dal Piceno

Concluso il corso di “Ceramica” al Centro Locale Formazione di Ascoli

18-06-2014

L’iniziativa promossa dalla Provincia e dalla Lega Italiana Lotta ai Tumori

Si è concluso ieri nella aule del Centro Locale della Formazione di Ascoli il corso di ceramica organizzato dalla Provincia, in collaborazione con la LILT (Lega Italiana Lotta ai Tumori) e l’Unità Operativa di Oncologia dell’ospedale “Mazzoni”. A portare il saluto delle istituzioni è intervenuto il Presidente della Provincia Piero Celani che, dopo essersi congratulato per le magnifiche opere realizzate, ha evidenziato la valenza dell’arte-terapia dal punto di vista aggregativo, artistico e sociale.

“Si tratta di un’iniziativa importante non solo perché ha rappresentato una valida esperienza di gruppo – ha sottolineato il Presidente Celani – ma anche perché ha permesso di coltivare i propri talenti ed esprimere al meglio il vostro spirito creativo nell’ambito di un’attività formativa che ha nel territorio una lunga e proficua tradizione”.

Il corso è stato tenuto dalla prof.ssa Vermiglia Spalazzi che, negli attrezzati laboratori del CLF di via Cagliari, ha guidato le corsiste nell’ apprendimento delle principali tecniche di lavorazione, cottura, definizione e pittura del materiale. In tutto, sono 16 le opere che gli allievi hanno creato e finemente decorato, riproducendo scorci storici di Ascoli, paesaggi artistici suggestivi o disegni di fantasia dal grande impatto visivo.

“Desidero ringraziare la Provincia per l’ospitalità e la grande disponibilità offerta da parte di tutta la struttura – ha dichiarato il dott. Trivisonne – un grazie speciale vanno alla dott.ssa Pizi e alla prof.ssa Spalazzi che è stata per tutti un prezioso punto di riferimento, oltre che un’ottima insegnante. Nostro augurio è che questa preziosa attività formativa si possa ripetere anche il prossimo anno”. Dello stesso avviso, anche la dott.ssa Donatella Morale che ha rimarcato la filosofia edificante del progetto.

Reinserimento disoccupati over 45

Tirocini formativi
18-06-2014

Tirocini formativi per 280 soggetti

La Regione Marche informa che, con decreto 243 del 13/06/2014, è stato approvato l’avviso degli “Interventi a supporto del reinserimento di disoccupati over 45 attraverso l’attivazione di tirocini formativi”. L’intervento finanziato con le risorse messe a disposizione nell’ambito di “Welfare to Work” per le politiche di reimpiego 2012 – 2014.

L’iniziativa, che la Regione intende realizzare con l’assistenza tecnica di Italia Lavoro, è diretta a 280 disoccupati non percettori di ammortizzatori sociali o che li percepiscano per un periodo residuo non superiore a 2 mesi attraverso l’attivazione di tirocini formativi ai sensi della normativa regionale in materia.

Le misure si rivolgono a soggetti che, alla data di presentazione della domanda, siano in possesso dei seguenti requisiti: 45 anni di età; essere disoccupati da almeno 12 mesi; essere residenti nelle Marche da almeno un anno; avere un’anzianità lavorativa di almeno 10 anni; avere una certificazione dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE), riferita all’anno 2013, del proprio nucleo familiare non superiore a 12 mila euro o 18 mila se “attualizzato” con le modalità previste nel bando.

Potranno ospitare i borsisti imprese e studi professionali con i quali gli interessati risulteranno non avere rapporto di parentela. L’intervento prevede l’attribuzione da parte della Regione Marche di una indennità di partecipazione pari a 650 euro mensili al soggetto disoccupato connessa alla sua partecipazione ad un tirocinio, della durata di sei mesi e per un impegno settimanale minimo di 25 ore che verrà erogata direttamente dall’INPS.

Saranno i Centri per l’impiego delle Province competenti ad erogare ai destinatari e al sistema imprenditoriale e produttivo regionale i servizi finalizzati alla realizzazione delle previste attività. L’intervento adotta una “modalità a sportello” e di conseguenza le domande di partecipazione degli interessati saranno esaminate da ognuno dei Centri per l’Impiego competenti in ordine di presentazione.

La domanda di partecipazione può essere presentata a partire dal giorno successivo alla pubblicazione dell’ Avviso Pubblico sul sito www.istruzioneformazionelavoro.marche.it, fino alla data del 31 dicembre 2014.

