Euro-Progettazione: aggiornare le competenze con i corsi Smarteam

TANTI I FONDI UE DISPONIBILI, MA CALA IL NUMERO DI PROGETTI FINANZIATI. URGENTE LA CRESCITA DI COMPETENZE

San Benedetto del Tronto – Con i corsi Smarteam puoi formare ed aggiornare le competenze in materia di euro-progettazione sia tue che della tua azienda o studio professionale.

Partecipa gratuitamente attivando i voucher formativi FSE della Regione Marche.

L’urgenza di accrescere le competenze per intercettare i finanziamenti messi a disposizione dall’Unione Europea è reso evidente anche dai risultati dei progetti ammessi nell’ultima call Horizon 2020 (Sme Instrument) – Fase 2 per l’innovazione delle Pmi: delle 71 aziende premiate solo due imprese sono italiane: una di Milano e l’altra di Bologna.

Prima del varo delle nuove regole l’Italia era al secondo posto per numero di aziende premiate (113) e al terzo posto (109 milioni) per controvalore di risorse a fondo perduto intercettate. In media l’Italia valeva il 12,5% del totale in termini numerici, il 9,2% in controvalore.

Nel 2018 queste percentuali si sono abbattute drasticamente, passando rispettivamente al 7,4% (20 imprese su 269) e al 5,3% (24 milioni su 450 erogati), con l’ultima call di ottobre a realizzare i risultati peggiori. Non un caso isolato, tuttavia, perché delle quattro call finanziate lo scorso anno solo in un caso (10 “vittorie” su 68) il tasso di successo italiano è stato in linea con i risultati precedenti mentre negli altri tre bandi i dati sono stati deludenti. Se limitiamo l’analisi allo scorso anno l’Italia è relegata alla decima posizione, alle spalle non solo della “solita” Spagna, regina incontrastata in questi bandi, ma anche dell’intero blocco nordico (Svezia, Finlandia, Norvegia, Danimarca) oltre che di Germania, Francia, Olanda e persino Israele, tra i beneficiari maggiori del cambio delle regole.

Le nuove regole di Horizon 2020 – Fase 2, con contributi per le Pmi a fondo perduto fino a 2,5 milioni di euro, prevedono non solo un elaborato scritto del progetto, ma anche  il superamento di un colloquio diretto con la commissione giudicante,  un peso maggiore rispetto al passato dell’impatto e delle novità di innovazione, con un focus più spinto sulla valutazione del business plan, esaminati attraverso un dialogo in inglese da parte di un team che include non solo imprenditori ma anche gestori di fondi di venture capital e business angels.

Ma anche dove le regole di base non cambiano (Fase 1, 50mila euro a progetto) l’Italia non riesce a tenere le posizioni, passando dal 15,6% al 10,1% in termini di successi numerici.

Correre ai ripari è urgente: nel 2019 il programma Horizon metterà a disposizione 555 milioni (482 nella Fase 2), nel 2020 il budget salirà oltre i 600 milionie sono inoltre disponibili per l’Italia, nei settenni 2014-2020 e 2021-2027, per tutti i settori economicioltre 200 miliardi di euro dei fondi comunitari.

 

Un’importante occasione si presenta per la formazione e il lavoro, per chi ha un lavoro e per chi lo cerca, e per l’avvio e lo sviluppo di attività imprenditoriali competitive nel nostro Paese.

In tema di formazione in euro-progettazione, con l’obiettivo di colmare le lacune esistenti su contenuti e tecniche teoriche di progettazione e coinvolgere attivamente nello sviluppo di business plan e nella simulazione di una call di finanziamento specifica, Smarteam propone due corsi formativi (gratuiti con voucher formativi FSE):

1) Corso di specializzazione “Tecnico Politiche/Problematiche Comunitarie (Master Europrogettazione)” (codice Siform n. 1007245) della durata di 400 ore (comprensive di lezioni frontali, esercitazioni, studio, ideazione e simulazione su una specifica call attuale, stage ed esame finale) che prevede il rilascio di un Attestato di Specializzazione riconosciuto legalmente a livello europeo ai sensi della Legge 845/78.

2) Corso di aggiornamento “Problematiche Comunitarie (Mini-Master Europrogettazione)” (codice Siform n. 1007276)  della durata di 60 ore (lezioni frontali ed esercitazioni) con rilascio di Attestato di Frequenza.

Per maggiori informazioni su contenuti e docenti dei corsi inseriti nel catalogo FORMICA visita il sito: https://www.smarteam.net/catalogo-corsi/

Informazioni utili per accedere al voucher formativo della Regione Marche

È fondamentale, per accedere al voucher formativo che consente l’accesso gratuito ai corsi, passare per il Centro per l’Impiego territorialmente competente per sottoscrivere il Piano formativo.

La domanda può essere presentata in qualsiasi momento ma la valutazione delle domande per il voucher è effettuata in ordine cronologico di arrivo, fino ad esaurimento delle risorse. Per non perdere tale opportunità è pertanto necessario presentare domanda in tempi rapidi prima che i fondi disponibili si esauriscano.

Info e contatti Smarteam

Gli interessati possono essere supportati e guidati nella predisposizione dei documenti per la richiesta di voucher formativo alla Regione Marche e della domanda d’iscrizione sul sistema informativo SIFORM 2, contattando lo staff di Smarteam al telefono 351 8920860, o inviando una mail a: formazione@smarteam.net.

Previo appuntamento, Smarteam è disponibile a ricevere presso il proprio ufficio in Via Calatafimi 44 – San Benedetto del Tronto (Zona Centro – Vicino Stazione Ferroviaria).




