Atletica, Ottaviani star ai mondiali master

A Malaga l’intramontabile marchigiano, a 102 anni, si cimenta in due gare: lungo e triplo per la sua prima rassegna iridata outdoor all’estero
Malaga – Nei Campionati Mondiali Master a Malaga (Spagna) tra i più applauditi c’è Giuseppe Ottaviani, il meno giovane dell’intera manifestazione al maschile con i suoi 102 anni compiuti nel mese di maggio. Anche stavolta il centenario dell’atletica ha scelto di esserci, per mettersi alla prova in due gare: lungo e triplo. E per ribadire di fronte a tutti il suo motto: “Lo sport è felicità, l’atletica è gioia”, accolto con ammirazione e curiosità dai presenti. Ormai l’intramontabile marchigiano di Sant’Ippolito, classe 1916, è una celebrità anche in Spagna per aver partecipato nello scorso inverno agli Europei in sala di Madrid. Però questa è la sua prima volta in una rassegna iridata outdoor all’estero, dopo l’esperienza di Riccione nel 2007 quando era ancora novantenne ed essere poi salito alla ribalta per le dieci medaglie d’oro ai Mondiali al coperto di Budapest, nel 2014.
A Malaga il portacolori del Gs Effebi Fossombrone, che ha cominciato con la pratica agonistica dopo i 70 anni, non perde l’occasione per confrontarsi con se stesso: nel lungo M100 di ieri ha fatto segnare la misura di 0,83 (+0.3), appena due centimetri in meno rispetto a quella degli Europei indoor. Oggi di nuovo in azione nel triplo per diventare il primo a cimentarsi in questa specialità a 102 anni con 2,23 (0.0), migliorando in questo caso il 2,18 di Madrid. A complimentarsi con “Peppe” anche i due numeri uno della World Masters Athletics, l’associazione mondiale master: l’australiano Stan Perkins, presidente uscente, e la tedesca Margit Jungmann, neoeletta che entrerà in carica al termine dei campionati, a cui Ottaviani ha donato cinque rose rosse.

RISULTATI: http://www.rfea.es/competi/result2018/airelibre/Malaga2018/index.html

LINK ALLE FOTO
http://www.fidal.it/upload/images/MASTER/Ottaviani3_Malaga2018.jpg
http://www.fidal.it/upload/images/MASTER/Ottaviani2_Malaga2018.jpg
http://www.fidal.it/upload/images/MASTER/Ottaviani_Malaga2018.jpg
http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Perkins_Ottaviani_Jungmann_Malaga2018.jpg

 

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




Atletica, due vittorie per Le Marche a Majano

Dieci piazzamenti sul podio e terzo posto in classifica dei giovani marchigiani nell’incontro internazionale disputato in Friuli
Ancona – Anche quest’anno i giovani delle Marche si fanno valere al 27° Trofeo internazionale di Majano (Udine), classica rassegna dedicata alle categorie cadetti (under 16) e ragazzi (under 14). La graduatoria a squadre vede in terza posizione la rappresentativa regionale, che sale dieci volte sul podio individuale: 2 vittorie, 4 secondi e 4 terzi posti. Negli 80 ostacoli under 16 Martina Cuccù (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) non solo conquista nettamente il successo in 11”77 ma si aggiudica anche il premio per il miglior risultato tecnico femminile dell’evento. Bella affermazione anche per la cadetta Eva Joao Polo(Collection Atl. Sambenedettese) che spedisce il disco a 32.44 con un vantaggio di quasi cinque metri nei confronti della meno distante delle avversarie.
Sulla pedana dell’alto cresce il non ancora 14enne Ermes Mercuri (Atl. Castelfidardo Criminesi) con 1.80, per ben quattro centimetri di progresso e il secondo posto. Stesso brillante piazzamento delle due staffette 4×100 under 16: Matteo Ruggeri (Sef Stamura Ancona), Lorenzo Agostini (Asa Ascoli Piceno), Luca Patrizi (Collection Atl. Sambenedettese), Davide Biducci (Atl. Fabriano) secondi in 45”27 come Sofia Stollavagli (Atl. Avis Macerata), Martina Cuccù (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti), Irene Pagliarini (Collection Atl. Sambenedettese), Ilenia Angelini (Asa Ascoli Piceno) con 50”36. Un altro velocista, Matteo Vitali (Atl. Avis Macerata), è secondo nei 60 metri under 14 in 7”93.
Terzo gradino del podio e record personale per Lorenzo Agostini (Asa Ascoli Piceno) con 14”16 nei 100 ostacoli cadetti, mentre la coetanea Chiara Raccosta (Atl. Civitanova) sfiora il successo con 1.62, la stessa misura della vincitrice a un solo centimetro dal suo primato all’aperto, ma è terza per maggior numero di errori. Conquistano il bronzo anche la sprinter Irene Pagliarini (Collection Atl. Sambenedettese) con 10”53 (+0.2) sugli 80 cadette e la staffetta 4×100 under 14 maschile composta da Matteo Tassetti (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti), Francesco Ranxha (Atl. Fabriano), Alessio Bigossi (Asa Ascoli Piceno), Matteo Vitali (Atl. Avis Macerata) in 51”75. Dopo tre vittorie consecutive, le Marche sono precedute in classifica dai padroni di casa del Friuli-Venezia Giulia, presenti per la prima volta con la selezione regionale, e dalla squadra di Treviso. Ma era da tre anni che i podi non erano così tanti, in questa importante occasione di confronto con i pari età di altre regioni e nazioni verso la rassegna tricolore under 16 che si svolgerà tra un mese a Rieti.

RISULTATI
Cadetti. 80: 7. Luca Patrizi (Collection Atl. Sambenedettese) 9”73 (+1.3) pb; 2000: 7. Tommaso Ajello (Sef Stamura Ancona) 6’22”16; 100 ostacoli: 3. Lorenzo Agostini (Asa Ascoli Piceno) 14”16 pb; alto: 2. Ermes Mercuri (Atl. Castelfidardo Criminesi) 1.80; lungo: 5. Simone Guidotti (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 5.75 (-0.6); peso: 9. Filippo Danieli (Atl. Fabriano) 11.76; disco: 8. Sebastiano Pepa (Atl. Civitanova) 28.79 pb; giavellotto: 12. Giovanni Stella Fagiani (Atl. Avis Macerata) 31.91; 80 extra: Matteo Ruggeri (Sef Stamura Ancona) 9”91 (-0.2); Davide Biducci (Atl. Fabriano) 10”06 (-0.8); 4×100: 2. Matteo Ruggeri (Sef Stamura Ancona), Lorenzo Agostini (Asa Ascoli Piceno), Luca Patrizi (Collection Atl. Sambenedettese), Davide Biducci (Atl. Fabriano) 45”27.
Cadette. 80: 3. Irene Pagliarini (Collection Atl. Sambenedettese) 10”53 (+0.2); 1000: 4. Serena Frolli (Atl. Osimo) 3’05”38 pb; 80 ostacoli: 1. Martina Cuccù (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 11”77; alto: 3. Chiara Raccosta (Atl. Civitanova) 1.62; lungo: 11. Francesca Cuccù (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 4.64; peso: 6. Vesna Braconi (Atl. Fabriano) 9.81; disco: 1. Eva Joao Polo (Collection Atl. Sambenedettese) 32.44; giavellotto: 9. Benedetta Saracchini (Atl. Osimo) 27.28; 80 extra: Sofia Stollavagli (Atl. Avis Macerata) 10”63 (-1.2); Ilenia Angelini (Asa Ascoli Piceno) 10”87 (-1.2); 4×100: 2. Sofia Stollavagli (Atl. Avis Macerata), Martina Cuccù (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti), Irene Pagliarini (Collection Atl. Sambenedettese), Ilenia Angelini (Asa Ascoli Piceno) 50”36.
Ragazzi. 60: 2. Matteo Vitali (Atl. Avis Macerata) 7”93; 600: 8. Francesco Ranxha (Atl. Fabriano) 1’43”77; lungo: 13. Matteo Tassetti (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 4.09 (+1.7); peso: 12. Christian Pio Travaglini (Offida Atletica) 11.05; 60 extra: Alessio Bigossi (Asa Ascoli Piceno) 8”74; 4×100: 3. Matteo Tassetti (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti), Francesco Ranxha (Atl. Fabriano), Alessio Bigossi (Asa Ascoli Piceno), Matteo Vitali (Atl. Avis Macerata) 51”75.
Ragazze. 60: 5. Meskerem Paparello (Atl. Ama Civitanova) 8”63; 600: 7. Marica Melatini (Atl. Ama Civitanova) 1’50”25; alto: 10. Ambra Compagnucci (Atl. Avis Macerata) 1.37; vortex: 10. Greta Ricciardi (Atl. Avis Macerata) 38.61; 60 extra: Giovanna Lenci (Atl. Senigallia) 9”00, 4×100: 7. Giovanna Lenci (Atl. Senigallia), Marica Melatini (Atl. Ama Civitanova), Ambra Compagnucci (Atl. Avis Macerata), Meskerem Paparello (Atl. Ama Civitanova) 55”99.

RISULTATI COMPLETI: http://www.fidal.it/risultati/2018/COD6937/Index.htm

LINK ALLE FOTO
La rappresentativa delle Marche: http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Marche_Majano2018.jpg
Martina Cuccù: http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Cuccu_Majano2018.jpg
La premiazione finale: http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Premiazione_Majano2018.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




Atletica, assoluti: Tamberi 2.30, Le Marche sul podio

Gimbo si conferma ritrovato nella rassegna tricolore di Pescara. La mezzofondista Vandi seconda nei 1500 e terza sugli 800 con due record regionali.
Pescara mette un gigantesco “like” sul 2,30 di Gianmarco Tamberi ai Campionati Italiani Assoluti. Il recordman nazionale di salto in alto, dopo il partecipatissimo sondaggio lanciato per gioco su Instagram nei giorni scorsi, non delude il pubblico dello Stadio Adriatico e si prende il quinto titolo nazionale della sua carriera. Per Gimbo questa è la quarta volta in due settimane sopra i 2,30. Tre gare tutte nella scia di un atleta finalmente ritrovato dopo il terribile infortunio del 2016 a Montecarlo: 2,30 e poi 2,33 ad Eberstadt, 2,31 a Bruxelles e oggi ancora 2,30.
IL RACCONTO DELLA GARA – Mister Half Shave apre la competizione a 2,16, superato senza esitazioni come il successivo 2,21. La vittoria è già sua, ma l’ex campione mondiale indoor e d’Europa non è il tipo che si accontenta tanto facilmente. E così prosegue con 2,26 saltato alla seconda come 2,30, un salto che lascia davvero una bella luce tra sé e l’asticella. Il 26enne marchigiano delle Fiamme Gialle vuole provare ad osare ancora e stavolta l’obiettivo è ancora più ambizioso: 2,35. Tamberi ci prova, ma i tre tentativi sembrano solo abbozzati. Gimbo saluta la tribuna e fa l’inchino tra gli applausi.
“ADESSO POSSO ANDARE IN VACANZA” – “Il sondaggio è stata una trovata divertente– le parole di Gianmarco a fine gara –, ma oggi mi sono divertito di più. Ne è valsa davvero la pena esserci. Ho avuto la sensazione che il 2,30 sia stato il mio miglior salto di questa stagione. Il calore del pubblico qui allo stadio e di tutte le persone che mi sono state sempre accanto in questi anni difficili. La felicità di questo salto mi piace condividerla con tutti loro! Tutto questo mi mancava tantissimo e ora sono di contento di averlo ritrovato. Ora, però, vado in vacanza per davvero”.
MEDAGLIE PER LE MARCHE – Non solo Tamberi per le Marche, con tanti altri risultati di vertice. La mezzofondista Eleonora Vandi si conferma due volte sul podio ed è seconda nei 1500 metri in 4’18”07, dopo essersi piazzata terza sugli 800 con 2’03”50. In entrambe le gare per la 22enne pesarese dell’Atletica Avis Macerata c’è il miglioramento sui record regionali assoluti che già deteneva, rispettivamente con 4’18”47 e 2’04”02. Tra gli atleti tesserati per società militari, vittoria nel disco di Giovanni Faloci: il finanziere umbro proveniente dall’Atletica Avis Macerata spedisce l’attrezzo a 61.53. Nei 1500 metri chiude secondo Ahmed Abdelwahed (Fiamme Gialle/Cus Camerino) con 3’47”45, mentre in terza posizione il sangiorgese Lorenzo Del Gatto (Carabinieri) nel peso con il primato personale all’aperto di 18.17, il discobolo ascolano Nazzareno Di Marco (Fiamme Oro) con 58.72 e nelle prove multiple la sambenedettese Enrica Cipolloni (Fiamme Oro), che dopo quattro anni completa un eptathlon a 5097 punti dopo aver vinto quest’anno il tricolore del pentathlon indoor. Brillano i giovani, con i quarti posti del non ancora 18enne sangiorgese Giorgio Olivieri (Team Atl. Marche) nel martello, che arriva al personal best di 65.67 con l’attrezzo senior, e della 19enne Maia Macias (Sport Dlf Ancona), salita a 1.75 nell’alto per crescere di tre centimetri.

RISULTATI ATLETI MARCHIGIANI
2. Eleonora Vandi (Atl. Avis Macerata) 1500 metri 4’18”07
3. Eleonora Vandi (Atl. Avis Macerata) 800 metri 2’03”50 finale, 2’09”48 batt.
4. Giorgio Olivieri (Team Atl. Marche) martello 65.67
4. Maia Macias (Sport Dlf Ancona) alto 1.75 finale, 1.66 qual.
7. Gabriele Rossi Sabatini (Team Atl. Marche) disco 53.83 finale, 52.01 qual.
7. Simone Comini (Asa Ascoli Piceno) giavellotto 63.32 finale, 59.49 qual.
7. Benedetta Trillini, Valentina Natalucci, Greta Rastelli, Angelica Ghergo (Team Atl. Marche) 4×100 metri 48”35
7. Greta Luchetti, Debora Baldinelli, Valentina Natalucci, Angelica Ghergo (Team Atl. Marche) 4×400 metri 3’53”91
8. Ilaria Sabbatini (Atl. Avis Macerata) 1500 metri 4’30”26
8. Martina Mazzola (Atl. Avis Macerata) eptathlon 4388
8. Lorenza Tamberi, Marica Gigli, Martina Buscarini, Giada Bernardi (Sef Stamura Ancona) 4×100 metri 48”38
8. Federica Bonprezzi, Dajana Flamini, Francesca Ramini, Elisa Masci (Sport Atl. Fermo) 4×400 metri 3’55”56
9. Stefano Massimi (Sef Stamura Ancona) 800 metri 1’51”26
9. Stefano Massimi (Sef Stamura Ancona) 5000 metri 14’24”16
9. Nicola Cesca (Atl. Avis Macerata) 110 ostacoli 14”37 (+0.5)
12. Micol Zazzarini (Atl. Avis Macerata) 400 ostacoli 1’02”96
12. Camilla Curzi, Dajana Flamini, Francesca Ramini, Sofia Paniccia (Sport Atl. Fermo) 4×100 metri 49”03
13. Dennis Marinelli, Nicola Cesca, Andrea Corradini, Lorenzo Angelini (Atl. Avis Macerata) 4×100 metri 42”43
13. Martina Ruggeri (Atl. Fabriano) lungo 5.44 (+0.3)
15. Silvia Del Moro (Team Atl. Marche) triplo 11.39 (0.0)
15. Ornella Kelly Nya Yanga (Atl. Avis Macerata) peso 10.97
15. Sara Zuccaro (Atl. Fabriano) martello 48.95
16. Andrea Pacitto (Collection Atl. Sambenedettese) 110 ostacoli 14”94 (+0.7)
18. Irene Rinaldi (Atl. Fabriano) peso 10.39
18. Isabella Di Benedetto (Atl. Avis Macerata) martello 44.83
23. Isabella Di Benedetto (Atl. Avis Macerata) disco 35.49
rit. Emanuele Salvucci (Atl. Avis Macerata) giavellotto 60.31 qual.
rit. Giacomo Brandi (Atl. Avis Macerata) 10 km marcia
n.c. Benedetta Trillini (Team Atl. Marche) alto
squal. Sara Porfiri (Atl. Avis Macerata) 100 ostacoli

