Basket in carrozzina, Champions League: L’Amicacci manca l’impresa e saluta l’Europa

Madrid – La DECO Group Amicacci chiude con tre sconfitte su tre il Gruppo B dei quarti di finale di Champions League, giocato nel week-end al Pabellón Rey Felipe VI di Madrid. Non riesce l’impresa di strappare almeno un successo contro una delle migliori squadre europee e ottenere un pass per le finali continentali più prestigiose.

Il primo impegno del girone, nel pomeriggio di venerdì, mette di fronte i tedeschi del Lahn-Dill. La gara è intensa sin dai primi minuti con la squadra abruzzese che reagisce a un primo tentativo di fuga dei tedeschi affidandosi alle giocate di Marchionni (21-11). Nel secondo quarto grazie alla pressione difensiva la squadra di coach Accorsi trova il pareggio, sospinta da Miceli, Mena e Macek (30-30). I tedeschi però grazie al talento di Brian Bell, vecchia conoscenza del campionato italiano, vanno all’intervallo avanti (37-34). Il terzo periodo vede il polacco Andrzej Macek tenere in scia gli abruzzesi (46-44) ma il Lahn-Dill cambia marcia con l’americano Michael Paye che sale in cattedra sia in fase realizzativa che come assistman. L’Amicacci fatica a resistere e vede gli avversari aumentare il margine di vantaggio in vista dell’ultima pausa (61-50). Nel quarto di chiusura il margine in favore dei tedeschi non scende più sotto la doppia cifra (87-72).

L’Amicacci torna sul parquet sabato sera contro i padroni di casa del CD Ilunion. Dopo una partenza incoraggiante i madrileni si portano a condurre ma il primo periodo si chiude con la squadra abruzzese ancora in vantaggio (13-12). Si riprende con un Galliano Marchionni scatenato con giocate personali e al servizio di Morteza Gharibloo pronto a sfruttare gli assist del compagno (24-18). La squadra spagnola però diventa pericolosa sottocanestro dove vanno più volte a segno i gemelli Zarzuela e porta la gara in equilibrio (34-33). Il secondo tempo si apre all’insegna dell’agonismo con gli spagnoli che alzano il livello della difesa e piazza il parziale lanciato dall’australiano Bill Latham (36-47). Nel finale di quarto l’Amicacci non molla cercando di contrastare la fisicità degli avversari con i soliti Marchionni e Macek (47-56). I due giocatori dell’Amicacci nell’ultimo periodo sono gli ultimi ad arrendersi alle giocate dell’americano Terry Bywater (70-80).

Alla squadra di coach Accorsi non resta che giocarsi domenica mattina il terzo posto nel girone contro il Bilbao che vale l’accesso alla fase finale dell’Euroleague 1, secondo trofeo continentale per importanza. Primo quarto a favore di dei baschi che si affidano all’americano Joshua Turek per portarsi a condurre (12-21). Nel secondo periodo Bilbao non perde colpi e va in doppia cifra di vantaggio guidata da Asier Garcia ma l’ultimo minuto del primo tempo vede un clamoroso parziale dell’Amicacci sull’asse Mena-Gharibloo (36-40). La ripresa si apre con la squadra abruzzese che si affida ancora al doppio pivot e con una grande difesa arriva il sorpasso con il gioco da tre punti di Marchionni (47-45). Dopo il timeout però reagisce il Bilbao che si riprende il vantaggio prima dell’ultima pausa grazie a Turek e O’Neill, complice anche qualche imprecisione avversaria (47-54). L’Amicacci prova a riaprire i giochi all’inizio del quarto periodo ma un pizzico di sfortuna e i canestri dell’australiano Tom O’Neill regalano il successo al Bilbao (62-76).

