La Guardia Costiera sequestra tartufi e ricci di mare

OPERAZIONE REGIONALE DI CONTROLLO SUL COMMERCIO TRANSFRONTALIERO DI PRODOTTI ITTICI 

Ancona – Militari della Guardia Costiera appartenenti alle Capitanerie di porto di Ancona, San Benedetto del Tronto e all’Ufficio Circondariale marittimo di Porto San Giorgio, congiuntamente al personale della Polizia Stradale Sottosezione Autostradale di Porto San Giorgio, hanno posto in essere una complessa attività di vigilanza in materia di trasporto e commercializzazione transfrontaliera di prodotti ittici.

L’operazione, coordinata dalla Direzione Marittima delle Marche, è frutto di una intensa e complessa attività investigativa che ha permesso di approfondire il fenomeno del traffico internazionale di prodotti ittici di particolare pregio fra Croazia e Italia.

I controlli hanno portato all’ispezione di un veicolo isotermico con a bordo frutti di mare, della specie tartufi e ricci di mare, privi di qualsiasi documento che ne attestasse la provenienza, la tracciabilità e la conseguente sicurezza per il consumo umano. La violazione ha portato all’elevazione di una sanzione amministrativa pari a € 1500,00 ed al sequestro di 120 kg di tartufi di mare e 1680 ricci di mare. Sono in corso ulteriori verifiche, con il supporto del Servizio Veterinario dell’ASUR Marche 4 –  Ufficio di Porto San Giorgio – al fine di verificarne l’idoneità al consumo umano.

Sono state, altresì, individuate una serie di violazioni in materia di codice della strada che hanno portato all’elevazione di sanzioni amministrative per oltre € 5.000,00, il fermo amministrativo per mesi 3 del veicolo e la sospensione della carta di circolazione.

L’attività di controllo posta in essere ha avuto la finalità di tutelare il consumatore finale, affinché possa fare un consumo consapevole del prodotto ittico destinato alla ristorazione, nonché preservare la risorsa ittica da attività illecite di prelievo e commercializzazione.

 




Repressione di attività illecite sulla intera filiera della pesca

San Benedetto del Tronto, 2018-12-29 – A partire dalla fine del mese di novembre e per tutto il mese di dicembre, il personale della Capitaneria di porto di San Benedetto del Tronto, dell’Ufficio Circondariale marittimo di Porto San Giorgio e dell’Ufficio Locale marittimo di Cupra Marittima, ha effettuato una complessa attività di vigilanza in materia di pesca. Tale attività si ricollega all’operazione “CONFINE ILLEGALE” condotta dalla Guardia Costiera su tutto il territorio nazionale.

I controlli effettuati nell’ambito del territorio delle Provincie di Ascoli Piceno e di Fermo, hanno avuto come obiettivi primari la prevenzione e la repressione di attività illecite sulla intera filiera della pesca, dallo sbarco del prodotto ittico fino alle successive fasi di trasporto e commercializzazione, con particolare riguardo alla verifica delle informazioni che devono accompagnare tale prodotto in ogni fase commerciale – cosiddetta tracciabilità – alla repressione del fenomeno della commercializzazione di prodotto ittico allo stato di novellame, all’inosservanza delle norme in materia di corrette informazioni al consumatore finale e del rispetto della disciplina in materia di conservazione e scadenza del prodotto ittico.

Di rilievo è stata l’attività di controllo nei confronti delle unità professionali di tipo “vongolare”, con particolare riferimento al rispetto della normativa riguardante le zone di mare in cui è consentita la pesca e in merito ai quantitativi massimi di prodotto ittico pescabile consentito dalla legge.

Le sanzioni elevate in materia di pesca delle vongole sono state 9, per un totale di 21.000 euro, e il relativo prodotto ittico è stato posto sotto sequestro. Inoltre, in relazione alla gravità delle violazioni commesse, sono stati attribuiti i previsti punti sia ai titoli dei comandanti che alle licenze di pesca delle unità coinvolte. Lo stesso prodotto sequestrato, che è risultato essere di circa 450 kg, è stato successivamente rigettato, dal personale della Capitaneria di porto, nelle aree a mare di restocking, a seguito di valutazione sanitaria da parte del medico veterinario dell’Asur Marche.

Inoltre, di particolare pregio è stata l’attività investigativa che ha portato all’individuazione di un centro di stoccaggio e lavorazione di prodotti ittici.

A seguito della predetta attività è emerso che all’interno delle celle di congelamento del predetto centro erano presenti circa 1,5 tonnellate di prodotto ittico di pregio, fra cui merluzzi, triglie e sogliole, già lavorato, inscatolato e pronto per essere venduto al consumatore nel periodo delle festività, ma privo di qualsiasi documentazione che ne attestasse la provenienza, la sicurezza alimentare e la qualità dello stesso. Lo stesso prodotto è stato posto sotto sequestro.