1. Gianmarco Tamberi (Fiamme Gialle) alto 2.30
1. Giovanni Faloci (Fiamme Gialle) disco 61.53
2. Ahmed Abdelwahed (Fiamme Gialle) 1500 metri 3’47”45
3. Lorenzo Del Gatto (Carabinieri) peso 18.17
3. Nazzareno Di Marco (Fiamme Oro) disco 58.72
3. Enrica Cipolloni (Fiamme Oro) eptathlon 5097
6. Lorenzo Veroli (Fiamme Azzurre) 400 ostacoli 52”46 finale, 52”93 batt.
15. Paolo Capponi (Atl. Futura Roma) peso 14.21
25. Alex Pagnini (Atl. Imola Sacmi Avis) 400 metri 50”24

RISULTATI COMPLETI: http://www.fidal.it/risultati/2018/COD6646/Index.htm

LINK ALLE FOTO DI ARCHIVIO (autore Giancarlo Colombo/FIDAL)
Gianmarco Tamberi: http://www.fidal.it/upload/gallery/2016/Roma-Golden-Gala-Pietro-Mennea/romaDL358.jpg
Eleonora Vandi: http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Campionati-Italiani-Assoluti-di-Trieste-1-giornata/trieste077.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




dalla Fidal Marche

CADETTI E RAGAZZI AL TROFEO DI MAJANO
La rappresentativa giovanile delle Marche in gara sabato 8 settembre nella tradizionale manifestazione friulana

Un ricco weekend di atletica anche a livello giovanile, oltre agli Assoluti di Pescara. Sabato 8 settembre la rappresentativa delle Marche scende in gara nel 27° Trofeo internazionale Città di Majano, in provincia di Udine, per una classica manifestazione riservata alle categorie cadetti (nati 2003-04) e ragazzi (2005-06). Ventidue le squadre partecipanti, di cui nove estere: Belluno, Brescia, Friuli-Venezia Giulia, Gorizia, Marche, Padova, Pordenone, Rovigo, Trieste, Treviso, Udine, Venezia, Verona e poi Belgrado (Serbia), Bielsko Biala (Polonia), Brno (Rep. Ceca), Budapest (Ungheria), Maribor (Slovenia), Oradea (Romania), Sabac (Serbia), San Marino, Zagabria (Croazia) in una rassegna che darà utili indicazioni anche in vista dei prossimi Campionati italiani under 16, che si disputeranno tra un mese a Rieti. La squadra delle Marche ha vinto nelle ultime tre edizioni, ma quest’anno partecipa per la prima volta anche la selezione regionale dei padroni di casa del Friuli-Venezia Giulia che si presenta con i favori del pronostico. In chiave individuale, partono con il migliore accredito le cadette Martina Cuccù (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) sugli 80 ostacoli e la lanciatrice Eva Joao Polo (Collection Atl. Sambenedettese) nel disco. Di seguito l’elenco completo dei convocati, diramato dal fiduciario tecnico regionale Robertais Del Moro.

ATLETI MARCHIGIANI ISCRITTI
Cadetti. 80: Luca Patrizi (Collection Atl. Sambenedettese); 2000: Tommaso Ajello (Sef Stamura Ancona); 100 ostacoli: Lorenzo Agostini (Asa Ascoli Piceno); alto: Ermes Mercuri (Atl. Castelfidardo Criminesi); lungo: Simone Guidotti (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti); peso: Filippo Danieli (Atl. Fabriano); disco: Sebastiano Pepa (Atl. Civitanova); giavellotto: Giovanni Stella Fagiani (Atl. Avis Macerata); 4×100: Davide Biducci (Atl. Fabriano), Matteo Ruggeri (Sef Stamura Ancona).
Cadette. 80: Irene Pagliarini (Collection Atl. Sambenedettese); 1000: Serena Frolli (Atl. Osimo); 80 ostacoli: Martina Cuccù (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti); alto: Chiara Raccosta (Atl. Civitanova); lungo: Francesca Cuccù (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti); peso: Vesna Braconi (Atl. Fabriano); disco: Eva Joao Polo (Collection Atl. Sambenedettese); giavellotto: Benedetta Saracchini (Atl. Osimo); 4×100: Ilenia Angelini (Asa Ascoli Piceno), Sofia Stollavagli (Atl. Avis Macerata).
Ragazzi. 60: Matteo Vitali (Atl. Avis Macerata); 600: Francesco Ranxha (Atl. Fabriano); lungo: Matteo Tassetti (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti); peso: Christian Travaglini (Offida Atletica); 4×100: Alessio Bigossi (Asa Ascoli Piceno).
Ragazze. 60: Meskerem Paparello (Atl. Ama Civitanova); 600: Marica Melatini (Atl. Ama Civitanova); alto: Ambra Compagnucci (Atl. Avis Macerata); vortex: Greta Ricciardi (Atl. Avis Macerata); 4×100: Giovanna Lenci (Atl. Senigallia).

ISCRITTI E RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2018/COD6937/Index.htm

LE MARCHE PER GLI ASSOLUTI DI PESCARA
Da venerdì 7 a domenica 9 settembre, in gara 49 atleti della regione

Un weekend tricolore a Pescara, che ospita i Campionati italiani assoluti da venerdì 7 a domenica 9 settembre. Tre giornate di gare per la massima rassegna nazionale all’aperto, quest’anno in programma alla fine dell’estate ma con tanti motivi di interesse. A cominciare dall’uomo più atteso dell’intera manifestazione: Gianmarco Tamberi, ritornato oltre quota 2.30 nel salto in alto con le ultime due brillanti gare al meeting tedesco di Eberstadt (2.33) e nella finale di Diamond League a Bruxelles (2.31), dopo il quarto posto agli Europei di Berlino. L’anconetano delle Fiamme Gialle sarà in pedana domenica pomeriggio dalle ore 15.00. Tra le favorite per le prime posizioni anche la mezzofondista pesarese Eleonora Vandi (Atl. Avis Macerata), sugli 800 e anche nei 1500 metri in cui ha stabilito a fine luglio il nuovo primato regionale assoluto (4’18”47): entrambe le distanze l’hanno vista sul podio nella scorsa edizione a Trieste, rispettivamente terza e seconda. In cerca di un buon risultato alcuni dei giovani protagonisti della stagione: il marciatore fabrianese Giacomo Brandi (Atl. Avis Macerata), bronzo tricolore under 23 come il compagno di club Nicola Cesca nei 110 ostacoli, quindi il giavellottista Simone Comini(Asa Ascoli Piceno), argento tra le promesse. Due campioni italiani di categoria nel martello: lo junior sangiorgese Giorgio Olivieri (Team Atl. Marche) e l’allieva Sara Zuccaro (Atl. Fabriano), ma da seguire anche la saltatrice in lungo Martina Ruggeri (Atl. Fabriano), bronzo tricolore under 20 in sala, e nell’alto la filottranese Benedetta Trillini(Team Atl. Marche), terza ai campionati italiani under 18. Senza dimenticare gli altri portacolori di club militari: nel disco l’ascolano Nazzareno Di Marco (Fiamme Oro) e Giovanni Faloci (Fiamme Gialle), umbro proveniente dall’Atletica Avis Macerata, che hanno partecipato agli Europei come il mezzofondista Ahmed Abdelwahed (Fiamme Gialle/Cus Camerino), iscritto nei 1500 metri. Puntano a un piazzamento di vertice il pesista sangiorgese Lorenzo Del Gatto (Carabinieri), nell’eptathlon la sambenedettese Enrica Cipolloni (Fiamme Oro) che quest’anno è tornata a vincere il titolo italiano del pentathlon indoor e sui 400 ostacoli Lorenzo Veroli (Fiamme Azzurre).
TV – Diretta su RaiSport venerdì 7 settembre ore 17.00-19.30 (differita 21.50-23.30); sabato 8 settembre 17.00-21.00; domenica 9 settembre 16.50-20.00. Il resto della manifestazione sarà trasmesso in diretta video streaming su www.atletica.tv.

ATLETI MARCHIGIANI ISCRITTI
Atl. Fabriano: Irene Rinaldi (peso); Martina Ruggeri (lungo); Sara Zuccaro (martello)
Sef Stamura Ancona: Stefano Massimi (800, 5000); Giada Bernardi, Martina Buscarini, Marica Gigli, Lorenza Tamberi (4×100)
Sport Dlf Ancona: Maia Macias (alto)
Asa Ascoli Piceno: Simone Comini (giavellotto)
Collection Atl. Sambenedettese: Andrea Pacitto (110 ostacoli)
Sport Atl. Fermo: Dajana Flamini, Francesca Ramini (4×100, 4×400); Camilla Curzi, Sofia Paniccia (4×100); Federica Bonprezzi, Elisa Masci (4×400)
Team Atl. Marche: Ilaria Del Moro (giavellotto); Silvia Del Moro (triplo); Giorgio Olivieri (martello); Gabriele Rossi Sabatini (disco); Benedetta Trillini (alto, 4×100); Angelica Ghergo, Valentina Natalucci (4×100, 4×400); Greta Rastelli (4×100); Debora Baldinelli, Greta Luchetti (4×400)
Atl. Avis Macerata: Giacomo Brandi (marcia 10 km); Nicola Cesca (110 ostacoli, 4×100); Isabella Di Benedetto (disco, martello); Martina Mazzola (eptathlon); Ornella Kelly Nya Yanga (peso); Sara Porfiri (100 ostacoli); Ilaria Sabbatini (1500); Emanuele Salvucci (giavellotto); Eleonora Vandi (800, 1500); Micol Zazzarini (400 ostacoli); Lorenzo Angelini, Andrea Corradini, Dennis Marinelli (4×100)

Fiamme Gialle: Ahmed Abdelwahed (1500); Giovanni Faloci (disco); Gianmarco Tamberi (alto)
Fiamme Oro: Nazzareno Di Marco (disco); Enrica Cipolloni (eptathlon)
Fiamme Azzurre: Lorenzo Veroli (400 ostacoli)
Carabinieri: Lorenzo Del Gatto (peso)
Atl. Imola Sacmi Avis: Alex Pagnini (400)
Atl. Futura Roma: Paolo Capponi (peso)

ISCRITTI E RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2018/COD6646/Index.htm

LINK ALLE FOTO (autore Giancarlo Colombo/FIDAL)
Gianmarco Tamberi: http://www.fidal.it/upload/gallery/2016/Roma-Golden-Gala-Pietro-Mennea/romaDL358.jpg
Eleonora Vandi: http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Campionati-Italiani-Assoluti-di-Trieste-1-giornata/trieste077.jpg

ASSOLUTI PESCARA: NUOVO PROGRAMMA ORARIO
La finale del salto in alto con Gianmarco Tamberi domenica 9 settembre dalle ore 16.30

È stato modificato il programma orario dei Campionati Italiani Assoluti di Pescara 2018 (7-9 settembre), rivisto dal delegato tecnico dopo la chiusura delle conferme iscrizioni. In particolare la finale del salto in alto di domenica 9 settembre, con Gianmarco Tamberi atteso in gara, è stata posticipata alle ore 16.30.
L’orario è consultabile al seguente link:
http://calendario.fidal.it/files/Orario_Assoluti_PESCARA_Vers_6sett.pdf

TV – Diretta su RaiSport venerdì 7 settembre ore 17.00-19.30; sabato 8 settembre 17.00-21.00; domenica 9 settembre 16.50-20.00. Il resto della manifestazione sarà trasmesso in diretta video streaming su www.atletica.tv.

ISCRITTI E RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2018/COD6646/Index.htm

LINK ALLA FOTO
La rappresentativa delle Marche nella scorsa edizione del Trofeo di Majano: http://www.fidal.it/upload/Marche/2017/Premiazione_Majano2017.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




Camerino accoglie 107 giovani del raduno

Record di presenze alla ventesima edizione del tradizionale stage estivo. Oggi l’incontro con il rettore nella città universitaria.

Camerino, 2018-08-22 – Una partecipazione da record al raduno regionale estivo di Camerino, con 107 giovani atleti. Mai così tanti nell’appuntamento che festeggia il suo 20° anno, proseguendo la tradizione iniziata nel 1999, tra convocati di prima fascia e altri che hanno aderito all’iniziativa. Quattro giornate, da lunedì 20 a giovedì 23 agosto, per preparare al meglio la seconda parte della stagione di allievi (nati negli anni 2001-02) e cadetti (2003-04), senza dimenticare i ragazzi (2005-06) del Trofeo Coni. Oggi la delegazione al completo con tutti gli atleti è stata ricevuta al Centro Culturale Benedetto XIII del Collegio Enrico Mattei dal rettore Claudio Pettinari: “Questi ragazzi ci regalano un colpo d’occhio meraviglioso. Lo sport aiuta tantissimo nello studio, insegna l’ordine e la disciplina, consente di ripartire ogni giorno con nuove motivazioni. Perciò è importante essere studenti-atleti. E questa esperienza di raduno può dare quel qualcosa in più che serve per raggiungere i traguardi”. Il presidente Coni Marche, Fabio Luna, ha sottolineato: “Il ruolo dello sport è fondamentale non solo per vincere le medaglie, ma anche per la crescita dei ragazzi nell’affrontare sempre nuove sfide. E infatti il movimento marchigiano si contraddistingue per la formazione, con una scuola dello sport molto attiva, oltre che per la qualità di dirigenti e tecnici”. A fare gli onori di casa anche il delegato del sindaco e consigliere comunale Gian Marco Quacquarini: “Porto il saluto della città, è un onore e un piacere avervi qui. Ci stiamo rialzando, per andare veloci verso una ripresa, e spero che da studenti potrete essere nostri futuri cittadini”. In rappresentanza dell’Erdis è intervenuto Roberto Pettinari.
“La città di Camerino ci accoglie sempre alla perfezione – ha detto Fabio Romagnoli, consigliere regionale Fidal Marche – grazie alla disponibilità dell’Università e del Cus. Qui i ragazzi possono crescere, vivendo insieme, e allenarsi in modo continuativo. Anche per i tecnici personali degli atleti è un bel momento di confronto”. Il fiduciario tecnico regionale Robertais Del Moro ha ribadito: “A Camerino c’è un calore umano, un’ospitalità che ci fa sentire sempre a nostro agio, oltre agli ottimi impianti sportivi. In questa stagione le Marche dell’atletica hanno vinto ben 18 medaglie nei campionati italiani a livello giovanile, con la perla di tre finaliste agli Europei allievi. Tutti ragazzi che erano qui negli anni scorsi e anche oggi sono qui”. In prima fila le azzurre Emma Silvestri, vicecampionessa europea under 18 dei 400 ostacoli, Angelica Ghergo e Sara Zuccaro.
Per il presidente del Cus Camerino, Stefano Belardinelli, “le medaglie vinte ci rendono orgogliosi di essere marchigiani. L’Università di Camerino si sta sviluppando ulteriormente dal punto di vista sportivo, guardando al modello statunitense, e presto usciranno altri bandi per l’agonismo, un segno concreto per mettere le risorse a disposizione dei nostri atleti”. Quindi le parole di Roberto Cambriani, segretario del Cus Camerino e consigliere regionale Fidal Marche: “Le strutture sportive di Camerino sono cresciute con il passare degli anni, in quella che un tempo era una vallata di campagna e oggi invece ospita gli impianti. Spero davvero che potremo vivere almeno altri 20 anni di raduno, per avere i giovani qui con noi”. Presenti inoltre i partecipanti al raduno estivo del tiro con l’arco, con la presidente del comitato regionale Fitarco, Marisa Fabietti.
Nella giornata di apertura del raduno, a dare il via era stato invece il presidente del Comitato regionale Fidal Marche, Giuseppe Scorzoso: “Il raduno è una tappa fondamentale della stagione dal punto di vista tecnico, ma rappresenta anche un’esperienza umana che è il bello dello sport, da vivere nel modo giusto. La grande adesione, nonostante il periodo estivo, è senza dubbio un motivo di soddisfazione”.

