Alla scoperta della sede Rai di Ancona

3. LA PRODUZIONE DEI SERVIZI AUDIO E VIDEO

La classe 4B del Liceo Scientifico Rosetti di San Benedetto del Tronto è stata accolta, lo scorso 10 gennaio, nella sede Rai di Ancona, situata in Piazza della Repubblica. La visita, grazie al progetto “Rai porte aperte”, si è inserita nel percorso di Alternanza Scuola Lavoro“Dalla realtà alla scrittura” dedicato al mondo della comunicazione e alla scrittura giornalistica, percorso attuato con la testata www.ilmascalzone.it . Gli studenti sono stati accompagnati dalle docenti Elena Cardola, tutor interno per l’ASL, Maria Agnese Sciocchetti e Federica Vallorani.

Il progetto di Alternanza Scuola-Lavoro “Dalla realtà alla scrittura”, che coinvolge la nostra classe già da due anni, ci ha offerto la possibilità di visitare la sede Rai della città di Ancona, in cui è stato possibile apprendere i processi tecnici mediante i quali le varie edizioni del telegiornale o delle trasmissioni radio vengono realizzate.

Guidati da Peppino Bucci, siamo giunti nella sala di registrazione del giornale radio, in cui un tecnico, Alessandro Cipriani, stava registrando l’intervento che un inviato gli stava leggendo per telefono, in modo tale da poterlo trasmettere nell’edizione successiva del giornale. Non tutto il programma radiofonico, però, è registrato; una parte, infatti, viene letta in diretta da una conduttrice che si serve di un “copione”. Questo prevede una piccola introduzione in cui, prima dell’inizio vero e proprio del programma, vengono annunciati i titoli delle notizie principali, chiamati lanci, che fanno da incipit alla trasmissione in sé.

Abbiamo poi visitato lo studio in cui viene registrato il telegiornale regionale. All’interno, le telecamere sono numerose perché, cambiando inquadratura dopo ogni servizio, è più facile per i telespettatori capire quando finisce una notizia e, di conseguenza, quando inizia quella successiva. Per distinguere le varie edizioni della trasmissione nel corso della giornata, inoltre, vengono modificati le luci e il colore dello sfondo dello studio.

In seguito, ci siamo recati nella sala della regia, dove un’intera parete è coperta da vari monitor, grazie ai quali i tecnici controllano l’andamento delle trasmissioni. Di fronte ai monitor c’è un lungo tavolo con due mixer, uno per regolare il suono e uno per il video, elementi che si uniscono solamente nel momento in cui vengono trasmessi. Anche nella registrazione dei servizi, che ci è stata spiegata da Annalisa Serpilli, sono, infatti, ripresi separatamente l’audio e il video che poi, grazie a un apposito programma, sono sovrapposti ed editati insieme da un montatore video.

Questa esperienza ci ha fatto capire quanto lavoro ci sia dietro alla realizzazione di un programma televisivo e l’importanza della collaborazione tra tecnici e giornalisti.

Giorgia Amatucci-Carlo De Angelis

IV B Liceo Scientifico Statale “Benedetto Rosetti”

 

 

 

© www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a 
redazione@ilmascalzone.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2019-02-06 – Gli studenti della classe 4B del Liceo Scientifico Benedetto Rosetti stanno collaborando con la testata giornalistica Il Mascalzone.it per il progetto di alternanza scuola lavoro “Dalla realtà alla scrittura. Gli alunni sono impegnati nella stesura di articoli  sulla base delle esperienze affrontate previste dal progetto nell’arco dell’anno scolastico. Obiettivo è quello di potenziare le competenze comunicative, attraverso attività di scrittura e documentazione foto/video, per vivere la realtà con maggior consapevolezza.

 

Alla scoperta della sede Rai di Ancona

 

Alla scoperta della sede Rai di Ancona

 

 




Alla scoperta della sede Rai di Ancona

2. UN ‘LABIRINTO’ DI TECNOLOGIA

La classe 4B del Liceo Scientifico Rosetti di San Benedetto del Tronto è stata accolta, lo scorso 10 gennaio, nella sede Rai di Ancona, situata in Piazza della Repubblica. La visita, grazie al progetto “Rai porte aperte”, si è inserita nel percorso di Alternanza Scuola Lavoro“Dalla realtà alla scrittura” dedicato al mondo della comunicazione e alla scrittura giornalistica, percorso attuato con la testata www.ilmascalzone.it . Gli studenti sono stati accompagnati dalle docenti Elena Cardola, tutor interno per l’ASL, Maria Agnese Sciocchetti e Federica Vallorani.

Nei pressi del grande porto di Ancona, di fianco al prestigioso Teatro delle Muse, ha sede il grande studio della Rai. Questo si trova al secondo piano del palazzo antistante piazza della Repubblica ed è composto da oltre quaranta sale, ognuna delle quali viene utilizzata per una diversa mansione. Tutte sono collegate ad un unico orologio comune il cui orario proviene dall’Istituto elettrotecnico nazionale Galileo Ferraris, al fine di coordinare tutte le trasmissioni a livello nazionale. A farci conoscere gli spazi dell’emittente è stato Peppino Bucci, coordinatore della produzione.

