dal Piceno

2018-06-25

Tutela Ambientale, iniziativa della Provincia

Seminario di aggiornamento sulla Autorizzazione Unica Ambientale alla Cartiera Papale

La Provincia, in collaborazione con Confindustria Centro Adriatico e l’Ordine degli Ingegneri di Ascoli Piceno, hanno organizzato giovedì 28 giugno, con inizio alle 9, nella Cartiera Papale di Ascoli Piceno un importante momento di approfondimento sulla “Autorizzazione Unica Ambientale”, che costituisce uno degli strumenti normativi più rilevanti nell’ambito della tutela ambientale.

Il miglioramento della sostenibilità e della salvaguardia dell’ambiente costituiscono una sfida prioritaria per l’Amministrazione Provinciale – evidenziano il presidente Paolo D’Erasmo e il consigliere provinciale Pacifico Malavoltain questa prospettiva, si è inteso promuovere questa iniziativa di confronto, pienamente condivisa da Legambiente Marche, in cui le istituzioni, i responsabili di enti di controllo ed esperti e consulenti potranno approfondire in modo concreto e proficuo modalità normative ed operative fondamentali per il controllo dell’aria, dell’acqua e del suolo. Tramite le autorizzazioni ambientali la Provincia esercita, infatti, quelle funzioni di prevenzione atte a favorire, da parte delle aziende e degli operatori economici, condotte rispettose dell’ambiente e delle sue matrici fondamentali”.

Interverranno al seminario il presidente della Provincia Paolo D’Erasmo, il presidente di Confindustria Centro Adriatico Simone Mariani, il presidente dell’Autorità Ambito Territoriale Ottimale del servizio idrico integrato Sergio Fabiani, il presidente del Piceno Consind Domenico Procaccini, il presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Ascoli Piceno Stefano Babini e il direttore del Dipartimento Arpam di Ascoli Piceno Fabrizio Martelli.

Il dirigente del Settore Ambiente della Provincia di Fermo Roberto Fausti si soffermerà sul DPR 59/2013 e l’Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) mentre Alessio Tomassini, responsabile dei procedimenti del Suap dell’Unione dei Comuni Piceni relazionerà sul DPR 160/2010 e il Ruolo dello Sportello Unico per le Attività Produttive. Gianluca Lelii, presidente Terziario Innovativo di Confindustria Centro Adriatico illustrerà la figura del consulente ambientale dei procedimenti AUA.

I lavori proseguiranno su un altro tema di grande rilievo per il territorio: il progetto di separazione delle reti fognarie dell’area industriale di Ascoli Piceno, esempio di sinergie tra pubblico e privato. In questo caso, interverranno come relatori, Luigi Bolognini funzionario P.F. Tutela delle Acque, Tutela del Territorio della Regione Marche, Gianni Giantomassi del Settore Tutela e Valorizzazione Ambientale della Provincia e Gianfranco Piccinini direttore di Piceno Consind. Le conclusioni dei lavori saranno affidate alla Vice Presidente della Regione Marche Anna Casini.

Le adesioni sono state così numerose tanto da completare i posti disponibili e valutare l’opportunità di replicare l’iniziativa dato l’interesse suscitato fra gli addetti ai lavori.

Al via i lavori per la riapertura della Strada Provinciale 89 “Valfluvione”
S.P. 89 Valfluvione - Abitato di Pretare
23-06-2018

Avviati 15 interventi di manutenzione ordinaria sulle strade provinciali della prima zona

Sono stati consegnati questa settimana i lavori per la messa in sicurezza del versante, del corpo stradale e delle opere di sostegno della strada provinciale n. 89 Valfluvione. L’intervento, che rientra nel piano Anas – Provincia delle attività di ripristino post sisma, ha un importo complessivo di circa 1 milione e 387 mila euro e consentirà, una volta ultimato, di riaprire il tanto atteso collegamento diretto Montegallo – Arquata. Il tratto interessato dal cantiere è quello che va dal Km. 16+900 in prossimità di Valle Orsara, al Km. 23+400 S.P. n. 34 Forca di Presta.

La Provincia si era impegnata, anche su sollecitudine del sindaco di Montegallo Sergio Fabiani e della Presidente del Cai di Ascoli Paola Romanucci, a monitorare con grande attenzione lo stato dei lavori di competenza dell’Anas su questa arteria provinciale fondamentale per il comprensorio del Vettore e per tutta la zona montana con evidenti implicazioni turistiche, economiche ed ambientali.

Ieri sono inoltre iniziati numerosi lavori di manutenzione ordinaria, circa 15 interventi dell’importo di 40 mila euro nella zona uno di mobilità in cui sono suddivise le strade di competenza provinciale. L’area interessata dalle opere comprende gran parte del territorio montano, in particolare i comprensori di Acquasanta, Montegallo, Roccafluvione, Arquata del Tronto, Montemonaco e Comunanza.

Tra le attività previste vi sono la fornitura e posa in opera di nuovi guardrail, la pulizia delle zanelle, la realizzazione di nuovi tombini e spurgo di quelli esistenti, il taglio di piante danneggiate e potenzialmente pericolanti, nuove canalizzazioni per le acque reflue, apposizione di new jersey e sistemazione di muri di guardia e contenimento a confine delle strade provinciali.




dal Piceno

Borse di Studio Upi per programmi estivi in Inghilterra e Irlanda
15-06-2018

Significativa cerimonia di premiazione ad Amatrice con autorità e studenti

Guardare al futuro per ricostruire le comunità, a partire dai giovani. Con questo obiettivo l’Upi, (Unione Province Italiane), la Provincia di Ascoli Piceno e la Provincia di Rieti, all’indomani del terribile sisma che ha distrutto il Centro Italia, avevano lanciato, a settembre 2016, una raccolta fondi per la costituzione di Borse di studio all’estero per gli studenti di Accumoli, Amatrice e Arquata del Tronto. La cerimonia di premiazione dei ragazzi che hanno vinto il bando promosso la scorsa primavera grazie alla collaborazione di Intercultura, si è svolta oggi presso l’Area Food di Amatrice, luogo simbolo della volontà di ripresa di queste terre.

All’iniziativa erano presenti il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, il Presidente dell’Upi Nazionale Achille Variati, i Presidenti delle Province di Ascoli Piceno Paolo D’Erasmo e di Rieti Giuseppe Rinaldi, i sindaci di Amatrice, Accumoli e, naturalmente, il sindaco di Arquata del Tronto Aleandro Petrucci. Alla semplice ma significativa cerimonia hanno anche partecipato numerosi studenti e rappresentanti delle istituzioni e aziende donatrici e della Fondazione Intercultura.

Per la Provincia di Ascoli Piceno sono risultati vincitori Mariangela Di Vittori, Leonardo Filotei e Lorenzo Onesi a cui sono state assegnate le borse di studio per Barnard Castle nel Regno Unito mentre Leonardo Di Vittori ha ottenuto la borsa di studio per Sligo in Irlanda.

“All’indomani della tragedia – ha dichiarato il Presidente dell’Upi Achille Variati – ci siamo chiesti quale potesse essere, da istituzioni e da amministratori al servizio dei cittadini, il nostro contributo alla ricostruzione e abbiamo scelto questa iniziativa perché riteniamo sia un invito a guardare avanti e credere nel futuro”.

“Faccio i migliori complimenti ai ragazzi che hanno partecipato ed esprimo il mio apprezzamento per questo importante e concreto gesto di solidarietà condiviso da tutte le Province – ha evidenziato il Presidente Paolo D’Erasmo – si intende dare un messaggio concreto di incoraggiamento e di rinascita per quei territori che hanno vissuto un dramma enorme e che con straordinario coraggio e impegno civico stanno ricostruendo le proprie comunità. In questa prospettiva, è essenziale la partecipazione del mondo della scuola che rappresenta il cuore di ogni collettività”.

Decretato il Bilancio di Previsione 2018, risanamento e nuovi investimenti
Palazzo San Filippo
15-06-2018

Risorse per asfaltare 100 km, sicurezza di scuole e ponti, tutela ambientale

Con decreto del Presidente della Provincia è stato varato lo schema di Bilancio di Previsione 2018. Soddisfazione è stata espressa dal Presidente Paolo D’Erasmo “Dopo l’abbattimento del deficit da 34 milioni di euro del dicembre 2014 ai 18 milioni di euro attuali, il percorso di risanamento proseguirà insieme a nuovi e consistenti investimenti sul territorio in strade, scuole e ambiente”.

Il piatto forte del nuovo Bilancio di Previsione è rappresentato dallo stanziamento di circa 4 milioni 400 mila euro che consentirà, tra il 2018 e 2019, di asfaltare circa 100 km di strade, rafforzare sicurezza dei ponti, sistemare situazioni di dissesto e criticità idrogeologiche e acquistare nuove macchine operatrici per il servizio viabilità. Sempre sul fronte della mobilità sono stati previsti 230 mila euro per la manutenzione ordinaria con attività di pulizia, decespugliazione e altre operazioni per rafforzare funzionalità e fruibilità delle arterie viarie.

Per la manutenzione straordinaria dei plessi scolastici e degli edifici istituzionali dell’Ente il Bilancio mette in campo 630 mila euro, somma che si aggiunge ai circa 23 milioni di euro già previsti per il miglioramento sismico dagli strumenti finanziari statali e regionali. Sempre per scuole e patrimonio, sono inoltre a disposizione 240 mila euro per la manutenzione ordinaria.

Positive novità riguardano altri settori di intervento di competenza della Provincia a cominciare dall’ambiente. Con un importo complessivo di circa 130 mila euro di risorse proprie vengono finanziate centraline per il controllo dell’aria, implementati progetti per il potenziamento della raccolta differenziata attraverso Legambiente Marche e le scuole primarie, attivate progettualità con Centri di Educazione Ambientale e promosse altre attività ed iniziative specifiche per ilo monitoraggio e la tutela ambientale .

Previsto il rafforzamento della Stazione Unica Appaltante non solo per spendere in fretta e bene gli oltre 25 milioni di euro di risorse per la ricostruzione post sisma, ma anche per dare ulteriore supporto tecnico ai Comuni del territorio convenzionati nelle numerose attività di appalto e gara.

Per quanto riguarda l’urbanistica c’è in programma la revisione del Piano Territoriale di Coordinamento (PTC): lo strumento verrà adeguato per rispondere al meglio alle esigenze di pianificazione territoriale, urbanistica ed edilizia.

Sul piano strettamente dei conti lo Schema di Bilancio di Previsione 2018 è in linea e rispetta il Piano di Riequilibrio Pluriennale con un accantonamento di 746 mila euro per la quota di ammortamento del disavanzo storico e del disavanzo da armonizzazione. Dunque, è stato delineato in tutti i suoi aspetti, questo fondamentale strumento contabile che coniuga risanamento e sviluppo e che verrà sottoposto nelle prossime settimane all’esame del Consiglio Provinciale e al parere dell’Assemblea dei Sindaci.

 




dal Piceno

Al via campagna sulla sicurezza stradale della Provincia
08-06-2018

Pannelli su strade, spiagge e autobus e a settembre un concorso sui social

L’11 giugno partirà sul territorio la campagna sociale di sicurezza stradale denominata #quattordici21 condotta sotto l’egida dell’Amministrazione Provinciale e promossa dalla società Safety21 S.p.A. che gestisce per conto dell’Ente il monitoraggio stradale occupandosi anche di sensibilizzazione sui corretti comportamenti degli utenti della strada. Previsto anche un concorso sui social rivolto ai ragazzi per la realizzazione di messaggi multimediali. Di queste iniziative si è parlato in un incontro svoltosi in Provincia al quale hanno preso parte il Consigliere Provinciale Daniele Tonelli, i rappresentanti della Safety21 e i componenti della Consulta Provinciale degli Studenti accompagnati dalla dott.sa Simona Flammini dell’Ufficio Scolastico Provinciale.

Si inizierà con l’affissione in periodi determinati fino a settembre, di grandi manifesti posizionati in vari comprensori del territorio in zone e su strade ad alta percorrenza o frequentazione, con messaggi d’impatto per richiamare l’attenzione sui gravi rischi che si corrono non rispettando il Codice della Strada e richiamando ad una guida consapevole e responsabile.

Inoltre, dal 15 giugno la campagna si estenderà anche sugli autobus delle linee urbane di Ascoli Piceno, San Benedetto del Tronto e mare/monti mentre, dal primo luglio al 31 agosto, verrà anche apposta la cartellonistica in stabilimenti balneari sulle spiagge da San Benedetto del Tronto, a Grottammare fino a Cupra Marittima.

“La Provincia vuole essere attenta sul tema della sicurezza agendo soprattutto sul piano della prevenzione – evidenzia il Consigliere Provinciale Daniele Tonelli – in questa prospettiva vogliamo che siano protagonisti i giovani che vanno responsabilizzati anche fuori dalle aule scolastiche. Per questo si è scelto di utilizzare nella cartellonistica messaggi diretti e vicini al loro linguaggio e di organizzare a settembre un concorso sui social secondo la logica del “peer to peer”. Non solo, gli stessi giovani possono anche svolgere il ruolo di educatori come figli nei confronti dei propri genitori sulla sicurezza stradale. Premieremo i lavori migliori incentivando così nelle giovani generazioni la riflessione su queste tematiche così importanti considerando che tante vittime della strada sono proprio i giovani”.

Approvato lo schema di Rendiconto di Gestione 2017, deficit quasi dimezzato

Nei bilanci 2018/2019 si punta ad asfaltare 100 km di strade

Con Decreto del Presidente della Provincia è stato approvato stamane lo schema di Rendiconto di Gestione 2017 che sarà successivamente sottoposto all’esame del Consiglio Provinciale previo parere dell’Assemblea dei Sindaci. L’importante documento contabile costituisce una fotografia nitida e puntuale sullo stato di salute finanziaria e sull’attività svolta dall’Ente lo scorso anno, da cui emerge un quadro molto positivo ed incoraggiante con ulteriori significativi traguardi raggiunti.

Paolo D’Erasmo

In tre anni il deficit strutturale della Provincia si è, infatti, quasi dimezzato passando dai 34,8 milioni di euro al primo gennaio 2015, ai 21,4 milioni al 31 dicembre 2016 fino ai 18,2 milioni indicati nel rendiconto 2017 decretato oggi. Una riduzione imponente del debito che attesta un miglioramento dei conti testimoniato, ancora una volta da un avanzo di gestione che, insieme a quelli che si erano registrati nei rendiconti 2015 e 2016 ribaltano il trend negativo degli anni precedenti. Dal rendiconto si evince anche il notevole aumento della capacità dell’Ente di pagare i fornitori. Sono stati saldati tutti i debiti 2017 e pagati fino al 31 maggio 2018 complessivamente circa 250 operatori economici per una cifra di oltre 19 milioni di euro. Sono stati inoltre effettuati tutti gli accantonamenti previsti dalla normativa per i fondi rischio e contenzioso per una gestione prudenziale ed attenta.

Prosegue il percorso di risanamento straordinario del Bilancio e i numeri sono indicativi – ha evidenziato il Presidente della Provincia Paolo D’Erasmoil rendiconto di gestione è in linea con gli obiettivi del Piano di Riequilibrio e, anzi, pensiamo di accelerare ulteriormente gli step del piano con l’approvazione nel rendiconto 2018 di un nuovo e consistente abbassamento del deficit, potenzialmente fino a 16 milioni di euro. Sono stati anni difficili ma abbiamo continuato e continueremmo, con ancora maggiore slancio nei prossimi anni, a fare investimenti ed erogare servizi sul territorio. Anticipo – prosegue il Presidenteche la prossima settimana decreterò il Bilancio di Previsione 2018 nel quale sono stanziate risorse per la sistemazione e l’asfaltatura, tra il 2018 e il 2019, di 100 km di strade di competenza insieme ad altre misure di rilievo nel settore dell’edilizia scolastica, dell’ambiente e del supporto ai Comuni.”

 

Sicurezza scuole superiori, incontro con dirigenti scolastici, amministratori e cittadinanza
Convegno Sicurezza scuole superiori
06-06-2018

Presentati gli interventi di miglioramento sismico e il nuovo polo scolastico “Trebbiani”

Il tema della sicurezza nelle scuole superiori del territorio è stato al centro di un incontro che si è svolto stamane nella Sala del Consiglio Provinciale. All’iniziativa hanno preso parte il Prefetto di Ascoli Piceno Rita Stentella, Il Presidente della Provincia Paolo D’Erasmo che ha organizzato questo momento di pubblico confronto, il Dirigente dell’Ufficio Scolastico provinciale Luca Pasqualini, l’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Ascoli Massimiliano Brugni e il dirigente della Funzione Edilizia e Gestione del Patrimonio della Regione Marche Stefano Stefoni. Ha moderato i lavori il rappresentante degli studenti del Consiglio d’Istituto del Liceo Classico Stabili Trebbiani Niccolò Capoferri a sottolineare la partecipazione e la sensibilità dei ragazzi a questo tema così importante e sentito. Erano presenti all’evento il Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco Dott. Ing. Paolo Mariantoni, un rappresentante del Reggimento Piceno, sindaci e amministratori, dirigenti scolastici di numerose scuole del territorio, presidenti dei Consigli d’Istituto, componenti della Consulta degli Studenti, rappresentanti del comitato scuole sicure di Ascoli Piceno, responsabili delle organizzazioni sindacali ed una folta rappresentanza degli studenti del Liceo Classico “Stabili – Trebbiani” accompagnati dal dirigente scolastico Arturo Verna.

