Dinner in the sky a San Benedetto: un vero ristorante sospeso a 50 metri di altezza

Dinner in the sky a San Benedetto dal 27 giugno al 14 luglio

-dal 27 al 30 giugno

-dal 1 al 7 luglio

-dal 8 al 1 luglio

 

San Benedetto del Tronto, 17 giu 2019 – Presentato oggi in conferenza stampa questo evento targato Soriano dei vulcanici fratelli Erminio e Carlo Giudici che sono riusciti a portare nella nostra città la prima tappa nazionale di “Dinner in the Sky”: un vero ristorante da 22 posti sospeso a 50 metri di altezza con 6 salite giornaliere.

La struttura sarà ubicata a ridosso del molo sud nella zona in cui era installata la ruota panoramica.

 


IL MENU

APERICENA
SAN BENEDETTO DEL TRONTO

Ostrica Speciale “Pleiade Poget” N°3

Il Gioco del Caviale
10g di Caviale Calvisius Tradition Prestige da degustare a piacimento con:
– Spuma Leggera di Patate e Porri
– Stracciatella Pugliese DOP
– Uovo Pochè

Blinis con Salmone Affumicato
Panna Acida e Aneto

Pan Brioche di Pasticceria, Burro di Zangola Piemontese, Alici
Selezione Adriatica

Tortelli Ripieni di Storione Mantecati con Burro al Caviale e Foglie
di Lingotto di Caviale Calvisus

Bollicine

 

 

La struttura di Dinner in the sky è composta da tavolo appositamente progettato che offre a 22 ospiti un’esperienza straordinaria a 50 metri di altezza.

Hai la garanzia di lasciare sbalorditi tuoi clienti e ospiti.

Dinner in the sky offre questa eccezionale esperienza unita ad una vista unica per rendere indimenticabile una giornata.

Dinner in the sky offre spazio per 22 persone in confortevoli sedili in pelle. Fino a 5 persone possono inoltre agire nel corridoio del tavolo (show cooking, intrattenitori, personale di servizio, team di telecamere, ecc.).

Se desideri invitare più di 22 ospiti per evento a questa esperienza unica, possiamo eseguire più salite giornaliere ad evento.

Dinner in the Sky può aver luogo in tutto il mondo grazie alla sua mobilità e flessibilità.
Il tavolo da 5 tonnellate viene sollevato su 16 cavi di acciaio da una gru da 120 tonnellate ad un’altezza di 50 metri. Durante l’evento è presente un team professionale di gestori di eventi e tecnici sul posto.

A seconda del concetto, Dinner in the sky può anche essere utilizzato con più piattaforme e/o tavoli. Le piattaforme aggiuntive vengono portate alla stessa altezza con altre gru ed espandono lo spettro di azione.

Sia come passerella per la tua sfilata di moda, come piattaforma per il lancio di una nuova auto, come palcoscenico per un gruppo musicale o un DJ e anche come supporto per la tua straordinaria presentazione di prodotti, le possibilità di utilizzare le piattaforme aggiuntive sono quasi illimitate.

 

 

DOMANDE FREQUENTI (FAQs)

 

Preferenze alimentari

Possiamo regolare il menu per soddisfare le vostre preferenze alimentari, ovvero vegetariano, niente frutti di mare, allergie. Inserisci le tue preferenze durante il processo di prenotazione o semplicemente inviaci una email a info@dinnerinthesky.it

 

È permesso fumare?

Non è permesso fumare durante il tuo “volo”. Motivi di sicurezza vietano fumare in Dinner in the Sky in tutto il mondo. Ma puoi fumare nell’area salotto prima e dopo la cena.

 

È sicuro?

Dinner in the Sky, che attualmente opera in più di 50 paesi in tutto il mondo, è progettato e costruito secondo il modello europeo EN 13814 che fa riferimento alla costruzione e alla gestione di parchi di divertimento. Tutti i disegni, i calcoli e le simulazioni sono testati. Sia la piattaforma che il meccanismo di sospensione sono stati certificati da TÜV HELLAS (TÜV NORD).

 

Posso usare il bagno?

Ovviamente! Basta chiedere all’equipaggio e riporteremo il tavolo a terra.

 

Posso portare i miei figli?

Dinner in the sky non è legato all’età ma all’altezza: dobbiamo essere in grado di metterti al sicuro al tuo posto. Quindi, l’altezza minima è di 120 cm.

 

Politica di cancellazione

Gli ospiti possono cancellare la loro prenotazione fino a 3 giorni prima della data dell’evento e ricevere il rimborso del 100%. In caso di cancellazione a causa del maltempo o per qualsiasi altro motivo che richiede la cancellazione, l’ospite ha il diritto di scegliere una data alternativa o il rimborso completo

 

Cosa succede se ho paura delle altezze?

Dinner in the Sky è un’esperienza unica nella vita. Come un ospite ha scritto nella sua recensione “se hai paura delle altezze basta andare oltre e andare, non te ne pentirai”

 

Come dovrei vestirmi?

Il codice di abbigliamento è casual elegante. Durante le notti fredde e ventilate, puoi portare anche una giacca leggera.

 

 

 

Per le prenotazioni contattare il Soriano oppure cliccare qui

Per sapere tutto clicca qui

 

 

 

 




Ambasciatori del Gusto, partito dall’Istituto Alberghiero Buscemi il progetto Formare i Formatori

San Benedetto del Tronto – Oggi l’Istituto Alberghiero Buscemi di San Benedetto è sede della prima tappa del progetto Formare i Formatori”, promosso dall’Associazione Italiana Ambasciatori del Gusto in virtù del protocollo d’intesa siglato con Re.Na.I.A., la Rete Nazionale degli Istituti Alberghieri.

