Atletica: Brandi campione, Trillini argento

 

Giacomo Brandi (FotoGP.it)

Giacomo Brandi (FotoGP.it)

Il marciatore fabrianese della Sport Atletica Fermo vince i 5000 di marcia promesse, secondo posto nell’alto juniores per la filottranese della Tam
Ancona, 02 Febbraio 2019 – Giovani delle Marche sul podio, nella giornata inaugurale dei Campionati italiani juniores e promesse al Palaindoor di Ancona. Sul gradino più alto sale Giacomo Brandi, al nono titolo tricolore della carriera ma il primo nella categoria under 23, dopo la serie di terzi posti della passata stagione. Nei 5000 di marcia il portacolori della Sport Atletica Fermo, allenato da Carlo Mattioli, conquista il successo con il tempo di 21’29”33. Una grande soddisfazione per il ventenne fabrianese, che si conferma ai vertici nazionali e stavolta anche nella fascia di età superiore, con una gara condotta sempre in testa dall’inizio, fino alla progressione decisiva negli ultimi giri. Applausi anche per Benedetta Trillini nel salto in alto. La 17enne del Team Atletica Marche si mette al collo l’argento al debutto tra le juniores, con 1.74 a un solo centimetro dal recente primato personale. Ancora un podio tricolore per la filottranese seguita dal tecnico Robertais Del Moro, che riesce a esprimersi al meglio nonostante un fastidio alla schiena. Nel lungo promesse sesta Martina Aliventi (Collection Atl. Sambenedettese) con 5.71, mentre sui 3000 di marcia juniores chiude ottava Camilla Gatti (Atl. Fabriano) con 15’01”22. Protagonista anche la maceratese Elisabetta Bray, seconda nei 3000 di marcia promesse in 14’32”47, che attualmente gareggia con il Cus Torino e studia ingegneria energetica nel capoluogo piemontese. La pesarese Elisabetta Vandi (Atl. Avis Macerata) si qualifica agevolmente con il secondo tempo in 56”53 per la finale dei 400 juniores di domenica alle ore 13.55.
È Leonardo Fabbri a prendersi la scena della prima giornata. Il 21enne fiorentino dell’Aeronautica vince il titolo under 23 nel peso con la misura di 19.89, sfiorando di nuovo il muro dei 20 metri, a sette giorni dalla migliore prestazione italiana di categoria realizzata a Vienna (20.20). Fabbri, seguito a bordo pedana dal suo allenatore, l’ex campione europeo indoor Paolo Dal Soglio, tornerà in azione tra due giorni, lunedì 4 febbraio a Stoccolma, per proseguire l’avvicinamento alla rassegna continentale al coperto di Glasgow (1-3 marzo). Nel mezzofondo in copertina Nadia Battocletti, campionessa europea under 20 del cross che conquista il titolo tricolore di categoria nei 1500, nella prima gara al coperto della propria carriera: una prova che conferma la maturità della 18enne trentina delle Fiamme Azzurre allenata dal papà ex mezzofondista Giuliano. Il suo 4’27”32 la inserisce al settimo posto delle liste di sempre della specialità ed è avvincente il duello con l’altra azzurrina Ludovica Cavalli (Trionfo Ligure), seconda con 4’29”12 e unica in grado di tenere il ritmo dettato dalla Battocletti, che tornerà in pista al Palaindoor di Ancona agli Assoluti tra due settimane.
Il pomeriggio tricolore assegna anche i titoli dello sprint. Il siciliano Nicholas Artuso (Fiamme Gialle) si aggiudica la vittoria nei 60 metri promesse con il tempo di 6”74. Tra gli junior è invece il trentino Lorenzo Paissan (Lagarina Crus Team) a imporsi con il record personale di 6”75, settimo italiano di sempre nella categoria. Al femminile è doppietta lombarda. Sorpresa tra le under 23 che vedono il successo con 7”53 di Chiara Melon (Atl. Brescia 1950 Ispa Group): negli ultimi metri beffa la capolista italiana stagionale Zaynab Dosso (Fiamme Azzurre), 7”54. Il titolo juniores è invece di Vittoria Fontana (Fanfulla Lodigiana) con 7”50 e cinque centesimi di personale. Tra le altre gare, è curioso quello che accade nel lungo promesse uomini. Il primo e il secondo classificato, Andrea Pianti (Shardana) e Gabriele Chilà (Studentesca Rieti Milardi), firmano una serie praticamente identica, con i primi due migliori salti da 7.66 e 7.59. Bisogna quindi ricorrere alla terza misura di entrambi per decretare il vincitore: è Pianti, e soltanto per un centimetro (7.51 a 7.50). E tra gli juniores, è Fabio Pagan (Aristide Coin Venezia) il migliore con 7.54 e un progresso di 28 centimetri che lo porta nella top ten italiana della categoria. Nei 1500 promesse cresce Gaia Sabbatini (Atl. Gran Sasso Teramo), tricolore con 4’21”53. Domani la seconda e conclusiva giornata con altri 30 titoli italiani da assegnare in una manifestazione con circa 1200 atleti-gara in rappresentanza di oltre 200 società italiane.
RISULTATI ATLETI MARCHIGIANI
1. Giacomo Brandi (Sport Atl. Fermo) marcia 5000 promesse 21’29”33
2. Benedetta Trillini (Team Atl. Marche) alto juniores 1.74
6. Martina Aliventi (Collection Atl. Sambenedettese) lungo promesse 5.71
8. Camilla Gatti (Atl. Fabriano) marcia 3000 juniores 15’01”22
9. Martina Ruggeri (Atl. Fabriano) lungo juniores 5.62
12. Marica Gigli (Sef Stamura Ancona) 60 juniores 7”90 fin. B, 7”91 batt.
12. Benedetta Boriani (Sef Stamura Ancona) lungo juniores 5.55
13. Anastasia Giulioni (Atl. Avis Macerata) marcia 3000 juniores 15’43”67
15. Letizia Lare Lantone (Atl. Avis Macerata) 400 juniores 59”32 batt.
16. Benedetta Boriani (Sef Stamura Ancona) 60 juniores 8”05 fin. B, 7”88 batt.
18. Michele Ferracuti (Sport Atl. Fermo) 60 juniores 7”10 sf, 7”12 batt.
28. Allegra Albertini (Asa Ascoli Piceno) lungo juniores 5.11
29. Giada Bernardi (Sef Stamura Ancona) 60 promesse 8”03
rit. Andree Fioretti (Sef Stamura Ancona) 1500 juniores

Elisabetta Vandi (Atl. Avis Macerata) 400 juniores 56”53 batt.
2. Elisabetta Bray (Cus Torino) marcia 3000 promesse 14’32”47
5. Nikita Lanciotti (Romatletica Footworks) asta promesse 3.40
30. Sonia Kebe (Cus Parma) 60 promesse 8”04

DIRETTA STREAMING – Anche quest’anno sarà possibile seguire la manifestazione in diretta video streaming su atletica.tv nelle due giornate di gare, sabato 2 e domenica 3 febbraio, per vivere le sfide e le emozioni della rassegna giovanile.

RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2019/COD7563/Index.htm
PROGRAMMA ORARIO: http://calendario.fidal.it/files/Orario%20C.I.Indoor%20JP%202019_10.1.pdf

RIEPILOGO DATE PRINCIPALI – ANCONA INDOOR 2019
2-3 febbraio: Campionati italiani juniores e promesse indoor
9-10 febbraio: Campionati italiani allievi indoor
15-17 febbraio: Campionati italiani assoluti indoor
22-24 febbraio: Campionati italiani master indoor
2 marzo: Incontro internazionale under 20 indoor e under 23 di lanci
3 marzo: “Ai confini delle Marche” under 16
23-24 marzo: Campionati italiani paralimpici indoor

LINK ALLE FOTO (autore Andrea Muti)
https://www.dropbox.com/sh/v4q198jhxk1lc3z/AABY5GXsVn6IJvhHN04rx5xLa?dl=0

 

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




Atletica, giovani delle Marche per il weekend tricolore al Palaindoor di Ancona

Tanti atleti della regione in gara al Palaindoor, sabato 2 e domenica 3 febbraio, nei Campionati italiani juniores e promesse.
Ancona – Un grande weekend di atletica giovane in arrivo ad Ancona per i Campionati italiani juniores e promesse indoor. Sabato 2 e domenica 3 febbraio scendono in pista i migliori talenti delle categorie under 20 e under 23, per contendersi 52 titoli nazionali. Grandi cifre di partecipazione anche quest’anno al Palaindoor, con circa 1200 atleti-gara in rappresentanza di oltre 200 società provenienti da ogni angolo d’Italia, a garantire il tutto esaurito nelle strutture ricettive del territorio. Per la 25esima volta su 44 edizioni, il capoluogo dorico ospita la rassegna che la vede come sede preferenziale più di ogni altra. Le Marche rispondono presente con 28 atleti ai nastri di partenza e diverse possibilità di medaglia.
Nei 400 metri la pesarese Elisabetta Vandi (Atl. Avis Macerata) difende il suo titolo italiano under 20, dopo averlo conquistato nella scorsa stagione. Quest’anno ha già centrato il record marchigiano assoluto dei 200 metri con 24”24 e nella rassegna tricolore si presenta in gara sulla doppia distanza, con la batteria sabato alle ore 13.30 e la finale domenica alle 13.55. Al via per un piazzamento di prestigio Nicola Cesca (Atl. Avis Macerata), che ha il terzo crono dell’anno nei 60 ostacoli promesse, e il marciatore fabrianese Giacomo Brandi (Sport Atl. Fermo) nei 5000 promesse, bronzo nell’ultima edizione. Da seguire tra le under 20 la filottranese Benedetta Trillini (Team Atl. Marche), capolista stagionale dell’alto juniores con 1.75 al primo anno di categoria, nel lungo Martina Ruggeri (Atl. Fabriano) che nel 2018 si è messa al collo la medaglia di bronzo e nel peso Irene Rinaldi (Atl. Fabriano) entra in pedana con il quarto accredito tra le under 20. Puntano a una posizione di vertice anche Martina Aliventi (Collection Atl. Sambenedettese) nel lungo promesse, le marciatrici Anastasia Giulioni (Atl. Avis Macerata) e Camilla Gatti (Atl. Fabriano) sui 3000 juniores, l’osimana Debora Baldinelli(Team Atl. Marche) negli 800 promesse, il triplista Valerio De Angelis (Asa Ascoli Piceno) e il saltatore in alto Michele Pasquinelli (Sef Stamura Ancona) nella categoria under 20. L’ottocentista Simone Barontini (Sef Stamura Ancona) per scelta tecnica invece sarà in gara sabato 2 febbraio al meeting francese di Mondeville, in vista degli Assoluti
Tanti i protagonisti annunciati: nel triplo esordio stagionale del capitano azzurro Fabrizio Donato (Fiamme Gialle) fuori classifica, domenica alle ore 13.30. Tra gli under 23 spicca il nome di Leonardo Fabbri, 21enne fiorentino dell’Aeronautica che nel getto del peso ha portato a 20.20 la sua migliore prestazione nazionale promesse, nello scorso weekend a Vienna, con il lancio più lungo di un italiano negli ultimi 16 anni. Sui 400 metri confronto tra Vladimir Aceti (Fiamme Gialle), oro europeo juniores nel 2017 che è sceso a 46”63 sabato nel meeting svizzero di Magglingen, e Alessandro Sibilio (Fiamme Gialle), campione mondiale under 20 della 4×400, mentre negli 800 sarà impegnato l’altro iridato di staffetta Andrea Romani (Atl. Riccardi Milano 1946). Al via nella categoria juniores Edoardo Scotti (Carabinieri), oro mondiale della 4×400, che nella scorsa stagione ha ritoccato il primato italiano all’aperto della specialità. Nei 1500 è attesa la campionessa europea juniores del cross Nadia Battocletti (Fiamme Azzurre), mentre nei 200 è annunciata la presenza della medaglia d’argento dei Giochi Olimpici giovanili di Buenos Aires Dalia Kaddari (Tespiense Quartu) e nel peso sarà in gara il bronzo a cinque cerchi Carmelo Musci (Aden Exprivia Molfetta).

ELENCO ATLETI MARCHIGIANI ISCRITTI
Atl. Fabriano: Camilla Gatti (marcia 3000 juniores); Irene Rinaldi (peso juniores); Martina Ruggeri (lungo juniores)
Sef Stamura Ancona: Giada Bernardi (60 promesse); Benedetta Boriani (60, lungo juniores); Andree Fioretti (1500 juniores); Maria Giulia Firmani (800 juniores); Marica Gigli (60 juniores); Michele Pasquinelli (alto juniores)
Asa Ascoli Piceno: Allegra Albertini (lungo, triplo juniores); Mirco Capponi (peso promesse); Valerio De Angelis (triplo juniores)
Collection Atl. Sambenedettese: Martina Aliventi (lungo promesse)
Sport Atl. Fermo: Giacomo Brandi (marcia 5000 promesse); Attilio Dante (60 promesse); Michele Ferracuti (60 juniores)
Team Atl. Marche: Debora Baldinelli (800 promesse); Edoardo Giommarini (asta juniores); Fabio Santarelli (lungo, 4×200 promesse); Benedetta Trillini (alto juniores); Federico Falappa, Enrico Luciani, Nicola Mitillo (4×200 promesse)
Atl. Avis Macerata: Nicola Cesca (60 ostacoli promesse); Anastasia Giulioni (marcia 3000 juniores); Letizia Lare Lantone (400 juniores); Elisabetta Vandi (200, 400 juniores)
Atl. Recanati: Nicola Calcabrini (800 promesse)

IL PROGRAMMA – Si comincia sabato mattina alle ore 9.00 con le gare dei Campionati italiani juniores e promesse, poi nel pomeriggio le finali su pista fino alle 19.00 circa. Anche domenica l’inizio è previsto alle 9.00 per altre dieci ore di gare non-stop. Nei prossimi week-end andranno in scena al Palaindoor marchigiano le altre rassegne tricolori. L’ingresso è completamente gratuito, per scoprire i volti dei campioni di domani e tifare per i giovani atleti delle Marche. Nelle intere giornate di sabato 2 e domenica 3 febbraio, al Palaindoor di Ancona in via della Montagnola, zona Palombare, tra il comando provinciale dei Carabinieri e lo stadio Italico Conti.

DIRETTA STREAMING – Anche quest’anno sarà possibile seguire la manifestazione in diretta video streaming su atletica.tv nelle due giornate di gare, sabato 2 e domenica 3 febbraio, per vivere le sfide e le emozioni della rassegna giovanile.

