Aaah che brodetto…

 

…allo chalet Stella Marina!

 

San Benedetto del Tronto, 2018-07-05 – Ottimo brodetto oggi organizzato dal mitico Middio per i suoi amici allo chalet Stella Marina.

 

 

 




Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce

Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce” presentato oggi a Palazzo Raffaello, sede Regione Marche, insieme alla collaborazione con il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e alle altre novità della XVI edizione della kermesse di Fano (5-8 luglio).

 

C’è il Mipaaf al Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce 2018

Annunciata l’importante collaborazione con il Ministero per le Politiche Agricole e Forestali per la XVI edizione in programma a Fano dal 5 all’8 luglio

 

Ancona, 2018-07-02 – Una collaborazione che profuma di mare e che mira a promuovere la pesca intelligente e compatibile, insieme a uno sviluppo sostenibile e inclusivo delle comunità che dipendono da quest’attività simbolo di un territorio e della sua storia. Il Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce (5-8 luglio 2018 / Lungomare Simonetti) di Fano annuncia oggi l’importante collaborazione con il Ministero delle Politiche Alimentari e Forestali. Il Mipaaf, grazie ai finanziamenti del Programma Operativo del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e per la Pesca (FEAMP) 2014/2020, ha deciso di sostenere la XVI edizione del Festival dedicato al piatto povero della tradizione marinara fanese.

Brodetto di pesce alla fanese

Tutti i giorni di Festival, dalle 19 alle 22, la Cavea del Lido, sarà dunque pronta a ospitare le famiglie in arrivo a Fano per far loro conoscere lo strabiliante mondo del mare, i pesci che lo popolano e l’ambiente in cui vivono. Un modo divertente ed efficace per far loro imparare a rispettare il mare e, di conseguenza, il nostro pianeta.

I visitatori del Festival, in particolare le famiglie, avranno quindi l’opportunità di affacciarsi al mondo della pesca e della marineria con “Brodetto & Kids”, nata proprio dalla collaborazione con il Ministero delle Politiche Alimentari e Forestali e allestita nella suggestiva Cavea del Lido di Fano. L’iniziativa è volta a far scoprire ai più piccoli un grande tesoro presente nell’Adriatico: il pesce, alimento prezioso soprattutto per i bambini come fonte di omega 3, proteine nobili altamente digeribili, sali minerali e vitamine.

IL SALUTO DEL MIPAAF

Nasce la collaborazione fra il Ministero delle Politiche Alimentari e Forestali e il Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce, iniziativa attenta al dibattito su temi legati alla pesca e alla cultura del mare. La Direzione Generale della pesca marittima e dell’acquacoltura, all’interno del Mipaaf, è l’autorità preposta alla gestione e coordinamento del Programma Operativo del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e per la Pesca (FEAMP) 2014/2020, che promuove la pesca e l’acquacoltura intelligenti e compatibili insieme ad uno sviluppo sostenibile ed inclusivo delle comunità che dipendono dalla pesca stessa. Alla base della strategia, che indirizza anche le iniziative promosse al Festival del Brodetto, vi è la consapevolezza che le risorse del Mare vanno salvaguardate attraverso un utilizzo sostenibile e condiviso, con programmi di gestione che utilizzino le conoscenze scientifiche a supporto dell’occupazione e dell’economia. Questo approccio deve orientare ogni settore collegato all’economia del mare, come quello agroalimentare che oggi vediamo esprimersi con tutta la sua vitalità nel contesto del Festival.

Ministero per le Politiche Agricole e Forestali

 

Brodetto di pesce alla fanese

DICHIARAZIONI

“Il Festival di Fano rappresenta un punto di riferimento importante per la stagione estiva marchigiana e tra le manifestazioni enogastronomiche più prestigiose in programma. Tutta la filiera istituzionale – dal Comune alla Regione, al Ministero – ha collaborato per il rilancio di un evento che, anche come assessorato regionale alla Pesca, vogliamo valorizzare. Il pesce è una risorsa fondamentali dei nostri mari che alimenta uno dei settori produttivi più significativi e da rilanciare dell’economia marchigiana. In un momento in cui la pesca soffre ovunque, a livello nazionale, iniziativa come questa contribuiscono a favorire una conoscenza dei problemi, a delineare soluzioni, a promuovere il territorio. Inserendo la manifestazione di Fano in un contesto regionale, favoriamo la diffusione di un’eccellenza locale tra le più peculiari e la valorizzazione dell’intero settore turistico enogastronomico regionale”.

Angelo Sciapichetti, Assessore alla Pesca Regione Marche

“Il Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce è cresciuto fino a divenire un evento di grande valore e prestigio per il settore della pesca e per la filiera ittica di Fano e delle Marche. Fano può contare su una manifestazione che fa eco a livello internazionale poiché sa valorizzare sapientemente un piatto tipico della tradizione marinara, recuperato e tornato ad arricchire i menu dei ristoranti e poiché promuove l’elevata qualità del pesce che portiamo in tavola. Un progetto fortemente attrattivo anche per il turismo: chi verrà per il Festival vivrà un’esperienza unica e saprà apprezzare tutta la bellezza delle Marche tra natura, arte e cultura. La Regione Marche riconosce il valore dell’evento e lo sostiene con convinzione”.

Renato Claudio Minardi, Vice Presidente Consiglio Regionale delle Marche;

“È stato un lavoro di squadra che ha avuto inizio lo scorso anno, proprio nella giornata inaugurale del Festival, a cui partecipò su mio invito il sottosegretario alle politiche agricole Giuseppe Castiglione. La sua presenza all’evento è stata fondamentale ed infatti quest’anno  il festival internazionale del brodetto si arricchisce di un importante riconoscimento istituzionale ed economico del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali che ha concesso un contributo importante per utilizzare proprio il festival internazionale del brodetto, quale occasione per promuovere le loro campagne istituzionali soprattutto rivolte ai bambini. Questo riconoscimento ha fatto crescere la rilevanza del Festival, la diffusione dell’importanza economica del settore della pesca, la diffusione dei valori della marineria e di quelli nutrizionali del pesce dell’Adriatico”.

Mirco Carloni, Consigliere Regione Marche

“La nostra manifestazione continua a crescere, così come l’interesse intorno alla stessa. Un risultato dovuto al lavoro degli organizzatori, della promozione fatta, dal lavoro di squadra portato avanti dagli enti locali. Negli anni il Festival si è arricchito qualificando la sua proposta d’intrattenimento, presentando nuovi appuntamenti, laboratori, convegni e comunicando a livello nazionale e internazionale la rilevanza e l’identità di un piatto tipico che contraddistingue Fano e l’intero territorio regionale. Attendiamo ora di vivere le quattro giornate dedicate al piatto simbolo della città sia come occasione turistica, sia come strumento di valorizzazione di un settore fondamentale come la pesca”.

Massimo Seri, Sindaco di Fano

“Siamo orgogliosi dei numerosi tasselli che vanno aggiungendosi al ‘Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce’ una manifestazione che continua, nel tempo, a testimoniare la rilevanza del tessuto economico legato al mondo della marineria, e al ruolo crescente che hanno eventi come il nostro, capaci di unire intrattenimento, tipicità gastronomiche del territorio ed eccellenze italiane, per intercettare la domanda turistica”.

Roberto Borgiani, Direttore Confesercenti Marche e Pier Stefano Fiorelli, Presidente Confesercenti Pesaro e Urbino

 

Brodetto & Kids – IL PROGRAMMA

L’iniziativa “Brodetto & Kids” proporrà laboratori creativi e giochi di movimento, letture sul mare e attività dedicate a grandi e piccini, per vivere i temi del Festival liberando la fantasia. Dalle 19 alle 22, in tutti i giorni di Festival (giovedì 5, venerdì 6, sabato 7, domenica 8 luglio 2018) in programma degustazioni a base di pesce e divertenti attività “su misura” dei più piccoli come: “Un mare di disegni e fotografie”, laboratorio fotografico interattivo a cura dell’Associazione Culturale Centrale Fotografia; “Pescalo, pescalo quel pesciolino”, giochi di movimento per conoscere e riconoscere gli abitanti del mare; “Mosaici tra le onde”, laboratorio creativo per bambini che prevede la costruzione libera di un mosaico con la pixel art e il riuso di materiali dell’ambiente marino; “C’era una volta il galeone…” racconti e leggende del mare, dei suoi abitanti e dei suoi esploratori.