Quest’ultimo ci ha accompagnati a visitare la redazione, una grande ambiente che si affaccia sul mare e che mette a disposizione innumerevoli scrivanie dotate di computer per lo scorrevole svolgimento dell’attività giornalistica. La stanza adiacente viene invece adoperata per le riunioni durante le quali i giornalisti stabiliscono quali notizie inserire nei notiziari e con quale. A seguire, nella parte ovest del palazzo, il corridoio si ramifica in diverse stanze di piccole dimensioni che accolgono impianti di registrazione audio e video, tra cui la sala di montaggio ingest, in cui è presente un server centrale nel quale è inviato tutto il materiale che serve per la realizzazione del telegiornale. Le altre sale invece sono adibite al montaggio e in esse, attraverso l’unione di immagini e suoni, vengono creati i servizi per i giornali radio ed i telegiornali.

Nei pressi di queste sale si trova anche lo studio televisivo che appare a primo impatto molto moderno e funzionale. Infatti, a differenza di altri studi dello stesso tipo, questo è capace di mandare in onda più edizioni del telegiornale grazie all’uso significativo dell’impianto di illuminazione e degli schermi, le cui immagini cambiano a seconda dell’edizione del TG. Per la transazione tra una notizia e l’altra sono presenti tre telecamere, posizionate con diverse angolazioni, le cui immagini vengono successivamente inviate alla regia tv dove sono collocati molti schermi e mixer che controllano la messa in onda di tutte le trasmissioni.

Infine ci siamo recati nella centrale di controllo audio dove, attraverso la collaborazione tra una speaker e un videomaker, l’audio precedentemente registrato dalla giornalista unito a quello ricavato dai servizi e dalle interviste preparati in precedenza, viene messo in onda.

Daniele Sbaffoni-Cristian Mandolini

IV B Liceo Scientifico Statale “Benedetto Rosetti”

 

 

 

© www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a 
redazione@ilmascalzone.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2019-02-05 – Gli studenti della classe 4B del Liceo Scientifico Benedetto Rosetti stanno collaborando con la testata giornalistica Il Mascalzone.it per il progetto di alternanza scuola lavoro “Dalla realtà alla scrittura. Gli alunni sono impegnati nella stesura di articoli  sulla base delle esperienze affrontate previste dal progetto nell’arco dell’anno scolastico. Obiettivo è quello di potenziare le competenze comunicative, attraverso attività di scrittura e documentazione foto/video, per vivere la realtà con maggior consapevolezza.

 

Alla scoperta della sede Rai di Ancona

 

Alla scoperta della sede Rai di Ancona

 

Alla scoperta della sede Rai di Ancona

 




Maratona sulla sabbia, la carica dei 300: a Stefano Velatta la 50 km. per il 2° anno consecutivo

Ad HALLABOU RACHID la Maratona e a MINCIONI LUCA ALBERTO la mezza Maratona

 

San Benedetto del Tronto, 2019-02-03 – In una tipica mattinata di inizio febbraio si è svolta la diciassettesima edizione della Maratona sulla Sabbia, svoltasi ieri mattina sulla spiaggia di San Benedetto, battuta da un insistente vento di scirocco. L’attesa competizione, organizzata dalla Maratoneti Riuniti di Francesco Capecci, ha visto i runners affrontarsi su diverse distanze, ma le più attese erano come al solito quelle della maratona (42,195 km) e la ultra, corsa sui 50 km. Oltre a queste gare, sono state corse anche la mezza maratona (21, 097 km) e le non competitive sui 14 km.  e 7 km. In totale sono stati oltre trecento gli atleti che si sono cimentati in questa gara resa ancora più complicata dalla mareggiata che ha corroso la spiaggia, costringendo l’organizzazione a comprendere anche alcuni tratti di gara sul marciapiede e sulla pista ciclabile. «Le condizioni meteorologiche – ha detto l’organizzatore Francesco Capecci – hanno complicato la linearità del tracciato, ma alla fine devo dire che i concorrenti mi hanno ringraziato lungamente per come si è svolta la gara e hanno apprezzato l’accoglienza e la nostra località. C’erano molti atleti che gareggiavano qui per la prima volta e che hanno promesso che torneranno e che faranno pubblicità alla gara e a San Benedetto. I più lontani provenivano dalla Sardegna e dalla Sicilia». Ai nastri di partenza, a sorpresa, si sono presentati i Carabinieri dei Nas che hanno svolto degli accertamenti antidoping, atti a salvaguardare la salute dei competitori e la regolarità della gara. Particolarmente apprezzata è stata la cena pre-gara svoltasi all’Hotel Sporting, dove Nino Capriotti (che ha preso parte alla gara) ha vestito i panni di anfitrione, proponendo i piatti della tradizione picena. «Tutto molto bello – ha detto l’ex assessore provinciale – e sono felice del fatto che decine e decine di atleti abbiamo potuto conoscere il nostro territorio, apprezzandone colori e sapori». Anche l’assessore comunale allo sport e al turismo Pierluigi Tassotti ha fatto i complimenti all’organizzazione. «La destagionalizzazione del turismo – ha confermato – passa anche per questi eventi sportivi che attirano centinaia di persone in bassa stagione. Penso a questa gara, al Festival del pattinaggio, alla Tirreno-Adriatico, alla Maratonina dei Fiori e ai campionati italiani di pattinaggio corsa che ospiteremo a settembre. Ma si tratta di eventi che sono ormai radicati sul nostro territorio, quindi siamo aperti a nuove idee, come è stato il torneo internazionale giovanile di calcio dello scorso mese di gennaio al quale vorremmo invitare il prossimo anno anche il Bayern Monaco, società con la quale questa città è gemellata. Ma se qualcuno ha nuove proposte da farci in questo senso, venga in comune e ne parliamo». La gara più importante, sulla lunghezza dei 50 km, è stata vinta per il secondo anno consecutivo dal biellese Stefano Velatta. «È davvero un piacere correre in questo scenario – ha detto – visto che provengo dalle montagne del Piemonte. Gareggio qui per amicizia con l’organizzatore Francesco Capecci, ma devo dire che qui riesco sempre a esprimermi al meglio, anche perché per chi come me vede il mare molto raramente, questo incantevole scenario è uno stimolo eccezionale. Quest’anno vorrei ben figurare alla 100 km del Passatore e sto allenandomi disciplinatamente, facendo in media 200 km a settimana e circa 250 in vista della gara».

