Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 23:15 di Gio 9 Lug 2020

PallaMano: Ascoli – Monteprandone 33 a 36

di | in: Il Mascalzone Sportivo

Imbarazzante sconfitta nel derby P iceno.

Doveva essere la partita dello slancio verso la zona alta della classifica, aiutati da un ritrovato importante giocatore Caponi, ma l’assenza all’ultimo momento dei due titolari Salvi e Di Gialluca F.(sostituito degnamente dal sedicenne portiere Mucci A.), ha pesato sul risultato della partita contro il Monteprandone.
Inizio sottotono per l’Ascoli, affannato con un ritmo lento e prevedibile per gli avversari che effettuano numerose intercettazioni bloccando gli schemi ascolani, allungando già dai primi minuti (5-11 al 21° del primo tempo).  Termina il primo tempo con un 8-15 grazie ad un meraviglioso tiro franco del giovane Mucci A. (grande protagonista in questa partita autore di 5 goal insieme all’ala destra Angelini con 4 realizzazioni).  Le parole del mister Russo nello spogliatoio sembrano aver fatto effetto sui giocatori (14-17 al 5° del secondo tempo), ma è solo un fuoco di paglia. Il coach ascolano le tenta tutte, prova una difesa aggressiva prendendo a uomo due giocatori del Monteprandone, la cosa sembra funzionare e i padroni di casa riacquistano lucidità in attacco; ma la difesa fa acqua da tutte le parti, e spesso fa risultare vani i disperati tentativi offensivi di riequilibrare il risultato. Il Monteprandone sembra accusare la fatica degli ultimi minuti di gioco, l’Ascoli non molla e tenta il recupero, ma i veterani giocatori di mister Romandini sanno benissimo come gestire una situazione di vantaggio, temporeggiando e spezzando il frenetico recupero ascolano. Finisce 33-36 al palas Monterocco con i tifosi che lasciano il palazzetto delusi e amareggiati, sperando forse di vedere un gioco migliore da parte dei suoi giovani, con una difesa più compatta e meno errori in fase di realizzazione (4 rigori sbagliati), il tutto completato da una non impeccabile interpretazione di gioco da parte degli arbitri a differenza delle gare finora disputate.


ASCOLI: Mucci Al. 5, Morale 2, Gannalei 2, Russo, Bolla 9, Di Gianluca 5, Gaspari, Angelini 4, Pannelli 4, Ferretti M., Gappotti 1, Ferretti L. 1, Mucci An., Gramia. All.: Mazzocchi.
MONTEPRANDONE: Consorti 1, Salpietro 10, Gabrielli, Poletti D. 2, Di Sabatino 8, Salladini, Paolucci 7, De Cugni, La Brecciosa, Sciamanna 6, Nepa 2, Fanesi, D’Angelo, Giobbi. All.: Romandini.
Arbitri: Tanasescu e Zappaterreno.
NOTE: parziale primo tempo 9-15.
ASCOLI – Dopo tre sconfitte filate, e a sei mesi e più dall’ultima gioia (a Cingoli, 31-29 datato 17 aprile). L’Hc rompe il ghiaccio. Prima vittoria stagionale, ad Ascoli. Celesti sempre ultimi nella graduatoria del girone D, ma stavolta a braccetto proprio dei cugini e della Luciana Mosconi Ancona. Gara condotta dall’inizio alla fine, senza pause, con grande intensità. “È la risposta che avevo chiesto ai ragazzi – commenta coach Pierpaolo Romandini alla fine – Ci voleva una reazione forte dopo un inizio di campionato tribolatissimo. Sono contento. Adesso, però, guai a ricadere nei soliti errori”.
Spartito identico per 60 minuti ad Ascoli, con l’Handball che ha benificiato dei recuperi di Sciamanna (all’esordio stagionale) e Consorti. Celesti autoritari, stavolta sì, nella gestione della contesa: subito avanti (3-1 al 6’45”) e poi abili ad addormentare il gioco quando la squadra di Mazzocchi si illude di recuperare. Il massimo vantaggio al 23’50” (11-6), gap mantenuto fino al riposo.
Nella ripresa Monteprandone riesce a mantenere la concentrazione, lasciando qualcosa ai padroni di casa solo nel finale. Sabato la sosta, si torna in campo il 6 novembre: al Colle Gioioso arriva Cingoli.

© 2010, Press Too srl . Riproduzione riservata




25 ottobre 2010 alle 14:20 | Scrivi all'autore | stampa stampa | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata