Borghese in concerto a Corridonia

Borghese in concerto a Corridonia

Il cantautore sarà in concerto agli Spazi Liberati

25 aprile – Festa della Resistenza 2014 – ore 18:00

 

Corridonia (MC) – La sua presenza scenica non passa di certo inosservata, i suoi brani non lasciano indifferente il pubblico, la sua voglia di dichiarare in parole e musica le ipocrisie e le contraddizioni della società contemporanea non è minore della carica energetica che riesce ad esibire ogni qualvolta affronta il palcoscenico: stiamo parlando di Borghese, il cantautore post-ideologico, che il prossimo venerdì 25 aprile sarà in concerto a Corridonia presso gli Spazi Liberati per un evento che di sicuro lascerà il segno.

Il cantautore 2.0 che indossa il passamontagna (ma che sul palco dismette l’uso della maschera, per offrire un volto alla sua forza espressiva), di cui si ignora la biografia perché, dice, «il passato non è importante», riproporrà brani tratti da “L’educazione delle rockstar” (TouchClay Records, 2013), suo album d’esordio che il 28 marzo è andato in ristampa. Undici tracce che vengono riviste, riadattate, riarrangiate ma non stravolte, conservando quell’autentica traccia di rock e cantautorato che ne hanno determinato il successo.

Borghese provoca attraverso la sua ironia ma lo fa in maniera personale, originale, con un distacco ironico che è l’unica modalità tramite la quale è possibile parlare di cose complicate, perché solo ad una giusta distanza dalle cose scomode si riesce a vederle per quello che sono.

Solo a giusta distanza la lente e la luce possono incendiare.

Di seguito un elenco delle date (in continuo aggiornamento)

08 marzo | Enoteca Gadì – Tivoli (Roma)

14 marzo | The Odd Room – Roma

22 marzo | Bacarando in Corte dell’Orso – Venezia

28 marzo | Dejavù – S. Egidio alla Vibrata (Te): open act Management del Dolore Post Operatorio

29 marzo | B.Stek – Pratola Peligna (Aq)

24 aprile | Kontiki – S. Benedetto del Tronto (Ap): opening act dei Nobraino

25 aprile | Spazi Liberati – Corridonia (Mc)

30 aprile | Zena Pub – Campagna (Sa)

8 maggio | Libreria Mondadori – Monopoli (Ba)

16 maggio | El Pignatin – Urbania (Pu)

6 giugno | Arci Camalli – Imperia

7 giugno | Nuovo Camarillo – Prato

Link

www.borgheserock.it

www.facebook.com/borgheserock

www.twitter.com/borghes_e

www.youtube.com/user/BorghseRock

 

 

Un uomo inserito nei meccanismi della società, un uomo con un lavoro garantito in un’Italia in cui pochi lo sono e molti vivono nell’incertezza del presente e nella certezza di non aver un futuro, un uomo che quella garanzia stava quasi per soffocare in una vita grigia.

Un uomo abituato a mettersi la cravatta ogni mattina, un uomo che comincia a sentire quel nodo molto più di una costrizione fisica, ma una diga che blocca il sangue verso la testa.

Un uomo che comincia a vedere il suo ufficio, pieno di consuetudini e formalismi sempre uguali, una gabbia del pensiero.

Un uomo che in un giorno preciso, “come un quadro che casca dal muro”, decide di costruirsi un’altra vita, di utilizzare i suoi abiti da lavoro per un’identità notturna e libera, un’identità che assecondi la sua malattia di scrivere canzoni che solo in quella forma diventano sincere come mai e lontane da ogni pregiudizio.

Da questa premessa e da un abbozzo di romanzo mai terminato inizia la collaborazione con la Touch Clay Records che si interessa a quegli abbozzi di testi così disinibiti ma mai bugiardi. Nel giugno del 2013 esce “L’Educazione delle rockstar” con il suo primo singolo “Luoghi in comune” che in poco tempo fa 5.000 visualizzazioni su Youtube; arrivano le recensioni della stampa nazionale tutte positivamente unanimi e concordi nel dire che l’Italia si trova davanti un nuovo modo 2.0 di intendere il cantautorato rock. Arrivano le richieste dei promoter, arrivano le prime date dei concerti.

E il borghese asservito alle logiche della società di consumo diventa Borghese, entra in clandestinità in un’altra vita attraverso la musica e l’arte.

 

 

Dicono di BORGHESE

«Un quartetto pop elettrico con il tiro dell’indie rock e dosi di elettronica».

ALIAS [Il Manifesto] – 18.05.2013

«Un “cantautorato post-ideologico” a tinte electro-rock, che gioca con intelligenza a sviscerare le debolezze della società dell’immagine e a scardinare gli stilemi del cosiddetto mondo indie».

ROCKERILLA – GIUGNO 2013″

«Borghese confeziona un esordio al piombo fuso dove persino la cornice musicale d’appoggio (tra power rock e new wave) vale quanto le parole, proiettili che squarciano la carne viva di pregiudizi e ideologie alla moda».

RUMORE – GIUGNO 2013

«Si fa chiamare Borghese, non parla di sé, la sua biografia si ignora perché, dice, il passato non è importante e per certi versi è come se a esso volesse rinunciarvi. Il perché non è dato saperlo, poi però lo scorgi tra i versi delle canzoni».

IL FATTO QUOTIDIANO – 10 GIUGNO 2013

«”L’Educazione delle Rockstar” è proprio un disco fuori moda. Perché è cantato – e anche con sentimento – e poi suona rock. Non ironicamente rock, sinceramente rock. E parla, fra l’altro, di cose di attualità e di ingiustizie, proprio come facevano i dischi dei cantautori quando non erano fuori moda».

ROCKIT – 27 GIUGNO 2013

© riproduzione riservata