Atletica, Vandi conferma tricolore ad Ancona

Nella rassegna nazionale indoor, la pesarese dell’Atletica Avis Macerata ancora campionessa italiana dei 400 metri under 20

Ancona – Un’altra edizione da ricordare per l’atletica marchigiana, ai Campionati Italiani Juniores e Promesse indoor di Ancona. Nella seconda giornata arriva il nuovo successo di Elisabetta Vandi, che replica il suo titolo tricolore nei 400 metri juniores e si conferma più forte di tutte. La 18enne pesarese dell’Atletica Avis Macerata è ancora protagonista della solita prova autorevole sull’anello che già nella scorsa stagione ospitò la sua cavalcata tra le under 20. Primatista italiana di categoria e già convocata in nazionale maggiore per gli Europei di Berlino 2018, la figlia d’arte allenata da Faouzi Lahbi corre in 54”77 e non ce n’è per nessuna, con un vantaggio abissale di un secondo e tre decimi. La lombarda Alessandra Bonora e la piemontese Letizia Tiso si spartiscono le altre due posizioni sul podio con lo stesso tempo di 56”07 e la Bonora avanti per questione di millesimi. “È stata una stagione indoor molto faticosa – commenta – perché ho avuto difficoltà a trovare la condizione di forma. Non ero carica al massimo come al solito, però ci ho provato con tutte le mie energie e ce l’ho fatta. Ora spero di far bene agli Assoluti e in maglia azzurra. Dopo un 2018 inaspettato e molto bello, spero che il 2019 sia pieno di esperienza e di gioie”. Sugli 800 metri si comporta bene l’osimana Debora Baldinelli (Team Atl. Marche), quinta tra le under 23 in 2’15”96. Al maschile, nei 60 ostacoli è sesto Nicola Cesca (Atl. Avis Macerata) con 8”17 dopo aver corso la semifinale in 8”14.
In evidenza il saltatore Tobia Bocchi (Carabinieri) che vince e porta a 16,45 il personal best al coperto nel triplo per diventare il quarto italiano di sempre nella categoria under 23. Nella stessa gara, fuori classifica, esordio stagionale per il vicecampione europeo indoor Fabrizio Donato (Fiamme Gialle) che parte da 16,19. Si mette in mostra Elisa Di Lazzaro (Carabinieri) con il successo in 8.24 nei 60 ostacoli under 23, a due centesimi dal personale. Sull’anello del Palaindoor i titoli dei 400 metri al maschile se li aggiudicano gli staffettisti azzurri Vladimir Aceti (Fiamme Gialle), tra le promesse con 47.33, ed Edoardo Scotti (Carabinieri), primo tra gli juniores con un 47.53 che lo rende il quarto under 20 italiano alltime a tre decimi dal record di Michele Tricca (47.23), al femminile l’azzurrina junior Elisabetta Vandi (Avis Macerata, 54.77). Nella velocità è doppietta sarda nei 200: al maschile Lorenzo Patta (Atletica Oristano) conquista la vittoria con il crono di 21.42 che lo inserisce al sesto posto di sempre nelle liste juniores e tra le donne l’argento dei Giochi Olimpici giovanili Dalia Kaddari (Tespiense Quartu) guadagna il successo con 24.34. Il bronzo europeo under 18 Carmelo Musci (Aden Exprivia Molfetta) debutta nella categoria under 20 con 18,75 nel peso. È un ritorno vincente nei 3000 quello del bronzo mondiale allieve 2015 degli 800 Marta Zenoni (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), al titolo promesse con 9:28.67. Doppietta Fiamme Azzurre negli 800 al femminile con Eloisa Coiro al successo tra le juniores (2:08.49) per il quinto posto delle liste alltime, ed Elena Bellò tra le under 23 (2:07.11). Completano il bis tricolore Abdelhakim Elliasmine (Atl. Bergamo 1959 Oricenter) con la vittoria negli 800 promesse (1:51.37) dopo i 1500 di ieri, e Fabio Pagan (Aristide Coin Venezia) oggi padrone del triplo juniores con 15,44 dopo essersi imposto ieri nel lungo. Arriva anche una migliore prestazione italiana: è quella della staffetta 4×200 promesse (1.38.64) dell’Atletica Brescia 1950 Ispa Group con Gaia Pedreschi, Alessia Niotta, la tricolore dei 60 Chiara Melon e Alessia Pavese.

RISULTATI SECONDA GIORNATA
1. Elisabetta Vandi (Atl. Avis Macerata) 400 juniores 54”77 finale, 56”53 batt.
5. Debora Baldinelli (Team Atl. Marche) 800 promesse 2’15”96
6. Nicola Cesca (Atl. Avis Macerata) 60 ostacoli promesse 8”17 finale, 8”14 sf, 8”25 batt.
11. Michele Pasquinelli (Sef Stamura Ancona) alto juniores 1.94
11. Valerio De Angelis (Asa Ascoli Piceno) triplo juniores 13.89
11. Maria Giulia Firmani (Sef Stamura Ancona) 800 juniores 2’19”59
14. Nicola Calcabrini (Atl. Recanati) 800 promesse 1’57”03
20. Allegra Albertini (Asa Ascoli Piceno) triplo juniores 11.22
n.c. Irene Rinaldi (Atl. Fabriano) peso juniores

5. Maia Macias (Acsi Italia Atletica) alto promesse 1.69
squal. Loris Manojlovic (Pol. Università Foro Italico) 60 ostacoli promesse squal. sf, 8”44 batt.

RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2019/COD7563/Index.htm

RIEPILOGO DATE PRINCIPALI – ANCONA INDOOR 2019
9-10 febbraio: Campionati italiani allievi indoor
15-17 febbraio: Campionati italiani assoluti indoor
22-24 febbraio: Campionati italiani master indoor
2 marzo: Incontro internazionale under 20 indoor e under 23 di lanci
3 marzo: “Ai confini delle Marche” under 16
23-24 marzo: Campionati italiani paralimpici indoor

LINK ALLE FOTO
Elisabetta Vandi (autore Andrea Muti/FIDAL):
http://www.fidal.it/upload/gallery/2019/Ancona-Campionati-Italiani-Juniores-e-Promesse-Indoor-2019-2–giornata/AMU21820.JPG
http://www.fidal.it/upload/gallery/2019/Ancona-Campionati-Italiani-Juniores-e-Promesse-Indoor-2019-2–giornata/30583.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2019/Ancona-Campionati-Italiani-Juniores-e-Promesse-Indoor-2019-2–giornata/30584.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2019/Ancona-Campionati-Italiani-Juniores-e-Promesse-Indoor-2019-2–giornata/AMU21830.JPG

 

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




PallaMano, semaforo rosso a Falconara per l’Hc Monteprandone

FALCONARA – Semaforo rosso a Falconara per l’HC Monteprandone. Ed è uno di quegli stop che bruciano. La squadra di coach Andrea Vultaggio, infatti, si ferma dopo 5 vittorie consecutive. Lo fa nel modo peggiore. Molle, svogliato, impreciso, discontinuo: questa la fotografia dell’Handball Club, che nel finale incassa il rigore che fissa il risultato sul 29-28 e regala ai Falchetti la terza vittoria stagionale appena (l’ultima era datata 1° dicembre, a Bucchianico contro Guardiagrele).

Dunque, la seconda trasferta consecutiva risulta letale ai blu. Rientra il pivot Cani, dopo la squalifica, ma il problema è un altro. La testa. Nonostante l’avvio sia tutto sommato confortante, con Monteprandone che scappa sul +4. Ma poi ecco il parziale di Falconara, il 6-2 che sostanzia il 14-14 all’intervallo.

Nella ripresa Monteprandone prova a scuotersi. In un amen è 18-15, ma i padroni di casa riprendono in mano le redini della partita e comandano 23-20. Qui, a 10 minuti dalla fine, coach Vultaggio si gioca la carta Marco Di Girolamo, ed il terzino classe 2005 pur non segnando riesce a firmare una manciata di azioni che fanno rientrare in partita i suoi (23-23). Si prosegue punto a punto, Monteprandone autografa il 27-26 a 2’10’’ dalla sirena, ma poi rimedia il break (3-1) che decide il 29-28.

Altra nota dolente l’infortunio (ancora da valutare) al citato Marco Di Girolamo, finito in ospedale per una botta al naso.

Coach Vultaggio è arrabbiato: “Abbiamo commesso il peggiore degli errori: sottovalutare il nostro avversario, solo perché ha meno punti in classifica. Bisogna assolutamente voltare pagine. Certi errori non li tollererò più. La mia squadra non è questa. Rimbocchiamoci le maniche: occorre lavorare di più, con maggiore umiltà e dedizione”.

Questi i giocatori schierati dall’HC a Falconara e le rispettive marcature:

Giambartolomei, Cani 2, A. Di Girolamo, Pantaleo 4, Coccia 7, Mattioli 6, Parente 2, P. Funari, Di Pietropaolo, Lattanzi, Campanelli 7, Carlini, Curzi, M. Di Girolamo, Khouaja, Salladini.

 




Maratona sulla sabbia, la carica dei 300: a Stefano Velatta la 50 km. per il 2° anno consecutivo

Ad HALLABOU RACHID la Maratona e a MINCIONI LUCA ALBERTO la mezza Maratona

 

San Benedetto del Tronto, 2019-02-03 – In una tipica mattinata di inizio febbraio si è svolta la diciassettesima edizione della Maratona sulla Sabbia, svoltasi ieri mattina sulla spiaggia di San Benedetto, battuta da un insistente vento di scirocco. L’attesa competizione, organizzata dalla Maratoneti Riuniti di Francesco Capecci, ha visto i runners affrontarsi su diverse distanze, ma le più attese erano come al solito quelle della maratona (42,195 km) e la ultra, corsa sui 50 km. Oltre a queste gare, sono state corse anche la mezza maratona (21, 097 km) e le non competitive sui 14 km.  e 7 km. In totale sono stati oltre trecento gli atleti che si sono cimentati in questa gara resa ancora più complicata dalla mareggiata che ha corroso la spiaggia, costringendo l’organizzazione a comprendere anche alcuni tratti di gara sul marciapiede e sulla pista ciclabile. «Le condizioni meteorologiche – ha detto l’organizzatore Francesco Capecci – hanno complicato la linearità del tracciato, ma alla fine devo dire che i concorrenti mi hanno ringraziato lungamente per come si è svolta la gara e hanno apprezzato l’accoglienza e la nostra località. C’erano molti atleti che gareggiavano qui per la prima volta e che hanno promesso che torneranno e che faranno pubblicità alla gara e a San Benedetto. I più lontani provenivano dalla Sardegna e dalla Sicilia». Ai nastri di partenza, a sorpresa, si sono presentati i Carabinieri dei Nas che hanno svolto degli accertamenti antidoping, atti a salvaguardare la salute dei competitori e la regolarità della gara. Particolarmente apprezzata è stata la cena pre-gara svoltasi all’Hotel Sporting, dove Nino Capriotti (che ha preso parte alla gara) ha vestito i panni di anfitrione, proponendo i piatti della tradizione picena. «Tutto molto bello – ha detto l’ex assessore provinciale – e sono felice del fatto che decine e decine di atleti abbiamo potuto conoscere il nostro territorio, apprezzandone colori e sapori». Anche l’assessore comunale allo sport e al turismo Pierluigi Tassotti ha fatto i complimenti all’organizzazione. «La destagionalizzazione del turismo – ha confermato – passa anche per questi eventi sportivi che attirano centinaia di persone in bassa stagione. Penso a questa gara, al Festival del pattinaggio, alla Tirreno-Adriatico, alla Maratonina dei Fiori e ai campionati italiani di pattinaggio corsa che ospiteremo a settembre. Ma si tratta di eventi che sono ormai radicati sul nostro territorio, quindi siamo aperti a nuove idee, come è stato il torneo internazionale giovanile di calcio dello scorso mese di gennaio al quale vorremmo invitare il prossimo anno anche il Bayern Monaco, società con la quale questa città è gemellata. Ma se qualcuno ha nuove proposte da farci in questo senso, venga in comune e ne parliamo». La gara più importante, sulla lunghezza dei 50 km, è stata vinta per il secondo anno consecutivo dal biellese Stefano Velatta. «È davvero un piacere correre in questo scenario – ha detto – visto che provengo dalle montagne del Piemonte. Gareggio qui per amicizia con l’organizzatore Francesco Capecci, ma devo dire che qui riesco sempre a esprimermi al meglio, anche perché per chi come me vede il mare molto raramente, questo incantevole scenario è uno stimolo eccezionale. Quest’anno vorrei ben figurare alla 100 km del Passatore e sto allenandomi disciplinatamente, facendo in media 200 km a settimana e circa 250 in vista della gara».

 

Risultati

Ultramaratona 50 km

 

           

1

1

VELATTA STEFANO
ITA, ATL. PARATICO

1
M40-44

1

3:12:32

2

126

SINIGAGLIA MASSIMO
ITA, G.S. GABBI

1
M50-54

2

3:39:10
+26:39

3

20

CAGNANI LUCA
ITA, ASD TOSCO-ROMAGNOLA

2
M40-44

3

3:52:31
+40:00

 

Maratona 42,195 km

1

74

HALLABOU RACHID
ITA, POL ACLI MACERATA

1
M45-49

1

3:05:11

2

52

FEDERICO CARLOS ALBERTO
ITA, FORUM SPORT CENTER SSD SRL

1
M50-54

2

3:21:10
+15:59

3

10

BACHETTI SPURIO LORENZO
ITA, NUOVA POD. CENTOBUCHI

1
M55-59

3

3:28:25
+23:14

 

Mezza Maratona 21, 097 km

1

467

MINCIONI LUCA ALBERTO
ITA, ASD PODISTICA AVIS ALBA ADRIATICA

1
ASS M

1

1:27:21

2

463

MARCANTONI DAVID
ITA, INDIVIDUALE

2
ASS M

2

1:30:29
+3:09

3

472

TORRE WALTER
ITA, SACEN CORRIDONIA

3
ASS M

3

1:34:16
+6:56

 

 




Basket in carrozzina, preliminari di Champions League: Amicacci tra le migliori otto d’Europa!

Giulianova – La DECO Group Amicacci esce trionfante dalla trasferta europea di Tel Aviv, grazie al secondo posto ottenuto nel Gruppo C dei Preliminari di Champions League, frutto di 3 vittorie su 4 partite, che significa qualificazione ai Quarti di Finale del massimo torneo continentale.

La prima giornata nella città israeliana, giocata venerdì, si apre con un successo sui francesi del Meaux (60-44), una gara giocata di squadra condotta e controllata sin dall’inizio. La vera impresa è arrivata però in serata con la vittoria contro gli spagnoli del Gran Canaria, dopo una gara molto combattuta decisa da un finale thrilling (69-68). Nel finale l’Amicacci ribalta la situazione con due incredibili triple consecutive di Marchionni (autore di ben 30 punti) e le giocate di Mena. Ma Gran Canaria reagisce ritrovando un vantaggio di misura a 6 secondi dalla fine. La palla va ancora a Roberto Mena che marcatissimo infila il tiro che regala un momento memorabile alla squadra abruzzese.

La squadra di coach Accorsi torna sul parquet già nella mattinata di sabato, con una sfida che vale la matematica certezza della qualificazione alla Champions. Di fronte i padroni di casa dell’Ilan Ramat Gan, che però nulla possono per fronteggiare il gioco degli abruzzesi, che nel primo tempo realizzano i break che creano il vantaggio in doppia cifra, ben controllato nella ripresa (66-53). Fondamentali la solidità di Mena, la visione di gioco di Marchionni e l’affidabilità realizzativa di Macek. La sfida contro i turchi del Besiktas vale solo la soddisfazione del primo posto, con le due squadre già con la certezza del pass per i quarti. Dopo un primo quarto equilibrato i turchi hanno preso il comando delle operazioni, trascinata dal talento dei suoi nazionali turchi Gezinci e Toprak, per poi prendere il largo nella seconda metà della partita (54-79). Nel finale spazio ai giocatori meno utilizzati in questa due giorni di qualificazione europea.

L’obiettivo ottenuto è non solo una grande soddisfazione per l’Amicacci, ma ripaga i tanti sacrifici fatti per affrontare le sfide europee e difendere un ranking continentale che vede la società giuliese tra le prime posizioni e che trarrà benefici da questa fortunata spedizione a Tel Aviv. Ma l’ambizione è quella di riuscire a dare filo da torcere alle corazzate che troverà di fronte in uno dei due gruppi che comporranno i Quarti di Finale di Champions League (nella capitale spagnola Madrid o nella città tedesca di Turingia a seconda del sorteggio), in programma l’8 e 9 marzo.

 




Atletica: Brandi campione, Trillini argento

 

Giacomo Brandi (FotoGP.it)

Giacomo Brandi (FotoGP.it)

Il marciatore fabrianese della Sport Atletica Fermo vince i 5000 di marcia promesse, secondo posto nell’alto juniores per la filottranese della Tam
Ancona, 02 Febbraio 2019 – Giovani delle Marche sul podio, nella giornata inaugurale dei Campionati italiani juniores e promesse al Palaindoor di Ancona. Sul gradino più alto sale Giacomo Brandi, al nono titolo tricolore della carriera ma il primo nella categoria under 23, dopo la serie di terzi posti della passata stagione. Nei 5000 di marcia il portacolori della Sport Atletica Fermo, allenato da Carlo Mattioli, conquista il successo con il tempo di 21’29”33. Una grande soddisfazione per il ventenne fabrianese, che si conferma ai vertici nazionali e stavolta anche nella fascia di età superiore, con una gara condotta sempre in testa dall’inizio, fino alla progressione decisiva negli ultimi giri. Applausi anche per Benedetta Trillini nel salto in alto. La 17enne del Team Atletica Marche si mette al collo l’argento al debutto tra le juniores, con 1.74 a un solo centimetro dal recente primato personale. Ancora un podio tricolore per la filottranese seguita dal tecnico Robertais Del Moro, che riesce a esprimersi al meglio nonostante un fastidio alla schiena. Nel lungo promesse sesta Martina Aliventi (Collection Atl. Sambenedettese) con 5.71, mentre sui 3000 di marcia juniores chiude ottava Camilla Gatti (Atl. Fabriano) con 15’01”22. Protagonista anche la maceratese Elisabetta Bray, seconda nei 3000 di marcia promesse in 14’32”47, che attualmente gareggia con il Cus Torino e studia ingegneria energetica nel capoluogo piemontese. La pesarese Elisabetta Vandi (Atl. Avis Macerata) si qualifica agevolmente con il secondo tempo in 56”53 per la finale dei 400 juniores di domenica alle ore 13.55.
È Leonardo Fabbri a prendersi la scena della prima giornata. Il 21enne fiorentino dell’Aeronautica vince il titolo under 23 nel peso con la misura di 19.89, sfiorando di nuovo il muro dei 20 metri, a sette giorni dalla migliore prestazione italiana di categoria realizzata a Vienna (20.20). Fabbri, seguito a bordo pedana dal suo allenatore, l’ex campione europeo indoor Paolo Dal Soglio, tornerà in azione tra due giorni, lunedì 4 febbraio a Stoccolma, per proseguire l’avvicinamento alla rassegna continentale al coperto di Glasgow (1-3 marzo). Nel mezzofondo in copertina Nadia Battocletti, campionessa europea under 20 del cross che conquista il titolo tricolore di categoria nei 1500, nella prima gara al coperto della propria carriera: una prova che conferma la maturità della 18enne trentina delle Fiamme Azzurre allenata dal papà ex mezzofondista Giuliano. Il suo 4’27”32 la inserisce al settimo posto delle liste di sempre della specialità ed è avvincente il duello con l’altra azzurrina Ludovica Cavalli (Trionfo Ligure), seconda con 4’29”12 e unica in grado di tenere il ritmo dettato dalla Battocletti, che tornerà in pista al Palaindoor di Ancona agli Assoluti tra due settimane.
Il pomeriggio tricolore assegna anche i titoli dello sprint. Il siciliano Nicholas Artuso (Fiamme Gialle) si aggiudica la vittoria nei 60 metri promesse con il tempo di 6”74. Tra gli junior è invece il trentino Lorenzo Paissan (Lagarina Crus Team) a imporsi con il record personale di 6”75, settimo italiano di sempre nella categoria. Al femminile è doppietta lombarda. Sorpresa tra le under 23 che vedono il successo con 7”53 di Chiara Melon (Atl. Brescia 1950 Ispa Group): negli ultimi metri beffa la capolista italiana stagionale Zaynab Dosso (Fiamme Azzurre), 7”54. Il titolo juniores è invece di Vittoria Fontana (Fanfulla Lodigiana) con 7”50 e cinque centesimi di personale. Tra le altre gare, è curioso quello che accade nel lungo promesse uomini. Il primo e il secondo classificato, Andrea Pianti (Shardana) e Gabriele Chilà (Studentesca Rieti Milardi), firmano una serie praticamente identica, con i primi due migliori salti da 7.66 e 7.59. Bisogna quindi ricorrere alla terza misura di entrambi per decretare il vincitore: è Pianti, e soltanto per un centimetro (7.51 a 7.50). E tra gli juniores, è Fabio Pagan (Aristide Coin Venezia) il migliore con 7.54 e un progresso di 28 centimetri che lo porta nella top ten italiana della categoria. Nei 1500 promesse cresce Gaia Sabbatini (Atl. Gran Sasso Teramo), tricolore con 4’21”53. Domani la seconda e conclusiva giornata con altri 30 titoli italiani da assegnare in una manifestazione con circa 1200 atleti-gara in rappresentanza di oltre 200 società italiane.
RISULTATI ATLETI MARCHIGIANI
1. Giacomo Brandi (Sport Atl. Fermo) marcia 5000 promesse 21’29”33
2. Benedetta Trillini (Team Atl. Marche) alto juniores 1.74
6. Martina Aliventi (Collection Atl. Sambenedettese) lungo promesse 5.71
8. Camilla Gatti (Atl. Fabriano) marcia 3000 juniores 15’01”22
9. Martina Ruggeri (Atl. Fabriano) lungo juniores 5.62
12. Marica Gigli (Sef Stamura Ancona) 60 juniores 7”90 fin. B, 7”91 batt.
12. Benedetta Boriani (Sef Stamura Ancona) lungo juniores 5.55
13. Anastasia Giulioni (Atl. Avis Macerata) marcia 3000 juniores 15’43”67
15. Letizia Lare Lantone (Atl. Avis Macerata) 400 juniores 59”32 batt.
16. Benedetta Boriani (Sef Stamura Ancona) 60 juniores 8”05 fin. B, 7”88 batt.
18. Michele Ferracuti (Sport Atl. Fermo) 60 juniores 7”10 sf, 7”12 batt.
28. Allegra Albertini (Asa Ascoli Piceno) lungo juniores 5.11
29. Giada Bernardi (Sef Stamura Ancona) 60 promesse 8”03
rit. Andree Fioretti (Sef Stamura Ancona) 1500 juniores

Elisabetta Vandi (Atl. Avis Macerata) 400 juniores 56”53 batt.
2. Elisabetta Bray (Cus Torino) marcia 3000 promesse 14’32”47
5. Nikita Lanciotti (Romatletica Footworks) asta promesse 3.40
30. Sonia Kebe (Cus Parma) 60 promesse 8”04

DIRETTA STREAMING – Anche quest’anno sarà possibile seguire la manifestazione in diretta video streaming su atletica.tv nelle due giornate di gare, sabato 2 e domenica 3 febbraio, per vivere le sfide e le emozioni della rassegna giovanile.

RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2019/COD7563/Index.htm
PROGRAMMA ORARIO: http://calendario.fidal.it/files/Orario%20C.I.Indoor%20JP%202019_10.1.pdf

RIEPILOGO DATE PRINCIPALI – ANCONA INDOOR 2019
2-3 febbraio: Campionati italiani juniores e promesse indoor
9-10 febbraio: Campionati italiani allievi indoor
15-17 febbraio: Campionati italiani assoluti indoor
22-24 febbraio: Campionati italiani master indoor
2 marzo: Incontro internazionale under 20 indoor e under 23 di lanci
3 marzo: “Ai confini delle Marche” under 16
23-24 marzo: Campionati italiani paralimpici indoor

LINK ALLE FOTO (autore Andrea Muti)
https://www.dropbox.com/sh/v4q198jhxk1lc3z/AABY5GXsVn6IJvhHN04rx5xLa?dl=0

 

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




Samb Basket – Isernia 98 – 79. Partita mai in discussione, Ortenzi mvp con 31 punti!

Connor Murtagh ha deciso di lasciare la squadra per motivi personali*

 

SAN BENEDETTO DEL TRONTO, 2019-02-02 – Dopo la sconfitta di misura ad Osimo, bella vittoria casalinga della Samb Basket sul fanalino di coda Isernia. La compagine di coach Aniello è stata sempre in vantaggio, grazie ad una splendida circolazione di palla e alla precisione nel tiro dalla distanza. Gli ospiti hanno resistito soltanto un quarto (il primo, che si è chiuso 28-23), poi sono crollati (il secondo quarto si è chiuso sul 51-37, il terzo sul 74-60).
Tra i rossoblù spiccano le prestazioni di Carlo Ortenzi, mvp della partita con ben 9 triple e 31 punti totali, Matthew Pebole, per lui 18 punti e 7 rimbalzi, Michele Bugionovo, 15 punti con 6 su 8 dal campo; Davide Cesana miglior rimbalzista (12 rimbalzi).
Buona anche la prestazione del nuovo acquisto Adem Catakovic, per lui 5 punti e 3 rimbalzi in 17 minuti di gioco.
Con la vittoria odierna la Samb sale a 18 punti in classifica con 9 vittorie e 9 sconfitte.

“Venivamo da una settimana non semplice” ha dichiarato a fine gara coach Aniello, facendo riferimento alla dipartita dell’inglese Connor Murtagh, uno dei giocatori del quintetto base, tornato in patria per motivi personali. Contemporaneamente c’erano da inserire i due nuovi arrivati Catakovic e Di Eusanio. Operazione perfettamente riuscita soprattutto con Catakovic che ha ottenuto gli applausi scroscianti del pubblico di casa al momento della sua uscita. Intanto anche la crescita dei giovani come Correia o la tenuta di Quercia e Carancini inizia a garantire, con i nuovi arrivi, una panchina più lunga, forse il tallone d’Achille della Samb Basket nella prima parte di stagione.

 

* La Sambenedettese Basket comunica che l’atleta Connor Murtagh ha deciso di lasciare la squadra per motivi personali. La società augura al giocatore le migliori fortune per il prosieguo della sua carriera.

 

Parziali: 28/23, 23/14, 23/23, 24/15, 24/19

 

Samb Basket

Roncarolo, Ortenzi 31, Capleton, Quercia 4, Carancini 8, Bugionovo 15, Cesana 8, Pebole 18, Di Eusanio 3, Catakovic 5, Quinzi, Correia 6

Allenatore Daniele Aniello

 

 

Globo Isernia

Caresta 13, Di Nezza, Pofidia 15, Torreborre 24, Cupito 12, Caruso, Melchiorre, Hussin, Adins 15

Allenatore Antonio Barbuto

 




Monza – Samb 3 a 2

Monza, 2019-02-02 – Per poco i rossoblu non fanno 13 anche se fino all’ultimo minuto di recupero erano riusciti ad ammutolire il Brianteo con un’altra rimonta.

 

Di Massimo © www.ilmascalzone.it © Press Too srl

 

Monza

Guarna; Lepore (87′ Bearzotti), Scaglia, Marconi, Anastasio; Armellino, Fossati, D’Errico; Chiricò (62′ Ceccarelli), Brighenti (77′ Reginaldo), Marchi (87′ Lora)

A disp. Sommariva, Galli, De Santis, Tomaselli, Negro, Di Paola, Otelè, Marchesi

All. Brocchi

 

 

Samb

Pegorin; Zaffagnini (65′ Rocchi), Biondi, Fissore; Celjak, Gelonese, Signori, Cecchini; Ilari (58′ Russotto), Stanco, Calderini (70′ Di Massimo)

A disp. Rinaldi, Sala, Bove, Brunetti, De Paoli, D’Ignazio, Panaioli, Caccetta

All. Roselli

 

 

Arbitro Nicolò Marini di Trieste assistito da D. Moro di Schio e A. Zampese di Bassano del Grappa

Marcatori: 15′ Brighenti, 16′ Rig. Calderini, 52′ Marchi, 72′ Stanco, 96′ Anastasio

Ammoniti: 20′ Celjak, 53′ Chiricò

Calderini © www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata

Serie C Girone B 2018-19 Risultati 24a G 

ALBINOLEFFE
SUDTIROL 2:4
MONZA
SAMB 3:2
TERAMO
FERALPISALò 1:2
RIMINI
GIANA ERMINIO 0:0
RENATE
TERNANA 1:1
FANO
GUBBIO 1:1
PORDENONE
IMOLESE 2:0
VIRTUS VERONA
TRIESTINA 3:4
VIS PESARO
L.R. VICENZA 1:2
RAVENNA
FERMANA 1:0

Serie C Girone B 2018-19 Classifica 24a G 

G

P.ti

V

N

P

Reti F/A

PORDENONE

24

49

14

7

3

36:21

TRIESTINA

24

41

11

8

5

34:22

IMOLESE

24

38

9

11

4

30:19

FERALPISALò

25

38

10

8

7

28:27

MONZA

24

36

9

9

6

23:21

SUDTIROL

23

35

8

11

4

27:18

RAVENNA

24

35

9

8

7

26:25

FERMANA

23

35

10

5

8

16:18

L.R. VICENZA

24

34

8

10

6

30:25

VIS PESARO

24

33

8

9

7

23:18

SAMB

23

32

7

11

5

23:20

TERNANA

21

31

8

7

6

28:20

GUBBIO

24

29

6

11

7

21:20

RIMINI

23

27

6

9

8

19:27

FANO

24

24

5

9

10

13:22

RENATE

24

24

5

9

10

16:22

GIANA ERMINIO

24

21

3

12

9

21:33

TERAMO

24

21

4

9

11

20:32

VIRTUS VERONA

24

20

6

2

16

21:37

ALBINOLEFFE

24

19

2

13

9

16:24

Serie C Girone B 2018-19 25a G 

GIANA ERMINIO
FANO -:-
GUBBIO
IMOLESE -:-
TERNANA
VIRTUS VERONA -:-
SUDTIROL
FERMANA -:-
VIS PESARO
RENATE -:-
FERALPISALò
ALBINOLEFFE -:-
L.R. VICENZA
PORDENONE -:-
SAMB
RAVENNA -:-
TRIESTINA
MONZA -:-
TERAMO
RIMINI -:-



Atletica, giovani delle Marche per il weekend tricolore al Palaindoor di Ancona

Tanti atleti della regione in gara al Palaindoor, sabato 2 e domenica 3 febbraio, nei Campionati italiani juniores e promesse.
Ancona – Un grande weekend di atletica giovane in arrivo ad Ancona per i Campionati italiani juniores e promesse indoor. Sabato 2 e domenica 3 febbraio scendono in pista i migliori talenti delle categorie under 20 e under 23, per contendersi 52 titoli nazionali. Grandi cifre di partecipazione anche quest’anno al Palaindoor, con circa 1200 atleti-gara in rappresentanza di oltre 200 società provenienti da ogni angolo d’Italia, a garantire il tutto esaurito nelle strutture ricettive del territorio. Per la 25esima volta su 44 edizioni, il capoluogo dorico ospita la rassegna che la vede come sede preferenziale più di ogni altra. Le Marche rispondono presente con 28 atleti ai nastri di partenza e diverse possibilità di medaglia.
Nei 400 metri la pesarese Elisabetta Vandi (Atl. Avis Macerata) difende il suo titolo italiano under 20, dopo averlo conquistato nella scorsa stagione. Quest’anno ha già centrato il record marchigiano assoluto dei 200 metri con 24”24 e nella rassegna tricolore si presenta in gara sulla doppia distanza, con la batteria sabato alle ore 13.30 e la finale domenica alle 13.55. Al via per un piazzamento di prestigio Nicola Cesca (Atl. Avis Macerata), che ha il terzo crono dell’anno nei 60 ostacoli promesse, e il marciatore fabrianese Giacomo Brandi (Sport Atl. Fermo) nei 5000 promesse, bronzo nell’ultima edizione. Da seguire tra le under 20 la filottranese Benedetta Trillini (Team Atl. Marche), capolista stagionale dell’alto juniores con 1.75 al primo anno di categoria, nel lungo Martina Ruggeri (Atl. Fabriano) che nel 2018 si è messa al collo la medaglia di bronzo e nel peso Irene Rinaldi (Atl. Fabriano) entra in pedana con il quarto accredito tra le under 20. Puntano a una posizione di vertice anche Martina Aliventi (Collection Atl. Sambenedettese) nel lungo promesse, le marciatrici Anastasia Giulioni (Atl. Avis Macerata) e Camilla Gatti (Atl. Fabriano) sui 3000 juniores, l’osimana Debora Baldinelli(Team Atl. Marche) negli 800 promesse, il triplista Valerio De Angelis (Asa Ascoli Piceno) e il saltatore in alto Michele Pasquinelli (Sef Stamura Ancona) nella categoria under 20. L’ottocentista Simone Barontini (Sef Stamura Ancona) per scelta tecnica invece sarà in gara sabato 2 febbraio al meeting francese di Mondeville, in vista degli Assoluti
Tanti i protagonisti annunciati: nel triplo esordio stagionale del capitano azzurro Fabrizio Donato (Fiamme Gialle) fuori classifica, domenica alle ore 13.30. Tra gli under 23 spicca il nome di Leonardo Fabbri, 21enne fiorentino dell’Aeronautica che nel getto del peso ha portato a 20.20 la sua migliore prestazione nazionale promesse, nello scorso weekend a Vienna, con il lancio più lungo di un italiano negli ultimi 16 anni. Sui 400 metri confronto tra Vladimir Aceti (Fiamme Gialle), oro europeo juniores nel 2017 che è sceso a 46”63 sabato nel meeting svizzero di Magglingen, e Alessandro Sibilio (Fiamme Gialle), campione mondiale under 20 della 4×400, mentre negli 800 sarà impegnato l’altro iridato di staffetta Andrea Romani (Atl. Riccardi Milano 1946). Al via nella categoria juniores Edoardo Scotti (Carabinieri), oro mondiale della 4×400, che nella scorsa stagione ha ritoccato il primato italiano all’aperto della specialità. Nei 1500 è attesa la campionessa europea juniores del cross Nadia Battocletti (Fiamme Azzurre), mentre nei 200 è annunciata la presenza della medaglia d’argento dei Giochi Olimpici giovanili di Buenos Aires Dalia Kaddari (Tespiense Quartu) e nel peso sarà in gara il bronzo a cinque cerchi Carmelo Musci (Aden Exprivia Molfetta).

ELENCO ATLETI MARCHIGIANI ISCRITTI
Atl. Fabriano: Camilla Gatti (marcia 3000 juniores); Irene Rinaldi (peso juniores); Martina Ruggeri (lungo juniores)
Sef Stamura Ancona: Giada Bernardi (60 promesse); Benedetta Boriani (60, lungo juniores); Andree Fioretti (1500 juniores); Maria Giulia Firmani (800 juniores); Marica Gigli (60 juniores); Michele Pasquinelli (alto juniores)
Asa Ascoli Piceno: Allegra Albertini (lungo, triplo juniores); Mirco Capponi (peso promesse); Valerio De Angelis (triplo juniores)
Collection Atl. Sambenedettese: Martina Aliventi (lungo promesse)
Sport Atl. Fermo: Giacomo Brandi (marcia 5000 promesse); Attilio Dante (60 promesse); Michele Ferracuti (60 juniores)
Team Atl. Marche: Debora Baldinelli (800 promesse); Edoardo Giommarini (asta juniores); Fabio Santarelli (lungo, 4×200 promesse); Benedetta Trillini (alto juniores); Federico Falappa, Enrico Luciani, Nicola Mitillo (4×200 promesse)
Atl. Avis Macerata: Nicola Cesca (60 ostacoli promesse); Anastasia Giulioni (marcia 3000 juniores); Letizia Lare Lantone (400 juniores); Elisabetta Vandi (200, 400 juniores)
Atl. Recanati: Nicola Calcabrini (800 promesse)

IL PROGRAMMA – Si comincia sabato mattina alle ore 9.00 con le gare dei Campionati italiani juniores e promesse, poi nel pomeriggio le finali su pista fino alle 19.00 circa. Anche domenica l’inizio è previsto alle 9.00 per altre dieci ore di gare non-stop. Nei prossimi week-end andranno in scena al Palaindoor marchigiano le altre rassegne tricolori. L’ingresso è completamente gratuito, per scoprire i volti dei campioni di domani e tifare per i giovani atleti delle Marche. Nelle intere giornate di sabato 2 e domenica 3 febbraio, al Palaindoor di Ancona in via della Montagnola, zona Palombare, tra il comando provinciale dei Carabinieri e lo stadio Italico Conti.