La DECO Group Amicacci termina l’avventura europea con la soddisfazione di aver dato filo da torcere a compagini costruite per conquistare il titolo. Alle Final Four di Champions League accedono Ilunion e Lahn-Dill, insieme a Thuringia e Albacete, primatiste nel gruppo giocato nella città di Elxleben. La compagine giuliese torna con la testa alle competizioni nazionali: sabato 16 sarà impegnata in campionato in casa della Briantea84 Cantù mentre la settimana successiva volerà in Sardegna per le Final4 di Coppa Italia.

 

 




Sambenedettese – Vicenza 1 a 4. Samb in dieci, gli ospiti calano il poker!

SAN BENEDETTO DEL TRONTO, 2019-03-10 – Brutta prestazione dei rossoblù, che rimediano una sonora sconfitta contro una diretta rivale alla rincorsa playoff. Il 4-1 finale per il Vicenza è frutto soprattutto di ciò che accade al 31′, quando Signori, sulla linea di porta, respinge con la mano un colpo di testa degli ospiti: l’arbitro Cascone decreta il calcio di rigore e l’espulsione del centrocampista sambenedettese. Dal dischetto Giacomelli calcia di potenza, per Sala nulla da fare.
La Samb, nell’immediato, trova la forza di reagire e al 39′ pareggia con una bella incornata di Ilari su calcio d’angolo. Il gol permette di andare negli spogliatoi sul risultato di parità, ma nel secondo tempo cala il buio sul Riviera. La Samb inizia a pagare l’inferiorità numerica e fatica a tenere la spinta degli ospiti sulla sinistra. Al 54′ cross rasoterra di Giacomelli, Bianchi colpisce il pallone sporco e inganna Sala, è 2-1 Vicenza. La Samb prova a rispondere con colpo di testa fuori misura di Stanco su cross di Fissore al 63′. Al 66′, però, ancora il Vicenza in gol con il solito Bianchi che calcia al volo di destro e sigla il 3-1.
Gli uomini di Roselli non ne hanno più e a poco servono gli innesti di Russotto e Di Massimo che forse andavano inseriti prima. All’81’ c’è l’ennesima azione del Vicenza sulla sinistra, cross al centro per Bovo che dal limite batte ancora Sala.

 

 

Il Tempio del Tifo – Ph Alessandro Barbizzi

 

 

SAMB

Sala; Celjak, Miceli, Fissore; Rapisarda, Ilari (68′ Russotto), Gelonese (85′ Caccetta), Signori, D’Ignazio (38′ Rocchi); Stanco (85′ Bove), Calderini (68′ Di Massimo)

A disp. Pegorin, Rinaldi, Biondi, Cecchini

All. Roselli

 

 

VICENZA

Grandi; D. Bianchi, Pasini, Bizzotto, Stevanin; Zonta (74′ Bovo), Pontisso (74′ Cinelli), N. Bianchi (76′ Tronco); Curcio; Giacomelli (70′ Zarpellon), Guerra (70′ Maistrello)

A disp. Albertazzi, Pizzignacco, Bonetto, Gashi, Mantovani

All. Colella

 

 

Arbitro Mario Cascone Nocera Inferiore assistito da D. Meocci di Siena e F. Santi di Prato

Ammoniti: 47′ Calderini, 71′ Celjak, Stevanin

Espulsi: 32′ Signori

Marcatori: 32′ Giacomelli rig.; 40′ Ilari; 55′, 67′ N. Bianchi; 81′ Bovo

Corner: 4 a 6

Rec: 2 + 3 min.

