Vincitori del concorso “Il territorio e le sue tradizioni: luoghi, piatti e gente di mare”

 

Il concorso “Il territorio e le sue tradizioni: luoghi, piatti e gente di mare”

e i vincitori delle Scuole Pubbliche del Comune Pedaso

Promozione e Comunicazione della Pesca e dell’Acquacoltura Sostenibili”

PO FEAMP 2014-2020 – Regione Marche 

Il Concorso “Il territorio e le sue tradizioni: luoghi, piatti e gente di mare” è una delle iniziative del progetto di “Promozione e Comunicazione della Pesca e dell’Acquacoltura sostenibili”

della Regione Marchesostenuto dai Fondi Europei FEAMP 2014-2020 e R. Marche

e condotto nelle Scuole Pubbliche del Comune di Pedaso

in collaborazione con la Partners In Service srls titolare del CEA “Ambiente e Mare” R. Marche

Pedaso – Il Concorso è stato avviato il 9 febbraio 2018 e ha coinvolto le scuole pubbliche di Pedaso: Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado “L. da Vinci”.

Sono tre gli eventi che hanno animato il progetto regionale di “Promozione e Comunicazione della Pesca e dell’Acquacoltura sostenibili” D.D.P.F 13/2017 del 25.07.2017, DGR n. 782/2016 PF ECONOMIA ITTICA Servizio Attività Produttive, Lavoro e Istruzione Regione Marche, PRIORITÀ 5 MISURA 5.68 lettera g): Misure Connesse Alla Commercializzazione (Art. 68 reg (UE) N.508/2014), PO FEAMP Italia 2014-2020. Due di essi hanno visto protagoniste le scolaresche, ovvero il Concorso Il territorio e le sue tradizioni: luoghi, piatti e gente di mare” e i Laboratori Educativi realizzati grazie alla stretta collaborazione tra il CEA “Ambiente e Mare” e i pescatori della Piccola Pesca di Pedaso.

L’Amministrazione Comunale ha partecipato in prima linea al progetto nelle persone del Sindaco Vincenzo Berdini, dell’Assessore Maria Grazia D’Angelo con delega alle Politiche Sociali, Sanità, Servizi Scolastici, Pari Opportunità e Rapporti con le Associazioni e della Consigliera Paola Faggiani.

L’obiettivo perseguito nei confronti della cittadinanza, delle famiglie e in particolare delle scolaresche, è stato di sensibilizzare verso scelte di consumo sostenibili a vantaggio dell’ambiente e delle piccole economie locali.

Il Concorso è stato proposto a tutte le Scuole Pubbliche di Pedaso e grazie alla collaborazione degli insegnanti i bambini hanno avuto l’opportunità di approfondire temi quali il rapporto tra uomo e mare, i vantaggi di un’alimentazione sana e sostenibile, le specie ittiche e le rispettive stagioni, con l’obiettivo di contribuire alla formazione di cittadini responsabili ed informati.

Il tema delle “tradizioni legate al territorio” è stato affrontato in piena libertà compositiva con il solo vincolo di rispettare gli obiettivi del concorso, ovvero favorire un territorio ricco di storie, di immagini, di risorse da far emergere e tramandare. Tra tutti si sono distinti i seguenti elaborati:

Scuola Primaria, classi 4°A e 4°B, referente del concorso il docente Cristiano Mangano, insignita del premio “Città di carta” per aver realizzato: la classe 4°A e 4°Buno scorcio tridimensionale di Pedaso interamente in carta che mostra il Lungomare dei Cantautori da un originale e coloratissimo punto di vista, con i suoi scogli in rilievo, la ferrovia, le case e una grossa ancora in primo piano che sembra voler ancorare l’intero borgo al mare. La classe 4°B per il suo album di disegni e vignette che mostra il legame quotidiano tra ciascun bambino e il mare.

Scuola dell’Infanzia insignita del premio “Città d’acqua” referente del concorso la docente Veneranda Paola che ha coinvolto tutte le sezioni nella realizzazione di disegni acquerellati, favorendo il legame sensoriale tra il mare di Pedaso e l’acqua che ha animato i colori e guidato i pennelli.

