enne Giada Bernardi (Sef Stamura Ancona) si piazza quarta in finale con 7”88 che vale il nuovo record personale. Sui 400 metri vittoria in 49”41 di Lorenzo Veroli (Fiamme Azzurre), specialista degli ostacoli cresciuto nell’Atletica Montecassiano. Ancora una gara di mezzofondo per la pesarese Ilaria Sabbatini (Atl. Avis Macerata), nell’inverno che l’ha già portata a due primati marchigiani assoluti: stavolta con 10’17”38 si aggiudica i 3000 metri in cui era scesa a 9’49”82 il 19 gennaio a Padova per il record, mentre nello scorso weekend ha realizzato il limite regionale dei 1000 metri con 2’56”54 ad Ancona.

RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2019/REG19275/Index.htm

LINK ALLA FOTO
Fausto Desalu (autore Giancarlo Colombo/FIDAL): http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Berlino2018-Campionati-Europei-3-giornata/berlino344.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.

© 2019, Redazione. All rights reserved.




30 Gennaio 2019 alle 22:42 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


My Web TV Marche

• dalla Regione Marche
• dalla Regione Marche
• dalla Regione Marche


Social

Visit Us On TwitterVisit Us On Facebook
Ricerca personalizzata