Di seguito l’elenco dei partecipanti al raduno regionale estivo 2018 di Camerino.
Atl. Osimo: Serena Frolli, Filippo Iurini, Dennis Mengoni, Francesco Mezzelani, Luca Sampaoli, Benedetta Saracchini
Atl. Fabriano: Sofia Baffetti, Davide Biducci, Vesna Braconi, Filippo Danieli, Camilla Gatti, Nicolò Loroni, Petra Massaro, Andrea Mingarelli, Francesco Ranxha, Federico Tempestini, Sara Zuccaro
Sef Stamura Ancona: Benedetta Boriani, Tommaso Boriani, Francesca Botnari, Matteo Colletta, Francesca Marani, Cecilia Martiniello, Beatrice Polenta, Sara Rocchetti, Matteo Ruggeri, Nicola Sanna
Atl. Castelfidardo Criminesi: Ermes Mercuri, Tommaso Stortoni
Asa Ascoli Piceno: Federico Agostini, Francesco Agostini, Lorenzo Agostini, Aria Albertini, Bianca Albertini, Martina Ameli, Ilenia Angelini, Agnese Capponi, Alberto Capponi, Lorenzo Filiaggi, Laura Giannelli, Ronaldo Mancinelli, Asia Mascetti, Riccardo Piccioni, Chiara Rociola, Sabrina Salvatori, Francesca Vallorani
Mezzofondo Club Ascoli: Francesco Gagliardi
Collection Atl. Sambenedettese: Alessandro Caccini, Giulia Caucci, Riccardo Ciribeni, Giorgia Di Salvatore, Edoardo Giommarini, Emanuele Mancini, Alessia Mariani, Irene Pagliarini, Anthea Pagnanelli, Alessio Patrizi, Luca Patrizi, Eva Joao Polo, Daniele Rossi, Giulia Rossi, Isabel Ruggieri, Daniele Silvestri
Sport Atl. Fermo: Yousef Taib
Atl. Sangiorgese R. Rocchetti: Claudia Boccaccini, Elena Crosta, Francesca Cuccù, Martina Cuccù, Pietro Damiani, Simone Guidotti, Sara Narcisi, Aurora Ripa, Sara Splendiani
Team Atl. Marche: Alena Binni, Lucia Crosta, Francesca Del Gatto, Carlo Alberto Del Pontano, Lorenzo Falappa, Alessandro Mecozzi, Jusef Pepe, Greta Rastelli, Simone Romagnoli, Sara Santinelli, Benedetta Trillini
Team Atl. Porto Sant’Elpidio: Daniele Di Matteo, Mattia Grilli
Atl. Avis Macerata: Ambra Compagnucci, Nikolas Corvatta, Giovanni Stella Fagiani, Anastasia Giulioni, Marina Mozzoni, Sofia Stollavagli, Rachele Tittarelli, Federico Vitali
Pol. Montecassiano: Federico Bracalenti, Chiara Menotti, Rachele Tomassoni
Atl. Recanati: Melissa Mogliani Tartabini
Atl. Civitanova: Francesca Cinella, Elena Di Chiara, Anna Maria Pennesi, Sebastiano Pepa, Chiara Raccosta, Davide Sanginesi
Atl. Avis Fano-Pesaro: Federico Belli, Eva Luna Falcioni, Davide Orlando

Staff del settore tecnico regionale: Robertais Del Moro (fiduciario); Angelo Angeletti, Ermenegildo Baldini, Sergio Biagetti, Francesco Butteri, Roberto Recchioni (responsabili di settore); Guglielmo Colucci, Giuseppe Gagliardi, Riccardo Petruzzella (collaboratori); Sandro Bernardi, Marco De Santis, Maria Gabriella Trisolino (valutatori); Gabriele Archetti, Alessandro Fineschi (Trofeo Coni). Presidente Comitato regionale: Giuseppe Scorzoso. Rappresentante Comitato regionale: Fabio Romagnoli. Segretario: Davide D’Imperio. Fisioterapista: Loris Graciotti.
Tecnici sociali: Pieraldo Nemo (Atl. Osimo), Fabio Faggeti (Atl. Fabriano), Andrea Marani (Sef Stamura Ancona), Rossano Burini (Atl. Castelfidardo Criminesi)

LINK ALLE FOTO
http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/FidalMarcheCamerino2018.jpg
http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Unicam1Camerino2018.jpg
http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Unicam2Camerino2018.jpg
http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Unicam3Camerino2018.jpg
http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Unicam4Camerino2018.jpg

Cliccare qui per il download del comunicato

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




Europei Berlino, Barontini out al debutto tra i big

A Berlino il 19enne della Sef Stamura Ancona finisce quinto in batteria nella gara di esordio in Nazionale assoluta
Berlino, 2018-08-09 – Prima gara nell’atletica dei “grandi” per Simone Barontini. Il 19enne anconetano esce a testa alta dai Campionati Europei di Berlino, con il quinto posto in batteria sugli 800 metri in 1’48”53. Un crono che non basta per qualificarsi alla semifinale, ma il giovane marchigiano porta a casa un’importante esperienza da matricola azzurra dopo aver raggiunto nel mese scorso la finale ai Mondiali under 20. Per il mezzofondista della Sef Stamura Ancona, allenato da Fabrizio Dubbini, c’è da misurarsi con una concorrenza agguerrita a cominciare dal francese Pierre-Ambroise Bosse, campione mondiale in carica e avversario diretto nel turno. Ma anche con la tattica di gara: la sua batteria, la terza, è la più lenta di tutte nel primo giro e allora diventa ancora più difficile sperare in uno dei quattro tempi di recupero, che portano in semifinale oltre ai primi tre posti. Il campione italiano indoor parte in coda, poi risale con una buona ultima parte di gara, mentre davanti arrivano lo svedese Andreas Andreas Kramer (1’47”87), il danese Andreas Bube (1:47.94) e l’iridato Bosse (1:48.14). “È stata un’emozione enorme – spiega – ero un po’ spaesato ma ho cercato di dare il massimo. Mi è mancato un po’ di coraggio nel rettilineo opposto all’arrivo e sono partito tardi, comunque di più non ne avevo. Per me è un onore correre con il mio idolo Bosse, un sogno, e spero di imparare da lui e da tutti gli altri. Più tappe affronto, più divento determinato per raggiungere i miei obiettivi e alzare l’asticella”.

INTERVISTA VIDEO:

https://www.facebook.com/fidal.it/videos/2053974007960810/

RISULTATI:
http://www.european-athletics.org/competitions/european-athletics-championships/2018/schedules-results/index.html

LINK ALLE FOTO (autore Giancarlo Colombo/FIDAL)
Simone Barontini:
http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Berlino2018-Campionati-Europei-4-giornata/berlino430.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Berlino2018-Campionati-Europei-4-giornata/berlino431.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Berlino2018-Campionati-Europei-4-giornata/berlino432.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Berlino2018-Campionati-Europei-4-giornata/berlino433.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Berlino2018-Campionati-Europei-4-giornata/berlino434.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




