Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 04:18 di Lun 9 Dic 2019

Prosegue bene la Dakar 2011 per Alessandro Perico ed i suoi compagni

di | in: Il Mascalzone Sportivo

il GINAF di Bellina-Perico-Minelli durante la tappa di ieri, 09 gennaio – foto Maindru, free press

ALESSANDRO PERICO ALLA “DAKAR 2011” – LEG 7: UN’ALTRA TAPPA IN CRESCENDO

Nuova prova di forza e di carattere, ieri, per Alessandro Perico ed i suoi compagni di avventura, dopo aver ripristinato al meglio il loro mezzo durante la sosta del giorno prima.  Quattordicesimi in prova e diciannovesimi  nella generale per i camion.
Oggi, da Antofagasta a Copiapo, sono previsti 508 chilometri di gara e oltre 200 di trasferimento.
  
Prosegue a dire bene, la DAKAR 2011, per Alessandro Perico ed i suoi compagni di viaggio Claudio Bellina (l’altro pilota) e Giulio Minelli, il navigatore. Anche la durissima giornata di ieri, 611 chilometri di distanza competitiva, è stato operato un nuovo passo avanti nella classifica generale  nella “truks”: il Camion ufficiale GINAF “griffato” ItalTrans condotto dall’equipaggio bergmasco,  ha infatti concluso la tappa in 14. posizione chiudendo quindi 19. nel ranking provvisorio.


 
Si tratta di una nuova dimostrazione di capacità e di forte organizzazione: durante la giornata di riposo, infatti, è stato sistemato il mezzo e ciò ha permesso di sfruttarlo completamente durante il duro impegno agonistico. Una tappa corsa senza problemi, con la massima concentrazione ha quindi permesso di arrivare presto al bivacco della sera, quindi di poter proseguire a revisionare il mezzo e riposarsi per la tappa odierna che è molto lunga e dura.
 
E’ telegrafico Alessandro Perico, ma dalla sua voce traspare tranquillità e soddisfazione: “Molto bene, stiamo progredendo in classifica e questo ci rende consapevoli del nostro potenziale. Ieri il mezzo ci ha assecondati al meglio, noi tre siamo concentratissimi. Davvero molto, molto bene!”.
 
La tappa odierna, che l’equipaggio Bellina-Perico-Minelli disputerà è annunciata come particolarmente ostica: presenta ben  tre diverse fasi con “pericoli” di varie difficoltà. La massima attenzione sarà nella  navigazione all’inizio della prova speciale. Negli immensi spazi aperti del Cile, i concorrenti dovranno “saltare” da valle a valle, i punti di riferimento saranno rari e sarà facile confondersi. A fine tappa vi saranno difficili ed interminabili zone di sabbia e lì sarà necessario avere capacità di ragionamento e sangue freddo, per affrontare la strada e le sue insidie con la luce del giorno piuttosto che con i fari accesi. Saranno ben 508, i chilometri di “speciale”, 208 quelli di trasferimento.

La “Dakar 2011” si svolge tra Argentina e Cile e durerà sino al 16 gennaio. I concorrenti dovranno affrontare in totale 9618 chilometri, suddivisi in 5020 di distanza competitiva ed in 4598 di trasferimento.

© 2011, Press Too srl . Riproduzione riservata




10 gennaio 2011 alle 23:51 | Scrivi all'autore | stampa stampa | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata