Emma Silvestri freccia tricolore ai campionati italiani

San Benedetto del Tronto, 2019-06-09 – Evidentemente era destino. Nel giorno del tripudio delle Frecce Tricolori che hanno incantato l’intero arenile rivierasco con le loro maestose performances aeree, a Rieti l’atleta più rappresentativa della nostra città Emma Silvestri si è tinta anch’essa di tricolore vincendo il titolo italiano juniores dei 400 metri ad ostacoli, un’altra affermazione che allunga la serie di titoli a livello nazionale.

E l’ha fatto da par suo, da autentica dominatrice, stracciando letteralmente tutte le sue avversarie, in una gara che non ha mai avuto storia, con l’argento europeo allieve della Collection Atletica Sambenedettese in testa sin dal primo metro e vittoriosa sul traguardo con 59”46, con ben sei metri di distacco sulla seconda Matilde Biella che ha chiuso in 1’00”55.

Silvestri Rieti 08/06/2019 Campionato italiano Juniores e Promesse- foto di Giancarlo Colombo/A.G.Giancarlo Colombo

Ed è stata una vittoria da record in quanto il crono dell’atleta allenata da Patrizia Bruni ed Anna Mancini stabilisce il nuovo primato regionale juniores, ritoccando di 19 centesimi il precedente record che apparteneva alla fermana Enrica Marziani stabilito nel 2008.

La Silvestri aveva agilmente vinto la sua batteria eliminatoria con 1’02”41, denotando un eccellente stato di forma poi espresso appieno nella finale durante la quale ha dettato legge, correndo con il terzo migliore tempo della sua carriera.

Adesso per Emma ci sarà l’appuntamento clou della stagione che sono i Campionati Europei juniores che si svolgeranno a Boras in Svezia dal 18 al 21 luglio, rassegna che vedrà in pista tutte le migliori atlete del continente ed in occasione della quale, ne siamo certi, indossare nuovamente la maglia azzurra per la Silvestri le darà una marcia in più per abbattere il fatidico muro dei 59 secondi e per giocarsi chances da podio.

Ad ogni modo a Rieti è sfrecciata una freccia tricolore, si chiama EMMA SILVESTRI !




A Daniele Ravaioli lo Slalom “Città di Ascoli Piceno”

Ascoli Piceno, 2019-06-09 – Il riminese Daniele Ravaioli su prototipo Giansoldati-Yamaha si è aggiudicato per il quarto anno consecutivo lo Slalom “Città di Ascoli Piceno”. Oltre sessanta sono stati i piloti che hanno preso parte all’ottima manifestazione automobilistica organizzata dal Gruppo Sportivo AC Ascoli Piceno e dall’Automobile Club Ascoli Piceno-Fermo, che con questa 18^ edizione diventa la gara slalom marchigiana più disputata. La splendida domenica di sole ha salutato un confronto per la classifica assoluta di alto livello, che si è giocata sulle tre manches in programma sul percorso dei 2900 metri, con il via dal pianoro di Colle San Marco, praticamente la prima parte del percorso della cronoscalata internazionale Coppa Paolino Teodori in calendario per fine mese. Da qualche stagione a questa parte le gare slalom sono diventate territorio di conquista per le agili monoposto a motore motociclistico. In virtù del miglior risultato nelle tre salite, dopo la la migliore prestazione è stata segnata dal pilota di casa Daniele Vellei, mentre nella seconda ha dato la stoccata decisiva Ravaioli, ed al secondo posto si è issato il frusinate Adriano Ricci penalizzato da noie al cambio nella salita di prova e da un ritiro nella prima manche. Nella terza è invece riuscito a salire sul terzo gradino del podio l’altro ascolano Andrea Vellei. I birilli hanno giocato un brutto scherzo al loretano Luca Filippetti che ha subito penalità sia nella prima che nella terza salita, mentre sulla seconda è incappato in un testacoda. Successi di gruppo per il teramano Fabrizio Caprioni (Renault Clio) nell’E1 Italia ottimo nono assoluto migliore delle vetture derivate dalla serie, per l’ascolano Angelo Gandini (Fiat X1/9 – gruppo E2SH), il potentino Nicola Nigro (Citroen Saxo – gruppo N), l’ascolano Massimo Di Ferdinando (Peugeot 106 – Racing Start Plus), il foggiano Paolo Carnevale (Fiat X1/9 – gruppo SS), il teramano Marco Centinaro (Honda Civic – gruppo A) e l’ascolano Roberto Zazzetta (Peugeot 106 – gruppo Racing Start).

Classifica assoluta: 1° Ravaioli (Giansoldati-Yamaha) p.137,73; 2° Ricci (Gloria-Suzuki) 139,44; 3° Vellei A. (Gloria-Kawasaki) 142,81; 4° Vellei D. (Gloria-Kawasaki) 143,11; 5° Filippetti (Luca’s Car-Suzuki) 146,36; 6° Gentili (Radical) 147,32; 7° Albertoni (Predator’s-Kawasaki) 147,98; 8° Forti (Radical) 155,01; 9° Caprioni (Renault Clio RS) 155,46; 10° Gandini An. (Fiat X1/9) 156,99.




Emma Silvestri tricolore , Le Marche sul podio a Rieti

L’ostacolista sambenedettese è d’oro nei 400 ostacoli juniores. Tante medaglie per gli atleti marchigiani.

Rieti, 2019-06-09 – Un’altra edizione di successo per le Marche, ai Campionati italiani juniores e promesse di Rieti. Nell’ultima giornata arriva l’acuto di Emma Silvestri, autentica dominatrice nei 400 ostacoli. All’esordio nella categoria under 20, l’argento europeo allieve detta subito legge in 59”46 con oltre un secondo di vantaggio sulle avversarie. Per la 18enne della Collection Atletica Sambenedettese, allenata da Anna Mancini e Patrizia Bruni, un’altra affermazione che allunga la serie di titoli a livello nazionale, dopo quello della scorsa stagione nella fascia di età inferiore. In tutto l’atletica marchigiana festeggia così quattro vittorie, nella manifestazione che ha visto sul gradino più alto del podio anche Giorgio Olivieri (Tam) con il record italiano under 20 del martello, Simone Barontini (Sef Stamura Ancona) sugli 800 promesse e Sara Zuccaro (Atl. Fabriano) nel martello juniores.
Il giavellottista Simone Comini (Asa Ascoli Piceno), campione invernale tra gli under 23, coglie il secondo posto nella rassegna estiva con 64.36. Sul podio anche Irene Rinaldi(Atl. Fabriano) che lancia a 12.50 nel peso juniores e finisce terza come Gabriele Rossi Sabatini (Team Atl. Marche) nel disco promesse con 50.06. Sui 200 metri buon test della quattrocentista Elisabetta Vandi (Fiamme Oro), pesarese cresciuta nell’Atletica Avis Macerata, che arriva seconda nella gara juniores con 24”20 (+0.6) in finale, dopo essere scesa a 23”97 (+1.0) in batteria. La maceratese Elisabetta Bray, in gara per il Cus Torino, è terza nei 10.000 di marcia promesse con 51’54”40. Podio sfiorato invece da Ilaria Piottoli (Atl. Avis Macerata), che porta il nuovo record regionale assoluto a 10’59”73 e chiude quarta. Brillanti piazzamenti anche per Orges Hazisllari (Asa Ascoli Piceno) nel martello juniores e Nicola Cesca (Atl. Avis Macerata) sui 110 ostacoli promesse, entrambi quinti, mentre Davide Caputo (Asa Ascoli Piceno) riesce a centrare la sesta posizione nel martello promesse.
RISULTATI
1. Giorgio Olivieri (Team Atl. Marche) martello juniores 79.23 finale, 74.85 qual.
1. Simone Barontini (Sef Stamura Ancona) 800 promesse 1’47”90 finale, 1’51”84 batt.
1. Emma Silvestri (Collection Atl. Sambenedettese) 59”46 finale, 1’02”41 batt.
1. Sara Zuccaro (Atl. Fabriano) martello juniores 55.50 finale, 50.71 qual.
2. Simone Comini (Asa Ascoli Piceno) giavellotto promesse 64.36
3. Irene Rinaldi (Atl. Fabriano) peso juniores 12.50 finale, 12.16 qual.
3. Gabriele Rossi Sabatini (Team Atl. Marche) disco promesse 50.06
4. Ilaria Piottoli (Atl. Avis Macerata) 3000 siepi juniores 10’59”73
5. Orges Hazisllari (Asa Ascoli Piceno) martello juniores 57.57 finale, 55.57 qual.
5. Nicola Cesca (Atl. Avis Macerata) 110 ostacoli promesse 14”44 (+0.6) finale, 14”48 (+1.1) semifinale, 14”93 (+0.6) batt.
6. Davide Caputo (Asa Ascoli Piceno) martello promesse 54.11
7. Fabio Yebarth (Sport Atl. Fermo) 100 juniores 10”90 (-0.7) finale, 10”92 (+0.8) semifinale, 10”93 (+1.7) batt.
7. Valerio De Angelis (Asa Ascoli Piceno) triplo juniores 14.44 (+0.5) finale, 14.29 (-0.1) qual.
7. Emiliano Rogliani (Atl. Avis Macerata) 57.24 finale, 52.64 qual.
8. Fabio Yebarth (Sport Atl. Fermo) 200 juniores 22”40 (-0.2) finale, 22”02 (+1.1) batt.
8. Alessandro Moscardi (Sef Stamura Ancona) 400 juniores 50”36 finale, 49”48 batt.
8. Martina Ruggeri (Atl. Fabriano) lungo juniores 5.62 (-1.9) finale, 5.65 (+1.2) qual.
8. Nicola Calcabrini (Atl. Recanati) 800 promesse 1’53”63 finale, 1’53”01 batt.
8. Mirco Capponi (Asa Ascoli Piceno) peso promesse 13.95
8. Leonardo Viozzi (Asa Ascoli Piceno) martello promesse 51.00
8. Cristian Teasa (Team Atl. Marche) giavellotto promesse 56.24
9. Edoardo Giommarini (Team Atl. Marche) asta juniores 4.40 finale, 4.40 qual.
9. Mirco Capponi (Asa Ascoli Piceno) disco promesse 40.76
10. Mamadou Barkinden Diallo (Atl. Avis Macerata) 3000 siepi juniores 9’40”24
10. Mara Marcic (Atl. Avis Macerata) alto juniores 1.60 finale, 1.60 qual.
10. Anastasia Giulioni (Atl. Avis Macerata) marcia 10.000 juniores 57’20”83
10. Sofia Colaiocco, Marica Gigli, Benedetta Boriani, Sofia Scorcelletti (Sef Stamura Ancona) 4×100 juniores 49”01
11. Ronaldo Mancinelli (Asa Ascoli Piceno) martello juniores 52.14 finale, 53.27 qual.
11. Alessandro Renzi, Andrea Minnucci, Mattia Mecozzi, Fabio Yebarth (Sport Atl. Fermo) 4×100 juniores 44”17
11. Letizia Lare Lantone (Atl. Avis Macerata) 400 juniores 58”24
11. Jacopo Tasso (Atl. Avis Macerata) lungo promesse 6.83 (-0.8)
13. Alessandro Moscardi (Sef Stamura Ancona) 200 juniores 22”23 (+1.2)
13. Leonardo Burroni (Sef Stamura Ancona) giavellotto juniores 49.29
13. Giulia Gasperoni, Federica Bonprezzi, Benedetta Marziali, Sofia Paniccia (Sport Atl. Fermo) 4×100 juniores 50”70
14. Benedetta Boriani (Sef Stamura Ancona) 100 juniores 12”33 (-0.2) semifinale, 12”21 (+1.7) batt.
14. Benedetta Boriani (Sef Stamura Ancona)
14. Sofia Baffetti (Atl. Fabriano) marcia 10.000 juniores 1h01’42”49
15. Ion Frunze, Matteo Bernocchi, Leonardo Saracini, Andrea Sergio Recchi (Atl. Ama Civitanova) 4×100 juniores 44”64
15. Federica Rosi (Atl. Avis Macerata) disco promesse 33.35
16. Riccardo Stagnaro (Atl. Avis Macerata) giavellotto juniores 49.00
16. Gaia Ruggeri (Atl. Fabriano) giavellotto juniores 38.16
17. Alessio Brutti, Alessandro Moscardi, Dimitri Linternari, Niccolò Giacomini (Sef Stamura Ancona) 4×100 juniores 45”06
17. Maria Giulia Firmani (Sef Stamura Ancona) 800 juniores 2’21”24
19. Mamadou Barkinden Diallo (Atl. Avis Macerata) 5000 juniores 15’41”76
20. Michele Pasquinelli (Sef Stamura Ancona) alto juniores 1.85
20. Allegra Albertini (Asa Ascoli Piceno) triplo juniores 11.33 (0.0)
21. Federico Agostini (Asa Ascoli Piceno) 110 ostacoli juniores 15”17 (-0.4)
21. Alessio Floridi (Atl. Avis Macerata) giavellotto promesse 50.43
22. Debora Baldinelli (Team Atl. Marche) 800 promesse 2’19”95
23. Francesco Itto (Sef Stamura Ancona) 5000 juniores 15’46”03
23. Giulia Gasperoni (Sport Atl. Fermo) triplo juniores 11”06 (+0.4)
23. Greta Luchetti (Team Atl. Marche) 400 ostacoli promesse 1’08”94
25. Marica Gigli (Sef Stamura Ancona) 100 juniores 12”49 (+0.2)
25. Valerio De Angelis (Asa Ascoli Piceno) lungo juniores 6.56 (+4.1)
25. Samira Amadel (Atl. Avis Macerata) 800 promesse 2’24”73
27. Sofia Paniccia (Sport Atl. Fermo) 100 juniores 12”73 (+0.6)
n.c. Irene Rinaldi (Atl. Fabriano) disco juniores finale, 40.08 qual.
squal. Camilla Gatti (Atl. Fabriano) marcia 10.000 juniores
n.p. Martina Aliventi (Collection Atl. Sambenedettese) 100 ostacoli promesse

2. Elisabetta Vandi (Fiamme Oro) 200 juniores 24”20 (+0.6) finale, 23”97 (+1.0) batt.
3. Elisabetta Bray (Cus Torino) marcia 10.000 promesse 51’54”40
5. Giulia Miconi (Self Atl. Montanari & Gruzza) marcia 10.000 juniores 54’58”57
8. Nikita Lanciotti (Romatletica Footworks) asta promesse 3.60
10. Loris Manojlovic (Pol. Università Foro Italico) 110 ostacoli promesse 14”91 (+1.1) semifinale, 15”03 (+0.6) batt.
16. Lucia Pettinari (Atl. Arcs Cus Perugia) disco promesse 33.06
18. Sokhona Kebe (Cus Parma) 100 promesse 12”47 (+0.1) semifinale, 12”43 (+2.2) batt.
24. Sokhona Kebe (Cus Parma) 200 promesse 25”99 (-0.5)

RISULTATI COMPLETI: http://www.fidal.it/risultati/2019/COD7604/Index.htm

ELEONORA VANDI, CHE PROGRESSO NEGLI 800
A Rehlingen, in Germania, la 23enne pesarese dell’Atletica Avis Macerata toglie oltre due secondi al record regionale assoluto e avvicina lo standard per i Mondiali di Doha.

Ottima prestazione negli 800 metri per Eleonora Vandi2:00.88 a Rehlingen, in Germania, con oltre due secondi di miglioramento sul record regionale assoluto, per diventare l’ottava italiana di sempre su questa distanza, non lontana dallo standard per i Mondiali di Doha (2:00.60). È un nuovo balzo in avanti per la 23enne pesarese dell’Atletica Avis Macerata che era scesa a 2:02.89 due settimane fa nel meeting belga di Oordegem. Il tempo di oggi certifica il salto di qualità: un crono decisamente interessante e il secondo posto nella prova vinta dalla tedesca Katharina Trost in 2:00.74. Terza lo scorso anno agli Assoluti di Pescara, doppia figlia d’arte degli ex azzurri Luca Vandi e Valeria Fontan, e sorella maggiore della primatista italiana juniores dei 400 metri Elisabetta Vandi, la mezzofondista seguita dal tecnico Faouzi Lahbi si avvicina con autorevolezza al muro dei due minuti e firma il miglior risultato azzurro delle ultime due stagioni, dal 2:00.17 di Yusneysi Santiusti del luglio 2017.
VANDI: “TANTA FIDUCIA DAL MIO COACH” – “Sono abbastanza sorpresa, puntavo sicuramente a fare meno di 2:02 però non pensavo così tanto – il commento di Eleonora Vandi -. Devo tutto al mio allenatore perché lui ci ha creduto davvero e mi ha trasmesso sicurezza e fiducia, come ha fatto anche con mia sorella Elisabetta. Finalmente è un anno senza infortuni o acciacchi vari, a differenza delle stagioni precedenti, e penso che si possa fare ancora meglio: oggi la ‘lepre’ è passata in 57.7 e io sui 58 secondi, magari fossi passata un pelino più piano avrei potuto chiudere meglio. Ci riproverò già dal prossimo weekend nella Finale Argento dei Societari Assoluti a Imola. I Mondiali? Sono sempre stati un bel sogno, ma adesso stanno diventando un obiettivo. Oltre all’atletica, per la quale nel settembre 2015 mi sono trasferita a Mogliano Veneto dove vive il mio coach, vorrei continuare anche gli studi, dopo la laurea triennale a Venezia in conservazione e gestione dei beni culturali”.

RISULTATI: https://laportal.net/Competitions/CurrentList/129014/1957

LINK ALLE FOTO (autore Giancarlo Colombo/FIDAL)
Emma Silvestri:
http://www.fidal.it/upload/gallery/2019/Rieti2019-Campionato-italiano-Juniores-e-Promesse-3-giornata/rieti_C_JunPromesse547.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2019/Rieti2019-Campionato-italiano-Juniores-e-Promesse-3-giornata/rieti_C_JunPromesse548.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2019/Rieti2019-Campionato-italiano-Juniores-e-Promesse-3-giornata/rieti_C_JunPromesse549.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2019/Rieti2019-Campionato-italiano-Juniores-e-Promesse-3-giornata/rieti_C_JunPromesse713.jpg

Simone Barontini:
http://www.fidal.it/upload/gallery/2019/Rieti2019-Campionato-italiano-Juniores-e-Promesse-2-giornata/rieti_C_JunPromesse381.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2019/Rieti2019-Campionato-italiano-Juniores-e-Promesse-2-giornata/rieti_C_JunPromesse383.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2019/Rieti2019-Campionato-italiano-Juniores-e-Promesse-2-giornata/rieti_C_JunPromesse384.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2019/Rieti2019-Campionato-italiano-Juniores-e-Promesse/rieti_C_JunPromesse106.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2019/Rieti2019-Campionato-italiano-Juniores-e-Promesse/rieti_C_JunPromesse107.jpg

Sara Zuccaro:
http://www.fidal.it/upload/gallery/2019/Rieti2019-Campionato-italiano-Juniores-e-Promesse-2-giornata/rieti_C_JunPromesse253.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2019/Rieti2019-Campionato-italiano-Juniores-e-Promesse-2-giornata/rieti_C_JunPromesse254.jpg

Valerio De Angelis:
http://www.fidal.it/upload/gallery/2019/Rieti2019-Campionato-italiano-Juniores-e-Promesse-3-giornata/rieti_C_JunPromesse528.jpg

Eleonora Vandi:
http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Vandi_Eleonora.jpg

 

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




PallaMano, cena di fine stagione pe l’Hc Monteprandone: Giambartolomei saluta

MONTEPRANDONE – Un brindisi al campionato di serie B concluso al quinto posto ad aprile e un altro, ancora più sentito, per Cristiano Giambartolomei, il portiere classe 1970 che dopo aver regalato una fetta così della sua vita alla pallamano decide di smettere.

Cena di fine stagione per l’Handball Club Monteprandone: prima squadra e dirigenti si sono ritrovati al ristorante Dimora di Bacco di Monteprandone. Ospite d’eccezione il neo sindaco Sergio Loggi, da sempre vicino alla società dei fratelli Romandini. E proprio il presidente, Roberto, nel corso della serata ha ringraziato i ragazzi e tutti i collaboratori per il torneo terminato poco meno di due mesi fa. Menzione speciale per Cristiano Giambartolomei che, dopo un anno e mezzo a Monteprandone, lascia per motivi fisici.

Giambartolomei, che nel corso dell’ultima annata ha lavorato pure nel settore giovanile di Chiaravalle e fatto parte dello staff tecnico dell’Area 6 (Marche-Abruzzo), dice addio alla pallamano dopo avere dato il meglio con la sua Luciana Mosconi Ancona: dal 1999 tre promozioni consecutive (serie C, B e A2).




Atletica, tricolori juniores e promesse: tre ori per Le Marche

OLIVIERI RECORD 
Il lanciatore sangiorgese della Tam si migliora fino a 79,23. Nel martello juniores anche Zuccaro tricolore al femminile, sugli 800 un altro titolo per Barontini

Rieti – Tre splendide vittorie per le Marche nei Campionati italiani juniores e promesse, in corso di svolgimento a Rieti, con la perla di un record nazionale. Nel martello Giorgio Olivieri (Team Atletica Marche) continua a migliorare il suo primato italiano under 20 con 79,23 e un progresso di quasi due metri in una serie fantastica, segnata da tre lanci sopra il precedente limite nazionale (79,23, 78,99 e 78,06) che aveva sgretolato sette giorni fa ad Halle (77,43). Il 18enne di Porto San Giorgio allenato da Alfio Petrelli e dal papà ex giavellottista Luigi, con la consulenza di Nicola Silvaggi per la programmazione, fa volare l’attrezzo da 6 kg alla seconda prestazione europea e mondiale dell’anno (meglio soltanto il greco Christos Frantzeskakis, 81,62) quando manca poco più di un mese alla rassegna continentale U20 di Boras (18-21 luglio). Ma prima c’è la maturità al liceo scientifico sportivo. “Mi tengo gli 80 metri per gli Europei – sorride Olivieri – dove spero di migliorare il mio andamento nelle gare importanti. Sicuramente ho incrementato la media e sono riuscito anche a piazzare un bel primo lancio a 74,84, che è sempre importante nelle qualificazioni degli eventi internazionali. Una settimana fa non lo avevo dedicato a mia sorella Matilde per il suo compleanno, ma lo faccio stavolta!”.Marche anche tra le donne nel martello juniores. Al primo anno di categoria Sara Zuccaro(Atl. Fabriano) si laurea campionessa italiana. La finalista europea allieve di Gyor 2018 cresce di oltre due metri fino a 55,50 con quattro lanci al di là del suo precedente primato personale di 53,46 e respinge l’assalto finale della friulana Isabella Martinis che prova a insidiarla all’ultimo turno con 54,04. Per l’atleta allenata da Giuseppe “Pino” Gagliardi un’altra grande soddisfazione, dopo i titoli conquistati da cadetta e da allieva, dimostrando ancora una volta le sue qualità agonistiche.

Sugli 800 metri è ancora Simone Barontini a dettare legge. Il ventenne della Sef Stamura Ancona vince il suo primo tricolore nella categoria promesse con una condotta di gara autoritaria, sempre in testa a dettare il ritmo. Poi il bicampione italiano assoluto indoor allunga nel rettilineo finale e chiude in 1:47.90, per tenere a bada il tentativo di rientro del lombardo Leonardo Cuzzolin. Adesso il mezzofondista cresciuto sotto la guida di Fabrizio Dubbini, è sempre più proiettato verso gli Europei under 23 di Gavle (Svezia, 11-14 luglio).

RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2019/COD7604/Index.htm

LINK ALLE FOTO (autore Giancarlo Colombo/FIDAL)
Giorgio Olivieri:
http://www.fidal.it/upload/gallery/2019/Rieti2019-Campionato-italiano-Juniores-e-Promesse-2-giornata/rieti_C_JunPromesse209.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2019/Rieti2019-Campionato-italiano-Juniores-e-Promesse-2-giornata/rieti_C_JunPromesse211.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2019/Rieti2019-Campionato-italiano-Juniores-e-Promesse-2-giornata/rieti_C_JunPromesse212.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2019/Rieti2019-Campionato-italiano-Juniores-e-Promesse-2-giornata/rieti_C_JunPromesse214.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2019/Rieti2019-Campionato-italiano-Juniores-e-Promesse-2-giornata/rieti_C_JunPromesse215.jpg

LINK ALLE FOTO DI ARCHIVIO
Sara Zuccaro: http://www.fidal.it/upload/images/2017_varie/Zuccaro_Sara.jpg
Simone Barontini: http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Barontini_Agropoli2018.jpg

 

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




Successo per la Coppa Marche di danza sportiva caraibica al PalaSpeca

San Benedetto del Tronto ha fatto il pieno di ballo. 1800 ballerini provenienti da tutta Italia, infatti, si sono dati battaglia sul parquet del palazzetto dello sport “Bernardo Speca” per l’edizione 2019 della Coppa Marche di danza sportiva caraibica, splendidamente organizzata dal comitato regionale delle Marche della Federazione Italiana Danza Sportiva (Fids), presieduto da Renato Camilli. Oltre novecento coppie, suddivise in categorie che andavano dai 6 anni agli Over 55, hanno affrontato un’estenuante due giorni di gare (sono state in totale ventitrè le ore di ballo) nei diversi stili previsti dal programma tecnico, coadiuvati dall’eccellente lavoro di giudici, commissari di pista e dei direttori di gara. A miscelare la musica che ha fatto da colonna sonora alla competizione il Dj federale Claudio Redenti, che si è messo in luce per la sua indiscutibile maestria. Sugli spalti, nelle due giornate, oltre mille spettatori paganti che hanno fatto da cornice a una gara che assegnava punti doppi per la qualificazione al campionato italiano di danza sportiva caraibica che si terrà a Rimini dal 4 luglio per oltre quindici giorni. La danza sportiva, quindi, ha dato un bell’apporto alla bilancia turistica cittadina che, grazie anche all’amministrazione comunale che ha gentilmente offerto l’utilizzo del palazzetto cittadino, ha potuto contare su un movimento di circa tremila persone, dislocate nelle varie strutture ricettive sambenedettesi e dell’hinterland. Alle premiazioni hanno partecipato il presidente regionale Renato Camilli, il segretario Luciano De Angelis e l’assessore comunale allo sport Pierluigi Tassotti, al quale è stato rivolto un caldo invito ad adoperarsi per far sì che anche il prossimo anno San Benedetto possa ospitare questa importante e partecipata competizione di danza sportiva caraibica.




Si corre per il Trofeo Avis Spinetoli Pagliare

Spinetoli Pagliare, 2019-06-07 – Sarà un weekend tutto dedicato alla corsa. Domani e domenica è infatti in programma il  TROFEO AVIS SPINETOLI PAGLIARE giunto alla sua 17^ edizione. Un trofeo organizzato dal Gruppo Podistico Avis Spinetoli Pagliare. La manifestazione podistica, che normalmente vede la presenza di circa 1000 partecipanti tra agonisti e non agonisti, crea un grande movimento sportivo con diversi obiettivi otre allo sport: la socialità, la promozione della donazione di sangue, l’aspetto salutistico e l’aggregazione.

La manifestazione sotto l’egida Fidal Uisp, è patrocinata dal Coni, dal Comune di Spinetoli, dall’Istituto Europeo di Spinetoli e da quest’anno anche dal Panathlon Club di Ascoli Piceno. Il sodalizio presieduto da Francesco Silvi si è detto onorato di esserci in eventi così importanti che rispecchiano le caratteristiche del Fairplay e dello Sport per tutti tipiche del Panathlon Club International. Il tutto supportato dall’Avis Spinetoli Pagliare.

 Il trofeo prevede la partenza dal palazzetto dello sport di Pagliare del Tronto e si svolgerà in due manifestazioni distinte: domani, sabato 8 giugno, con la BABY RUN riservata ai giovani con partenza alle ore 17; domenica 9 giugno invece ci sarà la gara per gli adulti con partenza alle ore 9. Alla fine ci sarà un ricco ristoro a base di dolci ma anche con il ‘Riso Party’ e panini con porchetta per il piacere di stare insieme.

La manifestazione è valida come 3^ prova C.d.s. e Gran Prix Fidal, inoltre anche come Criterium Piceni e Pretuzi e C.R.M regionale Marche. I partecipanti arriveranno da tutte le regioni italiane e sono già parecchi quelli che si sono iscritti anticipatamente.

Per informazioni vedi il sito www.gp-avisspinetolipagliare.it oppure Ubaldo al 328.1321674.




I ragazzi della Nord ricordano le vittime del Ballarin

Appuntamento per venerdì 7 giugno, ore 19, sotto la curva Sud dell’ex stadio Ballarin

 

San Benedetto del Tronto, 2019-06-06 – Una manifestazione per ricordare le vittime del Ballarin nell’anniversario del rogo del 1981. Venerdì 7, alle 19, la tifoseria della Samb si è data appuntamento all’esterno del Ballarin, nel piazzale antistante la Curva Sud, per onorare la memoria di Carla Bisirri e Maria Teresa Napoleoni.
Ecco il comunicato della Curva Nord Massimo Cioffi:
“Venerdì 7 giugno ricorre il 38esimo anniversario del rogo del Ballarin, in cui morirono Carla Bisirri e Maria Teresa Napoleoni. Un giorno maledetto, che ha segnato la vita di chi ancora oggi ne porta i segni addosso e che ha segnato la storia della tifoseria rossoblu e di tutta la città che mai cancelleranno dalla memoria quel giorno e quei nomi. In assenza di celebrazioni e iniziative ufficiali, abbiamo deciso di onorare la memoria di questo tragico fatto a modo nostro e in piena autonomia. È per questo motivo che diamo appuntamento a tutti i tifosi venerdì 7 giugno alle 19:00 sotto la Curva Sud del Ballarin”. 

 




Il presidente della Regione Marche ha premiato Giorgio Farroni campione del mondo di paraciclismo

CERISCIOLI: “ESPRIMIAMO GRATITUDINE AD UN ATLETA MEDAGLIATO DELLA NOSTRA REGIONE”

 

 

 

Ancona, 2019-06-06 – “La manifestazione ciclistica svoltasi a Corridonia è stato un momento di grande festa, di crescita collettiva sia dal punto di vista dello spettacolo che per la partecipazione e l’accoglienza straordinaria dell’evento della cittadinanza. E’ una fortuna avere un’atleta medagliato nella nostra regione e oggi abbiamo l’occasione per esprimere tutta la nostra gratitudine per i risultati da lui raggiunti. Ringraziamo anche tutti coloro i quali si sono adoperati per lo svolgimento della manifestazione. Questi sono momenti di grande soddisfazione per il lavoro svolto dove raccogliamo insieme ad altri i frutti di un impegno particolare che ha visto nello sport un obiettivo forte, che si sviluppa in tutte le direzioni dalle strutture agli investimenti nelle attività”.

 

Così il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli portando il suo saluto durante la premiazione di Giorgio Farroni campione del mondo di paraciclismo.

“Come atleta ho dato il massimo in quella gara e spero di dare sempre il massimo nei prossimi eventi internazionali Ringrazio Corridonia perché mi ha fatto sentire davvero a casa perché c’è stato sempre il tifo dalla partenza all’arrivo. Ed è per questo che io nella gara c’ho messo tutto il cuore”.

L’atleta di Fabriano nel 2008 alle Paralimpiadi di Pechino ha conquistato un bronzo e nel 2012 si è distinto vincendo la tappa di Coppa del Mondo di Roma, aggiudicandosi la medaglia d’oro sia nella gara su strada che nella crono. Sempre nello stesso anno alle Paralimpiadi di Londra ha conquistato un argento su strada. Un palmares che inoltre si impreziosisce dai numerosi titoli italiani conquistati. Alla premiazione, tra gli altri, erano presenti anche il sindaco di Corridonia, Paolo Cartechini, il presidente regionale Federazione ciclistica, Lino Secchi e il presidente regionale del Comitato paralimpico, Luca Savoiardi  




Atletica cadetti, due podi per Le Marche a Fidenza

Giovani protagonisti al Memorial Pratizzoli, con tanti record personali. Nei 1200 siepi vince Serena Frolli, terzo Daniele Silvestri sui 100 ostacoli.

Fidenza – Anche quest’anno i giovani atleti marchigiani si fanno valere a Fidenza (Parma), nel tradizionale meeting nazionale dedicato alle rappresentative cadetti. Arrivano infatti due piazzamenti sul podio, con un successo e un terzo posto, e tanti miglioramenti personali. Nei 1200 siepi conquista la vittoria Serena Frolli (Atl. Osimo) con il suo primato di 3’54”70 e si conferma ai vertici, dopo il quarto posto tricolore della scorsa stagione. Al maschile brillante gara di Daniele Silvestri (Collection Atl. Sambenedettese), terzo nel personal best di 13”99 nei 100 ostacoli. Sulle pedane dei salti applausi per Ermes Mercuri (Atl. Castelfidardo Criminesi) che eguaglia il personale di 1.84 nell’alto e chiude in quinta posizione, stesso piazzamento di Matteo Ruggeri (Sef Stamura Ancona) atterrato a 6.16 (+2.5) nel lungo. Da sottolineare poi i due sesti posti nel mezzofondo femminile, con Asia Mascetti (Asa Ascoli Piceno) nei 1000 in 3’06”28 ed Eva Luna Falcioni (Sef Stamura Ancona) in 6’55”29 sui 2000 metri. Nel getto del peso settimi Filippo Danieli (Atl. Fabriano, 13.55) e Sofia Coppari (Atl. Fabriano, 11.46) come Riccardo Ciribeni(Collection Atl. Sambenedettese) sui 300 in 37”63. Nella classifica a punti del Memorial Pratizzoli si afferma la Lombardia, con il nono posto delle Marche e in tutto ben 11 atleti del team regionale firmano il miglior risultato in carriera, mettendo a frutto questa importante esperienza di confronto.RISULTATI
Cadetti. 80: 14. Davide Orlando (Sef Stamura Ancona) 9”50 (+0.3) pb; 29. Francesco Ranxha (Atl. Fabriano) 9”83 (+0.3); 300: 7. Riccardo Ciribeni (Collection Atl. Sambenedettese) 37”63 pb; 1000: 12. Daniele Gagliardi (Mezzofondo Club Ascoli) 2’45”64 pb; 2000: 9. Filippo Sanna (Sef Stamura Ancona) 6’03”72 pb; 1200 siepi: 14. Matteo Orazi (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 3’58”52; 100hs: 3. Daniele Silvestri (Collection Atl. Sambenedettese) 13”99 (+0.7) pb; alto: 5. Ermes Mercuri (Atl. Castelfidardo Criminesi) 1.84 =pb; lungo: 5. Matteo Ruggeri (Sef Stamura Ancona) 6.16 (+2.5); peso: 7. Filippo Danieli (Atl. Fabriano) 13.55 pb; martello: 13. Lorenzo Liuzzi (Sport Atl. Fermo) 8.47; giavellotto: 11. Michele Rizzi (Sef Stamura Ancona) 37.78; marcia 3000: 9. Pietro Lombardi (Sef Stamura Ancona) 15’40”44 pb; 4×100: 12. Daniele Silvestri (Collection Atl. Sambenedettese, Davide Orlando (Sef Stamura Ancona), Francesco Ranxha (Atl. Fabriano), Matteo Ruggeri (Sef Stamura Ancona) 48”50.
Cadette. 80: 16. Sabrina Salvatori (Asa Ascoli Piceno) 10”51 (-1.6); 23. Meskerem Paparello (Atl. Ama Civitanova) 10”68 (-0.7) pb; 300: 9. Chiara Menotti (Pol. Montecassiano) 41”67; 1000: 6. Asia Mascetti (Asa Ascoli Piceno) 3’06”28; 2000: 6. Eva Luna Falcioni (Sef Stamura Ancona) 6’55”29; 1200 siepi: 1. Serena Frolli (Atl. Osimo) 3’54”70 pb; 80hs: 9. Francesca Cuccù (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 12”56 (+0.4); alto: 9. Federica Tomassini (Atl. Avis Macerata) 1.50; lungo: 11. Claudia Boccaccini (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 4.88 (+1.0); peso: 7. Sofia Coppari (Atl. Fabriano) 11.46; martello: 12. Maria Ragaglia (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 29.82; giavellotto: 11. Greta Ricciardi (Atl. Avis Macerata) 25.77 pb; marcia 3000: 10. Lucia Lamura 17’39”62; 4×100: 10. Meskerem Paparello (Atl. Ama Civitanova), Francesca Cuccù (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti), Chiara Menotti (Pol. Montecassiano), Sabrina Salvatori (Asa Ascoli Piceno) 50”75.

RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2019/COD7652/Index.htm

LINK ALLE FOTO (autore Leonardo Sanna)
La rappresentativa delle Marche: http://www.fidal.it/upload/gallery/2019/Marche-a-Fidenza-2019/Fidenza2019_005.jpg
Serena Frolli: http://www.fidal.it/upload/gallery/2019/Marche-a-Fidenza-2019/Fidenza2019_110.jpg
Tutte le foto: http://marche.fidal.it/gallery_one.php?gid=1365

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.