Info:
CIOF Ascoli Piceno n. telefonici 0736/277498/479/452;
CIOF San Benedetto del Tronto n. telefonici 0735 7667242/233/232




dal Piceno

Il “Morelli” ricorda il maestro Roiati

16-06-2014

All’iniziativa ha partecipato il Presidente Celani

Il Presidente della Provincia Piero Celani è intervenuto ieri alla speciale tavola rotonda organizzata dal circolo tennis “Morelli” per celebrare i 20 anni dalla scomparsa del grande maestro Vittorio Roiati. Numerosi i relatori presenti in sala, tra cui, il prof. Carlo Vittori, il delegato provinciale del CONI Armando De Vincentiis, il presidente onorario del circolo Emilio Pocci, Gianfranco Silvestri, l’ex allievo Luigi Bartolozzi e i neo assessori comunali Giovanni Silvestri e Luigi Lattanzi.

“E’ un piacere per me essere qui e partecipare con tutti voi nel ricordare una figura così centrale e di valore nella comunità picena – ha sottolineato il Presidente Celani – pur non avendo avuto la fortuna di conoscerlo di persona, posso dire che i suoi insegnamenti e il suo profondo impegno nel diffondere e radicare soprattutto tra i più giovani valori fondamentali come la lealtà sportiva, l’onestà e il rispetto dell’avversario rappresentano ancora oggi dei riferimenti preziosi e molto importanti. Sono certo che la nostra società, attratta talora, più dalla logica dei facili risultati e delle facili scorciatoie da percorrere, abbia bisogno invece di esempi così alti e di grande umanità come, sono sicuro, lo sia stato il maestro Roiati per tantissimi di voi qui presenti e per moltissime persone nel corso della sua lunga carriera”.

 




dal Piceno

Borse lavoro, pubblicata la graduatoria dei 280 beneficiari
12-06-2014

Presentati altri importanti interventi per la formazione

Sono 280 i beneficiari delle “Misure di sostegno al reddito per le categorie svantaggiate” che, a partire dal mese di settembre, saranno inseriti per 6 mesi in aziende del Piceno: è quanto ha annunciato stamani il Presidente della Provincia Piero Celani nel corso di una conferenza stampa tenutasi al Centro per l’impiego di Ascoli. I borsisti, 88 della graduatoria disabili e 192 di quella dei soggetti svantaggiati normodotati, saranno affiancati – in qualità di tutor – dal personale della Provincia che, gratuitamente, verificherà il regolare svolgimento dell’esperienza professionale, assistendoli per ogni aspetto procedurale. Una fase importante sarà quella dedicata all’incrocio tra le competenze dei singoli borsisti e le richieste delle aziende. Compito, curato da un’equipe di funzionari e orientatori dell’Ente, che richiederà almeno altri due mesi di lavoro. Come noto, il bando si rivolgeva a soggetti in situazione di disabilità ai sensi dell’art. 1 della L. n. 68/99, soggetti ultracinquantenni in stato di disoccupazione, inoccupati o disoccupati da almeno 12 mesi e lavoratori espulsi dai processi produttivi o in mobilità senza indennità. Tra i principali requisiti richiesti dal bando: reddito ISEE – anno 2012 – inferiore a 16 mila euro, essere residenti nelle Marche e non beneficiare di ammortizzatori sociali.

“Visto l’elevato numero di domande, quasi 1500 pervenute nei nostri uffici, abbiamo deciso di finanziare ulteriori 47 borse, di cui 14 per appartenenti alla categoria dei disabili e 34 a quella dei normodotati – ha dichiarato il Presidente Celani con a fianco l’Assessore Aleandro Petrucci e la dirigente del Servizio competente Matilde Menicozzi – in tutto, saranno spesi 900 mila euro per un progetto fortemente voluto dall’Amministrazione e che può offrire una piccola ma significativa occasione a tante persone desiderose di entrare nel circuito lavorativo”.

“Si tratta di un intervento che ha riscosso grandissima attenzione da parte della comunità picena e che conferma, ancora una volta, il ruolo incisivo di un Ente di coordinamento come la Provincia nel campo della formazione professionale e delle politiche attive del lavoro” ha sottolineato l’Assessore Petrucci.

“Hanno preso il via, da pochi giorni, i colloqui per effettuare i bilanci di competenza che serviranno per effettuare meglio l’incrocio tra le attitudini e le competenze dei borsisti con le aspettative delle 250 imprese disposte ad accoglierli per un periodo di 6 mesi, a 20 ore settimanali” ha spiegato la dr.ssa Menicozzi che ha messo in evidenza come la Provincia provvederà alla copertura assicurativa del borsista liberando così completamente l’azienda ospitante da qualsiasi onere economico.
Il Presidente e l’Assessore hanno poi ricordato altri interventi come i corsi di formazione per lavoratori occupati promossi dai due Centri di Formazione di Ascoli e San Benedetto: “Informatica gestionale”, “Disegnatore progettista”, “Lingua estera”, “Disegnatore progettista” (disegno tecnico 3D per la progettazione meccanica) e gli incentivi alle piccole e medie imprese per stabilizzare i contratti atipici. In tutto, sono state 34 le richieste presentate dalle aziende del territorio e 60 i potenziali beneficiari della misura. In tale direzione, la Provincia ha proceduto allo stanziamento di ulteriori 300 mila euro.




dal Piceno

Festival dell’Appennino, grande successo per la tappa in Abruzzo

09-06-2014

Oltre 500 persone all’escursione nelle gole del Salinello e a Civitella

Una bellissima giornata di sole con temperature estive ha accompagnato l’escursione del “Festival dell’Appennino” nel vicino Abruzzo con oltre 500 i partecipanti che hanno vissuto una domenica davvero indimenticabile in luoghi storici e scorci naturali incantevoli.

I numerosi escursionisti provenienti non solo dalla provincia di Ascoli, ma anche dal Teramano e dal Fermano, con in testa la guida alpina Tito Ciarma, hanno percorso un suggestivo itinerario che li ha condotti all’interno delle Gole del Salinello fino a giungere nella grotta di Sant’Angelo, dove è andato in scena il Concerto d’acqua nella valle dei Briganti. Applausi scroscianti ai bravissimi musicisti Gianfranco Grisi e Elvio Salvetti che hanno saputo creare un’atmosfera davvero unica tra corsi d’acqua e pietre millenarie. Emozioni da raccontare anche per la seconda parte della giornata, nella splendida cornice di Civitella del Tronto sulle note dei “Controra”, che hanno eseguito brani coinvolgenti.

A portare i saluti delle Istituzioni è intervenuto l’Assessore Andrea Maria Antonini che, dopo aver ringraziato gli amici abruzzesi, la Pro Loco e i volontari per la collaborazione, ha posto l’attenzione sullo spirito aggregativo del Festival che “andando oltre confini amministrativi, politici e territoriali è in grado di creare uno straordinario feeling tra comunità vicine all’insegna della cultura, dell’arte, della socialità e dell’amore per la natura. Ingredienti davvero unici e indispensabili in una società fortemente individualista e poco attenta al dialogo”.

L’Assessore ha poi ricordato l’imperdibile appuntamento della rassegna che si terrà sabato 21 giugno, a Palmiano, con il “Solstizio Berbero” e con la musica del gruppo tunisino “Amine & Hamza”.

 

 

Variante San Benedetto del Tronto, pronte 4 soluzioni progettuali

San Benedetto del Tronto - Veduta del Torrione
09-06-2014

La Provincia chiede alla Regione tavolo tecnico per illustrarli

L’Amministrazione Provinciale è in prima linea per la realizzazione della tanto attesa circonvallazione di San Benedetto del Tronto, opera ritenuta essenziale per lo snellimento degli imponenti flussi di traffico commerciali e turistici presenti nell’area costiera. In questa prospettiva, Il Presidente della Provincia Piero Celani ha chiesto alla Regione Marche, in virtù del ruolo di coordinamento svolto dall’ente regionale, di convocare al più presto un tavolo tecnico per illustrare a tutti i soggetti interessati gli approfondimenti progettuali elaborati dal Servizio Viabilità della Provincia per il tratto in variante alla Strada Statale Adriatica 16 nei territori dei Comuni di San Benedetto e Grottammare. Obiettivo del tavolo, che sarà composto da Regione, Provincia, Anas e Comuni, è quello di attivare un proficuo confronto finalizzato all’individuazione, in tempi brevi, della soluzione progettuale più idonea per l’opera .

“Si tratta di un intervento contemplato nelle infrastrutture strategiche del Piceno – evidenza il Presidente Celani – a cui la Provincia lavora da sempre e con grande determinazione per giungere finalmente a risultati concreti. Lo dimostra l’impegno e l’incisività con cui i nostri uffici tecnici, sulla base dell’ipotesi di tracciato riportata nello studio di fattibilità esistente, predisposto dall’Anas per l’adeguamento della S.S. 16 nei territori di Marche, Abruzzo Molise e Puglia, hanno sviluppato ben quattro proposte progettuali alternative. Tutti i progetti che partono dalla strada Panoramica in zona Santa Lucia di San Benedetto del Tronto e, tengono anche conto del mutato assetto urbanistico della zona, sono stati già sottoposti preventivamente – spiega il Presidente Celani – ai rappresentanti del Compartimento Anas di Ancona nel corso di un incontro che ho convocato in Provincia a metà maggio. Il nostro intento – conclude Celani – è quello di avere progetti già pronti per inserirci nel momento in cui saranno assegnati i finanziamenti per le grandi opere di adeguamento della Statale Adriatica”.