 

 

Serie C Girone B 2018-19 Risultati 30a G

SUDTIROL
GIANA ERMINIO 1:2
ALBINOLEFFE
TERAMO 1:2
FERMANA
RIMINI 1:0
IMOLESE
RENATE 1:1
MONZA
VIS PESARO 1:1
RAVENNA
FANO 3:0
SAMB
L.R. VICENZA 1:4
VIRTUS VERONA
FERALPISALò 2:1
TRIESTINA
PORDENONE 1:2
GUBBIO
TERNANA -:-

 

 

 

 

FotoCronaca
Copyright www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

 

Serie C Girone B 2018-19 Classifica 30a G

 

G

P.ti

V

N

P

Reti F/A

PORDENONE

30

61

17

10

3

43:25

TRIESTINA

30

52

14

10

6

43:26

FERALPISALò

31

51

14

9

8

40:31

IMOLESE

30

47

11

14

5

36:24

MONZA

30

47

12

11

7

30:26

SUDTIROL

30

46

11

13

6

36:23

RAVENNA

30

45

12

9

9

33:32

FERMANA

29

42

12

6

11

18:22

L.R. VICENZA

30

40

9

13

8

35:30

SAMB

30

39

8

15

7

27:26

VIS PESARO

30

35

8

11

11

24:24

TERNANA

28

34

8

10

10

32:30

TERAMO

31

34

8

10

13

29:37

GUBBIO

29

33

7

12

10

25:31

RENATE

30

32

7

11

12

20:27

RIMINI

30

32

7

11

12

24:35

ALBINOLEFFE

31

30

5

15

11

22:28

GIANA ERMINIO

30

30

5

15

10

27:39

FANO

30

29

6

11

13

14:27

VIRTUS VERONA

29

28

8

4

17

27:42

 

 

 

Serie C Girone B 2018-19 31a G

TERAMO
VIRTUS VERONA -:-
RENATE
ALBINOLEFFE -:-
VIS PESARO
SUDTIROL -:-
FANO
FERMANA -:-
FERALPISALò
SAMB -:-
GIANA ERMINIO
GUBBIO -:-
L.R. VICENZA
TRIESTINA -:-
RIMINI
RAVENNA -:-
TERNANA
IMOLESE -:-
PORDENONE
MONZA -:-

 




PallaMmano, Hc Monteprandone cade al Colle Gioioso

MONTEPRANDONE – Alla penultima curva cade il fortino del Colle Gioioso, preso a picconate dal Cus Ancona. L’HC Monteprandone inciampa per la prima volta in stagione davanti al proprio pubblico e si fa scavalcare in classifica proprio dai dorici.

Dolorosa, anzi dolorosissima la battuta d’arresto dei blu, che per il derby della 18esima giornata recuperano Cani e schierano comunque l’anconetano Giambartolomei, acciaccato (e in porta per 47 minuti, poi rimpiazzato da Alessandro Di Girolamo). Tutto inutile: Monteprandone è costretta a ingoiare il primo dispiacere casalingo dopo una striscia interna di 8 vittorie e un pareggio e dopo un primo tempo concluso sul 9-8. Ma la ripresa è da buttare: attacco spuntato e difesa meno tosta rispetto al lato A della sfida, quando nonostante l’avvio super degli ospiti (subito 0-2, poi 2-4), senza Principi e Cardile e guidati dal coach in seconda, Francesco Faccani, l’HC riesce a pareggiare e quindi a mettere la freccia Pantaleo, su palla recuperata da capitan Coccia. È il 7-6 al 26’10’’, con il gol a fil di sirena del Cus Ancona che fisserà il risultato sul 9-8 all’intervallo.

Dopo il riposo i dorici scoprono un Feroce di nome e di fatto (6 reti totali: 5 al rientro dagli spogliatoi), mentre l’Handball Club trova il primo gol dopo quasi 10 minuti, sfruttando i 2 minuti di sospensione inflitti a De Grandis per un fallo su Pantaleo. Da quell’11-12 termina, in sostanza, la partita di Monteprandone, che incassa un mega-break di 3-9 (parziale, 14-21) e non riesce più a reagire. Finale, 18-24.

Coach Andrea Vultaggio è arrabbiato: “Abbiamo giocato male. Siamo stati disattenti e a tratti presuntuosi. Il Cus Ancona ha meritato. Adesso cercheremo di chiudere la stagione al meglio, giocando al massimo delle nostre possibilità le quattro partite che restano (tre in trasferta, una al Colle Gioioso)”. 

