Urbinati sul settore commercio: “Grande attenzione della regione per le imprese commerciali e le amministrazioni locali”

 

San Benedetto del Tronto, 2016-08-05 – Questa settimana la Commissione commercio, di cui è membro il consigliere Urbinati, ha espresso parere favorevole allo schema di deliberazione concernente il programma di utilizzo delle risorse destinate al finanziamento di interventi nel settore commercio.

“Con questo provvedimento la regione intende, ancora una volta, sostenere il settore del commercio che, come dimostrano anche i risultati delle graduatorie scaturite dai bandi del 2015, sta diventando uno dei pilastri dell’economia marchigiana.” dichiara in apertura Urbinati.

“Grazie a questo atto la regione assegnerà al settore commercio 800.000, 00 euro che verranno principalmente così attribuiti: 500mila euro per i progetti di riqualificazione e valorizzazione delle imprese commerciali, 100mila euro per le imprese commerciali aventi sede nei comuni sotto i 5.000 abitanti e 150.000,00 per cofinanziare il Programma Operativo Regionale (POR) Marche 2014/2020. Si sbloccheranno così altri 900mila euro circa di risorse derivanti di fondi europei che saranno destinati, in particolare, ad interventi volti alla realizzazione di progetti integrati tra i comuni e le piccole imprese operanti nei centri storici per lo sviluppo dei centri commerciali naturali.”

Urbinati ribadisce che tutto ciò è una grande opportunità per il territorio del Piceno . Non solo per le due città di riferimento quali Ascoli e San Benedetto, ma anche per gli altri comuni, sopratutto per quelli con una popolazione inferiore a 5mila abitanti.

“Essendo io stesso il relatore di questo provvedimento, posso assicurare che la suddivisione dei finanziamenti è scaturita da un attento e approfondito studio basato sulla erogazione negli anni precedenti dei fondi per il commercio sia regionali che europei.”

Tutto ciò dimostra, secondo il consigliere, una grande attenzione della Regione Marche all’ economia del territorio ed in particolare ai giovani che si inseriscono nel mondo del lavoro e a tutti coloro che, purtroppo, negli ultimi anni hanno perso il posto di lavoro.

“Faccio un invito a tutti gli amministratori del Piceno affinché attivino una puntuale informazione rivolta alle imprese, ma soprattutto collaborino per sviluppare insieme ai commercianti progetti di sostegno al commercio, al turismo e all’artigianato.




Commercio: ok 2a commissione commercio al programma 2016

 

A disposizione 800 mila euro per riqualificare le imprese del settore, potenziare gli apparati di sicurezza e incentivare lo sviluppo dei centri commerciali naturali

 

 

Ancona, 3 agosto 2016 – Parere favorevole a larga maggioranza (astenuto il consigliere Zaffiri) della II commissione “Sviluppo economico”, presieduta da Gino Traversini (Pd), al programma 2016 di utilizzo delle risorse destinate al finanziamento di interventi nel settore del commercio. A disposizione 800 mila euro che serviranno per incentivare la riqualificazione e valorizzazione delle imprese commerciali (600 mila euro, di cui 100 mila destinati in modo specifico ai comuni sotto i 5mila abitanti), finanziare interventi di potenziamento degli apparati di sicurezza delle Pmi commerciali (50mila euro) e sostenere la realizzazione di progetti integrati tra i comuni e piccole imprese operanti nei centri storici per lo sviluppo dei centri commerciali naturali (150 mila euro come cofinanziamento al Por 2014-2020).

“Con il programma di interventi 2016 si incrementano ulteriormente – spiega il relatore di maggioranza, Fabio Urbinati (Pd) – gli stanziamenti per il commercio. Ottocento mila euro ai quali vanno aggiunti i circa 900 mila che arrivano dal Por asse 3 2014-2020 sono sicuramente un’importante boccata d’ossigeno per un comparto, che analizzati i dati relativi ai bandi degli anni scorsi, si sta affermando, come nelle previsioni, uno dei settori trainanti, insieme al turismo, della nostra regione. Previsti importanti incentivi che riguarderanno giovani, disoccupati, enti locali e associazioni di categoria”.

 

Secondo il relatore di opposizione, il vicepresidente della commissione Piero Celani (FI) “800 mila euro per sostenere un settore in grave difficoltà sono una goccia in un mare di necessità”. E ancora: “I progetti per la riqualificazione e valorizzazione delle imprese commerciali in questo momento andrebbero sostenuti con ben altre iniziative e risorse. Ritengo comunque positivo il fatto che il programma pone particolare attenzione allo sviluppo dei centri commerciali naturali, tutelando così l’identità degli esercizi di piccole dimensioni”.