Ancona, domani il “Memorial Luigi Serresi”

Più di 470 atleti iscritti nel meeting su pista all’Italico Conti

ANCONA, 2014-06-10 – Si disputa domani, nella serata di mercoledì 11 giugno al campo Italico Conti di Ancona, la terza edizione del “Memorial Luigi Serresi”. Il meeting è intitolato al dirigente che ha guidato l’atletica marchigiana come presidente del Comitato regionale Fidal, dal 2004 fino alla sua scomparsa avvenuta nel novembre 2011. Alla migliore società della riunione, con una classifica a punti in base ai piazzamenti, andrà il premio conquistato nelle due precedenti occasioni dalla Sef Stamura Ancona, club organizzatore della manifestazione. Ma l’evento ospiterà inoltre la quarta edizione del “Festival del mezzofondo” valido per il “Memorial Patrizio Pasquinelli”, che ricorda il giudice di gara venuto a mancare due anni fa, e sarà attribuito al miglior risultato tecnico ottenuto da atleti master nelle prove di mezzofondo, mentre il Trofeo Marcello Salati andrà al miglior risultato tecnico assoluto nel mezzofondo. In palio anche il 5° Memorial Franco Consoli, assegnato alla società con il maggior punteggio nel salto in alto secondo le tabelle federali, sommando le prestazioni delle categorie cadetti e assolute. Non finisce qui, perché nei 600 metri si correrà per il titolo regionale individuale under 16 (cadetti e cadette).
Inizio alle ore 17 con un ricco programma di gare fino alle 22 circa nell’impianto in zona Palombare, adiacente al palaindoor Banca Marche Palas, e una grande partecipazione: 471 gli atleti iscritti. Nei 200 metri favorito il pesarese Lorenzo Angelini (Atl. Avis Macerata), sugli 800 Leonardo Zucchini (Atl. Civitanova) mentre nei 3000 ci sarà Andrea Gargamelli (Sef Stamura Ancona), che è al terzo posto delle liste italiane assolute stagionali nella maratona grazie al 2h17’31” corso in aprile a Rotterdam, atteso insieme allo junior Zakaria Rouimi (Mezzofondo Club Ascoli) e all’abruzzese Fabiano Carozza (Aeronautica). Torna in pista sui 5000 metri di marcia l’allievo fabrianese Giacomo Brandi (Sport Atl. Fermo), protagonista ai recenti Trials Europei di Baku (Azerbaigian) dove ha conquistato la qualificazione per i Giochi Olimpici giovanili in calendario a Nanchino (Cina) nel mese di agosto, opposto agli specialisti dell’Atletica Recanati che guidano la classifica nel campionato italiano assoluto di marcia per società: Alessandro Maltoni (bronzo tricolore promesse sulla 20 km), Michele Antonelli e Federico Boldrini. Nel salto in alto da seguire il riminese Giulio Ciotti (Fiamme Azzurre), sei volte tricolore assoluto, e lo junior osimano Manuel Nemo (Team Atletica Marche), nel martello il carabiniere ascolano Massimo Marussi e l’allievo Leonardo Viozzi (Asa Ascoli Piceno). Al femminile sfida sui 200 tra l’anconetana Martina Piergallini (Atl. Brescia 1950) e l’under 18 sangiorgese Annalisa Torquati (Team Atletica Marche), nei 3000 metri la pesarese Ilaria Sabbatini (Atl. Avis Macerata) se la vedrà con Valentina Talevi (Sef Stamura Ancona) e la junior elpidiense Elisa Copponi (Atl. Brescia 1950), invece nel martello ci sarà la toscana Elisa Palmieri (Esercito).

TUTTI GLI ISCRITTI: http://www.fidal.it/risultati/2014/REG6480/Index.htm

ATTENZIONE: il resoconto completo sul 3° Memorial Serresi di Ancona sarà inviato nella giornata di giovedì 12 giugno, in considerazione dell’orario serale di svolgimento delle gare.


CASTELFIDARDO, GIOVANISSIMI IN PISTA
Prosegue il Campionato di società della categoria ragazzi “Cinque Cerchi”

Anche quest’anno lo stadio comunale di Castelfidardo (AN) ha ospitato la seconda tappa del Campionato regionale di società “Cinque Cerchi” dedicato alla categoria ragazzi (under 14). Una vera festa di sport giovane, con oltre 500 presenze-gara totali compresi gli esordienti (under 12), che hanno potuto avvicinarsi all’atletica in modo giocoso attraverso le prove sui 50 metri, 400 metri di corsa o marcia, lancio del vortex, percorso di destrezza e staffetta a navetta. Invece i ragazzi si sono cimentati nelle 9 gare in programma: 60 piani, 60 ostacoli, 1000 metri, alto, lungo, peso, vortex, marcia sui 2000 metri e staffetta 4×100. Nella classifica per club comanda la Collection Atletica Sambenedettese che si aggiudica quindi il Trofeo Roberto Criminesi intitolato al fondatore dell’Atletica Castelfidardo, società organizzatrice dell’evento. Secondo posto per l’Atletica Fabriano, davanti alla Sef Stamura Ancona. Premiato inoltre il miglior risultato tecnico maschile con il Memorial Christian Natalini, assegnato a Davide Sanginesi (Atl. Civitanova), vincitore nel getto del peso ragazzi con 13.85, mentre il Memorial Gianfranco Foglia per il miglior risultato femminile è andato a Ludovica Ruzzetta (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti), prima nei 2000 metri di marcia ragazze in 10’34”70. Il Campionato regionale di società “Cinque Cerchi” under 14 proseguirà con le manifestazioni di Montecassiano (21-22 giugno), Fermo (13-14 settembre) e Ancona (20-21 settembre), mentre i titoli individuali di categoria saranno assegnati a Osimo (11-12 ottobre).

RISULTATI
Ragazzi. 60: Alessandro Renzi (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 8”12; 1000: Paolo Pennacchietti (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 3’02”24; 60hs: Riccardo Saltutti (Atl. Jesi) 9”63; alto: Lorenzo Falappa (Atl. Amatori Osimo) 1.40; lungo: Andrea Palmieri (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 4.29; peso: Davide Sanginesi (Atl. Civitanova) 13.85; vortex: Luca Cognini (Atl. Falconara) 51.87; marcia 2000: Alberto Concetti (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 11’24”99; 4×100: Asa Ascoli Piceno (Francesco Cipollini, Federico Agostini, Pietro Ianni, Vincenzo Croce) 55”04.
Ragazze. 60: Livia Moretti (Atl. Chiaravalle) 8”40; 1000: Claudia D’Alessandro (Atl. Csain Perugia) 3’20”84; 2. Andree Fioretti (Atl. Jesi) 3’21”80; 60hs e alto: Emma Silvestri (Collection Atl. Sambenedettese) 9”82 e 1.37; lungo: Marika Giacometti (Atl. Fabriano) 4.42; peso: Sara Zuccaro (Atl. Fabriano) 9.71; vortex: Maria Sole Moretti (Atl. Recanati) 37.35; marcia 2000: Ludovica Ruzzetta (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 10’34”70; 4×100: Atl. Chiaravalle (Caterina Stimilli, Silvia Moretti, Sara Santinelli, Livia Moretti) 55”58.

RISULTATI COMPLETI: http://www.fidal.it/risultati/2014/REG6478/Index.htm

LINK ALLE IMMAGINI
Un momento delle gare al campo Italico Conti di Ancona (foto di Roberto Masi): http://www.fidalmarche.com/upload/2013/Ancona_Conti.jpg
La premiazione del Trofeo Roberto Criminesi a Castelfidardo con la vittoria della Collection Atl. Sambenedettese: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Collection_Castelfidardo2014.jpg
Una gara giovanile a Castelfidardo: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Castelfidardo2014.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




Argento per Lorenzo Veroli, Marche tre volte sul podio

L’ostacolista di nuovo secondo fra le promesse nella rassegna tricolore di Torino

ANCONA – Si chiude con un altro secondo posto marchigiano a Torino, nei Campionati italiani juniores e promesse. Il bilancio è quindi di tre medaglie, tutte d’argento: l’ultima arriva nella giornata finale, conquistata da Lorenzo Veroli sui 400 ostacoli under 23 che ripete lo stesso risultato della scorsa edizione. Il 21enne di Montefiore (MC) corre in 51”50, preceduto sul traguardo dal toscano Mattia Contini (51”38). Una conferma sul podio tricolore, anche se con il rammarico di aver sfiorato il successo per l’ostacolista allenato da Giuseppe Pigliacampo, cresciuto nell’Atletica Montecassiano e adesso in forza al club campano dell’Enterprise Sport & Service con cui ottiene anche il bronzo nella staffetta 4×400 metri. Ma arrivano 11 piazzamenti da finalista per gli atleti delle Marche nell’atto conclusivo della rassegna tricolore, portando il totale a 23. Infatti sui 200 juniores Roberta Del Gatto (Atl. Avis Macerata) è quarta, ad appena quattro centesimi dal podio, con il tempo di 24”69 (-0.5) che avvicina il personal best di 24”67 stabilito ieri in batteria. Nei 1500 promesse l’ascolano Stefano Massimi (Aeronautica) si piazza quinto in 3’47”51, mentre l’astista Sofia Piergallini (Sport Atl. Fermo) eguaglia il record personale con 3.30 per cogliere il sesto posto under 20, come la mezzofondista pesarese Ilaria Sabbatini (Atl. Avis Macerata) che si migliora sui 1500 under 23 con 4’37”29. Cinque atleti in settima posizione: l’osimano Manuel Nemo (Team Atletica Marche) capace di saltare 2.00 nell’alto, poi l’altro junior Alessandro Cavalieri (Atl. Avis Macerata) con 48.44 nel disco, le promesse Joel Enrico Giorgi (Asa Ascoli Piceno) che lancia 53.26 nel giavellotto e Michela Colli (Pol. Iusm), 37.54 nel disco, ma anche il siciliano Giacomo Di Gaetano (Grottini Team Recanati) sui 1500 juniores in 3’58”53. Nel triplo juniores centra la finale Simon Nguimeya, osimano della Tam, all’ottavo posto con 14.44 (+0.2) mentre nella serata di ieri Zakaria Rouimi (Mezzofondo Club Ascoli) era stato settimo sui 5000 juniores in 15’09”26.