HC Monteprandone-Cus Ancona 18-24

MONTEPRANDONE: A. Di Girolamo, Di Pietropaolo, Pantaleo 7, Campanelli 2, Parente 1, P. Funari 3, Coccia 2, Carlini 2, Salladini, Khouaja, F. Funari, Cani 1, Curzi. All.: Vultaggio.

CUS ANCONA: V. Guidotti, Bastari, Tamblè 1, De Feo 1, Maestri 1, Spegne 3, Feroce 6, Giordani, Monaci, Biondi 1, Marinelli, Li, Luciarini 5, De Grandis 6. All.: Faccani.

Arbitri: Di Stefano e Cimini.

NOTA: parziale primo tempo, 9-8.

 




Il campione paralimpico Giorgio Farroni nelle scuole di Corridonia

Incontro con Giorgio Farroni in attesa della Coppa del Mondo

Corridonia – Il campione del mondo di ciclismo paralimpico Giorgio Farroni nei prossimi giorni sarà ospite delle scuole di Corridonia. Da tempo il Comitato Organizzativo della Coppa del Mondo, l’evento dell’anno che si svolgerà dal 7 al 12 maggio, lavora per tale iniziativa: l’Istituto Comprensivo Lanzi e l’Istituto Comprensivo Manzoni insieme all’Ipsia F. Corridoni sono entusiasti di accogliere questo grande atleta, che ha già collezionato un notevole e ricco palmares. L’atleta di Fabriano si è distinto nel 2012 vincendo la Tappa di Coppa del Mondo di Roma, aggiudicandosi la medaglia d’oro sia nella gara su strada che nella crono e, qualche mese dopo, alle Paralimpiadi di Londra conquista un argento su strada, reduce già da un bronzo a Pechino 2008. Un palmares che inoltre si impreziosisce dai numerosi titoli italiani conquistati. Saranno gli studenti a chiedere al campione stesso le sue imprese, aprendo un racconto aperto sulla sua vita, sui suoi risultati ottenuti, ma anche sugli sforzi quotidiani che tali successi necessitano quotidianamente.

L’Amministrazione, l’associazione sportiva Club Corridonia e l’ASD Giubileo con questa iniziativa, ancora una volta intendono maggiormente sottolineare, in preparazione dell’evento sportivo, anche l’aspetto etico-sociale della manifestazione che animerà l’intera città di Corridonia, in vista dello spettacolo internazionale che prevede la partecipazione di ben 38 nazioni da tutto il mondo. Infatti questo incontro si inserisce in una prospettiva più ampia di comunicazione e interazione tra le numerose riflessioni e i ricchi contenuti che i risultati, nello sport come nella vita, portano con sé, in relazione alle tematiche sulla disabilità. Entusiasta anche Fiorenzo Pettinari, coordinatore per le attività scolastiche del progetto “scuole” della Coppa del Mondo: “È un percorso che, grazie alla collaborazione dei docenti, ha avuto un’intensa preparazione insieme ai ragazzi durante questi mesi: attraverso attività specifiche, come letture di testi o visioni di film, abbiamo voluto sensibilizzare e introdurre questo incontro”. Un percorso quindi, quello tra il comitato organizzativo e le scuole, che andrà consolidandosi in tutto il periodo di preparazione e di organizzazione della Coppa del Mondo.




Samb – Vicenza, i convocati da Roselli

San Benedetto del Tronto, 2019-03-09 – I convocati da Roselli per la gara di domani ore 16:30 al Riviera delle Palme contro il Vicenza. Saranno circa 200 i tifosi ospiti.




Samb – Vicenza: arbitra Mario Cascone

San Benedetto del Tronto, 2019-03-09 – Sarà Mario Cascone di Salerno ad arbitrare Samb – Vicenza di domani ore 16:30 al Riviera delle Palme. I suoi assistenti saranno Davide Meocci di Siena e Francesco Santi di Prato.

