Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 13:31 di Mer 19 Giu 2019

Martina Aliventi campionessa italiana universitaria di salto in lungo

di | in: Il Mascalzone Sportivo

image_pdfimage_print

San Benedetto del Tronto – Ancora un week end denso di soddisfazioni per i portacolori della Collection Atletica Sambenedettese.

La notizia più importante arriva dal vicino Abruzzo e più precisamente da L’Aquila che ha ospitato la 73ma edizione dei Campionati Nazionali Universitari, sulla pista dello stadio Isaia Di Cesare, che hanno visto laurearsi nuova Campionessa Italiana Martina Aliventi nel salto in lungo con la misura di 5,89.

E’ il secondo titolo tricolore che l’atleta allenata dal Prof. Francesco Butteri si aggiudica nella sua carriera da atleta, dopo aver vinto quello al coperto nella categoria juniores nel 2017.

Si è trattato di una gara al cardiopalma con il podio ristretto in un fazzoletto di pochi centimetri che ha visto l’argento di Anna Visibelli con 5,86 ed il bronzo di Giada Bilanzola con 5,84.

Il risultato rivitalizza Martina, dopo un lungo periodo di molteplici malanni e guai fisici che hanno condizionato le ultime due stagioni della saltatrice oltre a far sperare in un progressivo ritorno ai massimi livelli, per intenderci quelli del 6,33 ottenuto in occasione dei Campionati Europei juniores di Grosseto di due anni fa.


Buone prestazioni da parte degli Orange anche in occasione della seconda ed ultima fase del Campionato di società marchigiano della categoria Allievi ed Allieve svoltasi a Fermo.

A livello maschile, eccellente risultato di Edoardo Silvestri , allenato da Anna Mancini e Patrizia Bruni, che sfonda per la prima volta il muro dei 13 metri nel salto triplo, performance mai riuscita sino ad ora da nessun atleta della Collection Atletica e sigla pertanto il nuovo record sociale assoluto atterrando a 13,09. “Edo”, com’è chiamato dagli amici, ottiene anche il season best nel lungo con 6,10 aggiudicandosi la gara oltre ad effettuare un’ottima frazione di staffetta nella 4 x 400 cronometrata in 52”7, tempo strabiliante considerando la preparazione inesistente su questa specifica gara.

Altro allievo doc della coppia Mancini&Bruni è Luca Patrizi che nei 200 metri ha siglato il nuovo record sociale di categoria correndo in 23”00, crono che cancella il 23”02 detenuto da Novelli ( 2016) e da Santori ( 2011).

Doppia vittoria per Emanuel Farella, allenato da Carlo Sebastiani, nel getto del peso con una bordata a 13,43 e nel lancio del martello e seconda piazza del saltatore Mattia Polini nel lancio del disco che esordisce nella specialità con un promettente 32,22.

Tra le Allieve spicca il risultato di Anthea Pagnanelli nei 400 metri che si aggiudica la gara migliorandosi con 1’00”51, concedendo poi il bis nei 400 metri ad ostacoli.

Record personale per Irene Pagliarini nei 200 metri che giunge terza con 26”60 e per Eva Joao Polo nel giavellotto con 27,28 mentre due vittorie arrivano da Isabel Ruggieri, nel salto triplo con 11,14 e nei 100 metri ad ostacoli in 16”91 oltre alle affermazioni nel lancio del peso di Giorgia Di Salvatore con 10,80 e nella staffetta 4 x 400 con Giulia Rossi, Isabel Ruggieri, Chiara Filioni ed Anthea Pagnanelli prime sul traguardo in 4’25”45.

Tra i Cadetti, eccellenti risultati da parte di Riccardo Ciribeni che ha letteralmente sbriciolato i suoi personal best nei 300 metri (secondo in 38”41) e nei 300 metri ad ostacoli (primo in 41”64), crono con il quale si colloca all’ottavo posto della graduatoria nazionale di categoria, stesso parziale piazzamento di Daniele Silvestri che vince i 100 metri ad ostacoli a suon di nuovo record personale con 14”24, dopo essersi migliorato nei 300 metri in 40”19.

Infine doppio record sociale juniores per Alessandro Caccini nel lancio del disco con 35,10 e nel lancio del giavellotto con 47,67.

© 2019, Redazione. All rights reserved.




21 Maggio 2019 alle 10:12 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata