Il 5 maggio la “Camminata dei musei” fa tappa a Venarotta

VENAROTTA – Per la prima volta, alla sua quinta edizione, il progetto “Camminata dei musei” fa tappa a Venarotta.

L’iniziativa è organizzata dal comitato provinciale dell’Unione Sportiva Acli che in questa quinta tappa della quinta edizione ha coinvolto Regione Marche, Fondazione nazionale delle comunicazioni, Comune di Venarotta, Chiesa valdese fondi 8 per mille e Coop Alleanza 3.0.

Domenica 5 maggio, con partenza alle 9,30 davanti alla sede provvisoria del municipio in via Giorgi, prenderà dunque il via una nuova tappa di un progetto che da sempre abbina sport e cultura.

E a Venarotta sarà possibile ammirare il museo del ricamo e dell’artigianato, la chiesa del cardinale ed il Convento di San Francesco.

Le finalità dell’iniziativa sono quelle di valorizzare le strutture museali del nostro territorio, soprattutto nei comuni del cratere sismico, ma anche incrementare le opportunità di far movimento per i cittadini, un movimento che contrasta l’insorgere di varie patologie dovute all’inattività fisica. Ma la finalità rimane anche quella di creare momenti di socializzazione e aggregazione per la popolazione.

D’altronde la Nuova Agenda Europea della cultura, un importante documento stilato dalla Commissione europea sul tema delle politiche culturali, evidenzia l’incidenza che proprio la cultura può avere sui grandi temi del terzo millennio: l’integrazione sociale, la salute e l’innovazione. Il segreto per creare un senso di comunità è quello di compiere un’attività insieme, in questo caso una visita a musei e ammirare bellezze storiche, architettoniche e naturalistiche del territorio.

La partecipazione ai vari eventi del progetto “Camminata dei musei” è gratuita. Per informazioni: 3495711408

 




Il movimento come farmaco naturale e gratuito: “Salute in cammino” compie 6 anni

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il movimento come farmaco naturale e gratuito. E’ stato questo l’argomento centrale dell’iniziativa organizzata per festeggiare i 6 anni dall’avvio del progetto “Salute in cammino”. Si tratta di una iniziativa che da San Benedetto del Tronto si è allargata nel territorio regionale coprendo varie città delle province di Ancona, Macerata, Fermo ed Ascoli coinvolgendo oltre 4500 persone di ogni età in semplici camminate della durata di circa un’ora con un percorso da attraversare di almeno 5 chilometri.

“Abbiamo abbinato questa camminata anche alla “Giornata nazionale dedicata alla salute della donna” – ha detto il vice presidente regionale dell’U.S., Acli Marche Giulio Lucidi – per evidenziare che attraverso il movimento si possono combattere la sedentarietà e dunque tutte quelle patologie che scaturiscono proprio dall’inattività fisica come malattie cardiovascolari, il diabete ed i tumori. Occorre dunque muoversi e fare anche cose molto semplici come ad esempio una camminata”.

“La nostra città – ha detto il consigliere Maria Adele Girolami che ha rappresentato l’amministrazione comunale di San Benedetto del Tronto – ha una conformazione che permette di fare attività fisica ed in particolare camminare senza alcun problema. Occorre dunque approfittarne ed aderire a iniziative come queste che sono davvero importanti per la salute dei cittadini”.

“Come comitato di quartiere Ponterotto – ha detto il presidente Roberto Angelini – abbiamo appoggiato sin da subito questa iniziativa e siamo felici che si sia allargata tantissimo nel territorio regionale”.

Tutte le attività del progetto sono gratuite. Informazioni sul sito www.usaclimarche.com o sulla pagina facebook Unione Sportiva Acli Marche.




Giornata senza ascensore

Una camminata tra le scale cittadine per la Giornata senza ascensore ad Ascoli Piceno il 24 aprile

ASCOLI – In occasione della Giornata europea senza ascensori, in programma il 24 aprile,  l’ASD Nicola Tritella ha organizzato una camminata in programma alle ore 21 con partenza da Via Oristano che attraverserà un percorso cittadini ricco di scale e scalinate. “Persino un’attività minima, come salire 2 rampe di scale al giorno – dicono i promotori dell’iniziativa – porta a perdere circa 2,7 kg all’anno con evidenti vantaggi per la salute di ognuno di noi”. La partecipazione alla manifestazione è gratuita. Ulteriori informazioni si possono ottenere attraverso la consultazione del sito www.usaclimarche.com o della pagina facebook Unione Sportiva Acli Marche.

 




Il 23 aprile “Salute in cammino”: 6 anni e “Giornata nazionale dedicata alla salute della donna”

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In occasione della “Giornata nazionale dedicata alla salute della donna”, che si è svolta lunedì 22 aprile, l’U.S. Acli Marche organizza l’iniziativa “Salute in cammino” che festeggia il sesto compleanno.

Martedì 23 aprile alle ore 21 con partenza dal quartiere Ponterotto, in Piazza della libertà, proprio dove sei anni fa l’iniziativa ha preso il via, si svolgerà una camminata (salvo pioggia o maltempo) che ha come fine quello di far incrementare l’attività fisica a cittadini di ogni età.

I temi dell’attività fisica e della salute sono strettamente connessi. La sedentarietà è il peggior nemico per la salute, un fattore di rischio per le malattie cardiovascolari, il diabete ed i tumori.

Nel corso di 6 anni di attività il progetto “Salute in cammino” ha coinvolto nel territorio della Regione Marche oltre 4500 persone




Salute in cammino spegne la sesta candelina

Oltre 4500 persone coinvolte a partire dal 2013

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Spegne 6 candeline l’iniziativa “Salute in cammino” promossa dall’Unione Sportiva Acli Marche. E lo fa con una iniziativa in programma martedì 23 aprile alle ore 21 con partenza dal quartiere Ponterotto, in Piazza della libertà, proprio dove sei anni fa l’iniziativa ha preso il via.

Nel corso di 6 anni di attività il progetto ha coinvolto oltre 4500 persone in iniziative di promozione della salute che vanno a contrastare i dati sulla sedentarietà degli italiani che sono sempre più allarmanti.

Le camminate si sono svolte in quasi tutto il territorio regionale (vari comuni delle province di Ascoli, Fermo, Macerata ed Ancona) ed hanno contributo a incrementare il movimento dei cittadini e ad avere corretti stili di vita.

La sedentarietà, purtroppo, è un deleterio e pericoloso fattore di rischio per la salute: una cattiva abitudine che appartiene al 40% degli italiani, all’incirca 23 milioni di persone.

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità l’inattività fisica è il quarto fattore di rischio di mortalità (preceduto solo da ipertensione arteriosa, fumo e iperglicemia) e sarebbe responsabile del 5/6% di tutti i decessi, pari a oltre 3 milioni di casi ogni anno.

Proprio per diffondere l’attività fisica tra i cittadini, l’Unione Sportiva Acli Marche e la Regione Marche, nel 2016, hanno stipulato un protocollo d’intesa per la diffusione dell’attività fisica tra la popolazione.

Tutte le attività del progetto sono gratuite. Informazioni sul sito www.usaclimarche.com o sulla pagina facebook Unione Sportiva Acli Marche.

 




Giornata senza ascensore

Il 24 aprile 

Ad Ascoli Piceno “Una città in movimento” promuove stili di vita corretti

ASCOLI PICENO – Il 24 aprile è la Giornata europea senza ascensori. Si tratta di una iniziativa promossa dallInternational Sports and Culture Association (Isca) ed alla quale ha aderito l’ASD Nicola Tritella con una camminata in programma alle ore 21 con partenza da Via Oristano.  L’invito ai tutti i cittadini europei è di salire le scale: negli uffici, nei caseggiati, nelle stazioni, nei centri commerciali. Ovunque capiti, insomma. Le nude cifre della sedentarietà in Europa sono sempre più allarmanti: il 59% delle popolazione non pratica sport, o lo fa solo raramente. Un problema vero. Come precisa infatti l’Oms, Organizzazione mondiale della salute, è più pericoloso non svolgere attività fisica che fumare. Non muovere mai un muscolo è considerato il quarto fattore di rischio per la salute. La sedentarietà, infatti, favorisce l’insorgere di patologie cardiocircolatorie, metaboliche e muscolo-scheletriche. Per questa ragione muoiono ogni anno in Europa 600 mila persone. Abituarsi a fare le scale ha benefici per la nostra salute, in quanto salendole si brucia 2-3 volte le calorie richieste da una semplice camminata, consente di consumare dalle 8 alle 11 calorie al minuto, più di qualunque altra attività fisica di intensità moderata, per esempio una persona che pesa 70 kg brucia circa 30 kcal salendo due rampe di 12 gradini per tre volte al giorno. Salire 55 rampe di scalini alla settimana riduce in maniera significativa i rischi legati all’inattività fisica. Perché fa dimagrire e rafforza ossa, muscoli e articolazioni. Persino un’attività minima, come salire 2 rampe di scale al giorno, porta a perdere circa 2,7 kg all’anno. Nel corso della camminata serale il percorso attraverserà varie scalinate presenti nel centro storico di Ascoli Piceno comprese quelle dell’Annunziata. Proprio per abituare i presenti ad utilizzare di più proprio le scale ed informare sui benefici del mancato utilizzo dell’ascensore.La partecipazione alla manifestazione è gratuita. Ulteriori informazioni si possono ottenere attraverso la consultazione del sito www.usaclimarche.com o della pagina facebook Unione Sportiva Acli Marche.

 




Camminata dei musei: prosegue l’iniziativa di valorizzazione delle strutture del territorio

Il 28 aprile a San Benedetto 

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Farà tappa al “Museo di arte sacra”, in via Pizzi 15, la quarta tappa della quinta edizione del progetto “Camminata dei musei” promosso dall’Unione Sportiva Acli. Si tratta di una iniziativa che sta coinvolgendo sempre più persone e che è finalizzata a promuovere strutture museali che sono fuori da grandi circuiti culturali, ma che hanno delle ricchezze sicuramente da valorizzare.

Il progetto è stata organizzato col sostegno di Regione Marche, Fondazione nazionale delle comunicazioni, e Coop Alleanza 3.0 e la partecipazione è gratuita.

Il via alla visita guidata ci sarà alle 9,30, a seguire ci sarà una camminata verso il lungomare di San Benedetto del Tronto.

“Il 2018 – dice il presidente provinciale dell’U.S. Acli Giulio Lucidi – è stato un anno di crescita per i musei e siti archeologici statali: oltre 55 milioni di persone hanno visitato i luoghi della cultura del Ministero dei beni culturali, con un incremento superiore ai cinque milioni rispetto al 2017. Questi dati riguardano però solo i musei statali e non quelli gestiti da altri enti. Ma tra tali due tipologie c’è un fattore comune. Purtroppo le ferite del sisma del centro Italia del 2016 e di inizio 2017 si sentono ancora ed alcune strutture museali hanno avuto un calo di visitatori che con questa iniziativa vogliamo contrastare facendo conosce sia i musei ma anche tutto ciò che di bello a livello storico, artistico, architettonico e naturalistico li circonda”.

Il “Museo di arte sacra” ha sede a fianco della cattedrale-basilica di Santa Maria della Marina. Con esso si è voluto raccontare la storia della chiesa sambenedettese, esponendo alcune delle opere più significative relative ai santi martiri più antichi della diocesi e ai due principali luoghi di culto della città: la pieve di San Benedetto martire e la chiesa di Santa Maria della Marina.

Aprono l’esposizione alcuni degli antichi e preziosi parati con cui nei secoli passati si rivestiva il corpo del santo martire Basso, venerato nella vicina Cupra Marittima.

A San Basso la leggenda unisce San Benedetto martire, che ha dato il nome alla città e i cui resti sono tuttora venerati nella pieve a lui dedicata nel paese alto. Alcune immagini del santo e varie suppellettili provenienti dalla sua chiesa sono esposte nella seconda sala. Tra esse le quattro statue degli Evangelisti, raffinate opere in legno intagliato dorato del secolo XIX.

Per informazioni: 3495711408 o www.cooperativemarche.it




 Sulle orme del venerabile Marcucci ha fatto centro

Ascoli Piceno, 14 aprile 2019 – La tappa “Sulle orme del venerabile Marcucci” del progetto “Camminata dei musei” ha fatto centro. Sono stati numerosi, infatti, coloro che hanno partecipato ad una iniziativa giunta alla quinta edizione che abbina sport e cultura. E sono stati molti i cittadini presenti per la prima volta alla manifestazione.

Il percorso attraversato, da Piazza Arringo fino al Museo in via San Giacomo, è stato particolarmente interessante e la guida Valeria Nicu ha fatto conoscere i luoghi del centro storico strettamente connessi proprio alla vita del venerabile Marcucci.

L’iniziativa è stata organizzata dal comitato provinciale dell’Unione Sportiva Acli che in questa quinta edizione ha coinvolto Regione Marche, Fondazione nazionale delle comunicazioni, Associazione Hozho, Comune di Ascoli Piceno, Chiesa valdese fondi 8 per mille e Coop Alleanza 3.0.

Il prossimo appuntamento con il progetto “Camminata dei musei” è fissato per domenica 28 aprile a San Benedetto del Tronto alle 9,30 con la visita al Museo di arte sacra.

La partecipazione ai vari eventi è gratuita. Per informazioni: 3495711408 o www.cooperativemarche.it




Terza tappa del progetto “Camminata dei musei”

Domenica 14 aprile

ASCOLI – Domenica 14 aprile è in programma la terza tappa della quinta edizione del progetto “Camminata dei musei” organizzato dal comitato provinciale dell’Unione Sportiva Acli.

Alle 9,30, con partenza da Piazza Arringo, prenderà il via una nuova camminata tra le vie del centro storico che si concluderà con la visita gratuita al Museo Francesco Antonio Marcucci in via San Giacomo. Il percorso toccherà i luoghi strettamente connessi alla vita del venerabile Francesco Antonio Marcucci fino ad arrivare al convento delle Suore concezioniste.

In caso di maltempo il via sarà dato direttamente davanti al museo.

Per questa quinta edizione il progetto “Camminata dei musei” vede il coinvolgimento di Regione Marche, Fondazione nazionale delle comunicazioni, Associazione Hozho, Chiesa valdese fondi 8 per mille e Coop Alleanza 3.0.

La partecipazione è gratuita. Per informazioni: 3495711408 o www.cooperativemarche.it




Perché frequentare il corso di autodifesa per donne dell’U. s. Acli Marche?

A Cuccurano di Fano e San Benedetto del Tronto

Mercoledì 10 aprile due iniziative gratuite.

 

Perché frequentare un corso di autodifesa?  Perché un corso del genere insegna a gestire le proprie emozioni e le proprie paure ma anche ad avere un maggior controllo su se stesse e sui propri movimenti. Il corso insegna a sventare la possibilità di essere aggredite, nonché a rispondere all’avversario in caso di scontro diretto. “Oltre ad acquisire nozioni di pratica sull’autodifesa – dicono i dirigenti ed i tecnici dell’U.S. Acli Marche – vengono insegnati l’autocontrollo, necessario se ci si ritrova a dover affrontare situazioni di pericolo, e come prevenire certe situazioni, modificando comportamenti inconsci che possono far sembrare una donna una possibile preda. I corsi organizzati sono sviluppati essenzialmente su tecniche impostate per essere efficaci ed in tale direzione vanno la rapidità dei tempi, l’efficacia indipendente dalla forza fisica, la concretezza del risultato. Sono questi i punti di forza che contraddistinguono la nostra iniziativa”.

Mercoledì 10 aprile sono in programma due appuntamenti con i corsi gratuiti di autodifesa che l’Unione Sportiva Acli Marche sta realizzando nel territorio regionale.

A Cuccurano di Fano l’iniziativa si svolge ogni mercoledì alle 18,30 presso la sede dell’Asd Know Yourself in via Flaminia n. 284.

Si tratta della terza edizione di un progetto che si svolge col patrocinio e con il contributo dell’Assemblea legislativa – Consiglio regionale delle Marche.

Alla realizzazione dell’iniziativa collaborano anche l’U.S. Acli comitato provinciale Pesaro/Urbino, il Comune di Montelabbate, Pathfinders Martial Arts, Asd Know Yourself, l’Usn nazionale Kung fu e lotte associate, Kung fu Way of life.

Il corso consiste in un totale di 8 lezioni. Ogni mercoledì l’iniziativa si svolge alle 18,30 presso la sede dell’Asd Know Yourself in via Flaminia n. 284 a Cuccurano (Fano). Il sabato, invece, ad Osteria Nuova alle presso la palestra della scuola primaria in via Mentana a Montelabbate. Per informazioni e per le iscrizioni ci si può rivolgere ai seguenti recapiti: 3929483275 (Mirko Brualdi) o brumba@hotmail.it.

 

A San Benedetto del Tronto il corso si svolge ogni mercoledì, presso la palestra del Liceo Classico in viale De Gasperi, dalle ore 19,30 alle 20,30.

Il corso è promosso dall’Unione Sportiva Acli Marche e da Coop Alleanza 3.0, col patrocinio della Commissione regionale per le pari opportunità tra uomo e donna della Regione Marche e dell’assessorato alle pari opportunità del Comune di San Benedetto del Tronto L’iscrizione e la partecipazione sono ancora aperte e gratuite, il corso terminerà il 12 giugno.

Per maggiori informazioni e per le iscrizioni occorre rivolgersi al responsabile del corso Emanuele Conti (3288777737) oppure si possono consultare il sito www.usclimarche.com o la pagina facebook Unione Sportiva Acli Marche.