RISULTATI ATLETI MARCHIGIANI
2° 400hs PM: Lorenzo Veroli (Enterprise Sport & Service) finale 51”50, batt. 51”96
2° peso PM: Lorenzo Del Gatto (Team Atletica Marche) 16.35
2ª 100 JF: Roberta Del Gatto (Atl. Avis Macerata) finale 11”96 (+0.7), batt. 12”10 (-0.7)
4° marcia 10.000 PM: Michele Antonelli (Atl. Recanati) 44’17”11
4ª 200 JF: Roberta Del Gatto (Atl. Avis Macerata) finale 24”69 (-0.5), batt. 24”67 (0.0)
4ª 5000 JF: Elisa Copponi (Atl. Brescia 1950) 17’28”12
4ª 800 PF: Lucia Paternesi Meloni (Atl. Firenze Marathon) 2’13”21
5° 1500 PM: Stefano Massimi (Aeronautica) 3’47”51
5ª 5000 PF: Ilaria Sabbatini (Atl. Avis Macerata) 17’40”79
6ª asta JF: Sofia Piergallini (Sport Atl. Fermo) finale 3.30, qual. 3.10
6ª 1500 PF: Ilaria Sabbatini (Atl. Avis Macerata) 4’37”29
6ª 4×100 PF: Paola Spina, Marta Palazzini, Ornella Kelly Nya Yanga, Maria Lina Antinori (Atl. Avis Macerata) 50”62
7° 5000 JM: Zakaria Rouimi (Mezzofondo Club Ascoli) 15’09”26
7° 1500 JM: Giacomo Di Gaetano (Grottini Team Recanati) 3’58”53
7° alto JM: Manuel Nemo (Team Atletica Marche) finale 2.00, qual. 1.98
7° peso JM: Carlo Catini (Sport Atl. Fermo) finale 14.72, qual. 13.43
7° disco JM: Alessandro Cavalieri (Atl. Avis Macerata) finale 48.44, qual. 47.63
7° disco PM: Ilario Santucci (Asa Ascoli Piceno) 42.58
7° giavellotto PM: Joel Enrico Giorgi (Asa Ascoli Piceno) 53.26
7ª 3000 siepi JF: Benedetta Cecchini (Atl. Fabriano) 11’54”24
7ª disco PF: Michela Colli (Pol. Iusm) 37.54
8° triplo JM: Simon Nguimeya (Team Atletica Marche) finale 14.44 (+0.2), qual. 14.65 (-0.7)
8ª 5000 PF: Valentina Talevi (Sef Stamura Ancona) 17’49”45
10° 200 PM: Lorenzo Angelini (Atl. Avis Macerata) 21”72 (-0.8)
10ª 1500 JF: Elisa Copponi (Atl. Brescia 1950) 4’49”21
10ª 100 PF: Martina Piergallini (Atl. Brescia 1950) batt. 12”26 (+0.5)
10ª alto PF: Michela Colli (Pol. Iusm) 1.55
11° 110hs JM: Andrea Pacitto (Collection Atl. Sambenedettese) semifinale 14”92 (+0.3), batt. 15”00 (-0.5)
11° martello JM: Federico Petrelli (Team Atletica Marche) finale 52.84, qual. 54.11
11ª 800 JF: Agnese Marucci (Cus Camerino) batt. 2’19”41
11ª 200 PF: Elena Bruni (Collection Atl. Sambenedettese) 25”11 (-0.9)
11ª peso PF: Ornella Kelly Nya Yanga (Atl. Avis Macerata) 10.30
12° martello JM: Matteo Totò (Sport Atl. Fermo) finale 51.67, qual. 54.65
12ª 100hs PF: Maria Lina Antinori (Atl. Avis Macerata) 15”75 (+0.3)
13ª martello PF: Daniela Fortuna (Sport Atl. Fermo) 40.75
14° disco JM: David Massetti (Atl. Avis Macerata) 43.06
14ª asta PF: Barbara Donzelli (Sport Atl. Fermo) 3.20
14ª giavellotto PF: Ornella Kelly Nya Yanga (Atl. Avis Macerata) 29.82
15ª 100hs JF: Silvia Verolo (Team Atletica Marche) 16”27 (-1.5)
15ª giavellotto JF: Giulia Miraglia (Atl. Recanati) 33.24
16ª lungo JF: Genny Caporalini (Atl. Recanati) 5.28 (-0.4)
16ª giavellotto JF: Ilaria Del Moro (Team Atletica Marche) 32.61
16ª 200 PF: Martina Piergallini (Atl. Brescia 1950) 25”47 (-0.9)
17° 110hs JM: Vittorio Santori (Collection Atl. Sambenedettese) 15”24 (-0.4)
18ª martello JF: Alessia Conti (Atl. Avis Macerata) 42.78
21° disco JM: Lucian Ficau (Sport Atl. Fermo) 38.99
21ª 400hs JF: Sara Gigli (Atl. Recanati) 1’07”60
21ª lungo JF: Ilaria Romagnoli (Sport Atl. Fermo) 5.24 (-0.8)
21ª 100 PF: Paola Spina (Atl. Avis Macerata) batt. 12”78 (+0.5)
24° disco JM: Luca Rongoni (Asa Ascoli Piceno) 34.64
n.c. asta JM: Alessandro Tronelli (Sport Atl. Fermo)
squal. marcia 10.000 PM: Alessandro Maltoni (Atl. Recanati)

RISULTATI COMPLETI: http://www.fidal.it/risultati/2014/COD4709/Index.htm

MARCIA – Nei Campionati italiani allievi sui 10 chilometri di marcia a Cassino (Frosinone), sesto posto di Luca Antonelli (Atl. Recanati) in 52’16”1. Al femminile, ottava Giulia Cippitelli con 56’47”8 e dodicesima Elisabetta Bray in 59’51”1, entrambe dell’Atletica Avis Macerata.
RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2014/COD4410/Index.htm

COMUNICATO STAMPA N. 93/2014
COMINI PRIMO AL BRIXIA MEETING
Successo dell’allievo ascolano nel giavellotto a Bressanone

Una vittoria individuale per la rappresentativa delle Marche nella trentaduesima edizione del Brixia Meeting, classico appuntamento internazionale per la categoria under 18. Il protagonista dell’impresa è l’allievo Simone Comini (Asa Ascoli Piceno) che si impone a Bressanone (BZ) con 59.21 al quinto lancio. Altri piazzamenti significativi arrivano per merito di Loris Manojlovic (Collection Atl. Sambenedettese), quinto nei 400 ostacoli in 55”67, e Nicola Cesca (Atl. Avis Macerata), sesto nel salto in lungo con 6.85 (+0.5), senza dimenticare il settimo posto della sangiorgese Annalisa Torquati (Team Atletica Marche) sui 200 metri in 25”54.

RISULTATI (Bressanone, 7-8 giugno)
Allievi. 100: 11. Augustin Prego (Sef Stamura Ancona) 11”29 (+0.2); 200: 17. Lucian Chiriac (Sport Atl. Fermo) 23”65; 800: 10. Riccardo Pirozzi (Gp Avis Spinetoli Pagliare) 2’00”53; 1500: n.p. Matteo D’Alessandro (Atl. Civitanova); 2000 siepi: 9. Edoardo Cittadini (Atl. Montecassiano) 6’30”03; 110hs: 16. Jacopo Spinozzi (Collection Atl. Sambenedettese) 16”38; 400hs: 5. Loris Manojlovic (Collection Atl. Sambenedettese) 55”67; alto: 11. Alessandro Latini (Sef Stamura Ancona) 1.85; asta: n.c. Riccardo Mercatili (Collection Atl. Sambenedettese); lungo: 6. Nicola Cesca (Atl. Avis Macerata) 6.85 (+0.5); triplo: 13. Francesco Gianfelici (Atl. Avis Macerata) 12.60 (+1.1); peso: 14. Gianluca Re (Team Atletica Marche) 12.42; disco: n.c. Andrea Ballerini (Atl. Civitanova); giavellotto: 1. Simone Comini (Asa Ascoli Piceno) 59.21; decathlon: 8. Massimiliano Sileoni (Atl. Avis Macerata) 5229; 4×100: 9. Chiriac, Spinozzi, Cesca, Prego 43”86.
Allieve. 100: 15. Costanza Muratori (Sport Atl. Fermo) 13”02 (+0.2); 200: 7. Annalisa Torquati (Team Atletica Marche) 25”54; 400: 10. Sokhona Kebe (Team Atletica Marche) 1’00”55; 800: 15. Debora Baldinelli (Team Atletica Marche) 2’30”23; 2000 siepi: 9. Sara Berti (Sef Stamura Ancona) 8’12”12; 100hs: 15. Rebecca Dondoni (Collection Atl. Sambenedettese) 16”03; 400hs: 15. Giulia Antonelli (Atl. Avis Macerata) 1’08”50; alto: 14. Caterina Santoni (Team Atletica Marche) 1.47; peso: 16. Giulia Riccioni (Atl. Fabriano) 10.34; disco: 12. Elena Pacioni (Atl. Avis Macerata) 29.76; eptathlon: 10. Francesca Bray (Atl. Avis Macerata) 3487; 100 extra: 13. Giada Bernardi (Sef Stamura Ancona) 13”06 (+0.1); 4×100: 11. Muratori, Torquati, Bernardi, Kebe 49”33.