 

Risultati

Ultramaratona 50 km

 

           

1

1

VELATTA STEFANO
ITA, ATL. PARATICO

1
M40-44

1

3:12:32

2

126

SINIGAGLIA MASSIMO
ITA, G.S. GABBI

1
M50-54

2

3:39:10
+26:39

3

20

CAGNANI LUCA
ITA, ASD TOSCO-ROMAGNOLA

2
M40-44

3

3:52:31
+40:00

 

Maratona 42,195 km

1

74

HALLABOU RACHID
ITA, POL ACLI MACERATA

1
M45-49

1

3:05:11

2

52

FEDERICO CARLOS ALBERTO
ITA, FORUM SPORT CENTER SSD SRL

1
M50-54

2

3:21:10
+15:59

3

10

BACHETTI SPURIO LORENZO
ITA, NUOVA POD. CENTOBUCHI

1
M55-59

3

3:28:25
+23:14

 

Mezza Maratona 21, 097 km

1

467

MINCIONI LUCA ALBERTO
ITA, ASD PODISTICA AVIS ALBA ADRIATICA

1
ASS M

1

1:27:21

2

463

MARCANTONI DAVID
ITA, INDIVIDUALE

2
ASS M

2

1:30:29
+3:09

3

472

TORRE WALTER
ITA, SACEN CORRIDONIA

3
ASS M

3

1:34:16
+6:56

 

 




Samb Basket – Isernia 98 – 79. Partita mai in discussione, Ortenzi mvp con 31 punti!

Connor Murtagh ha deciso di lasciare la squadra per motivi personali*

 

SAN BENEDETTO DEL TRONTO, 2019-02-02 – Dopo la sconfitta di misura ad Osimo, bella vittoria casalinga della Samb Basket sul fanalino di coda Isernia. La compagine di coach Aniello è stata sempre in vantaggio, grazie ad una splendida circolazione di palla e alla precisione nel tiro dalla distanza. Gli ospiti hanno resistito soltanto un quarto (il primo, che si è chiuso 28-23), poi sono crollati (il secondo quarto si è chiuso sul 51-37, il terzo sul 74-60).
Tra i rossoblù spiccano le prestazioni di Carlo Ortenzi, mvp della partita con ben 9 triple e 31 punti totali, Matthew Pebole, per lui 18 punti e 7 rimbalzi, Michele Bugionovo, 15 punti con 6 su 8 dal campo; Davide Cesana miglior rimbalzista (12 rimbalzi).
Buona anche la prestazione del nuovo acquisto Adem Catakovic, per lui 5 punti e 3 rimbalzi in 17 minuti di gioco.
Con la vittoria odierna la Samb sale a 18 punti in classifica con 9 vittorie e 9 sconfitte.

“Venivamo da una settimana non semplice” ha dichiarato a fine gara coach Aniello, facendo riferimento alla dipartita dell’inglese Connor Murtagh, uno dei giocatori del quintetto base, tornato in patria per motivi personali. Contemporaneamente c’erano da inserire i due nuovi arrivati Catakovic e Di Eusanio. Operazione perfettamente riuscita soprattutto con Catakovic che ha ottenuto gli applausi scroscianti del pubblico di casa al momento della sua uscita. Intanto anche la crescita dei giovani come Correia o la tenuta di Quercia e Carancini inizia a garantire, con i nuovi arrivi, una panchina più lunga, forse il tallone d’Achille della Samb Basket nella prima parte di stagione.

 

* La Sambenedettese Basket comunica che l’atleta Connor Murtagh ha deciso di lasciare la squadra per motivi personali. La società augura al giocatore le migliori fortune per il prosieguo della sua carriera.

 

Parziali: 28/23, 23/14, 23/23, 24/15, 24/19

 

Samb Basket

Roncarolo, Ortenzi 31, Capleton, Quercia 4, Carancini 8, Bugionovo 15, Cesana 8, Pebole 18, Di Eusanio 3, Catakovic 5, Quinzi, Correia 6

Allenatore Daniele Aniello

 

 

Globo Isernia

Caresta 13, Di Nezza, Pofidia 15, Torreborre 24, Cupito 12, Caruso, Melchiorre, Hussin, Adins 15

Allenatore Antonio Barbuto

 




Monza – Samb 3 a 2

Monza, 2019-02-02 – Per poco i rossoblu non fanno 13 anche se fino all’ultimo minuto di recupero erano riusciti ad ammutolire il Brianteo con un’altra rimonta.