Il Tempio del Tifo – Ph Alessandro Barbizzi

Le altre designazioni della 30a giornata (11a di Ritorno) nel girone B di serie C:

AlbinoLeffe-Teramo: Michele Di Cairano di Ariano Irpino (Valente-Campogrande).

Fermana-Rimini: Claudio Panettella di Bari (Pacifico-Trinchieri).

Gubbio-Ternana: Valerio Maranesi di Ciampino (Fontemurato-Salama).

Imolese-Renate: Stefano Lorenzin di Castelfranco Veneto (Torresan-Caso).

Monza-Vis Pesaro: Riccardo Annaloro di Collegno (Vono-Saccenti).

Ravenna-Fano: Alessio Clerico di Torino (Fraggetta-Miniutti).

SudTirol-Giana Erminio: Federico Longo di Paola (D’Elia-Bahri).

Triestina-Pordenone: Giovanni Ayroldi di Molfetta (Berti-Mariottini).

Virtus Verona-FeralpiSalò: Marco Acanfora di Castellammare di Stabia (Valletta-Nasti).

 




Simone Comini giavellotto record in Europa

Il ventenne ascolano si migliora di oltre cinque metri in maglia azzurra a Samorin, in Slovacchia, con il primato marchigiano assoluto

Samorin – Una grande impresa del marchigiano Simone Comini in maglia azzurra. Nella Coppa Europa di lanci a Samorin, in Slovacchia, il ventenne dell’Asa Ascoli Piceno demolisce il record personale nel giavellotto di cinque metri abbondanti con una spallata da 73,79 alla terza prova, dopo essersi migliorato a 69,30 nel secondo tentativo. È il nuovo primato regionale assoluto, per battere il 72,58 realizzato nel 2004 dall’altro ascolano Daniele Baiocchi. Il giovane lanciatore, cresciuto sotto la guida tecnica del maestro dello sport Armando De Vincentis, interpreta al meglio la gara come aveva già fatto alla rassegna tricolore di Lucca in cui aveva vinto con 68,40. Dall’inizio della stagione sono quindi oltre sette i metri di progresso rispetto al precedente personale di 66,62 nel 2016. Adesso è il settimo italiano di sempre tra le promesse e torna alla ribalta che aveva già conosciuto da allievo nel 2015, quando aveva raggiunto la finale mondiale di categoria e sfiorato la migliore prestazione nazionale di categoria lanciando a 74,71 con l’attrezzo under 18 da 700 grammi. Alla fine si piazza al sesto posto nella gara under 23 del trofeo continentale, alla seconda maglia azzurra in una settimana dopo quella indossata nell’incontro internazionale di Ancona con la Francia dello scorso weekend.

RISULTATI: https://results.onlinesystem.cz/ResultsAthletic/Index?idK=36398%C2%A0

LINK ALLA FOTO (autore Fabbri/FIDAL Marche)
Simone Comini: http://www.fidal.it/upload/Marche/2019/Comini_ITAFRA2019.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




Basket, Serie C Gold: Samb Basket – Bartoli Mechanics Fossombrone 78 – 73

La Samb Basket supera la Bartoli Fossombrone al termine di una partita palpitante e la agguanta in classifica. Ortenzi miglior realizzatore (16 punti), Cesana miglior rimbalzista (10).