RISULTATI COMPLETI: http://www.fidal.it/risultati/2014/COD4478/Index.htm

COMUNICATO STAMPA N. 94/2014
ANCONA: YOUTH GAMES, VITTORIA ITALIANA
Trionfano i padroni di casa nei Giochi della Macroregione adriatico-ionica

Cinque prove maschili e altrettante femminili per allievi e cadetti nati negli anni 1998, 1999 e 2000: questa la formula delle gare di atletica leggera ai Giochi della Macroregione adriatico-ionica, disputate al campo Italico Conti di Ancona. Nella classifica finale, il successo va ai padroni di casa con atleti della Sef Stamura Ancona e della Sport Dlf Ancona, davanti alle rappresentative di Montenegro, Albania, Serbia e Croazia. In evidenza la cadetta Alessandra Tavoni (Sport Dlf Ancona) che realizza il record personale nel salto in alto con 1.61, ma anche Davide Malatesta (Sef Stamura Ancona), cresciuto fino a 1.69 e secondo al maschile. Doppietta nel lungo, con l’allievo Diego Stecconi (Sport Dlf Ancona) primo in 6.23 (+1.4) per un solo centimetro nei confronti del cadetto compagno di squadra Luca Sordoni, 6.22 (+1.6). Affermazioni individuali anche per Simone Barontini (Sef Stamura Ancona), 2’09”47 negli 800 metri, la staffetta 4×100 (Ranucci, Sordoni, Malatesta, Stecconi) in 46”37 e la lunghista Manuela Borghetti (Sef Stamura Ancona) con 5.07 (+0.7).

RISULTATI
Maschili. 100 (vento +0.8): 1. Danilo Lekovic (Montenegro) 12”03; 2. Luca Sordoni (Sport Dlf Ancona) 12”04; 3. Luca Ranucci (Sef Stamura Ancona) 12”28. 800: 1. Simone Barontini (Sef Stamura Ancona) 2’09”47. Alto: 1. Ajdin Kalamperovic (Montenegro) 1.71; 2. Davide Malatesta (Sef Stamura Ancona) 1.69. Lungo: 1. Diego Stecconi (Sport Dlf Ancona) 6.23 (+1.4); 2. Luca Sordoni (Sport Dlf Ancona) 6.22 (+1.6). 4×100: 1. Italia (Ranucci, Sordoni, Malatesta, Stecconi) 46”37.
Femminili. 100 (+1.1): 1. Marija Kontic (Montenegro) 13”03; 4. Nicole Morandi (Sport Dlf Ancona) 14”02. 800: 1. Milica Galudovic (Serbia) 2’21”69; 4. Ariana Alvarez (Sef Stamura Ancona) 2’48”50. Alto: 1. Alessandra Tavoni (Sport Dlf Ancona) 1.61. Lungo: 1. Manuela Borghetti (Sef Stamura Ancona) 5.07 (+0.7); 3. Sofia Fabbretti (Sef Stamura Ancona) 4.71 (+1.1). 4×100: 1. Montenegro (Marija Lekovic, Nevena Cubranovic, Jelena Kalinic, Marija Kontic) 51”96; 2. Italia (Morandi, Tavoni, Fabbretti, Borghetti) 52”05.
Classifica finale: 1. Italia 19 punti; 2. Montenegro 24; 3. Albania 30; 4. Serbia 34; 5. Croazia 9 (3 gare).

RISULTATI COMPLETI: http://www.fidal.it/risultati/2014/REG6476/Index.htm

LINK ALLE IMMAGINI
Lorenzo Veroli in gara (foto di Giancarlo Colombo/FIDAL): http://www.fidal.it//upload/gallery/2014/Torino-2014-Campionato-Italiano-Juniores-e-Promesse-3-giornata/jp425.jpg
Il podio di Torino con Lorenzo Veroli primo da sinistra (foto di Giancarlo Colombo/FIDAL): http://www.fidal.it//upload/gallery/2014/Torino-2014-Campionato-Italiano-Juniores-e-Promesse-3-giornata/jp479.jpg
SImone Comini (foto di Giancarlo Colombo/FIDAL): http://www.fidalmarche.com/upload/2013/Comini_Jesolo2013.jpg
L’apertura delle gare di atletica ai Giochi della Macroregione adriatico-ionica: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Apertura_Macroregione2014.jpg
Diego Stecconi: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Stecconi.jpg
Alessandra Tavoni: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Tavoni.jpg

 

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




dalla Fidal

JUNIORES E PROMESSE, LA SECONDA GIORNATA TRICOLORE
Proseguono le gare degli atleti marchigiani a Torino
 
