Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 13:32 di Mer 8 Lug 2020

San Ginesio: delegazioni da tutto il mondo per il Festival dei “Borghi più Belli d’Italia”

di | in: Cronaca e Attualità

Giappone, Russia, Francia e Belgio per il protocollo d’intesa. Domenica il convegno della CCIAA


SAN GINESIO, 2010-09-04 – Giappone, Russia, Francia e Belgio: per la prima volta delegazioni straniere hanno partecipato all’Assemblea nazionale dei Borghi più Belli d’Italia che ogni anno si tiene in occasione del Festival. A fianco dei centotrenta sindaci italiani, nell’auditorium Sant’Agostino di San Ginesio, ieri mattina (sabato) erano schierati i vari gruppi internazionali: ventisei i giapponesi, venticinque i russi, sedici greci e quindici fra belgi e francesi.

Nel documento sottoscritto per l’occasione i rappresentanti delle Associazioni nazionali hanno ribadito la propria “volontà di valorizzare la rete mondiale e la promozione reciproca”.

La rete internazionale ha dichiarato in assemblea l’obbiettivo di arrivare in due anni a mille Borghi e dieci paesi partecipanti. Da parte delle delegazioni europee è stato sottoscritto anche l’impegno di perseguire il riconoscimento ufficiale dalla Comunità Europea come gruppo di rappresentanza nel mondo delle eccellenze continentali.


            L’assemblea è stato anche un momento di confronto fra i diversi statuti. La curiosità emersa è la diversità culturale che il termine Borgo assume nelle varie culture, a seconda della superficie della nazione. Mentre in Italia possono accedere al club i Comuni fino a 15mila abitanti, in Giappone sono ammessi solo quelli fino a 10mila, Francia e Belgio scendono addirittura a 3mila: cento volte in meno della vastissima Russia dove “Piccoli Borghi” sono intese le città fino a 300mila abitanti.

            Terminata l’assemblea è arrivato il momento degli spettacoli. Fra le tradizioni mostrate in piazza, oltre ai vari intermezzi folklorici a cura delle associazioni folcloristiche e di rievocazioni marchigiane, alle ore 16 c’è stata l’applaudita esibizione del Giappone con uno spettacolo teatrale nel quale anche i quindici sindaci della delegazione si sono prestati a recitare con le maschere tipiche e il serpente danzante. (Gli spettacoli proseguono fino all’esibizione di Musicultura alle ore 21.30).

            Oggi (domenica) la giornata conclusiva del Festival inizia “in salita”. Per gli amanti del podismo, alle 10.30 parte la gara competitiva organizzata da “I Cavalieri del Millennio per la pace”, da Porta Brunforte di Sarnano a Porta Ascarana di San Ginesio, dodici km tra le colline dell’entroterra.

            Alle ore 11, in collaborazione con la Camera di Commercio di Macerata, al teatro Leopardi si tiene un convegno sul tema “La polenta dei marchigiani a tavola”, affrontato da Mario Scagnetti, sindaco di San Ginesio, Giuliano Bianchi, presidente della CCIAA di Macerata, Fabio Pierantoni, fiduciario della Condotta Slow Food di Corridonia, Alfiero Verdini, presidente dell’Accademia Misena di Roccacontrada e Don Giuseppe Branchesi, presidente dei Polentai d’Italia. Il polentone, tipico di San Ginesio, è il piatto che ha rappresentato il pasto di intere popolazioni contadine povere e che dopo l’incontro viene proposto, offerto dall’Accademia Misena di Roccacontrada.

            Nella mattina c’è anche spazio per l’emissione di uno speciale annullo postale, con il logo del Festival realizzato dall’artista Nazareno Panichelli, e per la premiazione della gara competitiva da Sarnano a San Ginesio.

            Il centro storico offre sempre la possibilità di apprezzare i tanti stand dei Comuni partecipanti, con numerosi eventi artistici, musicali e culturali che si susseguono dalle 10 alle 19, orario che sancisce la chiusura della manifestazione con il “Passaggio della Bandiera” alla presenza dei Sindaci di San Ginesio e Sarnano e dei primi cittadini dei Comuni di Vernasca e Castel’Arquato (PC) che ospiteranno la sesta edizione del Festival dei Borghi più belli d’Italia.

            Tutti gli eventi sono visibili sul sito www.festivaldeiborghi.it. All’iniziativa collaborano la Regione Marche, l’Assemblea Legislativa delle Marche, la Provincia di Macerata, l’ANCI Marche, la Fondazione Carima, Banca Marche, la Camera di Commercio di Macerata, la Comunità Montana dei Monti Azzurri, il Parco Nazionale dei Monti Sibillini, il Sistema Turistico Locale Monti Sibillini e i due Comuni che ospitano la manifestazione. Per informazioni, telefonare al numero 0733/652056.

© 2010, Press Too srl . Riproduzione riservata




5 settembre 2010 alle 19:54 | Scrivi all'autore | stampa stampa | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata