Atletica, Majano: tre vittorie per le Marche

 

Otto piazzamenti sul podio e quinto posto in classifica dei giovani marchigiani nell’incontro internazionale disputato in Friuli

 

ANCONA, 2014-09-07 – Anche quest’anno i giovani delle Marche lasciano il segno al 23° Trofeo internazionale di Majano (Udine), classica rassegna dedicata alle categorie cadetti (under 16) e ragazzi (under 14). La graduatoria a squadre vede in quinta posizione la rappresentativa della regione al plurale, che sale otto volte sul podio individuale: 3 vittorie, 2 secondi e 3 terzi posti. Nel lancio del disco cadetti non ha rivali Marco Balloni (Asa Ascoli Piceno): l’atleta allenato da Armando De Vincentis firma il miglior risultato della manifestazione con 47.12 e si conferma al comando delle liste italiane stagionali per la categoria, incrementando notevolmente il 43.55 realizzato a Fermo nel mese di maggio. Sui 2000 under 16, bella affermazione in 6’00”33 di Simone Barontini (Sef Stamura Ancona): l’allievo di Fabrizio Dubbini regola gli avversari al termine di una gara ben condotta tatticamente, mentre nei 600 ragazzi con 1’37”30 si impone Paolo Pennacchietti (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti), seguito dal tecnico Ivan Ruzzetta. Cresce poi la mezzofondista Alice Principi (Atl. Avis Macerata), al record personale di 3’04”37 sui 1000 cadette per il secondo posto, e stesso brillante piazzamento di Fabio Santarelli (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) nel lungo under 16 grazie a un salto di 6.22 (-0.2). Terzo gradino del podio con 10”23 (0.0) sugli 80 cadette per Elisabetta Vandi (Atl. Avis Fano-Pesaro), che nella stagione in corso ha vinto la finale nazionale dei Campionati studenteschi sulla stessa distanza, ma anche per i ragazzi Mattia Mecozzi (Sport Atl. Fermo) e Livia Moretti (Atl. Chiaravalle), entrambi vincitori del bronzo nei 60 metri rispettivamente in 8”08 e 8”48. Premiata invece con un riconoscimento speciale per la lealtà sportiva Linda Lattanzi (Atl. Fabriano), ottava nel disco cadette con 23.82, che ha segnalato ai giudici un errore nei risultati: infatti le era stata attribuita per sbaglio una misura più lunga. La squalifica di Emma Silvestri (Collection Atl. Sambenedettese), seconda all’arrivo nei 600 ragazze ma dopo aver danneggiato involontariamente un’avversaria, preclude alla formazione delle Marche un piazzamento migliore del quinto posto nella classifica finale in cui svetta la squadra ungherese di Budapest, davanti a Padova, Treviso e Venezia. Il bilancio è comunque positivo, con diversi atleti in grado di ottenere il personal best durante questa importante occasione di confronto con i pari età di altre regioni e nazioni.

RISULTATI
Cadetti. 80: 12. Matteo Bernocchi (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 9”87 (+1.4); 2000: 1. Simone Barontini (Sef Stamura Ancona) 6’00”33; 100hs: 12. Luca Sordoni (Sport Dlf Ancona) 15”70 (+0.3); alto: 8. Davide Malatesta (Sef Stamura Ancona) 1.71 pb; lungo: 2. Fabio Santarelli (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 6.22 (-0.2); peso: 4. Alex Paolucci (Sport Atl. Fermo) 14.05; disco: 1. Marco Balloni (Asa Ascoli Piceno) 47.12 pb; giavellotto: 18. Michele Pasquinelli (Sef Stamura Ancona) 29.96 pb; 80 extra: 7. Michele Diletti (Atl. Recanati) 9”94 (+0.1); 4×100: 8. Bernocchi, Santarelli, Diletti, Sordoni 47”26.
Cadette. 80: 3. Elisabetta Vandi (Atl. Avis Fano-Pesaro) 10”23 (0.0); 1000: 2. Alice Principi (Atl. Avis Macerata) 3’04”37 pb; alto: 7. Alessandra Tavoni (Sport Dlf Ancona) 1.49; lungo: 4. Martina Ruggeri (Atl. Fabriano) 4.99 (+1.1); peso: 6. Erika Falcioni (Asa Ascoli Piceno) 10.15; disco: 8. Linda Lattanzi (Atl. Fabriano) 23.82; giavellotto: 10. Teodora Ricci (Collection Atl. Sambenedettese) 29.54; 80 extra: 5. Camilla Curzi (Atl. Senigallia) 10”56 (+1.2); 6. Elisa Maggi (Atl. Fabriano) 10”58 (+1.0); 12. Chiara Pasquali (Atl. Castelfidardo Criminesi) 11”66 (+0.5); 4×100: 4. Pasquali, Vandi, Curzi, Maggi 50”77.
Ragazzi. 60: 3. Mattia Mecozzi (Sport Atl. Fermo) 8”08 pb; 600: 1. Paolo Pennacchietti (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 1’37”30; lungo: 5. Alessandro Caccini (Collection Atl. Sambenedettese) 4”94 (-0.4) pb; peso: 4. Davide Sanginesi (Atl. Civitanova) 14.21 pb; 4×100: 13. Mecozzi, Pennacchietti, Sanginesi, Caccini 54”81.
Ragazze. 60: 3. Livia Moretti (Atl. Chiaravalle) 8”48; 600: squal. Emma Silvestri (Collection Atl. Sambenedettese); alto: 7. Benedetta Trillini (Atl. Amatori Osimo) 1.39; vortex: 15. Giorgia Gerace (Atl. Fabriano) 32.53; 4×100: 7. Gerace, Silvestri, Trillini, Moretti 55”89.