ANCONA – Altri cinque piazzamenti in finale per gli atleti delle Marche nella seconda giornata dei Campionati italiani juniores e promesse a Torino, dopo i sei ottenuti ieri. La serata di apertura infatti si era chiusa con due quarti posti: Michele Antonelli (Atl. Recanati) sui 10.000 metri di marcia under 23 in 44’17”11 e l’elpidiense Elisa Copponi (Atl. Brescia 1950) nei 5000 under 20 con il record personale di 17’28”12, mentre la stessa gara per le promesse ha visto quinta la pesarese Ilaria Sabbatini (Atl. Avis Macerata) nel personal best di 17’40”79 seguita da Valentina Talevi (Sef Stamura Ancona), ottava con 17’49”45 al suo rientro dagli Stati Uniti dove un mese fa ha stabilito il primato regionale di categoria sui 10.000 metri (36’20”44 a Burlington il 4 maggio). Risultati che si aggiungono quindi alle due medaglie d’argento conquistate da Lorenzo Del Gatto (Team Atletica Marche) nel peso under 23 e Roberta Del Gatto (Atl. Avis Macerata) sui 100 juniores. Oggi invece è quarta l’elpidiense Lucia Paternesi Meloni (Atl. Firenze Marathon) negli 800 promesse in 2’13”21, con la staffetta 4×100 under 23 dell’Atletica Avis Macerata (Paola Spina, Marta Palazzini, Ornella Kelly Nya Yanga, Maria Lina Antinori) sesta in 50”62. Nel peso juniores Carlo Catini (Sport Atl. Fermo) riesce a cogliere la settima posizione con il primato personale di 14.72, come Benedetta Cecchini (Atl. Fabriano) sui 3000 siepi under 20 in 11’54”24 e Ilario Santucci (Asa Ascoli Piceno) che lancia 42.58 nel disco promesse. La finale del martello under 20 si conclude con l’undicesimo posto del sangiorgese Federico Petrelli (Tam), 52.84 dopo essersi migliorato in qualificazione con 54.11, e il dodicesimo di Matteo Totò (Sport Atl. Fermo), 51.67 che fa seguito al brillante 54.65 del giorno precedente. Domani l’ultima giornata, con tanti marchigiani attesi al via: Lorenzo Veroli (Enterprise Sport & Service), 21enne di Montefiore (MC), ha il secondo tempo nelle batterie sui 400 ostacoli promesse (vincendo la propria in 51”96), Roberta Del Gatto il terzo crono sui 200 juniores grazie al 24”67 (0.0) che vale il miglioramento sulla doppia distanza, ma saranno impegnati fra gli under 20 anche gli osimani Manuel Nemo nell’alto (1.98) e Simon Nguimeya nel triplo (con il personale all’aperto di 14.65/-0.7 ottenuto nel turno eliminatorio), entrambi della Tam, oltre ad Alessandro Cavalieri (Atl. Avis Macerata) nel disco e all’astista Sofia Piergallini (Sport Atl. Fermo).RIEPILOGO MIGLIORI RISULTATI
2° peso PM: Lorenzo Del Gatto (Team Atletica Marche) 16.35
2ª 100 JF: Roberta Del Gatto (Atl. Avis Macerata) finale 11”96 (+0.7), batt. 12”10 (-0.7)
4° marcia 10.000 PM: Michele Antonelli (Atl. Recanati) 44’17”11
4ª 5000 JF: Elisa Copponi (Atl. Brescia 1950) 17’28”12
4ª 800 PF: Lucia Paternesi Meloni (Atl. Firenze Marathon) 2’13”21
5ª 5000 PF: Ilaria Sabbatini (Atl. Avis Macerata) 17’40”79
6ª 4×100 PF: Paola Spina, Marta Palazzini, Ornella Kelly Nya Yanga, Maria Lina Antinori (Atl. Avis Macerata) 50”62
7° peso JM: Carlo Catini (Sport Atl. Fermo) finale 14.72, qual. 13.43
7° disco PM: Ilario Santucci (Asa Ascoli Piceno) 42.58
7ª 3000 siepi JF: Benedetta Cecchini (Atl. Fabriano) 11’54”24
8ª 5000 PF: Valentina Talevi (Sef Stamura Ancona) 17’49”45

RISULTATI COMPLETI: http://www.fidal.it/risultati/2014/COD4709/Index.htm

LINK ALLE IMMAGINI (foto di Maurizio Iesari)
Michele Antonelli: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Antonelli_CdS2014.jpg
Ilaria Sabbatini: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Sabbatini_CdS2014.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




Due argenti tricolori firmati Del Gatto

Il pesista e la sprinter sul podio ai Campionati italiani juniores e promesse di Torino

ANCONA – Hanno lo stesso cognome, non sono parenti, ma entrambi conquistano il secondo posto nella giornata inaugurale dei Campionati italiani juniores e promesse. La manifestazione di Torino si apre infatti con due argenti marchigiani: Lorenzo Del Gatto nel peso under 23 e la velocista Roberta Del Gatto sui 100 metri under 20. Per il 19enne lanciatore di Montegiorgio (FM), che si allena abitualmente a Porto San Giorgio, la medaglia arriva con la misura di 16.35 alla terza prova (dietro all’imprendibile 18.14 di Daniele Secci, già vincitore degli Assoluti indoor). Portacolori del Team Atletica Marche e al primo anno di categoria promesse, l’allievo di Alfio Petrelli riscatta così la mancata partecipazione alla rassegna tricolore al coperto di febbraio, a causa di un infortunio. Nel suo palmarès cinque titoli nazionali giovanili, mentre quest’anno ha indossato la maglia azzurra nella Coppa Europa invernale di lanci a Leiria (Portogallo).
Torna sul podio di un campionato italiano anche Roberta Del Gatto, che riesce nell’impresa di migliorare il record personale sui 100 metri con 11”96 (+0.7). Vittoria alla veneta Johanelis Herrera (Atl. Brescia 1950) in 11”71. È la prima volta in carriera sotto i 12 secondi per la 18enne di Sant’Elpidio a Mare (FM), che gareggia per l’Atletica Avis Macerata e viene seguita dal tecnico Milko Campus. Nel 2011 si era messa al collo due medaglie tricolori da allieva: seconda sui 60 metri indoor e terza nei 100 metri, invece durante la passata stagione è stata convocata per gli Europei juniores di Rieti come riserva della staffetta azzurra 4×100. Domani, allo stadio Nebiolo del capoluogo piemontese, la seconda giornata dell’evento che si chiuderà domenica.