Provincia: pubblicato il bando per l’autorizzazione dei corsi di formazione

Gli enti formativi possono presentare domanda entro il 30 giugno

La Provincia informa che scadono il 30 giugno i termini per gli Enti formatori del territorio di rispondere al bando relativo agli “Indirizzi per la presentazione e gestione dei progetti formativi da autorizzare per l’anno 2014/2015 nell’ambito della Legge Regionale 16/90”.

Per il prossimo anno accademico, i soggetti interessati potranno così presentare progetti per i corsi non finanziati che riguardano essenzialmente 3 tipologie di attività: 1) formazione con il rilascio di qualifiche professionali (durata massima 2400 ore e rivolti a diplomati, laureati e corsisti post laurea); 2) di specializzazione (finalizzati all’apprendimento e per un totale massimo di 800 ore) e 3) di abilitazione, preparazione e aggiornamento integrativo come previsto dalla normativa di riferimento.

Gli enti di formazione, in possesso dei requisiti previsti dalla normativa regionale in materia di accreditamento (strutture adeguate, corpo docente in possesso dei requisiti richiesti, ordinamenti didattici conformi, ecc), sono chiamati a compilare la relativa documentazione, indicando anche le linee guida e gli eventuali sbocchi professionali della figura che si intende formare. Al termine del corso sarà previsto il rilascio degli attestati di qualifica, di specializzazione e di certificazione come disciplinato dalla L. 845/78.

Un nucleo tecnico del Servizio Formazione Professionale della Provincia, formato dalla dirigente Menicozzi e coordinato dalla funzionaria Palombini, valuterà l’efficacia e l’ammissibilità dei progetti, verificando il possesso dei requisiti richiesti.

Non per ultimo, si ricorda, inoltre, che i progetti dovranno essere redatti e presentati: sia su supporto cartaceo, sia per via elettronica seguendo la procedura internet prevista dal sito Siform della Regione Marche all’indirizzo www.siform.regionemarche.it.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito della www.provincia.ap.it o chiamare il numero telefonico 0736/277403.

 

Progetto “Diversi ma Uguali” della Provincia e Commissione Pari Opportunità

Mostra Bambini Pari Opportunità
09-06-2014

Inaugurata a palazzo San Filippo la mostra di disegni dei bambini

Si è tenuta stamane nella sala “G. Ramazzotti” di palazzo San Filippo l’inaugurazione della mostra di disegni dei bambini della scuola materna ed elementare sul tema “Diversi ma Uguali”. L’iniziativa, organizzata dalla Provincia e dalla Commissione Provinciale per le Pari Opportunità, fa parte di un più ampio progetto sulla legalità ed ha come obiettivo quello di sensibilizzare le giovani generazioni al rispetto e alla comprensione di tutte le diversità in qualsiasi ambito dell’esistenza. Sono ben 58 i disegni esposti, realizzati dagli allievi della scuola dell’infanzia di Montefiore dell’Aso, della scuola primaria paritaria “Suore Concezioniste” di Ascoli Piceno e dell’Istituto Scolastico Comprensivo Ascoli Centro “D’Azeglio”.

A premiare i ragazzi con un attestato di partecipazione e zainetti colorati sono stati il Presidente della Provincia Piero Celani, Il Vice Presidente e Assessore alle Politiche Sociali Pasqualino Piunti, la Presidente della Commissione Provinciale per le Pari Opportunità Maria Antonietta Lupi, la responsabile del progetto della Commissione Provinciale per le Pari Opportunità Lilia Marucci e la Dirigente del Servizio Politiche Sociali Luigina Amurri.

“Si tratta di un’iniziativa che ha riscosso immediatamente grande adesione ed entusiasmo da parte dei bambini – ha spiegato la Presidente della Commissione Provinciale per le Pari Opportunità Maria Antonietta Lupi – che con tanti bei disegni colorati hanno rivolto un invito gioioso alla tolleranza, alla fraternità e al rispetto reciproco”.

Sulla stessa lunghezza d’onda l’Assessore Piunti che ha lodato “l’inventiva e l’impegno con cui i giovani studenti si sono dedicati a questo progetto di profondo valore educativo, a cui la Commissione Provinciale Pari Opportunità ha lavorato molto perché le fondamenta della convivenza civile si gettano più facilmente se si coinvolgono le componenti in formazione della collettività”

“Ringrazio le scuole che hanno partecipato in particolare i ragazzi guidati dai loro dirigenti e insegnati – ha evidenziato con soddisfazione il Presidente Celani – la scuola si è aperta moltissimo verso tutte le componenti della società civile e del territorio e questo rappresenta un grande valore aggiunto perché consente agli studenti di confrontarsi con le problematiche della comunità e di sviluppare positive sinergie, considerando sempre le diversità grandi risorse per la crescita umana e sociale”.

La mostra allestita nella sala “G. Ramazzotti” di palazzo San Filippo rimarrà aperta dal 9 al 13 giugno con orario 15 – 18.




dal Piceno

23 borse di studio del Pio Sodalizio dei Piceni

Pio Sodalizio dei Piceni
05-06-2014

Le domande vanno inviate entro il 20 settembre

Tornano le borse di studio finanziate dal Pio Sodalizio dei Piceni a favore degli studenti marchigiani per l’anno Accademico 2014/2015. Complessivamente saranno a disposizione 23 sovvenzioni così suddivise: 13 destinate a studenti marchigiani e residenti nelle Marche che intendano frequentare dal 1° anno corsi di studio presso Università, Conservatori e Accademie in Italia; 4 per studenti marchigiani, residenti a Roma e provincia, iscritti dal 1° anno a corsi di studio di Università, Conservatori e Accademie nelle Marche; 3 rivolte a studenti marchigiani residenti fuori dalla capitale e dalle Marche e, infine, 3 riservate a studenti marchigiani residenti all’estero che vogliano iscriversi dal 1° anno ai specifici corsi presso Università, Conservatori e Accademie nelle Marche.

Tra i requisiti richiesti dal bando, c’è quello di essere marchigiani, avere conseguito una votazione minima di 90/100 alle Superiori, non godere di altre borse, assegni o sussidi statali e trovarsi in una situazione economica insufficiente per il finanziamento degli studi comprovata con specifica documentazione. Si ricorda che il termine ultimo per presentare domanda è fissato al 20 settembre.

A seconda della tipologia della borsa di studio, le domande dovranno essere presentate o all’Amministrazione Provinciale delle Marche in cui il candidato ha la propria residenza o rivolte all’Istituto “Pio Sodalizio dei Piceni”, via di Parione n. 7 Roma 00186. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito www.piosodaliziodepiceni.it

“Ritengo fondamentale qualificare il capitale umano ed investire in settori strategici quali la cultura, lo studio e la ricerca – spiega l’Assessore alla Pubblica Istruzione della Provincia Andrea Maria Antonini – rivolgo, per questo, un sentito ringraziamento al Pio Sodalizio dei Piceni che tramite questa meritoria iniziativa implementa la conoscenza e, nel contempo, allarga gli orizzonti professionali dei giovani che rappresentano una risorsa indispensabile per il rilancio del nostro territorio”.

 

Corso “Assistente Familiare” al CLF di San Benedetto

Corso Assistente Familiare SBT
05-06-2014

Consegnati gli attestati ai 40 allievi

Sono stati consegnati, nel corso di una breve ma significativa cerimonia, gli attestati di qualifica del corso di formazione in “Assistente Familiare” organizzato dal Centro Locale per la Formazione di San Benedetto. All’iniziativa non è voluto mancare il Presidente della Provincia Piero Celani che, accompagnato dalla dirigente del Servizio Formazione Professionale dott.ssa Matilde Menicozzi e dal direttore del Centro di via Mare dott. Alessandro D’Ignazi, si è congratulato con i 40 allievi che hanno concluso con successo il qualificato ciclo didattico teorico e pratico.

Il percorso formativo ha inteso fornire agli allievi le principali nozioni e metodologie su come assistere concretamente persone degenti, soggetti con disabilità e anziani. In tale direzione, molto positivo e ricco di spunti di crescita è stato il periodo di stage in aziende e strutture residenziali del territorio, durante il quale i corsisti hanno avuto modo acquisire, sotto la guida di professionisti del settore, tecniche di assistenza al malato, di cura e benessere alla persona, di sicurezza domestica, comunicazione e pronto soccorso.

“Quello assistenziale rappresenta un ambito professionale particolarmente delicato e sempre più richiesto dal mercato del lavoro – ha affermato il Presidente Celani – occorre infatti essere molto motivati e possedere una spiccata sensibilità per venire incontro al meglio alle esigenze delle persone con difficoltà motoria o altre gravi problematiche di salute. Desidero pertanto congratularmi con tutti i corsisti per l’impegno profuso nell’apprendere una professione di responsabilità e di alta valenza sociale”.

Dello stesso avviso anche la dirigente Menicozzi che ha messo in rilievo la grande attenzione che l’Ente ha riservato a tale specifico comparto dell’assistenza “con il lancio di un identico percorso formativo anche nelle aule del Centro Locale per la Formazione di Ascoli Piceno”.




dal Piceno

Stabilizzazione contratti ‘atipici’ di lavoro

Zona Industriale
04-06-2014

La Provincia stanzia altri 300 mila euro

Visto l’elevato numero di domande ad oggi presentate, la Provincia ha deciso di stanziare ulteriori fondi, ben 300 mila euro, per trasformare in rapporti di lavoro a tempo indeterminato i contratti atipici del personale delle piccole e medie imprese del Piceno che né hanno fatto richiesta.