“Gestiamo 21 edifici scolastici per circa 150.000 mq di superficie con quasi 11 mila studenti – ha evidenziato il Presidente D’Erasmo – coinvolgendo nella trasparenza e partecipazione tutti i protagonisti del mondo della scuola per affrontare e vincere insieme le sfide della sicurezza a partire dalla difficile fase post terremoto. Quest’anno – ha puntualizzato il Presidente – otterremmo il certificato di prevenzione antincendi anche per l’Ipsia Guastaferro di San Benedetto conseguendo così il traguardo, vantato da poche Province in Italia, di avere tutte le scuole del territorio in possesso di questa fondamentale attestazione di sicurezza”.

I tecnici del Servizio Edilizia Scolastica della Provincia hanno fatto poi il punto sulla situazione. Subito dopo il sisma la Provincia ha eseguito interventi di ripristino di somma urgenza per 700 mila euro riparando i danni e proseguito con risorse proprie per 230 mila euro un’attenta verifica della vulnerabilità sismica già avviata prima del terremoto. Grazie al monitoraggio sono state individuate alcune situazioni su cui rafforzare la sicurezza ottenendo dal Miur 2 milioni e 800 mila euro per il miglioramento sismico e la manutenzione straordinaria di quattro istituti del territorio.

Attualmente con tali fondi sono in corso le gare di appalto dei lavori all’Alberghiero Buscemi di San Benedetto e, a breve, partiranno quelle del Liceo Classico di Ascoli. Nella pausa estiva saranno aperti i cantieri con attività che purtroppo si protrarranno anche dopo l’inizio dell’anno scolastico. Ad Ottobre si svolgeranno anche le gare dei lavori per l’Ipsia di San Benedetto e il Fazzini di Grottammare. Inoltre, con l’ordinanza n. 56 per la ricostruzione post sisma alle scuole del Piceno sono stati assegnati oltre 20 milioni di euro di finanziamenti per l’adeguamento e il miglioramento sismico.

Infine è stato illustrato il progetto del nuovo liceo Psico-Pedagogico “E. Trebbiani”, sede che sostituirà quella dichiarata inagibile dopo il sisma dell’Ottobre 2016. La nuova scuola sorgerà con un investimento di 6 milioni e 800 mila euro in via Marche, in zona di Pennile di Sotto e verrà realizzata con i più innovativi standard di sicurezza e funzionalità e sistemi per diminuire i consumi energetici. L’edificio sarà in grado di contenere almeno 20 classi oltre a laboratori, una biblioteca ed una aula magna e potrà ospitare complessivamente 500 studenti. Avrà anche una palestra di circa 700mq che potrà contenere un campo da pallacanestro regolamentare. La struttura sarà inoltre dotata di cablaggio digitale e ci saranno spazi verdi e di aggregazione. Il bando di gara per l’esecuzione dei lavori sarà pronto per settembre ed è previsto l’inizio dei lavori a fine anno dato che è già stato ottenuto il parere preventivo favorevole da parte dei Vigili del Fuoco e la pratica di concessione edilizia è stata presentata in Comune.

 




Grande successo per l’evento finale di “Tino nel Mondo del RifiUtile”,

Progetto sulla raccolta differenziata di Provincia e Legambiente Marche

Oltre 200 studenti presenti all’iniziativa al Centro di Educazione Ambientale “Oasi La Valle” di Spinetoli

Spinetoli – Una grande festa ha concluso questa mattina la II° edizione di “Tino nel Mondo del RifiUtile – percorso didattico alla scoperta della raccolta differenziata”, progetto fortemente voluto dall’Amministrazione Provinciale insieme ai Comuni del Piceno, con la collaborazione di Legambiente Marche e il prezioso supporto di Picenambiente e Ascoli Servizi Comunali, volto a sensibilizzare i più giovani sul tema dei rifiuti. Circa 200 allievi delle scuole primarie di tutta la provincia, in rappresentanza degli oltre 700 allievi coinvolti nell’anno scolastico 2017-2018, hanno raggiunto il Centro di Educazione Ambientale “Oasi La Valle” a Pagliare del Tronto, nel comune di Spinetoli, per suggellare il lavoro svolto in classe in questi mesi.

A salutare allievi ed insegnanti sono intervenuti tra gli altri il Presidente della Provincia Paolo D’Erasmo, la Presidente di Legambiente Marche Francesca Pulcini, la Consigliera con delega all’Ambiente del Comune di Spinetoli Ornella Frascarelli, il vice presidente di Picenambiente Umberto Pulcini e il Direttore dell’Ata Rifiuti Ato 5 di Ascoli Piceno Claudio Carducci.

Nel corso della manifestazione circa 10 classi sono state impegnate in laboratori dedicati alla scoperta del ciclo del rifiuto nella sua interezza, attraverso attività riguardanti le “3R” (Riduzione, Riutilizzo, Riciclo) e in letture a tema sull’ecologia e sull’ambiente. Tante le attività ludico-didattiche svolte nel corso della mattinata, tra cui il “Gioco del Cigno”, una sorta di gioco dell’Oca rivisitato con caselle e domande sui rifiuti, e il “Gioco del Fazzoletto”, con quesiti sulla raccolta differenziata, a cui i ragazzi hanno partecipato con entusiasmo. Un percorso guidato in mezzo alla natura ha permesso, inoltre, ai giovani studenti di conoscere lo straordinario mondo dell’ “Oasi La Valle” fatto di stagni, animali, piante lacustri e di un tappeto di vegetazione naturale.

L’iniziativa è proseguita con la visita dei piccoli studenti alla Ricicleria di Picenambiente di Spinetoli, una delle aree nelle quali i cittadini possono conferire materiali riciclabili e ingombranti. Un’occasione importante per conoscere da vicino il percorso dei propri rifiuti e le modalità con cui vengono preparati per l’avvio a recupero e riciclo. L’evento è stato inoltre l’occasione per inaugurare la mostra all’aperto con oltre 20 elaborati fatti dalle scuole che hanno aderito al progetto, consistenti in oggetti costruiti con materiali di riciclo a simboleggiare il rispetto dell’ambiente e l’importanza del riuso.

