Con la Pro Loco Giulianova per Vivere Il Mare

Giulianova – Quando si vende il  turismo si vendono le emozioni. Quando vendi le emozioni ti senti  più gratificato. Noi come Pro Loco di Giulianova vogliamo far vivere queste emozioni che spesso sono la lacuna degli operatori, perché non sanno a chi rivolgersi. Ecco perché il Point Turistico. Un punto di riferimento per tutti gli operatori, turisti e cittadini. Un centro servizi di cui Giulianova aveva bisogno. Il nostro obbiettivo sarà di far conoscere Giulianova a 360 gradi. Per le sue bellezze e soprattutto la sua accoglienza e cordialità. Non è nostro compito parlare di politica, ma è nostro compito dimostrare ai nuovi amministratori la forza e la tenacia della Pro Loco. Quello che possiamo chiedere in futuro e di sostenerci perché noi siamo una realtà locale che vuole crescere insieme a Giulianova. Questo obbiettivo si può dare fornendo servizi a 360 gradi e anche noi insieme a voi torneremo ad emozionarci nel vedere il turista ripartire con tristezza e ritornare l’anno dopo ad emozionarsi nella nostra Giulianova.

Pro Loco Giulianova Vivere Il Mare
Il Presidente Luigi Valiante 




Facciamo un cinema… a Giulianova

Sabato 11 maggio a Giulianova

 

Buongiorno!

Sono ROBERTO MANZONE o ho deciso di condurre un’iniziativa per la riapertura e il rilancio del Cinema Moderno di Giulianova (TE), chiuso nel 2018.

La sala nel centro storico di Giulianova è di proprietà di un privato e purtroppo era l’ultima rimasta in tutta la costa teramana. Bisogna andare a Teramo o fin quasi a Pescara per trovare una sala aperta.

Ho deciso di agire perché ritengo che non si possa confinare il consumo di un film e di tante altre produzioni artistiche solo dentro le mura domestiche o viverlo solo come un’esperienza individuale.

Il futuro Cinema Moderno vuole diventare un progetto di qualità, durevole nel tempo e sostenibile a livello finanziario, un presidio culturale e sociale, un luogo di incontro e di confronto tra operatori di discipline diverse: arti, musica, letteratura, teatro, intrattenimento; ferma restando la sua vocazione cinematografica con rassegne, retrospettive, cineforum, proiezioni indipendenti, cinema del reale, capolavori ed anche installazioni e mostre d’arte, maratone di lettura, presentazioni letterarie, laboratori di scrittura e tanto altro.

Su mia iniziativa, è sorto un  COMITATO (vedi su facebook Comitato-Cinema-Giulianova)  per studiare il territorio, incontrarci con chi già si è operato e si sta operando in iniziative culturali e cinematografiche, aggregare idee e propositi.

E’ stata ideata la giornata di sabato 11 maggio 2019 “FACCIAMO UN CINEMA!”  (vedi cartolina allegata con il programma)

Con l’obiettivo di:

  1. Raccogliere adesione ed interesse verso questo futuro spazio di fruizione cinematografica ed artistica;
  2. Delineare un quadro del panorama culturale presente nel territorio teramano;
  3. Conoscere, incontrare e dialogare con chi in Italia, ogni giorno costruisce un progetto culturale forte, rinnovandosi costantemente e stando attendo alla sua sostenibilità economica;
  4. Costruire possibili collaborazioni ed intese con cineforum, autori e produttori indipendenti, esercenti, case di distribuzioni, cineteche, scuole di cinema, associazioni di settore, produttori e distributori, manager culturali presenti nel panorama italiano ed estero;
  5. Tracciare linee di dialogo e collaborazioni nel territorio tra singoli, associazioni e attività commerciali, soggetti pubblici e privati;
  6. Offrire a singoli imprenditori ed imprese un progetto culturale ampio ed articolato capace di diventare uno strumento ed un opportunità valida per le proprie strategie di comunicazione e di promozione;
  7. Capire dove e come reperire risorse economiche e finanziarie;
  8. Costruire insieme l’offerta culturale che può trovare più soddisfazione nel territorio e progettare nuove possibilità di incontro e di fruizione del cinema e le arti visive.