“Complessivamente quindi ammontano a circa 600 mila euro i fondi messi a disposizione dalla Provincia – evidenziano il Presidente Celani e l’Assessore Petrucci – per offrire un’occasione in più ai lavoratori ‘precari’ del Piceno e qualificare il capitale umano a disposizione del sistema produttivo del territorio”.

Si ricorda che l’intervento, finanziato con risorse del Fondo Sociale Europeo, riguarda: micro-imprese, piccole-imprese, medie-imprese con sede legale od operativa nel territorio provinciale con destinatari lavoratori/trici residenti o domiciliati/e in provincia di Ascoli Piceno aventi contratto di lavoro atipico (tempo determinato; di inserimento lavorativo; collaborazione a progetto, a chiamata, interinali, ripartito) in essere da almeno 3 mesi al momento della presentazione dell’istanza.

Si fa presente inoltre che la richiesta del contributo (7 mila euro per ciascun lavoratore stabilizzato) deve essere effettuata dall’impresa interessata prima della trasformazione del rapporto di lavoro atipico e, comunque, entro il 30 settembre 2014. La domanda di finanziamento deve essere redatta dal titolare dell’azienda o dal rappresentante legale utilizzando la procedura informatica Siform. La domanda di presentazione deve essere consegnata a mano o spedita a mezzo di Raccomandata A/R con avviso di ricevimento presso gli uffici del Servizio competente.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi agli Uffici del Servizio Formazione Professionale e Politiche Attive del Lavoro della Provincia (via Kennedy, 34 Ascoli Piceno) o consultare il sito istituzionale: www.provincia.ap.it/formazionelavoro o chiamare i numeri telefonici 0736/277 426, 423, 979, 415. Indirizzi e-mail: ernestina.rubatti@provincia.ap.it; simona.dibella@provincia.ap.it; roberto.maroni@provincia.ap.it

 

Festival dell’Appennino: successo per le tappe di Astorara e Altino

4° e 5° Appuntamento Festival dell\'Appennino
04-06-2014

Escursioni e spettacoli con la partecipazione di oltre 500 persone

Un tripudio di suoni, colori e mille emozioni ha animato il quinto appuntamento del Festival dell’Appennino tenutosi lunedì scorso, ad Altino nel comune di Montemonaco, in occasione della Festa della Repubblica. L’iniziativa, dal titolo “Gioca nel Bosco”, ha visto la partecipazione di numerose famiglie e tantissimi bambini che hanno vivacizzato una giornata davvero ricca di sorprese e allegria. A salutare, solennemente, la ricorrenza del 2 giugno è stato il tradizionale rito dell’ alzabandiera eseguito dal giovane trombettista Giacomo Orsini, che ha accompagnato lo sventolio in aria del tricolore, insieme ai drappi dell’Unione Europea e del Festival. Ha fatto quindi seguito una breve, ma intensa escursione nel cuore verde di Altino con oltre 400 partecipanti guidati dall’esperto di montagna Tito Ciarma.

Durante la passeggiata, i bambini hanno raccolto sassolini, ramoscelli, foglie e pigne per poi utilizzarli nella creazione di colorate composizioni naturali. Oltre al laboratorio di scultura, i piccoli escursionisti si sono particolarmente divertiti giocando con antichi balocchi di legno sotto la guida degli animatori del Circoludobus. Dopo la pausa pranzo, è stato il momento del Clown Bertoldo e delle sue bolle di sapone giganti che hanno riscosso straordinario interesse e curiosità soprattutto da parte dei più piccini. Lo spettacolo “Oh quanti belli colori!” ha chiuso in bellezza una giornata da ricordare.

“Fin dalla prima edizione il Festival ha puntato su un appuntamento che fosse dedicato ai più piccoli e che potesse essere veicolo per trasferire alle nuove generazioni l’amore per la montagna, per il nostro territorio e le sue tradizioni – dichiara l’Assessore Provinciale alla Cultura Andrea Maria Antonini – un obiettivo che è stato raggiunto come dimostra la straordinaria partecipazione di famiglie provenienti anche dal vicino Abruzzo”.

Altrettanto riuscita è stata la tappa vissuta sabato 31 maggio sulla “Via dei Mietitori”. Nonostante le avverse condizioni meteo, infatti, più di 100 persone hanno preso parte all’escursione che da Astorara di Montegallo li ha condotti fino a Colle e Passo del Galluccio. Tra i momenti più significativi della giornata il concerto del violinista Matteo Mariani, la rappresentazione teatrale dei “DonAttori” e l’esibizione del Coro del Ventidio Basso. Particolarmente interessante, inoltre, la rievocazione del mito della Sibilla da parte del Prof. Mario Polia, che non ha mancato di incuriosire i presenti con notazioni tratte dalle più antiche leggende popolari.




dal Piceno

Corsi di aggiornamento FSE per lavoratori occupati

 

29-05-2014

Aperte le iscrizioni nei Centri Locali di Formazione di Ascoli e San Benedetto

La Provincia informa che scadranno lunedì 16 giugno i termini per la presentazione della domanda di partecipazione ai corsi di aggiornamento per lavoratori occupati, finanziati con le risorse del Fondo Sociale Europeo.