Oltre 2 miliardi per le Start-up con la Legge di Bilancio. Nuovi corsi di formazione per cogliere le opportunità

San Benedetto del Tronto – La legge 30 dicembre 2018 n. 145 (Legge di bilancio 2019) approvata dal Parlamento a fine anno porta molte novità ed ingenti risorse per le start-up.  Certamente la misura più rilevante riguarda la normativa che convoglia direttamente e/o indirettamente parte degli investimenti pubblici e privati verso i “Fondi per il Venture Capital” (FVC), ossia gli organismi di investimento collettivo del risparmio chiusi e le società di investimento a capitale fisso, che investono almeno l’85% del valore degli attivi in piccole e medie imprese (PMI) non quotate, nella fase di sperimentazione (seed financing), di costituzione (start-up financing), di avvio dell’attività (early-stage financing) o di sviluppo del prodotto (expansion o scale up financing) e il residuo in PMI.

Il Governo prevede infatti di movimentare oltre 2 miliardi di euro in favore delle start-up innovative attraverso l’attuazione delle seguenti misure di carattere fiscale e finanziario:

  • detrazione d’imposta Irpef-Ires del 40% (in luogo di quella del 30% vigente fino al 2018) per gli investimenti all’interno di Start-up innovative;
  • credito d’imposta del 50% ai fini Ires in caso di acquisizione dell’intero capitale sociale di startup innovative (fase di exit) da parte di medio-grandi imprese;
  • nell’ambito dei progetti di ricerca e sviluppo i servizi resi da Startup e Pmi innovative potranno godere di un credito d’imposta del 50% in luogo di quello ordinario del 25%;
  • viene istituito presso il Ministero di un Fondo di sostegno al Venture Capital con una dotazione di 110 milioni di euro per gli anni 2019-25;
  • lo Stato, tramite il Ministero dello sviluppo economico, potrà sottoscrivere quote o azioni di uno o più Fondi per il Venture Capital o di uno o più fondi che investono in Fondi per il Venture Capital;
  • le entrate dello Stato per dividendi delle società partecipate dovranno essere utilizzate per almeno il 15% del loro ammontare per investimenti in Fondi per il Venture Capital;
  • Piani Individuali di Risparmio (PIR) dovranno destinare almeno il 5% del loro patrimonio in quote o azioni di Fondi per il Venture Capital;
  • viene giuridicamente riconosciuta per la prima volta la figura dei “Business Angel” investitori a supporto dell’innovazione che investono in maniera diretta o indiretta una somma pari ad almeno euro 40.000 nel triennio.

Dunque sono sempre più necessarie competenze specialistiche a supporto dello start-up di imprese e per il loro consolidamento e per questo motivo Smarteam propone, nell’ambito del catalogo FORMICA della Regione Marche, due corsi di formazione:

1) CONSULENTE TERZIARIO AVANZATO (CREAZIONE E CONSOLIDAMENTO STARTUP D’IMPRESA), (Codice Siform: 1007246) è della durata di 400 ore (comprensive di lezioni frontali, esercitazioni, tirocinio ed esami finali) e prevede il rilascio di un Attestato di Specializzazione.

Info sul sito di smarteam: http://www.smarteam.net/consulente-terziario-avanzato-creazione-e-consolidamento-startup-dimpresa/

2) TECNICHE DI ORGANIZZAZIONE AZIENDALE – MINI MASTER CREAZIONE E CONSOLIDAMENTO STARTUP D’IMPRESA (Codice Siform: 1007303) è della durata di 60 ore (lezioni frontali con all’interno laboratori, role play e case studies), con rilascio di Attestato di Frequenza.

Info sul sito di smarteam: https://www.smarteam.net/tecniche-di-organizzazione-aziendale-mini-master-creazione-e-consolidamento-startup-dimpresa/

I due percorsi formativi, con un numero differente di ore previste, intendono formare figure professionali in grado di avviare e gestire startup e progetti d’impresa innovativi. Le tematiche specifiche riguardano gli aspetti giuridici e fiscali della costituzione aziendale; la normativa delle startup innovative, le agevolazioni UE, nazionali e regionali per le start-up;  le strategie di Business e Business Plan; le analisi degli strumenti di finanziamento pubblici e privati (fondi europei, nazionali e regionali, Business Angel, Venture Capital, ecc.); i modelli organizzativi e di gestione delle risorse umane, ecc.

 

Informazioni utili

I corsi sono gratuiti e autorizzati all’interno del Catalogo dell’offerta formativa a domanda individuale (FORM.I.CA.) della Regione Marche.  Pertanto il candidato in possesso dei requisiti previsti potrà usufruire di un Voucher a copertura totale della quota di iscrizione ai corsi.Per iscriversi e partecipare gratuitamente a tali attività formative è necessario che i soggetti interessati presentino apposita domanda di contributo alla Regione Marche tramite la piattaforma Siform2 al seguente link: https://siform2.regione.marche.it/siform2-web/public/catalogo/catalogoSearch.htm

Le modalità di presentazione sono diverse a seconda della propria condizione occupazionale:

  1. inoccupati o disoccupati: domanda in forma individuale;
  2. lavoratori autonomi (commercianti, artigiani, etc. con Partita Iva e/o iscrizione alla Cciaa): domanda unica per il titolare e/o propri dipendenti;
  3. liberi professionisti: domanda unica per il titolare dello studio e/o propri dipendenti;
  4. imprese: domanda unica per i propri dipendenti.

È fondamentale, per accedere al punteggio minimo previsto, passare per il Centro per l’Impiego territorialmente competente per sottoscrivere il Piano formativo.