ISCRITTI E RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2019/COD7563/Index.htm
PROGRAMMA ORARIO: http://calendario.fidal.it/files/Orario%20C.I.Indoor%20JP%202019_10.1.pdf

RIEPILOGO DATE PRINCIPALI – ANCONA INDOOR 2019
2-3 febbraio: Campionati italiani juniores e promesse indoor
9-10 febbraio: Campionati italiani allievi indoor
15-17 febbraio: Campionati italiani assoluti indoor
22-24 febbraio: Campionati italiani master indoor
2 marzo: Incontro internazionale under 20 indoor e under 23 di lanci
3 marzo: “Ai confini delle Marche” under 16
23-24 marzo: Campionati italiani paralimpici indoor

LINK ALLE FOTO
Elisabetta Vandi (FotoGP.it): http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Vandi2_AnconaJP2018.jpg
Benedetta Trillini (foto di Andrea Muti): http://www.fidal.it/upload/Marche/2019/Trillini_20gen19.jpg
Giacomo Brandi (foto Colombo/FIDAL): http://www.fidal.it/upload/gallery/2016/Ancona-2016-Campionati-Italiani-Juniores-e-Promesse-indoor/anc110.jpg
Nicola Cesca (foto Colombo/FIDAL): http://www.fidal.it/upload/gallery/2016/Ancona-Campionati-Italiani-Juniores-e-Promesse-indoor-2016-2-giornata/anc233.jpg
Martina Ruggeri (FotoGP.it): http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Ruggeri_AnconaJP2018.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




Eleonora Vandi raddoppia: è record anche nei 1500 indoor

A Padova la mezzofondista pesarese dell’Atletica Avis Macerata conquista un altro primato regionale assoluto 4’21”74, dopo quello degli 800 metri
Ancona – Un inizio di stagione entusiasmante per l’atletica marchigiana, con una serie ininterrotta di record indoor e tutti al femminile. Arriva il secondo sigillo per Eleonora Vandi, che nei 1500 metri realizza il miglior crono regionale di sempre in 4’21”74 sulla pista di Padova. La 22enne pesarese dell’Atletica Avis Macerata va subito a segno nella prima esperienza sulla distanza al coperto, con un parziale di 2’54”0 ai 1000 metri, per demolire il limite stabilito dalla compagna di club Ilaria Sabbatini con 4’32”19 nel 2017. Ma in questo formidabile avvio stagionale Eleonora aveva firmato anche quello degli 800 metri correndo in 2’05”62 ad Ancona. La prima ad aprire il 2019 con un record era stata invece la 18enne sorella Elisabetta Vandi, capace di sfrecciare in 24”24 sui 200 metri. Nel mezzofondo, due primati regionali assoluti anche per l’altra pesarese avisina Ilaria Sabbatini: 9’49”82 nei 3000 di Padova e poi 2’56”54 sui 1000 metri di Ancona, per un totale di cinque record in un memorabile mese di gennaio. Nella stessa manifestazione, bel sesto posto dell’allievo osimano Emanuele Ghergo (Team Atl. Marche) ai campionati italiani di prove multiple, con 3247 punti nel pentathlon under 18.

RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2019/COD7562/Index.htm
JUNIORES: LE SFIDE PER I TITOLI AD ANCONA
In azione nel weekend il campione del mondo della 4×400 under 20 Scotti, l’oro europeo juniores del cross Battocletti, i medagliati dei Giochi Olimpici giovanili Kaddari e Musci.

Qualità, adrenalina e sfide avvincenti per la categoria under 20 nelle due giornate dei Campionati Italiani Juniores e Promesse indoor di Ancona (2-3 febbraio). Al Palaindoor per la fascia d’età 2000-2001 saranno assegnati 26 titoli tricolori, equamente divisi tra uomini e donne. Il programma del weekend vede iscritti i due quattrocentisti che nella scorsa stagione hanno ritoccato il primato italiano all’aperto della specialità tra gli under 20: Edoardo Scotti (Carabinieri) ed Elisabetta Vandi (Avis Macerata). Nei 1500 è attesa la campionessa europea juniores del cross Nadia Battocletti (Fiamme Azzurre), mentre nei 200 è annunciata la presenza della medaglia d’argento dei Giochi Olimpici giovanili di Buenos Aires Dalia Kaddari (Tespiense Quartu) e nel peso sarà in gara il bronzo a cinque cerchi Carmelo Musci (Aden Exprivia Molfetta). Tra gli altri medagliati giovanili, sono iscritti il vicecampione europeo allievi dei 10.000 di marcia Aldo Andrei (Gs Valsugana Trentino) e al femminile il bronzo di Gyor 2018 dei 5000 di marcia Simona Bertini (Francesco Francia). In pista anche alcuni dei velocisti che nella rassegna continentale under 18 della scorsa stagione hanno conquistato la medaglia d’oro con la staffetta mista: da Chiara Gherardi (Studentesca Rieti Milardi) nei 60 a Eleonora Foudraz(Atl. Sandro Calvesi) nei 200-400, e al maschile da Federico Manini (Cento Torri Pavia) nei 60-200 ai quattrocentisti Francesco Domenico Rossi (Geas Atletica) e Luca Pierani(Atl. Bergamo 1959 Oriocenter). Non va dimenticato il gruppo degli staffettisti finalisti mondiali under 20 di Tampere Eloisa Coiro (Fiamme Azzurre), Margherita Zuecco (Atl. Vicentina), Vittoria Fontana (Fanfulla Lodigiana), Lorenzo Patta (Atl. Oristano), Lorenzo Paissan (Lagarina Crus Team).
SEGUE: http://www.fidal.it/content/Juniores-le-sfide-per-i-titoli-ad-Ancona/118928

ANCONA: PROMESSE IN CACCIA DEL TRICOLORE
Nelle sfide under 23 indoor (2-3 febbraio) atteso il pesista Fabbri dopo il recente primato di categoria, Aceti-Sibilio nei 400, al femminile Bellò negli 800, esordio Donato fuori gara nel triplo.

Tanti motivi di interesse ad Ancona, sabato 2 e domenica 3 febbraio, per i Campionati Italiani Juniores e Promesse indoor. Nel fine settimana tricolore saranno al via molti dei protagonisti delle ultime stagioni nel settore giovanile, con 26 titoli in palio anche per la fascia di età superiore, quella degli under 23. Spicca il nome di Leonardo Fabbri, 21enne fiorentino dell’Aeronautica che nel getto del peso ha portato a 20,20 la sua migliore prestazione nazionale di categoria, nello scorso weekend a Vienna, con il lancio più lungo di un italiano negli ultimi 16 anni. Sui 400 metri è atteso il confronto tra Vladimir Aceti(Fiamme Gialle), oro europeo juniores nel 2017 che è sceso a 46.63 sabato nel meeting svizzero di Magglingen, e Alessandro Sibilio (Fiamme Gialle), campione mondiale under 20 della 4×400, mentre negli 800 sarà impegnato l’altro iridato di staffetta Andrea Romani(Atl. Riccardi Milano 1946). Attenzione alle pedane dei salti: nel triplo, che vedrà l’esordio stagionale del capitano azzurro Fabrizio Donato (Fiamme Gialle) fuori classifica, da seguire l’ex argento europeo juniores Tobia Bocchi (Carabinieri). Al femminile in gara sugli 800 metri la tricolore assoluta Elena Bellò (Fiamme Azzurre), mentre promettono scintille le sfide dei 60 ostacoli, con Elisa Di Lazzaro (Carabinieri) che dovrà respingere l’assalto di un agguerrito gruppo di avversarie, e dei 400 metri tra la campionessa in carica Rebecca Borga (Fiamme Gialle) e Linda Olivieri (Fiamme Oro), in grande crescita sulla specialità. Nell’asta maschile attenzione ai progressi di Max Mandusic (Trieste Atletica). Sarà la 44esima edizione di una rassegna tricolore giovanile indoor, la numero 30 per le promesse: ad Ancona per la diciannovesima volta degli under 23 e la dodicesima consecutiva al Palaindoor del capoluogo marchigiano.
SEGUE: http://www.fidal.it/content/Ancona-Promesse-in-caccia-del-tricolore/118959

DIRETTA STREAMING – Anche quest’anno sarà possibile seguire la manifestazione in diretta video streaming su atletica.tv nelle due giornate di gare, sabato 2 e domenica 3 febbraio.

ISCRITTI E RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2019/COD7563/Index.htm
PROGRAMMA ORARIO: http://calendario.fidal.it/files/Orario%20C.I.Indoor%20JP%202019_10.1.pdf

RIEPILOGO DATE PRINCIPALI – ANCONA INDOOR 2019
2-3 febbraio: Campionati italiani juniores e promesse indoor
9-10 febbraio: Campionati italiani allievi indoor
15-17 febbraio: Campionati italiani assoluti indoor
22-24 febbraio: Campionati italiani master indoor
2 marzo: Incontro internazionale under 20 indoor e under 23 di lanci
3 marzo: “Ai confini delle Marche” under 16
23-24 marzo: Campionati italiani paralimpici indoor

LINK ALLA FOTO (autore Giancarlo Colombo/FIDAL)
Eleonora Vandi: http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Ancona-Campionati-Italiani-Assoluti-indoor-2–giornata/ancona246.jpg

 

 

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




Atletica, le “frecce orange” sono tornate

 I velocisti della Collection Atletica Sambenedettese vincono la 4 x 200 ad Ancona a suon di record.

San Benedetto del Tronto –  San Benedetto è sempre stata terra di velocisti, fin dagli anni ’50.

E’ una tradizione che viene ribadita di generazione in generazione e ieri se ne è avuta l’ennesima conferma al Palaindoor di Ancona quando, in un meeting nazionale infrasettimanale, quattro guizzanti velocisti della Collection Atletica Sambenedettese della categoria Allievi hanno vinto la staffetta 4 x 200 mettendosi alle spalle club blasonati come l’ Atletica Imola e le Fiamme Gialle Simoni.

Ed hanno corso veloce, molto veloce, siglando con 1’35”09 il nuovo record sociale che apparteneva a coloro che furono ribattezzati le Frecce Orange, i mitici allievi del 2016 quali Andrea Eusebi, Lorenzo Corsini, Marco Mancini e Pietro Novelli. Un team imbattibile in Regione quella stagione , che segnò il tempo di 1’36”25, polverizzato dai loro degni eredi.

Le nuove Frecce si chiamano, in rigoroso ordine di frazione di staffetta: Federico Fedeli, Emanuele Mancini, Alessio Patrizi e Luca Patrizi.

Vieppiù che i quattro alfieri sambenedettesi hanno anche ottenuto il limite per partecipare ai campionati nazionali che si svolgeranno sempre nell’impianto dorico il 9 e 10 febbraio.

Tremate , le FRECCE ORANGE son tornate!!!




dalla Fidal Marche

2019-01-30

ANCONA: SCATTA IL FEBBRAIO TRICOLORE AL PALAINDOOR
Al via la serie dei quattro campionati italiani, con più di 1200 atleti-gara nella rassegna juniores e promesse del weekend. Domenica esordio per l’azzurro Donato fuori classifica nel triplo.

Sarà anche quest’anno un febbraio interamente tricolore per l’atletica, al Palaindoor di Ancona. L’impianto del capoluogo marchigiano si prepara ad accogliere quattro campionati italiani consecutivi, uno in ogni weekend del mese, che prenderà il via sabato 2 e domenica 3 con i Campionati italiani juniores e promesse indoor. Alla manifestazione sono iscritti 1192 atleti-gara in rappresentanza di 211 società, per contendersi 52 titoli nazionali delle categorie under 20 e under 23. Poi toccherà agli allievi (under 18), il 9 e 10 febbraio, per arrivare all’evento-clou degli Assoluti indoor in programma su tre giornate, dall’apertura di venerdì 15 dedicata al salto in alto fino a domenica 17 febbraio.
LE CIFRE DEL WEEKEND – Sarà la venticinquesima volta che il capoluogo marchigiano ospiterà la rassegna juniores e promesse, nella serie di 44 edizioni complessive, con 589presenze-gara attese al maschile e 603 al femminile, ma i numeri potranno crescere ulteriormente con le iscrizioni in ritardo. In palio i titoli under 20, che quest’anno comprendono i nati nel 2000 e 2001, e under 23 (dal 1997 al 1999). La gara più frequentata in assoluto sono i 60 metri con il rettilineo dello sprint che vedrà ai blocchi di partenza 124 velocisti, mentre saranno 99 gli atleti sui 400 e 85 i mezzofondisti degli 800 metri. Il concorso più gettonato è invece il salto in lungo (103 iscritti), poi 80 triplisti e 77 nel salto con l’asta. Arriva dalla categoria più giovane la maggioranza degli atleti, con 663juniores e 529 promesse.
TRIPLO: LA PRIMA DI DONATO – Una presenza d’eccezione nel weekend tricolore ad Ancona. Domenica 3 febbraio sarà il giorno del debutto stagionale per Fabrizio Donato, fuori classifica nella gara promesse di salto triplo, alle ore 13.30. Il capitano azzurro, a 42 anni e mezzo, si prepara ad affrontare il primo test agonistico nell’inverno degli Europei indoor di Glasgow (1-3 marzo). All’ultima edizione della rassegna continentale in sala, quella di Belgrado nel 2017, il triplista delle Fiamme Gialle è salito ancora una volta sul podio, conquistando l’argento. L’ennesima medaglia di una carriera infinita, in cui spicca il bronzo olimpico del 2012, ma agli Europei il primatista italiano ha vinto anche due ori (indoor nel 2009 e all’aperto nel 2012) e un altro argento (in sala nel 2011).
DIRETTA STREAMING – Anche quest’anno sarà possibile seguire la manifestazione in diretta video streaming su atletica.tv nelle due giornate di gare, sabato 2 e domenica 3 febbraio, per vivere le sfide e le emozioni della rassegna giovanile.

ISCRITTI E RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2019/COD7563/Index.htm
PROGRAMMA ORARIO: http://calendario.fidal.it/files/Orario%20C.I.Indoor%20JP%202019_10.1.pdf

RIEPILOGO DATE PRINCIPALI – ANCONA INDOOR 2019
2-3 febbraio: Campionati italiani juniores e promesse indoor
9-10 febbraio: Campionati italiani allievi indoor
15-17 febbraio: Campionati italiani assoluti indoor
22-24 febbraio: Campionati italiani master indoor
2 marzo: Incontro internazionale under 20 indoor e under 23 di lanci
3 marzo: “Ai confini delle Marche” under 16
23-24 marzo: Campionati italiani paralimpici indoor

LANCI: OLIVIERI SUBITO IN FORMA
A Fermo il martellista sangiorgese apre con un notevole 75.60, nel giavellotto l’ascolano Comini vicino al personale

Parte con il piede giusto la nuova stagione di Giorgio Olivieri. Il giovane marchigiano ha iniziato il suo 2019 superando subito i 75 metri nel martello con 75.60 a Fermo, nel primo appuntamento dei campionati invernali di lanci. È la terza prestazione in carriera per il 18enne sangiorgese del Team Atletica Marche, primatista italiano under 20 che nello scorso settembre ha portato il limite nazionale a 77.21 sulla pedana di San Benedetto del Tronto. Nella stessa gara, piazzati i due juniores dell’Asa Ascoli Piceno: al secondo posto Orges Hazisllari con 56.64 e terzo Ronaldo Mancinelli (53.80).
Risultati importanti anche nel giavellotto con il ventenne Simone Comini (Asa Ascoli Piceno), vicecampione italiano under 23, che arriva a 65.76 realizzando la seconda misura personale dopo il 66.62 ottenuto nel 2016. Al femminile la sangiorgese Ilaria Del Moro (Team Atl. Marche) spedisce il suo attrezzo a 37.58. Tornando al martello, esordio tra le juniores con 47.72 per la campionessa tricolore under 18 Sara Zuccaro (Atl. Fabriano), mentre l’allieva compagna di club Vesna Braconi si migliora fino a 41.07 e l’altra fabrianese Irene Rinaldi lancia il disco a 36.07. La seconda prova della manifestazione si disputerà il 10 febbraio a San Benedetto del Tronto, in attesa della finale nazionale del 23-24 febbraio a Lucca.

RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2019/REG19274/Index.htm

 
MARCIA: ANTONELLI TRICOLORE DELLA 50 KM
Il 24enne maceratese dell’Aeronautica conquista il titolo italiano assoluto, a San Giorgio di Gioiosa Marea (Messina), per la seconda volta in carriera

Vittoria per Michele Antonelli nei Campionati Italiani assoluti della 50 chilometri di marcia, a San Giorgio di Gioiosa Marea (Messina). Il 24enne maceratese dell’Aeronautica si è aggiudicato il suo secondo titolo sulla distanza, dopo quello del 2016, con il tempo di 3h55’09”. A Catania tre anni fa aveva festeggiato il primo tricolore assoluto, ora è il primo nella nuova fase della sua carriera: da un paio di mesi ha cambiato tecnico, passando sotto la guida di Alessandro Garozzo, con periodi di allenamento a Siracusa. Ha preso il comando al 30° km, dopo una prima metà di gara in 1h59’28”, e con una seconda parte più rapida è riuscito a creare un vantaggio di quasi due minuti nei confronti del campione uscente, il veneto Leonardo Dei Tos, secondo in 3h56’56” sulle strade dell’indimenticabile Anna Rita Sidoti. Per il marchigiano, azzurro nelle ultime due stagioni a Mondiali ed Europei, è la quarta prestazione cronometrica in carriera sulla distanza più lunga.

RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2019/COD7568/Index.htm

LINK ALLE FOTO
Il Palaindoor di Ancona durante il meeting del 20 gennaio: http://www.fidal.it/upload/Marche/2019/Palaindoor_Ancona2019.jpg
Giorgio Olivieri: http://www.fidal.it/upload/Marche/TOP/Olivieri_esultanza_top.jpg
Michele Antonelli: http://www.fidal.it/upload/Marche/2019/Antonelli_Gioiosa2019.jpg INDOOR: L’AZZURRO DESALU PARTE DA 6.78 AD ANCONA
Nel debutto stagionale, il velocista corre due volte in mezz’ora: 6”82 nella prima gara e poi arriva a due centesimi dal personal best. Crescono i giovani sprinter marchigiani.

Due volate in poco più di mezz’ora, per dare il via alla nuova stagione. L’azzurro Fausto Desalu ha corso in 6”78 sui 60 metri ad Ancona, conquistando il successo nella finale del meeting infrasettimanale, dopo essersi aggiudicato anche la batteria in 6”82. Il 24enne delle Fiamme Gialle rimane così ad appena due centesimi dal record personale, che è di 6”76 stabilito nel 2015, ma il crono ottenuto in questa prima uscita dell’anno eguaglia la seconda prestazione in carriera. Un test di velocità per lo sprinter di Casalmaggiore (Cremona), che è soprattutto uno specialista dei 200 metri: nella scorsa estate si è portato a 20”13 con il sesto posto agli Europei di Berlino, secondo italiano di sempre sulla distanza, poi si è migliorato anche sui 100 metri con 10.33 piazzandosi terzo agli Assoluti di Pescara. “Mi è piaciuta l’esecuzione della corsa – commenta Desalu – però mi manca l’adrenalina che si acquista gareggiando. Tornerò in pista domenica 3 febbraio a Modena”. Sulla scia dell’azzurro, bel progresso di Michele Ferracuti: il 18enne della Sport Atletica Fermo riesce a centrare il quarto posto e toglie quattro centesimi al suo primato con 7”10.
Esordio in questa stagione nel rettilineo dei 60 metri anche per due azzurre. La più rapida in finale è Ilenia Draisci (Esercito) con 7”47, il suo miglior tempo degli ultimi tre anni, che riesce a superare Jessica Paoletta (Esercito), seconda in 7”51 mentre Giulia Riva (Fiamme Oro) chiude terza con 7”62. Ribaltato così il verdetto della precedente batteria: 7”48 per Paoletta, che dal 2015 che non si esprimeva su questi livelli, e Draisci a 7”56. Anche qui, dietro ad alcune big del panorama nazionale, si fa notare una giovane marchigiana. La 21enne Giada Bernardi (Sef Stamura Ancona) si piazza quarta in finale con 7”88 che vale il nuovo record personale. Sui 400 metri vittoria in 49”41 di Lorenzo Veroli (Fiamme Azzurre), specialista degli ostacoli cresciuto nell’Atletica Montecassiano. Ancora una gara di mezzofondo per la pesarese Ilaria Sabbatini (Atl. Avis Macerata), nell’inverno che l’ha già portata a due primati marchigiani assoluti: stavolta con 10’17”38 si aggiudica i 3000 metri in cui era scesa a 9’49”82 il 19 gennaio a Padova per il record, mentre nello scorso weekend ha realizzato il limite regionale dei 1000 metri con 2’56”54 ad Ancona.

RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2019/REG19275/Index.htm

LINK ALLA FOTO
Fausto Desalu (autore Giancarlo Colombo/FIDAL): http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Berlino2018-Campionati-Europei-3-giornata/berlino344.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




Weekend speciale per la Collection Atletica

Ottime prestazioni da parte degli atleti ed atlete della Collection Atletica Sambenedettese nelle gare dello scorso week end.

San Benedetto del Tronto – Il protagonista stavolta proviene dal settore dei lanci e si chiama Emanuel Farella. Questo ragazzone di origine foggiane classe 2002, allenato da Carlo Sebastiani, oltre a vincere la gara del lancio del peso al meeting nazionale svoltosi ad Ancona, ha letteralmente disintegrato il record sociale di categoria detenuto da Lorenzo Spurio di 11,19 scagliando l’attrezzo da 5 kg a 13,69, misura con la quale ottiene il minimo per partecipare ai Campionati Italiani Allievi che si svolgeranno sempre nello splendido impianto dorico il 9 ed il 10 febbraio.

Obiettivo raggiunto anche da Luca Patrizi, allenato da Patrizia Bruni ed Anna Mancini che non finisce mai di stupirci siglando il suo nuovo personal best nei 60 metri con 7”31 che gli consentirà di partecipare alla rassegna nazionale.

Come lo scorso week end, velocisti particolarmente ispirati visto il personale di 7”47 ottenuto da Federico Fedeli, allenato da Adalgisa Vecchiola e Giuseppe Giorgini ed il ritorno a buone prestazioni da parte dell’allieva al primo anno Irene Pagliarini che nei 60 metri corre in 8”08.

Buona performance anche da parte di Martina Aliventi , allenata dal Prof. Butteri, che è giunta seconda nel salto in lungo con la misura di 5,85, specialità nella quale Giorgia Di Salvatore ottiene il suo personale con 4,44 dopo essersi migliorata nella sua gara, quella del getto del peso, giungendo seconda con 10,92 grazie anche al suo coach Cesare Alesi.

Ottime notizie giungono anche da Magliglenn (Austria) dove l’ex campione italiano promesse Andrea Pacitto, quest’anno in prestito all’Atletica Virtus Lucca, ha migliorato nettamente il suo record personale nei 60 metri ad ostacoli correndo in 8”15.

A livello giovanile, nella categoria Cadetti ennesimo progresso di Riccardo Ciribeni nei 200 metri con 25”46 , distanza nella quale si migliora anche la cadetta Alissa Catalini correndo in 29”43.

Infine gli Orange si sono distinti, sempre ad Ancona, nella prima fase del Campionato Marchigiano giovanile di società di corsa campestre con l’eccellente ed inatteso secondo posto ottenuto da Leonardo Chiappini nella categoria Ragazzi ed il quarto posto di Leo Splendiani tra gli Allievi, allenato da Mauro Marselletti.

Appuntamento al prossimo week end sempre ad Ancona per i Campionati Italiani juniores e promesse che vedranno Martina Aliventi giocarsi delle concrete chances di podio nel salto in lungo.




Ancona, un altro record: Sabbatini va a 1000

Ancona, 2019-01-27 – La pesarese dell’Atletica Avis Macerata al primato regionale assoluto con 2’56”64. Vittoria e personale di Angelini e Cesca in un altro weekend di grande partecipazione con oltre 2000 atleti-gara.

Anche l’ultimo weekend di meeting al Palaindoor di Ancona, prima delle rassegne tricolori, regala un record marchigiano assoluto oltre a una grande partecipazione con più di 2000 atleti-gara. Sui 1000 metri è la pesarese Ilaria Sabbatini (Atl. Avis Macerata) a conquistare il primato, con il tempo di 2’56”64. Battuto il 2’57”55 della concittadina e compagna di club Eleonora Vandi, che lo aveva realizzato nel 2012. La 24enne mezzofondista si piazza terza in una delle gare più veloci di sempre, su questa distanza poco frequentata: la toscana Giulia Aprile (Esercito) corre in 2’45”32 per diventare la terza azzurra di ogni epoca, davanti alla veneta Elisa Bortoli (Esercito), nona alltime con 2’47”77. Ma è una giornata ricca di risultati interessanti, in cui spiccano due vittorie con altrettanti record personali. Nei 200 metri un altro pesarese, il 26enne velocista Lorenzo Angelini (Atl. Avis Macerata), sfreccia in 21”81 e migliora il suo primato che risaliva a sette anni fa. Sui 60 ostacoli applausi per il 21enne Nicola Cesca (Atl. Avis Macerata), che non solo continua i suoi progressi con 8”12 per togliere cinque centesimi al proprio limite ma si prende anche la soddisfazione del successo.
Sugli 800 metri il 21enne Gabriele Aquaro (Team-A Lombardia) demolisce il personale indoor in 1’49”34, seguito da Alessandro Dal Ben (Expandia Atl. Insieme Verona), a sua volta al proprio limite con 1’49”71. Il campione tricolore assoluto Simone Barontini (Sef Stamura Ancona), alla prima uscita dell’anno, si ferma invece a metà gara. Tre nulli al debutto per il lunghista siciliano Filippo Randazzo (Fiamme Gialle), nella sfida vinta dal molisano Kareem Hatem Mersal (VV Management): il 17enne figlio d’arte di Mohamed, ex saltatore egiziano da 8.31, appena entrato nella categoria juniores si migliora di quasi 30 centimetri con 7.38. Cresce anche il 16enne Matteo Colletta (Sef Stamura Ancona), al sesto posto, che porta il record personale a 6.76.
Sempre più scatenato l’allievo Lorenzo Simonelli. Il 16enne romano mette a segno un’altra migliore prestazione italiana under 18 dei 60 ostacoli, per la terza volta dall’inizio della stagione. Il portacolori dell’Esercito Sport & Giovani scende a 7”71, quattro centesimi in meno rispetto al 7”75 del 13 gennaio a Formia, mentre nel giorno dell’Epifania aveva inaugurato la serie di primati con 7”78 sul rettilineo del capoluogo marchigiano. Alle sue spalle 8.05 per Simone Tecchi (Alga Etruscatletica). Nel peso 18.80 al debutto per il reatino Sebastiano Bianchetti (Fiamme Oro), con il sangiorgese Lorenzo Del Gatto(Carabinieri) secondo a 18.15. Tra gli altri risultati, il terzo posto dell’osimana Debora Baldinelli (Team Atl. Marche) sugli 800 metri con 2’15”98. La 24enne pugliese Francesca Lanciano (Alteratletica Lorocotondo) con 13.38 sfiora il personale indoor nel triplo, per superare il 13.06 della siciliana Simona La Mantia (Fiamme Gialle), campionessa europea indoor nel 2011. Nell’alto la laziale Erika Furlani (Fiamme Oro) comincia la stagione con 1.85 alla terza prova, prima di tre errori a 1.90 per l’azzurra. Si torna in pista con il meeting infrasettimanale di mercoledì 30 gennaio, poi i Campionati italiani juniores e promesse del 2-3 febbraio.

RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2019/REG19272/Index.htm

LINK ALLE FOTO DI ARCHIVIO
Ilaria Sabbatini (foto di Maurizio Iesari): http://www.fidal.it/upload/Marche/2017/Sabbatini_Ilaria.jpg
Lorenzo Angelini (foto di Davida Ruggieri): http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Angelini_Palaindoor2018.jpg
Nicola Cesca (foto Colombo/FIDAL): http://www.fidal.it/upload/gallery/2016/Ancona-Campionati-Italiani-Juniores-e-Promesse-indoor-2016-2-giornata/anc233.jpg

Sprint e salti alla ribalta nel sabato del Palaindoor

 

Martina Aliventi (foto Renai/FIDAL)

Martina Aliventi (foto Renai/FIDAL)

Ancona, 2019-01-26 – Tanti risultati di spicco, verso le rassegne tricolori: la velocista Mogliani Tartabini avvicina il record marchigiano, Rastelli in crescita, Vandi e Aliventi sfiorano il primato stagionale

Riflettori puntati sui salti e sulla velocità al Palaindoor di Ancona, nel meeting che apre l’ultimo weekend di sfide prima delle rassegne tricolori di febbraio. Ultimi test per i giovani marchigiani come la pesarese Elisabetta Vandi (Atl. Avis Macerata), campionessa italiana juniores dei 400 metri che viene superata nel finale e finisce terza in 55”32, vicina al primato stagionale di 55”25, in una gara di alto livello. L’azzurra Chiara Bazzoni (Esercito) conduce una prova di testa e vince in 54”09. Alle spalle della toscana, primatista italiana della 4×400, la 18enne romana Eloisa Coiro (Fiamme Azzurre) si migliora ancora una volta con 54”59, dopo il 54”87 di domenica scorsa per inserirsi al quarto posto di sempre tra le under 20 italiane. Tra gli uomini secondo posto di Lorenzo Veroli (Fiamme Azzurre), cresciuto nell’Atletica Montecassiano, con 49”91.
Nei 60 metri di nuovo in evidenza la 16enne Melissa Mogliani Tartabini (Atl. Recanati) che arriva a soli due centesimi dal suo primato regionale assoluto con 7”59. Una conferma dell’ottima condizione per la vicecampionessa italiana allieve, che chiude al quinto posto in finale. La più rapida sul rettilineo è la veneta Johanelis Herrera (Atl. Brescia 1950 Ispa Group) con 7”44 nella batteria. Ma la tricolore assoluta dei 100 all’aperto viene preceduta nella gara decisiva per un soffio da Audrey Alloh (Fiamme Azzurre), 7”46 contro 7”47, mentre la junior Chiara Gala (Acsi Italia Atletica) coglie il personale con 7”56 davanti a Giulia Riva (Fiamme Oro, 7”57). Applausi in batteria anche per la sangiorgese Greta Rastelli (Team Atl. Marche), 7”73 e primato stagionale a soli tre centesimi dal personal best.
Al maschile Lodovico Cortelazzo (Assindustria Sport Padova) prevale sui 60 metri con 6”76 nel turno eliminatorio e 6”78 in finale. Soltanto una gara invece per il rientrante Giovanni Cellario (La Fratellanza 1874 Modena) con 6”84 e per l’allievo romano Lorenzo Simonelli (Esercito Sport & Giovani), 6”95 il crono sulla distanza piana del primatista italiano under 18 sui 60 ostacoli. Tra gli atleti delle società marchigiane, il riminese Attilio Dante (Sport Atl. Fermo) è il migliore con 6”98 in batteria.
Nel lungo si esprime a soli due centimetri dal primato stagionale Martina Aliventi(Collection Atl. Sambenedettese), seconda con 5.85. L’azzurro Simone Forte, romano delle Fiamme Gialle, apre la sua stagione nel salto triplo con 16.17 e il 18enne Valerio De Angelis (Asa Ascoli Piceno) si piazza quinto con il personale indoor di 14.16. Sulla pedana del getto del peso under 18, vittoria e miglior risultato in carriera della jesina Francesca Marani (Sef Stamura Ancona) che lancia 11.20. Domani altri due meeting: giovanile al mattino, assoluto nel pomeriggio con diretta video streaming sulla pagina Facebook FIDAL Marche (fb.com/fidalmarche).

RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2019/REG19270/Index.htm

LINK ALLE IMMAGINI DI ARCHIVIO
Melissa Mogliani Tartabini (foto di Davida Ruggieri): http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/MoglianiTartabini.jpg
Martina Aliventi (foto Renai/FIDAL): http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Campionati-Italiani-Juniores-e-Promesse-Indoor-2017-giornata-1/1J5A7294.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.

 




Weekend a tutta Atletica: Indoor, Cross e Lanci

Ad Ancona due meeting assoluti in diretta streaming con l’esordio di Barontini e la campestre, domenica asta per il Memorial Donzelli e lanci a Fermo
Ancona – In arrivo un fine settimana con tanti appuntamenti per l’atletica delle Marche. Tra sabato 26 e domenica 27 gennaio si gareggia al Palaindoor di Ancona (due meeting assoluti e uno giovanile), Fermo (Memorial Donzelli di salto con l’asta indoor e prima fase dei campionati invernali di lanci), sul percorso di cross al campo Italico Conti di Ancona(prima prova del campionato regionale assoluto e giovanile di corsa campestre) ma anche a Padova (campionati italiani di prove multiple indoor).
ANCONA INDOOR – Previsto l’esordio stagionale di tanti azzurri al Palaindoor, nell’ultimo weekend di meeting prima delle rassegne tricolori che avranno il clou ad Ancona con gli Assoluti dal 15 al 17 febbraio. Domenica 27 gennaio alle ore 16.45 è annunciato il debutto sugli 800 metri dell’atleta di casa Simone Barontini (Sef Stamura Ancona), ventenne mezzofondista che ha vinto gli ultimi due titoli italiani assoluto al coperto, in una gara con il bosniaco Abedin Mujezinovic e il vicecampione tricolore outdoor Gabriele Aquaro (Team-A Lombardia). Sabato 26 gennaio invece torneranno in pista le giovani velociste marchigiane: la pesarese Elisabetta Vandi (Atl. Avis Macerata), primatista italiana under 20 all’aperto dei 400 metri, e la 16enne Melissa Mogliani Tartabini (Atl. Recanati) che sui 60 metri ha già eguagliato il record regionale assoluto con 7”57, per una nuova sfida con la sangiorgese Greta Rastelli (Team Atl. Marche) e con Martina Aliventi (Collection Atl. Sambenedettese), attesa anche nel lungo insieme a Martina Ruggeri (Atl. Fabriano). Nei 400 maschili al via Lorenzo Veroli (Fiamme Azzurre). In chiave nazionale, riflettori puntati nei 60 sulla campionessa tricolore assoluta dei 100 outdoor Johanelis Herrera (Atl. Brescia 1950 Ispa Group) e su Audrey Alloh (Fiamme Azzurre), invece sulla pedana del triplo sarà impegnato Simone Forte (Fiamme Gialle), azzurro agli ultimi Europei. Tornando alle gare di domenica, da seguire Nicola Cesca (Atl. Avis Macerata) nei 60 ostacoli e il pesarese Lorenzo Angelini (Atl. Avis Macerata) sui 200 metri. Primi lanci dell’anno per il reatino Sebastiano Bianchetti (Fiamme Oro) nel getto del peso, opposto al sangiorgese Lorenzo Del Gatto (Carabinieri). Nel lungo test di apertura del siciliano Filippo Randazzo (Fiamme Gialle), vicecampione europeo under 23, mentre nel triplo è iscritta Simona La Mantia (Fiamme Gialle), che in carriera ha conquistato l’oro continentale indoor della specialità nel 2011. Quasi 2000 gli atleti-gara tra i due meeting assoluti e la riunione giovanile di domenica mattina, per un altro fine settimana di grande partecipazione in diretta video streaming sulla pagina Facebook FIDAL Marche (fb.com/fidalmarche).
ASTA A FERMO – Nel pomeriggio di domenica 27 gennaio, all’impianto indoor di Fermo, prosegue la tradizione del Memorial Roberto Donzelli di salto con l’asta. Un meeting nazionale che, alla sua dodicesima edizione, si conferma come una delle principali tappe per la specialità nella stagione al coperto. In pedana anche quest’anno la primatista italiana Roberta Bruni (Carabinieri) e Alessandra Lazzari (Atl. Arcs Cus Perugia), insieme alle atlete di casa capitanate da Ludovica Polini (Sport Atl. Fermo). Al maschile tra i marchigiani lo junior Mattia Perugini (Atl. Avis Macerata). La manifestazione viene organizzata dalla Sport Atletica Fermo insieme alla famiglia Donzelli, uniti dalla volontà di ricordare Roberto, astista prematuramente scomparso nel 1992, a cui è intitolato il palaindoor cittadino. Si comincia alle ore 15.00 con le donne, a seguire (ore 17.00) la gara degli uomini.
CROSS AD ANCONA – Scatta domenica 27 gennaio il Campionato assoluto di corsa campestre per società, con la prima fase regionale anche per le categorie giovanili. La mattinata, per l’organizzazione della Sef Stamura Ancona, vedrà ben 10 gare in programma al campo Italico Conti di Ancona: inizio alle ore 9.30 per il cross allieve (4 km), fino alle ore 12.10 quando partirà il cross maschile seniores e promesse di 10 km.
LANCI A FERMO – Sarà il campo di atletica di Fermo ad accogliere la prima prova regionale dei Campionati invernali di lanci. Domenica 27 gennaio è il momento dell’esordio stagionale per gli specialisti di martello, disco e giavellotto.
PADOVA – Nei Campionati italiani di prove multiple indoor a Padova, iscritti quattro atleti marchigiani. L’eptathlon juniores vedrà in azione Alessandro Caccini (Collection Atl. Sambenedettese), argento tricolore under 18 del decathlon nella scorsa stagione, e a livello assoluto l’osimano Manuel Nemo (Team Atl. Marche), mentre Emanuele Ghergo(Tam) sarà al via del pentathlon allievi come Sebastiano Compagnucci (Atl. Avis Macerata).

ISCRITTI E RISULTATI
Ancona indoor (sabato): http://www.fidal.it/risultati/2019/REG19270/Index.htm
Ancona indoor (domenica): http://www.fidal.it/risultati/2019/REG19272/Index.htm
Memorial Donzelli a Fermo: http://www.fidal.it/risultati/2019/REG19276/Index.htm

LINK ALLA FOTO (autore FotoGP.it)
Simone Barontini: http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Barontini1_800AnconaJP2018.jpg

 

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




Ancona, Palaindoor: record di presenze nel weekend di Tortu

Mai così tanti ad Ancona per i meeting, con 2283 atleti-gara nel fine settimana di Tortu. A febbraio le rassegne tricolori.

Ancona – Un boom di partecipazione al Palaindoor di Ancona. Il weekend appena trascorso ha segnato un nuovo momento storico per l’impianto del capoluogo marchigiano, con il record di presenze ai meeting e cifre senza precedenti: 2283 atleti-gara, sabato 19 e domenica 20 gennaio. Un primato assoluto, superando il totale di 2162 nello stesso periodo dell’anno scorso, il 20-21 gennaio 2018. Non è solo l’effetto-Tortu, che ha portato la diretta tv su Italia 1 della seconda prova dei 60 metri e la tribuna di piena di pubblico. Ma domenica è stata una giornata a tutta atletica, senza soluzione di continuità tra la riunione giovanile del mattino e quella assoluta del pomeriggio, con quasi 12 ore di attività ininterrotta. Ancona si conferma la capitale della stagione nazionale al coperto: anche nei meeting di gennaio, prima dei campionati italiani che saranno al centro dell’attenzione durante l’intero mese di febbraio. Questo il dettaglio dei tre meeting: 476 atleti-gara sabato, 1115 domenica mattina e 692 domenica pomeriggio, di cui ben 213 sui 60 maschili.

“C’è soddisfazione – le parole di Giuseppe Scorzoso, presidente del Comitato regionale FIDAL Marche – per aver visto la presenza di moltissimi atleti e in modo particolare dei più giovani al mattino, che poi rimanendo in tribuna nel pomeriggio hanno potuto assistere dal vivo al meeting assoluto. Il ringraziamento va a coloro che hanno reso possibile tutto questo: dai giudici di gara, che pur in numero non elevato e con grande impegno sono riusciti a portare avanti le manifestazioni insieme allo staff del Comitato regionale, con la gestione informatizzata e i tabelloni in campo per fornire i risultati in tempo reale, come avviene nei campionati italiani. Siamo contenti anche dei complimenti ricevuti da tanti addetti ai lavori per la riuscita dell’evento, dal presidente FIDAL Alfio Giomi e dal responsabile di produzione Mediaset. Uno stimolo in più è stato poi il ricordo di Alessio Giovannini, a cui è stato dedicato un minuto di silenzio”.
Tra i risultati del fine settimana, in chiave marchigiana, da segnalare la non ancora 18enne filottranese Benedetta Trillini (Tam), appena entrata nella categoria juniores, che ha vinto sulla pedana dell’alto con 1.75 per aggiungere un centimetro al suo primato indoor, confermando la sua crescita in vista della rassegna tricolore. Nel lungo ragazzi, record regionale under 14 in sala di Matteo Tassetti (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) che è atterrato a 5.09, battendo il 5.05 ottenuto nella scorsa stagione dal fabrianese Francesco Ranxha.
La serie dei campionati italiani si svolgerà anche quest’anno a febbraio: juniores (under 20) e promesse il 2-3, allievi (under 18) il 9-10, assoluti il 16-17, master dal 22 al 24. Poi il match internazionale Italia-Francia-Germania under 20 indoor e under 23 di lanci, il 2 marzo, seguito il 3 marzo dall’incontro under 16 “Ai confini delle Marche”. Si torna già in pista mercoledì 23 gennaio con il primo dei meeting infrasettimanali, dedicato in gran parte alle gare di marcia.

LINK ALLE FOTO (autore Andrea Muti)
Filippo Tortu: http://www.fidal.it/upload/Marche/2019/Tortu_selfie_Ancona2019.jpg
L’arrivo dei 400 metri femminili: http://www.fidal.it/upload/Marche/2019/400F_Ancona20gen19.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




I velocisti della Collection corrono veloce nel giorno di Tortu

San Benedetto del Tronto, 2019-01-21 – Ottime prestazioni da parte degli atleti ed atlete della Collection Atletica Sambenedettese nei meeting nazionali svoltisi questo week end nello splendido impianto al coperto di Ancona .

La gara più attesa tra gli Orange c’è stata il sabato ed era quella del salto in lungo femminile che vedeva il ritorno in pedana, dopo circa un anno, dell’ex campionessa italiana indoor juniores Martina Aliventi e l’atleta allenata dal Prof. Francesco Butteri non ha deluso le aspettative giungendo seconda con l’ottima misura di 5,87, seconda prestazione nazionale 2019 della categorie promesse.

Non doma della performance nel lungo, Martina si è presentata domenica ai blocchi di partenza dei 60 metri ottenendo un doppio 7”87 , sia in batteria che in finale.

Ed è stata la velocità il settore che ha dato le più grandi soddisfazioni agli atleti della Collection, proprio nel giorno del ritorno di Filippo Tortu al Palaindoor di Ancona con l’eccellente crono di 6”58, campione al quale si è evidentemente ispirato Riccardo Cosenza che, dopo aver sbriciolato in batteria il suo personal best con 7”18 è riuscito poi a migliorarsi in finale stabilendo il nuovo primato sociale promesse correndo in 7”15.

L’atleta, allenato da Giuseppe Giorgini ed Adalgisa Vecchiola, ha dimostrato un talento fuori dal comune ed i suoi tecnici si augurano che prenda finalmente consapevolezza delle eccellenti potenzialità che potrebbe esprimere in futuro.

Altro fulmine sambenedettese è stato Luca Patrizi, allievo al primo anno allenato da Patrizia Bruni ed Anna Mancini, il quale ha vinto la sua batteria correndo in 7”35 denotando uno stato di forma smagliante come del resto il fratello Alessio, allievo al secondo anno, che ha stravinto la sua serie dei 400 metri stabilendo il nuovo primato sociale di categoria con il tempo di 52”89.

Buone prestazioni della sambenedettese Enrica Cipolloni (Fiamme Oro) che ha saltato 5.52 nel lungo dopo aver corso in 9”21 sui 60 ostacoli, in un doppio test a una settimana dalla rassegna tricolore di prove multiple dove difenderà il titolo italiano del pentathlon.

A livello giovanile , nella categoria Cadetti Riccardo Ciribeni corre in 7”99 nei 60 metri e 25”70 nei 200 metri, Daniele Silvestri 7”98 nei 60 mentre tra le Cadette spiccano i tempi di 8”81 e 8”99 ottenuti rispettivamente da Alissa Catalini e da Elena Giorgini sempre nei 60 metri.

Tra i Ragazzi , in evidenza i giovani sprinter Lorenzo Cameli ( 9”25 ) ed Emil Bagnara (9”54) che risulta il migliore degli Orange nel salto in lungo con 3,92 mentre tra le Ragazze le più veloci sui 60 sono state Elena Capocasa ( 9”47), Irene Morelli (9”49) e Greta Bellachioma (9”54).

Infine, per quanto riguarda i master, ottimo terzo posto a Castelraimondo di Massimo Romandini nella categoria M50 ai Campionato marchigiani individuali master di campestre.