La giornata è soprattutto pensata come un’occasione per stare insieme, incontrarsi e divertirsi proponendo anche occasioni di studio, di visione, di approfondimento sul cinema.

La giornata a Giulianova si articolerà:

c/o Sala Buozzi e Cripta San Flaviano P. zza Buozzi

  • 10.00 – 11.15 Laboratorio a cura di Pietro Albino di Pasquale “Lo Sceneggiatore non è uno Scenografo
  • 11.30 – 13.00 Laboratorio a cura di Argeo Polloni e Marcello Lucadei “Dall’immaginazione all’immagine

Pausa Pranzo c/ Caffé La Cupola P.zza Buozzi

c/o La Vecchia Distilleria – Ex Confettificio – Via XXIV Maggio, 63

  • 15.30 – 19.30 Incontri, confronti e momenti di intrattenimento
  1. Il cinema che è stato
  2. Il cinema che c’è
  3. Il cinema che può esserci

Sono invitati a parlare Direttori Artistici, Manager dello spettacolo, Esercenti, Autori, Distributori, Associazioni, Imprenditori, Enti ed Istituzioni, ecc.

Nel corso del pomeriggio ci sarà lo spazio per presentare ed incontrare autori e documentaristi abruzzesi tra cui Emiliano Dante, Maurizio Forcella, Cristian De Mattheis e Marco Chiarini e tanti altri.

  • 20.00 – 21.00 Aperitivo a cura Fratò Bakery Caffè http://www.frato.it/
  • 21.15 – 22.45Film AURORA di F. W. Murnau musicato dal vivo dal pianista Lorenzo Materazzo e dal violoncellista Alan Di Liberatore.

In questa occasione verrà presentato il Progetto per il futuro Cinema Moderno di Giulianova.

Una troupe di Camon Video https://www.camonvideo.com filmerà la giornata.

Mercoledì 8 maggio alle ore 12 si terrà la CONFERENZA STAMPA c/o Il Caffè la Cupola a Piazza Bruno Buozzi, 7, 64021 Giulianova TE




da Giulianova

A seguito di una lunga e ponderata riflessione, ho deciso di rinunciare a questa competizione elettorale. 

Non sarò quindi io a contribuire, ulteriormente, ad una frantumazione delle forze in campo, che rischia di vanificare ogni progetto  per garantire un’azione amministrativa seria e necessariamente coesa. 

Ringrazio tutti coloro che in questi mesi non mi hanno fatto mancare sostegno ed apprezzamento. Auguro alla nostra Giulianova la crescita che merita, riuscendo ad esprimere tutta la potenzialità della sua ineguagliabile bellezza e del suo grande patrimonio sociale , naturale e culturale.  

Spero altresì che la competizione, per quanto sicuramente vivace, possa e debba essere condotta rispettando l’avversario politico, nella consapevolezza che ciascun candidato sindaco, per quanto con programmi e prospettive diversi, è comunque animato dall’amore per Giulianova. Lo stesso che ho sempre avuto e che continuerò ad avere.

Nausicaa Cameli




E’ Raffaella D’Egidio la nuova segretaria generale del Comune di Giulianova

Giulianova – Raffaella D’Egidio è la nuova segretaria generale del Comune in sostituzione di Daniela Marini, attualmente in servizio alla Provincia di Teramo.
La decisione è stata assunta dal commissario straordinario Eugenio Soldà dopo aver esaminato i curricula pervenuti a seguito dell’avviso di manifestazione di interesse   pubblicato il 1 marzo scorso con scadenza 11 marzo.
L’incarico potrà essere confermato o meno dalla nuova amministrazione comunale, entro 120 giorni dall’insediamento del sindaco.
La dott.ssa D’Egidio, laureata in Giurisprudenza con il massimo dei voti e la lode alla LUISS di Roma e vincitrice di borse di studio, ha seguito numerosi corsi di formazione e di specializzazione in materie giuridico-economiche ed ha ricoperto importanti incarichi presso numerosi enti. Dall’ottobre 2015 è segreteria generale di Mosciano S. Angelo e Morro d’Oro e dall’agosto 2017 anche dell’Unione “Le Terre del Sole”, ex Ambito Sociale “Tordino”, dove ha altresì riporto l’incarico di responsabile dell’area finanziaria.
Nel 2013 è stata componente esperto della Commissione di gara per l’affidamento del servizio di refezione scolastica delle scuole dell’infanzia di Giulianova

 




Giulianova, il commissario straordinario Soldà replica alle critiche

Soldà replica alle critiche: “Volevo essere un commissario ‘fantasma’ ma mi hanno tirato per la giacchetta. Il ministro Salvini mi ha mandato a Giulianova non per imbalsamare il Comune. Chi critica impugni le delibere, se vuole”.

Giulianova, 2019-03-06 – Fatto segno, da diverso tempo e da più fronti, di rilievi e critiche per le decisioni assunte, il commissario straordinario Eugenio Soldà scende in campo per dire la sua.
“Non volevo certo conquistare visibilità, che lascio volentieri ad altri”, premette   Soldà. “Mia intenzione era quella di lavorare nell’ombra, senza recare disturbo, operando nell’ambito delle mie competenze. Un commissario ‘fantasma’ insomma. Però mi tirano per la giacchetta con critiche spesso aspre, arrivando addirittura a indicare con mia grande meraviglia quali sono le mie competenze, e pertanto sono obbligato a dire la mia, anche se controvoglia”.
Il commissario straordinario interviene quindi in merito alle contestazioni ricevute su alcune questioni, dall’adesione all’ Asmel, nuova Stazione unica appaltante al posto della SUA della provincia di Teramo, al concorso  per il nuovo dirigente dell’Area tecnica con incarico triennale, al nuovo Polo scolastico. “Quando il ministro dell’Interno Salvini mi ha conferito l’incarico, non credo proprio che fosse sua intenzione farmi venire a Giulianova per imbalsamare la città. Quanto alle mie competenze”, continua Soldà, “non pensavo davvero di trovarmi di fronte a tanti giuristi esperti e raffinati. In ogni caso ho sempre ritenuto che ciascuno sia legittimato a criticare, esponendo le ragioni che formano il dissenso. Ci mancherebbe altro! Ma ritengo anche che vi sia modo e modo di avanzare le critiche. E chi le fa, specie se ha avuto incarichi di responsabilità pubblica, spero davvero che non sia stato in questi anni a scaldare la sedia o a temperare le matite. Battute a parte”, dice ancora il commissario straordinario, “ho sempre cercato di operare per il bene di Giulianova. Quindi avendo come faro solo e unicamente il bene e l’interesse pubblico. Coerentemente con la mia storia professionale di uomo delle istituzioni. Tuttavia  coloro che sono convinti che io abbia addirittura oltrepassato i limiti delle competenze fissate per legge alla mia funzione, credo sappiano, o dovrebbe sapere visto che magari aspirano a governare la città, che le delibere si possono impugnare. Sempre. Quindi chi critica lo faccia, se vuole. Basta mettere mano al portafogli e affidarsi ad un legale”.

 




A Giulianova torna il Carnevale

Giulianova – “A Giulianova il Carnevale torna in attività, con tanti commercianti, che per l’occasione, il 2 e 3 Marzo si mascherano” sono le parole di Maurizio Di Filippo dell’Associazione Culturale “Meglio Della Fantasia”, per ricordare a tutti di mascherarsi donando ai più piccoli inaspettati momenti d’allegria. Questo è importantissimo, sottolinea il Presidente dell’Associazione, perché anche da queste dimostrazioni la città può rinascere, il tessuto sociale migliorare e aumentare la speranza di altri nel far tornare belle iniziative. Il supporto è importante. Un buon inizio c’è stato con Ivan Cipolloni di InterActive Lab, il Comitato di Quartiere Annunziata, il contributo ricevuto da diversi commercianti e con chi oggi è presente nelle 250 locandine di Carnevale 2019. Tre sono gli appuntamenti e danno risalto a Giulianova tutta. Uno sforzo in più lo si chiede ancora ai commercianti, perché saranno loro, mascherandosi il 2 e 3 Marzo, a motivare ulteriormente chi ha lavorato al Carnevale oggi. Per l’occasione si dovrà inviare una propria foto in maschera al numero 3386567112 o all’email giulianovacarnevale@gmail.com. Le più belle e divertenti diventeranno cartoline di Carnevale e serviranno ad arricchire le prossime edizioni. Già dal 2020 si spera di riportare a Giulianova le sfilate in maschera, con la collaborazione di alcune Associazioni locali motivate. Nell’attesa di un riscontro, l’Associazione Culturale fa sapere, il materiale fotografico ricevuto, sarà inserito anche in altro evento in proposta, al “SAC Festival Giulianova” e si ringrazia il grafico Eugenio Iannetti per la realizzazione del logo. L’evento si propone a Luglio e uno spazio sarà dedicato al commercio locale, in particolare a chi ha aderito a Giulianova Carnevale 2019.

 




Giulianova nella Grande Guerra

Sabato 3 novembre convegno “Giulianova nella Grande Guerra”

L’Archivio di Stato di Teramo partecipa all’evento con un proprio contributo storico

Due i progetti messi in cantiere da “De Berardinis” per il 2019

Presentato L’elenco ufficiale dei 144 caduti giuliesi

 

Giulianova. Sabato 3 novembre, con inizio alle ore 18,00, in Sala “Buozzi” –parte alta della Città, si terrà il Convegno “Giulianova nella Grande Guerra”, preceduto dal ricordo solenne, da parte di un rappresentante di ogni associazione Combattentistica e d’Arma, dei 144 caduti giuliesi nella Grande Guerra. Dopo i saluti istituzionali, prenderanno la parola Carmela Di Giovannantonio, direttrice degli Archivi di Stato di Teramo e Pescara; Walter De Berardinis, Commissario per la provincia di Teramo dell’Istituto Nazionale per la Guardia d’Onore al Pantheon, che relazionerà sui 144 caduti giuliesi nella Grande Guerra; Rosita Braga, Direttore creativo Braga Print Art, la quale presenterà il progetto “Pannelli Commemorativi in ricordo dei caduti giuliesi della Prima Guerra Mondiale, e Sandro Galantini, dell’Istituto Abruzzese di Ricerche Storiche, che illustrerà la Giulianova nel 1918 durante l’ultimo anno di guerra. Presenzieranno tutte le associazioni combattentistiche e d’arma con la divisa d’ordinanza. La Croce Rossa Militare presenzierà con le divise storiche di quel periodo e oggetti datati della CRI, grazie all’interessamento del Caporal Maggiore Francesco Recinelli e il militare Gabriele Brucoli. Agli intervenuti sarà consegnato in omaggio il giornale commemorativo con tutti i nominativi dei caduti giuliesi. Cinque saranno i pannelli fotografici sulla Grande Guerra presentati dall’Associazione Nazionale Combattenti federazione di Teramo, presieduta da Leonardo Mancini.

QUESTI I NOMI, COGNOMI, ETA’ e ARMA di appartenenza, dei 144 caduti giuliesi che verranno letti nei tre giorni di commemorazione: nativi, residenti e militari di altre città italiane morti a Giulianova per la presenza dell’Ospedale Militare di Riserva e il Campo di Concentramento per prigionieri italiani rilasciati dagli austroungarici, poi sottoposti a visita medica o interrogati dagli alti comandi militari. Ricerca condotta Walter De Berardinis, Commissario dell’INGORTP di Teramo.