RISULTATI COMPLETI: http://www.fidal.it/risultati/2014/COD4563/Index.htm
MEETING SAN GIULIANO, LANCIATORI PROTAGONISTI
Premiati nella riunione di Macerata il pesista Del Gatto e la martellista Palmieri

Si rinnova allo stadio Helvia Recina di Macerata la tradizione del Meeting San Giuliano, arrivato all’edizione numero 27 e inserito nelle iniziative della festa patronale. La manifestazione, valida come Coppa Banca Marche, vede il miglior risultato tecnico maschile con 16.65 del pesista Lorenzo Del Gatto (Team Atletica Marche), secondo in questa stagione alla rassegna tricolore promesse. Per il secondo anno consecutivo al giovane montegiorgese va quindi il Memorial Delio Salvucci, storico vicepresidente dell’Atletica Avis Macerata, club organizzatore dell’evento con il patrocinio di Regione Marche, Provincia di Macerata e Comune di Macerata. Tra le donne, ad aggiudicarsi il trofeo intitolato alla discobola Jessica Palmieri è un’altra lanciatrice: l’omonima toscana Elisa Palmieri (Esercito), seconda ai recenti Assoluti, fa atterrare il suo martello a 62.85. In evidenza poi l’atleta di casa Nicola Cesca (Atl. Avis Macerata), campione italiano in carica sui 110 ostacoli allievi, che ritocca il primato personale (e miglior prestazione italiana dell’anno under 18) affermandosi in 14”00 (vento nullo) davanti a Loris Manojlovic (Collection Atl. Sambenedettese), secondo in 14”48 e piazzato con 51”35 anche nei 400 metri vinti dall’oro europeo paralimpico Ruud Koutiki (Asa Ascoli Piceno) in 50”71. Sul rettilineo dei 100 prevale Mario Brigida (Sport Atl. Fermo) con 10”76 (-1.0), nei 3000 metri si migliora lo junior Zakaria Rouimi (Mezzofondo Club Ascoli) in 8’36”51. Due portacolori dell’Atletica Avis Macerata presieduta da Arnaldo Porro conquistano il successo al femminile: l’astista Nadia Caporaletti (3.65) e la mezzofondista Ilaria Sabbatini (4’39”84 nei 1500 metri). Sui 200 la più veloce è Sokhona Kebe (Tam), allieva di Corridonia, al personal best con 25”70 (0.0) davanti alla compagna di squadra sangiorgese Annalisa Torquati (25”72), prima nei 100 in 12”50. Nell’ambito del meeting si è svolto uno stage per giudici misuratori di salti e lanci, mentre in mattinata c’è stato un sopralluogo in vista del prossimo grande evento di atletica allo stadio Helvia Recina: la finale interregionale dei Campionati italiani allievi di società, in programma nel week-end del 4-5 ottobre, di cui il Meeting San Giuliano è stata la prova generale. Presenti alla manifestazione Alferio Canesin, assessore comunale allo sport, e Francesco Marcolini, segretario dell’Avis comunale di Macerata, insieme a Giuseppe Illuminati, delegato provinciale Coni, e Giuseppe Scorzoso, presidente Fidal Marche.

RISULTATI (Macerata, 6 settembre)
Uomini. 100: Mario Brigida (Sport Atl. Fermo) 10”76 (-1.0); 200: Claudio David (Aterno Pescara) 22”73 (+0.1); 400: Ruud Koutiki (Asa Ascoli Piceno) 50”71; 800: Valerio Rosato (Aterno Pescara) 1’57”00; 3000: Zakaria Rouimi (Mezzofondo Club Ascoli) 8’36”51; 110hs juniores: Andrea Pacitto (Collection Atl. Sambenedettese) 15”15; 100hs allievi: Nicola Cesca (Atl. Avis Macerata) 14”00 (0.0); alto: Manuel Nemo (Tam) 1.88; triplo: Amen Ruhul (Sport Atl. Fermo) 12.05 (+0.5); peso: Lorenzo Del Gatto (Tam) 16.63; disco: Daniele Duca (Sport Atl. Fermo) 37.73.
Donne. 100: Annalisa Torquati (Tam) 12”50; 200: Sokhona Kebe (Tam) 25”70 (0.0); 400: Regina Perla dos Santos (Aterno Pescara) 56”19; 1500: Ilaria Sabbatini (Atl. Avis Macerata) 4’39”84; 400hs: Beatrice Pollara (Aterno Pescara) 1’09”48; asta: Nadia Caporaletti (Atl. Avis Macerata) 3.65; lungo: Betti Sgariglia (Sport Atl. Fermo) 5.46 (+0.4); martello: Elisa Palmieri (Esercito) 62.85.
Cadetti. 80: Luca Ranucci (Sef Stamura Ancona) 10”04 (-1.1); 300: Lorenzo Mantenuto (Aics Hadria Pescara) 39”13; 1200 siepi: Fabio Ciriaci (Atl. Avis Macerata) 3’32”91; asta: Michelangelo Pomante (Atl. Gran Sasso) 3.00; giavellotto: Alessio Bompezzo (Atl. Castelfidardo Criminesi) 40.28.
Cadette. 80: Delia Bordonaro (Libertas Città di Castello) 10”59 (+0.3); 300: Gaia Sabbatini (Atl. Gran Sasso) 42”48; 1000: Giulia Giorgi (Libertas Arcs Cus Perugia) 3’11”21; asta: Nikita Lanciotti (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 2.90; triplo: Sofia Di Castri (Atl. Avis Macerata) 10.30 (+0.1).
Ragazzi. 60: Lorenzo Lattanzi (Atl. Fabriano) 8”24; alto: Stefano Tisselli (Aics Hadria Pescara) 1.43.
Ragazze. 60: Matilde Orsini (Aics Hadria Pescara) 8”66; alto: Sara Zuccaro (Atl. Fabriano) 1.31.

RISULTATI COMPLETI: http://www.fidal.it/risultati/2014/REG7086/Index.htm

LINK ALLE FOTO DI MAJANO
La rappresentativa delle Marche a Majano: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Marche_Majano2014.jpg
Un momento della cerimonia di apertura: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Marche_Apertura_Majano2014.jpg
Tutti i medagliati marchigiani a Majano: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Marche_Medaglie_Majano2014.jpg
Marco Balloni: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Balloni_Majano2014.jpg
Simone Barontini: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Barontini_Majano2014.jpg
Paolo Pennacchietti: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Pennacchietti_Majano2014.jpg
La premiazione di Linda Lattanzi: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Lattanzi_Majano2014.jpg

LINK ALLE FOTO DI MACERATA (autore Maurizio Iesari)
Lorenzo Del Gatto: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/DelGatto_Lorenzo.jpg
Elisa Palmieri: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Palmieri_SanGiuliano2014.jpg
Loris Manojlovic e Nicola Cesca: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Manojlovic_Cesca_SanGiuliano2014.jpg
La premiazione di Mario Brigida: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Brigida_SanGiuliano2014.jpg
Annalisa Torquati e Sokhona Kebe sui 200 metri: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Torquati_Kebe_SanGiuliano2014.jpg
Nadia Caporaletti: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Caporaletti_SanGiuliano2014.jpg
Ilaria Sabbatini: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Sabbatini_SanGiuliano2014.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




Master: 4 medaglie marchigiane agli europei

Due ori, un argento e un bronzo nella rassegna continentale “over 35” di Smirne, in Turchia

ANCONA – Un’altra trasferta di successo per gli atleti delle Marche ai Campionati Europei master che quest’anno si sono svolti a Smirne (Turchia) dal 22 al 31 agosto, con due medaglie d’oro, una d’argento e una di bronzo. Nella diciannovesima edizione della rassegna continentale “over 35”, riesce nell’impresa di salire due volte sul podio Giuliano Costantini (Gs Atl. Effebi Fossombrone), vincitore del triplo M65 atterrando a 11.12 (-0.1) e argento nel lungo con un salto di 5.00 (+0.5). E’ il primo titolo europeo in carriera dell’inossidabile marchigiano, pluricampione italiano in entrambe le specialità. Vittoria anche di Luigi Del Buono (Sef Stamura Ancona), che va a segno al suo debutto internazionale fra i master sui 3000 siepi M35 in 9’52”58 per coronare un stagione in cui ha già conquistato due maglie tricolori, sia nella stessa gara all’aperto che sui 3000 piani indoor. Ennesima medaglia invece per Giulia Perugini (Sef Macerata): stavolta la “signora dell’alto” è terza con 0.99 nella categoria W75.

LINK ALLE IMMAGINI
Giuliano Costantini (FotoGP): http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Costantini_Giuliano.jpg
Luigi Del Buono in azione (foto di Maurizio Iesari): http://www.fidalmarche.com/upload/2014/DelBuono_Luigi_3000siepi.jpg
Luigi Del Buono con la medaglia d’oro: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/DelBuono_Luigi.jpg
Giulia Perugini (FotoGP): http://www.fidalmarche.com/upload/2011/Perugini_Giulia.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




Emma Silvestri sul tetto d’Italia

 

L’atleta sambenedettese stabilisce la migliore prestazione italiana dell’anno sui 600 metri : 1’39”02!

 

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sabato 30 agosto a Montecassiano, in occasione del Memorial Lorenzo Leonardi, l’atleta della Collection Atletica Sambenedettese Emma Silvestri ha stabilito la migliore prestazione italiana dei 600 metri della categoria Ragazze siglando un crono d’eccezione : 1’39”02.

La prestazione ha veramente dell’incredibile considerando che la gara di Emma è stata fatta in completa solitudine in quanto il distacco con la seconda è stato di ben 15 secondi e quindi la nuova promessa del mezzofondo femminile italiano ha dovuto fare tutto da sola andando in testa sin dal primo metro ed imponendo il suo ritmo forsennato.

Emma Silvestri rappresenterà la Regione Marche, sempre nella gara dei 600 metri, nell’ambito della XXIII Edizione del Trofeo giovanile Città di Majano, gara nazionale che la vede come favorita alla vittoria.

Emma Silvestri si invola verso il traguardo sul tetto d'Italia dei 600 metri

Emma Silvestri si invola verso il traguardo sul tetto d’Italia dei 600 metri

Ottima prestazione dell’altro astro nascente della Collection Atletica Sambenedettese Sasha Caccini che, dopo un lungo stop dovuto ad una frattura della clavicola, nei 600 metri è giunto secondo con il tempo di 1’37”77, gara che ha visto un robusto miglioramento di Davide Marsicano ( 1’46”84 ) e di Emanuele Mancini ( 1’51”52 ). Terza nei 600 metri femminile è giunta la “figlia d’arte” Isabel Ruggieri, figlia del grande quattrocentista ad ostacoli Vinicio, Presidente della Collection Atletica.

I risultati del meeting di Montecassiano denotano ancora una volta il dominio regionale della società rivierasca che è in testa nella Classifica del Trofeo Cinque Cerchi, campionato regionale della Categoria Ragazzi, sia a livello maschile che femminile grazie soprattutto all’eccellente lavoro svolto dai tecnici di categoria della Collection Anna Mancini e Patrizia Bruni.   




dalla Fidal Marche

GALVAN 20.84, CHIGBOLU 23.45 SUI 200 A MONTECASSIANO
Riparte la stagione su pista con il tradizionale meeting di fine agosto

Due azzurri protagonisti al 14° Meeting Comune di Montecassiano, in provincia di Macerata. Sui 200 metri si presenta al via Matteo Galvan (Fiamme Gialle), che corre in 20”84 (+0.1) la gara nella quale ha un miglior risultato in carriera di 20”50 realizzato durante la passata stagione. Al femminile, impegnata sulla stessa distanza, Maria Benedicta Chigbolu (Esercito) eguaglia il record personale nei 200 metri con 23”45 (+0.6). Entrambi hanno fatto parte della squadra italiana ai recenti Europei di Zurigo, dove il 26enne vicentino è stato semifinalista sui 400 mentre la 25enne romana è scesa in pista nella batteria della staffetta 4×400, e si allenano a Rieti sotto la guida di Chiara Milardi. Una presenza che nobilita questa edizione del consueto appuntamento di fine agosto al polo sportivo San Liberato per la ripresa dell’attività agonistica, allestito dall’Atletica Montecassiano del presidente Luciano Camilletti con il sostegno dell’amministrazione locale.
Al secondo posto nelle gare sui 200 metri si piazzano gli allievi marchigiani Agustin Prego (Sef Stamura Ancona), che si migliora con 22”83, e Annalisa Torquati (Team Atletica Marche), quarta nella rassegna tricolore di categoria, al traguardo in 25”62. Sulla pedana del disco si impone l’ascolano Nazzareno Di Marco (Fiamme Oro) con 55.81, davanti alla promessa Ilario Santucci (Asa Ascoli Piceno) che lancia a 43.00. Assegnato il 14° Trofeo Comune di Montecassiano che premia la migliore squadra femminile al Team Atletica Marche, sodalizio nato dalla collaborazione tra Atletica Sangiorgese Renato Rocchetti, Atletica Osimo e Sacen Corridonia, davanti a Sport Atletica Fermo e Sef Stamura Ancona.
Tutta all’insegna dell’atletica la giornata a Montecassiano, perché in mattinata è andata in scena la prima edizione del Memorial Lorenzo Leonardi che ricorda un atleta del settore giovanile tragicamente scomparso quest’anno, figlio di Fabrizio Leonardi, presidente onorario del club organizzatore. Al termine di un ricco programma dedicato a cadetti (under 16), ragazzi (under 14) ed esordienti (fino ai nati nel 2008), vittoria all’Atletica Sangiorgese Renato Rocchetti nei confronti di Atletica Fabriano e Atletica Osimo.

RISULTATI (Montecassiano, 30 agosto 2014)
Uomini. 100: Enrico Nobili (Atl. Studentesca CaRiRi) 11”11 (vento +0.7); 200: Matteo Galvan (Fiamme Gialle) 20”84 (+0.1); 2. Agustin Prego (Sef Stamura Ancona) 22”83; 400: Leonardo Zucchini (Atl. Civitanova) 50”94; 1500: Jacopo Silenzi (Atl. Avis Macerata) 4’09”52; 5000: Marco Falessi (Atl. Senigallia) 17’35”35; 110hs: Damiano Simionato (Aterno Pescara) 16”34 (+0.1); asta: Matteo Flemac (Atl. Gran Sasso) 4.00; lungo: Manuel Nemo (Tam) 6.60 (+0.9); disco: Nazzareno Di Marco (Fiamme Oro) 55.81; 4×100: Sport Atl. Fermo (Gabriele Tozzi, Riccardo Mari, Lucian Chiriac, Rodolfo Sorcinelli) 45”78.
Donne. 100: Ilaria Giretti (Sport Atl. Fermo) 12”34 (0.0); 200: Maria Benedicta Chigbolu (Esercito) 23”45 (+0.6); 2. Annalisa Torquati (Tam) 25”62; 400: Rebecca Capponi (Tam) 1’01”30; 800: Martina Maria Antonini (Cus Camerino) 2’22”35; 5000: Rita Mascitti (Atl. Avis San Benedetto del Tronto) 19’46”03; 100hs: Barbara Rustignoli (Edera Atl. Forlì) 15”67 (-0.4); peso: Chiara Fagioli (Tam) 7.58; giavellotto: Silvia Del Moro (Tam) 30.65; 4×100: Sport Atl. Fermo (Dajana Flamini, Laura Brandimarte, Ilaria Giretti, Costanza Muratori) 48”56.
Cadetti. 80: Niccolò Giacomini (Sef Stamura Ancona) 9”78; 300: Michele Diletti (Atl. Recanati) 39”31; 1000: Simone Barontini (Sef Stamura Ancona) 2’51”65; peso: Alex Paolucci (Sport Atl. Fermo) 14.04; 4×100: Atl. Sangiorgese R. Rocchetti (Giorgio Olivieri, Fabio Santarelli, Giovanni Palmieri, Matteo Bernocchi) 49”90.
Cadette. 80: Elisa Maggi (Atl. Fabriano) 10”59; 300: Samira Amadel (Atl. Avis Macerata) 44”61; 1000: Caterina Paccamiccio (Atl. Amatori Osimo) 3’19”29; lungo: Martina Ruggeri (Atl. Fabriano) 5.00 (-1.0); 4×100: Atl. Fabriano (Maria Nora Conti, Martina Ruggeri, Gaia Gagliardi, Elisa Maggi) 53”95.

RISULTATI COMPLETI: http://www.fidal.it/risultati/2014/REG7085/Index.htm

LINK ALLE FOTO (autore Maurizio Iesari)
Matteo Galvan in azione a Montecassiano: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Galvan_Montecassiano2014.jpg
Matteo Galvan dopo l’arrivo: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Galvan2_Montecassiano2014.jpg
La premiazione di Matteo Galvan: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Galvan3_Montecassiano2014.jpg
Maria Benedicta Chigbolu in gara a Montecassiano: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Chigbolu_Montecassiano2014.jpg
L’esultanza di Maria Benedicta Chigbolu: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Chigbolu2_Montecassiano2014.jpg
La premiazione di Maria Benedicta Chigbolu: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Chigbolu3_Montecassiano2014.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo




Gianmarco Tamberi, 2.29 nell’Alto di Ancona


Il campione italiano assoluto protagonista nella sua città

Ancona – Brillante prestazione di Gianmarco Tamberi, che supera la quota di 2.29 in una gara di salto in alto disputata questo pomeriggio al campo Italico Conti di Ancona. Per lui una progressione priva di errori fino a quella misura: 2.14, 2.20, 2.25 tutte superate alla prima prova, poi un pregevole 2.29 alla seconda dopo un primo tentativo solo abbozzato, proseguendo con due salti non riusciti a 2.32, ma il secondo molto convincente e mancato di poco, fino all’ultimo errore a 2.34. Tanto pubblico a bordo pedana, e anche la musica ad accompagnare i salti di ogni atleta coinvolgendo gli spettatori. Il 22enne marchigiano delle Fiamme Gialle, campione italiano assoluto in carica della specialità, migliora così di tre centimetri il suo primato stagionale che era di 2.26 saltato agli Europei di Zurigo dove si è piazzato settimo nella terza finale continentale della carriera dopo i due precedenti quinti posti, ottenuti all’aperto nel 2012 e indoor nel 2013. “Era da tempo che non saltavo su queste misure”, commenta Gianmarco Tamberi che ha un record personale di 2.31 (primato italiano under 23) realizzato nel 2012, e che non superava l’asticella a 2.29 dal marzo 2013. “Non ero sicuro di essere ancora così carico mentalmente, ma ringrazio i miei amici che mi hanno sostenuto. Credo di valere ancora di più, devo riabituarmi a gestire queste misure. Per farlo ci vuole tempo e c’è bisogno di trovare la gara giusta. Il prossimo appuntamento dovrebbe essere tra pochi giorni, domenica in Olanda”. La manifestazione di oggi è stata organizzata per festeggiare il rientro post-Europei dell’anconetano di Offagna, sulla pedana in cui abitualmente si allena sotto la guida tecnica del papà Marco Tamberi nonostante le condizioni non ottimali dei sacconi di ricaduta. Nella classifica di oggi, secondo posto al carabiniere Giulio Ciotti con 2.12.

RISULTATI: http://www.fidal.it/risultati/2014/REG7572/Gara026.htm

Foto di Gianmarco Tamberi (autore Maurizio Iesari)

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




Camerino, giovani azzurri in raduno


L’Università accoglie i 37 allievi provenienti da tutta Italia

Camerino – Dal 25 al 29 agosto Camerino ospita anche quest’anno il raduno nazionale Fidal. Un appuntamento che è ormai una bella tradizione, pochi giorni dopo la conclusione di quello regionale, e che porta al centro sportivo “Sergio Sabbieti” del Cus Camerino alcuni tra i più interessanti prospetti nella categoria allievi (nati nel 1997-98) per le specialità di salti, lanci, prove multiple e marcia.
Come consuetudine gli atleti, i tecnici e i dirigenti sono stati ricevuti per la presentazione ufficiale, martedì 26 agosto presso l’Aula degli Stemmi dell’Università di Camerino. All’incontro hanno partecipato: Stefano Belardinelli e Roberto Cambriani, presidente e segretario del Cus Camerino; Giacomo Nalli, coordinatore dell’atletica leggera per il Cus Camerino; Claudio Pettinari, prorettore vicario di Unicam; Gian Mario Cingolani, delegato del rettore Unicam per lo sport universitario; Fabio Sturani, presidente Coni Marche e membro della giunta nazionale Coni; Giuseppe Scorzoso, presidente Fidal Marche; il maestro dello sport Armando De Vincentis; il vicesindaco di Camerino Roberto Lucarelli. Presente anche Stefano Baldini, direttore tecnico delle nazionali giovanili di atletica leggera, giunto a salutare i ragazzi prima di partire per Cles (Trento), sede dell’altro importante raduno estivo Fidal. Sono stati convocati a Camerino 37 atleti, fra cui il giavellottista marchigiano Simone Comini (Asa Ascoli Piceno).
“Questa continuità è un dato positivo – ha sottolineato il presidente del Coni Marche Sturani – prima di tutto perché la Fidal e i risultati dal punto di vista sportivo stanno premiando la capacità di lavoro soprattutto sul settore giovanile, quindi nuovi campioni che vengono avanti. E’ un’esperienza importante, formativa e di gruppo, grazie alla capacità della Fidal di organizzare questi incontri e alla disponibilità di Cus Camerino e Fidal Marche di essere punti di riferimento per l’atletica nazionale. Credo che questo sia un buon momento, soprattutto per seminare. I risultati si vedono e penso che si vedranno ancora di più nei prossimi tempi”
Da parte di Stefano Baldini, un auspicio: “Che questa collaborazione ormai consolidata continui ancora a lungo perché qui godiamo sempre di un’ospitalità e di una logistica particolari, che ci fanno sentire come a casa. Da qui sono passati quasi tutti i campioni di oggi e gran parte della squadra senior che ha partecipato agli Europei di Zurigo, quindi il centro estivo giovanile viene visto dai ragazzi come un bel ricordo, ma anche come un momento di formazione, di sogno da coltivare poi per poter aspirare a fare un’atletica di alto livello, e comunque di avere le possibilità di potersi esprimere al massimo”.