Campionati Europei: finale per Abdelwahed nelle siepi

Il giovane mezzofondista che si allena a Camerino supera il turno nella rassegna continentale di Berlino. Ritirato il marciatore Antonelli, out i discoboli Faloci e Di Marco.
Berlino, 2018-08-07 – Nella seconda giornata dei Campionati Europei, a Berlino, sui 3000 siepi conquista la finale Ahmed Abdelwahed. Il 22enne delle Fiamme Gialle, proveniente dal Cus Camerino, fa segnare il quinto crono tra i partecipanti (8:28.80) con una condotta di gara matura, sempre nelle prime posizioni del gruppo per meritarsi la qualificazione diretta. “Ho pagato la mattina e le gambe stanche – commenta il romano di famiglia egiziana – ma la differenza l’hanno fatta tutti gli amici che mi sono veduti a vedere e quelli che mi hanno guardato da Camerino”. È una bella conferma per il vicecampione europeo under 23, seguito dal tecnico Roberto Scalla nelle Marche, dopo il netto miglioramento del 14 luglio a Courtrai (Belgio) con il primato personale di 8:26.02. La finale è in programma nella serata di giovedì 9 agosto alle ore 21.20.
Sulle strade della capitale tedesca, nella 50 chilometri di marcia, non riesce invece a completare la prova Michele Antonelli. Per il 24enne maceratese dell’Aeronautica, allenato da Diego Cacchiarelli, la gara si chiude poco oltre il 40° chilometro dove era transitato al quattordicesimo posto in 3h08:19, dopo aver recuperato diverse posizioni nella fase centrale. In questa stagione il giovane marchigiano era stato protagonista nei Mondiali a squadre di Taicang, in Cina, in cui era stato il migliore degli atleti italiani (14° in 3h53:00).
Non superano il turno di qualificazione i discoboli azzurri. Ventunesimo l’umbro Giovanni Faloci, delle Fiamme Gialle ma proveniente dall’Atletica Avis Macerata, con 59,27 (57,75 e 57,20 i primi due). Ai microfoni si dice “arrabbiato, perché volevo dimostrare di più. Mi sono svegliato all’ultimo lancio”. Nemmeno il debuttante in nazionale assoluta Nazzareno Di Marco supera lo scoglio. L’ascolano delle Fiamme Oro cresciuto sotto la guida tecnica di Armando De Vincentis è ventitreesimo con 57,49, prima di un 56,87 e 55,86. “Sono deluso ed amareggiato – racconta il marchigiano – ero per confermare la misura di quest’anno, o perlomeno avvicinarmi. Fare sei metri in meno del personale è brutto”.
Giovedì 9 agosto in gara l’anconetano Simone Barontini alle ore 11.30 nelle batterie degli 800 metri e in serata, alle 19.30, il campione europeo in carica Gianmarco Tamberi nella qualificazione del salto in alto. Oggi il primatista italiano è intervenuto in conferenza stampa: “Sento adrenalina e brividi. Sto sempre meglio, fortunatamente. Avevo iniziato la stagione estiva con tanti problemi tecnici su cui siamo riusciti a lavorare. A Montecarlo mi sono sbloccato (2.27, ndr), è stata forse la gara più emozionante della mia vita. La caviglia nell’ultimo mese ha avuto progressi che neanche mi aspettavo. Il salto che sto facendo è quello che mi ricorda il “mio” salto. Lysenko? Era l’avversario numero 1 a livello mondiale, dopo l’infortunio di Mutaz (Barshim, ndr) a cui mando un pensiero, e qui non ci sarà. Ma in questo momento di rinascita devo solo ed esclusivamente pensare a me, anche perché lassù a 2,40 non ci sarei arrivato. È uno stimolo sapere che tutte le posizioni del podio sono aperte. Il favorito è il tedesco Przybylko, sa tirare fuori gli attributi quando serve e gareggia in casa, ha fatto un 2,31 molto alto. Non è un favorito di quelli imbattibili. Io parto un po’ dietro ma credo di valere qualcosa in più di quello che ho fatto in stagione”.

RISULTATI:
http://www.european-athletics.org/competitions/european-athletics-championships/2018/schedules-results/index.html

LINK ALLE FOTO (autore Giancarlo Colombo/FIDAL)
Ahmed Abdelwahed: http://www.fidal.it/upload/images/2018_varie/Chiappinelli_Abdelwahed.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Campionati-Europei-under-23-2-giornata/bydgoszs224.jpg
Giovanni Faloci: http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Berlino2018-Campionati-Europei-2-giornata/berlino055.jpg
Nazzareno Di Marco: http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Berlino2018-Campionati-Europei-2-giornata/berlino162.jpg
Michele Antonelli: http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Berlino2018-Campionati-Europei-2-giornata/berlino118.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Berlino2018-Campionati-Europei-2-giornata/berlino134.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Berlino2018-Campionati-Europei-2-giornata/berlino128.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Berlino2018-Campionati-Europei-2-giornata/berlino067.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




Atletica, Ascoli Meeting: Legnante supera 17 metri

Nella tradizionale riunione del capoluogo piceno, la campionessa paralimpica lancia il peso a 17,08
Ascoli – L’Ascoli Meeting conferma la sua tradizione e anche quest’anno i principali risultati arrivano dai lanci. Nella manifestazione nazionale organizzata dal Centro Marcia Solestà al campo scuola Mauro Bracciolani del capoluogo piceno, è ancora una volta protagonista Assunta Legnante. La campionessa paralimpica di getto del peso continua il suo percorso tra i normodotati e torna a superare la soglia dei 17 metri con 17,08. Una misura arrivata al quinto turno della gara, con questa serie: 16,05-16,35-16,07-15,98-17,08-N su quella che è stata la sua pedana di allenamento per oltre un decennio. In questa stagione, con la maglia dell’Acsi Italia Atletica, finora aveva spedito l’attrezzo a 16,15 nella Finale Oro dei Societari a Modena dopo il 16,67 realizzato nella rassegna tricolore paralimpica di Nembro, gareggiando per l’Anthropos Civitanova, a quarant’anni compiuti il 14 maggio. La lanciatrice napoletana, ormai marchigiana di adozione e residente a Potenza Picena, ha vissuto una carriera di primo piano a livello assoluto culminata con l’oro agli Europei indoor del 2007, prima di perdere la vista, e detiene tuttora il record italiano in sala con 19,20. Era dall’anno scorso che non otteneva un risultato simile (17,15 ai campionati nazionali paralimpici del 2017 a Isernia) e adesso va in testa al ranking italiano stagionale.
La migliore prestazione tra gli uomini è invece quella di Lorenzo Del Gatto: il pesista di Montegiorgio, cresciuto nella Sangiorgese e poi entrato nei Carabinieri, si aggiudica il successo con 17.60. Ancora in forma lo junior Giorgio Olivieri (Team Atl. Marche) che fa atterrare a 71,59 il martello da 6 kg davanti al 55.39 di Orges Hazisllari (Asa Ascoli Piceno). In evidenza gli atleti di casa anche nei salti: il triplista Valerio De Angelis (Asa Ascoli Piceno), pochi giorni dopo il suo 18° compleanno, festeggia il record personale con 14.65 (+1.9) per fare il suo ingresso nella top ten italiana under 20 dell’anno e al femminile si migliora anche la coetanea Allegra Albertini (Asa) a 11.42 (+1.8) nella gara vinta dall’abruzzese Giada Bilanzola (Atl. Gran Sasso Teramo) con 12.78 (+2.1). Nel martello under 18 avvicina il primato personale Ronaldo Mancinelli (Asa) che lancia 56.53, nel peso 14.45 per lo junior Mirco Capponi (Asa), mentre il giavellottista Cristian Prioteasa(Team Atl. Marche) si impone con 51.31 e il discobolo Oney Tapia, campione europeo paralimpico, lancia 44,92.
Nelle gare su pista, test di velocità per il mezzofondista ascolano Stefano Massimi (Sef Stamura Ancona) che vince i 400 metri in 49”57 e Ruud Koutiki (Asa Ascoli Piceno), dopo i successi dei Summer Games Inas, corre in 50”35 con il secondo posto all’abruzzese Francesco Spoltore (Nuova Atl. Lanciano, 49”99). Al femminile la non ancora 18enne romana Eloisa Coiro (Fiamme Azzurre), finalista mondiale e primatista italiana della 4×400 tra le under 20, con 54”55 sfiora il recente personal best di 54”40. Sui 100 metri lo junior Fabio Yebarth (Sport Atl. Fermo) fa segnare il crono di 10”89 (vento nullo) alle spalle di Fabio Paoletta (Studentesca Rieti Milardi, 10”82). Tra le cadette 10”17 (-1.2) negli 80 metri di Martina Cuccù (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) e nell’asta 2.95 per Agnese Capponi (Asa Ascoli Piceno).
Assegnati quindi i consueti trofei alle migliori società in base alla classifica a punti: al maschile l’Asa Ascoli Piceno si aggiudica la 25ª Coppa Sant’Emidio, nei confronti di Atletica Barbas Reggio Calabria e Sport Atletica Fermo, tra le donne il 29° Memorial Jannetti premia l’Atletica Sangiorgese Renato Rocchetti, su Asa Ascoli Piceno e Atletica Gran Sasso Teramo.