 

Di Massimo © www.ilmascalzone.it © Press Too srl

 

Monza

Guarna; Lepore (87′ Bearzotti), Scaglia, Marconi, Anastasio; Armellino, Fossati, D’Errico; Chiricò (62′ Ceccarelli), Brighenti (77′ Reginaldo), Marchi (87′ Lora)

A disp. Sommariva, Galli, De Santis, Tomaselli, Negro, Di Paola, Otelè, Marchesi

All. Brocchi

 

 

Samb

Pegorin; Zaffagnini (65′ Rocchi), Biondi, Fissore; Celjak, Gelonese, Signori, Cecchini; Ilari (58′ Russotto), Stanco, Calderini (70′ Di Massimo)

A disp. Rinaldi, Sala, Bove, Brunetti, De Paoli, D’Ignazio, Panaioli, Caccetta

All. Roselli

 

 

Arbitro Nicolò Marini di Trieste assistito da D. Moro di Schio e A. Zampese di Bassano del Grappa

Marcatori: 15′ Brighenti, 16′ Rig. Calderini, 52′ Marchi, 72′ Stanco, 96′ Anastasio

Ammoniti: 20′ Celjak, 53′ Chiricò

Calderini © www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata

Serie C Girone B 2018-19 Risultati 24a G 

ALBINOLEFFE
SUDTIROL 2:4
MONZA
SAMB 3:2
TERAMO
FERALPISALò 1:2
RIMINI
GIANA ERMINIO 0:0
RENATE
TERNANA 1:1
FANO
GUBBIO 1:1
PORDENONE
IMOLESE 2:0
VIRTUS VERONA
TRIESTINA 3:4
VIS PESARO
L.R. VICENZA 1:2
RAVENNA
FERMANA 1:0

Serie C Girone B 2018-19 Classifica 24a G 

G

P.ti

V

N

P

Reti F/A

PORDENONE

24

49

14

7

3

36:21

TRIESTINA

24

41

11

8

5

34:22

IMOLESE

24

38

9

11

4

30:19

FERALPISALò

25

38

10

8

7

28:27

MONZA

24

36

9

9

6

23:21

SUDTIROL

23

35

8

11

4

27:18

RAVENNA

24

35

9

8

7

26:25

FERMANA

23

35

10

5

8

16:18

L.R. VICENZA

24

34

8

10

6

30:25

VIS PESARO

24

33

8

9

7

23:18

SAMB

23

32

7

11

5

23:20

TERNANA

21

31

8

7

6

28:20

GUBBIO

24

29

6

11

7

21:20

RIMINI

23

27

6

9

8

19:27

FANO

24

24

5

9

10

13:22

RENATE

24

24

5

9

10

16:22

GIANA ERMINIO

24

21

3

12

9

21:33

TERAMO

24

21

4

9

11

20:32

VIRTUS VERONA

24

20

6

2

16

21:37

ALBINOLEFFE

24

19

2

13

9

16:24

Serie C Girone B 2018-19 25a G 

GIANA ERMINIO
FANO -:-
GUBBIO
IMOLESE -:-
TERNANA
VIRTUS VERONA -:-
SUDTIROL
FERMANA -:-
VIS PESARO
RENATE -:-
FERALPISALò
ALBINOLEFFE -:-
L.R. VICENZA
PORDENONE -:-
SAMB
RAVENNA -:-
TRIESTINA
MONZA -:-
TERAMO
RIMINI -:-



Medaglia d’Onore del Presidente della Repubblica alla memoria del Sig. Calisto Barbizzi di Cossignano

Cossignano – Nell’ambito delle manifestazioni organizzate in occasione del “Giorno della Memoria”, mercoledì 30 gennaio scorso il Prefetto di Ascoli Piceno, Rita Stentella, in segno di memore omaggio alle vittime dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici nei campi nazisti, nel corso di una manifestazione organizzata dal Comune di Ascoli Piceno, d’intesa con l’Associazione culturale “Il Portico di Padre Brown”, ha consegnato presso la Sala della Ragione del Palazzo dei Capitani, agli eredi dei deportati e/o internati nei lager nazisti, residenti nelle province di Ascoli Piceno e di Pesaro Urbino, due Medaglie d’Onore, conferite dal Signor Presidente della Repubblica alla memoria del Sig. Calisto Barbizzi e del Sig. Attilio Nociaro. A ritirare la medaglia per il Sig. Calisto, deportato e internato nei lager nazisti e destinato al lavoro coatto per l’economia di guerra, il figlio Pacifico Barbizzi accompagnato dal Sindaco Roberto De Angelis.Calisto Barbizzi, nato a Cossignano il 18.06.1920 e deceduto a San Benedetto del Tronto il 13.11.1971, durante la seconda guerra mondiale era militare di leva del Regio Esercito Italiano, più precisamente faceva parte del 225° Reggimento Fanteria. Dopo l’armistizio dell’8/9/1943, trovandosi in servizio militare attivo presso il Comando Compagnia a Corcia (Albania), veniva catturato dalle forze militari tedesche in data 9/9/1943 e deportato in Germania (Stammlager XII F – Forbach), per essere avviato ai lavori forzati ai quali effettivamente fu assoggettato dal 26/10/43 al 24/9/44 e poi ai lavori di casermaggio fino al termine del conflitto bellico avvenuto con la resa incondizionata della Germania in data 2/5/1945. Il Sig. Calisto Barbizzi poté fare ritorno a casa solo in data 6/8/1945.