(ha collaborato Corrado Bellagamba – Cus Camerino)

LINK ALLA FOTO
Il gruppo dei partecipanti al raduno nazionale 2014 di Camerino: https://www.dropbox.com/s/yta9i9al0vvtf2q/RadunoNazionale_Camerino2014.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




Giochi Olimpici Giovanili, out il marciatore Brandi


Il fabrianese della Sport Atletica Fermo non termina la competizione sui 10.000 metri a Nanchino (Cina)

ANCONA – Nei Giochi Olimpici Giovanili di Nanchino (Cina) si chiude prima del traguardo la gara di Giacomo Brandi sui 10.000 metri di marcia. Il fabrianese della Sport Atletica Fermo, classe 1998, non riesce infatti a completare la prova in questa sua seconda esperienza internazionale, dopo aver conquistato la qualificazione a cinque cerchi durante i Trials europei di Baku (Azerbaigian). In terra cinese il livello è ancora più selettivo, visto che gli specialisti centro-sudamericani sono conosciuti per la tendenza a forzare i ritmi, senza vincoli tattici. Basta una manciata di minuti e dopo un paio di giri c’è già un gruppo di battistrada: una decina di ragazzi, con l’azzurro all’inseguimento, ma non finisce lì. Man mano che passano i chilometri la selezione si fa sempre più dura: particolarmente attivo il messicano Noel Chama, mentre il russo Vladislav Saraykin – oro a Baku – controlla da dietro. Ma poi la stoccata decisiva, nel finale, premia il giapponese Minoru Onogawa (42’03”64). Argento a Saraykin (42’10”95), bronzo a Chama (42’14”11).

RISULTATI: http://result.nanjing2014.org/IRS/ENG/AT/ATR173A_YO2014ATM093101ENG.htm


RINVIATO IL MEETING DI CAMERINO

il 4° Meeting Unicam Trofeo Città di Camerino, previsto sabato 23 agosto 2014, è stato rinviato per maltempo a data da destinarsi.

LINK ALLA FOTO
Giacomo Brandi (autore Giancarlo Colombo/FIDAL)

Cliccare qui per il download del comunicato

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




dalla Fidal

OLIMPIADI GIOVANILI, BRANDI IN GARA NELLA MARCIA
Il fabrianese della Sport Atletica Fermo impegnato sui 10.000 metri a Nanchino (Cina)

Un atleta marchigiano si prepara a scendere in pista nei Giochi Olimpici Giovanili di Nanchino, in Cina. Sui 10.000 metri di marcia, con partenza alle ore 13.05 italiane (19.05 locali) di domenica 24 agosto, toccherà infatti a Giacomo Brandi. Il fabrianese che difende i colori della Sport Atletica Fermo ha conquistato la qualificazione nei Trials europei di Baku (Azerbaigian) a fine maggio, poi si è laureato campione italiano allievi a Rieti. Non ha ancora compiuto 16 anni, perché è nato il 10 settembre 1998, ma in questa stagione è stato anche terzo sui 5000 metri nella rassegna tricolore al coperto under 18 di Ancona. Si allena prevalentemente a Senigallia sotto la guida tecnica di un grande interprete del tacco e punta come Carlo Mattioli, quinto nella 20 km all’Olimpiade di Los Angeles nel 1984. Il record personale di Brandi è 44’21”81 realizzato lo scorso 10 maggio a Macerata. Nella competizione a cinque cerchi in Cina troverà otto avversari con un accredito migliore, mentre al comando della lista c’è il peruviano Cesar Rodriguez (41’57”90). Diretta video sul web all’indirizzo nanjing.ovp.olympic.tv disponibile anche sull’app Olympic TV per iOS e Android.