Con la partecipazione a questo progetto – ha dichiarato il Presidente D’Erasmo rivolgendosi ai piccoli studenti – avete dimostrato quanto vi stia a cuore l’ambiente e siete stati molto bravi nell’aver portato avanti con grande impegno le varie attività didattiche con i vostri docenti ed operatori di Legambiente. I rifiuti possono essere una risorsa e vanno recuperati e riutilizzati nel ciclo economico, è questo il messaggio che vogliamo inviare con questo progetto alla comunità locale”.

La bellissima iniziativa di questa mattina testimonia il grande valore del progetto e il fermento messo in piedi in questi due anni di attività accanto alla Provincia di Ascoli Piceno per migliorare la sensibilità e quindi anche la percentuale della raccolta differenziata – ha evidenziato Francesca Pulcini, Presidente di Legambiente Marche – per andare verso una virtuosa gestione dei rifiuti e permettere che l’economia circolare da prospettiva diventi realtà, è fondamentale lavorare sulla formazione e informazione ed è proprio quello che stiamo facendo anche grazie a “Tino nel Mondo del RifiUtile””.




dal Piceno

Strade Provinciali post sisma riaperture, cantieri in corso e appalti
22-05-2018

Interventi per oltre 17 milioni di euro

L’Amministrazione Provinciale esprime vicinanza e solidarietà nei confronti dei 3 operai che sono stati recentemente coinvolti nell’incidente sul lavoro occorso in uno dei numerosi cantieri post sisma attualmente attivati. Nel ribadire l’importanza fondamentale della sicurezza sui luoghi di lavoro, priorità assoluta da tutelare, si registrano in questi giorni anche positive novità per quanto riguarda il ripristino del sistema della viabilità provinciale danneggiata dal sisma con la riapertura di alcuni tratti chiusi al transito, l’attivazione di nuovi cantieri e l’avvio di importanti procedure di appalto.

Il Servizio Viabilità della Provincia ha disposto la riapertura al traffico della S.P. n. 20 “Colle” dal Km. 8+000 al Km 8+850 a seguito della realizzazione da parte dell’Anas dei previsti interventi di disgaggio, consolidamento del versante e ripristino delle reti paramassi. L’ordinanza consente di avvicinarsi ulteriormente al centro abitato e restituisce alla collettività un ulteriore importante tratto di questa arteria.

Sono stati consegnati i lavori per la S.P. n. 119 “Tallacano” con l’attivazione quindi del relativo cantiere per la messa in sicurezza della strada mediante la realizzazione di reti e barriere paramassi. L’importo dei lavori è di oltre 1 milione e 500 mila euro e prevede l’esecuzione delle opere in 120 giorni.

Importanti novità riguardano anche la S.P. n. 64 “Nursina”: sono stati infatti assegnati i lavori per la sistemazione definitiva del tratto che va da Capodacqua all’innesto con la S.S. n. 685 “Delle Tre Valle Umbre”. Questa settimana partiranno i lavori dell’ammontare di 2 milioni di euro che prevedono la messa in sicurezza del costone a monte attraverso reti corticali in aderenza e il consolidamento a monte del corpo stradale con paratie di micropali. Inoltre dovrebbero concludersi a fine giugno i lavori definitivi per la messa in sicurezza del tratto compreso dal Km. 0+000 al Km. 2+500 per un importo complessivo di circa 996 mila euro. Sempre con riguardo a questa arteria strategica per la mobilità montana, sono in fase di appalto gli interventi di sistemazione dell’ultimo tratto della strada, quello che va dall’intersezione con la S.S. n. 685 fino al traforo di Forca Canapine. Si tratta di un intervento molto complesso e dell’importo di circa 11 milioni di euro con avvio del cantiere previsto a settembre.

Infine, sono in pieno svolgimento da alcune settimane i lavori di sistemazione della S.P. n. 93 “Venarottese” in due distinti tratti con la realizzazione a monte di reti di protezione massi e opere di consolidamento a valle. In questo caso, l’importo dei lavori è di circa 1 milione e 580 mila euro.

“Pur nella comprensibile complessità degli iter richiesti dalla normativa, prosegue in maniera articolata e diffusa la realizzazione delle opere del cospicuo pacchetto di interventi di ripristino post sisma previsti nel primo e secondo stralcio individuato dall’Amministrazione Provinciale con soggetto attuatore Anas – evidenzia il Presidente della Provincia Paolo D’Erasmo – l’impegno della Provincia, in piena sinergia con l’Anas, i comuni e gli altri enti interessati, ciascuno nell’ambito delle proprie competenze tecniche e procedurali è quello di continuare con determinazione a far fronte alle enormi necessità infrastrutturali del territorio e dare soluzioni a nodi ancora aperti sul sistema della viabilità”.




dal Piceno

Piano d’Ambito dei rifiuti, presentata dall’Ata l’istanza avvio procedura di VAS
09-05-2018

Fase decisiva per l‘approvazione dell’importante documento di programmazione

Dopo aver chiuso positivamente l’annoso contenzioso con Ascoli Servizi Comunali mediante la stipula della transazione tra le parti a dicembre 2017, si apre la decisiva fase per la redazione e l’approvazione definitiva del Piano d’Ambito dei rifiuti, strumento fondamentale per pianificare la gestione dei rifiuti nei prossimi 15 anni e uscire dall’attuale emergenza. L’Ata Rifiuti Ato5 Ascoli Piceno ha, infatti, presentato oggi al Servizio Urbanistica della Provincia l’istanza di avvio della procedura di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) così come prescrive la normativa.

Tra gli atti presentati ai fini della valutazione dell’istanza figurano, oltre al Documento preliminare del Piano d’Ambito, il documento di Scoping, finito di predisporre proprio in questo mese e che delinea in via preliminare gli elementi di sostenibilità ambientale, sociale ed economica per l’ottenimento della Vas. Nell’istanza, accanto ai soggetti competenti in materia ambientale istituzionalmente previsti dalla procedura, si richiede anche il coinvolgimento delle associazioni sindacali ed ambientali all’insegna della volontà dell’Ata di conseguire il massimo livello di condivisione da parte di tutti gli attori dello sviluppo locale e dei soggetti rappresentanti la comunità locale nel suo complesso, come già fatto per l’approvazione del Documento preliminare.