Carnevale Storico di Castignano

Castignano – Puntuale come sempre torna il Carnevale Storico di Castignano. Dopo giorni di suspense, la Pro Loco ha finalmente svelato il programma dettagliato dell’edizione 2019.

Come da qualche tempo a questa parte si conferma la formula di iniziare 2 sabati precedenti quello della settimana tipicamente carnevalesca.

Ed allora il 16 Febbraio è prevista l’apertura del Carnevale con la rinnovata mostra-mercato di dolci carnascialeschi, molto apprezzata nella scorsa edizione. Dalle 17,00 in poi sarà possibile degustare ed acquistare le prelibatezze tipiche di questo festoso periodo, presso le bancarelle predisposte in Piazza Umberto I, nel Centro Storico del borgo, particolare e suggestiva location scelta quest’anno per l’apertura, quasi a voler rafforzare ancor di più il senso di attaccamento alle origini e alle tradizioni.

La serata vedrà inoltre dalle 21,00 come ospiti d’onore gli scatenati “Pupazzi”, band apprezzatissima della zona, ormai giunta ad un considerevole livello di fama ed esperienza, che si esibiranno in un concerto, come al solito esuberante e coinvolgente per tutti gli spettatori. A chiudere, il Dj set a cura dei Castignanesi “Alley” per far ballare fino a tardi tutti gli irriducibili.

Il palinsesto prevede poi per il sabato seguente, 23 Febbraio, il classico veglione in maschera a tema presso le caratteristiche “grotte” del Centro Storico, appuntamento fisso ormai da anni, richiamante sempre frotte di giovani. Per quest’anno la scelta è ricaduta su “A spasso nel tempo… da big bang ai nostri giorni…”: ci si potrà quindi sbizzarrire ad interpretare con la propria maschera qualsiasi era, qualsiasi periodo storico si voglia: l’importante sarà solo divertirsi in compagnia e ballare tutta la notte (Marchetto Dj, ingresso gratuito).

Terminati gli eventi di più recente creazione, si arriverà quindi alla settimana clou, con gli appuntamenti invece decisamente storici del Carnevale Castignanese.

Giovedì 28 Febbraio: chiamato comunemente Giovedì grasso, per la consuetudine dell’esagerare con il cibo, ed infatti da sempre in quel giorno a Castignano si preparano, si cuociono e si distribuiscono centinaia e centinaia di frittelle. Dalle 17,00 in poi, in Piazza Umberto I, le “Pizze Onte”, una sagra dedicata esclusivamente alle gustose frittelle tipicamente carnevalesche. Il tutto accompagnato da musica, vino e balli. E all’interno, la gara, a base “mangereccia” per la proclamazione di Re Carnevale, che avrà l’onore di aprire la sfilata dei Moccoli del Martedì Grasso.

Altro appuntamento classico sarà poi il Veglionissimo, rigorosamente in maschera, di sabato 2 Marzo febbraio, presso lo splendido Teatro Comunale. Dalle 22,00 in poi la band “Gli amici dello Zio Pecos” e il Dj set successivo a cura “Alley”, faranno ballare e scatenare tutti con la loro musica (costo d’ingresso 10 euro).

La domenica ed il lunedì successivi saranno poi dedicati come al solito ai festeggiamenti dei più piccoli. Prima a Ripaberarda (palestra comunale), ed il giorno dopo a Castignano (Teatro Comunale), giochi di magia, intrattenimento, musica e coriandoli per coinvolgere i bambini ed introdurli sempre più in questa storica tradizione.

E per concludere… il gran finale. Il Martedì grasso, 5 Marzo.

Alle 15,00 partirà la sfilata dei carri allegorici e dei gruppi mascherati lungo Borgo Garibaldi. Un evento sempre più partecipato da gruppi di persone provenienti anche da molti Paesi limitrofi, non solo per ammirare lo spettacolo, ma anche per partecipare attivamente. Sarà possibile infatti sfilare liberamente come gruppi, e se si vuole, previa iscrizione, partecipare anche al concorso a premi per le maschere più belle, simpatiche, originali. Possibilità anche per i carri di sfilare, ma qui con l’obbligo di iscrizione presso la Pro Loco di Castignano, e partecipare anch’essi alla gara per l’“opera” più apprezzata.

Verso le 18,00 l’appuntamento è in Piazza Umberto I dove avverranno le premiazioni delle maschere, e dopo balli sfrenati, terminerà l’attesa e alle 19,00 in punto si ripeterà il magico spettacolo che a Castignano da secoli viene gelosamente tramando e orgogliosamente riproposto.

Un evento che suscita sempre più partecipazione da parte di frotte di curiosi, turisti, giovani e meno giovani, i quali non solo rimangono affascinati da tanta bellezza ma vengono convolti e partecipano attivamente a questo momento così sentito dai Castignanesi. Un rito antichissimo, difficile da datare, difficilissimo da spiegare. Molto probabilmente un retaggio di un evento del carnevale romano, attivo per secoli, fino al 1800 e poi scomparso nella Capitale, rimasto vivo solo a Castignano.

