dall’Amat

DOMENICA 6 OTTOBRE AL TEATRO SPERIMENTALE DI PESARO

RITORNA ANDAR PER FIABE!

CATERINA CAMMINA CAMMINA INAUGURA LA RASSEGNA

 

 

Andar per fiabe, rassegna organizzata da AMAT, in collaborazione con i Comuni del territorio, la Provincia di Pesaro e Urbino, il sostengo del MiBACT, della Regione Marche e il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro ritorna con una nuova stagione, festeggiando i 10 anni di attività nei teatri della provincia.

Domenica 6 ottobre alle ore 17 primo appuntamento al Teatro Sperimentale di Pesaro con l’acclamatissimo sodalizio Bussolati/Garilli/Canducci impegnato nella produzione della fiaba musicale Caterina Cammina Cammina.

Caterina Cammina Cammina ci conduce in un mondo magico, fatto di rime, giochi, incontri con personaggi sensazionali, in una lunga e sorprendente passeggiata nella quale non si potrà fare a meno di farsi coinvolgere, seguendo ritmi, suoni, movimenti. Le avventure di Caterina e il suo viaggio esperienziale in un mondo fantastico vengono proposte con il consueto intreccio di musiche originali composte da Elisabetta Garilli appositamente per lo spettacolo e interpretate dal Garilli Sound Project, illustrazioni prodotte dal vivo da Emanuela Bussolati e narrazione, interpretata qui magistralmente da Alessia Canducci.

Come sempre ad attendere i bambini prima dello spettacolo, ci saranno i laboratori nel foyer del Teatro e l’immancabile PUK, mascotte creata dall’azienda Bartolucci. Dalle ore 16 le Storie ad alta voce, a cura di Nati per Leggere e Costruisci la tua Pigotta, laboratorio a cura di Unicef, dopo lo spettacolo Buon Compleanno Puk!, a cura di Catering Mariella Mosca.

Biglietti – posto unico numerato adulti € 8, bambini € 5, bambini da 0 a 3 anni € 0,50 € – nei giorni precedenti lo spettacolo presso biglietteria Tipico.tips tel. 0721 3592501, da martedì a domenica (10 – 13 e 16 – 20) e biglietteria Teatro Rossini tel. 0721 387621 da mercoledì a sabato (17 – 19.30). Vendita on line su vivaticket.it e tramite call center 071 2133600. La domenica di spettacolo la vendita prosegue al Teatro Sperimentale dalle 10 alle 13 e dalle 16 a inizio spettacolo. Per informazioni: AMAT, uffici di Pesaro 0721.849053 – 366.6305500.




Abbonamenti alla stagione del Teatro Concordia dal 5 al 19 ottobre

SAN BENEDETTO DEL TRONTO, 2 ott. 2019 – Da sabato 5 a sabato 19 ottobre sono in vendita gli abbonamenti alla stagione del Teatro Concordia. Realizzato da Comune e AMAT, con il contributo di MiBAC e Regione Marche e con il sostegno del BIM Tronto, il cartellone ospita sette titoli, finalmente tutti proposti con la formula della doppia replica, inseguita per anni e ora resa possibile anche grazie ai risultati entusiasmanti della stagione scorsa.

Con l’introduzione della doppia serata per ognuno dei titoli rappresentati, si azzera quest’anno la prelazione riservata ai vecchi abbonati sulla conferma del posto.

Gli abbonamenti per i 7 spettacoli, sia per la prima che per la seconda delle 2 serate, sono in vendita alla biglietteria del Teatro Concordia (largo Mazzini 1, orario 10-12 e 17,30-19,30, tel. 0735/588246) a 110 euro per la platea, 80 euro per la galleria e 50 euro per lo speciale giovani fino a 25 anni (riservato ai giovani fino a 25 anni e ai soci Touring Club, valido in platea, dalla fila O alla fila Q, e in galleria).

Il sipario del Concordia si alza il 26 e 27 ottobre con Silvio Orlando in “Si nota all’imbrunire (Solitudine da paese spopolato) di Lucia Calamaro. Venerdì 8 e sabato 9 novembre la Compagnia dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico porta in scena con la regia di Emma Dante “Le baccanti di Euripide. Appuntamento con danza, illusionismo e acrobazie il 29 e 30 novembre con Evolution Dance Theater in “Night garden spettacolo ideato e coreografato da Anthony Heinl. Luca Barbareschi, Lucrezia Lante Della Rovere e Federico Russo sono i protagonisti, il 7 e 8 gennaio, de “Il cielo sopra il letto (Skyline)” a San Benedetto in unica data regionale. Giovedì 6 e venerdì 7 febbraio la scena è per Simone Cristicchi nello spettacolo “Esodo”, racconto per voce, parole e immagini di un frammento della storia italiana del Novecento attraverso la quotidianità. In unica data regionale, il 29 febbraio e 1 marzoVanessa Incontrada e Gabriele Pignotta portano in scena la divertentissima commedia “Scusa sono in riunione… ti posso richiamare?” scritta e diretta da Gabriele Pignotta. Dopo il clamoroso successo nella scorsa stagione, torna nuovamente sul palco del Concordia la commedia dell’arte per l’appuntamento di chiusura, il 17 e 18 aprile, con Stivalaccio Teatro in un divertentissimo “Il malato immaginario. L’ultimo viaggio” ispirato a Molière.

 

Informazioni Biglietteria del Teatro Concordia (largo Mazzini, 1 tel. 0735/588246; Ufficio Cultura del Comune di San Benedetto, tel. 0735/794588 e 0735/794460, www.comunesbt.it; AMAT ad Ancona, tel. 071/2072439, www.amatmarche.net; Call center dello spettacolo delle Marche 071/2133600.




Andar per fiabe

Dal 6 ottobre 2019 al 19 aprile 2020 in 17 teatri della provincia di Pesaro e Urbino

BUON COMPLEANNO ANDAR PER FIABE!

Pesaro, 27 settembre 2019_ La storica rassegna Andar per fiabe, compie 10 anni e presenta un programma davvero speciale! Le domeniche pomeriggio, dal 6 ottobre 2019 al 19 aprile 2020.

27 sono gli appuntamenti con lo spettacolo dal vivo, le letture ad alta voce, i giochi, i laboratori, le mostre e tante altre bellissime sorprese che animeranno 17 Teatri di altrettanti comuni del territorio provinciale: Apecchio, Cagli, Fano, Frontone, Gradara, Macerata Feltria, Mercatello sul Metauro, Mondavio, Pergola, Pesaro, San Costanzo, San Lorenzo in Campo, Sant’Angelo in Vado, Sassocorvaro, Urbania, Urbino e Vallefoglia.

22 le Compagnie, specializzate nel teatro per l’infanzia, spesso vincitrici di prestigiosi premi nazionali e internazionali che giungono da ogni parte d’Italia per rappresentare i loro spettacoli e festeggiare il Compleanno di PUK.

Sempre vari e originali i linguaggi della scena: tutti al servizio della fantasia, della curiosità e della straordinaria capacità di ascolto dei nostri piccoli, grandi spettatori.

Si va dall’incanto del teatro disegnato (Pinocchio di Gek Tessaro) al sempre divertente circo-teatro (Paccottiglia Deluxe di Circo Pacco, Mago per svago di L’abile Teatro, l’Onironauta di Filippo Brunetti), al coinvolgente teatro musicale (Caterina cammina cammina di Garilli Sound Project, FedroEsopoLafontaine di Teatrino dell’Erba Matta, Un treno di perché di Ferruccio Filippazzi, Cattivini di Kosmocomico Teatro, Cartacantastorie di La Botte e il Cilindro), al magico mondo del teatro di figura (Circo Pouët).

Tra i protagonisti, i grandi classici della fiaba presentati con messe in scena innovative come Hans e Gret di Emma Dante, Cappuccetto rosso di TeatrodelleIsole, Alice di Fratelli di Taglia, I vestiti nuovi dell’Imperatore de I Fratelli Caproni, Il lupo e i sette capretti di Teatrino dell’Erba Matta o come A Christmas Carol, capolavoro dickensiano rappresentato in lingua inglese. Ma tante sono anche le nuove, affascinanti proposte teatrali come Fratellino e fratellina di AsiniBardasci, A ritrovar le storie di Teatro dell’Orsa, Il Paese senza parole di Rosso Teatro, Re tutto cancella di Teatro Perdavvero o Musi lunghi e nervi tesi di ATG Teatro Pirata.

All’infanzia di Leonardo e Raffaello Sanzio (e per celebrare i loro cinquecentenari) sono dedicati gli spettacoli Leo, uno sguardo bambino sul mondo della Compagnia Drammatico Vegetale e Raphael Trepuntozero di TeatrodelleIsole. E il “signore di Urbino”, Duca di Montefeltro è il protagonista della nuova produzione di ATG Teatro Pirata Federico condottiero. E la città ideale.

Quest’anno festeggiamo ancora il nostro amato Gioachino Rossini con ben due spettacoli: Figaro Figaro! di Teatro Linguaggi e con la nuovissima Cenerentola. Rossini all’opera di Fondazione TRG. Infine, nel centenario della sua nascita, Andar per fiabe non poteva dimenticare uno straordinario scrittore e pedagogista, da molti considerato il maggior favolista del Novecento: Gianni Rodari. A Rodari, e alle sua geniali creazioni è dedicato lo spettacolo Rodarissimo di Teatro dell’Orsa.

Prima degli spettacoli, come ad ogni edizione, i foyer dei Teatri, ospiteranno diverse attività ludico-didattiche: dalle applaudite letture ad alta voce (con i lettori volontari del progetto Nati per Leggere, dell’Associazione APS Le Voci dei Libri e del Sistema Bibliotecario Alto Metauro) al laboratorio interculturale curato da Paola Massaro (dell’Università di Urbino), dai laboratori creativi curati da Ittico ArtLab, Stramonio, Unicef, Di&Fa e Giorgia Leonardi ai Giochi di una volta proposti da Cai Mercati e alle straordinarie mostre curate dal Liceo Artistico Mengaroni di Pesaro che da anni collabora con la rassegna.

Sempre presenti saranno gli splendidi libri illustrati della Libreria Il Libraccio di Miki di Urbino e gli incontri con le associazioni come E.N.P.A e Animalia per imparare a conoscere e rispettare i nostri amici animali. Anche quest’anno Andar per fiabe intende sostenere il progetto di solidarietà “Abbraccia un bambino” grazie alla sensibilità e alla generosa partecipazione dell’Azienda Bartolucci Francesco di Belvedere Fogliense. Nato dalla collaborazione tra l’Associazione “I Bambini di Simone” e la Caritas Diocesana di Pesaro, il progetto “Abbraccia un bambino”, è nato per sostenere le famiglie con bambini in stato di fragilità sociale che vivono nel nostro territorio provinciale. In tutti i foyer dei Teatri il pubblico potrà acquistare, con una piccola offerta, le creazioni in legno della ditta Bartolucci, fra cui PUK, la piccola, grande mascotte di Andar per fiabe.

Il ricavato andrà interamente devoluto al progetto “Abbraccia un bambino”. Anche quest’anno, come in tutti questi 10 anni, PUK vi aspetta a braccia aperte ad Andar per fiabe!

La rassegna Andar per fiabe è organizzata da AMAT, in collaborazione con i Comuni di Apecchio, Cagli (Istituzione Teatro Comunale di Cagli), Fano (Fondazione Teatro della Fortuna), Frontone, Gradara, Macerata Feltria, Mercatello sul Metauro, Mondavio, Pergola, Pesaro (Assessorato Bellezza, Assessorato alla Crescita), San Costanzo, San Lorenzo in Campo, Sant’Angelo in Vado, Sassocorvaro, Urbania, Urbino (Assessorato alla Cultura, Assessorato al Turismo), Vallefoglia.

Con il sostegno del Ministero dei Beni e Attività culturali e Turismo, della Regione Marche e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro e in collaborazione con Fondazione Rossini, Tipico.Tips e numerose Associazioni del territorio provinciale.

Leggi tutto in allegato: Calendario Andar per Fiabe 19-20 Info Biglietti

AMAT, Uffici di Pesaro, via Mazzolari, 10 – 0721 849053 reteteatripu@amat.marche.it

BIGLIETTI

Pesaro, Teatro Sperimentale: posto unico numerato adulti € 8, bambini € 5

Fano, Teatro della Fortuna: posto unico numerato adulti € 8, bambini € 5

Urbino, Teatro Sanzio: posto unico numerato adulti € 8, bambini € 5

Tutti gli altri teatri: posto unico non numerato adulti e bambini € 5

Bambini da 0 a 3 anni € 0,50€

I biglietti potranno essere acquistati:

IN PREVENDITA (con maggiorazione di € 1.00 a biglietto)

Biglietteria Tipico.tips, via Rossini 41, Pesaro tel. 0721 3592501

orario: da martedì a domenica, 10.00 – 13.00 e 16.00 – 20.00

Biglietteria Teatro Rossini, P.zza Lazzarini 1, Pesaro tel. 0721 387621

orario: da mercoledì a sabato, 17.00 – 19.30

Biglietteria Teatro della Fortuna, P.zza XX Settembre 1, Fano tel. 0721 800750

orario: da mercoledì a sabato, esclusi i festivi 17.30 -19.30

mercoledì e sabato anche dalle 10.30 alle 12.30

Biglietteria Teatro Sanzio, Corso Matteotti, Urbino tel. 0722 2281

orario: il giorno precedente lo spettacolo 11.00 – 13.00 e 16.00 – 20.00

ONLINE su vivaticket.it

LE DOMENICHE DI RAPPRESENTAZIONE

per gli spettacoli a Pesaro:

Biglietteria Teatro Sperimentale, via Rossini 16, Pesaro tel. 0721 387548

orario: 10.00-13.00 e dalle 16.00

per gli spettacoli a Fano:

Biglietteria Teatro della Fortuna, P.zza XX Settembre 1, Fano, tel. 0721 800750

orario: 10.30-12.30 e dalle 15.00

per gli spettacoli a Urbino:

Biglietteria Teatro Sanzio, Corso Matteotti, Urbino te. 0722 2281

orario: dalle 16.00

per tutti gli altri spettacoli:

nei botteghini di ogni singolo teatro tel. 366 6305500

orario: dalle 16.00




dall’Amat

PESARO, TEATRO ROSSINI

DA MERCOLEDÌ 2 OTTOBRE IN VENDITA I NUOVI ABBONAMENTI

PER LA PROSA E LA DANZA

 

Da mercoledì 2 ottobre sono in vendita i nuovi abbonamenti per la stagione di prosa e danza 2019/2020 del Teatro Rossini di Pesaro promossa dal Comune di Pesaro con l’AMAT, la Regione Marche e il MiBACT. Trentadue serate di spettacolo per sette titoli, di cui una prima assoluta con residenza di allestimento, animano il cartellone che prende avvio a ottobre per completarsi ad aprile.

A partire da 70 euro per 7 spettacoli della prosa e da 40 euro per i 4 della danza, gli abbonamenti sono in vendita presso la biglietteria del teatro (Piazzale Lazzarini tel. 0721 387621), tutti i giorni con orario 10 – 13 e 17 – 19.30 fino all’8 ottobre, dal 9 ottobre dal mercoledì al sabato dalle ore 17 alle ore 19.30. È previsto inoltre uno speciale pacchetto prosa + danza, abbonamento a 11 spettacoli a 100 euro, con ulteriore riduzione sul costo dell’8%.

L’inaugurazione della stagione dal 17 al 20 ottobre è con Un tram che si chiama desiderio di Tennessee Williams al Rossini in prima assoluta al termine di una residenza di allestimento, diretto da un grande maestro di fama internazionale come Pier Luigi Pizzi e interpretato da Mariangela D’Abbraccio e Daniele Pecci. Dal 21 al 24 novembre il Teatro Rossini accoglie Michele Riondino con un eterogeneo gruppo di attori tra cui Francesco Bonomo ne Il Maestro e Margherita di Michail Bulgakov per la regia di Andrea BaraccoRaoul Bova e Rocío Muñoz Morales sono i protagonisti dal 12 al 15 dicembre della commedia densa di emozioni Love letters, testo di Gurney finalista al Premio Pulitzer portato in scena dalla regia di Veruska Rossi. Dal 16 al 19 gennaio al Teatro Rossini giunge una commedia tutta al femminile, Figlie di Eva di Michela Andreozzi, Vincenzo Alfieri e Grazia Giardiello, con Maria Grazia CucinottaVittoria Belvedere e Michela Andreozzi per la regia di Massimiliano VadoLeo Gullotta diretto dalla regia di Fabio Grossi è il protagonista dal 30 gennaio al 2 febbraio di Pensaci, Giacomino di Luigi Pirandello mentre Lello Arena e Tonino Taiuti, affiancati da un nutrito gruppo di attori, danno vita dal 13 al 16 febbraio a Miseria e nobiltà di Eduardo Scarpetta per la regia di Luciano Melchionna. La stagione volge al termine dal 26 al 29 marzo con Un nemico del popolo di Henrik Ibsen, nuova sfida firmata da Massimo Popolizio, in scena con Maria Paiato e un numeroso gruppo di attori.

La stagione di danza in abbonamento inizia il 25 ottobre con il Balletto di Roma e Fabrizio Monteverde in Io, Don Chisciotte, uno spettacolo di grande forza e personalità e prosegue l’8 novembre con gli straordinari danzatori di Aterballetto nei lavori di Hofesh Shechter Ohad Naharin, due dei coreografi più intensi, viscerali e acclamati del panorama internazionale. Per festeggiare i 25 anni dalla fondazione della compagnia italiana Kataklò, la coreografa e direttrice artistica Giulia Staccioli offre al pubblico italiano e del Teatro Rossini il 21 marzo un esclusivo riallestimento di Eureka, acclamato “cavallo di battaglia” della compagnia arricchito e rivisto nelle scelte coreografiche, musicali e scenografiche. Ultimo appuntamento in abbonamento il 5 aprile con Cristiana Morganti, da più di vent’anni storica interprete del Tanztheater di Wuppertal, in Moving with Pina un viaggio nell’universo di Pina Bausch, visto dalla prospettiva del danzatore.

Andar per fiabe




Ecco la cartella stampa della nuova stagione del Teatro Pergolesi di Jesi e Spontini di Maiolati

Jesi – I Teatri G.B. Pergolesi di Jesi e G. Spontini di Maiolati ospitano da gennaio a giugno 2020 un cartellone unico di dodici appuntamenti su iniziativa della Fondazione Pergolesi Spontini con i due Comuni (soci fondatori della Fondazione) e l’AMAT, una stagione ricca e articolata espressione della volontà di ribadire una collaborazione proficua tra i soggetti promotori, capace di mettere in rete le potenzialità del vivace territorio, da sempre punto di riferimento nel panorama teatrale regionale. Il cartellone è frutto di un lavoro e di una sinergia che si traducono in un ampliamento dell’offerta per il pubblico e in una valorizzazione dei diversi contenitori culturali. Il risultato è una proposta di qualità maggiormente variegata e quindi potenziata nella sua capacità attrattiva, un viaggio che promette emozioni, momenti di riflessione ed evasione.

La stagione si apre al Teatro Pergolesi il 4 gennaio con Leo Gullotta diretto dalla regia di Fabio Grossi in Pensaci, Giacomino di Luigi Pirandello, testo scritto nel 1917 dal premio Nobel agrigentino e tutt’ora di grande contemporaneità. Tutti i ragionamenti, i luoghi comuni, gli assiomi pirandelliani sono presenti in questo testo di condanna di una società becera e ciarliera, dove il gioco della calunnia, del dissacro e del bigottismo è sempre pronto a esibirsi. Il cartellone del Pergolesi prosegue il 14 gennaio con Alessandro Preziosi nei panni di Vincent Van Gogh, costretto in manicomio, nell’omonimo spettacolo diretto da Alessandro Maggi, una sorta di thriller psicologico di Stefano Massini – vincitore del Premio Tondelli a Riccione Teatro 2005 per la “scrittura limpida, tesa, di rara immediatezza drammatica, capace di restituire il tormento dei personaggi con feroce immediatezza espressiva” – attorno al tema della creatività artistica che lascia lo spettatore con il fiato sospeso dall’inizio alla fine. È una sfida vinta, quella di Andrée Shammah, di far rivivere I promessi sposi alla prova di Giovanni Testori, lo spettacolo originario del 1984 che giunge a Jesi il 1 febbraio in un allestimento completamente rinnovato che vede sul palco giovani interpreti affiancati da grandi attori (Laura Marinoni, Luca Lazzareschi, Carlina Torta, Laura Pasetti) che con generosità si mettono “alla prova” con la scrittura di Testori arricchita da incursioni del capolavoro manzoniano. Mine vaganti, il film del 2010 di Ferzan Ozpetek, grande successo di botteghino e critica (2 David, 5 Nastri d’argento, 4 Globi d’oro) arriva per la prima volta in teatro, diretto dallo stesso Ozpetek, al debutto nella prosa. Il Teatro Pergolesi ospita la commedia – interpretata da Arturo Muselli, Francesco Pannofino, Paola Minaccioni e Giorgio Marchesi – il 16 febbraio. Mi sa che fuori è Primavera, un progetto di Giorgio Barberio Corsetti e Gaia Saitta tratto dall’omonimo libro di Concita De Gregorio, giornalista e scrittrice, inviata per il quotidiano “la Repubblica”, giunge a Jesi il 21 marzo. La pièce porta in scena la storia di Irina Luci, tristemente nota alla cronaca. Leo Muscato, erede della direzione artistica della compagnia di Luigi De Filippo, ha deciso di inaugurare questo nuovo corso partendo dal primo spettacolo che ha fatto con lui, Non è vero ma ci credo di Peppino De Filippo al Pergolesi il 3 aprile, una tragedia tutta da ridere con il protagonista incarnato da Enzo Decaro. La stagione volge al termine il 5 giugno con Misericordia, nuovo atteso spettacolo della regista Emma Dante proposto nell’ambito del Premio Moriconi. Dopo l’esperienza “senza parole” di Bestie di scena, spettacolo con il quale è iniziata la collaborazione artistica di Emma Dante con il Piccolo Teatro, la regista siciliana porta ancora sulla scena una forma di silenzio, profondo e definitivo, quello delle donne. Nella sua seconda regia per il Piccolo, in coproduzione con Teatro Biondo e con la sua compagnia, torna alla sua lingua, al suo stile, al suo universo emotivo, per raccontare la fragilità delle donne, la loro disperata solitudine.Il sipario del Teatro G. Spontini si apre il 31 gennaio con Coppia aperta quasi spalancata, una classica commedia all’italiana, uno degli spettacoli più popolari degli anni Ottanta in Italia e in Germania dove ha riscosso un tale successo da essere proposta in ben 30 teatri contemporaneamente, in un nuovo allestimento interpretato da Chiara Francini e Alessandro Federico e diretto da Alessandro Tedeschi. Danza e circo animano Il circo delle bolle, una creazione di Michelangelo Ricci per Compagnia Ribolle energica, vivace e colorata, con protagonista la magia delle bolle di sapone, un vortice di coreografie e giochi che coinvolgono il pubblico di tutte le età, rendendolo vitale e pronto a partecipare, a muoversi e cantare al ritmo di meravigliose musiche, diventando esso stesso protagonista. Divertente, interpretato da due grandi talenti del teatro Gianluca Guidi e Giampiero Ingrassia, Maurizio IV di Edoardo Erba è un “Pirandello pulp”, come recita il sottotitolo dello spettacolo che si impone come una delle più importanti novità italiane della stagione. Il Teatro Spontini lo ospita il 3 marzo e mette in scena la storia di Maurizio, un regista che sta per mettere in scena Il gioco delle parti di Pirandello e con lui un tecnico appena assunto, Carmine, siciliano di mezza età, che non sa nulla dello spettacolo. Massimo Lopez e Tullio Solenghi show vede in scena il 14 marzo i due amatissimi mattatori, insieme sul palco dopo 15 anni come due vecchi amici che si ritrovano, in uno show di cui sono interpreti ed autori, coadiuvati dalla Jazz Company del maestro Gabriele Comeglio, che esegue dal vivo la partitura musicale. Ne scaturisce una scoppiettante carrellata di voci, imitazioni, scketch, performance musicali, improvvisazioni ed interazioni col pubblico. Una conclusione di stagione travolgente il 19 aprile nel segno della migliore commedia dell’arte con Romeo e Giulietta l’amore è saltimbanco di Stivalaccio Teatro. La storia ci riporta nella Venezia del 1574 dove due improbabili saltimbanchi vengono incaricati di mettere in scena la più grande storia d’amore di tutti i tempi: Romeo e Giulietta. Michele Mori, Marco Zoppello e Anna De Franceschi rileggono il classico shakespeariano con il loro stile irriverente e scanzonato, coinvolgendo il pubblico in un divertente mix di trame, dialetti, improvvisazioni, duelli e pantomime.

Rinnovo abbonamenti da sabato 12 ottobre. Nuovi abbonamenti da sabato 9 novembre. Biglietti e carnet da sabato 30 novembre presso biglietteria del teatro 0731 206888. Tutti gli spettacoli hanno inizio alle ore 21, tranne Romeo e Giulietta l’amore è saltimbanco al Teatro Spontini di Maiolati domenica 19 aprile che ha inizio alle ore 17. Leggi tutto in allegato: CARTELLA STAMPA Teatri Jesi e Maiolati

Info su www.fondazionepergolesispontini.com, www.amatmarche.net.




dall’Amat

SPARSE FESTIVAL, DOMENICA 29 SETTEMBRE A CAMERINO

IL CLOWN SEBASTIAN BURRASCA IN SHOES

 

 

Secondo appuntamento a Camerino domenica 29 settembre di Sparse festival, teatro, musica, danza e circo nelle aree rurali della regione Marche nell’ambito del progetto europeo Sparse (Supporting & Promoting Arts in Rural Settlements of Europe), finanziato dal programma Europa Creativa e che vede AMAT come soggetto italiano accanto a Take Art (Inghilterra)Eesti Tantsuagentuur – National Dance Agency (Estonia)Fish Eye (Lituania), Shoshin (Romania), Carn to Cove (Inghilterra), Riksteatern Varmland (Svezia) e Sogn og Fjordance (Norvegia). Con Sparse festival il progetto europeo entra nel vivo rendendo protagonisti i Comuni di CaldarolaCamerinoCastelraimondo che ha ospitato l’inaugurazione lo scorso 14 settembre, Mogliano e Sarnano.

Alle ore 17.30 in Piazza Dario Conti Sottocorte Village (in caso di pioggia Aula Magna dei Licei) il clown Sebastian Burrasca presenta Shoes che tra le sue gags mostra la difficoltà di un esercizio quotidiano per tutto il genere femminile, seguendo il filo conduttore che dà il titolo allo spettacolo: le scarpe. Sfilare con il tacco 12? Pericolo ed eleganza unite in un’unica azione. Caratteristiche presenti anche in ogni disciplina circense. E qui entra in gioco il clown Sebastian Burrasca che tra le sue gags mostra la difficoltà di un esercizio quotidiano per tutto il genere femminile. Ed eccoci catapultati nelle più fashion passerelle di alta moda milanesi. Uno show d’interazione col pubblico, senza parola, in cui appaiono svariate tecniche del teatro di strada tra cui equilibrismi, giocoleria veloce, sculture di palloncini. Ogni sketch segue il filo conduttore che dà il titolo allo spettacolo: le scarpe.

Sebastian Burrasca è un personaggio creato da Fabio Lucignano nel 2010. Nato e cresciuto come saltimbanco nelle più belle piazze dello stivale, negli ultimi 3 anni si è esibito anche in diversi festival di artisti di strada quali Senigart, Modena Buskers Festival, Super Clown Festival, SMIAF, Santa Sofia Buskers Festival, Faenza Buskers. Quest ‘anno è stato anche il primo classificato nel concorso ClownFactor che lo ha portato alla vittoria del premio Takimiri durante il festival internazionale di arte di strada e clown di Monte San Giusto, il Clown&Clown. Allieta con le sue entrate anche diversi cabaret su tutto il territorio nazionale. Nel 2014 fonda insieme al duo Meroni-Zamboni il Collettivo Clown. Con loro organizza festival, clown gala ed eventi. Nel 2015 è nato anche il duo con Andrea Mineo con lo spettacolo Funky Magic Show. Il suo bagaglio artistico comprende giocoleria, sculture di palloncini, arte del clown (iniziata nel 2007 con l’associazione di clown terapia VIP) con una comicità originale tendente al “no-sense” demenziale. Ingresso allo spettacolo euro 5, incluso aperitivo.

Sparse festival prosegue Il 12 ottobre a Sarnano presso il Loggiato di via Roma con Tournée da bar in Macbeth da William Shakespeare, uno spettacolo in cui il pubblico è coinvolto direttamente e accompagnato dagli attori all’interno dei segreti che si nascondono tra le righe di questo grande classico shakespeariano. In Bello Mondo Mariangela Gualtieri il 27 ottobre al Teatro Apollo di Mogliano (ore 17.30) cuce versi tratti soprattutto da Le giovani parole (Einaudi, 2015), ma inserisce anche poesie da raccolte precedenti, al fine di comporre una partitura ritmica che passa dall’allegretto al grave, dall’adagio fino al grande largo finale, col suo lungo e accorato ringraziamento al bello mondo, appunto, con la sua ancora percepibile meraviglia. Conclude Sparse festival il 9 novembre alla Sala Polivalente Annalena Tonelli di Caldarola Mago per svago, di e con Mirco Bruzzesi e Simon Luca Barboni per la regia di Lorenzo Bastianelli, la storia di un mago e del suo spettacolo, ma soprattutto, dei sogni incompiuti del suo assistente, che fin dall’infanzia sogna di “far ridere le persone”. Il classico spettacolo di magia viene così riproposto in una forma inedita, dove il numero tecnico lascia spazio al racconto di una storia delicata.

Informazioni 346 0956050.




dall’Amat

ASCOLI PICENO, TEATRO VENTIDIO BASSO DA GIOVEDÌ 26 SETTEMBRE

IN VENDITA I NUOVI ABBONAMENTI PER LA STAGIONE DI PROSA

 

 

Da giovedì 26 settembre sono in vendita i nuovi abbonamenti per la nuova stagione di prosa del Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno promossa dal Comune di Ascoli Piceno con l’AMAT, il contributo di Regione MarcheMiBACT e il sostegno di Bim Tronto.

Gli abbonamenti – da euro 100 a euro 200– sono in vendita presso la biglietteria del teatro (0736 298770), dal lunedì al sabato dalle ore 9.30 alle ore 12.30 e dalle ore 16.30 alle ore 19.30.

 

L’inaugurazione il 12 e 13 ottobre è con La Divina Commedia. Dall’Inferno al Paradiso, una creazione di Emiliano Pellisari per Nogravity Theatre, un eccezionale spettacolo di danza acrobatica sulla trilogia di Dante con sei straordinari danzatori-acrobati che conducono lo spettatore in un viaggio dell’anima attraverso il teatro dell’incredibile. Il 22 e 23 ottobre è la volta di Un tram che si chiama desiderio di Tennessee Williams, con la regia di un grande maestro di fama internazionale Pier Luigi Pizzi e l’interpretazione di Mariangela D’Abbraccio e Daniele PecciL’anima buona di Sezuan di Bertolt Brecht con Monica Guerritore, vera e propria signora della scena, giunge ad Ascoli Piceno il 13 e 14 novembre. Franco Branciaroli e Massimo De Francovich, diretti da Antonio Calenda, danno vita il 7 e 8 dicembre a Falstaff e il suo servo, creazione originale ispirata ai drammi shakespeariani, per la regia di Antonio Calenda. A che servono gli uomini? in scena il 25 e 26 gennaio è una commedia musicale scritta da Iaia Fiastri, con Nancy Brilli, attrice di talento, dotata di grande simpatia e intelligenza scenica, per la regia della brillante e creativa Lina Wertmüller, con le musiche del grande Giorgio GaberMiseria e nobiltà al Ventidio Basso l’8 e 9 febbraio è uno spettacolo incisivo di Eduardo Scarpetta, diretto da Luciano Melchionna e interpretato da Lello Arena e Tonino Taiuti affiancati da un nutrito gruppo di attori. Il 18 e 19 febbraio sono le note dei Queen a risuonare al Ventidio con il musical We Will Rock You, lo spettacolo con i più grandi successi dello storico gruppo inglese è tra quelli più rappresentati al mondo, riproposto in un nuovo allestimento prodotto da Claudio Trotta per Barley Arts e diretto dalla regia di Michaela Berlini. La conclusione della stagione il 14 e 15 marzo è con Alle 5 da me una commedia esilarante di Pierre Chesnot che racconta dei disastrosi incontri sentimentali di un uomo e di una donna interpretati da Gaia De Laurentiis e Ugo Dighero, diretti dal regista Stefano Artissunch.

FILIPPO CANTA IVAN GRAZIANI, VENERDÌ 27 SETTEMBRE AL TEATRO CASANOVA DI CERRETO D’ESI

 

Venerdì 27 settembre al Teatro Casanova di Cerreto d’Esi un viaggio nelle canzoni e nel mondo di Ivan Graziani, cantautore rock per definizione, che ha scritto alcune delle pagine più belle della musica italiana, visto dagli occhi del figlio Filippo. Un concerto dall’atmosfera intima eseguito in versione acustica e voce, promosso dal Comune di Cerreto d’Esi e dall’AMAT in collaborazione con il Comune di Fabriano nell’ambito di Marche inVita. Lo spettacolo dal vivo per la rinascita dal sisma, un progetto del MiBACTRegione Marche e Consorzio Marche Spettacolo.

 

Filippo canta Ivan Graziani è il titolo del concerto proposto a Cerreto d’Esi e dell’album uscito dal vivo nel 2011 che lo porta fra i 5 finalisti per la “Targa Tenco” come “Miglior interprete”, incentrato sui grandi successi del genitore, brani come PigroLugano addioMonna LisaFirenze e Maledette malelingue risuoneranno in tutta la loro potenza al Teatro Casanova. Nato e cresciuto in un ambiente pieno di musica, suoni, canzoni e di artisti, Filippo a distanza di anni dalla morte del padre inizia con impegno a mettere le mani sulla chitarra e percepisce subito la sua grande affinità con lo strumento. Ha 19 anni quando inizia con il fratello Tommy, già navigato batterista professionista, a fare serate, con una formazione trio, nei club e locali di tutta Italia: apre anche i concerti e divide il palco con artisti come Renato Zero, Le Vibrazioni, Morgan, Negramaro, Niccolò Fabi, Max Gazzè, ed altri.

Nel 2008 forma il gruppo Stoner-Rock Carnera e, grazie all’uscita dell’EP First round, entra nel circuito dei club nazionali (è “opening act” dell’unica data italiana di Zakk Wilde, storico chitarrista di Ozzy dei Black Sabbath). Di lì a poco, si trasferisce a New York per conoscere l’altra geografia della musica: suona nei locali del Lower East Side, arrivando ad essere headliner nello storico Arlene’s Grocery, club in cui hanno fatto il loro debutto artisti del calibro di Jeff Buckley e gli Strokes. È proprio negli Usa che comincia a scrivere canzoni in italiano “contaminate” dal sapore folk elettronico del nord degli Stati Uniti.

Rientrato in Italia, entusiasta dell’esperienza oltre oceano appena conclusa, Filippo decide di tornare alle sue radici e cosi comincia l’avventura di Viaggi e intemperie, omaggio alla produzione musicale del padre Ivan.

Cura inoltre la direzione artistica e interpreta E sei cosi bella per il disco Tributo a Ivan Graziani (Sony Music Italy), che racchiude 14 nomi del panorama musicale italiano underground e non (Marlene Kuntz, Roy Paci, Simone Cristicchi, Cristina Donà, Paolo Benvegnù, Marta Sui Tubi, La Crus, tra gli altri) che si cimentano nel repertorio di Ivan con cover del tutto personali e rivisitate.

Partecipa al 64° Festival di Sanremo tra le “Nuove Proposte” e pubblica il suo primo album, Le cose belle, riscuotendo successo di critica, tanto grande che lo porterà a ricevere la prestigiosa Targa Tenco 2014 per la “Migliore Opera Prima”.

Inizio ore 21.15. Ingresso gratuito. Informazioni: AMAT 071 2072439, Teatro Casanova 348 9142104.




dall’Amat

SCONCERTI FESTIVAL, ANCONA MOLE VANVITELLIANA DOMENICA 22 SETTMBRE

MASSIMO VOLUME E GIARDINI DI MIRÒ IN CONCERTO

Domenica 22 settembre il palco de La Mole di Ancona torna ad animarsi con il concerto dei Massimo Volume con i Giardini di Mirò, nell’ambito di Sconcerti, iniziativa promossa da Arci Ancona e Comune di Ancona, in collaborazione con AMAT.

Il concerto, inizialmente previsto il 28 luglio e rinviato a causa del maltempo (i biglietti già acquistati rimangono validi per la nuova data), vede riunirsi le strade di Giardini di Mirò Massimo Volume: nel 2001, quando i GDM erano poco più che degli esordienti, Emidio Clementi voce dei Massimo Volume accettò di interpretare il ruolo del protagonista nel video di Pet Life Saver, uno dei brani più importanti della carriera dei Giardini. La collaborazione è continuata anche dal punto di vista musicale in Malmoe, traccia contenuta nell’ EP The Soft Touch e che vede proprio Emidio Clementi alla voce. Le due band sono legate da sempre da stima profonda e amicizia: i Massimo Volume sono stati una fonte di ispirazione per i Giardini di Mirò ed è capitato tante volte di vederli dividere il palco insieme. E non sono pochi neanche i progetti paralleli in cui i musicisti delle due band hanno collaborato tra di loro.

Quello che non era mai successo era di trovarli uniti per un vero e proprio minitour di quattro date partito il 25 giugno dal Teatro Romano di Verona, per poi sbarcare il giorno dopo (26 giugno) al Castello Sforzesco di Milano, passare il 7 luglio per Roma (Villa Ada) e terminare ora ad Ancona.

Da poco usciti con i rispettivi nuovi album Different Times e Il nuotatore (entrambi con 42Records), i Giardini di Mirò e i Massimo Volume arrivano da due tour fortunatissimi che hanno fatto registrare sold out nei club e nei teatri di tutta Italia e che sono continuati anche nel corso dell’estate.

Sconcerti è stato fondato da Arci Ancona nel 1999 e nel corso delle 19 precedenti edizioni ha ospitato artisti italiani e internazionali del calibro di Patti Smith, Ginevra Di Marco, Federico Fiumani, Petra Magoni e Ferruccio Spinelli, Ty Segall, Le luci della centrale elettrica, Is Tropical, Oneida, Iosonouncane e moltissimi altri.

Biglietto unico posto non numerato 20,00 euro. Prevendite presso punti vendita del circuito AMAT (info: www.amatmarche.net) e on line su www.vivaticket.it.

Per informazioni: AMAT 071 2072439, call center 071 2133600. Inizio concerto ore 21.




dall’Amat

Commedie, musical, danza, testi classici e contemporanei, esperienze del territorio e teatro ragazzi: tredici appuntamenti compongono il cartellone del Teatro Sanzio di Urbino per la stagione 2019/20 promosso dal Comune di Urbino con l’AMAT e realizzato con il contributo della Regione Marche e del MiBACT.

L’avvio di stagione il 23 ottobre è con un intenso Silvio Orlando nel ruolo di un uomo che, volontariamente, decide di vivere isolato in un paese spopolato, protagonista di Si nota all’imbrunire scritto e diretto da Lucia Calamaro, in scena al Sanzio al termine di una residenza di riallestimento. Il 13 novembre spazio alla danza spettacolare di Spellbound Contemporary Ballet, espressione di punta della scena contemporanea italiana, con Rossini Ouvertures, un lavoro che celebra la figura artistica e umana di Gioachino Rossini, spettacolo coreografato da Mauro Astolfi e prodotto nel 2018 per i 150 anni dalla morte del Maestro. La piccola bottega degli orrori arriva in scena il 27 novembre con Giampiero Ingrassia che torna a interpretare dopo 30 anni dal primo allestimento della Compagnia della Rancia il ruolo di Seymur. In scena con lui Fabio Canino, già attore di esperienza nel teatro di prosa, che affronta con grande entusiasmo per la prima volta il musical e l’esplosiva Belia Martin che torna in Italia dopo lo straordinario successo di Sister Act. Il 10 dicembre Valerio Binasco affronta nel ruolo di regista e interprete accanto a una nutrita compagnia di talentuosi attori un cult del teatro contemporaneo, Rumori fuori scena dell’inglese Michael Frayn, celebrazione delle goffe imprese di una compagnia di scalcagnati teatranti. Binasco ha una lunga e felice frequentazione con i meccanismi della commedia e con grandi autori come Goldoni, Shakespeare, Molière. Naturale quindi per lui approdare al testo che meglio svela, con affettuoso sarcasmo, le dinamiche che si nascondono dietro a uno spettacolo teatrale. È una sfida vinta, quella di Andrée Shammah, di far rivivere I promessi sposi alla prova di Giovanni Testori, lo spettacolo originario del 1984 che giunge a Urbino il 31 gennaio. “Per quanto lontano dai noi e dallo spirito del nostro tempo, un classico è tale perché capace di risvegliare dubbi ed emozioni proprie a tutti gli esseri umani”, afferma la regista dello spettacolo che vede sul palco giovani interpreti affiancati da grandi attori (Laura Marinoni, Luca Lazzareschi, Carlina Torta, Laura Pasetti) che con generosità si mettono “alla prova” con la scrittura di Testori arricchita da incursioni del capolavoro manzoniano. Ancora una residenza di riallestimento al Sanzio con L’anima buona di Sezuan un testo straordinario di Bertolt Brecht, ultimo spettacolo di Elena Bucci e Marco Sgrosso in scena l’11 febbraio, una parabola ironica, amara e attuale, irta di domande intorno al sentimento del bene e del male, in cui Brecht trasforma in epica e poesia i grandi movimenti della storia, della politica, dell’etica. Conclude la stagione in abbonamento l’8 aprile Massimo Lopez e Tullio Solenghi show che vede in scena i due amatissimi mattatori, insieme sul palco dopo 15 anni come due vecchi amici che si ritrovano, in uno show di cui sono interpreti ed autori, coadiuvati dalla Jazz Company del maestro Gabriele Comeglio, che esegue dal vivo la partitura musicale. Ne scaturisce una scoppiettante carrellata di voci, imitazioni, scketch, performance musicali, improvvisazioni ed interazioni col pubblico.

VIDEO PROMO DELLA STAGIONE

Con la stagione 2019/20 torna anche La città in scena con un trittico di proposte della Compagnia dialettale urbinate diretta dalla regia di Amleto Santoriello che inizia il 10 gennaio con L’urinal e prosegue il 27 marzo con Gim a teatre e Guardme vén e il 29 maggio con La mina vagant. Alle famiglie sono rivolti tre appuntamenti domenicali con la rassegna Andar per fiabe: il 22 dicembre A Christmas Carol di Fontemaggiore (spettacolo in lingua inglese), il 26 gennaio Federico condottiero e la città ideale di ATGTP e il 16 febbraio Mago per svago de L’abile teatro. Da gennaio, a completare la ricca proposta del Teatro Sanzio, Urbino in musica settima stagione musicale e TeatrOltre, teatro, musica e danza del presente. Leggi tutto in allegato: TEATRO URBINO _ cartella stampa

Nuovi abbonamenti 15, 16 e 17 ottobre presso biglietteria del teatro 0722 2281.

CIVITANOVA A TEATRO!

DA SABATO 21 SETTEMBRE IN VENDITA GLI ABBONAMENTI PER LA PROSA E LA DANZA

Da sabato 21 settembre abbonamenti in vendita per Civitanova a teatro, la nuova corposa stagione di prosa e danza realizzata al Teatro Rossini e Annibal Caro dal Comune di Civitanova Marche e dall’AMAT con il contributo di Regione Marche e MiBACT. Un cartellone di cinque appuntamenti al Teatro Rossini con grandi artisti, beniamini del pubblico e maestri indiscussi della scena, due all’Annibal Caro e sette per la XXIII edizione della rassegna Civitanova Danza tutto l’anno.

La vendita si svolge presso la biglietteria del Teatro Rossini (0733 812936), tutti i giorni fino all’11 ottobre con orario 18.30 – 20.30. Tre le tipologie di tagliandi previste: abbonamento prosa (7 spettacoli, Teatro Rossini e Teatro Annibal Caro) da euro 67 a euro 125; carnet prosa (5 spettacoli al Teatro Rossini) da euro 55 a euro 110; carnet danza (3 spettacoli al Teatro Rossini) da euro 35 a euro 65.

L’inaugurazione della stagione al Teatro Rossini il 19 e 20 ottobre (data in abbonamento 19 ottobre) è con l’amatissimo Arturo Brachetti che torna sui palcoscenici come unico protagonista di Solo, un vero e proprio assolo del grande artista con al centro il trasformismo che lo ha reso celebre in tutto il mondo.  Le magistrali performance di Vittorio Sgarbi tornano in scena il 30 novembre con Leonardo, un excursus dedicato a Leonardo di Ser Pietro Da Vinci (1452/1519), di cui proprio nel 2019 ricorrono le celebrazioni dal cinquecentenario della morte. La storia artistica di Franco Califano e i suoi tanti successi danno vita il 9dicembre a Qualche estate fa con Claudia Gerini e Solis String Quartet, diretti dalla regia di Massimiliano Vado. A che servono gli uomini? in scena il 30 gennaio è una commedia musicale scritta da Iaia Fiastri, commediografa di successo e storica collaboratrice della premiata ditta Garinei e Giovannini, con Nancy Brilli, attrice di talento, dotata di grande simpatia e intelligenza scenica per la regia della brillante e creativa Lina Wertmüller, le musiche dello spettacolo sono dell’indimenticato grande Giorgio GaberMiseria e nobiltà conclude la stagione al il 12 febbraio, uno spettacolo incisivo diretto da Luciano Melchionna con Lello Arena e Tonino Taiuti affiancati da un nutrito gruppo di attori.

Due gli appuntamenti al Teatro Annibal Caro. Il 7 dicembre è la volta di Platonov da Anton ?echov, elaborazione drammaturgica e regia di Alessandro Marinelli, una produzione Teatro CAST nell’ambito del Progetto Garden e il 14 marzo Giorgio Felicetti porta in scena lo spettacolo da lui scritto, diretto e interpretato La terra tremano.

Civitanova Marche rinnova l’appuntamento con la XXIII edizione della rassegna Civitanova Danza tutto l’anno. Primo appuntamento in abbonamento il 13 dicembre con un grande classico, Lo schiaccianoci danzato da Russian Classical Ballet sulle straordinarie musiche di ?ajkovskij. L’appuntamento del 3 marzo al Teatro Rossini ha il sapore dell’esclusività. Circus-Theatre Elysium presenta Alice in wonderland uno spettacolo unico al mondo, sold-out in Francia, applaudito in Ucraina, Russia, Bielorussia e Cina, sofisticato ed elegante, dove un cast di trenta atleti acrobati e ballerini professionisti racconta attraverso la più innovativa delle arti circensi la fiaba di Alice nel mondo delle meraviglie di Lewis Carroll. Conclude la stagione di danza, il 2 aprile al Teatro Rossini Traviata, primo capitolo di un interessante progetto firmato da Monica Casadei, eclettica coreografa emiliana formatasi fra Italia, Inghilterra, Francia e vari soggiorni in Oriente, dedicato al celebre Maestro Giuseppe Verdi.

Info: AMAT 071 2072439, www.amatmarche.net




dall’Amat

Al Teatro Persiani di Recanati per la stagione 2019 / 2020

Un cartellone per tutti i gusti attende da novembre ad aprile il pubblico del Teatro Persiani di Recanati per la stagione 2019 / 2020 promossa dal Comune di Recanati con l’AMAT e con il contributo di Regione Marche e MiBACT. Il Teatro Persiani si conferma luogo di primaria importanza per la proposta culturale che con la nuova stagione di prosa offre un cartellone capace di intercettare desideri e gusti di un pubblico attento e curioso.

L’inaugurazione il 15 novembre è con una commedia tutta al femminile, Figlie di Eva di Michela Andreozzi, Vincenzo Alfieri e Grazia Giardiello, con Maria Grazia Cucinotta, Vittoria Belvedere e Michela Andreozzi per la regia di Massimiliano Vado. Tre donne sull’orlo di una crisi di nervi sono legate allo stesso uomo, un politico spregiudicato, corrotto e doppiogiochista, candidato premier delle imminenti elezioni. Un po’ Pigmalione, un po’ Club delle prime mogli, un po’ Streghe di Eastwick, Figlie di Eva e? la storia di una solidarietà ma anche della condizione femminile, costretta a stare un passo indietro ma capace, se provocata, di tirare fuori risorse geniali.

VIDEO PROMO DELLA STAGIONE

 

Il 28 novembre è la volta di La piccola bottega degli orrori con Giampiero Ingrassia che dopo 30 anni esatti torna ad interpretare il ruolo di Seymur nel primo musical italiano prodotto dalla Compagnia della Rancia con la regia di Saverio Marconi, che ha segnato nel 1989 il suo primo debutto in un genere che negli anni lo ha visto con successo protagonista di grandi titoli internazionali. Sarà in scena con lui Fabio Canino, già attore di esperienza nel teatro di prosa, che affronta con grande entusiasmo per la prima volta il musical, interpretando il ruolo di Mushnik. Ad affiancarli nel ruolo di Audrey l’esplosiva Belia Martin che torna in Italia dopo lo straordinario successo di Sister Act. Questa quarta edizione italiana, diretta da Piero Di Blasio e prodotta da Alessandro Longobardi, Viola Produzioni, OTI Officine del Teatro Italiano e Bottega Teatro Marche vedrà nel ruolo della pianta Audrey 2 una Drag Queen. A completare il cast Orin il dentista, tre strepitose coriste sempre in scena e l’ensemble composto da 4 performer. Spazio alla danza nella sua declinazione più spettacolare il 19 dicembre. Per festeggiare i 25 anni dalla fondazione della compagnia italiana Kataklò, la coreografa e direttrice artistica Giulia Staccioli offre al pubblico del Teatro Persiani un esclusivo riallestimento di Eureka, acclamato “cavallo di battaglia” della compagnia arricchito e rivisto nelle scelte coreografiche, musicali e scenografiche. In Eureka resta intatto e ben riconoscibile il carattere che ha reso Kataklò la compagnia di Athletic Dance Theatre italiana più amata e richiesta al mondo: l’universalità del linguaggio, capace di fondere corpi, luci, ombre e suoni in una scena tanto curata ed evocativa quanto essenziale e coinvolgente per il pubblico più vasto ed eterogeneo. A che servono gli uomini? in scena il 29 gennaio è una commedia musicale scritta da Iaia Fiastri, commediografa di successo e storica collaboratrice della premiata ditta Garinei e Giovannini con la quale firma, tra gli altri, Aggiungi un posto a tavola, Alleluja brava gente e Taxi a due piazze. La protagonista di questo nuovo allestimento è Nancy Brilli, attrice di talento, dotata di grande simpatia e intelligenza scenica che interpreta Teodolinda, Teo per gli amici, una donna in carriera stufa del genere maschile. La regia dello spettacolo – che vede la partecipazione di Fioretta Mari – è affidata alla brillante e creativa Lina Wertmüller, le musiche dello spettacolo sono dell’indimenticato grande Giorgio Gaber. Da ventisette anni, ogni giorno, Michele Serra condivide con i lettori di un quotidiano le proprie riflessioni su un fatto di cronaca o di costume, su un episodio di politica interna o estera. Che conseguenze comporta, per uno scrittore, l’immancabile appuntamento? È una condanna o un’opportunità? Il 14 febbraio giunge al Teatro Persiani con lo spettacolo L’amaca di domani per la regia di Andrea Renzi. Il 28 febbraio è la volta de I Miserabili di Victor Hugo, nell’adattamento teatrale di Luca Doninelli, con la regia di Franco Però. Lo spettacolo è interpretato, tra gli altri, da un attore di “razza” come Franco Branciaroli accompagnato da un eccellente e numeroso cast d’interpreti. Branciaroli è il galeotto redento Jean Valjean nella versione per il teatro del monumentale romanzo, «un’impresa temeraria» la definisce lo scrittore Luca Doninelli, artefice della sfida: l’adattamento del romanzo “monstre”, bestseller dal 1862, patrimonio dell’umanità, testo di 1500 pagine, talmente fluviale che quasi nessuno ha letto per intero e le cui magiche atmosfere rivivono ora a teatro. Giorgio Pasotti e Mariangela D’Abbraccio con Hamlet, riadattamento della grandiosa opera di William Shakespeare per la regia di Alessandro Angelini, concludono la stagione il 17 aprile. In tutto il panorama di personaggi shakespeariani non esiste un eroe più moderno di Amleto. Questo perché già diversi secoli prima della nascita della psicanalisi, Amleto s’impone come un personaggio dalla psiche profonda e complessa. La sua battaglia, prima ancora che col mondo esterno è interiore e quindi attuale.

Leggi tutto in allegato: RECANATI _ cartella stampa stg 2019-20

Nuovi abbonamenti dal 22 ottobre presso biglietteria Teatro Persiani 071 7579445.