Scuola Secondaria di Primo Grado “L. Da Vinci” insignita del premio “Città d’inchiostro” referenti del concorso i docenti Piergiorgio Cinì per la classe 1°B e Alessia D’Adamo per la classe 1°A. Gli alunni della 1°B hanno realizzato un tributo in versi dedicato al Mare e alle sue tante sfaccettature: fonte d’ispirazione, pauroso, quieto, consolatore, “Il Mare di Pedaso” come lo percepiscono i ragazzi e mai uguale a se stesso. La classe 1°A ha realizzato un prezioso catalogo sui pesci locali, una specie di bestiario delle specie più utilizzate nella cucina tradizionale e per questo arricchito da ricette del patrimonio familiare.

Obiettivo del percorso educativo, conclusosi con il concorso, è stato quello di sensibilizzare tutte le categorie di utenti (istituzioni, scuole, famiglie) ad un’alimentazione bilanciata, dove il pesce fresco locale e quindi sostenibile abbia un’adeguata rilevanza, abbracciando anche i temi della tutela e della valorizzazione dell’ambiente marino come risorsa indispensabile per l’uomo.

Al centro del Progetto presentato dal Comune di Pedaso in collaborazione Partners In Service srls titolare il CEA “Ambiente e Mare”, riconosciuto R. Marche la volontà di sensibilizzare le istituzioni e la comunità verso la sostenibilità a partire anche dai piccoli gesti quotidiani, come la scelta e il consumo di pesce locale secondo stagione.

Barbara ZambuchiniBiologa Nutrizionista, Responsabile Partners in Service titolare del CEA “Ambiente e Mare” R. Marche sottolinea l’obiettivo del progetto: “Sensibilizzare, gli studenti, la cittadinanza e i turisti a stili di vita e consumo sostenibili, nel rispetto della cultura territoriale, del Mare e delle sue stagioni, per una maggiore attenzione alla provenienza locale del pescato e a tutte le pratiche sostenibili in Adriatico, orientare la cittadinanza, in particolare i giovani e le famiglie, sui temi della biodiversità e del consumo consapevole nel rispetto della stagionalità e dell’ecosistema, prediligendo il pesce azzurro e le specie povere e massive sostenibili, pescate in Adriatico (a chilometro zero) o allevate nella Regione Marche”.

Il concorso, unitamente agli altri eventi del progetto, è stato inserito tra le iniziative della Settimana UNESCO di Educazione alla Sostenibilità 2017 promossa dal CNES AGENDA 2030 (il Comitato Nazionale per l’Educazione alla Sostenibilità della Commissione UNESCO) http://www.unesco2030.it/.

Si ringraziano per la preziosa collaborazione: l’Associazione Accademia della Cultura e del Turismo sostenibile, il Flag Marche Sud, e Associazioni della Pesca quali il Co.Ge.Pa. (Consorzio di Indirizzo, Coordinamento e Gestione tra Imprese della Piccola Pesca Artigiana), la Piccola Pesca di Pedaso e Mitilpesca Soc. Cooperativa.

Di seguito le foto dei lavori insigniti dei premi:

Foto. 1 Scuola Primaria – classe 4°A e 4°B- referente del Concorso il docente Cristiano Mangano 

Foto. 2 Scuola Primaria – classe 4°B – referente del Concorso il docente Cristiano Mangano

Foto. 3 Scuola dell’Infanzia – classi I-II-III – referente del Concorso la docente Paola Veneranda

Foto. 4 Scuola Media “L. Da Vinci” – classe 1°A – referente del Concorso la docente Alessia D’Adamo

Foto. 5 Scuola Media “L. Da Vinci” – classe 1°B – referente del Concorso il docente Piergiorgio Cinì

 




I piatti e i pesci della tradizione culinaria locale

Il concorso “I piatti e i pesci della tradizione culinaria locale” e i suoi vincitori nelle scuole pubbliche di Falconara Marittima

Promozione e Comunicazione della Pesca e dell’Acquacoltura Sostenibili” PO FEAMP 2014-2020 – Regione Marche 

Il Concorso “I piatti e i pesci della tradizione culinaria locale” è uno dei tanti tasselli del progetto di Promozione e Comunicazione della Pesca e dell’Acquacoltura sostenibili” della Regione Marche sostenuto dai Fondi Europei FEAMP 2014-2020 e R. Marche e condotto nelle Scuole Pubbliche del Comune di Falconara Marittima in collaborazione con la Partners In Service srls titolare del CEA “Ambiente e Mare” R. Marche

Falcona Marittima – Il Concorso è stato avviato il 20 dicembre 2017 parallelamente agli altri due eventi che caratterizzano il format del progetto è stato voluto dall’assessore Stefania Signorini, Comune di Falcona Marittima, nell’ambito dell’Assessorato alle Politiche Culturali e Turistiche, Scolastiche – Giovanili e Biblioteca, che ha attivato un percorso di “Promozione e Comunicazione della Pesca e dell’Acquacoltura sostenibile”, D.D.P.F 13/2017 del 25.07.2017, DGR n. 782/2016 PF ECONOMIA ITTICA Servizio Attività Produttive, Lavoro e Istruzione Regione Marche, PRIORITÀ 5 MISURA 5.68 lettera g): Misure Connesse Alla Commercializzazione (Art. 68 reg (UE) N.508/2014), PO FEAMP Italia 2014-2020.

L’obiettivo è sensibilizzare la cittadinanza, le famiglie e in particolare i bambini, per questo l’imprescindibile tappa a scuola con il Concorso, ad abbracciare scelte di consumo sostenibili a vantaggio dell’ambiente e delle piccole economie locali che affondano le proprie radici nella tradizione e nella storia dei borghi marinari delle Marche.

Il Concorso, rivolto a tutte le Scuole Pubbliche del Comune di Falconara Marittima, dall’Infanzia sino alla Secondaria di Primo Grado, si è concluso il 9 marzo 2018 e ha visto protagoniste le seguenti scuole: l’ISC Raffallo Sanzio con la Scuola dell’Infanzia “Zambelli” e la Primaria “G. Marconi” e l’ISC Centro con la Scuola dell’Infanzia “Peter Pan”. Grazie alla collaborazione delle insegnanti i bambini hanno giocato e imparato, approfondendo temi quali il rapporto tra uomo e mare, i vantaggi di un’alimentazione sana e sostenibile, le stagioni e le specie ittiche, con l’obiettivo di contribuire alla formazione di cittadini informati e responsabili.

Il tema della “cucina” è in voga in TV, dove ultimamente il “gourmet” la fa da padrone, in contrapposizione con la semplicità e la genuinità delle ricette che le scuole hanno voluto rappresentare, in linea con gli obiettivi progettuali. Una semplicità originale, tenera, che accarezza lo sguardo con colori pastello, tinte sgargianti, sagome di pesci, tracce di mitili, in una fusione tra tavola, famiglia e natura. Tra tutti si sono distinti in particolare i seguenti elaborati:

Scuola Primaria “G. Marconi”- classe 3°A – referente del Concorso la docente Serena Tiberio (Via Zambelli, Falconara Marittima) insigniti del premio: “Il meglio del mare”, per aver rappresentato gli elementi del mare

in chiave sensoriale, non solo attraverso le conchiglie trovate e rese protagoniste, ma utilizzando anche il linguaggio braille, ergendo così un ponte di comunicazione per mostrare il mare a chi è precluso.

Scuola dell’Infanzia “Peter Pan” – sezione dei 5 anni – referente del Concorso la docente Stefania Carloni (Via G. Leopardi 8, Falconara Marittima) come: “Migliore lavoro ecologico”, per l’originalità con cui una serie di materiali di recupero, tra cui il sughero, sono stati assemblati a formare un pentolone che ribolle di “Brodetto Anconetano”.

Scuola dell’Infanzia “Zambelli” – sez. I, II, III – referente del Concorso la docente Leda Vernali (Via Zambelli, Falconara Marittima) insignita del: “Premio promozione del consumo del Pesce Azzurro”, per il suo lavoro sulle Sardine scottadito.

Obiettivo del percorso educativo, conclusosi con il concorso, è stato quello di sensibilizzare tutte le categorie di utenti (istituzioni, scuole, famiglie) ad un’alimentazione bilanciata, dove il pesce fresco locale e quindi sostenibile abbia un’adeguata rilevanza, abbracciando anche i temi della tutela e della valorizzazione dell’ambiente marino come risorsa indispensabile per l’uomo.

Al centro del Progetto presentato dal Comune di Falconara Marittima in collaborazione con il CEA “Ambiente e Mare” R. Marche la volontà di sensibilizzare le istituzioni e le comunità verso la sostenibilità e mostrare come sia possibile uno stile di vita sostenibile attraverso piccoli accorgimenti quotidiani: prediligere il pesce povero locale, la filiera corta, salvaguardare la spiaggia e il mare.

Il concorso, unitamente agli altri eventi del progetto, è stato inserito tra le iniziative della Settimana UNESCO di Educazione alla Sostenibilità 2017 promossa dal CNES AGENDA 2030 (il Comitato Nazionale per l’Educazione alla Sostenibilità della Commissione UNESCO) http://www.unesco2030.it/.

Si ringraziano per la preziosa collaborazione: l’Associazione Accademia della Cultura e del Turismo sostenibile, l’Organizzazione Produttori Pesce Azzurro Ancona e l’Associazione Produttori Pesca Ancona.

Foto dei lavori insigniti dei premi:

 




Grande successo per la passeggiata ecologica “Pedaso: impronte di mare verso il faro e gli astri”

Promozione e Comunicazione della Pesca e dell’Acquacoltura Sostenibili”

PO FEAMP 2014-2020 – Regione Marche

Momento cruciale è stata la visita al Faro nell’evento organizzato dal

CEA “Ambiente e Mare”, R. Marche – Partners in Service srls

PEDASO – Ha riscosso grande successo la passeggiata ecologica “Pedaso: impronte di mare verso il faro e gli astri” voluta dal Comune di Pedaso nell’ambito del progetto “Promozione e Valorizzazione della Pesca e della Acquacoltura Sostenibile” della Regione Marche, svoltasi venerdì 23 marzo e parte della programmazione FEAMP 2014-2020 (Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca) con l’obiettivo di promuovere un’economia del mare sostenibile, legata in particolare alla piccola pesca e al pesce povero e massivo, pescato o allevato nella Regione Marche.

L’itinerario a piedi ha coinvolto principalmente le scuola media e la cittadinanza di Pedaso. L’incontro è stato alla Contea dei Ciliegi per scendere dalla collina del monte Serrone verso una tappa obbligatoria, lo storico Faro marittimo di Pedaso, un Faro d’altura, dove è stato possibile visitare anche l’interno, e senza distogliere lo sguardo dal mare si è percorsa la camminata dei Cantautori per raggiungere il Villaggio della Piccola Pesca adagiato vicino alla foce dell’Aso dove i pescatori sono intervenuti con i loro preziosi aneddoti sulla vita in Mare. La passeggiata ecologica giunge al culmine di un percorso sulla sostenibilità della pesca che invita i cittadini ad essere attenti alle proprie scelte d’acquisto, affinché vengano prediletti pesci poveri e massivi, pescati o allevati nella regione Marche nel rispetto della stagionalità e del mare.

Presene il vicesindaco di Pedaso Carlo Maria Bruti che ha sottolineato l’importanza dello storico Faro, realizzato nel 1887 e simbolo della cittadinanza e l’economia pedasina legata da sempre alla piccola pesca.

L’Assessore Maria Grazia D’Angelo con delega alle Politiche Sociali, Sanità, Servizi Scolastici, Pari Opportunità e Rapporti con le Associazioni ha evidenziato l’importanza dell’iniziativa: Siamo felici di aver aderito a questo progetto perché lo riteniamo importante per valorizzare il territorio, far conoscere le bellezze del nostro territorio e raccontare ai più giovani la storia del loro paese e dei loro antenati”.

Inoltre in rappresentanza del Villaggio della Piccola Pesca era presente Basilio Ciaffardoni alias “Cozzaro nero”, vicepresidente del Co.Ge.Pa (Consorzio Piccola Pesca), Francesco Ciarrocchi, che hanno spiegato le varie tecniche di pesca della piccola pesca e l’importanza del consumo locale a km 0, grazie alle presenza delle pescherie gestite direttamente dai pescatori.

Barbara Zambuchini – Biologa Nutrizionista, Responsabile Partners in Service titolare del CEA “Ambiente e Mare” R. Marche sottolinea l’obiettivo del progetto: “Sensibilizzare, gli studenti, la cittadinanza e i turisti a stili di vita e consumo sostenibili, nel rispetto della cultura territoriale, del Mare e delle sue stagioni, per una maggiore attenzione alla provenienza locale del pescato e a tutte le pratiche sostenibili in Adriatico, orientare la cittadinanza, in particolare i giovani e le famiglie, sui temi della biodiversità e del consumo consapevole nel rispetto della stagionalità e dell’ecosistema, prediligendo il pesce azzurro e le specie povere e massive sostenibili, pescate in Adriatico (a chilometro zero) o allevate nella Regione Marche”.

