da Fermo

da Fermo

Secondo appuntamento con il secondo ciclo di incontri

“Cosa mettiamo nel piatto?”

Venerdì 30 maggio alle ore 21,15 il centro sociale Campiglione, ospiterà il secondo appuntamento del progetto di informazione alimentare “Cosa mettiamo nel piatto?”, incentrato questa volta su un altro importante alimento, il pane. Il progetto è organizzato dall’assessorato dei Servizi Sociali del Comune di Fermo grazie alla disponibilità del dottor Andrea Strafonda, esperto in educazione alimentare e promotore, già dagli anni ’80, dell’agricoltura sociale e biologica, in merito alla riscoperta dei valori legati al mondo rurale che, tra l’altro, permette anche l’integrazione delle persone più fragili.

La prima parte del progetto ha visto coinvolti tutti i centri sociali della città di Fermo, riscuotendo un grande apprezzamento da parte dei cittadini.

In considerazione delle molteplici richieste per conoscere meglio gli argomenti trattati, si è resa necessaria l’organizzazione di ulteriori cinque incontri, tutti nel centro sociale Campiglione, in ognuno dei quali verranno approfonditi e conosciuti gli alimenti più diffusi nei nostri menù quotidiani, secondo il seguente calendario:

  • il 16 MAGGIO LA PASTA,

  • il 30 MAGGIO IL PANE,

  • il 13 GIUGNO I GRASSI ALIMENTARI,

  • il 27 GIUGNO IL LATTE E I DERIVATI,

  • l’11 LUGLIO LA CARNE.

Il Sindaco Nella Brambatti, in vista dell’EXPO 2015 che a Milano sarà incentrato proprio sui temi dell’alimentazione, sottolinea l’importanza di promuovere una sensibilizzazione della popolazione nei confronti di una ”alimentazione consapevole”, favorendo anche una qualificazione degli acquisti di alcuni alimenti rispetto ad altri, volti soprattutto alla tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini.

”Un valido ed efficace modo questo – afferma l’Assessore ai Servizi Sociali Silvana Zechini – per fornire alla cittadinanza un proficuo ed affidabile strumento per migliorare la scelta degli alimenti che tutti i giorni mettiamo nel piatto e, soprattutto, per contrastare la pubblicità che arriva prepotentemente nelle nostre case proponendo modelli di comportamento a volte incoerenti e nocivi per la salute ed il benessere reale della persona. Gli incontri rappresentano forme di contatto con la città che hanno il vantaggio di portare alla condivisione delle scelte rispetto ai bisogni primari”.

Una grande opportunità messa a disposizione dall’Amministrazione comunale per tutta la cittadinanza che, in tal modo, ha la possibilità di essere informata su una corretta alimentazione che deve iniziare fin da piccoli e potrà assicurare una vita in buona salute evitando l’insorgere di malattie, ormai consuete come, ad esempio, il diabete e l’obesità, nell’adulto di domani.  

Scenografie di Sanquirico al centro di un incontro con il Fai

Gli sfondi teatrali del Sanquirico custoditi nel Teatro dell’Aquila. Sarà questo il tema del nuovo interessante appuntamento con le conferenze del Fai. Domani, martedì 27 maggio alle ore 17, Palazzo Paccarone ospiterà la conferenza sull’artista Alessandro Sanquirico, a cura della professoressa   Maria  Ida  BIGGI, docente all’Università Ca’ Foscari  di Venezia  e del Direttore del Centro Studi per la ricerca documentale sul Teatro e Melodramma Europeo presso la Fondazione  CINI onlus di Venezia e dalla Dott.ssa  Rosaria Corchia. La conferenza è organizzata nell’ambito degli incontri sul Settecento a Fermo, ideati dalla delegazione del Fai di Fermo, con il sostegno del Comune. Gli incontri promossi dal Fai di Fermo, sono incentrati sul Settecento che ha rappresentato per la città un secolo importante dal punto di vista urbanistico con la costruzione di nuovi palazzi.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com