Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 00:18 di Dom 5 Lug 2020

da Fermo

di | in: Cronaca e Attualità

Fai

image_pdfimage_print

Consegna attestati apprendisti Ciceroni

giornate Primavera Fai

Questa mattina presso la Sala dei Ritratti di Palazzo dei Priori, ha avuto luogo la consegna degli attestati agli apprendisti Ciceroni che, nel corso delle giornate di Primavera del FAI, hanno accompagnato i visitatori alla scoperta delle bellezze della nostra città. Alla cerimonia hanno preso parte gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado di Fermo e Provincia, oltre ad alcuni allievi del Conservatorio Pergolesi. A portare il saluto ai ragazzi, il Prefetto di Fermo Angela Pagliuca che ha ricordato, citando l’articolo 9 della Costituzione Italiana,: “Il Fai nasce dalla determinazione di uomini e donne che hanno deciso di fare qualcosa di utile per il paese. La nostra identità nazionale si basa sulla consapevolezza di essere custodi del grande patrimonio italiano”. Il Prefetto ha poi consegnato gli attestati agli studenti partecipanti accompagnati da dirigenti scolastici e professori. Con tutti la foto di rito e i complimenti per l’impegno profuso. La Professoressa Patrizia Marini Cirilli, Presidente Delegazione Fai Fermo, ha annunciato le prossime iniziative: “Il 31 maggio alle ore 16 e 30 al museo Miti presenteremo il Fai giovani, nuova realtà per giovani dai 18 ai 35 anni”. Alla consegna degli attestati ha partecipato anche l’assessore alla Cultura Nunzio Giustozzi che ha sottolineato: “Nelle giornate di Primavera del Fai siete stati ottimi Ciceroni, preparati e disponibili nell’accogliere i tanti visitatori, 2 mila e 700 in due giorni di visite. A voi dico grazie per la partecipazione attiva e responsabile”


 In allegato l’ordinanza “Stagione balneare 2014 – Divieto temporaneo di balneazione – Revoca e altre disposizioni di conferma”

ordinanzarevocadivieti

 

 

Valorizzazione del centro storico.

Aggiudicati i lavori per gli alloggi di via Migliorati.

 

Nuove opportunità abitative nel centro storico di Fermo. Sono stati infatti aggiudicati i lavori per la realizzazione di otto alloggi in via Migliorati. Gli interventi di Edilizia Residenziale pubblica riguardano il risanamento e il recupero della zona urbana. Sette le imprese che hanno partecipato alla procedura negoziata per l’appalto dei lavori per le opere strutturali ed edili che è stata aggiudicata alla ditta Sardellini Costruzioni S.r.l. di Macerata, con un’offerta di € 337.848,94 (ribasso del 48,859% sull’importo dei lavori posto a base di gara). I lavori potranno partire dopo il trascorso del termine dilatorio per la stipula del contratto, di 35 giorni per la presentazione di eventuali ricorsi. “Sono interventi che mirano a fornire una risposta concreta alla domanda abitativa della città – sottolinea l’Assessore ai Lavori Pubblici Luigi Montanini – l’obiettivo è altresì quello di valorizzare il centro storico puntando all’aumento della popolazione residente”. Il Sindaco Nella Brambatti aggiunge: “Stiamo lavorando per la riqualificazione del centro storico. Ricordiamo che sono partiti i cantieri dell’ex Fontevecchia e della chiesa di San Filippo Neri. L’obiettivo è il recupero urbano senza consumare altro suolo. Sono inoltre misure che danno respiro al settore dell’edilizia che in questo periodo sta attraversando notevoli difficoltà. Il recupero abitativo è fondamentale anche al fine di fornire opportunità ai giovani in un periodo nel quale la casa è diventata un sogno”. In città sono in totale 23 i nuovi alloggi che saranno realizzati, con una superficie complessiva di 1702 mq, per un importo totale superiore ai due milioni di euro. Un progetto complessivo che rientra nel piano di Edilizia Residenziale Pubblica che l’Erap Marche- Presidio di Fermo sta realizzando in collaborazione con il Comune. Oltre a via Migliorati, gli altri interventi riguardano il recupero dell’immobile in via Fiorentina per la realizzazione di 5 alloggi; il recupero dell’immobile ex chiesa Evangelica dal quale saranno ricavati 3 alloggi e infine gli alloggi rimanenti deriveranno dal recupero del comparto edilizio Brunforte- Gigliucci in zona Santa Caterina dove si mira al recupero dell’ultimo piano di palazzo Gigliucci. “Lo squilibrio tra domanda e offerta investe fortemente anche il comune di Fermo, basti pensare che sono ad oggi più di 230 le richieste di alloggi ERP di famiglie attraverso moduli ISEE con una graduatoria aperta gestita dal comune – ricorda l’Assessore al Patrimonio Matteo Tomassini – come Amministrazione dobbiamo tutelare quelle famiglie che da tempo vivono a Fermo e che si trovano in situazioni di disagio.

 

Stiamo inoltre rivedendo il regolamento per la selezione delle case popolari: dopo i passaggi nelle commissioni lo porteremo in Consiglio. Successivamente si aprirà un bando per una nuova graduatoria, che sarà elaborata con i nuovi criteri ISEE che saranno stabiliti dal Governo”.

 

In allegato la foto della visita della classe 1a C – Scuola media Ugo Betti.

La classe, accompagnata dai professori Cassiani Roberto e Bastiani Daniela, è stata ricevuta dal Sindaco Brambatti.

classe 1a C - Scuola media Ugo Betti ricevuta dal Sindaco Brambatti

classe 1a C – Scuola media Ugo Betti ricevuta dal Sindaco Brambatti

© 2014, Redazione. All rights reserved.


Sostieni www.ilmascalzone.it
La lettura delle notizie è gratuita ma i contributi sono graditi. Se ci credi utili sostienici con un contributo a tua scelta intestato a Press Too Srl
IBAN: IT07L0847424400000000004582
Banca del Piceno Credito Cooperativo – Filiale San Benedetto del Tronto 2




22 Maggio 2014 alle 20:13 | Scrivi all'autore | | |
Tags:

Argomenti Frequenti


Archivio


My Web TV Marche

• Coronavirus Marche: aggiornamento
• Ritorno al futuro
• dalla Regione Marche


Social

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On YoutubeVisit Us On Instagram
Ricerca personalizzata