La domanda può essere presentata in qualsiasi momento ma la valutazione delle domande per il voucher è effettuata in ordine cronologico di arrivo fino ad esaurimento delle risorse. Per non perdere tale opportunità è pertanto necessario presentare domanda in tempi rapidi prima che i fondi disponibili si esauriscano.

 

Contatti

Gli interessati possono essere supportati e guidati nella predisposizione dei documenti per la richiesta di voucher e della domanda d’iscrizione sul sistema informativo SIFORM 2, contattando lo staff di Smarteam al telefono 351 8920860, o inviando una mail a:  formazione@smarteam.net

 

Previo appuntamento, Smarteam è disponibile a ricevere presso il proprio ufficio in Via Calatafimi 44 – San Benedetto del Tronto (Zona Centro – Vicino Stazione Ferroviaria).




Corsi gratuiti di formazione nel settore turismo e cultura coi voucher Fse della Regione Marche

San Benedetto del Tronto – Approfitta dei Voucher formativi messi a disposizione dalla Regione Marche per formare ed aggiornare gratuitamente le tue competenze in materia di cultura e turismo.

Proprio nel momento in cui in Italia il Ministero dei Beni Culturali perde le sue funzioni in materia turistica, poiché passano al Ministero delle Politiche Agricole (Mipaaf), a livello europeo l’Agenzia Esecutiva per le piccole e medie imprese (EASME) della Commissione Europea lancia una call per costruire sinergie tra il settore turistico e quello delle industrie culturali e creative (ICC).

L’importanza di capitalizzare il patrimonio e la ricchezza del settore culturale e turistico, ormai ampiamente riconosciuto come uno dei settori più vivaci ed altamente innovativi dell’economia italiana ed europea, è alla base di questi percorsi formativi che hanno lo scopo di formare una specifica figura professionale con conoscenze teoriche e operative fondamentali per l’impiego nei settori del turismo e delle attività culturali, promozionali, organizzative ed imprenditoriali connesse.

Per questo motivo Smarteam propone, nell’ambito del catalogo FORMICA della Regione Marche, due corsi di formazione sull’argomento:

– Master management culturale e turistico – Operatore dei servizi turistici e culturali

– Minimaster cultura e turismo – Manager turistico

Obiettivi formativi

  • Il Master dovrà formare figure altamente specializzate nell’ideazione, nella progettazione e nell’erogazione di servizi culturali, dotate di solide competenze culturali, artistiche, manageriali, giuridiche, utili per operare nell’ambito del management culturale. Le persone formate dovranno inoltre essere in grado di affrontare i diversi aspetti di natura economica, finanziaria, contabile, organizzativa, giuridica e di marketing che incontrano durante l’erogazione di un servizio socioculturale.

Il percorso formativo è di Qualifica di II Livello e si rivolge ad aspiranti e/o consolidati startupper, manager e professionisti di tutte le attività economiche che hanno come punto di partenza la cultura (il cinema, il teatro, la musica, la moda, la pubblicità, il design, l’editoria, ecc.)

Per maggiori informazioni sul corso visita il seguente link sul sito di smarteam: https://smarteam.net/operatore-dei-servizi-turistici-e-culturali-master-management-culturale-e-turistico/

  • Il Mini Master ha l’obiettivo di far conseguire competenze tecniche e artistico-culturali, far sviluppare capacità e know-how utili a progettare, gestire e promuovere la filiera turistico-culturale e creativa in modo innovativo.

Per maggiori informazioni sul corso visita il seguente link sul sito di smarteam: https://smarteam.net/manager-turistico-minimaster-in-cultura-e-turismo/

Durata dei corsi

I due percorsi formativi hanno una diversa durata.

1) Operatore dei servizi turistici e culturali – Master Management Culturale e Turistico (Codice Siform: 1007233) è della durata di 497 ore (comprensive di lezioni frontali, esercitazioni, tirocinio ed esami finali) e prevede il rilascio di un Attestato di Specializzazione.

2) Manager turistico – Minimaster in Cultura e Turismo (Codice Siform: 1007231) è della durata di 42 ore (lezioni frontali con all’interno laboratori, role play e case studies), con rilascio di Attestato di Frequenza.

Informazioni utili

Per iscriversi e partecipare gratuitamente a tali attività formative è necessario che i soggetti interessati presentino apposita domanda di contributo alla Regione Marche tramite la piattaforma Siform2 al seguente link:

https://siform2.regione.marche.it/siform2-web/public/catalogo/catalogoSearch.htm

Le modalità di presentazione sono diverse a seconda della propria condizione occupazionale:

  1. inoccupati o disoccupati: domanda in forma individuale;
  2. lavoratori autonomi (commercianti, artigiani, etc. con Partita Iva e/o iscrizione alla Cciaa): domanda unica per il titolare e/o propri dipendenti;
  3. liberi professionisti: domanda unica per il titolare dello studio e/o propri dipendenti;
  4. imprese: domanda unica per i propri dipendenti.

È fondamentale, per accedere al punteggio minimo previsto, passare per il Centro per l’Impiego territorialmente competente per sottoscrivere il Piano formativo.

La domanda può essere presentata in qualsiasi momento ma la valutazione delle domande per il voucher è effettuata in ordine cronologico di arrivo fino ad esaurimento delle risorse. Per non perdere tale opportunità è pertanto necessario presentare domanda in tempi rapidi prima che i fondi disponibili si esauriscano.

Gli interessati possono essere supportati e guidati nella predisposizione dei documenti per la richiesta di voucher e della domanda d’iscrizione sul sistema informativo SIFORM 2, contattando lo staff di Smarteam al telefono 351 8920860, o inviando una mail a:  formazione@smarteam.net

 

Previo appuntamento, Smarteam è disponibile a ricevere presso il proprio ufficio in Via Calatafimi 44 – San Benedetto del Tronto (Zona Centro – Vicino Stazione Ferroviaria).




Corsi gratuiti di formazione ed aggiornamento in Euro-progettazione coi voucher Fse della Regione Marche

Approfitta dei Voucher formativi messi a disposizione dalla Regione Marche per formare ed aggiornare gratuitamente le tue competenze in materia di euro-progettazione.

Gli oltre 200 miliardi di euro dei fondi comunitari disponibili per l’Italia, nei settenni 2014-2020 e 2021-2027 per tutti i settori economici, sono una grande opportunità per avviare e sviluppare attività imprenditoriali competitive nel nostro Paese, ma anche un’importante occasione di formazione e lavoro per chi ha un lavoro e per chi lo cerca.

Per questo motivo Smarteam propone, nell’ambito del catalogo FORMICA della Regione Marche, due corsi di formazione sull’argomento:

–          Master in “Tecnico Politiche e Problematiche Comunitarie (Europrogettazione)”

–          Mini Master in “Problematiche Comunitarie (Europrogettazione) –

Obiettivi

L’attività formativa sarà dedicata alla conoscenza dei finanziamenti europei e alle relative modalità di utilizzo attraverso la preparazione, realizzazione e rendicontazione di progetti comunitari specifici.

I corsi sono indirizzati sia a chi si avvicina per la prima volta a queste tematiche e vuole conoscere gli elementi fondamentali della progettazione per accedere ai fondi europei, sia a chi  già si occupa di progetti comunitari e vuole crescere sviluppando competenze innovative e desidera strutturare e consolidare maggiormente le proprie conoscenze sulle opportunità finanziarie offerte dalla Commissione europea.

Alle aziende interessano giovani e adulti che abbiano una professionalità specifica: conoscenza dei bandi europei, criteri e modalità di progettazione e internazionalizzazione per rispondere alle sfide del mercato globale.

Tipologia e durata dei corsi

L’offerta formativa Smarteam inserita all’interno del catalogo regionale FORMICA offre due tipologie di corsi:

1) Corso di specializzazione “Tecnico Politiche/Problematiche Comunitarie (Master Europrogettazione)” (codice Siform n. 1007245) è della durata di 400 ore (comprensive di lezioni frontali, esercitazioni, studio, ideazione e simulazione su una specifica call attuale, stage ed esame finale) e prevede il rilascio di un Attestato di Specializzazione riconosciuto legalmente a livello europeo ai sensi della Legge 845/78.

2) Corso di aggiornamento “Problematiche Comunitarie (Mini-Master Europrogettazione)” (codice Siform n. 1007276)  è della durata di 60 ore (lezioni frontali ed esercitazioni) con rilascio di Attestato di Frequenza.

Per maggiori informazioni su contenuti e docenti dei nostri corsi inseriti nel catalogo FORMICA visita il nostro sito: https://www.smarteam.net/catalogo-corsi/.

Informazioni utili

Per iscriversi e partecipare gratuitamente a tali attività formative è necessario che i soggetti interessati presentino apposita domanda di contributo alla Regione Marche tramite la piattaforma Siform2 al seguente link: https://siform2.regione.marche.it/siform2-web/public/catalogo/catalogoSearch.htm.

Le modalità di presentazione sono diverse a seconda della propria condizione occupazionale:

  1. inoccupati o disoccupati: domanda in forma individuale;
  2. lavoratori autonomi (commercianti, artigiani, etc. con Partita Iva e/o iscrizione alla Cciaa): domanda unica per il titolare e/o propri dipendenti;
  3. liberi professionisti: domanda unica per il titolare dello studio e/o propri dipendenti;
  4. società: domanda unica per i propri dipendenti.

E’ fondamentale per disoccupati e professionisti con partita Iva inattiva, per accedere al punteggio minimo previsto, passare al Centro per l’Impiego per sottoscrivere il Piano formativo.

La domanda può essere presentata in qualsiasi momento ma la valutazione delle domande per il voucher è effettuata in ordine cronologico di arrivo fino ad esaurimento delle risorse. Per non perdere tale opportunità è pertanto necessario presentare domanda in tempi rapidi prima che i fondi disponibili si esauriscano.

Gli interessati possono essere supportati e guidati nella predisposizione dei documenti per la richiesta di voucher e della domanda d’iscrizione sul sistema informativo SIFORM 2, contattando il lo staff Smarteam al via telefono 351 8920860, o inviando una mail a:  formazione@smarteam.net

 

Previo appuntamento Smarteam è altresì disponibile presso il proprio ufficio di Via Calatafimi 44 – San Benedetto del Tronto (Zona Centro – Vicino Stazione Ferroviaria).




Fondi Fse per partecipare gratuitamente a corsi di formazione ed aggiornamento

COME PARTECIPARE GRATUITAMENTE A CORSI DI FORMAZIONE

PER OCCUPATI E DISOCCUPATI  NELLA REGIONE MARCHE

 

 

San Benedetto del Tronto – È partita la corsa per l’iscrizione gratuita ai corsi formativi inseriti nel catalogo formativo FORM.I.CA. di Smarteam, per arricchire il proprio bagaglio di competenze ed aumentare le opportunità di carriera.