 

SAN BENEDETTO DEL TRONTO, 2019-03-09 – Una vittoria importante per i rossoblù che hanno la meglio su una diretta concorrente per la rincorsa playoff grazie ad una prestazione di squadra. Con capitan Bugionovo fuori per infortunio, la Samb vince grazie alla coesione del suo collettivo, rinforzato dagli innesti di gennaio, Di Eusanio, Catakovic e Fluellen, tutti eccellenti nella gara odierna.
Primo periodo combattuto, con il Fossombrone che gioca una partita maschia e la Samb che risponde con la sua concretezza e tenta l’allungo chiudendo il quarto avanti di sette punti (24-17).
Nel secondo periodo tre triple consecutive di Fluellen rischiano di tagliare le gambe agli ospiti, che hanno però la forza di reagire e di andare negli spogliatoi sotto di sei (46-40).Al rientro in campo il Fossombrone parte forte, mentre la Samb sembra avere il freno a mano tirato. Parziale di 6-0 per gli ospiti e partita sempre più in discussione. Fortunatamente sale in cattedra Di Eusanio, nonostante la strenua marcatura del play di Fossombrone Tadei, mentre Catakovic, Pebole e Cesana (quest’ultimo non al meglio) danno vigore alla difesa di coach Aniello. Il terzo quarto si chiude con la Samb avanti 62-55, mentre il quarto inizia nel segno del nervosismo e il primo canestro arriva dopo quasi tre minuti. Fossombrone si fa sotto a più riprese, soprattutto con i punti di De Angelis, Ravaioli e Cicconi, ma la Samb ha un Ortenzi in più: la guardia rossoblù indovina due bombe proprio nel momento in cui c’è più bisogno dei suoi punti e chiuderà come top scorer con 16 punti e con le ottime percentuali di 2 su 3 nel tiro da due (66%) e 4 su 7 nel tiro da tre (57%). Nei secondi finali, Fossombrone cerca disperatamente l’impresa mandando i giocatori di casa in lunetta, ma sia Catakovic che Fluellen sono freddissimi e i loro tiri liberi fanno esplodere il tifo del Palaspeca e consegnano la vittoria alla Samb con il punteggio di 78-73.
Con questa bella e importante vittoria i ragazzi di Aniello salgono a quota 24 in classifica (guidata dall’Unibasket Lanciano con 34 punti), agganciando Fossombrone e Matelica.

“Stavolta ci abbiamo creduto davvero, devo fare i complimenti ai miei ragazzi” afferma nel finale coach Aniello.

 

Samb Basket:

Ortenzi 16 punti; Pebole 14; Fluellen 12; Di Eusanio 10; Catakovic 9; Cesana 7; Roncarolo 5; Quercia 3; Correia 2; Quinzi; Carancini; Lucenti ne

All. Aniello

 

Bartoli Mechanics Fossombrone:

De Angelis 16 punti; Tadei 13; Cicconi Massi 12; Ravaioli 11; Beligni 8; Osmatescu 7; Clementi 6; Cicconi; Diouf; Nobilini; Santi ne; Federici ne

All. Giordani

 

 

 

Parziali: 24-17, 22-23, 16-15, 16-18
Progressivi: 24-17, 46-40, 62-55, 78-73

Arbitri: Servillo – Antimiani

Uscito per 5 falli: Tadei

 

 




Le Marche per il Cross tricolore 2019

Nella rassegna nazionale di corsa campestre, a Venaria Reale (Torino), attesi 87 atleti marchigiani con 20 cadetti