Appuntamenti da non perdere con il professore del mare, Corrado Piccinetti, dell’Università di Bologna, che guiderà per mano il piccolo pubblico del “Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce” 2018 alla scoperta del “mondo blu” con una lezione dal titolo “Conosciamo i pesci del Mare Adriatico” sabato 7 luglio, alle ore 19.30 e domenica 8 luglio, alle ore 20.30.

clicca gli allegati: 1. Festival del Brodetto-Ministero 2. Festival del Brodetto 2018 – Presentazione 3. Festival del Brodetto 2018 – Cooking show 4. Festival del Brodetto 2018 – Gara internazionale 5. Festival del Brodetto 2018 – Le case del Brodetto 6. Festival del Brodetto 2018 – Spettacoli 7. Presentazione libri

  




San Benedetto e Fano insieme per costituire un “patto per il brodetto”

Incontro tra Piunti e Seri, auspice la Confesercenti, per dare il via al progetto dal 2019

 

Per il 2019 i comuni di San Benedetto del Tronto e Fano puntano a “fare sistema” regionalizzando il valore del brodetto, piatto tipico della tradizione gastronomica marchigiana, grazie all’importanza che assumono due grandi città del nord e del sud delle Marche che hanno nel brodetto uno degli elementi identificativi della loro cultura legata al mare.

 

E’ l’obiettivo che si sono dati i sindaci delle due città, Pasqualino Piunti e Massimo Seri, che si sono incontrati nel pomeriggio in Municipio grazie al coordinamento della Confesercenti marchigiana e picena.

“Vogliamo che il brodetto di pesce diventi un cluster turistico per le Marche, un segno distintivo in grado di costituire un volano per la promozione del valore dell’intera filiera ittica e, più in generale, dell’intero comparto turistico regionale – hanno detto i due sindaci – in questo modo puntiamo ad entrare nel brand della promozione regionale grazie alla combinazione tra la consolidata esperienza di Fano nel festival internazionale del brodetto e la capacità di San Benedetto di essere punto di riferimento in materia di pesce per un vasto territorio”.

 

Il primo obiettivo da perseguire sarà quello di coordinare i festival del brodetto di Fano e San Benedetto che, appunto dal 2019, si vorrebbe far svolgere nello stesso periodo.

San Benedetto del Tronto, 18-06-2018



La Città alla biennale gastronomica di Firenze

Proposto con grande successo il brodetto, con l’obiettivo di arrivare ad un disciplinare riconosciuto e garantito

 

San Benedetto del Tronto, 01-12-2016 – L’assessore al commercio e pesca Filippo Olivieri e il consigliere comunale Emidio Del Zompo hanno rappresentato la città di San Benedetto del Tronto alla giornata dedicata alle Marche della “Biennale gastronomica” svoltasi lunedì scorso all’auditorium di PromoFirenze, nel capoluogo toscano.

 

Titolo emblematico della giornata era “Il coraggio non trema”, dedicata alla presentazione delle eccellenze enogastronomiche della terrà marchigiana messa così a dura prova dai terremoti.

 

 

Della delegazione sambenedettese che ha partecipato all’evento, promosso da Confesercenti Toscana e Camera di commercio di Firenze, facevano parte anche Sandro Assenti, presidente di Confesercenti Turismo di Ascoli e Fermo, Elena Capriotti, direttore della Confesercenti picena, e alcuni produttori del territorio. Protagonista, insieme ad olive e pecorino, il brodetto sambenedettese, cucinato sapientemente da chef di famosi ristoranti della città, che ha scatenato l’entusiasmo dei partecipanti dal cooking show fiorentino.

 

L’assessore Olivieri, che ha portato a Firenze molto materiale promozionale della città e presentato il video “Il profumo del mare” di Giacomo Cagnetti e Rovero Impiglia (accolto da applauso e commozione), ha evidenziato come la Riviera delle Palme, e San Benedetto in particolare, non abbia esitato quando si è trattato di accogliere le persone rimaste senza un tetto: “Ciò dà anche la misura – ha spiegato Olivieri – di come la città non solo non sia stata toccata dal sisma ma sia stata considerata come sicura da coloro che stanno gestendo l’emergenza. E’ indubbiamente un momento difficile per tutto il comparto turistico marchigiano – ha però aggiunto – e noi individuiamo proprio il settore enogastronomico come uno degli elementi trainanti di un rilancio della nostra immagine che dovrà essere attuato in tempi brevi e con grande determinazione, sia sui mercati nazionali che sul quelli internazionali”.