In totale, durante l’intero periodo sono state elevate sanzioni per circa 41.000 euro e sono state sequestrate oltre 2 tonnellate di prodotto ittico.

L’attività di controllo posta in essere dal personale appartenente al Compartimento Marittimo di San Benedetto del Tronto ha avuto la finalità di tutelare da una parte il consumatore finale, affinché possa fare un consumo consapevole del prodotto ittico che acquista presso le rivendite autorizzate piuttosto che presso i ristoranti, dall’altra preservare la risorsa ittica dalla pesca indiscriminata di prodotto che provoca l’inesorabile impoverimento della fauna marina.




Babbo Natale è arrivato dal mare

San Benedetto del Tronto, 2018-12-22 – Babbo Natale anche questo anno è arrivato dal mare a bordo della slitta marina trainata da una renna anfibia, scortato da una schiera di Elfi canoisti per la gioia di grandi e piccini.

L’evento, giunto alla 4a edizione, è organizzato dalla Lega Navale Italiana di San Benedetto del Tronto in collaborazione con il Circolo Nautico Sambenedettese e la Capitaneria di Porto con il patrocinio del Comune di San Benedetto del Tronto.

Al molo Tiziano Babbo Natale ha distribuito caramelle e dolcetti poi merenda e visita al presepe artistico (molo sud). Il tutto allietato da musiche e cori natalizi.

L’arrivo di Babbo Natale dal mare!????????????????????????????????Lega Navale Italiana 22 dicembre 2018Buon Natale a tutti voi!!!???????????????????

Pubblicato da Lega Navale San Benedetto su Domenica 23 dicembre 2018

 

 

 

Ph © Simonetta Capecci
Copyright www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

 

la 1a edizione

Babbo Natale arriva dal mare

 




Babbo Natale arriva dal mare

San Benedetto del Tronto – Sabato 22 dicembre si terrà la manifestazione “Babbo Natale arriva dal mare” rinviata la scorsa settimana a causa delle condizioni meteo avverse.

L’evento, giunto alla 4^ edizione, è organizzato dalla Lega Navale Italiana di San Benedetto del Tronto, in collaborazione con il Circolo Nautico Sambenedettese e la Capitaneria di Porto, e si tiene sotto il patrocinio del Comune di San Benedetto del Tronto.

L’appuntamento, per grandi e piccini, è al Piazzale Pinguino, alla Darsena Turistica, dalle ore 17:00 alle 19:00, con il seguente programma:

– alle ore 17 e 30 arrivo di Babbo Natale al molo Tiziano, a bordo di una slitta marina trainata da una renna anfibia, scortato da una schiera di Elfi canoisti;

– alle ore 18,00 merenda e visita al presepe artistico (molo sud).

Il pomeriggio sarà allietato da musiche e cori natalizi.

 

1a edizione 2015

Babbo Natale arriva dal mare

 

 

 

 

 

 




Babbo Natale arriva dal mare (rinviata a sabato 22 dic)

Ultima ora: si comunica che per condizioni meteo marine avverse la manifestazione Babbo Natale arriva dal mare, prevista per oggi sabato 15 dicembre 2018 alle ore 17:30 è stata rinviata a sabato 22 dicembre 2018 stesso orario.

 

San Benedetto del Tronto – Il 15 dicembre 2018, presso la darsena turistica dalle 17.30 alle 19.30, si svolgerà la quarta edizione dell’evento “Babbo Natale arriva dal mare” organizzata dalla Lega Navale Italiana Sezione di San Benedetto del Tronto con la partecipazione della Capitaneria di Porto e del Circolo Nautico Sambenedettese.

Programma:
• alle ore 17.30 arrivo di Babbo Natale all’ingresso del porto, con una imbarcazione illuminata a festa raffigurante una slitta con BABBO NATALE trainata da renne (canoisti) che approderà presso il Molo Tiziano dove ad accoglierlo ci saranno i bambini a cui verranno distribuiti subito delle caramelle e dolcetti. A seguire merenda e visita al presepe del Cns (molo sud).

L’evento è stato presentato oggi in conferenza stampa ed è stato precisato che in caso di condizioni meteo avverse sarà rimandato a sabato 22 dicembre

Babbo Natale arriva dal mare

 

 

 

 

1a edizione

Babbo Natale arriva dal mare

 

 




Celebrazione Festa di Santa Barbara

San Benedetto del Tronto – Oggi 4 dicembre 2018 alle ore 8.00, presso la Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto, il Comandante – Capitano di Fregata Mauro COLAROSSI – ha presieduto la solenne cerimonia dell’alza bandiera, alla presenza dei rappresentanti delle Associazioni Nazionali Marinai d’Italia di San Benedetto del Tronto, con la quale ha dato inizio ai festeggiamenti in onore di Santa Barbara, Patrona della Marina Militare.

Nel corso della Cerimonia, dopo la lettura dei tradizionali messaggi pervenuti dalle diverse Autorità,  il Comandante Colarossi ha rivolto i suoi personali Auguri ai militari presenti ed ha evidenziato come le donne e gli uomini della Capitaneria di Porto, continuano a rappresentare un insostituibile punto di riferimento per tutti gli utenti che, a qualunque, titolo, svolgono attività marittime e portuali.

La Cerimonia dell’Alzabandiera si è conclusa con la formale consegna delle Onorificenze ottenute dal Personale militare nel corso del servizio.

Subito dopo, i partecipanti si sono recati presso la banchina antistante la sede, dove Don Giuseppe Giudici, direttore Diocesano Ufficio Apostolato del mare, ha presieduto la cerimonia religiosa di benedizione dei mezzi navali della Capitaneria di Porto.

Successivamente, alle ore 12:00, si è svolta, presso la Basilica Cattedrale Santa Maria della Marina, la celebrazione della S. Messa officiata da S.E. Mons. Carlo BRESCIANI, Vescovo della Diocesi di San Benedetto del Tronto – Ripatransone – Montalto, alla presenza delle massime Autorità civili e militari della provincia di Ascoli Piceno e della città di San Benedetto del Tronto, nonché delle molteplici Associazioni dei Marinai d’Italia, delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma provenienti dai diversi Comuni di giurisdizione.

La giornata si concluderà con il consueto momento d’incontro tra il personale militare dipendente ed i loro familiari.




L’Ammiraglio Giovanni Pettorino visita la Capitaneria di Porto

Il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino

visita la Capitaneria di Porto di San Benedetto.

 

San Benedetto del Tronto – Nella giornata di oggi, mercoledì 21 novembre, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, ha effettuato una visita istituzionale alla Capitaneria di porto di San Benedetto del Tronto.

L’Ammiraglio Pettorino, accompagnato per l’occasione dal Direttore Marittimo delle Marche, Contrammiraglio Enrico Moretti, è stato ricevuto dal Comandante della Capitaneria di porto, Capitano di Fregata Mauro Colarossi.

Nel corso della visita, il Comandante Generale ha avuto un breve ma proficuo colloquio con il Sindaco di San Benedetto del Tronto, Dott. Pasqualino Piunti, svoltosi presso l’Autorità Marittima, nel corso del quale è risultato evidente il rapporto di intensa collaborazione in essere tra le due amministrazioni, collaborazione che, consolidatasi nel tempo, ha consentito e consente di affrontare le problematiche e le tematiche portuali in modo costruttivo e sinergico.

Successivamente l’Ammiraglio Pettorino ha avuto modo di intrattenersi con il Personale della Capitaneria di porto. L’Ammiraglio ha espresso parole di sincero apprezzamento e gratitudine per il lavoro quotidianamente svolto dagli uomini e donne della locale Guardia costiera, sottolineando, in particolare, l’importanza di mantenere vivo il legame tra i militari in servizio oggi e coloro che, non più in servizio, hanno tracciato con il loro lavoro e con il loro esempio la rotta da seguire ed esortando, inoltre, tutti i militari a sentirsi sempre più parte viva e protagonista del Corpo, dei suoi valori e delle sue tradizioni.

Infine, l’Ammiraglio non ha mancato di partecipare i presenti dell’unanime apprezzamento riscosso dal Corpo e dal suo personale, sia presso le comunità locali sia presso gli organi istituzionali sovraordinati per la costante dedizione posta in essere nelle attività d’istituto, non ultima quella connessa alla salvaguardia della vita umana in mare.

Al termine della visita, il Comandante della Capitaneria di porto – C.F. Mauro Colarossi – ha espresso la propria soddisfazione per l’immagine estremamente positiva trasmessa dalla Capitaneria di porto, emersa come componente attiva della città.

 




Operazione di controllo sulla filiera della pesca delle vongole da parte della Guardia Costiera

San Benedetto del Tronto 2018-11-16 –Nei giorni scorsi, il personale della Sezione Polizia Marittima e Difesa Costiera della Capitaneria di porto di San Benedetto del Tronto ha effettuato una complessa attività di vigilanza in materia di pesca di molluschi bivalvi (vongole). Tali controlli hanno portato all’individuazione di alcune unità professionali intente a pescare a distanza troppo ravvicinata dalla costa nonché quantitativi superiori a quelli consentiti dalla normativa nazionale ed europea vigente.

I comandanti delle unità individuate sono stati sanzionati per un totale di 16.000 euro ed il prodotto ittico eccedente quello consentito è stato sequestrato. Inoltre, in relazione alla gravità delle violazioni commesse, sono stati attribuiti i previsti punti sia ai titoli dei comandanti che alle licenze di pesca delle unità coinvolte. Lo stesso prodotto sequestrato è stato successivamente rigettato, dal personale della Capitaneria di porto, nelle aree a mare di restocking, a seguito di valutazione sanitaria da parte del medico veterinario dell’Asur Marche.