I corsi Smarteam sono infatti inseriti nel Catalogo FORM.I.CA. della Regione Marche e beneficiano di Voucher formativi finanziati dal Fondo Sociale Europeo offrendo agli interessati di frequentarli  in modo gratuito.

I voucher della Regione Marche per partecipare gratuitamente ai corsi di formazione possono essere richiesti direttamente dall’interessato in caso di soggetto disoccupato, imprenditore o libero professionista, o dall’impresa privata per i suoi dipendenti.

La domanda d’iscrizione può essere presentata in qualsiasi momento, ma la procedura per la valutazione delle domande è in ordine cronologico, per cui chi presenta la domanda prima degli altri ha maggiori opportunità di avere il contributo (voucher) che sarà erogato direttamente all’ente di formazione, per cui nessun costo è a carico del partecipante finanziato.

Di seguito i corsi SMARTEAM presenti ad oggi nel catalogo FORM.I.CA.:

N. TITOLO CORSO N. ORE CORSO CODICE SIFORM **
1 OPERATORE PERSONAL COMPUTER

Master in informatica e competenze digitali per l’impresa

N. 556 * Progetto 1007305
2 CONSULENTE TERZIARIO AVANZATO – MasterCreazione e consolidamento Startup d’impresa N. 400 * Progetto 1007246
3 TECNICO POLITICHE/PROBLEMATICHE COMUNITARIE

Master Euro-progettazione

N. 400 * Progetto 1007245
4 MANAGER AZIENDALE

Master Gestione Imprese Agroalimentari Eco-Innovative

N. 497 * Progetto 1007234
5 OPERATORE DEI SERVIZI TURISTICI E CULTURALI

Master Management Culturale E Turistico

N. 497 * Progetto 1007233
7 TECNICHE DI ORGANIZZAZIONE/GESTIONE/DIREZIONE AZIENDALE/COMMERCIALE

Mini  Master Gestione Imprese Agroalimentari Eco-innovative

N. 42 Progetto 1007232
8 PROBLEMATICHE COMUNITARIE

Mini Master Euro-progettazione

N. 60 Progetto 1007276
9 COMUNICAZIONE D’IMPRESA

Mini Master Comunicazione Digitale Per Imprese E Professionisti

N. 100 Progetto 1007235
10 MANAGER TURISTICO

Mini Master in Cultura E Turismo

N. 42 Progetto 1007231

* incluso stage ** Codice identificativo del corso da citare nella domanda di contributo

Al termine del percorso formativo, a seconda della tipologia, verrà rilasciato un attestato di frequenza o di specializzazione riconosciuto a livello europeo ai sensi della Legge 845/78.

 

DESTINATARI

Destinatari dei voucher sono soggetti, di età superiore ai 16 anni, residenti o occupati nel territorio della regione Marche, in particolare:

  • inoccupati e disoccupati, anche percettori di Naspi e di altre provvidenze;
  • lavoratori dipendenti presso imprese private.
  • lavoratori autonomi e liberi professionisti.

 

PROCEDURA PER LA RICHIESTA DEL VOUCHER FORMATIVO

 

Per i soggetti disoccupati e inoccupati

Possono presentare domanda coloro (disoccupati, inoccupati) che hanno fornito, in precedenza, al Centro per l’Impiego di riferimento l’immediata disponibilità al lavoro (DID).

La domanda di voucher va compilata e presentata esclusivamente attraverso il sistema informativo SIFORM 2, accessibile al seguente indirizzo internet: https://siform2.regione.marche.it , e dovrà essere corredata dal patto formativo individuale (da sottoscrivere al Centro per l’impiego).

 

Per i soggetti occupati

Per i soggetti occupati la domanda dovrà essere presentata, sempre tramite https://siform2.regione.marche.it ,sottoscritta digitalmente (firma digitale) dal datore di lavoro ed inviata allegando i seguenti documenti:

  • Curriculum vitae aggiornato dell’occupato (in formato europeo);
  • Dichiarazione del datore di lavoro (se dipendente) attestante il regime di aiuto prescelto (regime De Minimis o Reg. 651).

 

Valutazione Domande Voucher

Le richieste di voucher saranno esaminate da una commissione tecnica dei Centri per l’Impiego che terrà conto di alcuni parametri tecnici (giudizio sull’attività prevista, Isee, titolo di studio, genere, settore di inserimento) per la formulazione del punteggio di ammissione di ciascun aspirante corsista.

 

INFORMAZIONI UTILI

Per consultare l’offerta formativa Smarteam presente nel catalogo Regionale Form.i.ca. visita il sito al seguente  link: https://smarteam.net/catalogo-corsi/

Gli interessati all’iscrizione ad uno dei corsi Smarteam potranno essere supportati e guidati gratuitamente nella predisposizione dei documenti e della domanda d’iscrizione sul sistema informativo SIFORM 2. Questi i contatti ed indirizzi di Smarteam:

  • cellulare 351 8920860
  • E-mail a:  formazione@smarteam.net.
  • Ufficio (previo appuntamento) Via Calatafimi 44, San Benedetto del Tronto (Vicino Stazione Ferroviaria SBT).




Iscrizione ai corsi Smarteam – Voucher formativi

San Benedetto del Tronto – È partita la raccolta d’interesse per l’iscrizione ai corsi formativi inseriti nel catalogo formativo di Smarteam, per favorire un ulteriore arricchimento al bagaglio di competenze e una spinta alla carriera lavorativa.