RISULTATI COMPLETI: http://www.fidal.it/risultati/2014/COD4709/Index.htm

LINK ALLE IMMAGINI
Lorenzo Del Gatto (FotoGP): http://www.fidalmarche.com/upload/2014/DelGatto_18gen_2.jpg
Roberta Del Gatto (foto di Maurizio Iesari): http://www.fidalmarche.com/upload/2013/DelGatto_Roberta.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




Ottime prove degli alunni dell’ ISC Centro alla finale Nazionale dei Campionati Studenteschi dell’Aquila

Bruni Matteo secondo negli 80 categoria special Marco Mancini quarto negli 80 ostacoli

 

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tra i 1500 partecipanti alla finale nazionale dei Campionati Studenteschi di atletica leggera che hanno festosamente invaso la città dell’Aquila dal 27 al 30 maggio anche due allievi dell’ISC Centro di San Benedetto del Tr

Matteo Bruni, dopo una certa titubanza iniziale, ha aderito con l’entusiasmo caratteristico della sua età alla partecipazione a questa che rappresenta la sua prima esperienza nel mondo dell’atletica. Il fatto stesso di trovarsi a gareggiare con suoi coetanei provenienti dalle varie regioni d’Italia ha rappresentato un momento di grande coinvolgimento e felicità. Quando poi, al termine della gara, si è classificato secondo nella categoria “special” ed è salito sul podio per la premiazione sicuramente ha provato un’emozione che difficilmente il tempo riuscirà a cancellare dalla memoria.

Bruni e mascotte

Bruni e mascotte

 

 

 

 

Più esperto in manifestazioni di questo tipo il suo compagno Marco Mancini che ha completato le sue fatiche con un ottimo quarto posto nella finale degli ottanta metri ad ostacoli dopo essere passato attraverso le qualificazioni e le semifinali mostrandosi sempre in costante crescita rispetto a quanto visto in precedenza.

Marco, come altri suoi coetanei, divide la sua giornata tra scuola, studio ed allenamenti ma a ciò aggiunge anche lo studio dello strumento musicale infatti frequenta la classe 3C (sezione ad indirizzo musicale) eppure riesce a conciliare tutte queste attività con ottimi risultati come abbiamo visto non solo da un punto di vista sportivo ma anche da un punto di vista scolastico. Sentita e carica di significato la cerimonia d’apertura alla quale i due giovani hanno partecipato con la rappresentativa regionale, che si è svolta nel centro storico dell’Aquila luogo simbolo della città che porta ancora i segni del terribile sisma del 2009 a rimarcare il carattere non solo sportivo della manifestazione.

Bruni e prof Di Sante

Bruni e prof Di Sante




Brandi marcia su Nanchino

L’allievo fabrianese si qualifica per le Olimpiadi giovanili

ANCONA – Quando oggi in Italia per molti era soltanto l’ora della colazione, a Baku in Azerbaigian un giovane marciatore marchigiano realizzava un bel sogno. Si chiama Giacomo Brandi, deve ancora compiere 16 anni, e oggi sull’anello rosso dell’imponente “Tofig Bahramov Stadium” ha conquistato il pass per i prossimi Giochi Olimpici Giovanili di Nanchino (Cina, 16-28 agosto). L’impresa è merito del quarto posto che il fabrianese della Sport Atletica Fermo ha messo a segno, passo dopo passo, sui 10.000 metri di marcia ai Trials Europei in corso di svolgimento nella capitale azera. 46:45.96 il crono dell’azzurrino che su questa distanza vanta un bel primato personale da 44:21.81. Ma oggi a Baku, con la maglia dell’Italia e in un contesto internazionale di altissimo livello, è stato bravo a giocarsi la carta dell’accortezza tattica raggiungendo così uno dei cinque posti per la Cina in palio per gli atleti del Vecchio Continente. Per la cronaca, la vittoria è andata al russo Vladislav Saraykin (43:45.38) davanti allo spagnolo Manuel Bermudez (44:38.10) e al connazionale Aleksey Shevchuk (45:05.26).

Brandi si è ritrovato molto presto in pista seguendo il papà e lo zio, podisti amatoriali: e anche Giacomo ha iniziato da mezzofondista. Poi, nel 2011, la svolta: dovendo coprire la gara di marcia per i Campionati di Società, ha scoperto quasi per caso di avere doti specifiche per questa specialità. Così, da circa un anno, si fa seguire dall’ex campione azzurro Carlo Mattioli che nel 1984 fu quinto nella 20 km all’Olimpiade di Los Angeles. Nel frattempo, all’esordio tra gli allievi, Brandi è salito per la prima volta sul podio tricolore ai campionati indoor di Ancona. Studente dell’Istituto Agrario, abita a Fabriano e si allena di preferenza a Senigallia. E’ appassionato di musica e suona la chitarra, ma in passato si è cimentato anche nello studio del violino. Come immagine copertina del suo profilo Facebook ha scelto l’arrivo vincente dell’azzurro Ivano Brugnetti sulla 20 km dei Giochi Olimpici di Atene 2004. Per il momento quello è un sogno da grande, intanto Giacomo può pensare ai cinque cerchi dei più giovani che in estate potrà vivere in prima persona a Nanchino.

110HS: CESCA AL PERSONALE, MA NON BASTA – Trasferta meno fortunata per l’altro marchigiano convocato in azzurro a Baku. Nicola Cesca nel primo pomeriggio è andato sui blocchi di partenza per le batterie dei 110 ostacoli. Per lui il quinto posto in 14.08 (vento +0.4), togliendo la bellezza di 10 centesimi al primato personale con cui si presentava in Azerbaigian. Purtroppo non è stato abbastanza per guadagnarsi un posto in finale. La beffa, però, per il 17enne dell’Atletica Avis Macerata – valido interprete anche delle prove multiple – è che oggi in un’altra batteria il suo stesso crono sarebbe ampiamente bastato per passare il turno. Lo dimostra il 14.12 (-1.6) grazie a cui il lombardo Gabriele Segale è giunto secondo in un diverso turno di qualificazione conquistando così la finalissima di domani.

LINK ALLE IMMAGINI:
Giacomo Brandi (FotoGP): http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Brandi.jpg
Nicola Cesca (foto di Maurizio Iesari): http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Cesca_CdS2014.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




Loris Majnolovic argento ai Campionati Italiani Studenteschi nei 110 metri ad ostacoli.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ancora un successo per la Collection Atletica Sambenedettese nel settore della corsa ad ostacoli. Dopo l’oro vinto pochi giorni fa da John Mark Nalocca nei 110 metri ad ostacoli ai Campionati Italiani Universitari svoltisi a Milano, l’astro nascente Loris Majnolovic conquista l’argento nella medesima disciplina in occasione dei Campionati Italiani Studenteschi tenutisi nel nuovo e splendido impianto di L’Aquila.

L’atleta sambenedettese, allenato da Adalisa Vecchiola, è giunto alle spalle di Federico Rossi che ha vinto la gara con il tempo di 14”00 ed ha corso in 14”16 dopo aver ottenuto il miglior tempo delle semifinali con 14”11 lievemente ventoso ( + 2,1) .

A conferma di un movimento che evidentemente vanta una vera e proprio scuola nel settore ad ostacoli, segnaliamo l’eccellente quarto posto di Marco Mancini negli 80 metri ad ostacoli nella categoria cadetti con il tempo di 12”40 dopo aver corso la semifinale con il primato personale di 12”22.

Sempre nella categoria cadetti David Stampatori ha conquistato la finale di salto in alto con la misura di 1,60 giungendo decimo.

Il ritmo incessante dei successi mietuti dalla Collection Atletica Sambenedettese in questa stagione ha reso la città di San Benedetto del Tronto un’isola felice dell’atletica azzurra grazie al costante impegno dei dirigenti, tecnici, atleti e di una comunità larga e coesa, vero e proprio fiore all’occhiello dello sport rivierasco. 




dalla Fidal

CINQUE CERCHI, APERTURA A MACERATA
Partita la rassegna giovanile ragazzi, con le gare dei Societari anche per cadetti e allievi

MACERATA – Due belle giornate di sport giovane allo stadio Helvia Recina di Macerata, per l’appuntamento inaugurale del Campionato regionale di società “Cinque Cerchi” dedicato alla categoria ragazzi (under 14). Una rassegna che anche quest’anno caratterizza l’intera stagione, con la tappa iniziale arricchita dal recupero della prima prova nel Campionato regionale di società cadetti (under 16) e allievi (under 18), rinviata a causa del maltempo di inizio maggio. Sui 1000 ragazze Emma Silvestri (Collection Atl. Sambenedettese) corre in 3’08”95 seguita da Francesca Vallorani (Asa Ascoli Piceno), seconda in 3’13”52, e Andree Fioretti (Atl. Jesi), 3’18”67, con la vittoria al maschile di Paolo Pennacchietti (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) in 3’01”87. Nei 2000 metri di marcia 11’21”78 per Anastasia Giulioni (Atl. Avis Macerata), sui 60 ostacoli 10”39 di Arianna Bruno (Collection Atl. Sambenedettese) e la 4×100 dell’Atletica Chiaravalle (Caterina Stimilli, Silvia Moretti, Sara Santinelli, Livia Moretti) chiude in 55”93.
Fra gli allievi, nella manifestazione organizzata dall’Atletica Avis Macerata, in evidenza i lanciatori: Simone Comini (Asa Ascoli Piceno), 58.03 nel giavellotto, e la martellista Giulia Riccioni (Atl. Fabriano) che progredisce con 45.29. La sfida dei 100 va alla sangiorgese Annalisa Torquati (Team Atletica Marche) in 12”70 (-0.5) davanti al 12”88 di Claudia Semplici (Atl. Recanati), sui 400 metri 59”81 per Sokhona Kebe (Tam), sprinter di Corridonia. Nella 4×100 prevale la Sef Stamura Ancona in 50”65 con Elisa Dolciotti, Giada Bernardi, Lodovica Gioacchini, Manuela Borghetti, poi nell’alto 1.57 di Francesca Pietroni (Atl. Avis Macerata) e sui 110 ostacoli 15”45 (+0.7) dell’altro avisino Nicola Bordi.
Nelle gare dei cadetti, Elisabetta Vandi (Atl. Avis Fano-Pesaro) conquista gli 80 metri in 10”23 (+0.3) per lasciarsi alle spalle Elisa Maggi (Atl. Fabriano) e Camilla Curzi (Atl. Senigallia), entrambe con 10”32. Sui 2000 metri, vinti da Aurora Gori (Atl. Csain Perugia) in 6’54”44, si migliora Samira Amadel (Atl. Avis Macerata) con 6’55”78. Nel martello cresce Benedetta Dell’Osso (Atl. Fabriano) al personal best di 42.84, invece nell’alto Alessandra Tavoni (Sport Dlf Ancona) supera 1.55. Al maschile il lanciatore Marco Balloni (Asa Ascoli Piceno) fa atterrare il suo disco a 40.20, e Fabio Santarelli (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) nel lungo salta 6.21 (+1.2). Dal mezzofondo arrivano i successi di Federico Falappa (Atl. Amatori Osimo), 6’11”26 sui 2000, e di Fabio Ciriaci (Atl. Avis Macerata), 2’48”50 nei 1000 metri.
Il Campionato regionale di società “Cinque Cerchi” under 14 proseguirà con le manifestazioni di Castelfidardo (8 giugno), Montecassiano (21-22 giugno), Fermo (13-14 settembre) e Ancona (20-21 settembre), mentre i titoli individuali di categoria saranno assegnati a Osimo (11-12 ottobre).