Le attività formative a disposizione organizzate dal Centro Locale per la Formazione di Ascoli Piceno in via Cagliari riguardano le seguenti materie: “Informatica gestionale” (Excel avanzato), “Disegnatore progettista” (disegno tecnico 3D per la progettazione meccanica) e “Lingua estera” (inglese base). I percorsi, a cura del Centro Locale della Formazione di San Benedetto del Tronto in via Mare, sono: “Disegnatore progettista” (disegno tecnico 3D), “Disegnatore progettista” (disegno tecnico 3D per la progettazione meccanica) e “Lingua estera” (inglese avanzato).

Le iniziative formative (della durata massima di 65 ore ciascuna), sono rivolte ad aziende del territorio, prioritariamente a quelle con sede legale e/o operativa nella regione Marche, interessate a formare ed aggiornare propri lavoratori e non solo.

I destinatari devono essere imprenditori o loro collaboratori, lavoratori dipendenti o autonomi, liberi professionisti, lavoratori in CIG ordinaria o in CIG straordinaria e lavoratori con contratti atipici. Ogni corso vedrà la partecipazione di 15 allievi più 3 uditori.

Al termine del programma didattico, che si svolgerà in orario di lavoro, è previsto il rilascio di un attestato di frequenza e, in alcuni casi riguardanti i corsi di lingua, consentiranno anche di ottenere certificazioni riconosciute a livello internazionale sulle conoscenze acquisite.

Per info: Centro Locale per la Formazione di Ascoli Piceno, via Cagliari n. 16 Telefono: 0736/41637 e-mail: clf.industriale@provincia.ap.it; Centro Locale per la Formazione di San Benedetto Del Tronto – Via del Mare n.218 Telefono: 0735/7667217 – e-mail: clfsbt@provincia.ap.it;




dal Piceno

Festival dell’Appennino ad Astorara di Montegallo

28-05-2014

Appuntamento sabato con il Mistero della Sibilla

Ultimo appuntamento di maggio per il Festival dell’Appennino, che torna sabato 31 con una straordinaria giornata dedicata alla Sibilla. La manifestazione, voluta dall’Amministrazione Provinciale e realizzata con la collaborazione dell’Associazione Culturale Appennino Up, approda nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini con un’escursione lungo il percorso dei Mietitori, partenza alle 9 da Astorara di Montegallo.

La guida alpina del Festival condurrà i partecipanti tra le frazioni di Montegallo su vie antiche, lungo l’anello che raggiungerà prima Colle poi Passo del Galluccio per percorrere, infine, il Sentiero dei Mietitori e far ritorno ad Astorara. Il suggestivo tragitto, classificato come di difficoltà media, richiede un minimo di allenamento: si passerà, infatti, dai circa 1000 metri sul livello del mare ai 1400 nel punto più alto, sulla Cima Pianelle della Macchia.

Nella chiesa di Santa Maria in Pantano, gli escursionisti saranno allietati da una “pillola” musicale mentre, intorno alle 11.30 presso il Passo del Galluccio, il breve riposo sarà accompagnato dalla conferenza del Prof. Mario Polia, Presidente del Centro Studi delle Tradizioni Picene che tratterà il tema “Da Sibilla a Fata, sulle orme di un mito”. Il ritorno ad Astorara è previsto per le 13, quando sarà possibile pranzare presso i punti ristoro a cura del Soccorso Alpino. Dopo il pranzo, la Compagnia Teatrale dei DonAttori, che opera da 10 anni nel territorio ascolano per sensibilizzare alla donazione di sangue, presenterà “Divagazioni sul tema” una spassosa parodia sulla Sibilla e il suo Mistero. A seguire il Coro Ventidio Basso si esibirà con il concerto “L’occulto, il mistero, l’inconscio” proponendo brani ispirati a gnomi, elfi, streghe, fate, maghi ed altre figure mitologiche.

“Il Festival propone dunque un altro affascinante appuntamento all’insegna del connubio natura, cultura e tradizioni – dichiara l’Assessore Andrea Maria Antonini – per conoscere sempre meglio l’identità del nostro territorio a partire dal mito intramontabile della Sibilla e la suggestione dei suoi paesaggi”.