I corsi Smarteam sono inseriti nel Catalogo FORM.I.CA. della Regione Marche e beneficiano di Voucher formativi (L.R. n. 16/1990, art. 10 DGR n. 992/2017 e DDPF n. 459/IFD/2017), che offrono la possibilità di frequentarli in modo gratuito. I corsi formativi possono essere individuati dall’interessato (inoccupato, occupato, lavoratore autonomo), o dall’impresa, per i suoi dipendenti, all’interno del sito della Regione Marche, al seguente link: http://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Lavoro-e-Formazione Professionale/Corsi-autorizzati-e-Catalogo-regionale-formazione-FORMICA#Presentazione.

La domanda d’iscrizione può essere presentata in qualsiasi momento, per l’intera durata di validità dell’Avviso, determinata dalla disponibilità di risorse finanziarie. Pertanto, la procedura per la valutazione delle domande è just in time (valutazione delle domande in ordine di arrivo).

Di seguito i corsi di specializzazione e di aggiornamento, presenti nel catalogo Smarteam:

  • Tecnico Politiche Comunitarie (Europrogettazione);

  • Consulente Terziario Avanzato (Creazione e Consolidamento Startup d’Impresa) Manager Aziendale;

  • Master Gestione Imprese Agroalimentari Eco-innovative Operatore dei Servizi Turistici e Culturali;

  • Master Management Culturale e Turistico Operatore Personal Computer;

  • Master in informatica e competenze digitali per l’impresa Tecniche di organizzazione/gestione/direzione aziendale/commerciale;

  • Mini Master Gestione Imprese Agroalimentari Eco-innovative;

  • Manager Turistico – Minimaster in Cultura e Turismo;

  • Comunicazione d’impresa – Minimaster comunicazione digitale per imprese e professionisti.

 

Per ogni corso è previsto un numero massimo di 15 allievi. A fine corso, a seconda della tipologia, verrà rilasciato un attestato di frequenza o di specializzazione.

 

DESTINATARI

I corsi Smarteam sono aperti a tutti, ma all’interno di ciascun corso è precisata la categoria di destinatari ed i requisiti specifici d’ingresso.

Per quanto riguarda la richiesta di Voucher formativo i destinatari sono soggetti, di età superiore ai 16 anni, residenti o occupati nel territorio della regione Marche, in particolare:

  • inoccupati e disoccupati, anche percettori di Naspi e di altre provvidenze;

  • lavoratori occupati. In questo caso l’azione formativa si svolge in orario di lavoro;

  • lavoratori autonomi e liberi professionisti.

 

PROCEDURA PER LA RICHIESTA DEL VOUCHER FORMATIVO

Per i soggetti disoccupati e inoccupati

Possono presentare domanda coloro (disoccupati, inoccupati) che hanno fornito, in precedenza, al Centro per l’Impiego di riferimento l’immediata disponibilità al lavoro (DID).

La domanda di voucher va compilata e presentata esclusivamente attraverso il sistema informativo SIFORM 2, accessibile al seguente indirizzo internet: https://siform2.regione.marche.it, e dovrà essere corredata (nel caso di richiedente disoccupato) del piano formativo individuale.

Per accedere al sistema, l’utente deve disporre di apposite credenziali di tipo “forte”, ovvero di credenziali nominative rilasciate, previo riconoscimento di persona con documento di identità e Tessera Sanitaria, dai vari Centri per l’Impiego dove si è iscritti. Sono supportate le seguenti modalità: SPID, CNS – Carta nazionale dei servizi e Pin Cohesion.

Per i soggetti occupati

Per i soggetti occupati la domanda dovrà essere sottoscritta e inviata dal datore di lavoro e sono necessari i seguenti documenti:

  • Curriculum vitae aggiornato dell’occupato (in formato europeo);

  • Dichiarazione del datore di lavoro (se dipendente) attestante il regime di aiuto prescelto. Tale dichiarazione, qualora il richiedente
    sia un lavoratore autonomo, andrà sottoscritta direttamente dall’interessato;

  • Credenziali forti di Cohesion (da richiedere al Centro per l’impiego);

  • Smart card per firma digitale da acquistare presso la Camera di Commercio, oppure presso Registri Buffetti.

 

Valutazione Domande Voucher

Le richieste di voucher saranno esaminate da una commissione tecnica dei Centri per l’Impiego (per la provincia di Ascoli, CpI di Ascoli Piceno e San Benedetto del Tronto) che terrà conto di alcuni parametri tecnici (giudizio sull’attività prevista, Isee, titolo di studio, genere, settore di inserimento) per la formulazione del punteggio di ammissione (minimo 60 punti) di ciascun aspirante corsista.

OBBLIGHI DEI CORSISTI

I destinatari del voucher, quindi i richiedenti alla partecipazione del corso di formazione, si devono impegnare, sottoscrivendo un apposita dichiarazione, a frequentare con puntualità il corso formativo. Il soggetto che vuole partecipare al corso di formazione, deve essere presente per almeno il 75% delle lezioni.

INFORMAZIONI UTILI

Per consultare l’offerta formativa Smarteam presente nel catalogo Regionale Form.i.ca. visita il sito al seguente link: https://smarteam.net/catalogo-corsi/

 

Gli interessati all’iscrizione ad uno dei corsi Smarteam potranno essere supportati e guidati nella predisposizione dei documenti e della domanda d’iscrizione sul sistema informativo SIFORM 2, contattando il nostro staff al cellulare 351 8920860, o inviando una mail a: formazione@smarteam.net.

Potrai raggiungerci, previo appuntamento, presso l’ufficio Smarteam: Via Calatafimi 44 – San Benedetto del Tronto (Zona Centro – Vicino Stazione Ferroviaria).