La pesca delle vongole è disciplinata attraverso un piano di gestione nazionale che stabilisce, tra le altre cose, chiare regole sui quantitativi pescabili, dimensioni del prodotto e luoghi di cattura. Tali regole hanno l’obiettivo di garantire la sopravvivenza della risorsa ittica, importante sia per il comparto produttivo locale che per i delicati equilibri biologici che caratterizzano il Mare Adriatico. In particolare, la fascia di mare più prossima alla costa è quella più sensibile ai fini della riproduzione di tale specie e, pertanto, quella che merita una maggiore attenzione e tutela.

Non ultimo, le cattura illegali ed eccessive di tale risorsa sono destinate a forme di commercializzazione illecite, costituendo anche un grave danno alle economie dei pescatori che esercitano correttamente la professione.




Esercitazione marittima antinquinamento “Pollex 2018”: video, foto e slide

San Benedetto del Tronto, 2018-11-15 – Questa mattina, presso la Capitaneria di Porto, conferenza stampa relativa all’esercitazione marittima complessa “POLLEX 2018” svoltasi il giorno 13 novembre.

L’attività addestrativa, organizzata e coordinata dalla Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto, ha previsto come scenario la simulazione dello sversamento accidentale in mare  di idrocarburi, a seguito di una collisione fra un mezzo navale e la Piattaforma SARAGO MARE A situata 2 miglia a largo, nella zona di mare antistante il Comune di Porto Sant’Elpidio (FM).

L’esercitazione resa ancora più complessa dalla contemporanea simulazione di un infortunio occorso ad un marittimo presente a bordo del mezzo navale sinistrato.

Scopo dell’esercitazione quello di testare la prontezza operativa di uomini e mezzi e la capacità di coordinamento della Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto – dando così attuazione sia al Piano Operativo di pronto intervento contro gli inquinamenti marini sia la gestione di un complesso evento di emergenza sanitaria con evacuazione medica di urgenza in mare di un infortunato.

Inoltre è stato possibile verificare la capacità di risposta all’emergenza da parte della Società Edison spa, in qualità di concessionaria della piattaforma, mediante l’impiego di alcune proprie unità navali con capacità disinquinanti e di contenimento.

All’attività addestrativa hanno preso parte, oltre alle unità navali della Guardia Costiera, una motovedetta dipendente dalla Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di San Benedetto del Tronto e un equipaggio medico del 118 di San Benedetto del Tronto.

L’esercitazione ha avuto esito soddisfacente.

Il Comandante della Capitaneria di porto, Capitano di Fregata (CP) Mauro COLAROSSI, si è complimentato con tutto il personale coinvolto per l’esito dell’esercitazione ponendo l’accento sull’importanza della tutela del mare e sull’impegno che quotidianamente gli uomini e le donne della Guardia Costiera di San Benedetto del Tronto pongono in essere per preservarlo.

 

 

 




Esercitazione marittima antinquinamento “Pollex 2018”

San Benedetto del Tronto, 2018-11-12 – Si rende noto che nella giornata di domani martedì 13 novembre, nelle acque del Compartimento marittimo di San Benedetto del Tronto, a partire dalle ore 09.00, si terrà un’esercitazione marittima complessa denominata “POLLEX 2018”.

Lo scenario ipotizzato prevede la simulazione dello sversamento accidentale in mare di un quantitativo di idrocarburi, a seguito di una collisione fra un mezzo navale e la Piattaforma SARAGO MARE A situata 2 miglia a largo, nella zona di mare antistante il Comune di Porto Sant’Elpidio.

L’esercitazione sarà resa ancora più complessa a causa della contemporanea simulazione di un infortunio occorso ad un marittimo presente a bordo del mezzo navale sinistrato.

Scopo dell’esercitazione è quello di testare la prontezza operativa di uomini e mezzi e la capacità di coordinamento della Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto – dando così attuazione sia al Piano Operativo di pronto intervento contro gli inquinamenti marini sia la gestione di un complesso evento di emergenza sanitaria con evacuazione medica di urgenza in mare di un infortunato.

Inoltre, sarà possibile verificare la capacità di risposta all’emergenza da parte della Società Edison spa, in qualità di concessionaria della piattaforma, che disporrà l’impiego di alcune proprie unità navali con capacità disinquinanti e di contenimento.

Alla suddetta attività addestrativa prenderanno parte, oltre alla unità navali della Guardia Costiera, una motovedetta dipendente dalla Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di San Benedetto del Tronto e un equipaggio medico del 118 di San Benedetto del Tronto che imbarcherà sull’unità “SAR” di questo Comando.