ISCRITTI E RISULTATI: http://result.nanjing2014.org/IRS/ENG/AT/ATR173A_YO2014ATM093101ENG.htm

FOTO OLIMPIADI GIOVANILI
Giacomo Brandi (foto di Giancarlo Colombo/FIDAL): http://www.fidal.it//upload/gallery/2014/Campionati-Italiani-Allievi-Rieti-2014-giornata-1/_97Q8835.jpg



EUROPEI PARALIMPICI, KOUTIKI E LEGNANTE D’ORO
A Swansea (Gran Bretagna) lo sprinter prevale nei 400 metri, la lanciatrice domina peso e disco

da sx Koutiki, Legnante, Ficerai

da sx Koutiki, Legnante, Ficerai

Tre ori marchigiani nei Campionati europei Ipc di atletica paralimpica a Swansea (Gran Bretagna). Sui 400 metri T20 Ruud Koutiki porta a termine una gara entusiasmante con il primato personale di 49”73 (record italiano Fisdir), battendo sul traguardo il rivale di sempre, lo spagnolo Dionibel Rodriguez che per 9 centesimi di secondo si deve accontentare dell’argento. Lo sprinter 24enne di Maltignano (AP) raggiunge così la quota di 9 medaglie in carriera negli eventi internazionali: quest’anno aveva già vinto l’oro dei 400 negli Europei Inas, la rassegna continentale per atleti di alto livello con disabilità intellettivo-relazionale, ma anche tre podi nei Mondiali indoor con due ori (60-200) e un argento (400). Tesserato per l’Asa Ascoli Piceno, viene seguito negli allenamenti da Mauro Ficerai, che da quest’anno è il referente tecnico nazionale della Fisdir, la Federazione italiana sport per disabili intellettivo-relazionali, oltre che fiduciario tecnico per il Comitato regionale Fidal Marche. “Per me è una grande soddisfazione – commenta Koutiki – è la prima vittoria in una manifestazione Ipc, sono molto felice. Ringrazio il mio allenatore Mauro, tutti gli amici della Fidal e Carlo, il fisioterapista della Nazionale, che mi ha caricato prima della gara. Voglio dedicare questa medaglia alla mia nonna scomparsa pochi giorni fa. In gara pensavo a controllare lo spagnolo Rodriguez e l’ucraino Bilenko, poi all’ultima curva ho sentito che potevo dare ancora di più”. Koutiki, di origine congolese (nato a Brazzaville) ma italiano a tutti gli effetti, ha messo in campo tutto il suo formidabile talento da velocista per ipotecare obiettivi ancora più grandi: “Il mio progetto più importante è la Paralimpiade di Rio de Janeiro nel 2016, se riuscirò a partecipare”.

Alla sua prima competizione continentale, non ha rivali Assunta Legnante che si aggiudica due titoli, nel getto del peso e nel lancio del disco F11 (in questo caso accorpato alla categoria F12). La fuoriclasse napoletana, però marchigiana di adozione visto che risiede a Potenza Picena, realizza una serie di misure inavvicinabili da parte delle avversarie e fa tripletta del metallo più prezioso nel peso con 16.84, dopo aver dominato la Paralimpiade di Londra 2012 e i Mondiali di Lione 2013. Poi nel disco agguanta l’oro al primo lancio con 1068 punti e la misura di 29.91, a cui seguono 4 nulli e un discreto 29.28 all’ultimo tentativo: “Non ho lanciato bene, comunque sono arrivate le vittorie. C’è da lavorare ancora tanto, ma il gruppo di questa Nazionale è ottimo e il futuro lo sarà altrettanto. Se continuiamo a promuovere il nostro sport, più ragazzi verranno a fare atletica e nasceranno altri campioni”. Nelle manifestazioni paralimpiche sia Koutiki che la Legnante gareggiano per l’Anthropos Civitanova Marche del presidente Nelio Piermattei.

RISULTATI: http://www.paralympic.org/swansea-2014/schedule-results

FOTO EUROPEI PARALIMPICI

(foto di Giancarlo Colombo/FIDAL)

Ruud Koutiki: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Koutiki_Swansea2014.jpg
Assunta Legnante: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Legnante_Swansea2014.jpg
Ruud Koutiki, Assunta Legnante e Mauro Ficerai: http://www.fidalmarche.com/upload/2014/Koutiki_Legnante_Ficerai_Swansea2014.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




dalla Fidal

CAMERINO, GIOVANI DELLE MARCHE IN RADUNO
Allievi e cadetti nella città ducale. Sabato il Meeting Unicam, da lunedì il raduno nazionale

CAMERINO – Un momento fondamentale dell’attività per atleti e tecnici. Anche quest’anno, il raduno estivo regionale di Camerino è l’occasione ideale per impostare la seconda parte di stagione, in vista degli appuntamenti con le rassegne tricolori di ottobre. E così da mercoledì 20 fino a sabato 23 agosto oltre 80 giovani delle categorie allievi (nati negli anni 1997-98) e cadetti (1999-2000) sono impegnati nello stage organizzato dalla Fidal Marche, grazie alla collaborazione con l’Università di Camerino e il supporto del Cus e dell’amministrazione comunale di Camerino, che hanno messo a disposizione il complesso sportivo “Sergio Sabbieti”, in località Le Calvie. Nel pomeriggio conclusivo si svolgerà anche la quarta edizione del Meeting Unicam Trofeo Città di Camerino, sabato 23 allo stadio universitario Livio Luzi, con un ricco programma di gare sia assoluto che giovanile. Poi lunedì 25 si apriranno le porte del raduno nazionale, con 37 giovani “under 18” di marcia, lanci, salti e prove multiple, provenienti da ogni angolo d’Italia, che fino a venerdì 29 agosto saranno ospiti presso il campus del college “Enrico Mattei”. Dal 1999 va avanti il connubio vincente tra la città ducale e la regina degli sport, che ha scelto queste colline sullo sfondo dei Monti Sibillini come habitat ideale per gli allenamenti estivi dei giovani talenti.
Quest’anno il raduno regionale, coordinato dal tecnico Robertais Del Moro e con Pino Rosei come rappresentante del comitato Fidal Marche, prevede anche due importanti momenti di formazione: un seminario su tecnica e didattica del lancio del disco, tenuto dal maestro dello sport Armando De Vincentis nel pomeriggio di giovedì 21 agosto, e un incontro di aggiornamento sulla marcia con il giudice nazionale Giovanni Ferrari, in cui tecnici, atleti e giudici potranno visionare filmati per confrontarsi sul gesto tecnico del marciatore, nella mattina di sabato 23 agosto.