DIRETTA STREAMING – Anche quest’anno sarà possibile seguire la manifestazione in diretta video streaming su atletica.tv nelle due giornate di gare, sabato 2 e domenica 3 febbraio, per vivere le sfide e le emozioni della rassegna giovanile.

ISCRITTI E RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2019/COD7563/Index.htm
PROGRAMMA ORARIO: http://calendario.fidal.it/files/Orario%20C.I.Indoor%20JP%202019_10.1.pdf

RIEPILOGO DATE PRINCIPALI – ANCONA INDOOR 2019
2-3 febbraio: Campionati italiani juniores e promesse indoor
9-10 febbraio: Campionati italiani allievi indoor
15-17 febbraio: Campionati italiani assoluti indoor
22-24 febbraio: Campionati italiani master indoor
2 marzo: Incontro internazionale under 20 indoor e under 23 di lanci
3 marzo: “Ai confini delle Marche” under 16
23-24 marzo: Campionati italiani paralimpici indoor

LINK ALLE FOTO
Elisabetta Vandi (FotoGP.it): http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Vandi2_AnconaJP2018.jpg
Benedetta Trillini (foto di Andrea Muti): http://www.fidal.it/upload/Marche/2019/Trillini_20gen19.jpg
Giacomo Brandi (foto Colombo/FIDAL): http://www.fidal.it/upload/gallery/2016/Ancona-2016-Campionati-Italiani-Juniores-e-Promesse-indoor/anc110.jpg
Nicola Cesca (foto Colombo/FIDAL): http://www.fidal.it/upload/gallery/2016/Ancona-Campionati-Italiani-Juniores-e-Promesse-indoor-2016-2-giornata/anc233.jpg
Martina Ruggeri (FotoGP.it): http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Ruggeri_AnconaJP2018.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




Monza – Samb: l’unica somiglianza è la classifica

San Benedetto del Tronto, 1 Febbario 2019 –  Il calciomercato è finito e molte squadre si sono rinforzate con innesti di categoria. Nel girone B di Serie C la squadra che ha fatto il miglior mercato è stata il Monza, prossima avversaria dei rossoblù. La formazione brianzola acquistata lo scorso 28 Settembre dal gruppo Fininvest e gestita dall’ Amministratore delegato Adriano Galliani ha speso più di 2 milioni di euro per ingaggiare sedici giocatori al fine di approdare subito in Serie B. La missione non è impossibile e sono appena 13 i punti da recuperare sul Pordenone, prima della classe. Reginaldo, Scaglia, Brighenti, Lepore, Mazzeo, Armellino, Marchi, Marconi, Chiricò, Fossati, Bearzotti e gli altri, sono pronti a rincorrere i ramarri seguendo le indicazioni di mister Cristian Brocchi.

Tutta un’altra storia per la Sambenedettese che ha inserito in organico Celjac, Fissore, D’Ignazio e Caccetta. Il Ds Fusco aveva parlato al suo arrivo di alcuni innesti, almeno uno per ruolo, purtroppo così non è stato. Il presidente Franco Fedeli ha più volte affermato di voler puntare tutto sui giovani presenti in rosa e di avere piena fiducia in loro. L’unica nota di rimprovero per  il direttore sportivo è che dopo il mancato approdo di Scalera la tifoseria si aspettava quanto meno un sostituto ma non è arrivato nessuno. Per l’attacco, zona rossa in quanto l’unico di ruolo è Francesco Stanco che nelle ultime giornate è apparso sotto tono, non si è voluto trattare nessuno complice anche la scusante della lista over piena e quindi per una entrata doveva corrispondere una uscita. Dopo una orrenda partenza di campionato la società e  mister Roselli  hanno saputo invertire la rotta conquistando dodici risultati utili consecutivi quindi si ha piena fiducia nel loro lavoro.

Domani, sabato 2 Febbraio, alle ore 14.30 Monza e Sambenedettese si daranno battaglia al “Brianteo”per quella che sarà la 24ma giornata del Girone B di Serie C. La classifica mostra il Monza al 7mo posto con 33 punti mentre la Sambenedettese al 9no posto con 32. Roselli arriva alla sfida in terra lombarda con due elementi fondamentali della rosa fuori per squalifica ossia Miceli e il capitano Rapisarda. Se da una parte la Samb deve avere paura del Monza dai grandi nomi e dalle grande potenzialità, dall’altra può sperare in un fattore: il “Gruppo”. I tesserati appena arrivati alla corte di Brocchi hanno avuto poco tempo per assimilare il modo di giocare dei brianzoli e quindi Roselli potrà in qualche modo sfruttare al meglio questa momentanea lacuna.

Il calcio è strano e la sfida tra Monza e Samb sulla carta sembrerebbe una battaglia mitologica come quella di Davide contro Golia ma domani alle 14.30 l’unica legge in vigore sarà quella del campo.

 




Eleonora Vandi raddoppia: è record anche nei 1500 indoor

A Padova la mezzofondista pesarese dell’Atletica Avis Macerata conquista un altro primato regionale assoluto 4’21”74, dopo quello degli 800 metri
Ancona – Un inizio di stagione entusiasmante per l’atletica marchigiana, con una serie ininterrotta di record indoor e tutti al femminile. Arriva il secondo sigillo per Eleonora Vandi, che nei 1500 metri realizza il miglior crono regionale di sempre in 4’21”74 sulla pista di Padova. La 22enne pesarese dell’Atletica Avis Macerata va subito a segno nella prima esperienza sulla distanza al coperto, con un parziale di 2’54”0 ai 1000 metri, per demolire il limite stabilito dalla compagna di club Ilaria Sabbatini con 4’32”19 nel 2017. Ma in questo formidabile avvio stagionale Eleonora aveva firmato anche quello degli 800 metri correndo in 2’05”62 ad Ancona. La prima ad aprire il 2019 con un record era stata invece la 18enne sorella Elisabetta Vandi, capace di sfrecciare in 24”24 sui 200 metri. Nel mezzofondo, due primati regionali assoluti anche per l’altra pesarese avisina Ilaria Sabbatini: 9’49”82 nei 3000 di Padova e poi 2’56”54 sui 1000 metri di Ancona, per un totale di cinque record in un memorabile mese di gennaio. Nella stessa manifestazione, bel sesto posto dell’allievo osimano Emanuele Ghergo (Team Atl. Marche) ai campionati italiani di prove multiple, con 3247 punti nel pentathlon under 18.

RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2019/COD7562/Index.htm
JUNIORES: LE SFIDE PER I TITOLI AD ANCONA
In azione nel weekend il campione del mondo della 4×400 under 20 Scotti, l’oro europeo juniores del cross Battocletti, i medagliati dei Giochi Olimpici giovanili Kaddari e Musci.

Qualità, adrenalina e sfide avvincenti per la categoria under 20 nelle due giornate dei Campionati Italiani Juniores e Promesse indoor di Ancona (2-3 febbraio). Al Palaindoor per la fascia d’età 2000-2001 saranno assegnati 26 titoli tricolori, equamente divisi tra uomini e donne. Il programma del weekend vede iscritti i due quattrocentisti che nella scorsa stagione hanno ritoccato il primato italiano all’aperto della specialità tra gli under 20: Edoardo Scotti (Carabinieri) ed Elisabetta Vandi (Avis Macerata). Nei 1500 è attesa la campionessa europea juniores del cross Nadia Battocletti (Fiamme Azzurre), mentre nei 200 è annunciata la presenza della medaglia d’argento dei Giochi Olimpici giovanili di Buenos Aires Dalia Kaddari (Tespiense Quartu) e nel peso sarà in gara il bronzo a cinque cerchi Carmelo Musci (Aden Exprivia Molfetta). Tra gli altri medagliati giovanili, sono iscritti il vicecampione europeo allievi dei 10.000 di marcia Aldo Andrei (Gs Valsugana Trentino) e al femminile il bronzo di Gyor 2018 dei 5000 di marcia Simona Bertini (Francesco Francia). In pista anche alcuni dei velocisti che nella rassegna continentale under 18 della scorsa stagione hanno conquistato la medaglia d’oro con la staffetta mista: da Chiara Gherardi (Studentesca Rieti Milardi) nei 60 a Eleonora Foudraz(Atl. Sandro Calvesi) nei 200-400, e al maschile da Federico Manini (Cento Torri Pavia) nei 60-200 ai quattrocentisti Francesco Domenico Rossi (Geas Atletica) e Luca Pierani(Atl. Bergamo 1959 Oriocenter). Non va dimenticato il gruppo degli staffettisti finalisti mondiali under 20 di Tampere Eloisa Coiro (Fiamme Azzurre), Margherita Zuecco (Atl. Vicentina), Vittoria Fontana (Fanfulla Lodigiana), Lorenzo Patta (Atl. Oristano), Lorenzo Paissan (Lagarina Crus Team).
SEGUE: http://www.fidal.it/content/Juniores-le-sfide-per-i-titoli-ad-Ancona/118928

ANCONA: PROMESSE IN CACCIA DEL TRICOLORE
Nelle sfide under 23 indoor (2-3 febbraio) atteso il pesista Fabbri dopo il recente primato di categoria, Aceti-Sibilio nei 400, al femminile Bellò negli 800, esordio Donato fuori gara nel triplo.

Tanti motivi di interesse ad Ancona, sabato 2 e domenica 3 febbraio, per i Campionati Italiani Juniores e Promesse indoor. Nel fine settimana tricolore saranno al via molti dei protagonisti delle ultime stagioni nel settore giovanile, con 26 titoli in palio anche per la fascia di età superiore, quella degli under 23. Spicca il nome di Leonardo Fabbri, 21enne fiorentino dell’Aeronautica che nel getto del peso ha portato a 20,20 la sua migliore prestazione nazionale di categoria, nello scorso weekend a Vienna, con il lancio più lungo di un italiano negli ultimi 16 anni. Sui 400 metri è atteso il confronto tra Vladimir Aceti(Fiamme Gialle), oro europeo juniores nel 2017 che è sceso a 46.63 sabato nel meeting svizzero di Magglingen, e Alessandro Sibilio (Fiamme Gialle), campione mondiale under 20 della 4×400, mentre negli 800 sarà impegnato l’altro iridato di staffetta Andrea Romani(Atl. Riccardi Milano 1946). Attenzione alle pedane dei salti: nel triplo, che vedrà l’esordio stagionale del capitano azzurro Fabrizio Donato (Fiamme Gialle) fuori classifica, da seguire l’ex argento europeo juniores Tobia Bocchi (Carabinieri). Al femminile in gara sugli 800 metri la tricolore assoluta Elena Bellò (Fiamme Azzurre), mentre promettono scintille le sfide dei 60 ostacoli, con Elisa Di Lazzaro (Carabinieri) che dovrà respingere l’assalto di un agguerrito gruppo di avversarie, e dei 400 metri tra la campionessa in carica Rebecca Borga (Fiamme Gialle) e Linda Olivieri (Fiamme Oro), in grande crescita sulla specialità. Nell’asta maschile attenzione ai progressi di Max Mandusic (Trieste Atletica). Sarà la 44esima edizione di una rassegna tricolore giovanile indoor, la numero 30 per le promesse: ad Ancona per la diciannovesima volta degli under 23 e la dodicesima consecutiva al Palaindoor del capoluogo marchigiano.
SEGUE: http://www.fidal.it/content/Ancona-Promesse-in-caccia-del-tricolore/118959

DIRETTA STREAMING – Anche quest’anno sarà possibile seguire la manifestazione in diretta video streaming su atletica.tv nelle due giornate di gare, sabato 2 e domenica 3 febbraio.

ISCRITTI E RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2019/COD7563/Index.htm
PROGRAMMA ORARIO: http://calendario.fidal.it/files/Orario%20C.I.Indoor%20JP%202019_10.1.pdf

RIEPILOGO DATE PRINCIPALI – ANCONA INDOOR 2019
2-3 febbraio: Campionati italiani juniores e promesse indoor
9-10 febbraio: Campionati italiani allievi indoor
15-17 febbraio: Campionati italiani assoluti indoor
22-24 febbraio: Campionati italiani master indoor
2 marzo: Incontro internazionale under 20 indoor e under 23 di lanci
3 marzo: “Ai confini delle Marche” under 16
23-24 marzo: Campionati italiani paralimpici indoor

LINK ALLA FOTO (autore Giancarlo Colombo/FIDAL)
Eleonora Vandi: http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Ancona-Campionati-Italiani-Assoluti-indoor-2–giornata/ancona246.jpg

 

 

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.