Bottega della Speranza: ripartono lunedì le attività gratuite per i ragazzi del cratere

Pedagogisti e insegnanti insieme, nei corsi promossi dal Laboratorio della Speranza per aiutare gli studenti ad acquisire anche un metodo di studio

Acquasanta Terme (AP) – Ripartono lunedì 8 ottobre nella Bottega della Speranza di Acquasanta Terme le attività gratuite rivolte ai bambini e ai ragazzi residente nei comuni del cratere, promosse e sostenute dall’associazione ‘Laboratorio della Speranza’.

Tra le novità di quest’anno, l’introduzione del potenziamento per singola materia dedicato ai ragazzi delle scuole medie, con un insegnante che una volta a settimana sarà a disposizione degli studenti per approfondire lo studio specifico. Il potenziamento di inglese anche per i bimbi della quarta e quinta elementare: iniziativa che risponde a una precisa necessità sollevata da molti genitori. E un pedagogista ad affiancare gli insegnanti per proporre un metodo di studio personalizzato.

Mentre il giovedì pomeriggio ci sarà la possibilità di avere consulenze psico-pedagogiche e supporto psicologico sistemico-relazionale promosse dalla cooperativa ‘Botteghe della Speranza’: incontri volti al potenziamento e al recupero individualizzato per ragazzi che hanno incontrano difficoltà sia nello studio che nei rapporti sociali (uniche attività, le consulenze psico-pedagogiche, a pagamento e su appuntamento).

laboratori

L’attività di doposcuola vedrà impegnati un docente laureato per gli ambiti disciplinari scelti: inglese, matematica e scienze, lettere (italiano, storia e geografia), e un pedagogista che lo affiancherà e curerà il metodo di studio individualizzato. “Perché per noi – spiega don Paolo Sabatini, presidente dell’associazione ‘Laboratorio della Speranza’ – ogni ragazzo è unico. Ed è importante aiutare ciascuno personalmente, ma nel gruppo, anche attraverso una figura competente proprio sul metodo di studio”.

Educatrici pedagogiste al lavoro anche con i più piccoli, nei laboratori educativi per gli alunni della scuola per l’infanzia e delle elementari, pensati per far emergere il bello e il bene di ogni bambino. Attraverso l’arte, la creatività, la musica e il gioco le educatrici faranno un percorso volto alla socialità e alla crescita integrale dei ragazzi.

Una particolare attenzione – racconta Gianluca Santo, responsabile dei corsi – è rivolta poi ai ragazzi delle medie e ai progetti aggregativi legati all’ambito dei ‘mestieri’. Continueremo come la scorsa estate il percorso per insegnare ai giovani ad esempio a riparare le biciclette, avvicinandoli in modo diverso sia allo sport, che alla manualità, al Problem solving e alla meccanica. Ma la nuova offerta formativa della Bottega della Speranza non si ferma qui perché stiamo lavorando anche ad altre attività che saranno presentate nelle prossime settimane”.

Si inizia quindi lunedì con il RE->START PARTY che dalle 17.00 aprirà la nuova stagione. Questo il programma delle attività:

Lunedì: ore 17.00 -18.30 laboratorio educativo per bambini della scuola per l’infanzia e delle scuole elementari. Ore 17.00 – 18.00 potenziamento della lingua inglese per i bambini di quarta e quinta elementare. Ore 18.00 – 19.00 potenziamento della lingua inglese per i ragazzi di prima media.

Martedì: ore 15.00 – 17.00 potenziamento Lettere per ragazzi delle medie. Ore 17.00 – 18.30 laboratorio educativo per i bambini della scuola per l’infanzia e per quelli delle scuole elementari.

Mercoledì: ore 15.00 – 17.00 potenziamento di Matematica per i ragazzi delle medie. Ore 17.00 – 19.00 attività aggregative per i ragazzi delle scuole medie.

Giovedì: Consulenza educativo-pedagogica (su appuntamento). E Supporto psicologico, sistemico e relazione (su appuntamento). Si tratta delle uniche attività su appuntamento e a pagamento.

Venerdì: 15.30 – 16.30 laboratorio educativo per bambini da 24 a 36 mesi. 17.00 – 18.30 laboratorio educativo per bambini della scuola per l’infanzia e per bambini delle scuole elementari.




Il premier Conte nelle zone terremotate delle Marche

CERISCIOLI: “PROROGARE AL PRIMO GENNAIO 2019 GLI AMMORTIZZATORI SOCIALE PER LE AZIENDE COINVOLTE DAL SISMA”

 

2018-06-11 – La sua prima visita istituzionale l’ha dedicata ai terremotati del Cento Italia, con una tappa pomeridiana nelle Marche. Dopo Amatrice e Accumuli, il premier Giuseppe Conte si è recato ad Arquata del Tronto, dove ad attenderlo c’erano il presedente della Regione Luca Ceriscioli, amministratori e autorità locali. Una visita breve, come da programma, ma intensa, ricca di significati per il futuro e la rinascita di questi territori devastati dal sisma. Ad Arquata ha visitato il villaggio delle casette di Borgo 1, entrando nelle strutture prefabbricate per verificarne personalmente le condizioni. Si è intrattenuto con i terremotati e imprenditori, dai quali sono venute richieste di vicinanza dello Stato per sostenere la ripartenza con le risorse e i progetti necessari.

“Volevo rendermi conto di persona – ha detto Conte – delle sofferenze che stanno vivendo i terremotati. Bisogna guardare al futuro con speranza. Occorre semplificare le procedure per una ricostruzione veloce. Questa prima uscita istituzionale l’ho voluta dedicare alle popolazioni terremotate per sottolineare la vicinanza del Governo alle popolazioni colpite dal sisma”.

“Noi abbiamo una proposta di legge già inviata al nuovo Governo – ha sottolineato Ceriscioli – per poter prorogare dal primo gennaio 2019 gli ammortizzatori sociali per Whirpool. Questo è uno dei dossier che ho consegnato al premier Conte insieme a tanti progetti strategici per la Regione Marche. Il rischio esuberi prospettato nel piano industriale per gli anni 2019-2021 è da scongiurare. E’ necessario un impegno immediato del governo perché le risorse ci sono: non possiamo mettere i lavoratori e i cittadini a dura prova in un territorio già gravemente colpito dal sisma. Per quanto riguarda le coperture nel decreto sisma, con 47 mln di fondi stanziati, si può includere la cassa integrazione straordinaria per le aziende danneggiate dal sisma; basterebbe una quota di queste coperture per sostenere abbondantemente la proposta di legge che estenderebbe l’accesso al caso Whirpool, dando ossigeno all’area più colpita dal sisma”