Si ricorda che escursioni e spettacoli sono ad ingresso libero e che tutte le info sono disponibili sul sito www.festivaldellappennino.it




dal Piceno

Ultimo appuntamento con “La Scrittura Femminile nel Piceno”

 

Omaggio a Mariolina Massignani

Si conclude domani, mercoledì 28 maggio, il progetto “La Scrittura Femminile nel Piceno” coordinato da Franca Maroni e promosso da Provincia e Commissione provinciale Pari Opportunità per far conoscere scrittici ed esponenti culturali del nostro territorio e promuovere il valore etico della scrittura poetica. Notevole partecipazione e consenso hanno riscosso tutti gli incontri dell’edizione 2014 di questa iniziativa che è diventata un altro fiore all’occhiello dell’attività culturale sul territorio “al femminile”.

L’ultimo incontro, che si svolgerà come sempre alle 17 nella Sala Conferenze della libreria Rinascita, è dedicato alla memoria di Mariolina Massignani, compianta ed apprezzata presidente dell’Archeoclub. la Prof.ssa Massignani è stata protagonista con passione e rigore intellettuale di tante battaglie di civiltà per salvaguardare monumenti e testimonianze presenti nel Piceno, contribuendo a mantenere e diffondere la conoscenza dell’identità storico e culturale del territorio.

A rievocarne l’opera e l’impegno sarà il marito Dott. Carlo Cappelli, una preziosa occasione dunque di rendere omaggio ad una persona di grande spessore culturale ed umano che tanto si è prodigata per la città delle Cento Torri e la comunità locale.




dal Piceno

Ferrovieri Esperantisti in visita in Provincia

Gli ospiti accolti dal Presidente Celani

Il Presidente della Provincia Piero Celani ha ricevuto ieri, nell’aula consiliare di palazzo San Filippo, una folta delegazione composta da oltre 80 ferrovieri esperantisti che in questi giorni stanno celebrando il loro 66° congresso internazionale a San Benedetto del Tronto. Nel nostro territorio sono presenti oltre 200 tra partecipanti e familiari a questo convegno che raccoglie rappresentanti di ben 19 nazioni tra cui la Cina e Cuba uniti all’insegna dell’Esperanto, lingua ausiliaria che vuole avvicinare popoli e nazioni rispettando le diverse culture e tradizioni. Il prossimo appuntamento congressuale è previsto in Cina, è quindi motivo di grande soddisfazione che per la tappa italiana la scelta sia caduta su San Benedetto ed il Piceno che sono al centro delle iniziative turistiche e culturali complementari ai lavori dell’assise.

Il Presidente Celani ha illustrato agli ospiti le eccellenze culturali ed ambientali della provincia e le principali iniziative ed attrattive tra cui la giostra storica della Quintana e li ha invitati “ad essere ambasciatori nei paesi e località di provenienza della nostra terra e delle sue straordinarie risorse” ricordando “come il popolo dei Piceni sia stato precursore, già millenni, fa di uno spirito europeo tanto che, in terra tedesca, mercanti provenienti dalle attuali Marche e Abruzzo vendevano oggetti e monili”. “E’ importante sviluppare ogni forma di turismo – ha osservato Celani – tra cui quello congressuale che nel nostro territorio sta assumendo una valenza sempre più interessante per gli operatori e per la sua capacità promozionale”.

Ai visitatori è stata messa a disposizione una guida che li ha accompagnati alla scoperta delle meraviglie del centro storico della città dove hanno potuto anche ammirare la sede dell’ente Quintana con i costumi storici della manifestazione e il teatro Ventidio Basso.

Nuovo appuntamento con “La Scrittura Femminile nel Piceno”

La Scrittura Femminile nel Piceno
 

Incontro con la scrittrice Graziella Carassi

Prosegue domani, mercoledì 21 maggio, con un altro appuntamento il progetto “La Scrittura Femminile nel Piceno” coordinato da Franca Maroni e promosso da Provincia e Commissione provinciale Pari Opportunità per far conoscere poetesse e scrittrici che operano e vivono nel nostro territorio e promuovere il valore etico e culturale della scrittura poetica.

Dopo il notevole successo di partecipazione riscosso con l’intervento di Valeria Di Felice, poetessa e titolare del’omonima casa editrice, il secondo incontro che si svolgerà alle 17 presso la Sala Conferenze della libreria Rinascita, vedrà protagonista la scrittrice e psicoterapeuta Graziella Carassi, autrice del romanzo storico “Maddalena profuga per sempre” la vicenda di una donna che, bambina, lascia lo scenario di guerra goriziano per rifugiarsi tra le dolci colline marchigiane. Oltre alla scrittrice è previsto l’intervento della dott.sa Maria Rita Bartolomei, esperta di antropologia e letteratura.

Il prossimo appuntamento sarà mercoledì 28 maggio, sempre alle 17 nella Sala Conferenze della libreria Rinascita, con un omaggio alla compianta Mariolina Massignani già presidente dell’Archeoclub, persona di grande spessore culturale ed umano e protagonista di tante battaglie di civiltà.