Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 15:38 di Gio 20 Giu 2019

dalla Regione Marche

di | in: Cronaca e Attualità, dalla Regione Marche

image_pdfimage_print

Il presidente Ceriscioli all’inaugurazione del nuovo palazzo per l’informatica dell’Unicam: “Università simbolo del nostro tempo, centro di innovazione e motore di crescita del territorio”

“Questa università è uno dei principali simboli del nostro tempo. Quello che riusciamo a fare qui illumina l’azione di un’area molto più grande”. Lo ha affermato il presidente della Regione, Luca Ceriscioli, intervenendo all’inaugurazione del nuovo palazzo dell’Università di Camerino, realizzato con i fondi del terremoto e sorto accanto al polo informatico Lodovici e alla cerimonia per il decennale dell’avvio del corso di laurea in computer science dal doppio titolo, valido sia in Italia che in Svizzera, grazie agli accordi stretti da Unicam con l’università di Olten. “I ragazzi di informatica e i loro docenti ritrovano spazio nuovi: è un paradigma del processo di ricostruzione i cui sacrifici vengono ripagati con la restituzione di ambienti adeguati per l’attività didattica”. Ceriscioli ha continuato evidenziando come l’Università di Camerino sia presente nella società e nelle articolazioni del territorio, dentro le imprese che fanno innovazione. “È al servizio delle nuove tecnologie 4.0 che offrono crescita alle imprese e lavoro ai cittadini, nella programmazione delle strategie per le aree interne per trasformare i momenti più difficili in un’occasione di guardare al futuro in modo diverso”. Il presidente ha quindi ribadito che “la Regione continuerà a esserci, fianco a fianco dell’Ateneo, con una vicinanza sostanziale e non formale. Una vicinanza tra istituzioni importanti che vogliono collaborare per ottenere risultati significativi”. Ceriscioli ha concluso il suo intervento sottolineando come l’università sia “presente nei piani strategici che guardano al futuro, alla crescita delle Marche, per vincere assieme le sfide che abbiamo davanti. Camerino è simbolo dell’alta formazione messa a servizio del territorio per rilanciare questa regione nei momenti più difficili”.


L’Assemblea legislativa ha approvato la nuova legge sulla Via che adegua la normativa regionale a quelle statali ed europee

Nella seduta dell’Assemblea legislativa regionale di martedì 7 maggio è stata licenziata la nuova legge che disciplina in materia di valutazione di impatto ambientale (Via). La legge, a iniziativa della Giunta regionale, adegua le norme regionali in materia di valutazione di impatto ambientale alle sopravvenute normative statali ed europee, in particolare alle modifiche introdotte dal DLgs 104/2017 al DLgs 152/2006 “Norme in materia ambientale”, abrogando al contempo la lr 3/2012. I lavori hanno visto il coinvolgimento dei rappresentanti delle Province che svolgono le funzioni di autorità competenti alla Via. Nell’ambito degli stessi sono stati svolti incontri con Arpam e Asur e con i Carabinieri forestali. Sono stati incontrati anche gli ordini e i collegi professionali, le associazioni di categoria e le associazioni naturalistiche a cui è stato sottoposto il testo della proposta di legge.

 

 

 

Scuole sisma: incontro con il Ministro

Ripristino dell’organico antecedente il sisma. E’ questa la principale richiesta avanzata oggi al Ministro dell’Istruzione in visita ad Ascoli dagli assessori regionali all’Istruzione Loretta Bravi e dall’assessore alle Aree Interne e alla Protezione Civile che hanno partecipato al tavolo con i sindaci del cratere come da loro stessi  sollecitato. E’ stato ribadito l’impegno della Regione per salvaguardare i plessi del sisma ed e stato sottolineato il lavoro costante con l’Ufficio scolastico regionale sulle singole scuole. I sindaci hanno sottolineato la carenza di organico (docenti e ata) chiedendo il ripristino della situazione antesisma vista l’evoluzione in itinere del ritorno delle famiglie nei luoghi di appartenenza. Il ministro ha espresso la volontà su richiesta della Regione di ricevere personalmente i sindaci per valutare le diverse situazioni. A nome delle istituzioni regionali e dei sindaci gli assessori hanno ringraziato il Ministro per aver dato seguito alla richiesta di incontro da loro inviata il 18 aprile scorso.

 

 

 

 

 

Malati oncologici, rimborsi da 750 a 1000 Euro

 

 

 

Malati oncologici, rimborsi da 750 a 1000 Euro

 

La Regione Marche all’inaugurazione della 32ma edizione del Salone internazionale del Libro di Torino

 

© 2019, Redazione. All rights reserved.




9 Maggio 2019 alle 10:34 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


My Web TV Marche

• dalla Regione Marche
• dalla Regione Marche
• dalla Regione Marche


Social

Visit Us On TwitterVisit Us On Facebook
Ricerca personalizzata