RISULTATI COMPLETI: http://www.fidal.it/risultati/2014/REG6272/Index.htm

LINK ALLE IMMAGINI (foto di Maurizio Iesari)
Francesca Vallorani (pettorale 290) e Emma Silvestri (292): http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Vallorani_Silvestri.jpg
Elisa Maggi, Camilla Curzi, Elisabetta Vandi: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Maggi_Curzi_Vandi.jpg
Nicola Bordi: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Bordi.jpg
Giulia Riccioni: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Riccioni.jpg
Sokhona Kebe: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Kebe.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




Asta record, Caporaletti a 3.76

Primato regionale assoluto a Sulmona per la montefanese dell’Atletica Avis Macerata

 

 

ANCONA – C’è un nuovo record marchigiano assoluto nel salto con l’asta femminile. L’autrice dell’impresa è Nadia Caporaletti, che valica la quota di 3.76 a Sulmona (AQ) e migliora così di un centimetro il primato da lei realizzato tre anni fa (il 21 maggio 2011 a Osimo). Dal 2014 la trentenne di Montefano (MC) difende i colori dell’Atletica Avis Macerata e si allena come di consueto con il tecnico fermano Luca Graziani, terapista della nazionale di bob che ha partecipato ai Giochi olimpici invernali. Il risultato da record è arrivato al secondo tentativo, poi tre prove nulle in cui ha avvicinato 3.82 che sarebbe il primato personale: infatti nelle due precedenti stagioni la marchigiana ha indossato la maglia del Cus Pisa Atletica Cascina (club terzo nell’ultima Finale Oro dei Societari assoluti) e nel 2013 ha saltato 3.81, dopo essere cresciuta nell’Atletica Montecassiano. Presto ci potrebbero essere altre possibilità, se si considera che l’attività all’aperto è appena iniziata. La Caporaletti, che detiene anche il primato regionale assoluto indoor (3.71 ottenuto nel 2011), si allena regolarmente nonostante il lavoro di impiegata geometra delle ferrovie ad Ancona, e ha già partecipato a diverse edizioni dei campionati italiani assoluti, sia outdoor che in sala.

RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2014/REG6580/Gara427.htm

LINK ALLE IMMAGINI:
Nadia Caporaletti (foto di Maurizio Iesari): http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Caporaletti2014.jpg
Luca Graziani e Nadia Caporaletti: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Graziani_Caporaletti_Sulmona2014.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




Atletica, la Bracaccini protagonista alla “Maratona di Riga”

OSIMO – In una splendida giornata di sole ed in condizioni climatiche perfette si è corsa Domenica scorsa, nella splendida cornice del centro storico di Riga, capitale della Lettonia, la “28^ Edizione della Nordea Rigas Maratons “

Oltre 22.000 i partecipanti, fra maratona, mezza maratona, 10 e 5 km, provenienti da 65 paesi diversi, hanno preso il via in questa manifestazione sportiva Internazionale che anno dopo anno sta sempre più crescendo sia in termini quantitativi che qualitativi.

In campo maschile ad aggiudicarsi la Maratona è stato il giapponese Ju Chiba mentre nel settore femminile la vittoria è andata alla Etiope Tigist Teshome.

Ventitrè sono stati gli atleti del gruppo, organizzato dall’Atletica Bracaccini, che vi hanno preso parte ed i risultati ottenuti sono stati più che soddisfacenti.

Su tutti Francesca Capobelli, che nella prova della Maratona si è classificata 6^ Assoluta e prima atleta Italiana. Con un tempo di poco superiore alle tre ore è stata preceduta solo da quattro atlete di livello Internazionale. Dietro di lei in 100^ posizione è giunto un generoso Marco Borsini che ha percorso tre quarti gara insieme a Francesca, supportandola sia nella rilevazioni dei tempi di passaggio che nei punti di ristoro.

Il terzo atleta arrivato del gruppo il Master Giancarlo Filonzi che alla sua 14^ maratona dell’anno è giunto 232° assoluto e 16° di Categoria. Ottima la prova fornita dal Master 60 Alessandro Bracaccini, che in questa circostanza ha saputo organizzare gestire al meglio gli allenamenti e con il giusto approccio finale è riuscito a classificarsi 11° di categoria. Nell’ordine, è stato seguito da Gianfranco Pesaresi 57° Cat. 50, Franco Pergolesi 37° Cat. M.60, Anna Rita Stefanini 18^ Cat F. 50. Altro atleta distintosi, il “ Forrest Gump” del gruppo, Ferdinando Gambelli, che a Riga ha portato a termine la sua 332^ Maratona. Liana Ramazzotti, che dopo una lunga assenza dal mondo del podismo puntava fortemente a concludere la gara, c’è riuscita classificandosi 32^ nella Cat. M.F. 50; subito dietro è poi giunto Luciano Tabanelli.

Altra bella performance nella gara della Mezza maratona, vinta dal Keniano di turno Ibrahim Wachira, l’ha fornita Massimiliano Strappato che ha ottenuto un brillantissimo 5° posto assoluto, seguito nell’ordine dal Master 50 Giovanni D’Amico, Sergio Strappato, Renzo Pizzichini, Doriano Mazzieri, Gaspare Stabile, Stecconi Renato, Iangudakis Concetta e Stefano Salvucci.

Nella gara dei 10 km. dove il fiume dei 14.000 atleti partecipanti hanno attraversato le strade della Città Riga, Martina Strappato è giunta 5^ nella sua categoria, precedendo nell’ordine Valerio Possanzini e Salvatrice Russo.

L’infaticabile organizzatore del gruppo Alessandro Balzani,dopo un lungo periodo di preparazione, per sopraggiunti guai fisici non ha preso parte alla maratona, dimostrando di saper accettare questo momento difficile e con rinnovato impegno, di questo ne siamo sicuri, starà già pensando alla prossima maratona.

Quando ad Alessandro gli è stato chiesto di esprimere il suo pensiero di questa nostra avventura con la sua serafica calma ci ha risposto “Quanto mi è stato proposto di organizzare la Maratona e la trasferta a Riga in Lettonia, mi sono domandato il perchè di Riga, così lontana, così diversa dalle mete tradizionali. Con il senno del poi e di ritorno da questa esperienza, che ha tracciato un ricordo indelebile nella mia mente, di un paese distante anni luce dal nostro con il suo modo frenetico di vivere la vita, con una cura del verde e del sostenibile che mi ha colpito nel profondo del cuore. La pulizia delle strade, dei marciapiedi, l’attendere la fila ai passaggi pedonali in modo ordinato e la puntualità dei trasporti, sono il sintomo di una cultura diversa ma sicuramente più avanti della nostra.”

La società Osimana, con alcuni suoi atleti arrivati al traguardo sventolando la bandiera tricolore e quella della Lega del Filo d’Oro, ha portato in terra Lettone testimonianza dell’ Associazione Osimana che da 50 anni opera nell’assistenza, educazione, riabilitazione e il reinserimento nella famiglia e nella società bambini, giovani e adulti sordociechi e pluriminorati psicosensoriali .