Sabato 9 e domenica 10 marzo si assegnano sui prati di Venaria Reale, alle porte di Torino, le maglie tricolori nei Campionati italiani individuali e per società di corsa campestre. Durante le due giornate della Festa del Cross, al parco La Mandria, saranno in palio 14 titoli nazionali individuali, 8 per società (combinata, assoluto, juniores, allievi), 3 per regioni cadetti (maschile, femminile e combinata), con il prologo delle staffette (assolute e master). Al via 87 atleti delle Marche e fra questi sono annunciati i cadetti (under 16) della rappresentativa regionale. Nella campestre maschile dedicata agli under 16, sulla distanza di 3 chilometri, convocati Musawir Ali (Atl. Avis Macerata), Daniele Gagliardi (Mezzofondo Club Ascoli), Samuele Libero Marino (Atl. Avis Macerata), Imad Nabiti (Atl. Elpidiense Avis Aido), Leonardo Storani (Atl. Avis Macerata). Le cadette selezionate per la gara sui 2 chilometri sono invece Virginia Bancolini (Sef Stamura Ancona), Eva Luna Falcioni (Sef Stamura Ancona), Serena Frolli (Atl. Osimo), Asia Mascetti (Asa Ascoli Piceno), Marica Melatini (Atl. Ama Civitanova). In chiave individuale, iscritti fra gli altri i campioni regionali assoluti Alberto Mosca (Atl. Potenza Picena) e Ilaria Sabbatini, pesarese dell’Atletica Avis Macerata), quindi i vincitori dei titoli marchigiani under 23 Gianmarco Cecchini (Atl. Fabriano) e Samira Amadel (Atl. Avis Macerata), con quest’ultima che sarà impegnata nel cross corto di 3 chilometri.ATLETI MARCHIGIANI ISCRITTI
Seniores-promesse maschile (10 km): Gianmarco Cecchini (Atl. Fabriano); Luigi Del Buono, Stefano Massimi, Mirco Micheletti, Leonardo Uberti (Sef Stamura Ancona); Luca Boccoli, Andrea Grelloni, Eduardo Romero, Battista Vennera, Francesco Viti (Cus Camerino); Michele Belluschi, Marco Campetti, Philemon Kipchumba, Mauro Marselletti, Giovanni Moretti (Atl. Recanati); Marco Bianchi, Andrea Falasca Zamponi, Joash Kipruto Koech, Antonello Landi, Alberto Mosca (Atl. Potenza Picena)
Cross corto seniores-promesse maschile (3 km): Giacomo Nalli (Cus Camerino); Nicola Calcabrini, Daniele Luciani (Atl. Recanati)
Juniores maschile (8 km): Andrea Burchiani, Francesco Itto, Riccardo Natalini (Sef Stamura Ancona); Leonardo Salvucci (Atl. Amatori Osimo); Giacomo Fedeli (Cus Camerino); Mamadou Barkinden Diallo, Nicholas Gironelli, Antonino Giacomo Marino, Andrea Virgili (Atl. Avis Macerata); Riccardo Fasano (Atl. Recanati)
Allievi (5 km): Thomas Berettoni, Giacomo Lorenzini, Andrea Mingarelli (Atl. Fabriano); Tommaso Ajello, Paolo Degli Esposti, Francesco Doga, Sofian El Kheir (Sef Stamura Ancona); Leo Splendiani (Collection Atl. Sambenedettese); Pietro Rubini, Federico Vitali (Atl. Avis Macerata)
Cadetti (3 km): Musawir Ali (Atl. Avis Macerata), Daniele Gagliardi (Mezzofondo Club Ascoli), Samuele Libero Marino (Atl. Avis Macerata), Imad Nabiti (Atl. Elpidiense Avis Aido), Leonardo Storani (Atl. Avis Macerata)
Presenti a titolo individuale: Alessandro Cerniglia (Sef Stamura Ancona), Marco Pallotta (Atl. Avis Macerata), Simone Pigliapoco (Sef Stamura Ancona), Jacopo Prencipe (Atl. Ama Civitanova), Jacopo Sanginesi (Atl. Civitanova)

Seniores-promesse femminile (8 km): Gloria Arena, Federica Masini, Denise Tappatà (Sef Stamura Ancona); Ilaria Sabbatini (Atl. Avis Macerata)
Cross corto seniores-promesse femminile (3 km): Samira Amadel (Atl. Avis Macerata)
Juniores femminile (6 km): Andree Fioretti (Sef Stamura Ancona); Giulia Caligiana, Chiara Cecchini, Ilaria Piottoli, Alice Principi (Atl. Avis Macerata)
Allieve (4 km): Elena Sofia D’Ascanio, Nora El Kheir, Arianna Malatesta, Agnese Rabinelli (Sef Stamura Ancona); Federica Conigli (Sport Atl. Fermo); Margherita Forconi (Atl. Avis Macerata); Veronica Faggioli (Atl. Ama Civitanova)
Cadette (2 km): Virginia Bancolini (Sef Stamura Ancona), Eva Luna Falcioni (Sef Stamura Ancona), Serena Frolli (Atl. Osimo), Asia Mascetti (Asa Ascoli Piceno), Marica Melatini (Atl. Ama Civitanova)
Presenti a titolo individuale: Maria Albanesi (Sef Stamura Ancona), Emma Baldoni (Atl. Avis Macerata), Fatimata Aurelie Kone (Offida Atletica), Gloria Mitillo (Sacen Corridonia), Alice Tarantini (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti)