RISULTATI COMPLETI: http://www.fidal.it/risultati/2018/COD6790/Index.htm

 

VANDI-RECORD: ELEONORA SI MIGLIORA NEI 1500
Un altro primato per la famiglia marchigiana: la 22enne mezzofondista ritocca il suo limite regionale assoluto con 4’18”47 a Trento

Ancora una buona notizia per l’atletica marchigiana in questo mese di luglio. Nel meeting di Trento la giovane mezzofondista Eleonora Vandi ha realizzato il nuovo record regionale assoluto nei 1500 metri con il tempo di 4’18”47. Quasi un secondo in meno rispetto al primato che la 22enne pesarese dell’Atletica Avis Macerata aveva ottenuto nella scorsa stagione, anche a livello under 23, correndo in 4’19”30 a Rovereto. Figlia d’arte, degli ex azzurri Luca Vandi e Valeria Fontan, ora è seguita dal tecnico Faouzi Lahbi, marocchino di stanza in Veneto, e dimostra così di aver superato l’infortunio che l’aveva tenuta ai box nella prima parte di stagione, per candidarsi a un ruolo da protagonista nell’appuntamento clou a livello nazionale degli Assoluti a Pescara (7-9 settembre). Prosegue quindi il bel momento della famiglia, dopo i record italiani juniores a ripetizione tra 400 metri e staffetta 4×400 della sorella Elisabetta ai Mondiali under 20 di Tampere.

LINK ALLE FOTO
Assunta Legnante (autore Giuliano/FISPES): http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Legnante2018.jpg
Eleonora Vandi (autore Colombo/FIDAL): http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Campionati-Italiani-Assoluti-di-Trieste-1-giornata/trieste077.jpg

 

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.

 

 




Atletica, europei: azzurri delle Marche per Berlino

Alla rassegna continentale, dal 6 al 12 agosto nella capitale tedesca, convocati 7 atleti della regione
Ancona – L’azzurro dona alle Marche dell’atletica. Dopo gli ottimi risultati nelle recenti rassegne internazionali giovanili, arrivano le convocazioni per l’appuntamento principale dell’anno: i Campionati Europei di Berlino, dal 6 al 12 agosto, e sono stati chiamati a indossare la maglia della Nazionale diversi portacolori della regione. Nella capitale tedesca difenderà il suo titolo continentale del salto in alto l’anconetano Gianmarco Tamberi (Fiamme Gialle). Faranno parte della squadra italiana due giovanissimi che si sono messi in mostra ai Mondiali under 20: sugli 800 metri il 19enne Simone Barontini (Sef Stamura Ancona), quinto nella finale iridata anche se frenato dalla caduta di un avversario, e la neoprimatista nazionale juniores dei 400 metri Elisabetta Vandi, 18enne pesarese dell’Atletica Avis Macerata, convocata per la staffetta 4×400 azzurra. Poi altri atleti entrati nei gruppi sportivi militari: il maceratese Michele Antonelli (Aeronautica), proveniente dall’Atletica Recanati, sarà al via nella 50 chilometri di marcia, quindi il vicecampione europeo under 23 dei 3000 siepi Ahmed Abdelwahed (Fiamme Gialle) che arriva dal Cus Camerino, per arrivare ai due specialisti del lancio del disco, l’umbro Giovanni Faloci (Fiamme Gialle) che gareggia per l’Atletica Avis Macerata nelle competizioni per società e l’ascolano Nazzareno Di Marco (Fiamme Oro).

ELENCO COMPLETO DEI CONVOCATI: http://www.fidal.it/content/Berlino-89-azzurri-agli-Europei/115901

MARCHE PROTAGONISTE AL TROFEO REGIONI MASTER
Secondo posto maschile e sesto femminile per la rappresentativa “over 35” a Misano Adriatico, con quattro vittorie individuali

Una trasferta di successo per gli atleti delle Marche nel Trofeo delle Regioni Master su pista, a Misano Adriatico (Rimini). La rappresentativa “over 35” conquista la seconda posizione nella classifica maschile, preceduta soltanto dall’Emilia-Romagna, e la sesta al femminile. Nella terza edizione della rassegna, quattro invece le affermazioni parziali. Doppietta in famiglia per i fratelli Costantini (Gs Atl. Effebi Fossombrone) che riescono ad aggiudicarsi due vittorie: Paolo spedisce a 40.31 il disco SM70 con il terzo posto di Giuliano che in precedenza si era imposto nel triplo SM65 atterrando a 10.63 (+1.1). Ancora in grande spolvero Livio Bugiardini (SM70/Sef Macerata) leader dei 400 in 1’01”88 e secondo nei 100 con 13”20 (+0.6). Tra le donne festeggia la velocista Annalisa Gambelli (Sef Stamura Ancona/SF55) prima con il tempo di 14”12 (-0.3) sui 100 metri, oltre a chiudere terza nei 400 in 1’08”71. Senza dimenticare i secondi posti di Mario Fiori(Atl. Osimo/SM70) nei 3000 marcia con 17’42”66 e della lanciatrice Nada Zrilic (Atl. Alma Juventus Fano/SF65) che ha spedito il giavellotto a 23.46. Ma soprattutto anche stavolta hanno vinto la passione e la voglia di esserci, in un evento che ha unito atleti di diverse realtà del territorio coordinati in quest’occasione da Renzo Capecchi.

RISULTATI
1. Livio Bugiardini (Sef Macerata/SM70) 400 metri 1’01”88
1. Giuliano Costantini (Gs Atl. Effebi Fossombrone) triplo 10.63 (+1.1)
1. Paolo Costantini (Gs Atl. Effebi Fossombrone) disco 40.31
1. Annalisa Gambelli (Sef Stamura Ancona/SF55) 100 metri 14”12 (-0.3)
2. Livio Bugiardini (Sef Macerata/SM70) 100 metri 13”20 (+0.6)
2. Mario Fiori (Atl. Osimo/SM70) 3000 marcia 17’42”66
2. Nada Zrilic (Atl. Alma Juventus Fano/SF65) giavellotto 23.46
3. Giuliano Costantini (Gs Atl. Effebi Fossombrone) disco 41.82
3. Annalisa Gambelli (Sef Stamura Ancona/SF55) 400 metri 1’08”71
4. Vincenzo Paternesi Meloni (Pod. Valtenna/SM60) 1500 metri 4’50”60
5. Francesco Bettucci (Sef Macerata/SM70) martello 36.45
6. Giuseppe Miccoli (Atl. Alma Juventus Fano/SM80) triplo 7.39 (+0.6)
6. Federica Gentilucci (Sef Macerata), Graziella Mercuri (Sef Macerata), Barbara Dolcetti (Atl. Osimo), Annalisa Gambelli (Sef Stamura Ancona) 4×100 metri SF50 57”78
8. Giovanni Feliciani (Atl. Fabriano), Roberto Ripari (Atl. Elpidiense Avis Aido), Roberto Mandolesi (Sef Macerata), Simone Monzani (Team Atl. Marche) 4×400 metri SM50 4’14”45
9. Giuseppe Miccoli (Atl. Alma Juventus Fano), Giovanni Feliciani (Atl. Fabriano), Renzo Capecchi (Atl. Alma Juventus Fano), Francesco Bruni (Collection Atl. Sambenedettese) 4×100 metri SM70 59”78
9. Lina Frontini (Atl. Osimo/SF55) giavellotto 22.06
9. Paola Bettucci (Atl. Avis Macerata/SF50) 3000 marcia 18’55”53
9. Doriana Gasperini (Atl. Alma Juventus Fano), Barbara Dolcetti (Atl. Osimo), Manuela Malatesta (Collection Atl. Sambenedettese), Elenia Dolcini (Atl. Osimo) 4×400 metri SF45 4’55”86
10. Andrea Dania (Sef Macerata/SM55) alto 1.50
10. Cesare Alesi (Collection Atl. Sambenedettese/SM55) 1.50
12. Simone Monzani (Team Atl. Marche/SM35) 52”46
12. Renzo Mengoni (Gp Avis Castelraimondo/SM50) 3000 marcia 16’42”44
13. Andrea Paoli (Sef Macerata/SM50) martello 38.11
13. Elenia Dolcini (Atl. Osimo/SF40) 400 metri 1’04”36
13. Lina Frontini (Atl. Osimo/SF55) martello 28.80
13. Paola Santinelli (Sef Stamura Ancona/SF55) 3000 marcia 20’33”82
14. Elenia Dolcini (Atl. Osimo/SF40) 100 metri 13”61 (+0.3)
14. Patrizia Nardi (Sef Macerata/SF65) lungo 2.88 (+0.9)
17. Katia De Angelis (Collection Atl. Sambenedettese/SF45) 1500 metri 5’22”38
18. Loredana Santoni (Sef Stamura Ancona/SF45) 1500 metri 5’30”45
18. Eliana Belli (Atl. Alma Juventus Fano/SF60) lungo 2.98 (+1.6)
19. Renzo Capecchi (Atl. Alma Juventus Fano/SM60) 100 metri 13”88 (-0.9)
19. Maria Pia Luchetti (Sef Macerata/SF70) martello 17.67
23. Federica Gentilucci (Sef Macerata/SF45) 100 metri 14”52 (+0.6)
29. Fausto Pepi (Team Atl. Porto Sant’Elpidio/SM50) 100 metri 14”36 (-0.9)
rit. Pietro Pelusi (Sef Stamura Ancona/SM40)