Scadenzario Agevolazioni Finanziarie Imprese aggiornato al 1° Dic 2018

aggiornato al 1° Dic 2018

SCADENZARIO AGEVOLAZIONI FINANZIARIE IMPRESE
(aggiornato al 1° Dicembre 2018)
Evidenziati in giallo gli interventi per aree sisma: RIEPILOGO AGEVOLAZIONI – Dicembre 2018

I nostri uffici restano a vostra disposizione.

 

Fideas Srl
Borgo Cappuccini n. 3, 63073 Offida (AP), Italy
Tel. + 39 0736 880843 – Fax + 39 0736 888235
E-mail:fideas@topnet.it – Voip Skipe: fideasinfo
Facebook: FideasSrl – website www.fideas.it

 

 

 




Infortuni sul Lavoro in aumento

GLI INFORTUNI SUL LAVORO NELLE MARCHE NEL PERIODO – GENNAIO OTTOBRE 2018

 

Ascoli Piceno 28/11/2018 – Nei primi 10 mesi del 2018 in Italia, i casi di infortunio denunciati all’INAIL sono stati 534.605, (+0,2% rispetto all’analogo periodo del 2017).

Quelli con esito mortale hanno fatto registrare un saldo molto pesante con un +9,4%: 945 morti sul lavoro (+81 casi sullo stesso periodo dell’anno precedete)

Nel solo mese di ottobre le morti segnalate sono state 68, ovvero 1 in più rispetto alle 67 dello stesso mese del 2017.

Circa la situazione della nostra Regione, sempre nel periodo in esame, gli infortuni sono stati 15.622 più 32 casi rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (+0,2%).

Gli incidenti sono stati 12.249 nell’industria e servizi, 1.118 in agricoltura e 2.255 nello stato.

13.088 sono infortuni di lavoratori italiani (-102 casi rispetto all’analogo momento dell’anno precedente); 613 di lavoratori con cittadinanza europea (+24); 1.921 di lavoratori extra europei (-110).

5.279 sono infortuni di donne e 10.343 di uomini.

Circa l’età la fasce più interessate sono: 35/39 anni (1414); 40/44 (1949); 50/54 (1939); 55/59 (1771); 60/64 (945); 65/69 (311).

Disaggregando i dati a livello provinciale abbiamo:

Ancona 5.497 (- 112 casi rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente); Ascoli Piceno 2.006 (+12); Fermo 1.213 (-2); Macerata 3.131 (+69); Pesaro Urbino 3.775 (+65).

Gli infortuni mortali, sempre nel periodo in esame, sono stati 16 (-14 ovvero – 97%); 14 casi nel settore industria e servizi e 2 in agricoltura.

13 sono cittadini italiani e 3 di quelli extra UE; 14 uomini e 2 donne.

Circa l’età la fasce più interessate sono: 35/39 anni (1); 40/44 (1); 50/54 (2); 55/59 (5); 60/64 (2).

Disaggregando i dati a livello provinciale abbiamo:

Ancona 3 (- 4 casi rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente); Ascoli Piceno 2 (-2); Fermo 1 (1); Macerata 6 (+2); Pesaro Urbino 4 (-10).

L’analisi riguarda anche l’andamento delle malattie professionali che sono state 5.093 (+647 casi); 4.255 nel settore industriale (+728); 814 in agricoltura (-77); 34 nello stato (-4).

4.476 casi di lavoratori italiani, 106 di lavoratori UE e 211 extra.

Disaggregando i dati a livello provinciale abbiamo:

Ancona 1.041(+280 casi rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente); Ascoli Piceno 759 (+162); Fermo 641 (-32); Macerata 1.300 (+55); Pesaro Urbino 1.352 (+182).

Circa la tipologia delle maggiori malattie professionali in regione abbiamo 79 casi da tumore (+31 rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente); sistema nervoso 979 (+159); orecchio 305 (+14); osteo – muscolare 3.383 (+440).

Che cosa dire:

Nel Paese c’è un drammatico crescendo, nel periodo in esame, di tanti ‘incidenti plurimi nei settori più a rischio”.

Colpisce la crescita delle morti sul lavoro dei lavoratori under 34 e gli over 65: a pagare i costi umani più pesanti sono i giovani, vittime di un sistema lavoro sempre più precario ed insicuro, e gli anziani che, dopo lunghi decenni di lavori pesanti ed usuranti, vedono ancora lontano il traguardo pensionistico, risulta evidente che con l’avanzare dell’età certi lavori non possono essere più esercitati.

I dati statistici mostrano un aumento contenuto (+0,2%), ma è un’inversione di tendenza rispetto ai mesi precedenti.

Questi sono numeri che ci impongono di rivolgere il massimo impegno alla diffusione della cultura della sicurezza e alla formazione professionale, soprattutto ai giovani e ai meno giovani ma non dovrebbe trattarsi di una formazione solo normativa, poiché occorre un nuovo metodo con analisi innovative sul rischio rispondenti ad un mondo del lavoro in perpetua modifica.

Sbigottimento e dolore esprimiamo ad ogni accadimento sia per i casi eclatanti (dal crollo del ponte Morandi a Genova:15 lavoratori morti oltre i molti civili; agli incidenti stradali in Puglia con 16 braccianti extracomunitari morti), sia per quelli che quotidianamente accadono nelle nostre aziende. Qualsiasi dato è inaccettabile per un Paese civile.

Occorre più prevenzione se vogliamo garantire la sicurezza sul lavoro, più controlli ed ispezioni che oggi sono effettuate solo nel 5% delle imprese. Per queste ragioni è necessario un ruolo attivo sia del Governo, sia delle regioni.

Anche le imprese devono investire per migliorare le condizioni di lavoro.