Un format ideato dagli Ambasciatori del Gusto e rivolto ai docenti degli Istituti Alberghieri provenienti dalle diverse regioni, con lo scopo di creare una piattaforma di dialogo permanente. L’attività ha come obiettivo principale la condivisione di esperienze per offrire conoscenze scientifiche, tecniche e imprenditoriali, utili alla evoluzione e al perfezionamento della formazione.

Tra i protagonisti, ad inaugurare il progetto, Nikita Sergeev del ristorante L’Arcade di Porto San Giorgio, con una sessione sulle tecniche di cottura e preparazioni innovative e sul necessario rapporto tra sala e cucina.

La grande intuizione degli Ambasciatori del Gusto è aver creduto per primi in un progetto molto ambizioso, che punta a collaborare non solo con i ragazzi di tutti gli alberghieri d’Italia, ma che vuole coinvolgere anche i docenti di cucina e sala. – racconta Nikita Sergeev – L’obiettivo comune è quello di attivare una collaborazione per l’ampliamento dell’offerta formativa, condividendo le reciproche conoscenze, competenze e informazioni, su una capillare rete di istituti alberghieri in Italia.”

Mariella Organi, dal 1991 alla guida del ristorante La Madonnina del Pescatore a Senigallia con il marito Moreno Cedroni, focalizzerà la sessione sull’importanza dell’accoglienza, la gestione della sala ed il servizio, delle prenotazioni e dell’attenzione al cliente e delle sue necessità

L’attività fin qui messa in campo dall’Associazione grazie al così detto metodo AdG, proposto e largamente condiviso da noi associati, ci vede impegnati in tantissime attività di formazione per le nuove generazioni. – racconta Mariella Organi – Con queste iniziative siamo certi di dare un contributo concreto nel rafforzare e valorizzare la cultura enogastronomica del nostro Paese.”

L’Associazione intende supportare concretamente il sistema scolastico nazionale e in particolare Re.Na.I.A., nell’ottica della più ampia sinergia, per rafforzare la cultura e la consapevolezza delle potenzialità del settore e del patrimonio agroalimentare italiano. Lavoro di squadra, ricerca continua e formazione personalizzata per studenti e docenti rappresentano i concetti chiave sui cui si fonda il lavoro dei prossimi mesi.

Interviste di Cosimo Guadalupi

Formare i Formatori all'Istituto Alberghiero Buscemi di SBT, in collaborazione con l'Associazione Italiana Ambasciatori del Gusto e RE.NA.IA.

Formare i Formatori all'Istituto Alberghiero Buscemi di SBT, in collaborazione con l'Associazione Italiana Ambasciatori del Gusto e RE.NA.IA.Inteventi di Nikita Sergeev, Gianluca De Cristofaro, Antonella Marchegiani

Pubblicato da TM notizie San Benedetto Del Tronto su Giovedì 16 maggio 2019

 

FotoCronaca

Credits Associazione Italiana Ambasciatori del Gusto © www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata @adgitaly  #adgitaly / #ambasciatoridelgusto – nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

 

 




The best of… gag, fatto da Soriano

 

 

Fatto da Soriano

Piatti, dolci e cocktail: ogni settimana i fratelli Giudici presentano le creazioni del loro bar/ristorante.

 

Pubblicato il 7 mag 2019

Il meglio e il peggio del format “Fatto da Soriano”. La simpatia dei Giudici e le spettacolari creazioni dell’Antico Caffè Soriano.

 




Pasticcini

Pubblicato il 10 apr 2019

Piatti, dolci e cocktail: ogni settimana i fratelli Giudici presentano le creazioni del loro bar/ristorante.
Pasticceri: Francesco Pomante, Marco Angelozzi, Mauro Giudici

 

 

 




La Colomba

 

La Colomba
Fatto da Soriano

Piatti, dolci e cocktail: ogni settimana i fratelli Giudici presentano le creazioni del loro bar/ristorante.
Pasticceri: Francesco Pomante, Marco Angelozzi, Mauro Giudici

Pubblicato il 4 apr 2019




Mozzarella in carrozzella

Mozzarella in carrozzella Fatto da Soriano

Piatti, dolci e cocktail: ogni settimana i fratelli Giudici presentano le creazioni del loro bar/ristorante. Staff: Simone Ventresca, Simone Muscella

 

Pubblicato il 27 mar 2019

 

 

 

 




Sogliola alla Mugnaia

Sogliola alla Mugnaia Fatto da Soriano

Piatti, dolci e cocktail: Chef: Simone Ventresca, Ugo Auriemma.

Ogni settimana i fratelli Giudici presentano le creazioni del loro bar ristorante pasticceria.

 

Pubblicato il 20 mar 2019

 

 

 




Zeppole

Zeppole
Fatto da Soriano

Piatti, dolci e cocktail:
ogni settimana i fratelli Giudici presentano le creazioni del loro bar/ristorante. Pasticceri: Francesco Pomante, Marco Angelozzi, Mauro Giudici

 

Antico Caffe’ Soriano
Pubblicato il 6 mar 2019

 

 

 




Gnocchetti alla zucca

 

Gnocchetti alla zucca di Asiago
Fatto da Soriano…

Chef: Simone Ventresca, Ugo Auriemma.

Pubblicato il 27 feb 2019
Piatti, dolci e cocktail: ogni settimana i fratelli Giudici presentano le creazioni del loro bar ristorante pasticceria…

 

 

 

 

 

 




Le Castagnole

Pubblicato il 27 feb 2019
Piatti, dolci e cocktail: ogni settimana i fratelli Giudici presentano le creazioni del loro bar/ristorante.
Pasticceri: Francesco Pomante, Marco Angelozzi, Mauro Giudici