Allo spegnersi dell’illuminazione pubblica centinaia (prima), migliaia (dopo un po’), di lampioncini colorati si accenderanno: sono i MOCCOLI (“MOCCULE” nel dialetto locale), delle lanterne artigianali, ricavate da canne intagliate all’estremità, ricoperte di carta velina colorata, con una candela fissata in mezzo e poi accesa.

E così partirà la secolare sfilata, che si snoderà in gran parte del borgo e che al grido di “Fora fora li Moccule” e al ritmo di piatti, cassa e rullanti, concluderà la sua marcia nella piazza sommitale del Paese, Piazza San Pietro. Qui una litania storica recitata precederà il via alla battaglia finale tra moccoli che verranno poi bruciati nel gran falò finale, saltato come rito propiziatorio dai più giovani.

La chiusura definitiva del Carnevale avverrà poche ore più tardi, al Teatro comunale dove dalle 22,00 con il veglione conclusivo (Simon Dj, ingresso 5 euro) si saluterà ufficialmente anche questa edizione.

Un’edizione lunga, piena di eventi, con le sue consuetudini e i suoi riti antichi, e con le sue novità. Un periodo di festa, molto sentito dai Castignanesi i quali non mancano mai di coinvolgere ed invitare anche tutti gli altri a conoscere ed appassionarsi sempre più alla loro storica tradizione.




Domenica il “17° Festival Internazionale del Pattinaggio Artistico a rotelle” al PalaSpeca

San Benedetto del Tronto – Presentato oggi in conferenza stampa il “17° Festival Internazionale del Pattinaggio Artistico a rotelle”. L’associazione sportiva dilettantistica “Diavoli Verde Rosa” di S. Benedetto del Tronto, con il patrocinio dell’amministrazione comunale, organizza il “17° Festival Internazionale del Pattinaggio Artistico a rotelleche si svolgerà al Palasport “B. Speca” di S. Benedetto del Tronto domenica 3 febbraio 2019 con inizio alle ore 16:00.

Al fine di permettere un massiccio afflusso di pubblico si è ritenuto giusto offrire il massimo dello spettacolo e l’ingresso gratuito alla manifestazione che durerà circa due ore e trenta minuti.

Oltre alle performances dei Campioni Italiani, Europei e Mondiali di Pattinaggio Artistico ci sarà un’esibizione di Pattinaggio Freestyle della Campionessa Italiana in carica Camilla Morbidoni.

Come ogni anno presenterà lo spettacolo Luca Sestili e scenderanno in pista i Campioni Italiani, Europei e Mondiali del singolo e della coppia insieme ai piccoli e grandi gruppi di pattinaggio spettacolo e pattinaggio sincronizzato di Marche, Abruzzo e Umbria.

Le stars della manifestazione sono tantissime:

  • Il Pluri Campione del Mondo di Singolo Maschile: Alessandro Amadesi

  • La Pluri Campionessa del Mondo di Solo Dance Femminile: Silvia Stibilj

  • Il Campione Europeo e Vice Campione Mondiale Pierluca Tocco (Lo “show man” del pattinaggio che si distingue per le sue performances sempre originali e apprezzate dal pubblico).

  • La Coppia Artistico Campione d’Europa 2017 e Vice Campione del Mondo 2018 composta da Gioia Fiori e Francesco Mascia. (Gioia, che è anche Vice Campionessa Italiana 2018, si esibirà anche nel Singolo)

  • Il Campione Europeo in carica di Coppia Artistico Alessandro Fratalocchi (Diavoli Verde Rosa) in coppia con la Pluri Campionessa Mondiale di Coppia Artistico Laura Marzocchini;

  • Il Pluri Campione Italiano e medaglia d’argento alla Coppa Europa 2018 Kevin Bovara (Diavoli Verde Rosa).

  • Andrea Bassi 3° class. ai Campionati Europei nella specialità Solo Dance;

  • La Coppia Danza Vice Campione del Mondo formata da Silvia Stibilj e Andrea Bassi.

  • La pluri campionessa italiana di Freestyle Camilla Morbidoni

un momento della presentazione della manifestazione, da sx Sestili, Giannelli, Tassotti, Bovara, Laghi

Il Festival del Pattinaggio Artistico ha come scopo la diffusione della disciplina del Pattinaggio Artistico a rotelle in tutte le sue specialità; infatti parteciperanno anche numerosi gruppi spettacolo delle Marche, dell’Abruzzo e dell’Umbria composti da 4 a 60 elementi per un totale stimato di circa 300 atleti.

Le squadre presenti con dei gruppi spettacolo sono: L’A.S.D. Roller Cento di Centobuchi che presenta “La Sirenetta”, la Diavoli Rosso Blu di Grottammare con il gruppo “The Greatest Show”; il gruppo T.M. SincroAbruzzo (composto da atleti provenienti dal Pattinaggio Artistico Teatino di Chieti, dall’Accademia Pattinaggio Francavilla e dallo Skating La Paranza Roseto) presenterà il grande gruppo “L’Iliade” ” e il numero di Pattinaggio Sincronizzato “La notte degli Dei – Sincromitologika” ”, l’ASD Skating Club Ponte San Giovanni di Perugia presenterà il collettivo “Harry Potter”, la Conero Roller AN presenterà il grande gruppo ”Quadri Animati”.

la Diavoli Verde Rosa, squadra organizzatrice, presenterà il gruppo “Frozen” composto da oltre 60 elementi (coreografie di Ivan Bovara). il Festival si concluderà con una coreografia originale e divertente a cui prenderanno parte tutti gli atleti intitolata “Emoticons”.