 

“Lavoreremo per riprendere il tema della D.E.CO., la denominazione di origine comunale – ha aggiunto a tal proposito il consigliere Del Zompo – dando attuazione alle previsioni del regolamento approvato dal Consiglio comunale nel 2014 per arrivare il prima possibile ad un disciplinare condiviso del nostro brodetto, in modo che tutti coloro che vorranno seguirne i dettami possano fregiarsi di questo riconoscimento, garanzia di qualità e di legame esclusivo con il nostro territorio”




Premiato il brodetto di pesce del Ristorante “da Federico”

San Benedetto del Tronto, 2015-11-28 – L’Accademia italiana della Cucina ha assegnato il Premio Perini 2015 al brodetto di pesce del ristorante “da Federico” di San Benedetto del Tronto. L’importante riconoscimento è stato ritirato lo scorso 26 novembre, al Comune di Civitanova Marche, da Nazzareno Spinozzi che insieme al fratello Claudio e al padre Americo gestisce uno degli chalet storici e più famosi della Riviera delle Palme. “Solo dopo aver ricevuto l’invito a ritirare il premio – spiega Nazzareno Spinozzi – abbiamo scoperto che la delegazione dell’accademia di Ascoli Piceno era venuta in incognito nel nostro ristorante”.

da sx Claudio, Americo e Nazzareno Spinozzi

da sx Claudio, Americo e Nazzareno Spinozzi

La candidatura del locale è infatti avvenuta a seguito di un’attenta selezione dei ristoranti di pesce della provincia di Ascoli Piceno e con questa motivazione: “Aver mantenuto alta la tradizione dei piatti di pesce dell’Adriatico e in particolare del brodetto”.

“Un premio che mi rende davvero molto orgoglioso e che dedico a tutto lo staff del ristorante e a tutti i clienti che negli anni ci hanno rinnovato la propria fiducia – continua Spinozzi – Il ringraziamento maggiore però va a mia zia Milena Palestini, la cuoca che, provenendo da una famiglia di pescatori, ha riproposto l’antica ricetta che le aveva tramandato suo padre Americo Palestini (detto Carlà)”.

L’Accademia premia ogni anno 6 distretti nella regione Marche (Ascoli Piceno, Fermo, Macerata, 2 di Ancona e Pesaro) e il ristorante “da Federico” è arrivato primo nel distretto ascolano. Il Premio Perini è stato indetto sette anni fa dalle Delegazioni delle Marche dell’Accademia italiana della Cucina in onore di Vincenzo Perini, personalità di spicco all’interno dell’Accademia stessa, per la quale ricoprí anche il ruolo di delegato regionale.

Premiato il brodetto di pesce del Ristorante “da Federico”

Premiato il brodetto di pesce del Ristorante “da Federico”

targa

targa

 




Brodetto alla sambenedettese allo chalet Gabbiano di Cupra

Cupra Marittima – Serata all’insegna della tradizione rivierasca chalet Gabbiano di Cupra Marittima. Nella serata di giovedì 7 maggio infatti Pietro Aureli, titolare dello chalet, e il suo giovane staff, hanno proposto al pubblico la serata degustazione “Brodetto alla sambenedettese”, proprio a ridosso delle recenti polemiche a riguardo. Lo chalet Gabbiano ha realizzato un delizioso brodetto che, come afferma Aureli “deve essere composto secondo noi da dodici varietà di pesce, pomodoro verde, peperoni verdi, aceto e olio extravergine di oliva. Abbiamo cercato di rispettare la tradizione in modo abbastanza rigoroso per proporre un piatto che sia lo specchio delle radici marinare del territorio”. Dato il successo riscosso lo chalet Gabbiano riproporrà la serata Brodetto anche venerdì 12 giugno, e probabilmente diventerà un appuntamento fisso dell’estate 2015.




Aaah come è buono il Brodetto…

…al “Pinguino”!




AT torna sul luogo del “delitto”

2014-05-31 – A distanza di una settimana esatta AT torna sul luogo del “delitto” con altra banda e commette nuovamente il reato…




Aaah come è buono il brodetto…

… da Ciaschì