Incontri con l’autore a Ripatransone, le poesie di Brunilde Neroni ed i racconti di Sergio Soldani

Incontri con l’autore a Ripatransone, le poesie di Brunilde Neroni ed i racconti di Sergio Soldani

di Rosita Spinozzi

RIPATRANSONE – Prosegue l’attività dell’assessorato alla cultura del Comune di Ripatransone con due incontri aventi come protagonisti altrettanti autori di assoluto prestigio: Brunilde Neroni e Sergio Soldani. Il primo appuntamento è previsto, domenica 27 aprile alle ore 16,30 nella Sala di Rappresentanza del Comune, dove il consigliere delegato alla cultura Paolo Polidori darà il benvenuto all’illustre concittadina Brunilde Neroni, esperta di cultura orientale e italianistica, che presenterà nella sua città natale le due raccolte di poesie ‘Cuori’ e ‘Ne valeva la pena’ condividendo con i presenti versi che affrontano il sentimento nelle sue molteplici sfaccettature, tra cui la gioia, il dubbio, il dolore di un cuore ferito. Da sottolineare che ‘Valeva la pena’, come suggerisce il titolo stesso, simboleggia il sollievo provato al termine di una fatica o di una difficoltà. Ed è proprio con questa espressione che l’autrice inizia ogni componimento. Traduttrice di Tagore, Gandhi, Tukaram, Kalidasa, Kabir, Druon, Blake, Ramakrishna, Aurobindo ed esperta di poesia sanscrita, la signora Neroni è stata insignita nel maggio 2008 della Ruota dell’India, massima onoreficenza indiana per meriti culturali, a lei assegnata come ‘messaggera della cultura orientale in Occidente’. Sua è pure la traduzione della Bhagavadgita (Il Canto del Beato), testo basilare dell’Induismo. Tra i suoi numerosi successi letterari, i libri ‘Gandhi per giovani pacifisti’ (Salani Editore) e ‘A casa’ per Sellerio.

Valeva la pena
Valeva la pena
Cuori
Cuori

Scoordinamento
Scoordinamento

Protagonista del secondo incontro, giovedì 1 maggio alle ore 18 nella Sala Rossa del Palazzo Municipale, sarà Sergio Soldani con ‘Scoordinamento (Racconti)’, Edito da Tracce nel 2013. Come afferma Nadia Jommi nella prefazione al testo, l’autore mette in moto, attraverso situazioni paradossali ed incontri inconfessabili, un gioco che ha come scopo principale la sorpresa. Il titolo del libro deriva dai diversi pezzi che lo compongono e che affrontano tematiche quali il dolore, l’eros, lo smarrimento dell’identità,la morte, la paura, tutti accomunati da uno stile semplice ed ironico. Attraverso il sarcasmo, la forza narrativa si trasforma in un’allegoria grottesca sulla perdita dell’identità e sulla inconsistenza dell’odierna cultura consumistica. Nato a Roma ma residente a Porto San Giorgio, Soldani si occupa di teatro e didattica alla recitazione, ha portato in scena molti spettacoli ed è autore di ben quindici raccolte di poesie, nonché vincitore del premio speciale per la critica ‘Pegasus’ Città di Cattolica.

Con questi due interessanti incontri con l’autore l’amministrazione comunale di Ripatransone, in sinergia con l’assessorato alla cultura, rinnova la sua particolare attenzione nei confronti della valorizzazione della cultura e diffusione della lettura, intesa come una vera e propria fonte di arricchimento sociale ed etico. 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com