RISULTATI COMPLETI: http://www.fidal.it/risultati/2018/COD6642/Index.htm

LINK ALLE FOTO (autore Giancarlo Colombo/FIDAL)
Gianmarco Tamberi: http://www.fidal.it/upload/images/2016_varie/tamberi_amsterdam2016.jpg
Simone Barontini: http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Tampere2018-Campionati-Mondiali-under-20-4-giorno/tampere308.jpg
Elisabetta Vandi: http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Tampere2018-Campionati-Mondiali-under-20-1-giorno/tampere074.jpg
Michele Antonelli: http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Taicang2018-Campionati-del-Mondo-di-marcia-a-squadre-1-giornata/taicaing067.jpg
Ahmed Abdelwahed: http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Campionati-Europei-under-23-2-giornata/bydgoszs224.jpg
Giovanni Faloci: http://www.fidal.it/upload/gallery/2014/Zurigo-2014-Campionati-Europei-di-Atletica-Leggera-1-giornata/zurig202.jpg
Nazzareno Di Marco: http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Campionati-Italiani-Assoluti-di-Trieste-3-giornata/trieste640.jpg

LINK ALLE FOTO DEGLI ATLETI MASTER
http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Costantini_Giuliano_TrofeoRegioni2018.jpg
http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Costantini_Giuliano_TrofeoRegioni2018.jpg
http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Donne_TrofeoRegioni2018.jpg
http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/PremiazioneF_TrofeoRegioni2018.jpg
http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/PremiazioneM_TrofeoRegioni2018.jpg

 

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.

 

 




Atletica, mondiali U 20: Barontini 5°, Vandi record tris

 
In finale l’ottocentista della Stamura è condizionato da una caduta degli avversari. Per la pesarese dell’Avis Macerata il sesto posto con la 4×400 azzurra e il terzo primato italiano della rassegna iridata a Tampere, in Finlandia.
Tampere, 2018-07-15 – Tante emozioni anche nella giornata conclusiva dei Campionati Mondiali under 20 di Tampere, in Finlandia, con i giovani atleti delle Marche ancora protagonisti. Nella finale degli 800 metri Simone Barontini chiude al quinto posto, in una gara condizionata da una caduta degli avversari. Dopo 350 metri il momento decisivo: cade per un contatto il britannico Lonsdale e il 19enne della Sef Stamura Ancona deve saltarlo per non finirgli addosso. La gara, a quel punto, è praticamente compromessa perché il mezzofondista allenato da Fabrizio Dubbini è costretto agli straordinari per ricucire sul gruppetto di testa. Alla fine l’amarezza è tanta, perché senza l’inconveniente avrebbe potuto urlare la sua presenza al duo keniano, d’oro e d’argento, Solomon Lekuta (1:46.35) e Ngeno Kipngetich (1:46.45). Tra gli europei, meglio dell’1:51.08 di Barontini che nel patatrac rimedia anche una botta alla caviglia sinistra, c’è soltanto l’1:47.27 del belga Eliott Crestan. Il marchigiano, da sesto che era, sale al quinto posto per la squalifica dell’algerino Oussama Cherrad, che porta al bronzo il belga. “Stavo benissimo, avevo impostato la gara come mio solito, partenza controllata e finale forte – racconta Barontini -. Sono sicuro che tornando a casa, a mente fredda, saprò assimilare quanto di bello mi ha dato questo Mondiale e superare l’amarezza”.

#atletica Simone Barontini quinto in finale mondiale

Simone Barontini (Sef Stamura ASD) QUINTO in FINALE con 1:51.08 negli 800m ai Mondiali U20 di #Tampere2018 nonostante la caduta di un avversario davanti a lui

Pubblicato da FIDAL Marche su Domenica 15 luglio 2018

Tampere 14/07/2018 Campionati Mondiali under 20 di atletica Tampere,IAAF World U20 Championships Tampere 2018 – foto di Giancarlo Colombo/A.G.Giancarlo Colombo

Un’altra staffetta da record! Pochi minuti prima dell’oro mondiale della 4×400 maschile con primato italiano, le azzurre della 4×400 trascinate da una spettacolare ultima frazione di Elisabetta Vandi, 18enne pesarese dell’Atletica Avis Macerata, demoliscono il precedente limite nazionale. Le quattro reginette d’Italia sono la sarda Camilla Pitzalis, le romane Eloisa Coiro, Chiara Gherardi e la neoprimatista dei 400 Vandi con 3:34.00 che toglie quasi due secondi al record stabilito lo scorso anno agli Europei under 20 di Grosseto (3:35.86 di Borga, Olivieri, Vandi e Verderio), pareggiato proprio ieri in batteria dalle azzurre. Oggi, in finale, un sesto posto con la rimonta di due posizioni allo sprint su Repubblica Dominicana e Brasile. Il titolo mondiale decolla verso degli Stati Uniti (3:28.74), imprendibili per Australia (3:31.36) e Giamaica (3:31.90). L’Italia è la seconda d’Europa dopo la Germania (quinta in 3:32.84). “Abbiamo dato il massimo e realizzato questo record che tanto volevamo. Siamo state tutte bravissime”, festeggiano le quattro “girls” con l’urlo-simbolo della spedizione azzurra in Finlandia: “Attivi e cattivi!”. Per la Vandi, doppia figlia d’arte (papà Luca mezzofondista, mamma Valeria Fontan quattrocentista che la segue dal punto di vista tecnico) è il terzo primato italiano a Tampere dopo i 400 in semifinale (53.24) e il doppio record con la staffetta: “Ho cercato di tenere la dominicana per tutta la gara e negli ultimi 100 metri ho stretto i denti per superarla. Poi c’era anche la brasiliana e l’ho presa!”.

INTERVISTE VIDEO
Simone Barontini: https://www.facebook.com/fidal.it/videos/2010132449011633/
Elisabetta Vandi con la 4×400 azzurra: https://www.facebook.com/fidal.it/videos/2010157819009096/

RISULTATI:
https://www.iaaf.org/competitions/iaaf-world-u20-championships/iaaf-world-u20-championships-tampere-2018-6082/timetable/byday

LINK ALLE FOTO (autore Giancarlo Colombo/FIDAL)
Simone Barontini:
http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Tampere2018-Campionati-Mondiali-under-20-6-giorn/tampere582.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Tampere2018-Campionati-Mondiali-under-20-6-giorn/tampere583.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Tampere2018-Campionati-Mondiali-under-20-6-giorn/tampere584.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Tampere2018-Campionati-Mondiali-under-20-6-giorn/tampere586.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Tampere2018-Campionati-Mondiali-under-20-6-giorn/tampere587.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Tampere2018-Campionati-Mondiali-under-20-6-giorn/tampere588.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Tampere2018-Campionati-Mondiali-under-20-6-giorn/tampere589.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Tampere2018-Campionati-Mondiali-under-20-6-giorn/tampere591.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Tampere2018-Campionati-Mondiali-under-20-6-giorn/tampere637.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Tampere2018-Campionati-Mondiali-under-20-6-giorn/tampere638.jpg

Elisabetta Vandi:
http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Tampere2018-Campionati-Mondiali-under-20-6-giorn/tampere640.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Tampere2018-Campionati-Mondiali-under-20-6-giorn/tampere643.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Tampere2018-Campionati-Mondiali-under-20-6-giorn/tampere644.jpg
http://www.fidal.it/upload/gallery/2018/Tampere2018-Campionati-Mondiali-under-20-6-giorn/tampere645.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.