Da evidenziare che nel dicembre scorso il Documento preliminare del Piano d’Ambito aveva ottenuto il via libera da parte della Regione Marche per quanto concerne la conformità al Piano Regionale dei Rifiuti. Da segnalare inoltre che la valutazione di congruità era stata rilasciata senza nessun rilievo sia sotto il profilo dell’analisi tecnica che sotto quello delle prospettive indicate per la programmazione dei futuri scenari.

“L’istanza presentata oggi – sottolinea il Presidente della Provincia e dell’Ata Rifiuti Paolo D’Erasmo – certifica un lavoro attento, puntuale e complesso compiuto dall’Ata in appena un anno e, in particolare, dei sindaci che hanno approvato all’unanimità nel giugno 2017 il Documento preliminare elaborato in proficua concertazione con i Comuni, le associazioni ambientaliste, di categoria e le organizzazioni sindacali. Il Documento – ricorda D’Erasmo – fissa alcuni obiettivi importanti come la riduzione dei rifiuti di almeno del 10%, l’implementazione della raccolta differenziata e l’ammodernamento degli impianti per il trattamento e prevede iniziative per la riduzione della produzione di rifiuti come lo sviluppo del compostaggio domestico e di comunità, il potenziamento dei centri del riuso e la valorizzazione degli impianti esistenti. Ora, con l’avvio della procedura di Vas, siamo di fronte ad un altro snodo decisivo per l’approvazione del Piano d’Ambito e su questo percorso si intende procedere in maniera rapida e, nel contempo, rigorosa e trasparente nella consapevolezza di dover conseguire un traguardo importante per il territorio e le generazioni future”.

 




Mercato Elettronico della Pa, grande partecipazione al convegno organizzato dalla Provincia

Circa 250 rappresentanti di enti pubblici, imprese e professionisti al Teatro delle Energie di Grottammare

Grottammare – Circa 250 tra funzionari di enti pubblici, comuni, Asur, università, imprenditori, liberi professionisti, rappresentanti di associazioni di categoria hanno preso parte al convegno sul mercato elettronico per gli acquisti della Pubblica Amministrazione (MePA), che si è svolto oggi a Grottammare nel teatro delle Energie.

L’iniziativa, fortemente voluta dalla Provincia di Ascoli Piceno che ha già organizzato con Consip altre occasioni formative di particolare interesse e consenso, è stata promossa di concerto con la Provincia di Teramo, l’Unione Nazionale Italiana dei Tecnici degli Enti Locali (Unitel) e la Città di Grottammare ed ha costituito un’opportunità importante ed apprezzata per conoscere da vicino e in maniera operativa le attività di acquisto di beni, servizi e lavori delle pubbliche amministrazioni che, ormai da alcuni anni, si stanno avviando a procedure prevalentemente telematiche.

Francesca Rinaldi Pasquali, Responsabile Nazionale Divisione Programma Razionalizzazione Acquisti P.A. Consip e Ferdinando Gemma, Responsabile Marche della stessa Divisione Consip hanno illustrato il nuovo Portale MePA e risposto, anche con l’ausilio di casi concreti, alle numerose domande poste dai partecipanti.

La partecipazione così folta e attenta testimonia l’esigenza di soggetti pubblici e privati di utilizzare al meglio le potenzialità delle procedure del mercato elettronico che offrono vantaggi sia alle pubbliche amministrazioni che a tutte le categorie degli operatori economici, specie nel difficile percorso della ricostruzione post sisma” ha evidenziato il Presidente della Provincia D’Erasmo assicurando che l’Amministrazione Provinciale attiverà altre iniziative di supporto e di aggiornamento .

Sulla stessa lunghezza d’onda il Sindaco di Grottammare Enrico Piergallini che ha sottolineato come “trasparenza, competitività, risparmio di tempi e costi siano temi di grande impatto sia per enti pubblici che per i soggetti imprenditoriali.”




dal Piceno

Strada Provinciale 89 “Valfluvione”, arteria fondamentale per la zona montana
Strada Provinciale danneggiata dal terremoto del 2
04-05-2018

Lo stato degli interventi

Ammontano a quasi 2 milioni di euro i lavori di sistemazione previsti dall’Anas come soggetto attuatore per la strada provinciale n. 89 Valfluvione, gravemente danneggiata dal sisma e attualmente chiusa al transito. In questa prospettiva, il Cai di Ascoli Piceno nella persona della Presidente Paola Romanucci, unitamente al Sindaco di Montegallo Sergio Fabiani, hanno sollecitato la Provincia a farsi parte attiva nei confronti dell’Anas per accelerare le procedure di appalto ed esecuzione delle opere. Ciò in considerazione delle attese della comunità e del fatto che la strada rappresenta un’arteria fondamentale per collegare il territorio di Montegallo e il suo comprensorio al Vettore ed alla zona montana con tutte le evidenti implicazioni turistiche, economiche ed ambientali.

Il Presidente della Provincia Paolo D’Erasmo sottolineando che per il ripristino della viabilità provinciale sono state messe in campo risorse ingenti da parte dell’Anas e che, a giugno, termineranno diversi cantieri, si è impegnato a seguire con grande attenzione lo stato degli interventi di competenza dell’Anas sulla strada n. 89 monitorando costantemente gli iter e assicurando la massima collaborazione per quanto, eventualmente necessario, di competenza della Provincia.

