Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 10:05 di Dom 22 Ott 2017

Articoli di in Vetrina

The National “Sleep Well Beast”

di

Sleep Well Beast mostra i National al loro meglio: l’intrecciarsi delle chitarre, della sezione ritmica al solito solidissima e di innesti elettronici sempre più presenti rendono il disco dolente, amaro, ma allo stesso tempo suadente, pulsante di energia liberatoria.



Bedouine “Bedouine”

di

“Bedouine” (Spacebomb Records, 2017)

La musica di Bedouine è fatta di elementi semplici: una chitarra, una melodia delicata e una voce malinconica. Tutto richiama gli anni Settanta, a partire dalla copertina che gioca dichiaratamente col vintage. I riferimenti più prossimi sono, non a caso, Joni Mitchell, Vashti Bunyan



“Rosewood Almanac”, il disco della maturità artistica: intervista a Will Stratton

di

Cantautore americano innamorato delle atmosfere delicate del folk britannico degli anni Settanta, amico di Sufjan Stevens, Will Stratton a soli trent’anni è già arrivato alla maturità artistica con il sesto album, l’intenso ed elegante “Rosewood Almanac”. Tra raffinato fingerpicking e versi di struggente poesia, Stratton ha le carte in regola per diventare un classico del […]



Kent Haruf “Le nostre anime di notte”

di

“Le nostre anime di notte” (NN Editore – pagine 200; euro 17,00. Traduzione di Fabio Cremonesi)

E’ in libreria il commovente testamento letterario di Kent Haruf, storia di due anziani che decidono di condividere le rispettive solitudini nell’immaginaria cittadina di Holt, che presto sarà un film con Robert Redford e Jane Fonda.   “Le nostre anime di notte” è il libro terminato da Kent Haruf appena prima di morire e permette, […]



Valeria Sgarella “Andy Wood. L’inventore del grunge”

di

“Andy Wood. L’inventore del grunge” (Editore: Area 51 – Pag. 240 Euro 16,90)

Andrew Wood è stata la prima rockstar del grunge, la cui parabola è precipitata prima ancora dell’uscita dell’album di debutto dei suoi Mother Love Bone



Best of 2016: gli album più belli dell’anno

di

In un 2016 che ci ha portato via David Bowie, Glenn Frey, Keith Emerson, Greg Lake, Prince, Leonard Cohen, Gianmaria Testa e tanti altri, abbiamo scelto di non inserire nella playlist di fine anno due dischi meravigliosi come Blackstar di David Bowie e You Want It Darker di Leonard Cohen per non prolungare quell’effetto nostalgia […]



“Scrivere un romanzo ti mangia la vita”: intervista a Fabrizio Patriarca

di

Intervista all’autore di “Tokyo Transit”, appena pubblicato da 66th and 2nd.



Raccontare Glenn Gould. “Una vita fuori tempo”, la graphic novel di Sandrine Revel

di

Glenn Gould. Una vita fuori tempo (Bao Publishing, 2016)

Si può raccontare Glenn Gould attraverso tavole in cui le immagini pesano molto più delle parole: è la sfida giocata e vinta dalla Revel che sceglie di non spiegare tutto ma piuttosto di distendere il colore su sensazioni e sogni, sulla vertigine della malattia e soprattutto sui voli pindarici della musica.



“Hotel del Nordamerica”: intervista a Rick Moody

di

Rick Moody è tornato con un romanzo spiazzante, il cui protagonista è la caricatura perfetta dell’uomo senza qualità contemporaneo



Nick Cave “The Sick Bag Song”

di

“The Sick Bag Song” (Bompiani, 2016 – euro 17,00; pag. 180)

Il nuovo libro dell’ultimo grande poeta del rock



image_pdfimage_print
Pagina 1 di 41234
Ricerca personalizzata