L’obiettivo è proprio quello di mostrare al pubblico presente la straordinaria capacità di trasmettere emozioni che è propria di questo sport in uno svavillante scintillio di paillettes e con originali coreografie.

Nell’intervallo tra la prima e la seconda parte dello spettacolo come ogni anno ci sarà l’estrazione a premi mentre nella seconda parte dello spettacolo si farà la premiazione di un ex-atleta della Diavoli Verde Rosa scelto tra quanti riconsegneranno le cartoline-invito. (le cartoline saranno reperibili anche presso l’ufficio informazioni). Sarà con noi anche quest’anno Hanry Foschi, il nostro atleta più longevo, che compirà 90 anni il 13 marzo 2018 che si esibirà in un numero comico insieme alle atlete più piccole della Diavoli Verde Rosa (Beatrice Girolami, Aurora Scartozzi, Emma Cannella)

Tutti i bambini che assisteranno allo spettacolo avranno diritto a una lezione gratuita, previa comunicazione telefonica al 328-89.99.320 (Ivan), 329-63.36.693 (Anna Maria) nei giorni successivi allo spettacolo.

clicca l’allegato: Ordine-Entrata-17-Festival-Pattinaggio-3-febbraio-2019

Per chi volesse saperne di più: www.diavoliverderosa.it

NOTIZIE RELATIVE ALLA SOCIETA’ ORGANIZZATRICE

La “Diavoli Verde Rosa” rappresenta la Scuola Italiana Pattinaggio Artistico e Inline Freestyle a S. Benedetto del Tronto. I suoi atleti partecipano a gare nazionali e internazionali federali (Federazione Italiana Sport Rotellistici ) e di diversi enti di promozione sportiva riconosciuti dal C.O.N.I. (Aics, Uisp).

Oltre ai Corsi di Pattinaggio Artistico (Singolo e Coppia Artistico), e di Inline Freestyle si organizzano corsi per adulti a San Benedetto del Tronto (presso il Palasport “B. Speca” il Martedì dalle 21:30 alle 22:20 e a Campofilone il venerdì dalle 21:30 alle 22.30.

Nel periodo invernale opera a San Benedetto del Tronto presso il Palasport B. Speca il Martedì e il Giovedì dalle 17:20 alle 19:50, nel periodo estivo c/o la Pista Panfili – Via Marinai d’italia il Martedì e Giovedì, a Campofilone nel periodo invernale c/o la palestra comunale il Lunedì, Venerdì e Sabato e ad Acquaviva Picena nel periodo invernale presso la Palestra Comunale il mercoledì e il venerdì.

E’ la società Campione Provinciale e Vice Campione Regionale 2018 . Partecipa ai Campionati Federali oltre che a importanti manifestazioni nel periodo estivo (Esibizione di chiusura “Sport in Palcoscenico” presso la pista “F. Panfili di San Benedetto del Tronto). In quello invernale organizza il “Festival Internaz.le del Pattinaggio Artistico – S. Benedetto del T.” e manifestazioni promozionali con raccolta fondi per scopi benefici (Happy Skating Day).

Ha sempre collaborato alle iniziative promosse dal Comune di S. Benedetto del Tronto per promuovere lo sport attraverso le esibizioni dei suoi atleti nelle giornate del “Festival dello sport” e nel 2016 il CONI ha insignito la Diavoli Verde Rosa con la STELLA DI BRONZO per meriti sportivi per gli oltre 50 anni di benemerita attività svolta.

Il presidente, dopo la morte di Lino Laghi nel marzo 2012, è la Dott.ssa Anna Maria Laghi.

Quest’anno si sono distinti in campo nazionale e internazionale i seguenti atleti:

-Alessandro Fratalocchi ha conquistato il suo secondo titolo Europeo nella specialità Coppia Artistico con Alessia Gambardella (Anguillara Skating Club). Alessandro ha deciso di chiudere la sua carriera agonistica con questo risultato e dedicarsi all’insegnamento continuando a fare però delle esibizioni e proprio al festival debutterà con Laura Marzocchini (Pluricampionessa Mondiale di Coppia Artistico).

-Kevin Bovara (3° classificato ai Campionati d’Italia nella categoria Cadetti per la specialità degli Esercizi Liberi e 2° classificato alla Coppa Europa 2018 (Fuengirola – Spain) ; vincitore del Trofeo Internazionale “Sedmak” (Trieste). Nella specialità coppia categoria cadetti inoltre Kevin Bovara e Matilde Matteucci hanno conquistato la medaglia d’argento alla Coppa Italia 2018 – Trofeo Internazionale memorial “Fafio Barbieri”.

-Ionni Allegra: 3° classificata al Trofeo delle Regioni 2018 nella categoria giovanissimi A.