Abbondanza Biagio, 34 anni; Acquarola Sabatino, 34 anni; Angeloni Michele, 20 anni; Attili Alessandro, 24 anni; Barlafante Liberato, 28 anni; Bellantese Luigi, 49 anni; Borghese Giuseppe, 23 anni; Bracone Paolo, 20 anni; Brandi Abramo, 33 anni; Campanaro Francesco, 23 anni; Canzari Francesco, 38 anni; Capriotti Emidio, 25 anni; Casaccia Giulio, 35 anni; Castorani Luigi, 21 anni; Cerasari Giuseppe, 25 anni; Cerasi Divinangelo, 21 anni; Cerasi Ottavio, 24 anni; Cestarello Luigi, 19 anni; Cipolletti Attilio, 19 anni; Cittadini Novizzo, 20 anni; Cormio Domenico, 28 anni; Croce Flaviano, 31 anni; D’Ascanio Alessandro, 24 anni; D’Ascenzo Antonio, 22 anni; De Panicis Guerino, 19 anni; Decembrino Anzano, 33 anni; Del Sordo Antonio, 26 anni; Di Bonaventura Nicola, 20 anni; Di Bonaventura Umberto, 24 anni – Medaglia d’Argento al Valor Militare; Di Cesare-Merlone Pasquale, 28 anni; Di Crescenzo Vincenzo, 30 anni; Di Donato Biagio, 27 anni; Di Donato Flaviano, 26 anni; Di Gianvittorio Giovanni, 28 anni; Di Loreto Paolo, 29 anni; Di Meco Luigi, 34 anni – Medaglia d’Argento al Valor Militare; Di Odoardo Carlo, 32 anni; Di Pancrazio Giovanni, 38 anni; Di Pasquale Giambattista, 38 anni; Di Pietro Pietro, 19 anni; Di Tommaso Gaetano, 35 anni; Durante Sabatino, 19 anni, Esposito Domenico, 24 anni; Faiazza Domenico, 25 anni; Falini Francesco, 26 anni; Fortunato Vincenzo, 41 anni; Galantini Domenico, 22 anni; Galantini Nicola, 28 anni; Gargani Lancillotto, 21 anni; Gatti Giovanni, 26 anni; Giarnecchia Giovanni, 19 anni; Giordani Arduino, 22 anni; Iobbi Ottavio, 23 anni; Kelbl Jan, 39 anni; Lamolinara Antonio, 22 anni; Leone Fernando, 27 anni; Lilla Lanfranco, 21 anni; Lupidi Sante, 28 anni; Macrini Luigi, 23 anni; Maiorani Luigi, 24 anni; Manzi Carlo, 27 anni; Marchionni Giovanni, 26 anni; Mastrilli Davide, 18 anni; Mazzaufo Bernando, 38 anni; Michini Domenico, 39 anni; Moggia Giovanni, 26 anni; Montebello Acton, 20 anni; Montini Giovanni, 25 anni; Moscardelli Antonio, 19 anni; Mosciano Camillo, 20 anni; Natale Salvatore, 31 anni; Orchidea Attico, 31 anni; Palestini Tommaso, 23 anni; Parisotto Giovanni, 20 anni; Pedicone Vincenzo, 19 anni; Pedicone Luigi, 24 anni; Petrella Giacinto, 26 anni; Poltrone Luigi, 26 anni; Poltrone Gaetano, 31 anni; Pompili Giuseppe, 22 anni; Rapini Alessandro, 20 anni; Rastelli Francesco, 21 anni; Ridolfi Rinaldo, 39 anni; Rizzon Domenico, 21 anni; Rofini Domenico, 32 anni; Ruffini Luigi, 21 anni; Sabini Pasquale, 26 anni; Senatore Amerigo, 30 anni; Senatore Renato, 20 anni – Medaglia d’Argento al Valor Militare; Sistilli Giulio, 30 anni; Stacchiotti Giovanni, 23 anni; Tentarelli Cesare, 31 anni; Tini Nicola, 31 anni; Torrieri Berardo, 27 anni; Torrieri Flaviano, 34 anni; Tribuiani Alfonso, 23 anni; Tribuiani Angelo, 30 anni; Tribuiani Luigi, 27 anni; Trifoni Romolo, 20 anni; Valentini Cesare, 25 anni; Zenobli Flaviano, 35 anni. MARINA: Albani Umberto, 39 anni; Angelozzi Augusto, 38 anni; Baldini Salvatore, 22 anni; Bellaspica Luciano, 25 anni; Casaccia Luigi, 19 anni; D’Angelo Alfonso, 23 anni; Falini Francesco, 26 anni; Marà Flaviano, 23 anni; Marà Luigi, 30 anni; Zinoble Giuseppe, 22 anni. ARTIGLIERIA: Crocetti Pasquale, 30 anni; D’Errico Nicola, 19 anni; Di Ilio Luigi, 21 anni; Pagliaccetti Francesco, 19 anni; Pompili Francesco, 43 anni; Quaranta Pietro, 21 anni – Medaglia d’Argento al Valor Militare. ALPINI: Di Donato Domenicantonio, 26 anni; Marcozzi Domenico, 23 anni; Mastrilli Ferdinando, 32 anni; Rosci Antonio, 32 anni; Rossi Pasquale, 30 anni – Medaglia d’Argento al Valor Militare; Sacchini Angelo, 36 anni. BERSAGLIERI: Casano Giuseppe, 24 anni; Colla Alessandro, 27 anni; De Ascaniis Pietro, 33 anni; Scarazza Vittorio, 22 anni; SANITA’: Barretta Gilberto, 35 anni. MITRAGLIERI: Di Bendetto Gaetano, 18 anni; Di Egidio Nicola, 33 anni; Di Michele Francesco, 27 anni; OPERAI MILITARIZZATI: Roselli Vincenzo, 66 anni. AUTIERI: Federici Umberto, 19 anni – Medaglia di Bronzo; Scrivani Ernesto, 21 anni. GENIO: Di Giallorenzo Carmine, 20 anni; Pedicone Domenico, 35 anni; Piccioni Antonio, 31 anni; Sauretti Alessandro, 21 anni. GRANATIERI: Di Michele Giuseppe, 33 anni. GUARDIA DI FINANZA: Di Leonardo Alfredo, 30 anni; Giorgini Domenico, 30 anni; Lupidi Ferdinando, 25 anni; Pusceddu Pietro, 24 anni. GUARDIA DI CITTA’ – POLIZIA: Francesco Paolo Rossi, 39

La Giornata di oggi. Nonostante la fitta pioggia, Le associazioni Combattentistiche e d’Arma, hanno onorato i loro caduti con la prima giornata delle celebrazioni per ricordare la fine del Centenario della Prima Guerra Mondiale. Alla presenza delle autorità civili, militari e religiose, il Commissario Prefettizio della Città di Giulianova, Eugenio Soldà, ha presenziato alla deposizione delle due corone in onore dei caduti della 1° e 2° Guerra Mondiale ed anche, con la presenza di un drappello della Polizia di Stato, all’inaugurazione della targa alla memoria dell’agente di Polizia – già Guardia di Città di Verona – Francesco Paolo Rossi. Poi il corteo si è diretto all’interno del Duomo di San Flaviano dove l’Associazione Nazionale Artiglieri, guidata dal Presidente provinciale della sezione Teramo-Giulianova, il Ten. (riposo) Rosario Cupini, ha ufficialmente insignito il proprio labaro della Medaglia d’Argento al Valor Militare, appartenuta all’Artigliere Pietro Quaranta (Artigliere del 30° Reggimento, nato a Giulianova il 22 novembre 1894 e morto a Oppacchiasella – ospedale militare numero 060 il 3 novembre 1916 – la sua famiglia poi si trasferì a Mosciano). Prima della fine della Santa Messa, officiata da Don Enzo Manes, tutte le Associazioni d’Arma hanno letto i nomi dei 144 caduti giuliesi della 1° G.M. Distribuiti circa 200 cartelline storiche realizzato grazie alle ricerche di Walter De Berardinis.

 




Giulianova, il sindaco Francesco Mastromauro si dimette

Giulianova – Il sindaco si dimette per rappresentare il progetto progressista civico solidale alle  regionali. “Scendo in campo con volontà, determinazione, attenzione al territorio e portando in dote un’esperienza amministrativa che ha consentito di conseguire risultati importanti. Il progetto regionale deve essere caratterizzato da discontinuità e da unità”.

Conferenza stampa oggi, 6 ottobre, del sindaco Francesco Mastromauro nella quale, sciogliendo le riserve, ha annunciato la sua candidatura alle regionali rassegnando le dimissioni da primo cittadino.
“Oggi è un giorno per me non facile, sia per la scelta presa e sia perché proprio questo 6 ottobre mio padre, se fosse in vita, avrebbe compiuto 90 anni. Per cui questa giornata, densa di emozioni, la dedico a mio padre e a mia moglie Alessia, che con tutti i collaboratori mi è stata vicina in questi dieci anni bellissimi e pure difficili, caratterizzati da un lavoro costante, assorbente, dove moltissimo è stato fatto”.
E in proposito il sindaco ricorda una serie di primati che hanno fatto svettare Giulianova in cima alle classifiche provinciali e regionali in molteplici settori. In quello turistico ha ricordato i recentissimi dati dell’estate 2018, +8,4% di arrivi e  +10,4% di presenze rispetto al 2017, la migliore performance rispetto alle altre località costiere della provincia teramana. E poi la conquista di Bandiera Blu, Bandiera Verde, delle Vele di Legambiente, l’inserimento nei Borghi storici marinari d’Abruzzo e le Spighe Verdi, con Giulianova nel 2017 prima e unica in Abruzzo ad averle conquistate e confermate quest’anno. Importante anche il ritorno nel 2015 del Frecciabianca che da quest’anno fermerà anche nel periodo invernale.
Altro settore in cui la città brilla nello scenario regionale riguarda le scuole. Giulianova è l’unica città in provincia, e tra le poche in Abruzzo, ad avere effettuato tutte le verifiche di vulnerabilità sismica. In dieci anni il Comune ha impegnato risorse per oltre 7 milioni di euro per opere di miglioramento sismico, di ristrutturazione, di adeguamento alle normative antincendio e di messa in sicurezza.
Particolare accento è stato posto da Mastromauro sull’aspetto della solidarietà. Quella giuliese è l’unica amministrazione comunale ad aver attuato nel 2014 il taglio del 50% delle indennità di sindaco, assessori e presidente del consiglio con realizzazione di un fondo di solidarietà che dal 2014 ha erogato circa 390.000 euro per far fronte alle esigenze del segmento più vulnerabile della popolazione.
Altro punto di orgoglio è l’ambiente. Il sindaco ha ricordato che a Giulianova nel nel 2012 la raccolta era al 67,27%, salita nel 2018 al 74,71% con aumento in un anno del +4,75%. Cifre che hanno posto la città ai primissimi posti in Abruzzo. Ricordati anche la conquista di Comune riciclone nel 2012, l’apertura dell’Ecocentro comunale, l’inserimento nei Comuni ecocampioni e come la città sia stata la prima in Abruzzo  ad aver iniziato il percorso Rifiuti Zero con l’ingresso nella Rete Nazionale il 29 dicembre 2011. Nel 2016, inoltre, ha conquistato il primato in provincia nella raccolta di carta e cartone ma anche nel riciclaggio e nel recupero degli imballaggi in plastica.
C’è poi la mobilità sostenibile, con Giulianova, peraltro insignita lo scorso anno  della Bandiera Gialla della FIAB, primo Comune abruzzese ad aver utilizzato i fondi messi a disposizione per il progetto Bike to Coast, ed il social housing, con 18 nuovi alloggi di edilizia sociale in via Bellini, ormai prossimi all’ultimazione, che verranno assegnati a canone concordato con apposito bando pubblico.
“Scendo quindi in campo – prosegue il sindaco – con volontà, determinazione, attenzione al territorio e portando in dote un’esperienza amministrativa che ha consentito di conseguire risultati importanti facendo di Giulianova un punto di riferimento per il centro-sinistra. Il progetto progressista civico solidale, cui sono stato chiamato a partecipare, deve essere caratterizzato da discontinuità e da unità, con una coalizione forte e con le migliori espressioni dei territori perché in questa Regione c’è molto da fare e molto intendiamo fare: dal social housing, all’ambiente; dalle politiche turistiche all’edilizia scolastica, alla sanità”.
Sarà l’attuale vicesindaca, Nausicaa Cameli, a guidare l’amministrazione sino al 26 ottobre, data in cui le dimissioni diverranno irrevocabili.

 




I Comitati di Quartiere Annunziata e Lido chiedono al più presto un’assemblea sull’area ex-Sadam

Comunicato stampa congiunto del Comitato del Quartiere Annunziata e del Comitato di Quartiere Lido sulla situazione dell’ex Sadam

GIULIANOVA – I presidenti dei Comitati di Quartiere Annunziata e Lido, Antornio Fusaro e Grazia Corini, prendono atto e ringraziano il Sindaco Francesco Mastromauro per l’impegno assunto a convocare un’assemblea pubblica, come vige nel regolamento comunale sulla democrazia partecipativa, e ci rallegra che questa convocazione fosse nei suoi propositi.

Meno comprensibili appaiono ripetute e velate accuse di disinformazione che forse sono rivolte a partiti di opposizione, ma comprese in un riscontro a noi rivolto. Sono questioni che riguardano i rapporti fra partiti che non sfiorano l’operato dei comitati da noi rappresentati. In questa veste e per questi motivi abbiamo solo sollecitato il funzionamento di un istituto di democrazia previsto dal regolamento comunale e che dovrebbe essere attivato, puntualmente, ogni mese. Il tutto per rendere informati e partecipi i cittadini delle scelte dell’Amministrazione comunale su una questione molto importante come il recupero dell’aera ex-Sadam.