Staffetta master maschile: Salvatore Palumbo, Pietro Pelusi, Gianni Gallucci, Luigi Del Buono (Sef Stamura Ancona)
Staffetta master femminile: Lucia Burini, Loredana Santoni, Diletta Sopranzetti, Denise Tappatà (Sef Stamura Ancona)

ISCRITTI E RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2019/COD7578/Index.htm

LINK ALLA FOTO 
Un momento della scorsa edizione (foto di Leonardo Sanna): http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Cadette_Gubbio2018.jpg

 

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




Quattro ori e un bronzo: al torneo provinciale l’Isc Sud si conferma scuola d’eccellenza per gli scacchi

San Benedetto del Tronto – Sabato 2 marzo 2019 si è tenuto il Torneo provinciale di scacchi nell’ambito dei Giochi Sportivi Studenteschi, al plesso Alfortville dell’Istituto Comprensivo ISC SUD.

Anche quest’anno, nonostante tante scuole partecipanti provenienti dal territorio provinciale, le squadre preparate dal prof. Fabrizio Urbanelli, che porta avanti il progetto ormai da oltre 15 anni,  coadiuvato dall’insegnante Caterina Capriotti, hanno conseguito, come di consueto, eccellenti risultati per la qualificazione al torneo regionale.

Infatti  hanno meritato coppa e medaglia d’oro le seguenti squadre: per la primaria la categoria femminile (Gioia Parisciani, Melissa Palestini, Elena Cipolloni, Cristina Bovara, Veronica Balestra, Chiara Costantini), mentre per la secondaria di I grado,  per la categoria ragazze (Morena Puglia, Elena Bastiani, Gioia Narcisi, Nicole Romani, Paola Schiavi), per la categoria ragazzi (Davide Bevini, Alessandro Salvi, Diego Marcelli, Alessio Quaglia, Alessandro Botticelli, Riccardo Lambertelli) e per la categoria cadetti (Davide Russo, Leonardo Romani, Alessandro Matricardi, Natan Di Matteo, Liam Stasio).
L’altra squadra dei cadetti (Chiara Luciani, Luigi Strozzieri, Michelangelo Murrone, Manuel Delli Figorilli, Federico Amante, Vincenzo Iorio) ha ottenuto la medaglia di bronzo.

Infine si è qualificata anche la squadra della primaria maschile (Yassine Youssofi, Giuseppe Spaccasassi, Thomas Tanzi, Ettore Costantini, Giovanni Paolo De Michele, Davide Buonamici).

Un ringraziamento sentito ai genitori, in particolare ad Albertina Roscioli, Nazario Salvi e Luciano Bevini per aver permesso l’organizzazione della manifestazione procurando coppe, medaglie e scacchiere, insieme al referente del circolo scacchistico prof. Stefano De Angelis ed al giudice federale Nazzareno Armandi.

Il progetto scacchi è inserito nel Pof dell’Istituto e dalle prime partecipazioni ai tornei scolastici studenteschi le squadre si sono sempre distinte per correttezza e qualità del gioco. Va ricordato che la squadra cadetti dell’anno scorso è arrivata seconda al torneo regionale ed ha quindi partecipato a quello nazionale: un buon viatico, nella speranza di poterci tornare anche quest’anno.