Nelle Marche bisogna aumentare la spesa pubblica per la prevenzione sulla sicurezza sul lavoro che rappresenta il 3,5% del bilancio della sanità.

Bisogna infine combattere l’indifferenza che spesso abbiamo di fronte a queste tragedie.

Di Guido Bianchini esperto sicurezza lavoro UIL




Internazionalizzarsi per competere

San Benedetto del Tronto – L’Italia è il 3° partner commerciale UE della Georgia e l’8* a livello mondiale. Italia e Georgia intrattengono rapporti economici di ottimo livello, il che si spiega in gran parte con l’alto grado di fiducia diffuso per il made in Italy, oltre che con il fatto che l’Italia e il suo stile di vita rappresentano da tempo un sicuro punto di riferimento per buona parte della società georgiana. Inoltre, l’Italia è da anni stabilmente al 3° posto tra i paesi dai quali provengono le rimesse in Georgia (circa il 12% del PIL). I prodotti italiani godono in generale in Georgia di ottima fama e vi è sicuramente spazio per un aumento delle esportazioni dal nostro Paese: ciò vale sia per i prodotti che costituiscono tipica espressione dell’Italian style (abbigliamento, calzature, cosmetica, prodotti alimentari, mobili, etc.) che per quelli a contenuto tecnologico (macchinari, cucine etc.). Un’eccezione è stata sin qui parzialmente rappresentata dal settore automobilistico, soprattutto a causa della preferenza generalmente accordata dai georgiani a SUV e fuoristrada. Anche questo settore potrebbe tuttavia beneficiare dall’apertura di un distributore ufficiale della Maserati a Tbilisi, operativo già dal 16 aprile del 2015. Inoltre, in aggiunta agli accordi di libero scambio che la Georgia ha concluso con Cina, Turchia e Paesi CSI e l’Accordo di Associazione con l’UE che prevede l’istituzione di un’area di libero scambio DCFTA (Deep and Comprehensive Free Trade Area), creando le condizioni per l’accesso ad un mercato potenziale di 900 milioni di consumatori. Ad ottobre 2015 in Georgia è stata aperta una nuova zona franca industriale – Hualing Kutaisi Free Industrial Zone (KFZ), situata nella città di Kutaisi ed estesa su una superficie di 36 ettari.

Business environment tra i migliori al mondo

Potenziali investitori trovano in Georgia un terreno che, stando alle varie classifiche internazionali, presenta i più alti standard nell’area in termini di rispetto della legalità, contrasto alla corruzione e adesione ai principi dell’integrazione europea, avendo fatto registrare notevoli progressi nell’ultimo decennio. La Georgia occupa la 3a posizione regionale e 16ma assoluta nel “Ranking on the ease of doing business 2016” stilato dalla Banca Mondiale e il 23° posto nella classifica dell'”economic freedom” stilata dalla “Heritage Foundation”.

Contesto politico

La Georgia è un Paese stabile, in continua crescita economica, top performer in tutte le classifiche mondiali della facilità di fare impresa, dove la corruzione è assente, con una politica fiscale che favorisce la crescita e una posizione geografica che la rende naturale corridoio fra est ed ovest. Gli accordi di libero scambio con UE, Cina, Canada e Turchia ne fanno un’ottima base di accesso ai mercati internazionali, così come a quelli regionali (Tbilisi intrattiene infatti ottimi rapporti sia con l’Armenia che con l’Azerbaijan).

Vocazione europeista

La società civile georgiana vede nell’Occidente un indiscusso punto di riferimento culturale prima ancora che politico ed economico: sempre più diffusa è la conoscenza della lingua inglese (il cui studio è ormai obbligatorio a partire dalle scuole elementari), che si va progressivamente affiancando a quella russa nel ruolo di lingua veicolare. L’offerta formativa delle scuole pubbliche georgiane include tra le materie opzionali anche lo studio del tedesco, del francese, dell’italiano, dello spagnolo e del turco. Indiscusso è il percorso di integrazione europea ed euro-atlantica.

Interventi legislativi

Negli ultimi anni sono stati emanati interventi legislativi volti alla promozione e alla protezione degli investimenti. Le riforme in direzione ultraliberale hanno talora suscitato interrogativi rispetto alla loro compatibilità con gli sforzi in senso regolatore richiesti nell’ambito dei negoziati sull'”Accordo di Libero Scambio Completo e Approfondito” (“DCFTA”) con l’Unione europea firmato il 27 giugno 2014 ed in vigore dal 1° luglio 2016. A completare il quadro interviene una legislazione particolarmente ispirata al liberismo in materia doganale, giuslavoristica e tributaria.

Relazioni con organizzazioni internazionali

La Georgia è parte dell’Organizzazione Mondiale del Commercio e beneficia del Sistema Generalizzato di Preferenze “GSP Plus” accordato dall’Unione europea. La Georgia fa parte dei Paesi inclusi nel cosiddetto “Partenariato orientale” tra l’UE e sei Paesi del Caucaso e dell’Europa Orientale. Scopo dell’iniziativa è promuovere un maggior livello di cooperazione tra questi Paesi in alcuni settori (tra i quali infrastrutture, rapporti economici e commerciali, standard amministrativi).




Opportunità di contributi e finanziamenti per la tua impresa – Novembre 2018

SCADENZARIO AGEVOLAZIONI FINANZIARIE IMPRESE
(aggiornato al 5 novembre 2018)
Evidenziati in giallo gli interventi per aree sisma

clicca l’allegato: RIEPILOGO AGEVOLAZIONI – Novembre 2018