Ci aspettiamo che l’assemblea preannunciata dal Sindaco sia convocata al più presto secondo le modalità previste dal regolamento che, puntano al ruolo attivo dei cittadini.

Rivolgiamo un appello al Sindaco ed a tutte le forze politiche perché quest’assemblea non si trasformi in una palestra di scontro fra partiti, ma garantisca ai cittadini informazioni, elementi conoscitivi e spazi sufficienti per esprimere opinioni e chiarire i dubbi.

il Presidente del Comitato di Quartiere Annunziata Antonio Fusrao

il Presidente del Comitato di Quartiere Lido Grazia Corini

 

 




da Giulianova

2018-09-01

Settembre al Polo Museale Civico di Giulianova: aperture, visite e laboratori didattici.

Prosegue per il mese di settembre l’impegno dell’amministrazione comunale, a favore di turisti e residenti, per la conoscenza del patrimonio culturale di Giulianova. “I nostri Musei civici assieme alla cooperativa “Virate” – dichiara la vicesindaco con delega alla Cultura Nausicaa Cameli – continueranno infatti ad offrire nuove occasioni per comprendere il patrimonio artistico conservato nelle sezioni museali dislocate nel centro storico, ma anche di quello diffuso nel cuore della parte alta e storica della Città, primo esperimento di nuova fondazione del Rinascimento”.
Il Punto informazioni e accoglienza in piazza Buozzi, davanti al Duomo di San Flaviano, continuerà a fornire indicazioni sui servizi del Polo e sui percorsi per scoprire il territorio, secondo i seguenti orari.  Dal 1 al 16 settembre: il lunedì ore 10-12; dal martedì al venerdì ore 10-12,30/17,30-22; sabato e domenica: ore 10-13/17,30-22;
dal 21 al 30 settembre: dal martedì al giovedì 10-12,30; venerdì e sabato 10-12,30/16-20; domenica 16-20.
Le sezioni di scultura, divise tra la Sala “Raffaello Pagliaccetti”, insigne scultore dell’Ottocento, e la Cappella gentilizia De Bartolomei, entrambe in Piazza della Libertà, saranno invece aperte al pubblico il 1 e 2 settembre, dalle ore 21 alle 23, e dall’8 al 15 settembre, il sabato e la domenica dalle 16,30 alle 19,30.
La sezione archeologica nel Museo “Torrione La Rocca” in via del Popolo, sarà visitabile dal 1 al 9 settembre, dal martedì alla domenica, dalle ore 21 alle 23, e dal 15 al 30 settembre, il sabato e la domenica, dalle 16,30 alle 19,30. Inoltre fino al 9 settembre presso il Torrione sarà ancora esposta una installazione dell’artista Luca Farina nell’ambito della mostra personale “Luca Farina frammenti di grazia”, in collaborazione con il Museo d’arte dello Splendore.

Proseguono inoltre le “Passeggiate nell’antica Giulia”, visite guidate gratuite del Centro Storico e dei Musei Civici su prenotazione ( 0858021290 – museicivici@comune.giulianova.te.it): tutti i sabato di settembre, ritrovo ore 17.30 presso il Punto Informazioni e accoglienza del Polo Museale Civico in Piazza Buozzi.
Infine, a grande richiesta, continuano i laboratori didattici per bambini da 6 a 11 anni, su prenotazione: “La città con i piedi d’argilla” a cura di Noemi Caserta, esperta in didattica della scultura, tutti i venerdì alle ore 18 nella sala didattica del Punto Accoglienza in piazza Buozzi, e “Il piccolo archeologo”, a cura di Irene Lattanzi del G.A.M.A. Gruppo archeologico del Medio Adriatico, tutti i lunedì alle ore 18 presso il Museo civico archeologico. Informazioni e prenotazioni: 0858021290 – museicivici@comune.giulianova.te.it.

Aggiornamenti su ulteriori iniziative del Polo Museale giuliese su www.giulianovaturismo.it e sulla pagina facebook “Polo Museale Civico Giulianova”.