In merito alla richiesta di informazioni del Presidente della Provincia sullo stato delle attività relative alla S.P. 89, l’Anas ha comunicato che quanto riguarda gli interventi di primo ripristino del ponte Moja-Rigo al km 11+650, è in corso di redazione la documentazione necessaria all’approvazione ed al successivo appalto dei lavori, la cui durata è stimata in circa 190 giorni. L’importo dei lavori da porre a base di appalto è di circa 570 mila euro. Inoltre, con riguardo all’intervento di messa in sicurezza del versante, del corpo stradale e delle opere di sostegno dal km 16+900 al km 22+400, è in corso la pubblicazione il bando di gara per l’affidamento dei lavori di realizzazione delle opere previste, il cui importo a base di appalto è pari a circa un milione e 387 mila euro. La durata dei lavori è stimata in 90 giorni.

Borsisti “Over 30”, seminario della Regione Marche 

Misura finanziata con risorse del Fondo Sociale Europeo

La Regione Marche ha organizzato, la scorsa settimana, un seminario di formazione obbligatoria rivolto ai 400 titolari delle borse lavoro “Over 30”, che si sono concluse proprio a fine aprile. In totale, per la provincia di Ascoli Piceno, hanno beneficiato della misura finanziata con risorse comunitarie, circa 575 tirocinanti che hanno svolto un periodo di lavoro, della durata di sei mesi, all’interno di aziende del territorio.

Nel corso della due giorni, ospitata nell’aula congressi della Camera di Commercio, si sono succeduti gli interventi degli orientatori del Centro per l’Impiego, dei referenti dell’agenzia Anpal Servizi e dei rappresentanti sindacali che si sono soffermati su temi quali le disposizioni del Decreto 150, la ricerca del lavoro all’estero con il programma Eures, la sicurezza nei luoghi di lavoro e l’orientamento professionale.

Per l’occasione sono intervenuti anche i rappresentati istituzionali e i vertici dell’Assessorato regionale al Lavoro che hanno avuto modo di confrontarsi direttamente con i tirocinanti e ascoltare le loro osservazioni al termine dell’esperienza lavorativa appena vissuta.

 

Mercato Elettronico della P.A., convegno di rilievo nazionale organizzato dalla Provincia

L’iniziativa al Teatro delle Energie di Grottammare

Grottammare – Meno burocrazia, procedure più snelle, trasparenza, competitività, risparmio di tempo e costi sono temi prioritari ed urgenti all’ordine del giorno nell’agenda sia degli enti pubblici che dei soggetti imprenditoriali privati. In questa prospettiva, si inserisce il mercato virtuale per gli acquisti della Pubblica Amministrazione, il cosiddetto MePA realizzato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze tramite Consip, che offre vantaggi per tutte le categorie di operatori economici dalle imprese, ai consorzi fino ai liberi professionisti.

Proprio per favorire la conoscenza e le numerose potenzialità di questo importante strumento alla luce delle ultime novità normative, le Province di Ascoli Piceno e Teramo, l’Unione Nazionale Italiana dei Tecnici degli Enti Locali (Unitel), la Città di Grottammare e Consip hanno organizzato per martedì 8 maggio, a Grottammare nel teatro delle Energie, con inizio alle ore 9.30, il convegno di rilievo nazionale dal titolo “Il Programma di Razionalizzazione degli Acquisti: gli strumenti di e-procurement a disposizione delle PA e delle imprese di Abruzzo e Marche”, rivolto sia alle pubbliche amministrazioni che agli operatori economici. L’incontro rappresenta un’opportunità davvero speciale per conoscere, operativamente e da vicino, le attività di acquisto di beni, servizi e lavori delle pubbliche amministrazioni che, ormai da alcuni anni, si stanno avviando a procedure prevalentemente telematiche. Tra i temi affrontati: il Nuovo Portale e il Programma di razionalizzazione della spesa, gli strumenti di acquisto per la PA e le opportunità di vendita per le imprese. Una iniziativa che acquista ancora maggiore valenza in vista delle disposizioni del nuovo Codice dei Contratti che entreranno in vigore dal 18 Ottobre 2018 riguardo le comunicazioni e gli scambi di informazioni in ambito digitale.

Attraverso questi eventi di grande qualità e spessore vogliamo essere vicini e di supporto agli Enti Locali ed a tutti i soggetti pubblici e privati – evidenzia il Presidente della Provincia D’Erasmo – con l‘obiettivo di fornire quegli aggiornamenti indispensabili a rendere sempre più rapide e trasparenti le procedure di approvvigionamento pubblico con significativi impatti sui costi della macchina burocratica e su quelli delle imprese“.

Il convegno vedrà gli interventi, tra gli altri, del presidente della Provincia di Ascoli Piceno Paolo D’Erasmo, del Presidente della Provincia Teramo Domenico Di Sabatino, del Sindaco di Grottammare Enrico Piergallini e di Fabrizio Notarini, Coordinatore Centro Italia Unitel. Quindi entreranno nel vivo delle tematiche i vari esperti tra i quali Francesca Rinaldi Pasquali, Responsabile Nazionale Divisione Programma Razionalizzazione Acquisti P.A. Consip e Ferdinando Gemma e Andrea Di Tommaso rispettivamente responsabili Marche e Abruzzo della stessa Divisione Consip.

Per le iscrizioni di imprese e P.A. è possibile utilizzare il sito www.acquistinretepa.it o scrivere all’indirizzo e-mail: vincenzo.perozzi@provincia.ap.it. Info 0736/277339.




Mercato Elettronico della P.A., convegno di rilievo nazionale organizzato dalla Provincia

L’iniziativa al Teatro delle Energie di Grottammare

Grottammare – Meno burocrazia, procedure più snelle, trasparenza, competitività, risparmio di tempo e costi sono temi prioritari ed urgenti all’ordine del giorno nell’agenda sia degli enti pubblici che dei soggetti imprenditoriali privati. In questa prospettiva, si inserisce il mercato virtuale per gli acquisti della Pubblica Amministrazione, il cosiddetto MePA realizzato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze tramite Consip, che offre vantaggi per tutte le categorie di operatori economici dalle imprese, ai consorzi fino ai liberi professionisti.