-Alessandro Girolami : 2° classificato al Trofeo Internazionale “G. Filippini” di Misano Adriatico.

Per ulteriori informazioni: BOVARA IVAN cell. 328-89.99.320 – e-mail: info@diavoliverderosa.it




Maratona sulla sabbia, domenica la 17ma edizione

San Benedetto del Tronto, 2019-01-30 – Si corre domenica la 17ma edizione della Maratona sulla sabbia organizzata dalla società Maratoneti Riuniti del mitico Francesco Capecci. La gara prenderà il via alle ore 9 dalla spiaggia antistante il circolo Ragn’a Vela, in viale Europa 71, e si articolerà su cinque distanze che andranno da quelle più classiche dei 50, dei 42,195 km e dei 21,095 a quelle non competitive di 14 e 7 chilometri, alle quali ci si potrà iscrivere anche prima della partenza, muniti di certificato medico. Sulla distanza più lunga il favorito sembrerebbe essere il biellese Stefano Velatta, già vincitore dello scorso anno, mentre nella 42 km per la prima volta sarà al via l’abruzzese Alberico Di Cecco oltre al marocchino Hallabou Rachid. Tanti gli specialisti della categoria al via dell’attesa competizione sambenedettese, che dovrebbe richiamare circa trecento atleti. Tra questi Vito Piero Ancora che ha corso finora ben 1.180 tra maratone e ultramaratone  (solo lo scorso anno ne ha corse 133), ma tra gli iscritti al Club Supermarathon (oltre 600 iscritti) figura al secondo posto Lorenzo Gemma con 826 gare e terzo Francesco Capecci (organizzatore di questa manifestazione) con 703. Per le donne al primo posto figura Marina Mocellin con 622 partecipazioni. Sono attesi alla partenza anche la coppia Angela Gargano e Michele Rizzitelli prossimi a 1.000 gare e la triatleta sarda Agnese Casu, in rappresentanza degli atleti isolani. Un buon numero di atleti dovrebbe giungere anche dai vari gruppi sportivi locali. Collaborano con la Maratona sulla Sabbia, oltre al Club Supermarathon Italia e Uisp, la Arco Industrie, Dionisi Sport, Hotel Sporting di San Benedetto e Hotel Esperia di Alba Adriatica. Info: 328/6778764 ( Francesco).

 




La Banda di San Benedetto una eccellenza per la Città

ASSESSORE BAIOCCHI: LA BANDA DI S. BENEDETTO E’ ANCHE UNA PREZIOSA RISORSA EDUCATIVA PER I GIOVANI DEL NOSTRO TERRITORIO

San Benedetto del Tronto, 2019-01-28 – Come ogni anno, ieri, 27 gennaio, il Concerto Bandistico “Città di San Benedetto del Tronto” ha festeggiato la Patrona della Musica Santa Cecilia

Fondata nel 1854, la Banda, che vanta una propria scuola interna per la formazione di giovani musicanti e Majorettes è composta da circa 80 elementi, molti dei quali giovanissimi. Un nutrito numero di componenti ieri ha scaldato le strade della Città: dopo la S. Messa presso l’Abbazia di S. Benedetto Martire, durante la quale il corpo Bandistico ha eseguito dei brani anche dedicati alla giornata della memoria, il corteo, ha sfilato fino all’Hotel Calabresi, dove si è tenuto l’inconto conviviale.

Presenti ai festeggiamenti personalità e sostenitori, tra cui il Presidente Mario Gabrielli (da 43 anni al servizio di questo gruppo musicale e Presidente dal 2009, subentrato all’indimenticabile Infriccioli Gabriele), il direttore Luigi Franco, il capobanda Alberto Scaramazza, la signora Marinella Malavolta amorevolmente detta “mamma delle Majorettes”, Don Romualdo Scarponi, sacerdote pietra miliare del nostro territorio e l’assessore alla Pace Antonella Baiocchi, in rappresentanza del Comune di S. Benedetto del Tronto.

Una emozione unica vedere all’opera un gruppo così appassionato, che coinvolge così tanti giovani” ha affermato Don Romualdo” siete un mezzo prezioso per il nostro territorio per veicolare buoni valori, positività, armonia e pace e confido che le amministrazione comunale continui ad esservi vicina e sostenervi come ha sempre fatto fino ad oggi”.

Il saluto dell’assessore Antonella Baiocchi ha sancito l’ammirazione dell’amministrazione verso questa preziosa realtà del nostro territorio. Dopo aver portato i saluti del Sindaco Pasqualino Piunti e dell’Assessore Annalisa Ruggieri, ha aggiunto parole accolte con entusiasmo dai giovani presenti: “Siete senza alcun dubbio una inestimabile risorsa per il nostro terriorio, non solo per l’innegabile bravura ed entusiasmo con cui eseguite i brani, non solo perché contribuite a far conosce la nostra città in Italia e all’Estero, ma soprattutto, per il grande valore culturale, sociale ed educativo che veicolate, valori particolarmente cari a questa amministrazione. Siete per le famiglie una preziosissima alternativa in cui impegnare i propri figli: a contatto con adulti autorevoli, capaci di promuovere in loro passione e valori che solo il “senso di noi” di un gruppo musicale ben gestito sa veicolare, si potenziano le probabilità di incanalarli verso la via della positività”.