Le iniziative sono divulgate anche sul sito del Comune di Pedaso www.comunedipedaso.it/

Un ringraziamento al soggetto attuatore: PF Economia Ittica, Servizio Attività Produttive, Lavoro e Istruzione R. Misure Connesse alla Commercializzazione (Art. 68 Reg (UE) N.508/2014), lettera g), PO FEAMP Italia 2014-2020. Angelo Sciapichetti Assessore alla Pesca, Regione Marche , Dott. Luigino

Peloni Dirigente della P.F. Economia ittica, Dott.ssa Laura Gagliardini Anibaldi, Dott. Vittorio Marchesiello.

Il Comune di Pedaso realizza l’evento nell’ambito del Progetto Regionale di “Promozione e Valorizzazione della Pesca e della Acquacoltura Sostenibile” (PF Economia Ittica, Servizio Attività Produttive, Lavoro e Istruzione R. Marche, Priorità 5 Misura 5.68 Misure Connesse alla Commercializzazione (Art. 68 Reg (UE) N.508/2014), lettera g), PO FEAMP Italia 2014-2020), in collaborazione con la Partners in Service titolare del CEA “Ambiente e Mare” R. Marche, l’Associazione Accademia della Cultura e del Turismo sostenibile, il Flag Marche Sud, e Associazioni della Pesca quali il Co.Ge.Pa. (Consorzio di Indirizzo, Coordinamento e Gestione tra Imprese della Piccola Pesca Artigiana), la Piccola Pesca di Pedaso e Mitilpesca Soc. Cooperativa.

Tutti gli eventi previsti sono inseriti tra le iniziative della Settimana UNESCO di Educazione alla Sostenibilità 2017 promossa dal CNES – AGENDA 2030n www.unesco2030.it/

Si ringraziano la Marina Militare – Difesa – Mari Fari Venezia, e in particolare Comandante Daniele Verdi e il Farista Dario Calisti, nonché il Ministero delle Infrasttrutture e dei Trasporti – Ufficio Circondariale di Porto San Giorgio nella persona del Comandante Ciro Petrunelli per l’autorizzazione accordata alla visita interna del Faro.

 




Pedaso: impronte di mare verso il faro e gli astri

Passeggiata ecologica “Pedaso: impronte di mare verso il faro e gli astri”

Promozione e Comunicazione della Pesca e dell’Acquacoltura Sostenibili”

PO FEAMP 2014-2020 – Regione Marche

Da non perdere la visita al FARO! nella mattinata di venerdì 23 marzo 2018

per info e prenotazioni contattare: CEA “Ambiente e Mare”, R. Marche – Partners in Service srls

PEDASO – Venerdì 23 marzo a partire dalle ore 9.30 ci si metterà in cammino lungo i luoghi che storicamente segnano la vita di Pedaso, in particolare il suo legame storico con il mare. Si tratta della passeggiata ecologica “Pedaso: impronte di mare verso il faro e gli astri” voluta dal Comune di Pedaso nell’ambito del progetto “Promozione e Valorizzazione della Pesca e della Acquacoltura Sostenibile” della Regione Marche, parte della programmazione FEAMP 2014-2020 (Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca) con l’obiettivo di promuovere un’economia del mare sostenibile, legata in particolare alla piccola pesca e al pesce povero e massivo, pescato o allevato nella Regione Marche.

L’itinerario a piedi coinvolge la cittadinanza e ha visto l’adesione della scuola elementare e media di Pedaso. Ci si incontrerà al Faro, che sarà possibile visitare anche all’interno, e senza distogliere lo sguardo dal mare, si percorrerà la camminata dei Cantautori per raggiungere il Villaggio della Piccola Pesca adagiato vicino alla foce dell’Aso dove i pescatori interverranno con i loro preziosi aneddoti sulla vita in Mare. La passeggiata ecologica giunge al culmine di un percorso sulla sostenibilità della pesca che invita i cittadini ad essere attenti alle proprie scelte d’acquisto, affinché vengano prediletti pesci poveri e massivi, pescati o allevati nella regione Marche nel rispetto della stagionalità e del mare. Gli altri 2 eventi realizzati nell’ambito del medesimo progetto hanno visto protagoniste le scuole: il Concorso “Il territorio e le sue tradizioni: luoghi, piatti e gente di mare” rivolto alle Scuole Pubbliche dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di Primo Grado, chiamate a interpretare le tradizioni partendo video-interviste a pescatori e i Laboratori Educativi rivolti alle scolaresche e realizzati in collaborazione tra i pescatori e gli educatori qualificati del CEA “Ambiente e Mare”.