LINK ALLA FOTO dei partecipanti al raduno estivo regionale di Camerino:
https://www.dropbox.com/s/7pgcva1s2fk0czj/RadunoCamerino2014.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




Europei di Atletica Zurigo, Tamberi 7mo in finale


Primato stagionale con 2.26 per il saltatore in alto marchigiano alla rassegna continentale di Zurigo (Svizzera)

Ancona – Nella finale del salto in alto agli Europei di Zurigo, in Svizzera, chiude al settimo posto Gianmarco Tamberi. Di nuovo un piazzamento significativo a livello internazionale per il 22enne di Offagna (AN) che conferma il suo temperamento di agonista, realizzando il proprio record stagionale nell’occasione più importante con 2.26. Una misura superata al secondo tentativo, dopo aver aperto con un salto valido a 2.21 in una gara non facile, disputata sotto la pioggia intermittente come accaduto nella qualificazione di mercoledì. Poi tre prove con l’asticella posta a 2.30, l’ultima tutt’altro che disprezzabile, però senza successo. Il finanziere marchigiano (campione italiano assoluto in carica e primatista italiano under 23 con 2.31 valicato nel 2012) quest’anno aveva 2.25 come miglior risultato dell’anno, ottenuto alla fine di giugno sulla pedana di Ancona. E soprattutto il giovane figlio d’arte, allenato da papà Marco, si conferma nell’élite continentale: infatti era stato quinto sia alla precedente edizione degli Europei all’aperto (Helsinki nel 2012) che in quella indoor (Göteborg 2013). Stavolta condivide la settima posizione con l’altro azzurro Marco Fassinotti, mentre il successo va all’iridato ucraino Bohdan Bondarenko con 2.35 davanti al connazionale Andriy Protsenko (2.33), terzo l’olimpionico russo Ivan Ukhov (2.30).

“Sono arrivato fino a qui con molte difficoltà – racconta Tamberi – e la pedana bagnata non mi ha aiutato, ma sono davvero contento per aver trovato buone sensazioni. Fare 2.26 sotto l’acqua per me è stato quasi un miracolo, non so neanche come ho fatto: queste condizioni per la mia velocità di azione erano decisamente impegnative. Per me la stagione non è finita, ho iniziato tardi a causa di un infortunio invernale e andrò avanti, sono convinto di migliorare ancora in vista dei prossimi Europei indoor, a Praga nel marzo 2015. La barba? L’ho tagliata a metà come nelle altre finali: allora stavo meglio fisicamente, oggi sono riuscito a ritrovare quello che ero. E poi il pubblico mi è stato dietro fino all’ultimo salto, mi ha fatto veramente felice”.


Risultati: http://www.european-athletics.org/competitions/european-athletics-championships/2014/schedules-results/
La sezione dedicata su fidal.it: http://www.fidal.it/calendario/Campionati-Europei-su-Pista/COD4431

LINK ALLE FOTO DELLA QUALIFICAZIONE (autore Giancarlo Colombo/FIDAL)
http://www.fidal.it//upload/gallery/2014/Zurigo-2014-Campionati-Europei-di-Atletica-Leggera-2-giornata/zurig293.jpg
http://www.fidal.it//upload/gallery/2014/Zurigo-2014-Campionati-Europei-di-Atletica-Leggera-2-giornata/zurig294.jpg
http://www.fidal.it//upload/gallery/2014/Zurigo-2014-Campionati-Europei-di-Atletica-Leggera-2-giornata/zurig299.jpg
http://www.fidal.it//upload/gallery/2014/Zurigo-2014-Campionati-Europei-di-Atletica-Leggera-2-giornata/zurig289.jpg
EUROPEI, FOTO DI GIANMARCO TAMBERI IN FINALE A ZURIGO (autore Giancarlo Colombo/FIDAL)

http://www.fidal.it//upload/gallery/2014/Zurigo-2014-Campionati-Europei-di-Atletica-Leggera-4-giornata/zurig829.jpg
http://www.fidal.it//upload/gallery/2014/Zurigo-2014-Campionati-Europei-di-Atletica-Leggera-4-giornata/zurig833.jpg
http://www.fidal.it//upload/gallery/2014/Zurigo-2014-Campionati-Europei-di-Atletica-Leggera-4-giornata/zurig838.jpg
http://www.fidal.it//upload/gallery/2014/Zurigo-2014-Campionati-Europei-di-Atletica-Leggera-4-giornata/zurig839.jpg
http://www.fidal.it//upload/gallery/2014/Zurigo-2014-Campionati-Europei-di-Atletica-Leggera-4-giornata/zurig841.jpg
http://www.fidal.it//upload/gallery/2014/Zurigo-2014-Campionati-Europei-di-Atletica-Leggera-4-giornata/zurig842.jpg
http://www.fidal.it//upload/gallery/2014/Zurigo-2014-Campionati-Europei-di-Atletica-Leggera-4-giornata/zurig861.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.