Proprio per favorire la conoscenza e le numerose potenzialità di questo importante strumento alla luce delle ultime novità normative, le Province di Ascoli Piceno e Teramo, l’Unione Nazionale Italiana dei Tecnici degli Enti Locali (Unitel), la Città di Grottammare e Consip hanno organizzato per martedì 8 maggio, a Grottammare nel teatro delle Energie, con inizio alle ore 9.30, il convegno di rilievo nazionale dal titolo “Il Programma di Razionalizzazione degli Acquisti: gli strumenti di e-procurement a disposizione delle PA e delle imprese di Abruzzo e Marche”, rivolto sia alle pubbliche amministrazioni che agli operatori economici.

L’incontro rappresenta un’opportunità davvero speciale per conoscere, operativamente e da vicino, le attività di acquisto di beni, servizi e lavori delle pubbliche amministrazioni che, ormai da alcuni anni, si stanno avviando a procedure prevalentemente telematiche. Tra i temi affrontati: il Nuovo Portale e il Programma di razionalizzazione della spesa, gli strumenti di acquisto per la PA e le opportunità di vendita per le imprese. Una iniziativa che acquista ancora maggiore valenza in vista delle disposizioni del nuovo Codice dei Contratti che entreranno in vigore dal 18 Ottobre 2018 riguardo le comunicazioni e gli scambi di informazioni in ambito digitale.

Attraverso questi eventi di grande qualità e spessore vogliamo essere vicini e di supporto agli Enti Locali ed a tutti i soggetti pubblici e privati – evidenzia il Presidente della Provincia D’Erasmo – con l‘obiettivo di fornire quegli aggiornamenti indispensabili a rendere sempre più rapide e trasparenti le procedure di approvvigionamento pubblico con significativi impatti sui costi della macchina burocratica e su quelli delle imprese“.

Il convegno vedrà gli interventi, tra gli altri, del presidente della Provincia di Ascoli Piceno Paolo D’Erasmo, del Presidente della Provincia Teramo Domenico Di Sabatino, del Sindaco di Grottammare Enrico Piergallini e di Fabrizio Notarini, Coordinatore Centro Italia Unitel. Quindi entreranno nel vivo delle tematiche i vari esperti tra i quali Francesca Rinaldi Pasquali, Responsabile Nazionale Divisione Programma Razionalizzazione Acquisti P.A. Consip e Ferdinando Gemma e Andrea Di Tommaso rispettivamente responsabili Marche e Abruzzo della stessa Divisione Consip.

Per le iscrizioni di imprese e P.A. è possibile utilizzare il sito www.acquistinretepa.it o scrivere all’indirizzo e-mail: vincenzo.perozzi@provincia.ap.it. Info 0736/277339.




Celebrato il 25 aprile nel ricordo di William Scalabroni

 

L’omaggio al partigiano gentiluomo nella riaffermazione dei valori di democrazia e libertà

Ascoli Piceno, 2018-04-25 – Il ricordo commosso e sentito di William Scalabroni, già presidente provinciale dell’Anpi recentemente scomparso, è stato il filo conduttore di questo significativo 25 aprile dedicato ai caduti della Resistenza e all’importanza di essere sempre vigili sulla difesa degli ideali di democrazia e libertà.

La giornata, come di consueto, è iniziata con la deposizione della corona dinanzi al Palazzo del Governo, in piazza Simonetti, quindi le autorità civili e militari si sono dirette a piazza Roma, dove è stata deposta una corona sul monumento ai caduti sulle suggestive note del Silenzio. Successivamente, a Colle San Marco, ha avuto luogo il solenne omaggio ai caduti sul cippo e sul sacrario seguito dagli interventi pronunciati dai rappresentanti delle istituzioni.


Erano presenti, tra gli altri, il Prefetto di Ascoli Piceno dott.ssa Rita Stentella, il Presidente della Provincia Paolo D’Erasmo, la Vice Presidente Valentina Bellina, il Sindaco di Ascoli Piceno Guido Castelli, il Presidente del Comitato provinciale A.N.P.I. Pietro Perini, il vice Sindaco di Arquata del Tronto Michele Franchi, i commissari prefetizzi del Comune di Ripatransone Fiorangelo Angeloni e del Comune di Castel di Lama Giuseppe Di Nardo, il consigliere provinciale Pacifico Malavolta in rappresentanza del Comune di Monteprandone e il consigliere Stefano Novelli in rappresentanza del Comune di Grottammare.

Tutte le autorità all’unisono, nei loro interventi, hanno ricordato la figura di William Scalabroni, persona mite e garbata che, con i suoi modi signorili ed autorevoli, sapeva trasmettere al meglio i grandi valori della Resistenza nella comunità picena, a partire dai giovani che lo ascoltavano sempre con interesse ed attenzione.

Il Prefetto Stentella ha evidenziato l’attualità e la rilevanza dei principi di democrazia e di liberta della nostra Repubblica ottenuti con il sacrificio di tanti e ha espresso la convinzione che tutte le istituzioni e le componenti della collettività picena sapranno collaborare nel migliore dei modi per la rinascita del territorio, che sta riprendendosi dalle ferire inflitte dal sisma e dalla crisi economica.

Il Presidente dell’Anpi Perini ha ripreso il significato e il concetto della parola libertà che va declinata anche come “rispetto” in tutte le sue forme e come impegno civile e responsabile dei cittadini in tutti gli ambiti sociali e comunitari.

Il Presidente della Provincia D’Erasmo ha ricordato che “tra i principi fondanti della nostra Costituzione c’è l’antifascismo, che rappresenta il fondamento senza il quale non saremmo Comunità democratica”ed ha rivolto un particolare pensiero ai giovani “testimoni a cui passare idealmente la fiaccola della libertà e della democrazia perché si continui a costruire in questo paese un avvenire di pace e progresso per le generazioni future”.

Il Sindaco Castelli ha evidenziato il sacrifico di tanti giovani per la libertà e la valenza di questa ricorrenza.

La celebrazione della Santa Messa in memoria di tutti i caduti ha concluso una giornata carica di significato e di grande partecipazione.