Sindaco Vincenzo Berdini, dell’Assessore Maria Grazia D’Angelo con delega alle Politiche Sociali, Sanità, Servizi Scolastici, Pari Opportunità e Rapporti con le Associazioni e la Consigliera Paola Faggiani hanno evidenziato l’importanza del progettoLa passeggiata ecologica fa parte di un format di 3 eventi che mirano a valorizzare la cultura marinara di Pedaso e ad attualizzarla attraverso la sostenibilità di pratiche alimentari e di acquisto del pesce a Km0 a partire dalle famiglie e dai bambini.

Barbara Zambuchini – Biologa Nutrizionista, Responsabile Partners in Service titolare del CEA “Ambiente e Mare” R. Marche sottolinea l’obiettivo del progetto: “Sensibilizzare, gli studenti, la cittadinanza e i turisti a stili di vita e consumo sostenibili, nel rispetto della cultura territoriale, del Mare e delle sue stagioni, per una maggiore attenzione alla provenienza locale del pescato e a tutte le pratiche sostenibili in Adriatico, orientare la cittadinanza, in particolare i giovani e le famiglie, sui temi della biodiversità e del consumo consapevole nel rispetto della stagionalità e dell’ecosistema, prediligendo il pesce azzurro e le specie povere e massive sostenibili, pescate in Adriatico (a chilometro zero) o allevate nella Regione Marche”.

Le iniziative sono divulgate anche sul sito del Comune di Pedaso www.comunedipedaso.it/

Un ringraziamento al soggetto attuatore: PF Economia Ittica, Servizio Attività Produttive, Lavoro e Istruzione R. Misure Connesse alla Commercializzazione (Art. 68 Reg (UE) N.508/2014), lettera g), PO FEAMP Italia 2014-2020. Angelo Sciapichetti Assessore alla Pesca, Regione Marche , Dott. Luigino

Peloni Dirigente della P.F. Economia ittica, Dott.ssa Laura Gagliardini Anibaldi, Dott. Vittorio Marchesiello.

Il Comune di Pedaso realizza l’evento nell’ambito del Progetto Regionale di “Promozione e Valorizzazione della Pesca e della Acquacoltura Sostenibile” (PF Economia Ittica, Servizio Attività Produttive, Lavoro e Istruzione R. Marche, Priorità 5 Misura 5.68 Misure Connesse alla Commercializzazione (Art. 68 Reg (UE) N.508/2014), lettera g), PO FEAMP Italia 2014-2020), in collaborazione con la Partners in Service titolare del CEA “Ambiente e Mare” R. Marche, l’Associazione Accademia della Cultura e del Turismo sostenibile, il Flag Marche Sud, e Associazioni della Pesca quali il Co.Ge.Pa. (Consorzio di Indirizzo, Coordinamento e Gestione tra Imprese della Piccola Pesca Artigiana), la Piccola Pesca di Pedaso e Mitilpesca Soc. Cooperativa.

Tutti gli eventi previsti sono inseriti tra le iniziative della Settimana UNESCO di Educazione alla Sostenibilità 2017 promossa dal CNES – AGENDA 2030n www.unesco2030.it/

Si ringraziano la Marina Militare – Difesa – Mari Fari Venezia, e in particolare Comandante Daniele Verdi e il Farista Dario Calisti, nonché il Ministero delle Infrasttrutture e dei Trasporti – Ufficio Circondariale di Porto San Giorgio nella persona del Comandante Ciro Petrunelli per l’autorizzazione accordata alla visita interna del Faro.

Libero da diritti d’autore

Info e contatti:

Partners in Service srl Titolare del CEA “Ambiente e Mare”, R. Marche

Sede Legale: via Turati n. 2 San Benedetto del Tronto (AP)

cell. 393.5659969, Tel 0735.701028 fax 0736.091188

Sito web interattivo http://www.pissrl.it/ e http://turismosostenibile.eu/it/eventi/

FB Cea “ambiente e mare” pis srl/